Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 195 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 13  Prossimo
Autore Messaggio

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2370
Iscritto il: 05/12/2008, 14:16
Località: Pisa
 Oggetto del messaggio: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 31/07/2009, 22:42 
Dio, forse nessuno comprende a pieno questa grande verità, ma sicuramente tutti la intuiamo nei nostri cuori. Ci riteniamo saggi, intelligenti, padroni di noi stessi e della vita, aspiriamo alla conoscenza e ci vantiamo di quanto sappiamo, eppure non siamo capaci di dare un perché all'esistenza.
Per quanto possiamo sostenere non siamo capaci di spiegare perché esistiamo e cosa ci facciamo qui.
Pensiamo alle emozioni, anche se vogliamo spiegare la loro origine, in realtà non ne siamo capaci. Pensiamo ai nostri pensieri, diciamo che nascono dal nostro cervello, ma chi sa dire prima che fossero nel nostro cervello dov'erano? E tutto questo vale anche per noi: prima che fossimo, dove eravamo?
Amiamo circondarci di certezze che crediamo tali, eppure basta così poco per spazzarle via. Preferiamo una vita che non comporti troppe domande, troppi pensieri, per natura siamo disubbidiente, indolenti, pigri e incoerenti.
Ma ciò che viene dalla carne è carne mentre ciò che viene dallo spirito nulla ha a che fare con la materia e le sue illusioni.
Ci è stato insegnato che siamo ad immagine e somiglianza di Dio, ma quando ci osserviamo, con l'ingenuità di un bimbo pensiamo che forse quando ci ha creati si è un po' distratto, poiché Egli è eternità, vita, onnipotenza mentre noi non siamo eterni, conosciamo la morte, non siamo onnipotenti. Con disarmante rassegnazione concludiamo che forse non è vero che siamo a sua immagine e somiglianza! Invece lo siamo, ma non dobbiamo osservare la forma bensì la sostanza.
L'uomo respira, immagina, in una parola vive, ma cosa rende questo possibile? Gli impulsi elettrici! Forse, ma questi da dove provengono? I processi chimici! E possibile, ma da cosa sono generati?
Un cuore inizia a battere prima che un essere veda la luce del sole, e continuerà a farlo fino alla fine dei suoi giorni, quale forza realizza questo miracolo? Un filo d'erba nasce dalla morte di un piccolo seme, sembra una cosa banale eppure il più grande scienziato non è capace di fare questo. Noi non sappiamo cosa faremo tra un secondo, dove saremo domani, chi incontreremo e soprattutto quando la nostra vita terminerà, programmiamo molte cose eppure ve ne sono tante altre che non abbiamo deciso e che comunque avvengono.
La nostra vita appare quindi piena di incertezze e di domande senza risposta, perché pensiamo che in tutto questo Dio non sia presente. Ci chiediamo che Dio è se ha creato delle creature fragili come noi siamo? Perché ci ha creati con tante limitazioni, perché se ci ama ci ha confinati quaggiù, lontani da Lui e ogni volta che pensiamo alla vastità dell'Universo ci sentiamo impotenti, soli, e tanto insignificanti? Al contrario di quanto pensiamo, queste ed altre domande hanno una risposta.
La nostra vera natura è spirituale, è pura luce divina temporaneamente racchiusa in un corpo fisico. La nostra natura è la stessa di ogni altra creatura, diversa in grado ma simile a Dio in potenzialità, ecco perché tutto è unito. Quale differenza c'è fra il mare e una goccia d'acqua? Nessuna, la sostanza è la stessa, ciò che cambia è la quantità. Così è per l'uomo.
La nostra fragilità fisica, i nostri limiti, la nostra nullità davanti alla grandezza della creazione servono a farci comprendere l'importanza delle semplicità, dell'umiltà, della riconoscenza. Quanto alimenta la vita non è qualcosa di necessariamente dovuto, ma è un dono. Ed ogni giorno riceviamo, insieme ad ogni altra creatura che vive in questo mondo, il dono più bello, l'opportunità di vivere.
Tutto vive ed esiste perché Dio è in tutto. La divinità presiede il divenire dell'evoluzione, Dio sostiene quanto esiste, come potrebbe Egli accudire e curare quanto ha creato se non vi partecipasse? Attraverso le sue creature egli vive nelle infinite realtà che immagina e che fanno parte di Lui, realtà unica che le comprende tutte. Nella forma le sperimenta, le perfeziona, e attraverso il Suo amore le stimola ad innalzarsi e a comprendere l'importanza della condivisione. Con le Sue creature condivide ogni dolore, ogni conquista, ogni emozione, ogni respiro, ogni battito di cuore. La vita proviene da Dio, è il Lui e Lui è in ogni sua espressione, poiché Dio è il creatore della vita e la vita stessa.
Non può esistere una realtà priva di Dio così come non può esistere un Dio che vive fuori dalla realtà. Qualcuno può dire: perché se ci ama tanto è disinteressato ai nostri problemi e insensibile ai nostri dolori? Perché se ci è veramente vicino non ci aiuta? Quale aiuto vorremmo, speriamo forse che Dio faccia quello che solo noi possiamo fare?! Il dolore non lo ha creato Dio, così come non ha creato l'ingiustizia, la divisione, l'odio, queste sono solo le conseguenze del nostro comportamento contrario ai suoi consigli, comportamento privo d'amore e di premura per la vita.
Se molti fratelli sulla terra soffrono, la colpa non è di Dio ma di coloro che li lasciano da soli ad affrontare le loro tribolazioni, da tutti gli uomini che riconosco le cause del male e non fanno niente per evitarle. Dio non può fare niente se non lo vogliamo, ha bisogno della nostra collaborazione, non può imporre ma può solo offrire.
Il dolore che accompagna le nostre esistenze non è fine a se stesso ma dovrebbe servire ad aprire il nostro cuore ed affidarci alla volontà divina. Invece di diminuire cresce perché continuiamo a sentirci distaccati dagli altri, dalla vita e di conseguenza da Dio. Quando cerchiamo un rimedio crediamo di poter fare tutto da soli e non cerchiamo mai il consiglio della coscienza, attraverso la quale Dio ci parla. Con le nostre pretese e le nostre prese di posizione lo limitiamo nell'aiuto che vorrebbe darci e lo teniamo ai margini della nostra vita, eppure per quanto ci ostiniamo non possiamo farlo totalmente. Se infatti Dio si allontanasse anche per un solo istante da una Sua creatura, questa cesserebbe di esistere.
Egli stesso, attraverso la vita e l'esempio di altri Suoi figli, ci ha dimostrato che l'Amore risolve ogni cosa e cura ogni male, e che solo il nostro rifiuto a questa offerta crea e accresce la sofferenza nel mondo. Chi ama desidera il bene di tutti e quando qualcuno compie anche il più piccolo degli atti per amore, tutto l'Universo ha un sussulto di gioia, poiché una nuova consapevolezza è nata in una creatura. Dio, non si aspetta che restituiamo quanto ci dona, non è nella natura dell'Amore aspettare qualcosa in cambio e comunque sa che anche in tutta l'eternità non potremo farlo.
Dio apprezza lo sforzo che impieghiamo nel nostro desiderio di riconoscenza, aspetta a braccia aperte un ritorno del nostro amore, perché per quanto piccolo sarà frutto del nostro sacrificio e quando questo avviene subito lo condivide con l'intera creazione, L'AMORE TIENE UNITO L'UNIVERSO.
Ogni creatura vive la sua esistenza occupando il ruolo che le compete nel Creato. Le creature che si esprimono nei primi gradini dell'evoluzione non si pongono domande su quanto la vita gli propone, ma semplicemente agiscono ricambiando istintivamente la proposta d'amore di Dio per il bene di tutti.
All'uomo invece è stato concesso il privilegio di essere libero dagli istinti, gli è stato concesso di primeggiare sulle altre creature affinché operasse per agevolare l'adesione di ogni vita all'idea divina. Egli ha la possibilità di agire per amore con la consapevolezza di farlo, non per semplice istinto. Chi non fa del male non infrange la legge universale di equilibrio, ma chi compie azioni d'amore la rafforza!
Dio ha concesso all'uomo la possibilità di manipolare la realtà che lo circonda, di attenersi al Suo progetto d'amore fino a quando lui stesso non diviene uno strumento d'amore, capace di manifestare ed ampliare quanto è nell'idea divina.
All'uomo Dio ha donato tutte le Sue potenzialità divine affinché lo rappresentasse, gli ha dato un corpo materiale e lo ha inviato nei mondi a sperimentare il positivo e il negativo, affinché attraverso le leggi dell'evoluzione realizzasse il discernimento e l'obbedienza. Cosciente delle difficoltà che avrebbe incontrato gli ha dato una coscienza affinché non si attardasse più di quanto necessario e per non lasciarlo solo ha deciso di vivere con lui per l'eternità. Dio è in ogni Suo figlio e con pazienza attende il momento in cui comprenderà questa verità e deciderà di renderlo partecipe dei suoi dolori e delle sue gioie.
Egli disse "IO SONO LA VIA, LA VERITA E LA VITA", perché solo percorrendo la via che Lui ha indicato, quella dell'amore, troveremo la verità e avremo la vera vita.
Egli disse "CHI MI AMA RINNEGHI SE STESSO, PRENDA LA SUA CROCE E MI SEGUA", perché sapeva che non siamo esenti da tribolazioni e tentazioni, ma che se avessimo accettato una vita buona e giusta accompagnata da opere di bene, avremmo riscattato le nostre imperfezioni. Camminare sotto il peso dell'imperfezione stimola la crescita, rafforza la fede, alimenta la speranza ed è un esempio per chi osserva.
Egli disse "VI DO LA MIA PACE, VI LASCIO LA MIA PACE", perché sapeva che le prove che la vita ci avrebbe proposto avrebbero potuto debilitare la nostra volontà e solo la certezza della Sua presenza costante avrebbe allontanato il dubbio e ci avrebbe confortato nei momenti di maggior difficoltà.
La divinità e la potenza di Dio consistono proprio nella donazione che fa di se ad ogni figlio. Attraverso ogni creatura Egli esprime un aspetto unico e speciale della Sua divinità, attraverso l'unione di tutte le unicità si realizza la vera felicità.
Ma più di ogni altra cosa Dio ci dimostra che chi ama serve, Lui per primo serve e sostiene l'intera Creazione. Il servizio è il privilegio più grande che Dio concede alle sue creature e in ogni angolo di Universo chi ama desidera solo servire. A chi si predispone e fa aderire il proprio desiderio alla volontà divina Dio offre i doni più belli, affinché questi possa a sua volta donare così come ha ricevuto, aiutando il piano divino a farsi strada anche in questo mondo.
Dio non è in un maestro, in una dottrina, in una regola o in una logica, è presente in tutto e tutti e si manifesta ogni volta che facciamo agli altri ciò che vorremmo fosse fatto a noi.



_________________
Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli Arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh! Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei (Oracolo di Delfi)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13426
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 31/07/2009, 22:50 
Dio c' è.[:D]



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 393
Iscritto il: 29/07/2009, 15:05
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 00:41 
Cita:
Messaggio di Sognatore


Ci è stato insegnato che siamo ad immagine e somiglianza di Dio, ma quando ci osserviamo, con l'ingenuità di un bimbo pensiamo che forse quando ci ha creati si è un po' distratto, poiché Egli è eternità, vita, onnipotenza mentre noi non siamo eterni, conosciamo la morte, non siamo onnipotenti. Con disarmante rassegnazione concludiamo che forse non è vero che siamo a sua immagine e somiglianza! Invece lo siamo, ma non dobbiamo osservare la forma bensì la sostanza.

Non ho parole, Sognatore, sono commosso.
Voglio solo dirti che secondo la Bibbia l'uomo era un semi-dio che non aveva accesso alla conoscenza e all'eternità. Con il peccato originale ha rubato la conoscenza, quindi Dio ha nascosto il segreto dell'eternità facendolo custodire da entità spirituali "ad est dell'Eden", per evitare che l'uomo diventasse "esattamente come NOI", cioè immortale. Quindi, secondo la Bibbia, l'uomo è ad immagine e somiglianza di Dio ma imperfetto.
Il tuo è veramente un bel messaggio, molto acuto e toccante. Complimenti.



_________________
Ciascuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare. A volte il vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato.
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1821
Iscritto il: 31/12/2008, 15:10
Località: Lato Oscuro
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 11:45 
A parte il messaggio, dio è stato inventato per sopperire alle mancanze umane. Prima dio non esisteva poi d'un tratto è comparso dal nulla.. beh se davvero dio esistesse ha fatto un pessimo lavoro, diciamolo che cambi mestiere, non è cosa sua creare


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 222
Iscritto il: 15/07/2009, 11:43
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 12:30 
Cita:
DarthEnoch ha scritto:

dio è stato inventato per sopperire alle mancanze umane. Prima dio non esisteva poi d'un tratto è comparso dal nulla..


quoto


dio non esiste...è la nostra testolina limitata che non riesce a concepire la realtà oltre la nostra vita quotidiana e allora bisogna giustificarla con dio perchè senò ci sembra troppo strana


francamente mi sembra una fesseria che ci sia qualcuno o qualcosa che stia li a creare fare e manovrarci.....una visione un tantino egocentrica....che forse vi fa sentire meno soli e inutili di fronte la morte, l'universo, e tutto quello che non riusciamo a comprendere


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2370
Iscritto il: 05/12/2008, 14:16
Località: Pisa
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 12:42 
Cita:
DarthEnoch ha scritto:
diciamolo che cambi mestiere, non è cosa sua creare


Evvabbé...sarà cosa nostra invece..come no [:p]

Cita:
andrew ha scritto:
francamente mi sembra una fesseria che ci sia qualcuno o qualcosa che stia li a creare fare e manovrarci.....


Beh...se hai letto bene...la mia riflessione esprime un concetto decisamente diverso da questa idea di Dio [;)]


Ultima modifica di Sognatore il 01/08/2009, 12:44, modificato 1 volta in totale.


_________________
Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli Arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh! Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei (Oracolo di Delfi)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 222
Iscritto il: 15/07/2009, 11:43
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 13:05 
si ma tu parli del caso come di un disegno intelligente....è questo che io non concepisco

esempio quoto dal tuo discorso
"all uomo ha concesso il privilegio di liberarsi dagli istinti"

privilegio....concessioni.....all'uomo?!? a parte che non è affato vero che siamo liberi dagli istinti perchè lo siamo ugualmente a tutte le altre creature....al massimo siamo un attimo piu consapevoli di noi stessi e di ciò che ci circonda (vicino però)
e cmq solito antropocentrismo dove l'uomo è il centro dell universo e il pupillo di dio


poi tu parli di amore che tiene unito l universo ma io tutto sto amore non ce lo vedo mica...


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 48153
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 13:14 
Ma se non ammettete il peccato originale (lo stesso di "Lucifero"ribellatosi a Dio, per orgoglio) non può essere compresa la decadenza del genere umano (stesso spirito libero di Lucifero, che lui , essendo puro spirito, decise all'istante, mentre per noi occorre una vita...). Da lì la Rivelazione: Il Verbo si fece Uomo! La Luce venne nel mondo ma il mondo non l'accettò... (Ancora l'orgoglio).Ma quella che noi riteniamo essere "libertà" non è nient'altro che ... egoismo! (Perché sappiamo quello che è giusto e quello che non lo è...) [:D]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13426
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 13:24 
Cita:
DarthEnoch ha scritto:

A parte il messaggio, dio è stato inventato per sopperire alle mancanze umane. Prima dio non esisteva poi d'un tratto è comparso dal nulla.. beh se davvero dio esistesse ha fatto un pessimo lavoro, diciamolo che cambi mestiere, non è cosa sua creare


Sapresti fare di meglio?
Nulla è casuale.[;)]



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2370
Iscritto il: 05/12/2008, 14:16
Località: Pisa
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 13:26 
Cita:
andrew ha scritto:
esempio quoto dal tuo discorso
"all uomo ha concesso il privilegio di liberarsi dagli istinti"

privilegio....concessioni.....all'uomo?!? a parte che non è affato vero che siamo liberi dagli istinti perchè lo siamo ugualmente a tutte le altre creature...


Vero..infatti la frase dice "privilegio di liberarsi dagli istinti"...é una possibilità dettata dal libero arbitrio di poter incanalare le nostre vite come preferiamo, attraverso scelte e prese di posizione. Ovvio che non siamo liberi dagli istinti, ma si da il caso che quello che ci differenzia, o almeno dovrebbe differenziarci dagli animali, sia proprio questa capacità di agire al di fuori degli istinti di razza...

Cita:
andrew ha scritto:
poi tu parli di amore che tiene unito l universo ma io tutto sto amore non ce lo vedo mica...


Beh...se ti limiti a questo mondo ti do pienamente ragione...ma questo mondo non é l'universo [:)]
Secondo me bisogna liberarsi dal canonico concetto di amore...prevalentemente identificato con il sentimetalismo...e iniziare a concepire la possibilità che l'amore consista in qualcosa di ben più esteso e determinante nella vita stessa. Come penso che dovremmo liberarci del concetto religioso di Dio, per provare a concepirlo in maniera molto più completa, semplici e universale.

Il sommo poeta ebbe a scrivere...L'amor che move il sole e l'altre stelle [:)]
Io concepisco un disegno intelligente per il semplice fatto che, tutto ciò che esiste, anche se tiriamo in ballo esclusivamente la logica, é troppo ben organizzato per essere nato ed esprimersi secondo il caso. La stessa perfezione dei movimenti planetari dimostra una idea intelligente ed organizzata alla base.


Ultima modifica di Sognatore il 01/08/2009, 13:33, modificato 1 volta in totale.


_________________
Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli Arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh! Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei (Oracolo di Delfi)
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2712
Iscritto il: 04/12/2008, 11:27
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 13:53 
Cita:
Ufologo 555 ha scritto:

Ma se non ammettete il peccato originale (lo stesso di "Lucifero"ribellatosi a Dio, per orgoglio) non può essere compresa la decadenza del genere umano (stesso spirito libero di Lucifero, che lui , essendo puro spirito, decise all'istante, mentre per noi occorre una vita...). Da lì la Rivelazione: Il Verbo si fece Uomo! La Luce venne nel mondo ma il mondo non l'accettò... (Ancora l'orgoglio).Ma quella che noi riteniamo essere "libertà" non è nient'altro che ... egoismo! (Perché sappiamo quello che è giusto e quello che non lo è...) [:D]


vorrei farvi notare una cosa, che magari resta in secondo piano, ma etimologicamente parlando "LUCIFERO" significa "Portatore di luce", e la Luce è sempre stata simboli di conoscenza e spiritualità in tutto il mondo antico.


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2370
Iscritto il: 05/12/2008, 14:16
Località: Pisa
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 13:59 
Cita:
Sirius ha scritto:
vorrei farvi notare una cosa, che magari resta in secondo piano, ma etimologicamente parlando "LUCIFERO" significa "Portatore di luce", e la Luce è sempre stata simboli di conoscenza e spiritualità in tutto il mondo antico.


Giustissima osservazione che condivido pienamente.
Con la sua ribellione alle leggi di equilibrio diciamo che ha assunto un ruolo decisamente diverso dall'originario...in fondo era un angelo di Dio e tale resta...solo che a causa della sua superbia e ribellione e caduto un attimo in disgrazia.
Ovviamente attraverso la tentazione che propone costantemente all'uomo, se ci pensiamo bene, ci stimola solo a dare il meglio di noi.
Siamo noi che accettiamo se accettare o rifiutare le sue offerte.
Non é poi tutto quel malvagio che lo si dipinge e la sua figura andrebbe rivalutata e compresa meglio.[:)]



_________________
Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli Arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh! Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei (Oracolo di Delfi)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 222
Iscritto il: 15/07/2009, 11:43
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 14:08 
Cita:
Sognatore ha scritto:
Io concepisco un disegno intelligente per il semplice fatto che, tutto ciò che esiste, anche se tiriamo in ballo esclusivamente la logica, é troppo ben organizzato per essere nato ed esprimersi secondo il caso. La stessa perfezione dei movimenti planetari dimostra una idea intelligente ed organizzata alla base.


e chi l'ha detto che una cosa non possa essere logica x i fatti suoi

tu presupponi il fatto che se una cosa è organizzata deve essere artificiale....io non escludo anzi credo che la realtà è quella che è ma non è stata creata da nessuno....semplicemente è qui da sempre e x sempre ed è inutile che tenti di spiegarlo con la nostra logica/razionalità/intelletto perchè è al di fuori di quello che un uomo può capire

dio è un discorso limitante

è tentare di dare una spiegazioni a qualcosa che per il nostro intelletto non ha spiegazione

se spieghi a un cane che cos'è l'economia(primo esempio stupido che mi viene in mente)...non lo capirebbe mai..è un concetto che lui non può capire perchè va ben oltre la vita da cane..... allo stesso modo noi non abbiamo i mezzi intellettuali x spiegare l'infinito e l'universo......e allora ci inventiamo dio


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2370
Iscritto il: 05/12/2008, 14:16
Località: Pisa
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 14:51 
Cita:
andrew ha scritto:
tu presupponi il fatto che se una cosa è organizzata deve essere artificiale....io non escludo anzi credo che la realtà è quella che è ma non è stata creata da nessuno....semplicemente è qui da sempre e x sempre ed è inutile che tenti di spiegarlo con la nostra logica/razionalità/intelletto perchè è al di fuori di quello che un uomo può capire

dio è un discorso limitante


Beh...guarda che il concetto che ho io di Dio é proprio quello che hai espresso tu con questa frase..."semplicemente è qui da sempre e x sempre "..lo hai detto tu e lo condivido... [:)]
Non ritengo di non poter arrivare a concepire un'idea della creazione...sicuramente non é perfetta...ma io ci provo perché questa cosa mi dà molta soddisfazione [;)]
Ecco perché non ritengo questa idea di Dio limitante...il Dio delle religioni é limitante e limitativo...non l'idea di lui che ognuno di noi é in grado di concepire.


Ultima modifica di Sognatore il 01/08/2009, 14:53, modificato 1 volta in totale.


_________________
Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli Arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh! Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei (Oracolo di Delfi)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 222
Iscritto il: 15/07/2009, 11:43
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2009, 14:56 
Cita:
Sognatore ha scritto:



Beh...guarda che il concetto che ho io di Dio é proprio quello che hai espresso tu con questa frase..."semplicemente è qui da sempre e x sempre "..lo hai detto tu e lo condivido... [:)]
Non ritengo di non poter arrivare a concepire un'idea della creazione...sicuramente non é perfetta...ma io ci provo perché questa cosa mi dà molta soddisfazione [;)]
Ecco perché non ritengo questa idea di Dio limitante...il Dio delle religioni é limitante e limitativo...non l'idea di lui che ognuno di noi é in grado di concepire.


allora perchè chiamarlo Dio??

perchè il bisogno di dare una personificazione alla realtà?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 195 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 13  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Oggi è 25/08/2019, 15:28
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org