Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 45 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Difensore della logicaDifensore della logica

Non connesso


Messaggi: 4526
Iscritto il: 05/12/2008, 22:51
Località: Padova
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/12/2011, 12:13 
Cita:
Raziel ha scritto:

un oceano d'acqua? E cosa potrebbe mantenere la temperatura sopra lo zero a quella distanza dal sole?


Sì, è abbastanza inverosimile, anche perché la situazione di Plutone è molto diversa da quella delle lune gioviane e saturniane, dove gli oceani d'acqua là sono generati dalle perturbazioni gravitazionali dei pianeti giganti attorno a cui orbitano.
Plutone invece non è una luna, è un pianetino, non c'è nessun pianeta gigante che sia in grado di mantenere caldo il suo nucleo, il quale è sicuramente piuttosto freddo.


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Difensore della logicaDifensore della logica

Non connesso


Messaggi: 4526
Iscritto il: 05/12/2008, 22:51
Località: Padova
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/12/2011, 12:39 
Cita:
ubatuba ha scritto:

certamente non conosciamo praticamente nulla siamo alla prima elementare,cmq il fatto che sia l'illuminzione od il calore solare possa produrre tanto sconquasso a me sembra molto strana,probabilmento erro,
se pensiamo la lontananza dal sole sia la luce che il calore giungeranno su plutone in quantita' minimali,quindi come gia' detto penso a qualcosa di endogeno
http://www.astronomia.com/2010/02/06/le ... allhubble/


Quale "sconquasso!?" Si tratta semplicemente di un cambiamento di colore. Io non sono un fisico né un chimico, ma credo che basta un cambiamento di pochi gradi per modificare l'aspetto dei ghiacci (che non saranno solo ghiaccio d'acqua, ma probabilmente anche di altri gas, come per esempio l'ammoniaca) o modificare la composizione dell'atmosfera. Succede anche sulla Terra e su Marte, può succedere anche su Plutone, anche se l'ambiente è completamente diverso.


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1210
Iscritto il: 09/07/2009, 12:31
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/12/2011, 13:09 
Se di acqua liquida si tratta, magari Plutone ha una sorgente interna ancora calda, oppure (magari in aggiunta) la vicina luna Caronte potrebbe in qualche modo aiutare lo scioglimento dei ghiacci (?).

Se Plutone avesse un nucleo attivo sarebbe una notizia davvero unica, non si conoscono corpi così piccoli e caldi, si aprirebbe la possibilità che anche altri oggetti (come Eris) potrebbero essere simili.



_________________
Immagine

Immagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/12/2011, 13:17 
l'eventualita'di un oceano d'acqua e'una semplice simulazione compiuta dalla california university,e' una possibilita nulla piu',ma certo nessuno sospettava ke encelado potesse avere geyser in attivita',in base alle ns conoscenze,quindi non ci sarebbe nulla di cui meravigliarsi.[;)]


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1628
Iscritto il: 26/11/2011, 18:31
Località: Ancona
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/12/2011, 17:17 
no certo, personalmente lo ritengo improbabile, ma meno improbabile sicuramente di fantomatiche strutture aliene... Forse ne sapremo di più quando arriverà New Horizon



_________________
Mi spinsi nel futuro quanto mai occhio umano, le meraviglie vidi di quel mondo lontano

Alfred Tennyson - Locksley Hall


«All’Italia è mancata una riforma protestante e una sana borghesia calvinista»
Mario Monti
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3145
Iscritto il: 25/03/2010, 16:20
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/12/2011, 18:03 
qui sono daccordo con Enkidu...e lasciategli cambiare quel benedetto colore...leggendo i post di qualcuno che i dâ del visionario su altri thread mi scompiscio.

Adsso,aspettiamo che Giove sviluppi una macchietta verde che si allarghi,che Io erutti a palla, che arrivino le prossime comete,che il più grande fisico vivente ce ne dica un'altra sull'evaporazione di buchi neri,che la Nasa scopra oggetti o macchie grandi come un pianeta attorno a un pianeta e cosî via.

Cosî abbiamo da discutere fino al 3000 passando indenni attraverso l'attuale nube galattica e 345 fini del mondo.

[^]

Enkidu,in questo caso ti offrirei una birra



_________________
IL MIO SITO SPACEART:
http://thesky.freeforumzone.leonardo.it ... 1&f=183131

Inoltre,un ottimo sito per scrivere quello che volete!

http://www.scrivendo.it

eheheh....la verità prima o poi viene a galla no?!
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49021
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/12/2011, 18:38 
Certo che dei cambiamenti a quella distanza dal Sole ....
E' come se fosse un Pianeta ancora "vivo" ... (A pensare che volevano anche declassarlo ...) Tanto più, allora, come fa un corpo così piccolo a crearsi mutamenti in superfice? [^]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
viewtopic.php?p=363955#p363955 U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo)
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1628
Iscritto il: 26/11/2011, 18:31
Località: Ancona
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/12/2011, 20:30 
E' stato un grande errore declassare Plutone, che invece è un pianeta vero e proprio e molto interessante.



_________________
Mi spinsi nel futuro quanto mai occhio umano, le meraviglie vidi di quel mondo lontano

Alfred Tennyson - Locksley Hall


«All’Italia è mancata una riforma protestante e una sana borghesia calvinista»
Mario Monti
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1210
Iscritto il: 09/07/2009, 12:31
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/12/2011, 20:52 
Perchè non volevano far entrare anche Eris tra i pianeti, ed essendo tutti piccolissimi hanno deciso di creare la nuova classe di pianeti. Però di fatto nessuno sa come classificare Sedna, ha tutte le caratteristiche: è grande, è sferico, ma ha un'orbita troppo "cometaria".



_________________
Immagine

Immagine
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1628
Iscritto il: 26/11/2011, 18:31
Località: Ancona
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/12/2011, 21:32 
Capisco che si debba agire per schemi razionali, ma Plutone rappresenta ormai nell'immaginario tradizionale il nono ed ultimo pianeta, gli altri sono solo corpi della fascia di Kupier, possono essere anceh giganteschi, ma sempre di comete si tratta anche se grandi centinaia di chilomentri...



_________________
Mi spinsi nel futuro quanto mai occhio umano, le meraviglie vidi di quel mondo lontano

Alfred Tennyson - Locksley Hall


«All’Italia è mancata una riforma protestante e una sana borghesia calvinista»
Mario Monti
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1210
Iscritto il: 09/07/2009, 12:31
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/12/2011, 13:37 
Eppure io sono d'accordo con il declassamento, non era facile decidere, oltre Plutone ci sono diversi oggetti delle stesse sue dimensioni... il problema in effetti sta solo nelle dimensioni e nella strana forma di altri.

Però c'è da dire che la nuova classe non è ancora precisa malgrado le nuove regole, ammettere Eris tra i pianeti non credo sarebbe stato così drammatico. Di fatto però oggi le cose stanno così, del resto dai tempi di Galileo il sistema solare è cambiato un bel po'.

Riguardo al cambiamento di colore, è vera la critica di Enkidu, ma presumo che se gente competente nel settore aprono la possibilità (discutibile anche da loro stessi) che possa esserci acqua, perchè no... penso anche io che non ci troveranno niente del genere, o forse fa tutto parte dello show per sostenere i fondi della missione in corso.



_________________
Immagine

Immagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/12/2011, 20:35 
Cita:
byrus ha scritto:

Eppure io sono d'accordo con il declassamento, non era facile decidere, oltre Plutone ci sono diversi oggetti delle stesse sue dimensioni... il problema in effetti sta solo nelle dimensioni e nella strana forma di altri.

Però c'è da dire che la nuova classe non è ancora precisa malgrado le nuove regole, ammettere Eris tra i pianeti non credo sarebbe stato così drammatico. Di fatto però oggi le cose stanno così, del resto dai tempi di Galileo il sistema solare è cambiato un bel po'.

Riguardo al cambiamento di colore, è vera la critica di Enkidu, ma presumo che se gente competente nel settore aprono la possibilità (discutibile anche da loro stessi) che possa esserci acqua, perchè no... penso anche io che non ci troveranno niente del genere, o forse fa tutto parte dello show per sostenere i fondi della missione in corso.


a tuttora quello ke noi conosciamo di plutone sono semplici ipotesi dovute ad osservazioni,la horizon dovrebbe renderci le prime certezze,tutto e' possibile,in quanto nessun scienziato aveva mai paventato ke su encelado potessero esserci geyser,x le sue ridotte dimensioni,se poi si consdera ke a tutto il 1995 circa tutto il sistema solare era considerato goelogicamente morto.....[;)]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/12/2011, 13:24 
Immagine:
Immagine
22,42 KB

Mai così interessante come da quando gli hanno requisito il distintivo di pianeta. Stiamo parlando di Plutone: declassato a “nano” nel 2006, in attesa della visita – in programma per il 2015 – della sonda NASA New Horizons l'ex nono protagonista del Sistema solare sta sfornando una novità dietro l'altra. Ultima in ordine di tempo, scoperta grazie alla rinnovata strumentazione del telescopio spaziale Hubble, è la probabile presenza di molecole organiche complesse sulla sua superficie: per la precisione, idrocarburi e composti a base d'azoto, i nitrili. A svelarle, un eccesso anomalo nell'assorbimento della luce ultravioletta, registrato da Hubble grazie allo spettrografo Cosmic Origins.

Da tempo gli astronomi erano a conoscenza che, sulla superficie di Plutone, sono presenti ghiacci di metano, monossido di carbonio e azoto. I composti chimici appena individuati potrebbero essere stati prodotti, ipotizzano i ricercatori, dall'interazione fra questi ghiacci e la luce solare, o i raggi cosmici.
A emozionare gli autori della scoperta, guidati da Alan Stern, del Southwest Research Institute di Boulder (Colorado), la possibilità che queste molecole siano almeno in parte responsabili del comportamento camaleontico di Plutone. Le osservazioni mostrano infatti che il pianeta nano sta cambiano colore: negli ultimi decenni tende sempre più al rosso.

Fonte: MEDIA INAF


l'avranno pure declassato,ma sempre piu' interessante,prob tutto cio' potrebbe spiegare appunto,almeno in parte,il suo cambiamento [;)]


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1628
Iscritto il: 26/11/2011, 18:31
Località: Ancona
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/12/2011, 17:29 
interi ghiaggiai di metano, chissà che colore hanno formazioni macroscopi di chilometri di spessore...



_________________
Mi spinsi nel futuro quanto mai occhio umano, le meraviglie vidi di quel mondo lontano

Alfred Tennyson - Locksley Hall


«All’Italia è mancata una riforma protestante e una sana borghesia calvinista»
Mario Monti
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/12/2011, 20:12 
Il nuovo ed altamente sensibile spettrografo "Cosmic Origins" a bordo del telescopio spaziale Hubble ha scoperto un forte assorbitore d'onda ultravioletta sulla superficie di Plutone, che fornisce nuove prove che sottolineno la possibilità di idrocarburi complessi e/o molecole di nitrile che giacciono sulla superficie, secondo un articolo recentemente pubblicato nella Gazzetta astronomica da parte di ricercatori del Southwest Research Institute e Nebraska Wesleyan University.

Le specie chimiche quali possono essere prodotte dall'interazione della luce solare o dei raggi cosmici con i ghiacciai di Plutone noti in superficie sono il metano, il monossido di carbonio e l'azoto.
Il progetto, guidato dal SwRI Dr. Alan Stern, includono anche i ricercatori SwRI, Dr. John Spencer e Adam Shinn, e i ricercatori della Nebraska Wesleyan University Dr. Nathaniel Cunningham e lo studente Mitch Hain.

"Questa è una scoperta emozionante perchè gli idrocarburi e altre molecole che potrebbero essere responsabili delle caratteristiche ultravioletta dello spettro che abbiamo trovato con Hubble, e che tra l'altro, giustificherebbero il suo colore vermiglio", ha detto Stern.

Il team ha anche scoperto prove di cambiamenti nello spettro ultravioletto di Plutone rispetto alla misurazione dell'Hubble effettuate dal 1990. Le variazioni possono essere correlate a differenti tipi di terreno visto oggi rispetto al 1990, o di altri effetti, come variazioni nella superficie relative a un forte aumento della pressione dell'atmosfera di Plutone durante quel periodo di tempo stesso.

"La scoperta che abbiamo fatto con Hubble ci ricorda che anche le scoperte più emozionanti sulla composizione di Plutone e sull'evoluzione della superficie sono suscettibili di essere in riscontrate quando la sonda New Horizons della NASA arriverà su Plutone nel 2015," ha aggiunto Stern.

Questa ricerca è stata sostenuta da una sovvenzione da parte del Space Telescope Science Institute.


Fonte:
http://www.sciencedaily.com/releases/20 ... 133803.htm

da nemesis projectresearch


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 45 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 22/09/2019, 01:46
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org