Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 35 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Attenta AstrofilaAttenta Astrofila

Non connesso


Messaggi: 3962
Iscritto il: 06/12/2008, 12:42
Località:
 Oggetto del messaggio: Saturno Wave at Saturn: il mosaico completo
MessaggioInviato: 28/10/2013, 06:32 
Le immagini della sonda Cassini sono, secondo me, tra le più belle rilasciate delle missioni attive.
Il sistema di Saturno ha un fascino particolare.

Non so quanti di voi hanno seguito l'evento del 19 luglio scorso (Wave at Saturn) quando la sonda ha ripreso un super mosaico di Saturno, gli anelli e la Terra.
(ho visto un accenno in questa discussione http://www.ufoforum.it/topic.asp?rand=7 ... 214#305357 ma non ho trovato una discussione ad hoc)

Lo stesso giorno anche la sonda MESSENGER aveva fotografato la Terra.

Terra e Luna insieme by Cassini
Immagine
Credit: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

Terra e Luna by MESSENGER

Immagine

Dettagli: http://www.aliveuniverseimages.com/flas ... -messenger

Io e titanio44 ci abbiamo impiegato più di un mese per assemblare insieme gli oltre 150 scatti raw e credo che ancora sia l'unica composizione a colori disponibile dell'evento.

Non è sicuramente perfetta e soprattutto, è frutto di un compromesso: le immagini erano estremamente diverse in angolo di visuale, esposizioni... e quindi bisognava decidere se creare un'immagine tecnico/scientifica o tecnico/panoramica. Noi abbiamo optato per quest'ultima ;)

Immagine

Full 4038 x 1723 pixel: http://www.flickr.com/photos/lunexit/95 ... hotostream

Dettagli sul mosaico: http://www.aliveuniverseimages.com/spec ... -19-luglio


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Attenta AstrofilaAttenta Astrofila

Non connesso


Messaggi: 3962
Iscritto il: 06/12/2008, 12:42
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/11/2013, 07:20 
Immagine

Così apparirebbe il sistema di Saturno se ci fossimo trovati insieme alla sonda della NASA Cassini il 19 luglio scorso, all'ombra del pianeta: il maestoso mosaico rilasciato dal team della missione al Newseum di Washington, mostra Saturno, le lune, gli anelli, la Terra, Venere e Marte come se fosse visto da occhi umani.

Il 19 e il 20 luglio scorso ben due sonde nel nostro Sistema Solare si erano trovate nella giusta posizione per fotografare la Terra: la Cassini da Saturno e la MESSENGER, da Mercurio.
Il team della missione Cassini aveva organizzato anche un grande evento mediatico "Wave At Saturn" (http://www.aliveuniverseimages.com/flas ... o-una-foto), invitando gli abitanti della Terra a fare altrettanto, fotografando e salutando Saturno nel momento stesso in cui la Cassini ci avrebbe scattato la foto.

continua... http://www.aliveuniverseimages.com/spec ... uglio-2013 [:)]


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 48895
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/11/2013, 10:51 
Bel lavoro 2di 7; altroché la ... NASA! [;)]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
viewtopic.php?p=363955#p363955 U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo)
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/11/2013, 10:52 
Immagine:
Immagine
41,15 KB


Terra vista sotto gli anelli di Saturno, dalla sonda Cassini. Credit: NASA/JPL

Con il Sole dietro, gli anelli di Saturno diventano visibili in maniera straordinaria! Anche il più esterno e sottile anello E diventa chiaramente visibile. Cassini ha catturato ben 323 immagini in circa 4 ore per riuscire a fare questo mosaico. Il mosaico finale si basa sulle 141 migliori immagini a grandangolo, con i filtri rosso, verde e blu, per ricreare i colori che vedremmo "ad occhio nudo". L'immagine si espande per un'area enorme di ben 651.591 km in diametro.



Immagine:
Immagine
24,37 KB


Versione annotata di Saturno in eclissi. Dietro si vedono tutti gli altri oggetti osservati. Credit: NASA/JPL

Tra le cose più strepitose abbiamo Marte, ma anche i dettagli negli anelli, come cumuli di materia e piccolissime lune pastore. Inoltre, si riesce ad intravede bene anche Venere, non lontano da Marte.
L'anello più interno è l'anello G, e li vicino possiamo intravedere la Terra. L'anello più esterno è l'anello E, creato dalle particelle rilasciati dai getti di acqua e minerali del polo sud di Encelado.

http://photojournal.jpl.nasa.gov/catalog/pia17172


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 48895
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/11/2013, 11:37 
E vai, Uba! [:D]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
viewtopic.php?p=363955#p363955 U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo)
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/11/2013, 10:40 
Immagine:
Immagine
7,92 KB

la sonda cassini ha immortalato questa bellissima immagine di giove con parte dei suoi satelliti...................... [;)]il tutto da saturno [:I]


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1490
Iscritto il: 21/10/2010, 13:22
Località: Umbilicus Italiae
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/11/2013, 16:25 
Che meraviglia ....[^]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/02/2014, 11:59 
Immagine:
Immagine
52,86 KB

Nuovo mosaico di immagini ottenute dalla sonda Cassini, mostra in eccezionale dettaglio la luna Febe. Credit: NASA / JPL / SSI / UA / Daniel Machá#269;ek.

Di solito quando si parla delle lune di Saturno, ci immaginiamo le grandi lune come Titano e Rea, oppure le due face di Giapeto o i geyser di Encelado. Tuttavia, le lune intorno a Saturno sono una famiglia molto più varia, e possiamo trovare mondi eccezionalmente strani, come Febe, una piccola luna grande appena 217 km in diametro. Fu il primo satellite ad essere scoperto fotograficamente ed è tra le più lontane grandi lune di Saturno.

La sonda Cassini orbita molto più vicino a Saturno, dove si trovano le altre grandi lune, ma in un'occasione eccezionale, fu mandata in avanscoperta ad esplorare Giapeto e passo anche vicino a Febe. La luna ha un'orbita retrograda ed è 4 volte più lontana da Saturno della sua luna grande più esterna (Giapeto). Orbita intorno al proprio asse in 9 ore e in 18 mesi orbita intorno a Saturno. La sua struttura è ricca di crateri come tanti altri mondi, ma quello che è più interessante è che si tratta di un mondo ricco di composti organici e si pensa si sia formata all'inizio della formazione pianeti terrestri, proprio mentre si formavano tutti gli altri pianeti. Purtroppo per Febe, la sua crescita è stata bloccata quando è stata catturata dalla forza di gravità di Saturno. Qui ha subito enormi impatti con altri simili corpi, e molta della polvere rilasciata dai suoi impatti ha creato un gigantesco anello intorno a Saturno, visibile solo negli infrarossi.

La sua polvere è anche finita sulla parte scura della vicina luna Giapeto e si pensa che sia quello che ha dato il via all'inizio dei processi geologici che oggi fanno di Giapeto una luna a due facce (una chiara ed una scura).

Una delle ultime scoperte riguardo a Febe mostra indizi per la presenza di tanto ghiaccio sotto la sua crosta, e chissà, magari un giorno diventerà un avamposto terrestre dove fare rifornimento prima di partire altrove. Infondo qui ci sono sia materiali organici che tanta acqua! Per non parlare della vista!
Fino ad allora dovremmo accontentarci dell'incredibile lavoro fatto da astrofotografi come Daniel Machá#269;ek qui sopra, che grazie ai dati rozzi della sonda Cassini, ha montato queste fantastiche nuove immagini, da vedere assolutamente a tutto schermo!

http://www.planetary.org/explore/space- ... hacek.html

http://www.link2universe.net/2014-02-13 ... i-saturno/


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 15/04/2014, 16:30 
Immagine:
Immagine
37,84 KB

Una zona luminosa lunga 1.200 km, nell'Anello A di Saturno, potrebbe essere una nuova luna in fase di nascita. Immagine catturata il 15 Aprile 2013. Credit: NASA/JPL

Un fatto inaspettato ha sorpreso gli scienziati della missione Cassini: nell'ultimo anno circa, è stata osservata la formazione di un piccolo oggetto di ghiaccio all'interno degli anelli di Saturno, che potrebbe in realtà essere una nuova luna in fase di nascita! Questo potrebbe aiutarci moltissimo nella comprensione di come sono nate anche altre delle lune di Saturno e non solo.
L'oggetto in causa si trova all'interno dell'Anello A; uno dei più brillanti del pianeta, che ha al suo interno un arco circa 20% più luminoso rispetto ai dintorni, e lungo 1200 km. Ma ecco di cosa potrebbe trattarsi:

Quello che rende quest'oggetto così affascinante è che i processi dietro la sua formazione ed il movimento verso l'esterno degli anelli, potrebbe aiutarci a comprendere meglio anche le lune ghiacciate di Saturno, incluso Titano e la sua spessa atmosfera e laghi di metano liquido ed Encelado, con il suo oceano di acque e geyser. Entrambi potrebbero esseri formati un tempo in simili anelli. Non solo, ma questi processi potrebbero aiutarci anche a comprendere in generale come nascono oggetti per accrescimento, pianeti inclusi.

"Non abbiamo mai visto nulla del genere" ha spiegato Carl Murray, della Queen Mary University of London, autore principale della ricerca. "Potremmo star guardando ad un atto di nascita, mentre quest'oggetto sta lasciando gli anelli e si prepara ad essere una luna a sé stante.



Immagine:
Immagine
51,18 KB

Dione insieme agli anelli di Saturno e le piccole lune Epimeteo e Prometeo. Credit: NASA/JPL/Carolyn Porco

L'oggetto, informalmente chiamato Peggy, è troppo piccolo per essere direttamente visibile nelle immagini. Secondo gli scienziati ha probabilmente un diametro di al massimo 1 km. E' interessante notare come le lune di Saturno siano ordinate per grandezza, con le più piccole vicino al pianeta e le più grandi nelle regioni più esterne. Inoltre, la composizione delle lune, fatte di ghiaccio d'acqua e roccia, è molto simile a quella degli anelli stessi. Per questo gli scienziati stanno proponendo che quello che vediamo è il processo che fu anche alla base della formazione delle altre lune.

"Essere testimoni della possibile nascita di una piccola luna è davvero un evento inaspettato ed eccitante" ha spiegato Linda Spilker, manager della missione presso il JPL, della NASA. Secondo Spilker, l'orbita di Cassini dovrebbe avvicinarsi a questa regione esterna dell'anello A nel tardo 2016 e potremmo riuscire forse anche a fotografare direttamente la luna.

E' possibile che questo processo di formazione di nuove lune negli anelli di Saturno sia finito con la generazione di Peggy, dato che adesso gli anelli sono troppo poveri di materia per formare molte altre une. "La teoria secondo cui una volta gli anelli di Saturno erano molto più massicci ed erano capaci di dar vita a grandi lune, è confermata" spiega Murray "Man mano che le lune si sono formate vicino ai bordi degli anelli, hanno mangiato parte della materia, evolvendosi e crescendo. Quindi quelle che si sono formate per prime, sono quelle più grandi perché hanno avuto più materiale, e sono le più lontane perché hanno avuto molto tempo per migrare".

http://www.jpl.nasa.gov/news/news.php?release=2014-112

http://www.link2universe.net/2014-04-15 ... i-saturno/

..................il sistema solare e' in continua evoluzione.......................[;)]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/05/2014, 18:04 
Immagine:
Immagine
94,12 KB

Sequenza di fotografie di Saturno mostrano l'aurora boreale muoversi al polo nord di Saturno. Credit: NASA/ESA/Hubble

Siamo abituati alle aurore sul nostro pianeta, ma noi non siamo di certo un'eccezione nel Sistema Solare! Con i loro campi magnetici enormi, i giganti gassosi riescono a creare aurore davvero enormi ed incredibili. Per riuscire a studiarle più in dettaglio, ed imparare qualcosa in più su Saturno, la sua atmosfera e la sua magnetosfera, gli scienziati l'hanno osservato con la camera ad ultravioletti di Hubble. Questo nuovo studio ha permesso di svelare dinamiche mai osservate prima circa la nascita e la formazione di queste aurore. Cosa esattamente porta sempre a cambiare così tanto gli schemi di dove si formano e si creano le aurore su Saturno è ancora un grande mistero, ma queste immagini ci aiuteranno a fare grandi passi avanti.

Gli scienziati dell'Università di Leicester, che hanno usato Hubble per questo studio, spiegano che queste osservazioni sono una prova per la loro teoria circa la formazione di questo tipo di aurore dopo il collasso drammatico della "coda magnetica" del pianeta. Proprio come le comete, anche i pianeti come Saturno e la Terra, hanno una coda. Si tratta di una coda fatta di gas carico elettricamente, nato dall'interazione con il vento solare, e che segue da dietro il pianeta. Normalmente la coda è stabile, ma nel caso di tempeste solari particolarmente forti, gli scienziati ipotizzano che la coda di Saturno collassi e questo porti a disturbi magnetici e la formazione di aurore boreali.

Data la composizione chimica dell'atmosfera di Saturno, le sue aurore brillano nell'ultravioletto. Alcuni dei lampi visti sono così veloci che viaggiano 3 volte più velocemente dei tempi di rotazione dell'atmosfera stessa di Saturno. "Queste immagini sono spettacolari e dinamiche, perché le aurore si stanno muovendo molto velocemente" aggiunge Jonathan Nichols, che ha guidato il team di Hubble. "Possiamo vedere che la coda magnetica sta subendo un enorme collasso e riconfigurazione."
Le ricerche sono state pubblicate sulla rivista scientifica "Geophysical Research Letters".

http://www2.le.ac.uk/news/blog/2014-arc ... ora-theory

http://www.esa.int/spaceinimages/Images ... _on_Saturn

http://www.spacetelescope.org/images/potw1420a/

da link2universe


Ultima modifica di ubatuba il 21/05/2014, 18:04, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/06/2014, 14:38 
[img][IMG]http://i.imgur.com/Nv31dqf.png[/img][/img]

Anche se da molte foto non sembra, gli anelli di Saturno sono tanto tanto tanto sottili e trasparenti quasi. Ecco una vista di Saturno visto dal basso, attraverso gli anelli, ottenuta dalla sonda Cassini!

https://it-it.facebook.com/photo.php?fb ... =1&theater


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/06/2014, 21:03 
Immagine:
Immagine
59,34 KB

Montaggio di una delle migliori osservazioni che abbiamo delle aurore polari su Saturno! Furono osservate nel 2004 da Cassini in onde radio e da Hubble in luce ottica e ultravioletta. A differenza della Terra, le aurore su Saturno possono durare per moltissimi giorni.
Credit: J. Clarke (Boston U.) & Z. Levay (STScI), ESA, NASA.

https://it-it.facebook.com/photo.php?fb ... =1&theater


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 24/09/2014, 12:23 
Immagine:
Immagine
43,48 KB

Strepitoso scatto della piccola luna Mimas, vicino al gigante Saturno! Le linee che vedete sono ombre degli anelli, mentre il colore blu è dovuto all'assenza di nuvole o tempeste particolari. Questo fa si che la luce rimbalzi maggiormente nell'atmosfera, e vediamo le lunghezze d'onda più corte rilasciate, cioè quelle nel blu. E' un po' lo stesso processo di scattering che fa si che i cieli siano blu sulla Terra.
[Adrian]

https://www.facebook.com/Link2Universe/ ... =1&theater


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 15/10/2014, 12:08 
Immagine:
Immagine
11,92 KB

Link2Universe

Una vista mozzafiato della luna Teti dietro gli anelli di Saturno! La luna, composta in buona parte di ghiaccio d'acqua, con un nucleo più roccioso, ha un diametro di 1062 km, ed è vista qui da 1.8 milioni di km di distanza. L'anello più esterno e sottile è l'Anello A, mentre quello subito dopo è l'anello F. La zona tra di loro prende il nome di Divisione di Keeler.
[Adrian]

https://www.facebook.com/Link2Universe/ ... =1&theater


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/01/2015, 13:06 
Immagine:
Immagine
13,07 KB

Link2Universe

Nuova meravigliosa immagine della piccola luna Giano, di Saturno, appena sopra l'anello F, scattata pochi giorni fa dalla sonda Cassini, della NASA.

https://www.facebook.com/Link2Universe/ ... =1&theater


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 35 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 17/09/2019, 10:58
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org