Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4661
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Milo Manara
MessaggioInviato: 26/05/2017, 14:43 
Dal 26 Maggio 2017 al 09 Luglio 2017

MACROMANARA. Tutto ricominciò con un’estate romana


Immagine


¯
Roma

Luogo: MACRO Testaccio - La Pelanda

Enti promotori:

Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Sito ufficiale: http://www.museomacro.org

Comunicato Stampa:
Il Maestro dell’eros Milo Manara in mostra a Roma dal 26 maggio al 9 luglio 2017 con «MACROMANARA - Tutto ricominciò con un’estate romana» che ripercorrerà l’intera carriera del fumettista veronese attraverso due percorsi principali:
da una parte una ricca proposta antologica, attraverso la quale si tracceranno tutte le grandi opere degli anni ’70, ’80 e ’90, dalle straordinarie tavole di Giuseppe Bergman a quel Tutto ricomincio con un’estate indiana che lo vide lavorare in coppia con l'amico Hugo Pratt, con il quale - successivamente - realizzò anche El Gaucho. E ancora Lo Scimmiotto, Gulliveriana, le storie del Gioco, di Miele e molto altro!

Dall’altra, la produzione più contemporanea (completa delle commission estere per Stati Uniti e Francia) e il suo rapporto con Roma e il cinema: dalla Cinecittà di Federico Fellini fino ai Borgia e Caravaggio, con una serie di illustrazioni dedicate alle grandi dive cinematografiche che saranno esposte per la prima volta e andranno a comporre un portfolio inedito che Comicon Edizioni presenterà in anteprima all’ARF! Festival.

"Dalla morte di Hugo Pratt, il mio migliore amico è Tanino Liberatore, il Michelangelo del fumetto, il fratello eterozigote di Andrea Pazienza, ma davvero frequento pochissime persone. Qualche volta vado in giro per festival, e ci vado soprattutto per rivedere i vecchi amici. Hugo Pratt coltivava la sua libertà interiore a un livello così alto da esserne persino danneggiato. Fu un padre assente, ha lasciato dei vuoti. Ma mi insegnò ad essere LIBERO nel mio lavoro"
Milo Manara


MILO MANARA nasce a Luson in provincia di Bolzano il 12 settembre 1945. Debutta alla fine degli anni ’60 come autore di storie erotico-poliziesche sulla collana Genius e subito dopo in Jolanda de Almaviva, serie sexy di grande successo. Negli anni ’70 avvia la collaborazione con il Corriere dei Ragazzi, con una serie di fumetti sceneggiati da Mino Milani, La parola alla Giuria. Nello stesso periodo, sui testi di Alfredo Castelli e Mario Gomboli, realizza Un fascio di bombe. Subito dopo, assieme a Silverio Pisu, Manara da’ vita a Lo scimmiotto e Alessio, il borghese rivoluzionario, che segnano il suo debutto nel fumetto d’autore.

Nel 1978 crea il suo primo personaggio di successo, pubblicato in prima battuta in Francia dalla rivista “A Suivre”: HP e Giuseppe Bergman, dove HP è un chiaro riferimento al suo maestro e mentore Hugo Pratt. Nei primo anni ’80 crea Il Gioco, storia ad alta densità erotica che gli da’ un successo a livello mondiale. Di questo periodo è anche il primo di due lavori su testi di Pratt: Tutto ricominciò con un’estate indiana, seguita anni dopo da El Gaucho. Su sceneggiatura di Castelli, Manara disegna poi L’Uomo delle nevi per la celebre collana “Un Uomo, un’avventura”. Subito dopo crea Miele, forse il suo personaggio femminile più famoso, protagonista dei volumi Il profumo dell’invisibile e di sei storie brevi intitolate Candid Camera.

Nel 1987 inizia la collaborazione con Federico Fellini, il quale gli chiede le illustrazioni di una sceneggiatura. Da qui Manara, con il consenso del regista, trasforma il testo di Fellini in Viaggio a Tulum, seguito da Il viaggio di G. Mastorna detto Fernet. Fanno seguito le trasposizione a fumetti di tre classici della letteratura: Gulliveriana, Kamasutra e L’asino d’oro. Disegna inoltre tre storie di carattere sociale: Ballata in Si bemolle (dedicata al tema dell’usura), Rivoluzione (sull’imbarbarimento generato dalla televisione) e Tre ragazze nella rete (ispirata al mondo di internet). Il decennio si chiude con il ritorno di Giuseppe Bergman con A riveder le stelle.

Nel 2009 la Marvel Comics gli commissiona - in coppia con Chris Claremont - una storia degli X-Men tutta al femminile (Ragazze in fuga) che non è il suo unica excursus nei comics americani, considerando la sua importante collaborazione sul Sandman di Neil Gaiman. Su sceneggiatura di Vincenzo Cerami pubblica Gli occhi di Pandora. Dall’inizio degli anni Duemila, Manara lavora al progetto Il pittore e la modella, un viaggio nella storia dell’arte pittorica. Su testi di Alejandro Jodorowsky disegna poi un fumetto sulla casata de i Borgia. Nel 2008 sigla un accedo con il Napoli Comicon per la cura e la gestione di tutte le sue mostre in Italia e all’estero e pubblica per Panini il primo volume di Caravaggio.

Nel 2015 è nominato, per l’insieme della sua Opera, Magister di Napoli COMICON, dove presenta il primo di due volumi della storia del Caravaggio, per Panini Comics. Nel giugno 2016 realizza 25 acquerelli con protagonista Brigitte Bardot, primo autore a ritrarre l’attrice francese negli ultimi 20 anni, e attualmente è al lavoro sui bozzetti per una statua dell’iconica attrice francese, che sarà installata a Saint Tropez a settembre 2017.
_



Fonte




Wikipedia... a proposito di Milo Manara



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

No one
Can
Eat
Money
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4661
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Milo Manara
MessaggioInviato: 20/08/2017, 16:21 
Bologna, in mostra l’arte di Milo Manara: "Anche l’eros è cultura"
La personale in città dal 22 settembre a Palazzo Pallavicini: 130 opere con sorprese


Bologna, Palazzo Pallavicini riapre in settembre. Le foto

Immagine


¯
Bologna, 18 agosto 2017 - Doppia grande inaugurazione, a Bologna, il 22 settembre. Si aprirà al pubblico Palazzo Pallavicini, al numero 24 di via San Felice: una dimora nobile costruita a fine Cinquecento dalla famiglia Isolani, passata poi di mano in mano, sempre aristocratiche, sino a essere acquistata, nel 1773, dal maresciallo Gian Luca Pallavicini, ministro dell’Impero asburgico - fu anche viceré di Milano -, che ne fece una sua corte personale: vi ospitò lo stesso Giuseppe II.

Ora Chiara Campagnoli, fondatrice della società Pallavicini, e i galleristi Deborah Petroni e Rubens Fogacci intendono infondere al palazzo una nuova vita d’arte. E hanno scelto come apripista un maestro dell’arte contemporanea, quella per tutti, non le fumisterie intellettualistiche: Milo Manara, 71 anni, l’autore di innumerevoli capolavori a fumetti. Dalla saga di “Giuseppe Bergman” a “Il gioco”, dalle avventure di “Miele” a “Tutto ricominciò con un’estate indiana” a “I Borgia”.


Milo Manara, la piú ricca mostra mai allestita su di lei?
"Sí, insieme a quella di qualche anno fa a Siena, a Santa Maria della Pietà".
Allo stesso tempo cronologica e tematica?
"Claudio Curcio, il curatore, ha scelto centotrenta mie opere e le organizzerà in sette sezioni".


Fumetto e illustrazione, cinema e pubblicità. E inediti?
"Anche. In questa mia antologica appariranno le tavole originali del mio secondo volume su Caravaggio, che uscirà in libreria la prossima primavera".
E rarità come “Un fascio di bombe”...
"Già. Che fatica recuperare certi vecchi lavori dai collezionisti... “Un fascio di bombe” risale ai primi anni Settanta. Sui testi di Mario Gomboli e Alfredo Castelli era il racconto disegnato degli anni della strategia della tensione, dalla strage di piazza Fontana e le bombe all’Altare della Patria all’attentato sull’Italicus, da Pinelli ai morti bresciani di piazza della Loggia. Un periodo buio, fra sangue e depistaggi. Quel lavoro mi fu commissionato dal Psi prima di Craxi. Fu distribuito in 300-400 mila copie".


Sarà una sorpresa per molti, per i tanti che la considerano un maestro dell’erotismo. Una definizione che le va stretta?
"Per niente, anzi, mi va larga. Grazie a chi mi considera un maestro, non fosse altro per l’età...Ma l’erotismo è un campo così sterminato... Proprio questa mattina ho ricevuto un invito a partecipare a un festival dell’erotismo a Quito, in Ecuador. Io mi sono limitato al disegno erotico".
Lei ha collaborato con tanti grandi: Pratt, Fellini, Jodorowsky. Con chi si è trovato piú a suo agio?
"Con Pratt, senza dubbio. C’era una tale complicità, un tale rispetto... Non mi ha mai chiesto di vedere un disegno in anticipo. Se lo faceva, era per curiosità, non per controllo: anche perché si lavorava ancora con i fax! Con Hugo ero il regista delle nostre storie".
E con Fellini?
"Beh, lí il regista era lui. Io, solo un esecutore. Mi mandava già lo “story board”, io disegnavo, lui, molto gentile, correggeva, io mettevo in bella. Però è stata una grandissima scuola. E in mostra una sezione sarà riservata a FederIco".
Jodorowsky?
"I nostri Borgia non sono i Borgia della storia, sono i suoi Borgia".
Manara, sempre dell’idea che oggi il fumetto è democraticomentre l’arte è aristocratica?
"L’arte, in particolare quella visiva, ha perso da tempo la sua antica funzione sociale, il contatto con il popolo. Tutta Roma la si è vista ai funerali di Fellini. Muore un artista? Quindici secondi in un Tg".
Però lei ha cercato di colmare il gap: per esempio con “Il pittore e la modella”.
"Nel ’68 pensavo che tutto fosse politica. Invece tutto è cultura".
_


Immagine


Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

No one
Can
Eat
Money
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 07/02/2023, 12:04
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org