Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 67 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5
Autore Messaggio

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1294
Iscritto il: 15/09/2014, 21:42
Località: E paes tira gardeli
 Oggetto del messaggio: Re: Oceano su enceladus?
MessaggioInviato: 14/04/2017, 14:52 
MaxpoweR ha scritto:
Dovevano fare una conferenza per questa notizia e non per la scemenza dei pianeti come la Terra. MA a quanto vedo è passata abbastanza sotto traccia e pure mi sembra una "apertura" incredibile.



[:264] [:290]



_________________
Per ogni problema complesso c' è sempre una soluzione semplice.
Ed è sbagliata.
(George Bernard Shaw)
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 994
Iscritto il: 18/10/2013, 13:02
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Oceano su enceladus?
MessaggioInviato: 14/04/2017, 19:11 
Qualche dettaglio ulteriore:

Cita:
Idrogeno molecolare su Encelado, ecco di cosa si tratta

Lo studio completo pubblicato su Science chiarisce i motivi dell'entusiasmo per l'annuncio NASA di ieri sera. Ecco qualche dettaglio in più sullo strumento usato e sulle conclusioni a cui sono giunti gli scienzi
ati.

di Elena Re Garbagnati @ettorins


14 Aprile 2017, 12:45 (Fonte Science)


Immagine

Dopo l'annuncio di ieri della NASA relativo alla possibilità che su Encelado, la luna ghiacciata di Saturno, esistano condizioni favorevoli per lo sviluppo della vita, è arrivata puntuale la pubblicazione dello studio ufficiale su Science che permette di capire meglio di che costa si stia parlando.

Immagine

Science parla senza mezzi termini di una scoperta che rende Encelado il primo candidato per ospitare la vita nel Sistema Solare al di fuori della Terra, anche più di Europa, la luna ghiacciata di Giove con un oceano interno.

Hunter Waite, scienziato planetario presso il Southwest Research Institute e autore principale dello studio, ha sottolineato che "non abbiamo visto microbi. Ma abbiamo visto il loro cibo". Un passo avanti notevole rispetto alle ipotesi precedenti.

Cos'è successo di preciso? Sapevamo già che da Encelado fuoriescono getti di vapore acqueo proveniente dall'oceano salato sotto alla crosta ghiacciata. E sapevamo che oltre a questo elemento ci fossero molecole organiche fra cui il metano. Ma nell'ultimo passaggio ravvicinato di Cassini - a soli 48 chilometri dalla superficie di Encelado, lo spettrometro di massa Ion Neutral Mass Spectrometer (INMS) ha campionato la composizione chimica del materiale e rilevato abbondante idrogeno molecolare (H2).

Immagine

I ricercatori ignoravano la presenza di picchi di idrogeno nei pennacchi, ma hanno escluso errori di rilevamento della strumentazione perché i processi di produzione di idrogeno nello spettrometro sono stati minimizzati e quantificati in modo da consentire l'identificazione di un valore di idrogeno nativo statisticamente significativo. Inoltre gli strumenti hanno misurato non solo la massa delle molecole ma anche la velocità relativa rispetto allo strumento, per essere sicuri di escludere altre sorgenti di H2 come per esempio le molecole d'acqua che si scontrano con la superficie dello strumento.

Secondo lo studio la fonte più plausibile di questa quantità di idrogeno sono reazioni idrotermali che coinvolgono un fondo roccioso contenente minerali e materiali organici. A questo punto è stato necessario risolvere il puzzle che includesse i nuovi dati. Anche perché l'elevata quantità di idrogeno non è l'unica prova dell'attività del fondo marino su Encelado. Nel 2015 gli scienziati studiarono grazie a Cassini le particelle che compongono l'anello E di Saturno, che notoriamente è alimentato dai pennacchi di Encelado, e trovarono tracce che potevano provenire solo da reazioni idrotermali. Un indizio che, unito ai nuovi dati, indica come "all'interno di Encelado stia accadendo qualcosa di speciale", come ha affermato Gabriel Tobie, scienziato planetario all'Università di Nantes non coinvolto nello studio.

Immagine

La conclusione è quindi che l'idrogeno molecolare provenga da "una serie di reazioni idrotermali in corso con la roccia contenente materiali organici. L'abbondanza di idrogeno relativamente alta rilevata nei pennacchi è il segno di uno squilibrio termodinamico che favorisce la formazione di metano dall'anidride carbonica nell'oceano di Encelado".

Sulla Terra le aree attorno ai camini idrotermali attivi ospitano spesso comunità complesse alimentate dalle sostanze chimiche sparse nell'acqua. Adesso bisogna capire se questo paradigma vale anche per Encelado.

Per ulteriori dettagli rimandiamo alla pubblicazione su Science.
http://science.sciencemag.org/content/356/6334/155.full


https://www.tomshw.it/idrogeno-molecola ... atta-84895


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13118
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
Località: Agropoli (SA)
 Oggetto del messaggio: Re: Oceano su enceladus?
MessaggioInviato: 15/04/2017, 13:28 
Probabilmente un ecosistema simile è presente anche su europa



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2302
Iscritto il: 03/12/2008, 21:09
Località: roma
 Oggetto del messaggio: Re: Oceano su enceladus?
MessaggioInviato: 20/05/2017, 17:22 
Qualcuno sa quanto sia spessa la crosta ghiacciata di Encelado?
Sicuramente sarà molto piu' sottile di quella di Europa che si stima sia di qualche decina di km di profondità...quindi una missione esplorativa dell'oceano di encelado è sicuramnete piu' fattibile rispetto all'oceano presente su europa,data la minor strada che doverbbe percorrere una sonda prima di immergersi fra le sue acque...



_________________
"Bisogna cercare orizzonti lontani non solo per scopi pragmatici, ma perché l'immaginazione e l'anima vengano nutrite dalla meraviglia e dalla bellezza".
Verner Von Braun,1972
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7250
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio: Re: Oceano su enceladus?
MessaggioInviato: 20/05/2017, 19:41 
caro tommaso,
qui dice
Cita:
gelido guscio che ricopre Encelado è molto più sottile di quanto precedentemente calcolato, raggiungendo in alcuni punti solo alcuni km di spessore.


http://www.media.inaf.it/2016/10/05/oce ... iu-vicino/

ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 971
Iscritto il: 28/08/2016, 09:26
Località: Neutropoli
 Oggetto del messaggio: Re:
MessaggioInviato: 20/05/2017, 20:06 
ubatuba ha scritto:
diciamo che ha confermato in un ambiene completamente diverso da quello sondato dalla galileo,che il sistema solare e'molto vivo dal punto di vista geologico,e non un sistema morto(a parte la terra)pensato fino a 20 anni orsono
penso che la cassini sia da catalogare come appunto la galileo,viking pioneer et voyager un qualcosa di straordinario


ciao uba,sono star,intendi dire morta in senso umano e non umano vero?

Io uso il termine noiosa come eufemismo.
Però la natura è viva più che mai,anzi,ho l'impressione che stia bypassando umanitá e parassiti PREPARANDO QUALCOSA DI
EPOCALE OLTRE OGNI EFFETTO SPECIALE...

Sará stufa anche lei/essa di..noiosi...

Per tornare in tema,io trovo tutte le lune significative dei pianeti esterni,molto interessanti!

Credo che siano vive,non solo materialmente,ma anche biologicamente nel sottosuolo.

Gli oceani di Europa,Enceladus,Ganimede ,secondo me sono vivi,caldi,protetti dalle radiazioni.

Mi chiedo se,una civiltá avanzata potrebbe essersi piazzata sotterraneamente ,usandone l'acqua,energizzando ambienti con la fusione nucleare ,estraendo idrogeno e ossigeno con l'elettrolisi,allevando pesci e alghe.
Insomma,una splendida civiltá nascosta.
Ciao


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13118
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
Località: Agropoli (SA)
 Oggetto del messaggio: Re: Oceano su enceladus?
MessaggioInviato: 21/05/2017, 02:01 
tommaso ha scritto:
Qualcuno sa quanto sia spessa la crosta ghiacciata di Encelado?
Sicuramente sarà molto piu' sottile di quella di Europa che si stima sia di qualche decina di km di profondità...quindi una missione esplorativa dell'oceano di encelado è sicuramnete piu' fattibile rispetto all'oceano presente su europa,data la minor strada che doverbbe percorrere una sonda prima di immergersi fra le sue acque...


Il problema di queste missioni non è tanto lo spessore del ghiaccio ma l'incapacità, per ora, di impedire la contaminazione dell'ecosistema che si visita.

E' il motivo per il quale si stanno studiando dei sistemi per esplorare il lago Vosto che presenta lo stesso tipologie di problematiche.

La differenza è che nel caso del lago siberiano il rischio è anche e soprattutto er noi, non si sa cosa possa uscire da un lago isolato da milioni di anni.

Cita:
Date le somiglianze che esistono tra il lago Vostok e l'oceano d'acqua presente sotto la crosta ghiacciata di Europa (un satellite di Giove), un'eventuale scoperta di forme di vita nel lago potrebbe rafforzare l'ipotesi dell'esistenza di vita extraterrestre anche su Europa.


Fonte: wikipedia



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 67 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 21/10/2017, 10:42
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org