Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 544 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37  Prossimo
Autore Messaggio

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 05/08/2020, 09:39 
FABIOSKY63 ha scritto:

Utnapishtim Nome babilonese («Giorno di vita») dell’eroe del diluvio universale, che i Sumeri chiamavano Ziusuddu *. Le sue gesta sono narrate nell’Epopea di Gilgamesh. Il dio Ea, di cui era stato adoratore a Shuruppak, lo incaricò di costruirsi una nave, che lo salvò con la sua famiglia e vari animali dal diluvio. Una volta uscito dalla nave, U. fece un sacrificio e da parte del dio Enlil gli fu conferita vita eterna. Andò poi ad abitare in un’isola alla foce del Tigri e dell’Eufrate, e qui venne a visitarlo Gilgamesh, per chiedergli come gli era stata concessa l’immortalità.

"Ziusuddu"... questo nome non è babilonese, ma palermitano, bleffort deve sapere cosa significa... Vuoi vedere che è un altro tassello per valutare la Sicilia come all'origine di tutta la storia e del mondo antico e moderno?
Se puoi approfondire... bleffort...

Tornando seri,
noto poi che il Dio degli ebrei poi dei cristiani viene chiamato col nome Ea, e comunque noto ai babilonesi...
Se lo dicono loro... E che abbia ordinato a Noè, come lo chiamiamo noi, di costruire un'arca, significa che non sono parole immaginate...

Altrove si parla di quest'uomo come uno dei sette saggi che dopo il primo disastro, almeno 6000 anni prima, viaggiavano istruendo i superstiti... Noè dovrebbe avere avuto un ruolo non si capisce se nel primo "diluvio" o negli altri... Riguardo all'arca voglio dire... Sicuramente il terzo disastro fu più regionale che universale...
[:291]



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12887
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 05/08/2020, 12:44 
[quote=
Cita:
"Zelman"]sto leggendo il libro di hancock, Civiltà sommerse 1, già linkato
sono arrivato a pag. 100:

partendo dalle semplici indicazioni standard di Atlantide situata oltre lo stretto di gibilterra,
hancock ha esaminato le cause dell'inabissamento che sarebbero queste:


Chi li ha standardizzato? [:246] , Platone scrisse al di là delle Colonne d'Ercole e non al di là dello Stretto di Gibilterra!. [:246]
Hai letto un libro di un Inglese, tutte caz..te! [:297] , tutte le civiltà antidiluviane nacquero per primi nel Bacino del Mediterraneo, in Medio Oriente, e anche nell'area Euro Asiatica ( e che poi si sono espansi in tutti gli altri continenti.
L'Oceano Atlantico profondo migliaia di Km e sempre stato così da quando i continenti si sono divisi. Tutte teorie campate in aria,ogni nazione cerca di portare Atlantide sotto il suo Uscio, di prove e di indizi nisba, però vi tappate gli occhi e le orecchie al momento che cerco di indirizzarvi e non discostarvi dagli scritti di Platone, il quale tutti i riferimenti portano nell'area del Mediterraneo Occidentale.
Si nega che vi è stato un mare interno nel Sahara, si nega che tra la Sicilia e la Tunisia vi è uno sbarramento di Vulcani che ogni tanto emergono e poi scompaiono, si nega che in quest'area si può trovare acqua fredda che calda, si negano i ritrovamenti di metalli che si possono identificare con l'Oricalco che si sono formati tramite i Vulcani,con cave di Selce e Ossidiana, si nega la distanza delle guerre combattute con la Potenza Egea di Atene, si nega che dopo la catastrofe l'Isola è scomparsa sotto pochi metri dal livello di Mare rimanendo un mare basso sabbioso e impraticabile, (così è Il Canale di Sicilia) si nega che il suolo di quest'Isola Capitale fosse ubicato una Terra fertile dove il suolo produceva tutti tipi di frutti (in un sola territorio è in grado di produrre tutta questa varietà di frutta sia molle che con la scorza dura e che nella Fauna vi era la presenza di Elefanti.
L'isola di Malta Che sicuramente faceva parte dell'Isola Capitale non è un'Isola Vulcanica, però vi sono tracce che quest'Isola fosse molto più ampia e che il rimanente territorio fu spazzato via dalla furia del acque del mare che provenivano dall'Istmo formato da montagne Vulcaniche che vi erano tra la Tunisia e la Sicilia e che poi si era rotto a causa dell'esplosione dei vulcani (o la caduta di una cometa) e la conseguente tracimazione del mare occidentale e del mare Sahariano e i tanti monumenti megalitici di Malta esposti, oggi risultano abbattuti tutti in solo verso e le sue Coste a picco sul mare testimoniano la tragedia. [:305]


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 05/08/2020, 16:04 
il fatto che dici che un libro di un inglese contiene caxxate, si tratta poi di Graham Hancock, che non è certo un indottrinato tendenzioso, diversarmente da zecca auàs, hai già detto più di quello che potevi dire

riguardo alle tue ipotesi di malta, centro mediterraneo etc... hai fatto una dichiarazione di intenti più che altro, presentale PERO' corredate da dati
sai cosa significa dati?
rilievi geologici e idrogeologici terrestri e marini, dei sedimenti, delle stratificazioni e quant'altro...
e spiega perchè tutto nel luogo che dici si sarebbe inabbissato, ma mi sembra che ti ho dato già pane in tavola...
resta a te da validare la tua ipotesi...

invece se consideri i dati presentati e ragionati da Hancock, il quale porta degli STUDI, di un americano o inglese, John Shaw... ah nella tua dichiarazione di intenti geopolitici non può essere che siano minimamente ragionevoli [:o)], e però anche di un italiano, spiegano le premesse e gli stati correnti di tre catastrofi IMMENSE che colpirono 14.000, 11.600 e 8.000 anni fa, dati da evacuazione laghi da ghiacciai grandi come mari, con onde alte 600metri propagatesi nell'atlantico
per te questi sono stati eventi marginali?
considera poi che ci sono altri studiosi ortodossi, nel senso della corrente prevalente ed istituzionalizzata, che non si sono dati nemmeno premura di cercare, prima, l'evidenza dei fatti geo idro dinamici trovati dagli almeno due di prima,
a me a parlare del libro di hancock, Civiltà Sommerse1, non me ne viene neanche l'ombra di mezzo centesimo, comunque

e... ipotesi standard della collocazione di Atlantide è proprio quella di Platone, "al di là delle colonne d'ercole", gibilterra ancora non esisteva come nome,
dove dici che secondo te si trovavano le colonne d'ercole?
tutti da platone durante l'antichità e fino a oltre il medioevo hanno inteso proprio il luogo oggi chiamato rocca di gibilterra
https://it.wikipedia.org/wiki/Colonne_d%27Ercole
ah, sì... aspetta aspetta, ecco cosa leggo!
alcuni le intendono come lo stretto di messina, il confine del mondo conosciuto! [:o)] [:o)] [:o)] non lo dici ma mi sembra che traspaia,
ah se solo Berlusconi, il fake pigmalione del meridione da rivalutare contro il settentrione (?) attraverso la cessione di banconote di 20 euro a sostenitore, lui gran volpone e altro, fosse esistito al tempo dei greci e avesse fatto già allora questo benedetto ponte di messina!
la storia sarebbe cambiata!
ah!

ma ritornando seri, quanto a Malta, non hai pensato che il mare si alzò per la distribuzione dentro di il mediterraneo (in maniera più lenta, e meno impetuosa rispetto all'oceano attiguo aperto, di migliaia di km cubici di acqua da ghiaccio già sciolto e proveniente dall'emisfero nord, come quei due studiosi hanno scientificamente documentato?
ci sono anche per 3000km sparsi detriti rocciosi più o meno lontani dalle coste di usa e canada, appartenenti a rocce dell'interno di canada e stati uniti, e trasportati dal ghiaccio e iceberg che poi si sono sciolti buttando a mare i detriti sopra di essi, e questa è un'altra prova dell'accaduto... e le dighe di ghiaccio che tenevano i laghi si sarebbero sciolte per cambiamento climatico, e questo è avvenuto anche per l'emisfero australe, oltre che da movimenti di pressione dell'acqua di quei laghi una volta che si fece una qualche apertura minore,
nel libro se ne accenna,
e ancora non ho finito di leggere la parte riguardante,
se un inglese ti racconta questo tu a priori non gli credi?
se veniva linkato un libro di zecca auàs non gli avresti creduto, ma ad un suo oppositore tu non credi nemmeno,
scrivilo tu un libro e sarai sicuro che credi in quello che dici...

considera poi che di faccine [:246] ne hai consumate molte e troppe in esubero



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12887
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 05/08/2020, 18:13 
Cita:
"Zelman"
]

Platone scrisse:
Per prima cosa ricordiamoci che in totale erano novemila anni (10) da quando, come si racconta, scoppiò la guerra
tra i popoli che abitavano al di là rispetto alle Colonne di Eracle e tutti quelli che abitano al di qua; e questa guerra
bisogna ora descriverla compiutamente.(11) A capo degli uni dunque, si diceva, era questa città, che sostenne la guerra
per tutto il tempo, gli altri invece erano sotto il comando dei re dell'isola di Atlantide, la quale, come dicemmo,(12) era
a quel tempo più grande della Libia e dell'Asia, mentre adesso, sommersa da terremoti, è lo stretto era diventato impraticabile causa una melma insormontabile
(13) che impedisce il passo a coloro che navigano da qui per raggiungere il mare aperto, per cui il viaggio non va oltre.

Platone "parla" di terremoti è una melma insormontabile, i fondali dell'Oceano Atlantico sono profondi migliaia di metri da centinaia di migliaia di anni se non di più e comunque non si tratta dello Stretto di Messina [:246]

Gela. Il relitto dell’oricalco
Nel mese di dicembre 2014, a Gela, colonia
rodio-cretese fondata all’inizio del VII secolo
a.C sulla costa meridionale della Sicilia, la Capitaneria di Porto segnalava il ritrovamento di
trentanove lingotti metallici. Il sito, a meno di 5
metri di profondità e 300 m dalla costa, era stato
saccheggiato. La Soprintendenza del Mare della
Regione Siciliana ha recuperato il carico di una
nave, disperso oltre un centinaio di metri di circonferenza, costituito di lingotti di una lega metallica di rame e zinco, simile al nostro ottone,
forse oricalco, considerato un metallo prezioso
nell’antichità.
Si tratta dell’unica scoperta di lingotti in possibile oricalco in tutto il Mediterraneo. La parola
ὀρείχαλκος (ὅρος, a monte χαλκός, rame) è attestata per la prima volta nell’Inno omerico ad
Afrodite: la divinità, presentata all’assemblea degli Dei, è portata dalle Ore, figlie di Zeus: la sua
parure sacra è imbellita da orecchini con “fiori
d’oricalco e d’oro”; lo pseudo - Esiodo menziona
lo scudo di Ercole, “dal lucente oricalco, regalo
di Hefaistos”. Platone, nel Crizia, descrive la mitica isola di Atlantide, l’isola ideale, regalo degli
Dei a Poseidone, in nome di Atlante, il suo figlio
maggiore: “l’isola sacra era decorata con dell’oricalco, oggi solo un nome, ma allora molto di più,
estratto dalla terra in numerose parti dell’isola e,
come l’oro, considerato il più prezioso metallo
dagli uomini d’allora” (Crizia 114d). “Il recinto
di muro della cintura più esterna fu, poi rivestito,
per tutta la sua lunghezza, di bronzo; quello interno di stagno e quello prospiciente all’acropoli
di oricalco dai riflessi fiammeggianti” mentre il
tempio, dedicato a Poseidone e Clito, aveva «tutte
le pareti esterne del tempio, con l’eccezione dei
pinnacoli, le avevano ricoperte con argento e i
pinnacoli con l’oro», scrive Platone, «All’interno
del tempio il soffitto era di avorio, curiosamente
lavorato ovunque con oro e argento e oricalco;
tutte le altre parti, i muri, le colonne e il pavimenRelitti con carichi metallici in Sicilia
Philippe Tisseyre
Archeologo, Soprintendenza del Mare
1. Lingotto di oricalco da Gela (CL).
to, le avevano rivestite di oricalco” (Crizia, 116c).1
Al di la del mito, il carico era probabilmente destinato al conio delle monete della colonia greca,
o utilizzato per alcune decorazioni - forse viste
dallo stesso Platone in Sicilia -, numerose testimonianze di numismatica attestano l’uso di questo metallo per la coniatura, dall’età classica fino
alla tarda età imperiale romana2
.
I trentanove lingotti sono irregolari, di forma
semi-cilindrica con un lato generalmente piatto,
a volte anche saldate a coppie, con un peso e lunghezza diversa per ogni reperto: da un minimo di
617 cm e un peso di 254 grammi fino ad un massimo di 32 cm e un peso di 1340 grammi. [fig. 1]
Le analisi con il metodo di fluorescenza XRF
hanno mostrato che la lega di cui sono fatti i lingotti contiene mediamente il 75% di rame e il
15% di zinco, con minime tracce di piombo e
nichel [tav. 1].
http://www.regione.sicilia.it/benicultu ... 0MARIS.pdf


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12887
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 05/08/2020, 19:39 
Trentadue anni più tardi un eccentrico studioso francese, l'abate Charles-Etienne Brasseur, scoprì la "prova definitiva" del collegamento tra Mediterraneo, Atlantide e Centro America.
http://www.cerchinelgrano.info/atlantide.htm


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 05/08/2020, 21:54 
con questi lingotti di oricalco (ottone) cosa vuoi dimostrare? che Atlantide era vicino la sicilia o in rapporti riservati [:246] con essa?
i lingotti si trovano lì per un naufragio e il luogo del naufragio non potrebbe centrare nulla nè con la provenienza nè con la destinazione...
la datazione comunque è del VI secolo a.c.
quando Atlantide sarebbe già scomparsa da MOLTO tempo,
o forse vuoi dire che nel VI sec. a.c. Atlantide si trovava in zona e poi scomparve senza disastri, visto che non se ne annoverano con la portata di quelli descritti da Platone 9000 anni prima di lui, che è del IV-III sec a.c.
quindi quei lingotti sono di un carico naufragato molto prima, quando nemmeno gela c'era
o se sono del periodo (VI sec a.c.) Atlantide non c'era da diversi millenni
e comunque avranno sbagliato la datazione
se dicevano del 9 millennio a.c. allora si poteva dire solo di una probabile rotta con Atlantide...

https://www.famedisud.it/dal-mare-di-ge ... secoli-fa/
quindi un carico senza alcuna relazione con Atlantide
di sicuro c'è solo l'entusiasmo campanilistico di un circolo di subbisti

e poi...
Cita:
http://www.cerchinelgrano.info/atlantide.htm
Trentadue anni più tardi un eccentrico studioso francese, l'abate Charles-Etienne Brasseur, scoprì la "prova definitiva" del collegamento tra Mediterraneo, Atlantide e Centro America.

... quale sarebbe questa fantastica "prova definitiva"?
porti il link, senza ragionarci?

forse conosci la conclusione senza volercela dire? o l'assunto ti spinge alla conclusione senza verifiche?



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Non connesso


Messaggi: 4908
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 05/08/2020, 22:00 
@Zelman, non è che sei un informatico dotato di un ottimo humor ??
Informatico per la precisione delle tue argomentazioni e risposte.
E per l'humor devi avere qualche antenato anglosassone.

"Baciamo le mani" come si dice da noi in Val Camonica. [:301] [:301] [:301] [:301]



_________________
):-
Globalizzazione mondiale o nazionale = cag.ata.
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 05/08/2020, 22:36 
ORSOGRIGIO ha scritto:
@Zelman, non è che sei un informatico dotato di un ottimo humor ??
Informatico per la precisione delle tue argomentazioni e risposte.
E per l'humor devi avere qualche antenato anglosassone.

"Baciamo le mani" come si dice da noi in Val Camonica. [:301] [:301] [:301] [:301]

si bbaciamo le mani... [:o)] [:o)]
comunque ti basta leggere il libro di hancock civiltà sommerse 1 (...)
e hai le stesse informazioni che ho io, se poi è un tuo interesse farai correlazioni...

per ora bbaciamo le mani.
ognuno si bacia le sue...
buahahahahahah



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 05/08/2020, 23:56 
riporto:
bleffort ha scritto:
...
http://www.cerchinelgrano.info/atlantide.htm
7 - 10.000 a.C.: la distruzione finale (Ipotesi Extraterrestre)

Gli spaziali giunti dal pianeta Suerta, atterrati in tempi remoti in qualche angolo del Brasile e considerati divinità dalla tribù degli Ugha-Mongulala, decidono nell'anno 10.048 a.C. di abbandonare la Terra. "Stava per incominciare un'epoca terribile, dopo che le splendenti navi dorate dei primi signori si furono spente nel cielo, come stelle ...".

E, in effetti, qualcosa di terribile accade davvero: "Che cosa avvenne sulla Terra? Chi la fece tremare tutta? Chi fece danzare le stelle? Chi fece scaturire l'acqua dalle rocce? Il freddo era atroce e un vento gelido spazzava la Terra. Scoppiò una calura terribile e al suo alito gli uomini bruciavano. E uomini e animali fuggivano, in preda al panico. Tentavano di arrampicarsi sugli alberi e gli alberi li scaraventavano lontano. Quello che era in basso si capovolse e si ritrovò in alto. Quello che era in alto precipitò sprofondando negli abissi ..." (Karl Brugger, Akakor, 1976).

L'immensa quantità di ghiaccio accumulatasi sull'Artide durante l'ultima glaciazione [?] [?] [?] scivola nell'Oceano scatenando un maremoto gigantesco, divenuto nella tradizione il Diluvio Universale.

...

quello in grassetto è spiegato in maniera consequenziale con dati scientifici in quelle prime 100pagine di Civiltà Sommerse1,
lo spostamento non tanto e non solo di ghiaccio nella parte dell'emisfero nord, ma proprio l'acqua dei laghi tenuti da esili barriere di ghiaccio, che si rompono, provocò un mega-multi-tsunami
quindi niente scioglimento lento ma proprio chilometri cubici di acqua già pronti a fare salire il livello del mare, quindi non semplicemente, o solo, spostamento di iceberg seppur enormi, nell'atlantico, ma... ancora peggio...
perchè solo gli iceberg provocano un'onda, l'acqua racchiusa in mari interni aggiunge volume e forza all'onda, si parla di 600metri di altezza sul livello del mare, faglie sconvolte: quindi "terra che tremava TUTTA", pesi continentali spostati, e quindi spostamento dell'asse terrestre quindi "stelle che danzavano"
"quello che era in basso si capovolse" (non è solo un principio della filosofia ermetica) ma proprio un fatto naturale spiegato ricorrendo alla razionalità disponibile
spostamento di faglie, masse continentali provocano onde e spostamenti di terra abbastanza itinerante e in cerca di equilibrio...
in Civiltà Sommerse1 si parla di un'onda di tsunami terrestre rimasta in Svezia, un fronte di 150km di territorio che è rimasto come fosse stato un liquido...
grado richter? 20? 30?

non è neanche impossibile visto questo sfascio PLANETARIO che il non trovare Atlantide è perchè c'è stato un abbassamento, pauroso e impensabile del fondale dell'atlantico fino a qualche chilometro in basso, dato che sono state toccate faglie e asse terrestre!!!

è stato tutto l'equilibrio terrestre, soprattutto nell'atlantico, con un insieme di concause ad aver perso i suoi limiti, a catena quindi sulle terre emerse, si rintraccia uno tsunami di roccia in svezia,
quindi terremoti spaventosi ovunque di "entità inimmaginabile e non sospettabile"


nel link tutto quanto è spiegato facendo ricorso a una volontà da parte di dei ed extaterrestri, che anzi abbondano...
...
le spiegazioni date in chiave di dei ed extraterrestri sono più semplicemente, limitatamente al grassetto, comprensibili in forma di normali eventi naturali... coerentemente spiegati nel libro di Hancock;
per quanto riguarda Noè viene chiamato Ziusudra invece di come la Treccani lo chiama: Ziusuddu (che potrebbe fare sospettare origini palermitane ma palermo ancora non c'era, e nemmeno i palermitani [:o)] o forse loro sono ancora prima delle origini [:291] ...)



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12887
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 06/08/2020, 10:23 
Zelman ha scritto:
riporto:


[/i]
...



Be tu e Hancock avete la sicurezza che la catastrofe descritta da quest'ultimo sia proprio quella che ha fatto sprofondare Atlantide [:291] , anche se sia stata proprio questa non toglie niente alla descrizione che ha fatto Platone su questa isola e la sua civiltà.
Io ho portato decine di indizi tu porti solo un'ipotesi solo geologica sicuramente di decine di migliaia di anni prima del tempo di Atlantide.
Se sarebbe successo questo che descrive Hancock
persino la civiltà degli antichi Egizi sarebbe stata stravolta, invece gli gli Egizi hanno descritto , tramandato e registrato solo la scomparsa di quest'isola e l'aumento del livello del mare che ha fatto scivolare il terreno friabile della Grecia che a quel tempo era molto più vasto con la conseguenza che gli sono rimasti solo i picchi delle montagne formando migliaia di piccole isole come è attualmente la Grecia.
Poi guarda come sono le Faglie tettoniche della Terra e in particolare quelle del Mediterraneo, ti fanno capire niente?.

Plates_tect.jpg



http://www.digilands.it/natura-illustra ... acche.html

http://geo.geoscienze.unipd.it/sites/de ... lacche.pdf


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1076
Iscritto il: 27/08/2018, 05:22
Località: Civitanova Marche
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 10/08/2020, 22:21 
sassolini... [:293]

Guarda su youtube.com



[:295]



_________________
"...la vita è uno stato mentale..." tratto da "Oltre il giardino" di Hal Ashby
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 11/08/2020, 06:34 
bleffort ha scritto:
Zelman ha scritto:
riporto:
[/i]
...

Be tu e Hancock avete la sicurezza che la catastrofe descritta da quest'ultimo sia proprio quella che ha fatto sprofondare Atlantide [:291] , anche se sia stata proprio questa non toglie niente alla descrizione che ha fatto Platone su questa isola e la sua civiltà.
Io ho portato decine di indizi tu porti solo un'ipotesi solo geologica sicuramente di decine di migliaia di anni prima del tempo di Atlantide.
Se sarebbe successo questo che descrive Hancock
persino la civiltà degli antichi Egizi sarebbe stata stravolta, invece gli gli Egizi hanno descritto , tramandato e registrato solo la scomparsa di quest'isola e l'aumento del livello del mare che ha fatto scivolare il terreno friabile della Grecia che a quel tempo era molto più vasto con la conseguenza che gli sono rimasti solo i picchi delle montagne formando migliaia di piccole isole come è attualmente la Grecia.
Poi guarda come sono le Faglie tettoniche della Terra e in particolare quelle del Mediterraneo, ti fanno capire niente?.

Plates_tect.jpg
http://www.digilands.it/natura-illustra ... acche.html

http://geo.geoscienze.unipd.it/sites/de ... lacche.pdf


è fastidioso ripetere le cose quando di davanti si hanno ancora proto-spiegazioni
ancora sei alle faglie tettoniche? hai trovato una buona spiegazione per fare un corso da zero?
è un'inizio, però ti ho citato due studiosi che non parlavano delle frane e del soffio di vento tra la grecia e le isole connesse, oh che disastro mondiale? locale?
passa avanti

quei due studiosi ti dimostravano un evento che ha sconquassato due emisferi, non è poco come i campanili (che ancora non c'erano) di grecia e sicilia soffiati dal vento o anche a terremoti di grado richter 9 o vicino, una frazione di quelli che accaddero a partire da 14.000 anni fa, almeno, e ci basta per la scomparsa di quanto c'era prima (so che adesso uscirai la pappardella rispostosa che prima c'erano stati altri sconquassi: non ti allargare troppo mentre trascuri quello di rilevante e grave che è avvenuto:
quei due professori non erano passatempisti sognatori in risposta a post sul uèbb e la tettonica a placche la spiegavano raccogliendo le prove geologiche all'università e avrebbero lasciato perdere le presentazioni powerpoint come quella che hai trovato o pensi di potere insegnare qualcosa a coloro che quelle materie di geologia e placche tettoniche le insegnano?
cosa? ha già professori... e aggiungi la faccina -> [:246] (faccina che ti ricordo che si vede che è difesa inutile)
si prefigura una qualche accusa... ah, ecco! uno è inglese!
un inglese è figlio o nipote dell'impero del male, non va bene per te... etc etc etc etc, etc
è un assunto, cioè una premessa indimostrata, che ti serve per negare le prove dimostrate...
vuoi andare avanti così?
guarda che poi a cercare sul uèbb escono tante min-kionate (che tu prendi per vere)

platone ha detto quello che gli hanno riferito e partendo dall'indeterminatezza del sacerdote egizio che confidò in maniera pretestuosa a solone, dicendo, il sacerdote, di avere documenti scritti, che non fece vedere, dove c'erano testimonianze o riferimenti a civiltà che erano state colpite fino a sparire e se ci metti che gli egizi del III-IV millennio sarebbero stati stravolti pure loro, hai perso la concatenazione di tutto, leggiamo e rileggiamo sul forum che gli egizi "moderni" sono il residuo di antichi ricordi che si sono tramandate per generazioni, tu cosa leggevi mentre veniva detto questo?
oggi, o nei decenni che hanno operato quei due studiosi di geologia terrestre, ci sono le prove, dimostrate, che sono successe catene di cataclismi "fine del mondo", nella date già espresse
se per te sono niente bè allora cerca sul uèbb le prove a dimostrazione dei tuoi sogni come prima hai trovato un sito, che hai linkato in altro thread, in cui le ipotesi, anche fantascientifiche sono raccolte tutte, ma una sola risposta chiara non c'è, continua a sognare
metti i punti di collegamento nei tuoi sogni e arriva ad esprimere che Atlantide e Sicilia erano sorelle o almeno che dalla prima è derivata la seconda, e i rapporti tra i loro abitanti erano tra privileggiàti, sarai soddisfatto, però rimane un tuo sogno,
sogna, ma non contribuisce a questo thread nè ad altri



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1587
Iscritto il: 21/01/2017, 09:30
Località: Roma (Italia) e Quito (Ecuador)
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 11/08/2020, 10:06 
platone ha detto quello che gli hanno riferito e partendo dall'indeterminatezza del sacerdote egizio che confidò in maniera pretestuosa a solone, dicendo, il sacerdote..ecc ecc

Io propengo per i persiani [:246]

Platone disse “piu’ in la’ dello stretto di Gibilterra” perche’ l’informazione che ebbe era semiautentica, data da comandanti persiani che viaggiavano molto di piu’ dei greci...

Non lo sapremo mai, noi... forse le generazioni future



_________________
https://oannes.myblog.it
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1587
Iscritto il: 21/01/2017, 09:30
Località: Roma (Italia) e Quito (Ecuador)
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 11/08/2020, 10:10 
Immagino quindi i comandanti persiani dare le informazioni a Platone, il che vuol dire che loro videro Atlantide.
Per cui esisteva ancora al tempo di Platone o poche decine di anni prima.
Altrimenti non avrebbero potuto dare certe informazioni ma solo un "sentito dire"



_________________
https://oannes.myblog.it
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Atlantide - La collocazione
MessaggioInviato: 11/08/2020, 10:49 
i persiani?
che diavolo c'entrano i persiani? ma serve ad allungare il brodo?
ma la volete finire?
per finire le fantasticherie bisogna riportare quello che è rimasto scritto, sia pure tramandato oralmente,
ecco cosa il sacerdote disse a solone, ed è scritto nel Timeo di platone,
da ricordare che è raccontato come una tradizione assunta da mooolto tempo, con passi e tappe precise, non sembra nulla di inventato (poi, dopo, platone ci distribuì di sopra i suoi sogni politici)

“Solone, Solone, voi Elleni altro non siete che fanciulli e tra di voi non vi è un sol vecchio. Di rimando Solone gli chiese che intendesse dire. Voglio dire, rispose, che voi, nella vostra mente, siete tutti giovani; tra voi non vi è alcuna antica opinione trasmessa tradizionalmente , né alcuna scienza incanutita per l’età. E ti dirò il perché. Vi sono state e ve ne saranno ancora, molte distruzioni dell’umanità dovute a diverse cause; le più importanti sono state provocate dall’azione del fuoco e dell’acqua ed altre minori dipendono da altre innumerevoli ragioni…infatti o Solone, vi fu un tempo, prima del più grande di tutti i diluvi, in cui la città che ora è Atene era la prima in guerra e, sotto tutti i riguardi, era la città meglio governata e di essa si dice che avesse compiuto le più nobili imprese ed avesse la migliore costituzione fra tutte quelle, di cui ci parla la tradizione, che sono sotto la volta del cielo.” Solone a quel punto chiese di avere maggiori informazioni dettagliate su un passato di cui assolutamente ignorava l’esistenza. Siamo felici che tu possa avere notizie di loro (i suoi antichi concittadini), sia per amor tuo, sia per quello della tua città, sia, soprattutto, per amore della dea, comune patrona genitrice…delle nostre città. Ella fondò la vostra città mille anni prima della nostra…e poi fondò la nostra, la cui costruzione, da quanto risulta nei nostri libri, risale ad 8000 anni fa…).

Queste storie infatti parlano di una grande potenza che, senza essere provocata, compì una spedizione contro tutta l’Europa e l’Asia, alla quale la vostra città pose termine. Questa potenza veniva dall’Oceano Atlantico,perché in quei giorni l’Atlantico era navigabile; e vi era un’isola posta di fronte agli stretti che voi chiamate Colonne d’Ercole; l’isola era più grande della Libia e dell’Asia messe insieme ed era un passaggio verso altre isole, dalle quali si poteva raggiungere qualsiasi parte del continente opposto che circondava l’oceano vero e proprio: infatti il mare che si trova all’interno delle Colonne d’Ercole (il Mediterraneo) non è altro che un porto con angusta entrata, mentre l’altro è un vero mare e la terra che da ogni parte lo circonda può a buon diritto essere considerata un continente senza limiti…e inoltre gli uomini di Atlantide avevano assoggettato la parte della Libia che si trova immediatamente all’interno delle Colonne d’Ercole FINO ALL’EGITTO, e parte dell’Europa fino alla Tirrenia…questa grande potenza tentò improvvisamente di soggiogare il nostro ed il vostro paese e tutta la regione all’interno degli stretti; ed allora Solone la vostra patria rifulse su tutto il genere umano per l’eccellenza del suo valore e della sua forza…essa dopo aver corso gravissimi pericoli, sconfisse gli invasori e trionfò di essi, salvò da schiavitù quanti non erano stati ancora sottomessi e generosamente liberò noi tutti che vivevamo all’interno delle colonne. MA POI VI FURONO VIOLENTI TERREMOTI E INONDAZIONI, ED IN UN GIORNO DI SCIAGURA E IN UNA NOTTE SOLTANTO TUTTI I VOSTRI GUERRIERI FURONO TRAVOLTI E COSI’ PURE L’ISOLA DI ATLANTIDE

SCOMPARVE NELLE PROFONDITA’ MARINE. PER QUESTA RAGIONE IL MARE IN QUEI LUOGHI E’ INSUPERABILE DATO CHE VI SI TROVA UN BANCO DI FANGO E TUTTO QUESTO E’ STATO PROVOCATO DALLO SPROFONDAMENTO DELL’ISOLA.”


Platone poi prosegue nella seconda sua opera il “Crizia” continuando a riportare il racconto del suddetto sacerdote egizio a Solone. “Comincerò osservando innanzitutto come novemila anni sia la somma degli anni passati da quando si dice sia scoppiata la guerra tra coloro che abitavano oltre le colonne d’Ercole e tutti quelli che abitavano all’interno di esse…” Il sacerdote, le cui parole sono riportate da Crizia, poi dopo una descrizione di Atene e dell’Attica nei tempi prediluviani, incomincia a parlare dettagliatamente della stessa Atlantide, fondata dal dio del mare Poseidone che, dopo essersi accoppiato con una fanciulla di nome Cleito, “circondò la collina sulla quale ella viveva, creando zone alternate di mare e di terra, le une concentriche alle altre; ve ne erano due di terra e tre d’acqua, circolari come se lavorate a tornio, avendo ciascuna la circonferenza equidistante in ogni punto dal centro, di modo che nessuno potesse giungere all’isola, dato che ancora non esistevano navi e navigazione”.

quanto a Poseidone (Nettuno per i romani), dovrebbe essere uno di quegli angeli caduti o già gigante biblico, o direte magari un alieno...
che si accoppiò con una donna terrestre
non se ne può sapere di più
se, poi, ci si aggiungono considerazioni e speranze personali, tutto lievita fino a fare la MUFFA!

tipo le colonne d'ercole di qua e le colonne ercole di là... grrrrrrrrrrrrrrrrrrr

le colonne d'ercole sono lo stretto di gibilterra, che chiudevano e chiudono ancora, il mare mediterraneo che nei confronti del mare aperto di là è uno stagno



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 544 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 30/10/2020, 05:02
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org