Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 159 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 7, 8, 9, 10, 11
Autore Messaggio

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 837
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: RELIGIONI NEL MONDO
MessaggioInviato: 27/02/2022, 15:35 
P.D. Ouspensky, allievo di Gurdjieff ,autore della Quarta via.
Un uomo alla ricerca di "verità" che potesse illuminare i tanti, perchè?
"Verità" che scopre nell'insegnamento di Gurdjieff,divenendo convinto sostenitore.
Di Gurdjieff e il suo insegnamento sul forum ci sono numerosi thread, per chi fosse
interessato basta cercare.
Quello che vorrei evidenziare è l'ultimo periodo della vita di Ouspensky,
tragico e incomprensibile.
Premessa: ci sono 2 "leggi" fondamentali nell'insegnamento di Gurdjieff
che regolano la vita e l'uomo in questa realtà, la legge del Tre, e del Sette o Ottava,
quest'ultima legge dice che ogni processo di cambiamento, decisioni,
sono "regolamentate", non seguono una "via lineare" dove tutto "fila liscio" ,
ma sono soggette ad "interferenze", e che la maggior parte delle volte
portano il soggetto a ritornare sulla "griglia di partenza" o addirittura
di giungere a conclusioni diametralmente opposte a quanto prefissato.

Ouspensky dopo il dissidio con Gurdjieff, fondò due scuole,
una a Londra e una a New York per dispensare il suo sapere,
ma si trovò in una strana posizione, espose gli insegnamenti di Gurdjieff
ma rifiutò di avere qualcosa in comune con lui.
Non ci sono risposte che chiariscano questa ambiguità,
enfatizzava il sapere del maestro ma disconosceva l'uomo Gurdjieff

In una delle sue ultime conferenze, a pochi giorni dalla morte,
un suo allievo chiese chiarimenti sulla Scuola, e sul "Lavoro",
Ouspensky perse la pazienza e dichiarò che non esisteva alcun "Lavoro",
che il linguaggio che aveva usato per decenni non aveva senso,
né la Scuola né il Lavoro esistono e che l'unico modo consiste
nel guardare dentro se stessi e decidere cosa si vuole veramente.
Incredulità e sbigottimento, queste le reazioni degli allievi alle parole
di Ouspensky, rinnegava ciò che aveva professato per quasi 30 anni.
È impossibile dire con certezza come o perché ciò sia accaduto,
furono i dubbi mai sopiti che compromisero le sue convinzioni? O il
suo corpo indebolito dalla malattia? O la sua "passione" per l'alcol?
Probabilmente un mix di tutte e tre le ipotesi, questa conclusione
avvalora la legge dell'ottava, mancò di “shock addizionale“?
Parafrasando Marie Louise von Franz:
Cita:
Poco prima della morte
in una coscienza debole irrompe l'inconscio
con tutto ciò che non è stato
"lavorato" e prende sopravvento


Quando compiamo una scelta, o prendiamo "decisioni irrevocabili"
nello stesso istante "nasce" dentro di noi una "forza" che si oppone,
e per quanto la scelta fatta o la "strada intrapresa" sia congeniale,
dovremo, prima o poi, confrontarci con questa "forza"



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 837
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: RELIGIONI NEL MONDO
MessaggioInviato: 15/03/2022, 16:54 
Maura Gancitano in questo video sintetizza ed espone "l'insegnamento di Gurdjieff",
finalmente qualcuno che spiega in modo "umano" la legge dell'ottava.
Guarda su youtube.com



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 837
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: RELIGIONI NEL MONDO
MessaggioInviato: 12/05/2022, 17:09 
Cita:
..In particolare vorrei evidenziare che le idee ed i principi più importanti del sistema non sono miei.
Questa è la cosa più importante che li rende preziosi, perché se appartenessero a me, sarebbero come tutte le altre teorie
create da menti ordinarie , darebbero solo una visione soggettiva delle cose ... Ouspensky

Uno dei pilastri del sapere di Gurdjieff è il "Ricordo di Se",
Ouspensky cercò di trovare un metodo che mettesse in atto questa istruzione,
cioè, fermare i pensieri e controllare l'attenzione.
Concluse che nel ricordo di sé l'attenzione deve essere divisa:
Cita:
Quando osservo qualcosa, la mia attenzione è diretta verso ciò che osservo
Quando allo stesso tempo cerco di ricordare me stesso, la mia attenzione
è diretta sia verso l'oggetto osservato che verso me stesso. Ouspensky

Ma in questo modo diventa difficile prestare la massima attenzione a due oggetti contemporaneamente
Francis Roles, allievo di Ouspensky, perfezionò questa tecnica:
Cita:
Se proviamo a ricordare noi stessi, stiamo concettualizzando noi stessi come un oggetto di esperienza e
stiamo cercando di trovare quell'oggetto. Quel "cercare di ricordare" implica che la mente presti attenzione a questo oggetto concettualizzato e cerchi di trovarlo.
Il Sé è la fonte dell'attenzione e non l'oggetto di attenzione. Per conoscere noi stessi come siamo veramente,
la mente ha solo bisogno di distogliere il focus della sua attenzione dagli oggetti che sembra conoscere e permettere
all'attenzione di "rilassarsi" e ricadere o rifluire nella sua fonte. Francis Roles

https://www.studysociety.org/dr-roles/



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 837
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: RELIGIONI NEL MONDO
MessaggioInviato: 20/05/2022, 16:29 
Anche i Gesuiti nei loro esercizi spirituali
usano dei metodi per ricordare se stessi,
che chiamano in altro modo.
Fanno una sorta di ricapitolazione:
Cita:
Al mattino, appena alzati, si deve fare il proposito di evitare con
impegno quel peccato particolare o quel difetto da cui ci si vuole correggere ed
emendare. Dopo il pranzo si chiede a Dio nostro Signore quello che si vuole,
cioè la grazia di ricordare quante volte si è caduti in quel peccato particolare o in quel
difetto, e la grazia di emendarsene per l'avvenire.
Si fa poi il primo esame, chiedendo
conto alla propria coscienza di quel punto particolare dal quale ci si vuole correggere
ed emendare, passando in rassegna ora per ora, o periodo per periodo, da quando ci si
è alzati fino al momento di questo esame.
Dopo la cena si fa il secondo esame allo stesso modo,
di ora in ora, a partire dal primo esame fino a questo secondo.

Usano anche la tecnica che Jung chiamò Immaginazione Attiva:
Cita:
..La composizione consisterà nel vedere con
l'immaginazione il luogo materiale dove si trova quello che voglio contemplare: per
luogo materiale si intende, ad esempio, il tempio o un monte dove si trova Gesù Cristo
o nostra Signora, secondo quello che voglio contemplare.
Il secondo preludio consiste nel domandare a Dio nostro Signore quello che voglio
e desidero Immaginando Cristo nostro Signore davanti a me e posto in croce, farò
un colloquio Il colloquio deve essere spontaneo, come quando un amico parla all'amico, o un
servitore parla al suo padrone, ora chiedendo un favore, ora accusandosi di una colpa,
ora manifestando un suo problema e chiedendo consiglio

Usano anche la via del "fachiro" vedi Gurdjeff:
Cita:
Il modo migliore e più sicuro di fare penitenza sembra questo: che il
dolore si senta all'esterno e non penetri all'interno, così da procurare sofferenza ma non
infermità. Perciò sembra più opportuno flagellarsi con cordicelle sottili che fanno male
all'esterno, piuttosto che in un altro modo che possa causare all'interno una seria
infermità.Le penitenze esteriori si fanno soprattutto per tre scopi: il primo, per
riparare i peccati commessi; il secondo, per vincere se stesso, affinchè l'istinto
obbedisca alla ragione, e le facoltà sensitive siano sottomesse a quelle spirituali, il
terzo, per cercare e ottenere qualche grazia o dono che si vuole e si desidera: per
esempio, se uno desidera ottenere un'intima contrizione dei propri peccati

https://gesuiti.it/wp-content/uploads/2017/06/Esercizi-Spirituali-testo.pdf



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 837
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: RELIGIONI NEL MONDO
MessaggioInviato: 03/06/2022, 11:34 
Ouspensky, fu sempre affascinato dalla teoria
dell Eterno Ritorno, fino a diventare un'ossessione negli ultimi anni
della sua vita. Queste le sue conclusioni:

Esiste un "prima" e un "dopo" per "un'anima"?
Cita:
Il segreto dell'esistenza prima della nascita e dopo la morte, se esiste una tale esistenza, è il segreto del tempo. E il tempo mantiene
i suoi segreti meglio di quanto la maggior parte delle persone pensi. Per avvicinarsi ai misteri del tempo, bisogna prima capire il tempo stesso.
Il tempo nel senso della relazione "prima", "ora" e "dopo" è un prodotto della nostra vita, del nostro essere, delle nostre percezioni e,
soprattutto, del nostro pensiero. Al di fuori della percezione ordinaria, il rapporto di tutte e tre le fasi del tempo può cambiare. Ouspensky

Come conciliare le tante teorie su una "vita futura"?
Cita:
Tutte le teorie su una vita futura, un aldilà, reincarnazioni, ecc. Contengono un errore evidente, tutti si basano
sulla comprensione ordinaria del tempo, cioè sull'idea che il domani esisterà anche dopo la morte. In effetti,
è proprio questa la differenza tra la vita e la morte. Un uomo muore perché il suo tempo è finito. Non c'è domani
dopo la morte anche se tutte le solite idee sulla "vita futura" vengono da questo "domani". Come può esserci una
vita futura se si scopre improvvisamente che non c'è futuro, né domani, né tempo, né dopo? Spiritualisti, teosofi,
teologi e altri che sanno tutto sul futuro e sulla vita futura si troveranno in una posizione molto strana quando
si renderanno conto che non c'è un "dopo".Ouspensky

Reincarnazione e Teosofia
Cita:
L'origine stessa dell'idea di reincarnazione, come esposta dalla teosofia moderna, è piuttosto discutibile. Fu presa in prestito dai teosofi
quasi immutata dal culto di Krishna, una religione di origine vedica,. Ma il culto di Krishna non contiene affatto
il "principio democratico" dell'universale ed eguale possibilità di reincarnazione, che è caratteristico della teosofia moderna.
Nel vero culto di Krishna si reincarnano solo gli eroi, i capi e gli insegnanti dell'umanità. Le reincarnazioni per le masse, per la folla,
per le "famiglie" assumono forme molto più indefinite. Ouspensky

Eterno Ritorno
Cita:
L'idea dell'eterno ritorno delle cose e dei fenomeni, l'idea dell'eterna ripetizione è associata nel pensiero europeo
a Pitagora e con vaghe indicazioni della periodicità dell'universo, note dalla filosofia e dalla cosmogonia indiana. Ouspensky



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 837
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: RELIGIONI NEL MONDO
MessaggioInviato: 05/06/2022, 14:26 
Che significa Eterno Ritorno?
Cita:
Significa che se una persona è nata nel 1877 e morta nel 1912, dopo la morte si ritroverà di nuovo nel 1877 e dovrà vivere di nuovo la stessa vita.
Quando muore e completa il ciclo della sua vita, entrerà nella stessa vita dall'altra parte. Nascerà di nuovo nella stessa città, nella stessa strada,
dagli stessi genitori, nello stesso anno, nello stesso giorno. Avrà gli stessi fratelli e sorelle, le stesse zie e gli stessi zii, gli stessi giocattoli,
gli stessi gattini, gli stessi amici, le stesse donne. Farà gli stessi errori, riderà e piangerà, si rallegrerà e soffrirà allo stesso modo. E quando verrà
il momento, morirà esattamente nello stesso modo in cui è morto prima. E ancora, al momento della sua morte, tutto sarà esattamente uguale, come
se le lancette di tutti gli orologi fossero state riportate alle ore 7 e 35 minuti del 2 settembre 1877; da quel momento riprenderanno il loro normale movimento.
Ouspensky

Quindi i dejavu fanno parte dell'eterno ritorno?
Cita:
Tutti conoscono la sensazione speciale (o la sua descrizione) che le persone a volte provano, specialmente durante l'infanzia, la sensazione che "questo è già accaduto prima",
nell'infanzia è vivida e frequente, scompare negli adulti. In alcuni casi questi fenomeni, che ricordano una sorta di previsione di persone, cose,
luoghi ed eventi, possono essere verificati e confermati. Ouspensky

Tutto ciò è inevitabile?
Cita:
Consideriamo innanzitutto quel tipo di vita in cui la ripetizione assoluta è inevitabile.
Nella vita di queste persone non c'è un solo nuovo evento. Ma è proprio questa immutabilità della ripetizione che fa nascere in loro una vaga
consapevolezza dell'inevitabilità di ciò che sta accadendo, la fede nel destino, il fatalismo, e a volte una sorta di saggezza e calma, che in
alcune circostanze si trasformano in un ironico rifiuto, ottenere qualcosa, lottare per qualcosa.Ouspensky

Non c'è via d'uscita?
Cita:
Ci sono persone la cui vita contiene una linea ascendente interna, che gradualmente le porta fuori dal cerchio dell'eterna ripetizione
e permette loro di passare a un altro piano dell'essere.
L'uomo è in realtà un essere unidimensionale in relazione al "tempo". Ciò significa che lasciando questa
linea del Tempo, cioè morendo, una persona non cade immediatamente nello stato di Brahma
Per raggiungere l'unione con Brahma, la goccia deve tornare alla fonte. Ma come può una goccia tornare alla sorgente del fiume?
Ovviamente, solo muovendosi contro il corso del fiume, contro il flusso del tempo. Il "fiume" scorre nella direzione del tempo.
Il ritorno alla fonte deve essere un movimento all'indietro, un movimento non nel futuro, ma nel passato. Ouspensky



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 837
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: RELIGIONI NEL MONDO
MessaggioInviato: 11/06/2022, 12:22 
Si può ipotizzare una molteplicità di esistenze suddivise in "tempi diversi"?
Cita:
Per ammettere la possibilità della reincarnazione nel passato, è necessario ammettere una pluralità
di esistenze o di coesistenza.
In altre parole, è necessario supporre che la vita dell'uomo, che si ripete secondo la legge dell'eterno ritorno,
in un «luogo nel tempo», per così dire, si compia simultaneamente in un altro «luogo nel tempo». Ouspensky

Come accade?
Cita:
Nelle condizioni dello spazio tridimensionale e del tempo unidimensionale, la molteplicità dell'esistenza è impossibile.
Ma nelle condizioni del continuum spazio-temporale a sei dimensioni, è del tutto naturale, poiché in queste condizioni "ogni momento
è in contatto con ogni punto dello spazio" e "tutto è sempre e ovunque". Ouspensky



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 837
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: RELIGIONI NEL MONDO
MessaggioInviato: 18/06/2022, 11:20 
Cita:
L'idea dell'Eterno Ritorno è misteriosa, e Nietzsche ha "confuso" altri filosofi. Milan Kundera

Anche Nietzsche fu un fervente sostenitore/scopritore? della "teoria" dell'eterno ritorno, maturò questa idea mentre
passeggiava nei pressi del lago di Silvaplanain, in Svizzera, "l'acqua" favorisce la "rivoluzione del pensiero".
Nel suo libro ,La Gaia Scienza, descrive ciò che un "daimon" gli rivelò:
Cita:
Questa vita, come la vivi ora e l'hai vissuta, dovrai viverla ancora
per innumerevoli volte ; e non ci sarà nulla di nuovo in essa,
ma ogni dolore e ogni piacere, ogni pensiero e ogni sospiro, e tutto ciò che è indicibilmente piccolo e grande nella tua vita dovrà tornare
a te di nuovo, e tutto nello stesso ordine e nella stessa sequenza ...

Per Nietzsche "Dio è morto" e l'universo è completamente indifferente all'esistenza umana,
quindi nessuna salvezza o speranza in una vita celeste e in generale qualsiasi consolazione
sono precluse all'uomo quando "muore", é compito di un super uomo vivere la sciagura della vita.

Georg Brandes,critico letterario e filosofo danese,in un carteggio privato scrisse a Nietzsche quanto segue:
Cita:
I tuoi libri trasudano spirito di novità e originalità. Continuo a non capire bene quello che ho letto, non mi è sempre chiaro per cosa ti sforzi.

Non è facile capire Nietzsche, per alcuni un genio per altri un folle, ma è da esseri "folli" che sono scaturite
le più grandi innovazioni.

Life After Life, è una serie tv inglese in 4 puntate che tratta dell'eterno ritorno, dal romanzo di Kate Atkinson
https://en.wikipedia.org/wiki/Life_After_Life_(TV_series)



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 837
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: RELIGIONI NEL MONDO
MessaggioInviato: 29/06/2022, 14:51 
Ouspensky chiese a Gurdjeff un parere
sull'"eterno ritorno", e la ripetizione delle vite
Cita:
Questa idea della ripetizione, disse Gurdjieff , non è la verità assoluta, ma è la più
vicina approssimazione possibile della verità, in questo caso la verità non può essere espressa a
parole. Ma quello che dici è molto vicino ad essa. E se capisci perché non parlo di questo, gli sarai
ancora più vicino. A che serve all'uomo conoscere la ricorrenza se non ne è cosciente e se lui stesso
non cambia? Si può anche dire che se un uomo non cambia, per lui non esiste la ripetizione. Se
gli parli della ripetizione, aumenterà solo il suo sonno. Perché dovrebbe fare qualsiasi sforzo oggi
quando c'è così tanto tempo e così tante possibilità – l'intera eternità. Perché dovrebbe
preoccuparsi oggi? Questo è esattamente il motivo per cui il sistema non dice nulla sulla ripetizione
e prende solo questa vita che conosciamo. La conoscenza della ripetizione delle vite non aggiungerà
nulla per un uomo se non vede come tutto si ripete in una vita, cioè in questa vita, e se non si sforza
di cambiare se stesso per sfuggire a questa ripetizione. Ma se cambia qualcosa di essenziale in se stesso,
cioè se ottiene qualcosa, questo non può essere perso. Gurdjeff

Ouspensky trascorse gli ultimi anni della sua vita cercando
di "memorizzare in presenza", luoghi, eventi. persone ,perché
credeva che in questo modo potesse, nella vita successiva,
avere più chance, quindi più "potere" per cambiare il destino.
Cita:
Affinché un "ricordo" si cristallizzi
in modo indelebile tutti i 5 centri devono "lavorare"
all'unisono, altrimenti quel ricordo
con il passare del tempo verrà alterato
dal centro preminente. Gurdjeff

Ouspenski a differenza di Nietzsche afferma che c'è una via
d'uscita, si può scendere da questa giostra ritornando "alla fonte",
cioè "ricordando chi sei"
Cita:
La conoscenza è solo reminiscenza. Platone



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 159 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 7, 8, 9, 10, 11

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 14/08/2022, 19:45
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org