Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 578 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 ... 39  Prossimo
Autore Messaggio

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1387
Iscritto il: 14/11/2009, 12:59
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/01/2013, 19:15 
Cita:
MaxpoweR ha scritto:


Mi piacerebbe conoscere questi DETTAGLI di queste teorie visto che la scienza ufficiale mi permette di capire perchè le chiavi cadono per terra, o perchè tutti gli uomini percepiscono allo stesso modo l'ambiente circostante





Se vuoi conoscere questi dettagli non devi fare altro che studiarteli, ti ci vorranno un po' di anni ma soddisferai la tua curiosità. Ti ci vorrà molto tempo per reperire tutto il materiale, che non si trova facilmente come invece si trova il matariale "ordinario". Ti offriranno anche le risposte a dei perché che la scienza ordinaria non soddisfa.

Per il resto, come ho già detto in un'altra discussione, trattandosi di teorie sviluppate da una minoranza di persone se non da singoli individui, non ha senso pretendere che possano spiegare tutto con il livello di dettaglio ottenuto dal paradigma dominante, per il quale lavorano e hanno lavorato migliaia e migliaia di ricercatori; per ottenere lo stesso livello occorrerebbe che altrettanti ricercatori lavorassero per altrettanto tempo sui paradigmi eteristici, solo allora un vero confronto si potrebbe fare.

Inoltre non capisco il tuo modo di porti; i miei interventi erano volti a puntualizzare le differenze tra modelli eteristici e modello "ordinario" (materia oscura etc), non erano volti a soddisfare una tua curiosità (per quello c'è solo lo studio) e nemmeno a propagandare i modelli eteristici come maggiormente soddisfacenti rispetto a quello ordinario.



_________________
si sedes non is
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18541
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/01/2013, 19:20 
A me interessa sapere se queste teorie sono solo "mentali" o hanno alla base dei calcoli precisi o meglio se sono solo teorie filosofiche astratte (onestamente non mi ci metto proprio dietro OPINIONI fine a se stesse, fossero anche de più grande filosofo del mondo, mi tengo le mie) o scendono nei dettagli spiegando i principi naturali che sono alla base di quanto descrivono. CON LA MATEMATICA in altre parole :)
Insomma scrivi che ci sono dei vortici che generano tutto, mi sembra il minimo chiedere delucidazioni, se poi non vuoi rispondere non farlo, nessuno ti obbliga mi pare.


zakmck, mi interessa poco quale sia il significato specifico delle parole TEORIA+SCIENTIFICA, lo conosco benissimo, il senso di quello che ho scritto è chiaro così come chiaro è il senso delle tue parole che io non condivido per niente e reputo del tutto sbagliate o quanto meno non condivisibili da parte mia, il mondo è bello perché vario

Cita:
Nella scienza, una teoria è un insieme interconnesso di ipotesi, enunciati e proposizioni con lo scopo in genere di spiegare fenomeni naturali o più in generale di formulare sistematicamente i principi di una disciplina scientifica.


Quindi non spiega i perché? A me sembra che faccia SOLO questo :)

A me pare che una teoria mi spieghi perchè la terra gira intorno al sole un'altra mi spiega perchè un organismo si evolve in un altro e via dicendo...


Ultima modifica di MaxpoweR il 12/01/2013, 19:26, modificato 1 volta in totale.


_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/01/2013, 19:40 
Cita:
MaxpoweR ha scritto:

A me interessa sapere se queste teorie sono solo "mentali" o hanno alla base dei calcoli precisi o meglio se sono solo teorie filosofiche astratte (onestamente non mi ci metto proprio dietro OPINIONI fine a se stesse, fossero anche de più grande filosofo del mondo, mi tengo le mie) o scendono nei dettagli spiegando i principi naturali che sono alla base di quanto descrivono. CON LA MATEMATICA in altre parole :)
Insomma scrivi che ci sono dei vortici che generano tutto, mi sembra il minimo chiedere delucidazioni, se poi non vuoi rispondere non farlo, nessuno ti obbliga mi pare.


Mi associo a quanto detto da quisquis. La materia e' molto articolata e quindi necessita di approfondimenti. Non saranno certo un paio di post sul forum a poterti illustrare tutto quanto. Comunque io lo spunto per iniziare ad approfondire te l'ho dato. [;)]

Cita:
zakmck, mi interessa poco quale sia il significato specifico delle parole TEORIA+SCIENTIFICA, lo conosco benissimo, il senso di quello che ho scritto è chiaro così come chiaro è il senso delle tue parole che io non condivido per niente e reputo del tutto sbagliate o quanto meno non condivisibili da parte mia, il mondo è bello perché vario

Cita:
Nella scienza, una teoria è un insieme interconnesso di ipotesi, enunciati e proposizioni con lo scopo in genere di spiegare fenomeni naturali o più in generale di formulare sistematicamente i principi di una disciplina scientifica.


Quindi non spiega i perché? A me sembra che faccia SOLO questo :)

A me pare che una teoria mi spieghi perchè la terra gira intorno al sole un'altra mi spiega perchè un organismo si evolve in un altro e via dicendo...


A me pare invece che la teoria descrive come la terra gira intorno al sole, dice dove la terra era ieri e predice dove si trovera' domani, ma non spiega il perche'.

"Teoria" e' una parola che assume numerosi significati. Ma se cominciamo a tirare in ballo la matematica allora la cosa e' inequivocabile. Citando la tua stessa fonte:

Cita:
In fisica, il termine teoria indica tipicamente un complesso di equazioni matematiche derivate da un piccolo insieme di principi basilari, capace di predire il risultato degli esperimenti in una certa categoria di sistemi fisici.



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18541
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/01/2013, 19:53 
GLi spunti che ho letto però mi fanno pensare che si tratti di teorie puramente filosofiche senza possibilità di riscontri concreti ed oggettivi, dimostrabili e riproducibili, come ad esempio si possono avere descrivendo la realtà con la matematica o meglio non la realtà ma le parti di realtà che siamo in grado di descrivere ^_^

Per questo volevo sapere di che stiamo parlando perché se si tratta solo di disquisizioni filosofiche il mio interesse è pari allo zero se invece di fosse qualcosa di concreto ed oggettivo sarebbe un altro paio di maniche ^_^



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/01/2013, 20:58 
Cita:
MaxpoweR ha scritto:
Per questo volevo sapere di che stiamo parlando perché se si tratta solo di disquisizioni filosofiche il mio interesse è pari allo zero se invece di fosse qualcosa di concreto ed oggettivo sarebbe un altro paio di maniche ^_^


Concreto ed oggettivo? Forse stiamo parlando di cose diverse. [8]

Tanto per capire, ad esempio, tu ritieni che il modello atomico di Bohr sia concreto ed oggettivo?



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18541
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/01/2013, 21:30 
Fornisce risultati coerenti con ciò che "si osserva e fornisce gli strumenti per verificarlo a chiunque. Se tu mi dici che l'universo è formato da etere vorticante io come posso verificare che ciò che dici è reale e descrive fenomeni fisici macroscopici e nono solo frutto di una idea personale?

Ci sono formule? Principi da applicare o sono solo parole?


Ultima modifica di MaxpoweR il 12/01/2013, 21:31, modificato 1 volta in totale.


_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/01/2013, 22:30 
Cita:
MaxpoweR ha scritto:

Fornisce risultati coerenti con ciò che "si osserva e fornisce gli strumenti per verificarlo a chiunque. Se tu mi dici che l'universo è formato da etere vorticante io come posso verificare che ciò che dici è reale e descrive fenomeni fisici macroscopici e nono solo frutto di una idea personale?

Ci sono formule? Principi da applicare o sono solo parole?


Certo che ci sono. Stiamo parlando di una teoria che cerca di descrivere la realta', al pari delle altre, ma utilizzando modelli differenti da quelli maggiormente noti.

Ora, dato che a quanto pare si tratta di un tipo di modello che ignori completamente, converrai sul fatto che ti sara' necessario un certo studio per poterlo affrontare.

Bene, io approccerei questa nuova visione partendo da una teoria che guarda all'universo usando solo le onde.

Parti da qui:

http://wsminfo.org/articles/GREIT6Oct06.htm

Poi, se ti sembrera' sufficientemente concreto potrai proseguire.



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18541
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/01/2013, 00:51 
Ok :) a m basta che non siano esclusovamente pensieri ma ci siano basi concrete a sostegno :)



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/02/2013, 20:29 
Come spiegare le oggettive analogie culturali e architettoniche di due culture così lontane tra di loro come quella egizia e quella pre-incaica se non attraverso l'ipotesi di una origine o di un retaggio comune?

http://www.neovitruvian.it/2012/11/02/i ... -gli-inca/

L'articolo propone nuovi tasselli alla ricerca della "Eredità degli Antichi Dei", una eredità di conoscenze, di tecnologie, di cultura che possiamo ritrovare nello studio della storia segreta dei popoli antichi e della civiltà madre (Atlantide?) da cui ebbero origine.

Una storia che aspetta solo di essere riscoperta.



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1387
Iscritto il: 14/11/2009, 12:59
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/02/2013, 21:28 
Cita:
MaxpoweR ha scritto:

A me interessa sapere se queste teorie sono solo "mentali" o hanno alla base dei calcoli precisi o meglio se sono solo teorie filosofiche astratte (onestamente non mi ci metto proprio dietro OPINIONI fine a se stesse, fossero anche de più grande filosofo del mondo, mi tengo le mie) o scendono nei dettagli spiegando i principi naturali che sono alla base di quanto descrivono. CON LA MATEMATICA in altre parole :)
Insomma scrivi che ci sono dei vortici che generano tutto, mi sembra il minimo chiedere delucidazioni, se poi non vuoi rispondere non farlo, nessuno ti obbliga mi pare.


zakmck, mi interessa poco quale sia il significato specifico delle parole TEORIA+SCIENTIFICA, lo conosco benissimo, il senso di quello che ho scritto è chiaro così come chiaro è il senso delle tue parole che io non condivido per niente e reputo del tutto sbagliate o quanto meno non condivisibili da parte mia, il mondo è bello perché vario

Cita:
Nella scienza, una teoria è un insieme interconnesso di ipotesi, enunciati e proposizioni con lo scopo in genere di spiegare fenomeni naturali o più in generale di formulare sistematicamente i principi di una disciplina scientifica.


Quindi non spiega i perché? A me sembra che faccia SOLO questo :)

A me pare che una teoria mi spieghi perchè la terra gira intorno al sole un'altra mi spiega perchè un organismo si evolve in un altro e via dicendo...


Scusa, ma ho come l'impressione che tu scriva senza aver letto quello che ho scritto qui ed altrove in merito a questo, eppure mi sembra di essere stato abbastanza chiaro. La Teoria delle Apparenze di Todeschini è totalmente matematizzata, tanto per fare un esempio ricava le leggi della dinamica partendo da un modello eteristico; in più propone decine e decine di esperimenti, solo in parte svolti in quanto Todeschini era un uomo solo, non mille uomini. Ma comunque propone esperimenti da fare onde verificare o meno la correttezza della sua teoria (nella quale credeva ma, essendo un uomo di scienza, non ciecamente, ovviamente, quindi propone esperimenti per verificarla e per eventualmente falsificarla). Quindi ripeto, se ti interessa non devi fare altro che studiarti queste teorie, solo il primo volume della Teoria della Apparenze sono più di 600 pagine molto matematizzate, hai di che sbizzarrirti per anni, credimi. Il concetto di vortice ne è alla base ma non è assolutamente l'unico concetto.
Del resto il concetto di vortice si ritrova anche nell'elettromagnetismo pre-relativistico, che fu infatti sviluppato avendo in mente un modello eteristico, anche se diverso da quello Todeschiniano; non a caso nelle equazioni di Maxwell di parla ancora di Rotore, anche se il termine ha perso il significato originario legato alla fluidodinamica e si è generalizzato, ma l'origine è quella.
Nella discussione dedicata a Reich ho poi indicato qualche altro libro, tra cui uno molto recente, in cui si analizzano esperimenti legati alla tradizione Reichiana (che si richiama anch'essa ad un etere che chiama orgone) e si parla di metodi e tecniche di misura molto concrete e fattibili.
A mio parere Todeschini resta comunque l'approccio must per chi si avvicina per la prima volta a questo vasto mondo.
E Todeschini non è l'unico che abbia sviluppato una teoria matematizzata in merito, in un'altra discussione ho fornito ulteriori nomi ed indicazioni e mi sono limitato.
Quindi ti ho risposto eccome, già prima di questo post di fatto ti avevo risposto.


Ultima modifica di quisquis il 13/02/2013, 21:48, modificato 1 volta in totale.


_________________
si sedes non is
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18541
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/02/2013, 04:48 
Cita:
Atlanticus81 ha scritto:

Come spiegare le oggettive analogie culturali e architettoniche di due culture così lontane tra di loro come quella egizia e quella pre-incaica se non attraverso l'ipotesi di una origine o di un retaggio comune?

http://www.neovitruvian.it/2012/11/02/i ... -gli-inca/

L'articolo propone nuovi tasselli alla ricerca della "Eredità degli Antichi Dei", una eredità di conoscenze, di tecnologie, di cultura che possiamo ritrovare nello studio della storia segreta dei popoli antichi e della civiltà madre (Atlantide?) da cui ebbero origine.

Una storia che aspetta solo di essere riscoperta.


Io una cosa sola non capisco, queste "convergenze", "coincidenze", "sovrapposizioni", chiamiamole come vogliamo, sono talmente ovvie e palesi che chi di dovere non le vede (mi pare assurdo) o c'è un motivo SCIENTIFICO\ARCHEOLOGICO che fa ignorare queste cose e fa protendere per l'idea che tali culture sono nate e morte isolate in loro stesse? Questa è una cosa che mi manda fuori di testa; quale ipotesi teorica può contrastare in maniera così netta con l'ovvietà che abbiamo davanti agli occhi? Non meriterebbero maggiore interesse e approfondimento certe CASUALITA'?

C'è qualche archeologo o qualche sociologo o storico che può spiegarmi questa cosa? Magari sono ignorante io in materia, sicuramente, ma qual'è la ragione per la quale tali culture (ma vale lo stesso discorso un pò ovunque a quanto vedo, in questo campo) non possono essersi incontrate e queste coincidenze sono frutto del caso?



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/03/2013, 11:26 
Ho ritrovato questo articolo negli archivi di UfoPlanet e ho pensato di riproporlo in questo thread perchè mi sembrava calzasse a pennello con il concetto di "Eredità degli Antichi Dei" [:I]

India: Antichi manoscritti svelano leghe metalliche sconosciute

Immagine

Prima che la scrittura stampata si divulgasse nel mondo, ogni cultura aveva il suo modo di conservare la conoscenza passandola da una generazione all’altra. In India, il sistema più comune era quello di scrivere sulle foglie di palma.

Questo metodo era utilizzato per comunicare diversi argomenti pertinenti a tutti i differenti rami della conoscenza.

In anni recenti, una qualificata minoranza di ricercatori indù si è dedicata a cercare, raccogliere e tradurre antichi testi. Uno di questi ricercatori, lo scrittore e studioso di sanscrito Subramanyam Iyer, ha passato molti anni della sua vita decifrando le antiche collezioni di foglie di palma trovate in un villaggio della sua zona natale di Karnataka nel sud dell’India. Alcuni anni fa, scoprì alcuni antichi testi che descrivevano differenti leghe (con proprietà sconosciute alla scienza moderna) e le loro applicazioni per la costruzione delle fusoliere del velivolo Vedico vimana.

Pensando alla possibilità di applicare queste formule nella moderna industria aeronautica, S. Iyer ha scritto al C.S.R. Prabhu, il Direttore Tecnico del Centro Informatico Nazionale, il dipartimento del governo indiano che si dedica alla traduzione di antichi testi e alla ricerca per le applicazioni delle tecnologie riportate su di essi. Nella sua risposta del maggio 1991, Prabhu informò Iyer che aveva iniziato uno studio dei differenti Shastras (testi scientifici Vedici) registrati su foglie di palma e che era già riuscito a preparare alcuni dei materiali descritti. Essi erano leghe metalliche con proprietà molto promettenti applicabili alla moderna scienza e tecnologia.

Così, già nel 1991, esemplari di queste leghe venivano sperimentati ed esibiti, e furono resi disponibili a chiunque fosse interessato ad esse. Secondo i risultati iniziali, sembrava che molti dei materiali fossero sconosciuti ma, avendo proprietà uniche, potevano avere applicazioni in aeronautica, nella tecnologia aerospaziale e nella difesa.

Nel settembre 1992 un giornale nazionale indiano pubblicò un articolo che confermava che gli antichi testi in sanscrito, scoperti un anno prima in un villaggio in Karnataka, una volta tradotti dimostrarono di essere un compendio completo di formule per fabbricare super-leghe con proprietà sconosciute nei tempi moderni.

L’articolo citava C.S.R. Prabhu del Centro Informatico Nazionale che affermava di aver preparato cinque differenti leghe descritte nei testi e stava lavorando su altre. Ogni lega aveva caratteristiche uniche, con precise applicazioni nella moderna metallurgia. Secondo Prabhu, era necessaria ben più che una semplice traduzione per comprendere i testi: dovevano essere decifrati.

Parte del linguaggio usava un sanscrito pre-classico, ma dato che molte delle parole venivano trovate in testi Ayurvedici, fu possibile completare l’interpretazione. Prabhu assicurò che, fino ad allora, testi di quel tipo non erano stati ritrovati in nessuna parte dell’India, e infatti le informazioni che contenevano provenivano da una ricca tradizione orale, probabilmente esistita migliaia di anni prima di venir iscritta su foglie di palma.

Leghe Impossibili

L’articolo continuava dicendo che ad un recente congresso in India, C.S.R. Prabhu fornì una relazione su queste leghe, sostenendo che i campioni preparati secondo le formule ritrovate avevano le stesse proprietà di quelle descritte, e che erano state collaudate non soltanto in India ma anche all’estero. Per esempio, l’Università di San Josè (California) stava conducendo prove con svariati prodotti.
Tra questi materiali, la tamogarbha loha, una lega al piombo, assorbì fino all’85 per cento della luce generata da un laser a rubino. La pancha loha, una lega di rame con piombo e zinco, mostrò una grande malleabilità ed un’ enorme resistenza alla corrosione all’acqua salata – una proprietà non osservata fino ad ora con alcuna lega contenente rame, ma che avrebbe un ovvio utilizzo nella costruzione delle chiglie delle navi.

L’araara tamra, un’ altra lega anticorrosiva, era fragile e molto leggera. Si è trovato che la chapala grahaka fosse un materiale ceramico di alta qualità che, con piccole modifiche, produceva un vetro molto soffice e resistente agli acidi e ai basici. Sinora, secondo l’articolo, sono state decifrate le modalità per fabbricare altri 14 prodotti, due dei quali sembravano essere molto promettenti: bhandhira loha, una lega a prova di suono, e vidyut darpana, un vetro capace di neutralizzare l’illuminazione.

C.S.R. Prabhu ha menzionato che i testi descrivono anche le sezioni di miniere in luoghi differenti e i tipi di minerali che possono essere trovati a differenti livelli, così come i metodi di estrazione e di purificazione. Apparentemente, alcuni dei testi sono stati scritti da Maharshi Bharadwaja, e indicano che la conoscenza dell’alta tecnologia era realmente in possesso degli antichi saggi indiani, ma si perdette nei tempi.
quando ricevetti una copia di questo articolo del 1992, scrissi immediatamente a C.S.R. Prabhu, chiedendogli di confermarmene il contenuto.
La sua risposta fu decisa, e mi informò che attualmente stava cercando di preparare un vetro capace di assorbire il calore solare, e una lega utilizzata nelle fusoliere del velivolo vimana per assorbire 1#8242;eccesso di calore prodotto dall’attrito dell’aria alle alte velocità.
Secondo Prabhu, lui e altri suoi colleghi ricercatori intendono costituire un istituto di ricerca per produrre le differenti leghe menzionate nel Vymanika Sastra.

Essi pensano anche di decifrare i manoscritti relativi ad un altro Shastra, l’Amsu Bodhini il quale, secondo un testo anonimo del 1931, contiene informazioni sui pianeti; sui differenti tipi di luce, calore, colore e campi elettromagnetici; sui metodi utilizzati per costruire macchine capaci di attirare i raggi solari e di separare e analizzare le loro componenti energetiche; sulla possibilità di conversare con persone in località remote ed inviare messaggi via cavo; e sulla costruzione di macchine in grado di trasportare la gente su altri pianeti. Tutto ciò sembra confermare che la scoperta delle moderne tecnologie era già stata raggiunta.
In qualche modo, in qualche posto, queste conoscenze sono state registrate. Dipende da noi il ritrovarle – invece di sostenere che nessun’altra civilizzazione aveva mai raggiunto il nostro livello di superiorità.

(Questo articolo è stato pubblicato in Mas Alla de la Ciencia [Monografia no. 17, giugno 1996], il giornale spagnolo dedicato alle antiche tecnologie)

http://ufoplanet.ufoforum.it/headlines/ ... LO_ID=9215


Ultima modifica di Atlanticus81 il 12/03/2013, 11:28, modificato 1 volta in totale.


_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18541
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 15/03/2013, 17:53 
Cita:
In qualche modo, in qualche posto, queste conoscenze sono state registrate. Dipende da noi il ritrovarle – invece di sostenere che nessun’altra civilizzazione aveva mai raggiunto il nostro livello di superiorità.


Quanta conoscenza è andata persa nei saccheggi delle città e delle biblioteche in cui tutto veniva dato alle fiamme. O penso ai roghi spagnoli nel nuovo mondo, o di quelli mussulmani o cattolici e pure basta un blocchettino di foglie di palma per riaprire un finestrella su un passato che doveva essere molto ma molto diverso, forse molto più "luminoso" di questa moderna epoca pseudotecnologica.


Ultima modifica di MaxpoweR il 15/03/2013, 17:53, modificato 1 volta in totale.


_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4616
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 24/03/2013, 23:06 
Cita:
Il Computer astronomico dei Maya è stato classificato dalla NSA come top secret

Immagine

Sacerdoti e astronomi Maya avevano un computer che permetteva loro in modo accurato, di eseguire complessi calcoli astronomici. Le loro osservazioni sono state registrate nelle scritture geroglifiche, di cui poi hanno sviluppato le tabelle di prevedere determinati eventi.

Tre libri, o Codici tra cui il Codice di Dresda, contengono tali tabelle.

Tra il 300 e 900 dc la civiltà Maya fiorì in Guatemala, El Salvador e la penisola messicana dello Yucatan. Nonostante i notevoli sforzi di ricercatori provenienti da diversi paesi, nessuno ha compreso ed è stato in grado di risolvere il mistero dei geroglifici Maya.

Gli analisti presso la US National Security Agency (NSA) ha concluso nel 1977 che la NSA Technical Journal definiva i geroglifici maya più difficili da decifrare rispetto a quelli Egiziani, Ittiti, Babilonesi e altre antiche forme di scrittura.

Immagine

Il calendario solare dei Maya conta di 365.2420 giorni rispetto ad un anno del calendario gregoriano di 365.2425 giorni e l’anno tropicale medio dura circa 365.2422 giorni.

Per correggere questa deviazione, il sistema di anni bisestili viene regolata e può anche essere inserita nel computer astronomico dei Maya. Gli analisti della NSA fanno notare che il calendario solare del calendario Maya è più accurato di quello nostro. Il documento Il Computer astronomico dei Maya è stato classificato come ‘top secret‘, ma può essere letto da chiunque su questo link.



http://www.ecplanet.com/node/3804


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/03/2013, 23:15 
Ecuador - Tracce di un mondo sotterraneo e di passate civiltà misteriose

L'enigma di una civiltà estinta che viveva nell'entroterra, ad un'altitudine di 800 mt, in una zona montuosa irregolare nel versante nord della Cordillera del Condor, in Ecuador, si trova l'ingresso "principale", o meglio, l'entrata “conosciuta” in questo affascinante mondo sotterraneo.

Come e' possibile che, alle soglie del Duemila, una tribu' sia rimasta nascosta per millenni? Viviamo in un pianeta cartografato e fotografato in lungo ed in largo dagli esploratori, dai satelliti e dagli aerei ricognitori delle missioni geografiche, eppure, periodicamente, scopriamo dell'esistenza di etnie, luoghi o resti di civilta' sfuggiti all'attenzione delle piu' sofisticate tecnologie.

La risposta al quesito e' semplice. Esistono ancora, sul nostro pianeta, ampie porzioni di territorio sconosciuto ed inesplorato, sia sopra che sotto la Terra. E questa constatazione alimenta le credenze secondo cui potrebbero 'ragionevolmente' esistere sulla Terra, magari occultate in basi segrete scavate dentro caverne, cellule di visitatori extraterrestri. Questa credenza la troviamo a proposito del controverso affare Ummo (alieni provenienti da Wolf 424, nascostisi negli anni '50 in una montagna francese, secondo i racconti di alcuni contattisti), nel mistero della miniera di Cavagnago (una grotta all'interno della quale, secondo alcuni sensitivi, sempre gli ummiti avrebbero nascosto delle rocce che altro non sarebbero che alieni pietrificati o "ridotti di vibrazione"), nel falso enigma del Gran Sasso (circola voce che all'interno della montagna vi sia una base degli UFO).

Le stesse credenze sono state attribuite ai monti Musine' - Torino -, Etna, Cuasso al Monte, Oropa nel biellese). La supposta presenza di caverne abitate da alieni ha dato origine ad un'ulteriore leggenda, l'esistenza di discendenti di quegli alieni atterrati sulla Terra migliaia di anni fa. Questi esseri si sarebbero estinti dopo essersi incrociati con i terrestri. La tribu' di Nimu, secondo questa credenza, potrebbe appartenere dunque a questa perduta genia aliena.

Immagine

Immagine

Immagine

Nelle vicinanze della Cueva de los Tayos in Ecuador, vivono i Shuaras , che in passato erano conosciuti come "Jibaro", termine dispregiativo per loro, famosi in passato per la loro bravura e l'arte di ridurre le teste . Sono i primi esploratori del sistema sotterraneo, come ogni mese di aprile scendono nella grotta in cerca di pulcini Tayos, che sono più grandi di un piccione. E nel bel mezzo del loro lavoro, incontrarono una serie di sorprese. La più eclatante, è stata senza dubbio la scoperta di impronte giganti su blocchi di pietra, i loro angoli e simmetria, suggeriscono un'origine artificiale. Moricz raccolse queste prove nella sua visita a est dell'Ecuador, egli è in grado di comunicare senza difficoltà con i nativi, grazie alla sua padronanza del Magiar, una lingua antica ungherese simile al dialetto Shuaras. Ovviamente, Moricz sapeva bene a cosa mirare.

Dal 1950 ha seguito pazientemente "la pista" per poter entrare nel regno sotterraneo. Alcune fonti lo collegano anche, ad uno strano ordine esoterico ungherese-germanico, fatto che potrebbe spiegare la profonda conoscenza esoterica, di cui ha parlato in un'intervista controversa. In ogni caso, Moricz è stato in Perù, Bolivia e Argentina in cerca di quest'entrate prima di arrivare in Ecuador. In più di un'intervista ha dichiarato luoghi come Cusco, Lago Titicaca e Terra del Fuoco, come possibili luoghi dove "si può scendere al regno sotterraneo." Secondo lui, la Cava di Tayos è solo una delle molte entrate in questo mondo perduto, e la più travolgente, anche se, stiamo parlando di un una minuta parte del mondo reale di questi esseri intraterrestri, proprio perchè questi posti sono situati a una profondità difficile da raggiungere per l'uomo.

Ma non finisce qui. Forse una delle cose più inquietanti è l'esistenza di una presunta biblioteca metallica. Se esiste, e sempre sulla testimonianza di Moricz, ci si trova registrata la storia dell'umanità degli ultimi 250.000 anni.

Un punto da tenere in considerazione, in relazione a queste lastre, ci porta direttamente agli strani oggetti che custodiva il salesiano Padre Carlo Crespi, nel cortile della chiesa di Maria Ausiliatrice in Cuenca. Gli oggetti sono stati trovati dai nativi che, con un loro atto di amicizia e di gratitudine, li hanno dati a padre Crespi in custodia. Molti di questi oggetti, non tutti, sono stati successivamente rubati. Se padre Crespi fosse ancora vivo, forse potremmo rintracciare l'origine esatta di quei pezzi così enigmatici che sembra essere molto antica, ideogrammi inconfutabili in rilievo, una sorta di "Codice d'informazione" o "scrittura".

Nel 1976, sulla prima pagina della rivista nordamericana Antichi Cieli, è apparso un articolo del filosofo indiano Dileep Kumar, che analizza i simboli visualizzati su un pezzo di metallo che custodiva padre Crespi, apparentemente su un foglio d'oro, di circa 52 cm, alto 14 cm e spesso 4 cm, egli ha concluso che gl' ideogrammi appartenevano ad una classe di scrittura Brahmi, utilizzata nel periodo Asokan nella storia dell'India, 2300 anni fa ... Quattro anni dopo, il dottor Barry Fell, Professore di Biologia all'Università di Harvard è riuscito a identificare 12 segni della lamiera in questione, con i propri dipendenti, con dei segni zodiacali.

La prima apparizione sulla scena, del celebre scrittore svizzero Erick Von Daniken, che ha saputo affascinare Moricz, dandogli il materiale fotografico e la versione sconosciuta della loro scoperta, un fatto che è stato spettacolarmente descritto nel libro "L'oro degli dei" (1974), dove Däniken non si è solo limitato a fantasticare sulla versione originale della storia, ma ha affermato di essere entrato nella Cava de los Tayos, e che nei suoi sogni a visto con i propri occhi la biblioteca metallica. Il libro è stato un bestseller mondiale, vendendo 5 milioni di copie e fu tradotto in 25 lingue.

Il libro affascinò, in particolare, i lettori europei, Däniken inserì fotografie dell'Archivio Moricz-Peña Matheus che mostrano l'interno delle grotte, e le immagini delle lastre metalliche di padre Crespi, e fu così che l'ingegnere scozzese Stanley Hall contattò Moricz per proporre una spedizione internazionale nella Cava di Tayos. Moricz accettò proponendosi come capo della spedizione, e a patto, che nulla di ciò che si trovava nel sottosuolo veniva rimosso. Come previsto, Hall non accettò la proposta. Immediatamente respinse la presenza di Moricz dalla spedizione, comunicandolo al governo d'Inghilterra. Con risultato: Nel luglio del 1976 si effettuò una spedizione Ecuadoriana-Britannica, con personale militare e scientifico, e per aggiungere la ciliegina sulla torta, con la presenza dell'astronauta statunitense Neil Armstrong.

Naturalmente, questa non sarebbe la prima incursione della astronauta in un luogo dove "le patate scottano." Basta ricordare le sue frequenti visite a Paysandu, in Uruguay, dovuta all'intensa attività UFO nella sala dell'Aurora-popolarizzata dallo scrittore brasiliano Trigueirinho. Il proprietario della stanza in cui si verificavano gli eventi, Angelo Tonna, con cui ho avuto l'opportunità di condividere nella sua casa di Paysandú nel 1999 - ricorda ancora la visita di Armstrong, che gli confidò anche, nella sua missione in Uruguay, che la missione Apollo XI del 1969, si trovò di fronte un incontro ravvicinato del terzo tipo, sulla Luna.

Un piano segreto?

Le ricerche Ecuadoriano-Britannica, si svolsero in 35 giorni, installando un generatore di elettricità nel campo base, a pochi metri dall'ingresso della grotta, scendendo ogni giorno in profondità per sviluppare le loro "ricerche geologiche e biologiche." Secondo il rapporto finale della commissione di studiosi, conclusero che la Cueva de los Tayos non era artificiale, e non c'erano segni di lavoro umano. Era tutta opera della natura...

Una scoperta sconcertante tenendo conto dei blocchi di pietra che si trovano nel sottosuolo, molto simili a quelli che si trovano, paradossalmente, a metà strada tra il campo base e l'unione di Coangos ne fiume Santiago. Degl 'archeologi hanno trovato un muro megalitico di circa 4,50 metri di lunghezza e 2,5 metri di altezza.

Lo speleologo Julio Goyen Aguado, presente nelle prime spedizioni , tra cui l'incursione Ecuadoriano-Britannica ha ritenuto che la spedizione 1976 è stata finanziata dalla chiesa Mormona, e che le lastre di metallo, delle quali accennava Moricz, ricordavano le tavole d'oro che ricevette il Profeta Joseph Smith, dalle mani dell'Angelo Moroni. Tenendo conto di diverse leggende mormone , questi registri sarebbero attualmente nascosti da qualche parte sulle Ande, è curioso notare che la zona dove si trova la grotta Tayos viene chiamata "Moron", simile al nome di "mandato "mettersi in contatto con Smith. Ad ogni modo, ora defunto Aguayo, sospettava che Stanley Hall apparteneva al Servizio Segreto del Regno Unito, in più di far parte della massoneria britannica, molto interessata a trovare la libreria metallica. Neil Armstrong, e ricordiamo bene questo, era anche lui un Massone.

Nonostante tutto questo, sebbene la questione della biblioteca metallica ha attirato molti ricercatori, questo tesoro nascosto, ha ingannato chi ha intrapreso la sua ricerca dal vero e proprio significato del mondo sotterraneo e segreto: quegli esseri che hanno scritto nelle piastre.

Dopo tutto, la relazione della spedizione frantumò il vero segreto che sta nella Cueva de los Tayos, mentre nel mezzo di tutto questo trambusto, si sono portati via quattro scatole di legno sigillate, le quali non fecero assolutamente aprire agli Shuaras, che si accorsero dell'ingannato e la truffa. Oggi ricordano bene il triste episodio. I nativi pensavo che si portarono via 'qualcosa' dalle grotte... Quando Neil Armstrong scese nella Cava de los Tayos dove rimase per tre giorni, raccontò ai media che la sua visita nel sottosuolo aveva superato di gran lunga la sua esperienza sulla Luna.

Secondo differenti tradizioni esistono diverse zone inesplorate alle quali si accede soltanto attraverso caverne millenarie, al cui interno si troverebbero armi fantascientifiche e rivoluzionarie. Sfortunatamente queste grotte aliene si troverebbero o nella giungla sudamericana (Erich Von Daeniken ha inventato la leggenda della grotta aliena nella Cueva de los Tajos in Ecuador, al cui interno si troverebbe untesoro e degli scranni istoriati raffiguranti la discesa degli alieni. Spedizioni esplorative hanno sconfessato questa frode) o nelle impenetrabili ed altissime montagne tibetane.

Oggetti trovati nella Cueva de los Tajos:

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

L'atto notarile della scoperta, datato il 21 luglio del 1969 nella città costiera di Guayaquil, in uno dei suoi paragrafi contiene queste inquietanti parole:

“...ho scoperto gli oggetti preziosi di grande valore storico e culturale per l'umanità. Gli oggetti sono soprattutto in lamiera, e probabilmente contengono una sintesi della storia di una civiltà estinta, che fino ad oggi non sapevamo dell'esistenza e quindi non abbiamo nessun indizio.”

Un'altra curiosa vicenda, sulla quale ancora una volta non molti sono pronti a giurare, riguarda sempre il Tibet e viene narrata nel volume 'La caverna degli antichi' (Ubaldini, 1976). Autore, il monaco tibetano Lobsang Rampa di Chakpori (in realta' un inglese a nome Cyril Oskin). Questi racconta di quando, in un periodo di tempo non precisato ma certamente risalente alla prima meta' del XX secolo, un altro lama, il maestro Mingyar Dondup, gli rivelo' dell'esistenza di una grotta straordinaria, ricca di congegni misteriosi, occultata fra le montagne tibetane. "Ero un lama molto giovane. - narra Mingyar a Lobsang - Assieme al mio maestro e con altri tre lama stavamo esplorando alcune catene montuose tra le piu' remote. Qualche settimana prima si era sentito un forte scoppio seguito da una frana. Lo scopo della nostra uscita era scoprirne la causa...". Esplorando le vette circostanti il monaco individuava una profonda crepa che immetteva nella caverna degli antichi. "Penetrai nella crepa pieno di paura - prosegue il maestro - e dopo cinque metri mi trovai ad un angolo brusco. Se non fossi stato paralizzato dalla paura avrei gridato per la sorpresa. C'era una dolce luce argentea che non avevo mai visto prima. La caverna in cui mi trovavo era spaziosa, con un tetto che non riuscivo a scorgere. Assomigliava ad un' ampia sala che si stendeva a perdita d'occhio, come se la montagna fosse stata vuota internamente. La luce era dappertutto, veniva giu' dall'alto da un certo numero di globi che sembravano sospesi nel buio. Il posto era pieno di apparecchi e meccanismi strani. Alcuni erano coperti da un vetro trasparentissimo...". Superato il primo momento di stupore i cinque monaci cominciavano ad ispezionare l'immensa sala, attraversando porte che si aprivano automaticamente ed osservando "macchine antichissime che scricchiolavano ed entravano in azione dopo un'eternita' di riposo". In una di queste, simile ad un moderno televisore, il gruppo poteva rivedere registrati gli ultimi istanti della civilta' perduta degli antichi.

"Questo e' quello che vedemmo e sentimmo. - continua Mingyar - Migliaia e migliaia di anni fa esisteva una civilta' molto elevata. Gli uomini potevano volare nel cielo e costruivano apparecchi che imprimevano il pensiero nella mente delle altre persone. Avevano la boma atomica e alla fine ne fecero scoppiare una che distrusse quasi tutto il mondo. Dei continenti sprofondarono sotto le acque ed altri emersero. Il mondo fu decimato e cosi' ora tutte le religioni parlano di un diluvio universale...". Mingyar conclude dichiarando che esistono altre caverne simili in Egitto, in Siberia e nell'America Meridionale. "Queste camere segrete furono nascoste dalle antiche popolazioni affinche' il loro contenuto fosse scoperto da una generazione piu' tarda, quando il momento fosse stato maturo...". Due settimane dopo questa incredibile conversazione, il monastero di Chakpori organizza una nuova spedizione, composta da sette monaci, compresi Rampa e Mingyar. Il gruppo attraversa la valle del Kashya Linga e, dopo tre giorni di cammino, arriva alla grotta degli antichi.

Questa volta la descrizione della caverna e' molto piu' accurata. Rampa racconta di carrelli elevatori grazie ai quali si raggiunge il soffitto, di statue e di immagini scolpite nel metallo, di una scrittura ideografica incisa sul pavimento di pietra e di una scatola di metallo opaco in cui scorreva la registrazione della vita degli antichi. In un "globo ardente" simile ad una macchina per ologrammi i sette monaci assistono alla proiezione di un film tridimensionale. "Vedemmo il mondo di tanto tempo fa. Dove adesso c'e' il mare allora c'erano le montagne e strane creature percorrevano la terra. Strane macchine viaggiavano nell'aria o a pochi centimetri da terra, templi grandissimi ergevano le loro guglie verso il cielo.

Gli animali e gli uomini comunicavano telepaticamente, ma non vi era felicita', perche' i preti ed i politicanti insegnavano che era compito divino uccidere il nemico. Vedemmo grandi guerre e gli scienziati che costruivano armi sempre piu' mortali. Una sequela di immagini ci mostro' un gruppo di uomini che costruivano cio' che chiamavano una capsula del tempo (cio' che noi chiamiamo caverna degli antichi), ove immagazzinare per le generazioni future dei modelli funzionanti delle loro macchine e un documento completo della loro cultura. Vedemmo oceani con grandi citta' galleggianti, e ponti e velivoli. Poi un lampo nel cielo e l'intera citta' si trasformo' in gas incandescente. Sulle rovine era sospesa una nube rossa che aveva la forma di un fungo alto migliaia di metri...". Spaventati da queste immagini terrificanti, il gruppo decide di occultare l' ingresso. "I comunisti sono ora nel Tibet - commenta Rampa - ed e' meglio nascondere la posizione della caverna, perche' il possesso degli oggetti che custodisce darebbe ai comunisti la possibilita' di conquistare il mondo....".

E per tutto il viaggio di ritorno nelle orecchie dei sette monaci risuona l'ultimo disperato appello degli atlantidei (che secondo l'esoterista inglese Aleister Crowley erano in contatto con una razza aliena che forni' loro le armi con cui poi si sarebbero autodistrutti) , un attimo prima della distruzione. "Udimmo il discorso di commiato che ci diceva che l'umanita' stava per distruggersi e che queste scoperte erano destinate alla razza in grado di scoprirle e capirle. Erano un lascito per la gente del futuro, se mai ce ne fosse stata...".

http://sonoconte.over-blog.it/article-e ... 94228.html



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 578 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 ... 39  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 23/02/2020, 23:38
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org