Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 44 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1933
Iscritto il: 06/12/2008, 14:15
Località: Brighton
 Oggetto del messaggio: 2° sfinge
MessaggioInviato: 25/12/2008, 12:44 
Una ripresa satellitare dell'Esa, l'ente spaziale europeo, avrebbe consentito di individuare una «seconda Sfinge» in Egitto. A sostenerlo è lo studioso torinese Diego Baratono, per il quale, in base ai nuovi dati, ad Ovest dell'altopiano di El-Giza, «esiste una struttura sotto terra fino ad oggi sconosciuta».

Secondo Baratono, egittologo autodidatta e che da anni si occupa della ricerca della «seconda Sfinge», «la configurazione strutturale del complesso individuato, è esattamente distanziato dal centro della piramide di Chefren quanto la vasca dove si trova collocata la Sfinge nota, come previsto dalla mia teoria».
«È una struttura di forma trapezoidale regolare e i suoi lati misurano circa 50 metri per 55 metri circa», dice Baratono riferendosi al complesso che potrebbe essere una struttura tombale probabilmente integra: «Questo consentirebbe una lettura maggiormente precisa di una parte della cultura sviluppata dalla civiltà nilotica dell'Antico Regno», aggiunge lo studioso che ha basato la sua teoria sulla localizzazione della «seconda Sfinge» basandosi su «punti geometrici realmente esistenti sull'altipiano di El-Giza».

"In base alla scansione satellitare effettuata nei giorni scorsi sulla lunghezza d'onda dell'infrarosso, si può affermare con estrema certezza, che nella zona da me individuata ad Ovest dell'altopiano di el-Giza, esiste una struttura ipogea fino ad oggi sconosciuta. La configurazione strutturale del complesso individuato, esattamente distanziato dal centro della piramide di Chefren quanto lo scasso della Sfinge nota come previsto dalla mia teoria, è di forma trapezoidale regolare. I lati misurano circa 50 metri per 53/55 metri circa. L'orientamento dell'asse maggiore è rivolto ad Ovest - Sud Ovest con l'asse minore che corre parallelo alla conformazione orografica della parte terminale dell'altopiano in cui si trova la costruzione sotterranea . Il fabbricato, che potrebbe anche essere una struttura tombale, dal momento che non è mai stato individuato, dovrebbe essere totalmente integro nella sua sostanza: questo consentirebbe una lettura maggiormente precisa di una parte della cultura sviluppata dalla civiltà nilotica dell'Antico Regno. La sensazionale scoperta scientifica, è a conferma diretta dell'esattezza previsionale della mia teoria elaborata in base ai testi noti. La chiave di lettura dei testi è stata fornita, a sua volta, dalla straordinaria e fondamentale paleogeometria che ho ricostruito basandomi su punti geometrici realmente esistenti sull'altipiano di el-Giza. Le immagini dello straordinario complesso saranno fornite non appena possibile."



_________________
...the earth is an enclosed plane, centered at the North Pole and bounded along its outward edge by a wall of ice, with the sun, moon, planets, and stars only a few hundred miles above the surface of the earth.
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2523
Iscritto il: 03/12/2008, 21:10
Località: pordenone
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/12/2008, 14:01 
E' da tempo che sento parlare della possibilità che sia esistita una seconda sfinge, ma non ho ancora capito (forse per mia pigrizia nel cercare notizie) da dove nasca questa teoria. Conunque, considerato il famoso concetto di DUALISMO che era proprio degli egizi, non mi stupirebbe se la seconda sfinge venisse alla luce! [:)]


Ultima modifica di damomars il 30/12/2008, 14:01, modificato 1 volta in totale.


_________________
La storia è la menzogna comunemente accettata. (Voltaire)
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Mr. FIVE EUROMr. FIVE EURO

Non connesso


Messaggi: 2757
Iscritto il: 03/12/2008, 12:06
Località: Napoli
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/04/2009, 11:02 
http://sites.google.com/site/dresda99/m ... nda-sfinge

Immagine


Antoine Gigal ha portato al ritrovamento di prove storiche che mostrano che fino al secolo XI d.C. esisteva una seconda Sfinge sul plateau di Gizah, che in seguito è stata smantellata
Nel 1858, François Auguste Mariette fu incaricato dal duca di Luynes di verificare la dichiarazione di Plinio il Vecchio che la Sfinge era stata costruita, e non era monolitica. Aprì una trincea nei pressi della piramide di Khufu (IV Dinastia, 2589-2566 a.C.) e in un santuario di Iside (risalente al I secolo a.C.), dove trovò la cosiddetta "Stele dell'Inventario". La stele afferma che "durante il regno di Khufu, egli ordinò la costruzione di un monumento della lunghezza della Sfinge". Questo porterebbe logicamente a concludere che la Sfinge fosse già lì, e che la teoria usuale, cioè che la Sfinge sia contemporanea di Khefre (IV dinastia, 2520-2494 a.C.), non è corretta.
Non c'è da stupirsi quindi che la maggioranza degli egittologi provi ad attirare l'attenzione lontano dalla Stele dell'Inventario, perché pone troppi problemi. Alcuni preferiscono affermare che questa stele era un elenco di inventario del tempio di Iside e che, pertanto, dati solo alla XXVI Dinastia. Forse, ma Mariette, il suo scopritore, passò più di dieci anni di ricerca sull'altopiano di Gizeh, e finì per avere la convinzione che la stele fosse stata eretta da Khufu stesso.
Fu il capitano Giovanni Battista Caviglia che, nel 1816, pulì la Sfinge e i templi intorno ad essa dalla sabbia, e attribuì la costruzione della Sfinge a Khefre a causa della vicinanza della sua piramide alla sfinge. Tuttavia, non una sola iscrizione ha confermato questa connessione e la Sfinge non è nemmeno allineata con questa piramide.
Vi è anche un testo del faraone Amenhotep II (ca. 1448-1420 a.C.), in cui la Sfinge è menzionata come "più antica delle piramidi". Poi vi è la famosa Stele dei Sogni di Tuthmosis IV (XVIII Dinastia, 1420-1411 a.C.), in cui alcuni egittologi (troppo frettolosamente) credono di aver visto il nome di Khefre su un pezzo di iscrizione - oggi non più presente - sulla stele, tra le preghiere rivolte ad una divinità, anche se il nome non è, in realtà, in quella posizione, ma solo nel contorno di una sola sillaba, il che è lungi dal rendere conclusiva tale affermazione. Essi hanno inoltre inserito, nella traduzione, una seconda sillaba che non esiste sulla stele stessa!
Tuthmosis IV era solo un principe e, al momento, non un erede al trono. Dopo una battuta di caccia, si riposava all'ombra della testa della Sfinge, che era l'unica parte del monumento ancora al di sopra del terreno - poiché le strutture sottostanti erano tutte coperte dalla sabbia. Nel suo sonno, sognò che la Sfinge gli chiese di essere scoperta dalle sabbie. In cambio, la Sfinge promise di dargli forza e fortuna. Infatti, Tuthmosis decise di dar seguito al suo sogno e divenne subito dopo Faraone, così come molto ricco.
Tuttavia, ciò che è particolarmente interessante sulla Stele di Sogni di Tuthmosis IV è la rappresentazione della Sfinge. Ce ne sono due! Analogamente, si può vedere che due Sfingi siedono sulle costruzioni architettoniche, vale a dire un piccolo tempio con un cancello. L'usuale interpretazione degli egittologi è che questi templi sono semplicemente la rappresentazione di ciò che è presente nella parte anteriore e al sud della Sfinge. Tuttavia, una tale conclusione non dovrebbe soddisfare chiunque, poiché è ben noto che le regole della prospettiva per gli antichi Egizi erano molto severe, e nessun artista ufficiale si sarebbe permesso di allontanarsi dalla realtà di una tale misura.
Soprattutto, nella Stele dell'Inventario, vi è menzione di un fulmine che colpì il tetto di una seconda Sfinge, così come un sicomoro, un albero sacro in quei giorni, che fu bruciato dallo stesso fulmine. Il fulmine segnò l'inizio della fine di questa seconda Sfinge.
Secondo l'archeologo Michael Poe, che fa riferimento a frammenti di papiro del Medio Regno, la seconda Sfinge si trovava faccia a faccia con l'ancora esistente Sfinge. Essa era situata sull'altra sponda del Nilo, e fu distrutta da una violenta piena del fiume Nilo ca. 1000 d.C. La popolazione locale prese pietre dalla struttura per ricostruire i propri villaggi.
Questa tesi è confermata da altri testi, come quelli del grande studioso e geografo arabo Al-Idrisi (1099-1166 d.C.) nelle sue due enciclopedie geografiche (Kitab al Mamalk, Al-Mamsalik e Kitab al Jujori). Egli cita la presenza di due sfingi a Gizah, monumenti che descrive in maniera molto dettagliata: uno è in pessimo stato, lambito dalle acque del Nilo, e diverse sono le pietre mancanti.
Anche altri autori citano l'esistenza di due sfingi. Il famoso storico Musabbihi scrive di una "sfinge minore rispetto alle altre" (probabilmente perché l'altra era ormai molto rovinata a quel tempo), dall'altra parte del Nilo, fatta di mattoni e pietre (Annali di Rubi II, ca. 1024).
In totale, questi racconti presentano prove conclusive che, in origine, vi fossero due sfingi: una, la Sfinge che esiste ancora, una seconda Sfinge sul lato opposto del Nilo, fatta di mattoni, prima danneggiata e in tempi relativamente moderni, nell'XI secolo, usata come una cava, poi completamente smantellata.
Per quanto riguarda la localizzazione esatta della Seconda Sfinge, al momento, ci sono tre possibilità. Il lavoro è reso difficile soprattutto da fatto che la zona ha molti edifici moderni. Sappiamo solo che la Sfinge era dall'altra parte del Nilo, un fiume che era molto più ampio in quei giorni, soprattutto al momento delle inondazioni.
La domanda più importante, tuttavia, è questa: perché non si è più scritto nulla su questa seconda Sfinge? Cosa c'è da nascondere? Perché non ricordare la sua demolizione insieme con la rimozione del rivestimento esterno della Grande Piramide, che è stata ugualmente utilizzata dalla gente del Cairo, per le proprie case? Forse il motivo è più complesso, perché queste Sfingi nascondono un accesso a qualcosa che sta sotto l'altopiano di Gizah? Facciamo notare che nel X secolo d.C. il più grande cronista e storico arabo citò l'esistenza di porte che davano accesso a gallerie sotterranee sotto la Sfinge. Questa, tuttavia, è un'altra storia.



_________________
Arpiolide dal 2008
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10573
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/04/2009, 04:06 
Cita:
dresda99 ha scritto:



Antoine Gigal ha portato al ritrovamento di prove storiche che mostrano che fino al secolo XI d.C. esisteva una seconda Sfinge sul plateau di Gizah, che in seguito è stata smantellata

Nel 1858, François Auguste Mariette fu incaricato dal duca di Luynes di verificare la dichiarazione di Plinio il Vecchio che la Sfinge era stata costruita, e non era monolitica. Aprì una trincea nei pressi della piramide di Khufu (IV Dinastia, 2589-2566 a.C.) e in un santuario di Iside (risalente al I secolo a.C.), dove trovò la cosiddetta "Stele dell'Inventario".

La stele afferma che "durante il regno di Khufu, egli ordinò la costruzione di un monumento della lunghezza della Sfinge". Questo porterebbe logicamente a concludere che la Sfinge fosse già lì, e che la teoria usuale, cioè che la Sfinge sia contemporanea di Khefre (IV dinastia, 2520-2494 a.C.), non è corretta.



Ecco un' ennesima riprova delle pure menzogne degli archeologi e in particolare degli egittologi.... soprattutto quando si parla di sfinge.


Cita:
dresda99 ha scritto:



Non c'è da stupirsi quindi che la maggioranza degli egittologi provi ad attirare l'attenzione lontano dalla Stele dell'Inventario, perché pone troppi problemi.

Alcuni preferiscono affermare che questa stele era un elenco di inventario del tempio di Iside e che, pertanto, dati solo alla XXVI Dinastia. Forse, ma Mariette, il suo scopritore, passò più di dieci anni di ricerca sull'altopiano di Gizeh, e finì per avere la convinzione che la stele fosse stata eretta da Khufu stesso.



Qui si cade nel ridicolo, come succede spesso agli archeologi tradizionalisti: se la stessa stele cita il faraone Khufu, è ovvio che costui doveva già esistere..... mi chiedo come si faccia a negare una tale ovvietà.


Cita:
dresda99 ha scritto:


Fu il capitano Giovanni Battista Caviglia che, nel 1816, pulì la Sfinge e i templi intorno ad essa dalla sabbia, e attribuì la costruzione della Sfinge a Khefre a causa della vicinanza della sua piramide alla sfinge. Tuttavia, non una sola iscrizione ha confermato questa connessione e la Sfinge non è nemmeno allineata con questa piramide.



Alla faccia del criterio scientifico dell' archeologia.... siccome un oggetto è vicino a un altro, devono essere contemporanei.... per cui la moderna ruota panoramica di Londra e Buckingam Palace dovrebbero essere gemelli.... e questi sono gli "scienziati" di cui dobbiamo studiare le teorie.

Ma va a....


Cita:
dresda99 ha scritto:


Vi è anche un testo del faraone Amenhotep II (ca. 1448-1420 a.C.), in cui la Sfinge è menzionata come "più antica delle piramidi".



Altro riscontro documentale della teoria non tradizionale sulla sfinge. Documenti storici, non sciocchezze moderne.


Cita:
dresda99 ha scritto:


Poi vi è la famosa Stele dei Sogni di Tuthmosis IV (XVIII Dinastia, 1420-1411 a.C.), in cui alcuni egittologi (troppo frettolosamente) credono di aver visto il nome di Khefre su un pezzo di iscrizione - oggi non più presente - sulla stele, tra le preghiere rivolte ad una divinità, anche se il nome non è, in realtà, in quella posizione, ma solo nel contorno di una sola sillaba, il che è lungi dal rendere conclusiva tale affermazione.



Dal ridicolo sono passati alle analisi superficiali.... andiamo bene.

Sono malizioso a chiedere che fine ha fatto quel pezzo di stele con l' iscrizione, con cui avremmo potuto verificare scientificamente?

Come con la stele B di Copàn, grava sugli studiosi la pesante ombra della vandalizzazione chirurgica di un reperto "scomodo".


Cita:
dresda99 ha scritto:


Essi hanno inoltre inserito, nella traduzione, una seconda sillaba che non esiste sulla stele stessa!



E Dio sa quanto una sillaba possa cambiare il significato di un testo in geroglifico; ora che c' è anche la manipolazione, l' intervento di falso nella traduzione, direi che si meriterebbero che qualcuno li cacciasse a calci dalle loro poltrone sulle cattedre e li mandasse a zappare la terra.

Maledetti.


Cita:
dresda99 ha scritto:


Tuthmosis IV era solo un principe e, al momento, non un erede al trono. Dopo una battuta di caccia, si riposava all'ombra della testa della Sfinge, che era l'unica parte del monumento ancora al di sopra del terreno - poiché le strutture sottostanti erano tutte coperte dalla sabbia.
Nel suo sonno, sognò che la Sfinge gli chiese di essere scoperta dalle sabbie. In cambio, la Sfinge promise di dargli forza e fortuna.
Infatti, Tuthmosis decise di dar seguito al suo sogno e divenne subito dopo Faraone, così come molto ricco.

Tuttavia, ciò che è particolarmente interessante sulla Stele di Sogni di Tuthmosis IV è la rappresentazione della Sfinge. Ce ne sono due! Analogamente, si può vedere che due Sfingi siedono sulle costruzioni architettoniche, vale a dire un piccolo tempio con un cancello.



Più chiaro di così.....


Cita:
dresda99 ha scritto:


L'usuale interpretazione degli egittologi è che questi templi sono semplicemente la rappresentazione di ciò che è presente nella parte anteriore e al sud della Sfinge. Tuttavia, una tale conclusione non dovrebbe soddisfare chiunque, poiché è ben noto che le regole della prospettiva per gli antichi Egizi erano molto severe, e nessun artista ufficiale si sarebbe permesso di allontanarsi dalla realtà di una tale misura.

Soprattutto, nella Stele dell'Inventario, vi è menzione di un fulmine che colpì il tetto di una seconda Sfinge, così come un sicomoro, un albero sacro in quei giorni, che fu bruciato dallo stesso fulmine. Il fulmine segnò l'inizio della fine di questa seconda Sfinge.

Secondo l'archeologo Michael Poe, che fa riferimento a frammenti di papiro del Medio Regno, la seconda Sfinge si trovava faccia a faccia con l'ancora esistente Sfinge. Essa era situata sull'altra sponda del Nilo, e fu distrutta da una violenta piena del fiume Nilo ca. 1000 d.C. La popolazione locale prese pietre dalla struttura per ricostruire i propri villaggi.



E qui neppure la fantasia degli archeologi è riuscita a inventarsi una balla adatta: il papiro parla chiaro: c' era un' altra sfinge di fronte alla prima.....


Cita:
dresda99 ha scritto:


Questa tesi è confermata da altri testi, come quelli del grande studioso e geografo arabo Al-Idrisi (1099-1166 d.C.) nelle sue due enciclopedie geografiche (Kitab al Mamalk, Al-Mamsalik e Kitab al Jujori). Egli cita la presenza di due sfingi a Gizah, monumenti che descrive in maniera molto dettagliata: uno è in pessimo stato, lambito dalle acque del Nilo, e diverse sono le pietre mancanti.

Anche altri autori citano l'esistenza di due sfingi. Il famoso storico Musabbihi scrive di una "sfinge minore rispetto alle altre" (probabilmente perché l'altra era ormai molto rovinata a quel tempo), dall'altra parte del Nilo, fatta di mattoni e pietre (Annali di Rubi II, ca. 1024).


In totale, questi racconti presentano prove conclusive che, in origine, vi fossero due sfingi: una, la Sfinge che esiste ancora, una seconda Sfinge sul lato opposto del Nilo, fatta di mattoni, prima danneggiata e in tempi relativamente moderni, nell'XI secolo, usata come una cava, poi completamente smantellata.



Documenti storici: così si fa la seria ricerca archeologica. Lo insegnano alle elementari.


Cita:
dresda99 ha scritto:


Per quanto riguarda la localizzazione esatta della Seconda Sfinge, al momento, ci sono tre possibilità. Il lavoro è reso difficile soprattutto da fatto che la zona ha molti edifici moderni. Sappiamo solo che la Sfinge era dall'altra parte del Nilo, un fiume che era molto più ampio in quei giorni, soprattutto al momento delle inondazioni.


La domanda più importante, tuttavia, è questa: perché non si è più scritto nulla su questa seconda Sfinge? Cosa c'è da nascondere?

Perché non ricordare la sua demolizione insieme con la rimozione del rivestimento esterno della Grande Piramide, che è stata ugualmente utilizzata dalla gente del Cairo, per le proprie case? Forse il motivo è più complesso, perché queste Sfingi nascondono un accesso a qualcosa che sta sotto l'altopiano di Gizah? Facciamo notare che nel X secolo d.C. il più grande cronista e storico arabo citò l'esistenza di porte che davano accesso a gallerie sotterranee sotto la Sfinge. Questa, tuttavia, è un'altra storia.



L' hai detto. Ho sempre pensato che sia quella la chiave del mistero.

Scusa se mi sono limitato a commentare il tuo intervento, ma non sapevo cos' altro avrei potuto aggiungere a quello che hai detto. Prendilo come un complimento. [;)]

Aztlan



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2523
Iscritto il: 03/12/2008, 21:10
Località: pordenone
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/04/2009, 20:43 
Che la sfinge sia la CHIAVE di qualche cosa o di qualche luogo, questo è palese........................! [;)]



_________________
La storia è la menzogna comunemente accettata. (Voltaire)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10573
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/04/2009, 23:45 
Cita:
damomars ha scritto:


Che la sfinge sia la CHIAVE di qualche cosa o di qualche luogo, questo è palese........................! [;)]



Quoto, caro damomars, mi trovi perfettamente d' accordo.

Io sono tra i sostenitori della tesi che sotto la Sfinge - quella già nota - vi sia una camera segreta. Affermo ciò semplicemente perchè è stato provato che tale camera è presente grazie ad una scansione della zona (non uno scavo, una scansione); utilizzando particolari strumenti è stata individuata una struttura sotterranea, ai piedi della Sfinge se ricordo bene, comunque presso di essa.

Naturalmente vi fu chi propose subito di compiere degli scavi, ma i permessi vennero "ovviamente" negati, e da allora di quell' esame non se ne sente più parlare..... se trovo qualcosa lo posto.


Aztlan



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2523
Iscritto il: 03/12/2008, 21:10
Località: pordenone
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/04/2009, 22:12 
E chissà il perchè furono negati.................................!? [;)] [:(!]



_________________
La storia è la menzogna comunemente accettata. (Voltaire)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1933
Iscritto il: 06/12/2008, 14:15
Località: Brighton
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/04/2009, 18:43 
la mia sensazione è che gli scavi sono stati fatti a nostra insaputa..e questo fa piu rabbia.

Cmq il ragionamento è semplice:

se trovassi 100 mila euro lo diresti a tutti?

e se gli indizi dicono che nel tuo giardino c'è l'oro autorizzeresti me x scavare il terreno? ovviamente no, faresti tutto da solo e di nascosto.



_________________
...the earth is an enclosed plane, centered at the North Pole and bounded along its outward edge by a wall of ice, with the sun, moon, planets, and stars only a few hundred miles above the surface of the earth.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/04/2009, 19:26 
La fregatura, per i "luminari", è che dovrebbero riscrivere molte cose della Storia e questo non lo ammettono! [:D]


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2523
Iscritto il: 03/12/2008, 21:10
Località: pordenone
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/04/2009, 20:18 
Cita:
Ufologo 555 ha scritto:

La fregatura, per i "luminari", è che dovrebbero riscrivere molte cose della Storia e questo non lo ammettono! [:D]
La chiave della matassa è proprio questa!!!!!!!!!!!!! Comunque penso anch'io che gli scavi siano stati fatti a nostra insaputa. [:(!]



_________________
La storia è la menzogna comunemente accettata. (Voltaire)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10573
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 29/04/2009, 17:29 
Cita:
damomars ha scritto:

Cita:
Ufologo 555 ha scritto:

La fregatura, per i "luminari", è che dovrebbero riscrivere molte cose della Storia e questo non lo ammettono! [:D]
La chiave della matassa è proprio questa!!!!!!!!!!!!! Comunque penso anch'io che gli scavi siano stati fatti a nostra insaputa. [:(!]



Quoto, quoto.... ma fare degli scavi di nascosto sotto la Sfinge non dev' essere facile.... insomma è come se qualcuno cercasse un tesoro sotto la Torre Eiffel, tutto il mondo se ne accorgerebbe comunque.

Chi non noterebbe un buco letteralmente sotto il naso della Sfinge??

Aztlan



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2523
Iscritto il: 03/12/2008, 21:10
Località: pordenone
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/05/2009, 11:58 
Cita:
Aztlan ha scritto:

Cita:
damomars ha scritto:

Cita:
Ufologo 555 ha scritto:

La fregatura, per i "luminari", è che dovrebbero riscrivere molte cose della Storia e questo non lo ammettono! [:D]
La chiave della matassa è proprio questa!!!!!!!!!!!!! Comunque penso anch'io che gli scavi siano stati fatti a nostra insaputa. [:(!]



Quoto, quoto.... ma fare degli scavi di nascosto sotto la Sfinge non dev' essere facile.... insomma è come se qualcuno cercasse un tesoro sotto la Torre Eiffel, tutto il mondo se ne accorgerebbe comunque.

Chi non noterebbe un buco letteralmente sotto il naso della Sfinge??

Aztlan


Magari non sono stati fatti degli "scavi" fisici, ma ben sì delle visioni ad infrarosso o chissà quale altra tecnologia (magari di derivazione militare) che noi ancora non conosciamo! E se così è, vorrebbe dire che il "tesoro" è ancora al suo posto in attesa di essere prelevato! [;)]



_________________
La storia è la menzogna comunemente accettata. (Voltaire)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10573
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/05/2009, 23:05 
Ottima osservazione, damomars!!



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1954
Iscritto il: 06/12/2008, 20:09
Località: Sul mare
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/05/2009, 23:40 
cercando nel web:

Immagine


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10573
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/05/2009, 00:16 
MA..... hanno fatto un' autostrada davanti alle piramidi???

Chi è il criminale che ha firmato il permesso per i lavori???



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 44 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 14/10/2019, 09:44
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org