Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 183 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 ... 13  Prossimo
Autore Messaggio

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 348
Iscritto il: 22/03/2009, 10:46
Località: firenze
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/05/2009, 16:20 
Cita:
Knukle ha scritto:

Cita:
toctoc ha scritto:

Cita:
Arturo ha scritto:

ciao toctoc, ripercorrendo le pagine di questo topic potrai trovare le risposte (o almeno molte evidenze) alle tue ultime due richieste!!! le raffigurazioni dei vimana che si possono trovare oggi sono una presunzione di come dovevano essere poichè il testo stesso fu tramandato per via orale per millenni e scritto solo sul finire dell'800 quindi tutta la grafica derivante è certamente prodotto recente ma basato su una interpretazione di un testo vecchio di migliaia di anni.

[:)]
ciao arturo
il thread l'ho seguito, ma mi pare si sia detto di tutto sulle evidenze fisiche di una passata esplosione atomica: c'è chi dice che ci sono le calcificazioni negli scheletri, chi dice che ancora la zona sarebbe radiattiva (e io credo che questo sia da escludere, dopo tutto questo tempo).
ma possibile che a nessun supposto ufologo professionista sia venuto in mente di andare lì e prendere qualche campione, ed esporlo al pubblico?



Ti sbagli su una cosa. Le radiazioni non spariscono facilmemente, se non in casi speciali. Dopo 4000 anni la città potrebbe essere bennissimo molto radioattiva.
davvero? grazie, non lo sapevo. (io sapevo che in giappone la gente già vive a hiroshima e nagasaki...quindi...)
cmq, a maggior ragione. le evidenze fisiche in questo caso sarebbero chiarissime - basta andare lì con un contatore geiger (e fare dietrofront prima di ammalarsi, chiaramente). no?


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Lo Storico dai mille nomiLo Storico dai mille nomi

Non connesso


Messaggi: 2033
Iscritto il: 04/12/2008, 16:16
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/05/2009, 16:37 
be credo dipenderà anche dalla potenza della bomba. Se una bomba è 50 volte superiore a quella di hiroshima, presumo che le radiazioni saranno anche più durature al confronto (credo)...


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 424
Iscritto il: 09/01/2009, 01:26
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/05/2009, 17:04 
Cita:
ciao arturo
il thread l'ho seguito, ma mi pare si sia detto di tutto sulle evidenze fisiche di una passata esplosione atomica: c'è chi dice che ci sono le calcificazioni negli scheletri, chi dice che ancora la zona sarebbe radiattiva (e io credo che questo sia da escludere, dopo tutto questo tempo).
ma possibile che a nessun supposto ufologo professionista sia venuto in mente di andare lì e prendere qualche campione, ed esporlo al pubblico?



Ciao Toctoc,
la situazione geopolitica della zona in cui si trova Mohenjo-Daro è quantomeno disastrosa, si trova infatti in una delle zone più attive del conflitto pakistano-indiano per cui è praticamente difficilissimo potersi spostare in quelle zone in santa pace se non a rischio della propria pelle. Davemport, e altri hanno riportato manufatti e detriti dal posto e come avrai letto nei post precedenti i risultati sono quantomeno inoppugnabili, materiale analizzato oltre dieci anni dopo da Malanga risultava ancora fortemente radioattivo per cui c'è poco da aggiungere. Riguardo alla radioattività del posto, lo abbiamo scritto precedentemente, non è così semplice liquidare il tutto. Dipende in maggior luogo da che tipo di ordigno è stato utilizzato (nucleare, bomba sporca, qualcosa di sconosciuto, etc.) e da dove è detonato. Più l'esplosione è stata alta, in quota, meno tracce saranno rinvenibili. Un luogo preserva la radioattività ma il fattore sopra elencato più il fatto che son passati migliaia di anni cambiano le cose. il dato è cmq che rimane una radioattività residua nei manufatti analizzati, gli scheletri sono calcinati e radioattivi, antichi testi ci raccontano di armi che sembrano ordigni nucleari usati in quelle zone, ci son laghi che sembrano crateri da esplosione, la città di MohenjoDaro sembra essere stata devastata da un evento assimilabile ad una fortissima esplosione, la zona era conosciuta come la collina dei morti da millenni, le tradizioni ci raccontano come il luogo fu devastato da qualcosa di spaventoso.
Si potrebbero aggiungere tante altre notazioni, mi sembra che solo queste possano far nascere un solido dubbio sulla "normalità" del posto.


Poche risposte ma tutte sembrano convergere verso una interpretazione eretica degli eventi che sarebbero occorsi in questo luogo.

Artu [:D]ro



_________________
Artu[:)]ro

"Dubitando ad veritatem pervenimus" (Cicerone)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 424
Iscritto il: 09/01/2009, 01:26
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/05/2009, 17:49 
ho trovato questo interessantissimo, e importantissimo, riferimento inerente i 37 corpi ritrovati a seguito dei privi scavi archeologici. solo questo può renderci l'idea di ciò che plausibilmente si verificò a Mohenjo-Daro.
Cita:
Nine years of extensive excavations at Mohenjo-daro (1922-31) - a city of three miles in circuit – yielded the total of some 37 skeletons, or parts thereof, that can be attributed with some certainty to the period of the Indus civilizations. Some of these were found in contorted positions and that suggest anything but orderly burials. Many are either disarticulated or incomplete….Where are the burned fortresses, the arrow heads, weapons, pieces of armor, the smashed chariots and bodies of the invaders and defenders? Despite the extensive excavations at the largest Harappan sites, there is not a single bit of evidence that can be brought forth as unconditional proof of an armed conquest and the destruction on the supposed scale of the Aryan Invasion.


la fonte è G.F.Dales from his “The Mythical Massacre at Mohenjo-Daro“ del 1964, Ancient Cities of the Indus, edited by G. L. Possehl, pp. 293-296. New Delhi, Vikas Publishing House PVT LTD.

per chi non si fida delle fonti controlli quì [:D] [:D] - http://www.mohenjodaro.net/mohenjodarobibliography.html

Artu [:D]ro



_________________
Artu[:)]ro

"Dubitando ad veritatem pervenimus" (Cicerone)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1166
Iscritto il: 04/12/2008, 15:40
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/05/2009, 23:33 
A mio avviso la strada che stiamo percorrendo, e che ha percorso Davemport a suo tempo, è quella corretta.

Arturo, se non sbaglio hai scritto di conoscere una persona che possiede quei reperti. Sarebbe possibile riuscire a farli ri-analizzare, oppure, come minimo, avere foto nuove di zecca?
Non perchè non mi fidi delle analisi fatte fare da Davemporto e poi rifatte da Malanga, ma solo perchè così avremo dati di prima mano.


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Lo Storico dai mille nomiLo Storico dai mille nomi

Non connesso


Messaggi: 2033
Iscritto il: 04/12/2008, 16:16
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2009, 07:21 
Cita:
Arturo ha scritto:

Cita:
Nine years of extensive excavations at Mohenjo-daro (1922-31) - a city of three miles in circuit – yielded the total of some 37 skeletons, or parts thereof, that can be attributed with some certainty to the period of the Indus civilizations. Some of these were found in contorted positions and that suggest anything but orderly burials. Many are either disarticulated or incomplete….Where are the burned fortresses, the arrow heads, weapons, pieces of armor, the smashed chariots and bodies of the invaders and defenders? Despite the extensive excavations at the largest Harappan sites, there is not a single bit of evidence that can be brought forth as unconditional proof of an armed conquest and the destruction on the supposed scale of the Aryan Invasion.


Artu [:D]ro





Ehm...potresti gentilmente tradurre [:o)]
con l'inglese purtroppo non vado molto d'accordo..


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 353
Iscritto il: 05/12/2008, 15:37
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2009, 09:27 
Ricordo a tutti che la bomba di Hiroshima fu fatta esplodere in aria ad una altezza di 600 metri sopra il centro della città, per far arrivare l'onda d'urto il più lontano possibile.

Probabilmente e' il motivo per il quale la radioattività del suolo e' tornata accettabile in tempi relativamente brevi.
Se la bomba fosse esplosa a 100 metri di altezza, la zona sarebbe ancora troppo radioattiva per poterci vivere.



_________________
Esistono uomini senza scrupoli che vogliono costringerci in un mondo dove tutto e' scarso. La scarsità rende potente chi possiede quel poco e schiavo chi ne necessita, questo rende possibile dare un prezzo ad una cosa che non ha valore, trasformando un diritto naturale in un bene da acquistare. (Teschio)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 424
Iscritto il: 09/01/2009, 01:26
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2009, 10:30 
Cita:
Knukle ha scritto:

A mio avviso la strada che stiamo percorrendo, e che ha percorso Davemport a suo tempo, è quella corretta.

Arturo, se non sbaglio hai scritto di conoscere una persona che possiede quei reperti. Sarebbe possibile riuscire a farli ri-analizzare, oppure, come minimo, avere foto nuove di zecca?
Non perchè non mi fidi delle analisi fatte fare da Davemporto e poi rifatte da Malanga, ma solo perchè così avremo dati di prima mano.


Ciao Knukle ,
si conosco da molto tempo questa persona. A causa di alcuni problemi, non lievi, di salute ho evitato in questo periodo di rompergli le scatole ma sapendo che ora sta meglio potrei provare a contattarlo. C'è un buon rapporto di amicizia e fiducia ma non assicuro niente però sulla possibilità di ricevere un reperto per farlo rianalizzare. Ovviamente questa persona è molto gelosa di questa roba e lo stesso Davemport gliela lasciò come eredità personale!!!

Personalmente percorrerei anche la strada di contattare Malanga per chiedergli di poter rendere pubbliche le SUE analisi che sono venute fuori solo come parafrasi dei medesimi risultati.

Farò il possibile, ovviamente la cosa mi sta a cuore da molto tempo ma trattandosi di persona anziana e malata capite che si debba muoversi con "guanti di velluto".


Artu [|)]ro



_________________
Artu[:)]ro

"Dubitando ad veritatem pervenimus" (Cicerone)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 348
Iscritto il: 22/03/2009, 10:46
Località: firenze
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2009, 11:07 
Cita:
Arturo ha scritto:
Farò il possibile, ovviamente la cosa mi sta a cuore da molto tempo ma trattandosi di persona anziana e malata capite che si debba muoversi con "guanti di velluto".
certamente.
mi permetto un suggerimento: proprio perché questa persona è vecchia e malata, sarà interessata a vedere un po' più di luce su questa faccenda finché può vederla.
se tu sei una persona fidata, che tratterà i suoi reperti con cura e li farà fruttare- ovvero, porterà a conoscenza del mondo le sue anomalie.
con tutto il rispetto del mondo, e naturalmente rispettando la sua autonoma e sovrana decisione in merito, forse questi potrebbero essere argomenti da utilizzare- anzi, cose da dire. se ti va, il mio è un modesto suggerimento.


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1166
Iscritto il: 04/12/2008, 15:40
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2009, 12:59 
Bisogna pensare anche a quando, se riusciamo ad avere il reperto, dobbiamo farlo analizzare. A chi si fà analizzare?
A mio avviso sarebbe bene farlo analizzare da due laboratori differenti.
Però prima dobbiamo riuscire ad avere il reperto, che poi naturalmente restituiremo subito al legittimo proprietario.

Naturalmente se io fossi in lui non mi fiderei così su due piedi, quindi bisogna cercare di convincerlo che siamo affidabili. Se lo conosci, Arturo, potrebbe fidarsi, no?


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2009, 13:50 
Per me sono già evidenti tutte le prove descritte nel volume. Sono davvero circostanziate. Ho perso caso mai l'occasione di quando vi andò (per studio) mio fratello (archeologo), ma non sapevo che fosse stato pure lì... Altrimenti un sassolino, qualcosa...E ormai...[:)]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Lo Storico dai mille nomiLo Storico dai mille nomi

Non connesso


Messaggi: 2033
Iscritto il: 04/12/2008, 16:16
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2009, 15:54 
Scusa se te lo chiedo Arturo, ma questa persona che conosci di cosa è malata? nel senso, potrebbe essere stata la vicinanza col materiale a provocarla? Perchè mi sembra di aver capito che teneva il materiale in casa propria.


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 424
Iscritto il: 09/01/2009, 01:26
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2009, 16:53 
Cita:
-Angel- ha scritto:

Scusa se te lo chiedo Arturo, ma questa persona che conosci di cosa è malata? nel senso, potrebbe essere stata la vicinanza col materiale a provocarla? Perchè mi sembra di aver capito che teneva il materiale in casa propria.


arguta deduzione [:p], la persona in questione ha subito diverse operazioni che hanno visto progressivamente il suo intestino diminuire, nel senso che aveva un tumore in questa zona e ha dovuto sottoporsi a diversi interventi. se l'origine del tutto sia da imputare al materiale presente a casa sua non te lo posso confermare ma personalmente e anche altre persone che lo hanno conosciuto hanno espresso la medesima perplessità. non esiste una prova diretta ma sarebbe altamente plausibile.



_________________
Artu[:)]ro

"Dubitando ad veritatem pervenimus" (Cicerone)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 353
Iscritto il: 05/12/2008, 15:37
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/05/2009, 11:14 
Ieri sera a Voyager hanno fatto un servizio sulla colonna di ferro in India e hanno parlato anche dei Vimana.

Ho scritto alla redazione di Voyager chiedendo se e' possibile approfondire l'argomento e indagare sulla città di Mohenjo Daro. Potete fare tutti lo stesso, magari ci accontentano.
Infondo loro hanno i mezzi e i soldi per poter andare sul posto e fare le analisi, un pò come hanno fatto con le pietre di Ica.

voyager@rai.it

Se non rispondono insistete! Immagine



_________________
Esistono uomini senza scrupoli che vogliono costringerci in un mondo dove tutto e' scarso. La scarsità rende potente chi possiede quel poco e schiavo chi ne necessita, questo rende possibile dare un prezzo ad una cosa che non ha valore, trasformando un diritto naturale in un bene da acquistare. (Teschio)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 424
Iscritto il: 09/01/2009, 01:26
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/05/2009, 11:39 
Mi sembra un'ottima idea anche se la paura è che facciano un servizio talmente moderato da dire tutto e niente, non sarebbe la prima volta!!!!! Il bello è che in Italia solo pochi addetti ai lavori conoscono la tematica quando all'estero vi son scrittori come Childress che hanno pubblicato almeno un paio di testi a riguardo.
Sulla colonna di ferro è interessante notare come certe tecnologie sussistessero ancora in tempi più recenti rispetto agli eventi di Mohenjo Daro, chissà quanti altri manufatti o reperti poitrebbero ancora essere scoperti se ci fosse la buona volontà di fare ricerche in loco.


Arturo



_________________
Artu[:)]ro

"Dubitando ad veritatem pervenimus" (Cicerone)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 183 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 ... 13  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 15/12/2019, 11:30
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org