Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 72 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 02:13 
sottovento ha scritto:
zakmck ha scritto:
Se una cosa e' scientifica significa che e' verificabile e ripetibile. Altrimenti non e' scienza.


Siamo d'accordo ma essendo che solo l'1% dell'umanità è in grado di fare verifiche e dimostrazioni tutto il restante ci crede ciecamente, ergo applica un dogma cioè crede a ciò che gli dicono altri.

[:291]
Oggi deve essere la giornata in cui si cambiano le definizioni e i significati delle parole.

Il fatto che esista tutta una folla di pecoroni che pensano e agiscono in modo dogmatico su ogni cosa non trasforma ogni cosa in dogma.

Tu hai detto: "la scienza è dogmatica".

No, la scienza non e' dogmatica. Punto.

Esiste invece il modo dogmatico di pensare, cioe' il pensare in modo acritico.

Poi, come ho detto, occorrerebbe differenziare tra pensiero acritico e ragionevole accettazione di un sapere che e' stato verificato da altri (ma comunque sempre verificabile seppur con un certo sforzo).

Altrimenti si diventa tutti terrapiattisti.

Ma questa e' un'altra faccenda.



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 02:39 
Believer ha scritto:
zakmck ha scritto:
Secondo me hai una visione distorta e sopravalutata della testimonianza

Dici eh? Io potrei dire il contrario, cioé che tu sottovaluti l'importanza delle testimonianze. Soprattutto quando queste sono precise e provengono da piú fonti concordanti tra loro.

Io ho detto che sopravaluti l'importanza delle testimonianze nel contesto della discussione e non che le testimonianze non valgono nulla.

Le testimonianze, in senso generale, hanno certamente la loro importanza ma solo quando sono fornite in forma diretta.

In ambito processuale, ed esempio, la testimonianza, seppur in forma diretta, e' la piu' debole tra le prove e non ha mai efficacia di "prova legale". Per questo motivo il giudice ne valuta il contenuto ma non puo' darla mai per accertata.
Le testimonianze indirette, invece, in questo contesto non contano proprio nulla.

Believer ha scritto:
zakmck ha scritto:
Inoltre mi sembra tu faccia confusione tra storia e religione.

Veramente storia e religione si intrecciano sempre, dal momento che l'esistenza di personaggi biblici (o mitologici) e il verificarsi degli eventi, sono interrogativi che gli storici si pongono spesso. Da sempre...


Quella a cui ti riferisci si chiama storia della religione ed e' una cosa nettamente distinta dalla religione.

Nella religione invece, non ci sono interrogativi, solo risposte.



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3616
Iscritto il: 28/08/2016, 09:26
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 06:33 
Ci sono scienze che si avvicinano all'essere religioni,non come contenuti ma come rappresentazioni di esperienze.
La psicologia è una di queste,perlomeno in alcuni dei suoi aspetti:

esperienza/intuizione/ipotesi/teoria non falsificabile/pratica

La differenza tra l'idea di Trinitá e la tripartizione freudiana Io/super Io/Es non è molta,lo è sul piano dei contenuti, ma non su quello della metafora.

Trinitá è una ipotesi religiosa basata su esperienze soggettive intuitive; tripartizioni freudiane e non,sono ipotesi teoriche basate su
esperienze soggettive intuitive.

Freud lo ammetteva,la Chiesa no.

Questa è la differenza tra fede e scienza:
la scienza sa di usare metafore che si avvicinano sempre più alla realtà; la religione afferma che le sue metafore SONO la realtà,non ammette neppure che,forse, la rappresentano cognitivamente.

Dio,il vero DIO,procede per METAFORE,Cristo è un buon esempio di questo,con le sue parabole!
L'uomo capisce,in parte,questo ma PRENDE LE PARABOLE PER ORO COLATO REALE e non ci ragiona sopra criticamente!

E questa è un'altra differenza tra le religioni e la scienza.

Mi permetto un OT parlando di alieni:l'alieno ragiona come un bambino,non come uno scienziati

L'alieno ha una fede cieca in sè stesso e in quello che fa,nella sua cerchia e,in generale,dell'interferenza .

Considera l'uomo un debole da guidare ,dato che l'essere umano ha DUBBI,INCERTEZZE,CAMBIA IDEE,EVOLVE E INVOLVE,È VIVO E TENDENZIALMENTE LIBERO.

L'alieno è tutto il contrario di questo,perciò è presente in modo massiccio in tutte le religioni!

Parlare con loro è come parlare con un muro di gomma,un muro che pensa di essere chissachiechecosa,ma ,non essendolo,si comporta in un modo perlomeno strano e assurdo,dogmatico e chiuso,cercando e usando potere occulto e non su di noi.

Lo stesso fanno le Chiese e le religioni,quindi le Chiese e le religioni,probabilmente,sono state inventate dagli alieni stessi,come teorie e pratiche di asservimento esistenziale e psicologico ,oltre che socio-culturale!

Diverso è il discorso scientifico: l'alieno nella scienza può fare una cosa sola,produrre tecnologie utili per asservire,controllare,dominare,influenzare!!!

Per il resto,non puó fare un bel niente,perché il metodo glielo proibisce!

Però,può cercare di intrufolarsi in quelle scienze in cui il metodo è meno rigoroso,creando confusione o ideando teorie e pratiche CON CUI PUÒ AGIRE ASSERVENDO LA GENTE!

Il nei comportamentismo,in psicologia,è un ottimo esempio di quanto sto dicendo;gli alieni ,infatti,come molti umani ,loro alleati o meno,SE NE SERVONO ABBONDANTEMENTE NELLE LORO INTERFERENZE PER CONDIZIONARE LA MENTE UMANA.

Per loro,noi siamo come le cavie dei labirinti,i cani di Pavlov,gli ebrei dei lager e i bambini dell'asilo!

In realtà, si scopre poi che i bambini dell'asilo,i cani,gli ebrei e le cavie SONO SOLO E SOLTANTO LORO,e vanno trattati LORO come tali!


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 19562
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 10:44 
zakmck ha scritto:

Il fatto che esista tutta una folla di pecoroni che pensano e agiscono in modo dogmatico su ogni cosa non trasforma ogni cosa in dogma.



È prova di una mente semplice e molto primitiva che uno desideri di pensare come le masse o la maggioranza, semplicemente perché la maggioranza è maggioranza. La verità non cambia perché è, o non è, creduta dalla maggioranza delle persone. (G. Bruno)


Non per niente è stato arso vivo dai suddetti (b)ovini.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 83
Iscritto il: 29/01/2017, 22:25
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 10:50 
zakmck ha scritto:
Io ho detto che sopravaluti l'importanza delle testimonianze nel contesto della discussione e non che le testimonianze non valgono nulla

Il contesto della discussione é il confronto tra scienza e religione. Tu a tal proposito hai detto che la scienza si basa su fatti oggettivi mentre la religione sulla narrazione soggettiva di testimonianze tramandate nel corso dei millenni.
Se tu dici che io ho sopravvalutato l'importanza della testimonianza in ambito religioso, vuol dire che secondo te ho osato metterla a paragone col valore oggettivo e inconfutabile delle prove in ambito scientifico.
Ma siccome é stato detto che non c'é nessun conflitto (e nessun confronto) tra scienza e religione, allora é anche sbagliato parlare di sottovalutazione o sopravvalutazione. Semplicemente perché non ci sono termini di paragone tra le due cose (prove e testimonianze): ognuna nel proprio ambito di riferimento ha la sua importanza.

Con questo non voglio dire che le testimonianze hanno valore oggettivo piú delle prove scientifiche, ci mancherebbe, non sono rimbambito fino a questo punto. Peró nemmeno accetto che venga fatto un eventuale confronto tra le due cose, perché non ha senso. Ognuna ha la sua importanza.


Cita:
Le testimonianze, in senso generale, hanno certamente la loro importanza ma solo quando sono fornite in forma diretta.

Beh molti racconti sulla vita di Gesú sono forniti in forma diretta. Ti ricordo infatti che i quattro evangelisti erano contemporanei di Gesú e hanno conosciuto Gesú. Altri autori romani come Flavio Tacito Svetonio ecc, erano anch'essi contemporanei di Gesú.
E siccome parliamo giá di diversi testimoni (senza considerare le fonti apocrife) che raccontano tutti (piú o meno) le stesse cose, se ne deduce che queste testimonianze sono (come si direbbe in sede di giudizio) precise e concordanti. Quando una testimonianza é precisa e concordante, vuol dire che ha un valore indiziario molto grave.
D'altronde anche l'esistenza di personaggi storici famosi del passato (per es Napoleone, Beethoven, Carlo Magno, Platone, e chi piú ne ha piú ne metta) é documentata solo da testimonianze e racconti: mica ci sono filmati o prove scientifiche che siano esistiti veramente. Per questo dobbiamo metterli in discussione? Chiaramente no. Ma allora io non mi sento nemmeno di mettere in discussione i miracoli che ha fatto Gesú


Cita:
Quella a cui ti riferisci si chiama storia della religione ed e' una cosa nettamente distinta dalla religione.

Nella religione invece, non ci sono interrogativi, solo risposte.


Io vorrei sfatare questo falso mito che la religione ha solo risposte e zero domande. Non é vero.
In realtá in teologia esistono i cosidetti segreti ontologici, cioé quei misteri che solo Dio puó comprendere ma non l'uomo.
Attengono sia all'esistenza di Dio che dell'uomo stesso.

«Ecco, Dio è così grande che non lo comprendiamo,
è incalcolabile il numero dei suoi anni»
(Giobbe 36, 26)


Come attesta Isaia 45,15, Egli è il Dio nascosto sia:
  • per modus essendi, ossia in ragione della Sua natura;
    per modus volendi, ossia in ragione della Sua volontà, che
    per modus operandi, ossia in ragione della Sua opera.

Anche la sapienza universale viene presentata in Gb 28,21a e in Gb 28,22 come sfuggente ad alcune creature, tra cui l'uomo, le quali ne hanno comunque udito la fama perché le stesse si imbattono sempre nel mistero di questa sapienza che le supera, e in Gb 28,21b come inaccessibile per le altre creature perché ne ignorano l'esistenza.
«L’abisso e la morte dicono:
“Con i nostri orecchi ne udimmo la fama”. [23-28]
23
Dio solo ne discerne la via,
lui solo sa dove si trovi,
24
perché lui solo volge lo sguardo
fino alle estremità della terra,
vede tutto ciò che è sotto la volta del cielo.



Insomma i riferimenti sono davvero tanti. Questo link ti puó aiutare a capire che non é vero che la religione ha una presunzione di conoscenza, perché questa é una cosa che attribuisce a Dio e non all'uomo. Di conseguenza non ha solo risposte, ma anche domande.
http://it.cathopedia.org/wiki/Mistero#I ... ontologici



_________________
=================================================================================

“I dischi volanti esistono, sono di origine extraterrestre e guidati da intelligenze coscienti”.

- Ammiraglio Delmer S. Fahrney (già capo del Centro collaudo missili della Marina Americana)



http://www.freeforumzone.com/f/196626/R ... forum.aspx
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 83
Iscritto il: 29/01/2017, 22:25
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 10:55 
Ora,
appurato che sulla vita e le opere di Gesú esistono testimonianze dirette e concordanti tra loro,
appurato che la religione non ha la presunzione di dare risposte a tutto,
spero che qualcuno riveda il suo parere negativo sulla religione stessa



_________________
=================================================================================

“I dischi volanti esistono, sono di origine extraterrestre e guidati da intelligenze coscienti”.

- Ammiraglio Delmer S. Fahrney (già capo del Centro collaudo missili della Marina Americana)



http://www.freeforumzone.com/f/196626/R ... forum.aspx
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 19562
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 10:58 
Believer ha scritto:

Beh molti racconti sulla vita di Gesú sono forniti in forma diretta. Ti ricordo infatti che i quattro evangelisti erano contemporanei di Gesú e hanno conosciuto Gesú. Altri autori romani come Flavio Tacito Svetonio ecc, erano anch'essi contemporanei di Gesú.
E siccome parliamo giá di diversi testimoni (senza considerare le fonti apocrife) che raccontano tutti (piú o meno) le stesse cose, se ne deduce che queste testimonianze sono (come si direbbe in sede di giudizio) precise e concordanti. Quando una testimonianza é precisa e concordante, vuol dire che ha un valore indiziario molto grave.
D'altronde anche l'esistenza di personaggi storici famosi del passato (per es Napoleone, Beethoven, Carlo Magno, Platone, e chi piú ne ha piú ne metta) é documentata solo da testimonianze e racconti: mica ci sono filmati o prove scientifiche che siano esistiti veramente. Per questo dobbiamo metterli in discussione? Chiaramente no. Ma allora io non mi sento nemmeno di mettere in discussione i miracoli che ha fatto Gesú



La fede è fede, il fatto che si voglia legittimare le proprie credenze e le favole in cui si ripongono le proprie speranze con delle prove oggettive è una contraddizione in termini ed un fallimento totale di questa fora mentis; e ciò avviene sempre come nel caso di gesù da te citato. Tra l'altro le testimonianze che vengono definite "DIRETTE" su gesù tali non sono ma bensì VENGONO CREDUTE TALI dai fedeli ma gli studiosi sanno bene che si tratta di "PIE MENZOGNE"; di storico non c'è nulla, non un solo rigo scritto da un coevo parla di quest'uomo. Come sempre in questi casi BISOGNA CREDERCI perchè uan cosa è la fede, un'atra è la STORIA che se pur con i suoi limiti si avvale del metodo scientifico.

Ed è davvero strano che per dare valore ALLA FEDE si cerchi di dimostrare la sua veridicità cercando prove concrete.

Cita:

Io vorrei sfatare questo falso mito che la religione ha solo risposte e zero domande. Non é vero.
In realtá in teologia esistono i cosidetti segreti ontologici, cioé quei misteri che solo Dio puó comprendere ma non l'uomo.
Attengono sia all'esistenza di Dio che dell'uomo stesso.


La teologia è quanto di più insulso ci possa essere. E' un materia che studia un soggetto che non è stato mai visto nè udito da nessuno. Fa ipotesi e ne discute senza poter giungere a nessuna conclusione perchè il soggetto di tali discussioni è di per se un mistero; vale quindi tutto ed il contrario di tutto ed ognuno può dire ciò che vuole senza poter essere smentito.

La religione ha solo risposte, il problema è che sono inventate sia le risposte che le domande.

Lo scopo della FEDE e quindi l'uso della religione per veicolarla è sintetizzato ala perfezione nella mia firma.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 11:07 
Believer ha scritto:
zakmck ha scritto:
Io ho detto che sopravaluti l'importanza delle testimonianze nel contesto della discussione e non che le testimonianze non valgono nulla

Il contesto della discussione é il confronto tra scienza e religione. Tu a tal proposito hai detto che la scienza si basa su fatti oggettivi mentre la religione sulla narrazione soggettiva di testimonianze tramandate nel corso dei millenni.
Se tu dici che io ho sopravvalutato l'importanza della testimonianza in ambito religioso, vuol dire che secondo te ho osato metterla a paragone col valore oggettivo e inconfutabile delle prove in ambito scientifico.
Ma siccome é stato detto che non c'é nessun conflitto (e nessun confronto) tra scienza e religione, allora é anche sbagliato parlare di sottovalutazione o sopravvalutazione. Semplicemente perché non ci sono termini di paragone tra le due cose (prove e testimonianze): ognuna nel proprio ambito di riferimento ha la sua importanza.

Con questo non voglio dire che le testimonianze hanno valore oggettivo piú delle prove scientifiche, ci mancherebbe, non sono rimbambito fino a questo punto. Peró nemmeno accetto che venga fatto un eventuale confronto tra le due cose, perché non ha senso. Ognuna ha la sua importanza.


Il mio intervento nasce in seguito all'affermazione di "sottovento": "la scienza è dogmatica".

In questo contesto ho obiettato che cio' non e' vero in quanto la scienza si basa solo su fatti ripetibili e verificabili e che semmai al massimo si puo' parlare del modo dogmatico di ragionare della massa.

La religione, invece, pur basandosi su "testimonianze", richiede un atto di fede.

Quindi e' solo in questo senso che posso pensare ad un confronto tra religione e scienza.

Believer ha scritto:
zakmck ha scritto:
Le testimonianze, in senso generale, hanno certamente la loro importanza ma solo quando sono fornite in forma diretta.

Beh molti racconti sulla vita di Gesú sono forniti in forma diretta.


In realta' anche credere che queste testimonianze siano veritiere e dirette e' un atto di fede.
Ti invito ad approfondire su questo topic: viewtopic.php?t=18168

Believer ha scritto:
Quella a cui ti riferisci si chiama storia della religione ed e' una cosa nettamente distinta dalla religione.

Insomma i riferimenti sono davvero tanti. Questo link ti puó aiutare a capire che non é vero che la religione ha una presunzione di conoscenza, perché questa é una cosa che attribuisce a Dio e non all'uomo. Di conseguenza non ha solo risposte, ma anche domande.


Che dire, di domande ne ho gia' tante per conto mio, non mi serve aggiungerne altre.



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 83
Iscritto il: 29/01/2017, 22:25
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 11:17 
zakmck ha scritto:
Il mio intervento nasce in seguito all'affermazione di "sottovento": "la scienza è dogmatica".

In questo contesto ho obiettato che cio' non e' vero in quanto la scienza si basa solo su fatti ripetibili e verificabili e che semmai al massimo si puo' parlare del modo dogmatico di ragionare della massa.

La religione, invece, pur basandosi su "testimonianze", richiede un atto di fede.

Quindi e' solo in questo senso che posso pensare ad un confronto tra religione e scienza.


Cmq anche la scienza puó essere dogmatica, ad es quando nega il verificarsi di certi eventi/fenomeni (per es i miracoli, le guarigioni spontanee, la magia, la rabdomanzia, i rapimenti extraterrestri, gli avvistamenti di massa, ecc)
Lo spirito giusto dello scienziato é quello di essere possibilista.

Cmq é proprio a causa del fatto che la scienza si basa solo su fatti ripetibili e verificabili, che dovrebbe tacere quando si verificano episodi irripetibili e non verificabili. In quel caso credo che il valore di una o piú testimonianze é maggiore di quello che afferma la scienza

Cita:
In realta' anche credere che queste testimonianze siano veritiere e dirette e' un atto di fede.


Peró se prima mi dici che le testimonianze nella religione non hanno valore perché sono indirette, e poi quando scopri che ci sono anche testimonianze dirette mi dici che credervi é ugualmente un atto di fede (come se chi ha fede fosse un rincitrullito del medioevo), capisci che non ci sono le basi per fare un discorso intellettualmente onesto.


Believer ha scritto:
Che dire, di domande ne ho gia' tante per conto mio, non mi serve aggiungerne altre.


Okok, volevo solo precisare che anche gli uomini di fede si pongono tantissime domande come gli scienziati, e non é vero che dicono di avere la risposta a tutto [;)]



_________________
=================================================================================

“I dischi volanti esistono, sono di origine extraterrestre e guidati da intelligenze coscienti”.

- Ammiraglio Delmer S. Fahrney (già capo del Centro collaudo missili della Marina Americana)



http://www.freeforumzone.com/f/196626/R ... forum.aspx
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 11:25 
Believer ha scritto:
Cita:
In realta' anche credere che queste testimonianze siano veritiere e dirette e' un atto di fede.


Peró se prima mi dici che le testimonianze nella religione non hanno valore perché sono indirette, e poi quando scopri che ci sono anche testimonianze dirette mi dici che credervi é ugualmente un atto di fede (come se chi ha fede fosse un rincitrullito del medioevo), capisci che non ci sono le basi per fare un discorso intellettualmente onesto.


Ma veramente sei tu che hai detto che ci sono testimonianze dirette, non io. Ma dato che nessuno di noi ha parlato con la fonte (o ha letto scritti autografi della fonte), a me queste non sembrano tanto dirette. In piu' ci sono pure degli studi che ne dimostrano l'assoluta falsita'. Quindi?



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 19562
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 11:26 
Ti ricordo che un miracolo è tale se è la scienza a definirlo tale, altrimenti si tratta di chiacchiere. E già questo dovrebbe farti porre delle domande sulla bontà di un approccio dogmatico.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 11:34 
Believer ha scritto:
Cmq anche la scienza puó essere dogmatica, ad es quando nega il verificarsi di certi eventi/fenomeni (per es i miracoli, le guarigioni spontanee, la magia, la rabdomanzia, i rapimenti extraterrestri, gli avvistamenti di massa, ecc)
Lo spirito giusto dello scienziato é quello di essere possibilista.

Cmq é proprio a causa del fatto che la scienza si basa solo su fatti ripetibili e verificabili, che dovrebbe tacere quando si verificano episodi irripetibili e non verificabili. In quel caso credo che il valore di una o piú testimonianze é maggiore di quello che afferma la scienza


In parte posso anche essere d'accordo. Il problema comunque non e' nel metodo scientifico ma negli scienziati che son pur sempre uomini con le loro idee, limiti e credenze.



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 83
Iscritto il: 29/01/2017, 22:25
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 11:52 
zakmck ha scritto:
Believer ha scritto:
Cita:
In realta' anche credere che queste testimonianze siano veritiere e dirette e' un atto di fede.


Peró se prima mi dici che le testimonianze nella religione non hanno valore perché sono indirette, e poi quando scopri che ci sono anche testimonianze dirette mi dici che credervi é ugualmente un atto di fede (come se chi ha fede fosse un rincitrullito del medioevo), capisci che non ci sono le basi per fare un discorso intellettualmente onesto.


Ma veramente sei tu che hai detto che ci sono testimonianze dirette, non io. Ma dato che nessuno di noi ha parlato con la fonte (o ha letto scritti autografi della fonte), a me queste non sembrano tanto dirette. In piu' ci sono pure degli studi che ne dimostrano l'assoluta falsita'. Quindi?


Neghi forse che i personaggi da me citati sono nati e vissuti all'epoca di Gesú Cristo e che hanno conosciuto Gesú?
Questi sono fatti storici, non c'entra nulla la fede. Quindi si, possiamo parlare di testimonianze dirette.

Il problema che si potrebbe porre é se queste testimonianze sono credibili o no.
Ma allora bisognerebbe chiedersi se anche le testimonianze sull'esistenza e i fatti storici relativi a Napoleone a Carlo Magno a Platone sono vere.
Perché non ti interroghi anche su di loro oltre che su Gesú Cristo?



_________________
=================================================================================

“I dischi volanti esistono, sono di origine extraterrestre e guidati da intelligenze coscienti”.

- Ammiraglio Delmer S. Fahrney (già capo del Centro collaudo missili della Marina Americana)



http://www.freeforumzone.com/f/196626/R ... forum.aspx
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 19562
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 11:54 
Believer ha scritto:
zakmck ha scritto:
Believer ha scritto:
Cita:
In realta' anche credere che queste testimonianze siano veritiere e dirette e' un atto di fede.


Peró se prima mi dici che le testimonianze nella religione non hanno valore perché sono indirette, e poi quando scopri che ci sono anche testimonianze dirette mi dici che credervi é ugualmente un atto di fede (come se chi ha fede fosse un rincitrullito del medioevo), capisci che non ci sono le basi per fare un discorso intellettualmente onesto.


Ma veramente sei tu che hai detto che ci sono testimonianze dirette, non io. Ma dato che nessuno di noi ha parlato con la fonte (o ha letto scritti autografi della fonte), a me queste non sembrano tanto dirette. In piu' ci sono pure degli studi che ne dimostrano l'assoluta falsita'. Quindi?


Neghi forse che i personaggi da me citati sono nati e vissuti all'epoca di Gesú Cristo e che hanno conosciuto Gesú?
Questi sono fatti storici, non c'entra nulla la fede. Quindi si, possiamo parlare di testimonianze dirette.


Non c'è nulla di storico nella favoletta di gesù che conoscono i fedeli. Documentati, in questo forum troverai moltissimo materiale.

Pensare che Gesù sia un personaggio storico è un ATTO DI FEDE. viene fatto credere che sia un personaggio storico per renderlo più credibile agli occhi dei fedeli che nonostante si professino tali se hanno qualcosa di solido (o presunto tale, ma non fa niente) su cui poggiarsi li fa stare più tranquilli.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 83
Iscritto il: 29/01/2017, 22:25
 Oggetto del messaggio: Re: Sull'ateismo
MessaggioInviato: 07/03/2017, 11:58 
MaxpoweR ha scritto:
Ti ricordo che un miracolo è tale se è la scienza a definirlo tale, altrimenti si tratta di chiacchiere. E già questo dovrebbe farti porre delle domande sulla bontà di un approccio dogmatico.


Veramente é la chiesa che riconosce se un miracolo é tale oppure no
E i casi di guarigione spontanea a cui ha assistito anche la scienza ci sono, poi potete dire quello che volete, ma rinnegarli é un atto dogmatico... [:246]



_________________
=================================================================================

“I dischi volanti esistono, sono di origine extraterrestre e guidati da intelligenze coscienti”.

- Ammiraglio Delmer S. Fahrney (già capo del Centro collaudo missili della Marina Americana)



http://www.freeforumzone.com/f/196626/R ... forum.aspx
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 72 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 30/05/2020, 17:13
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org