Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 195 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 ... 13  Prossimo
Autore Messaggio

Marziano
Marziano

Non connesso


Messaggi: 1365
Iscritto il: 07/03/2010, 18:29
Località: Lucca
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/10/2013, 10:11 
Aggiungerei...
"Se il Dio della Chiesa Cattolica Cristiana" esiste con le connotazioni da essa attribuite in modo arbitrario...ovvero amorevole, caritatevole, dispensatore esclusivamente di bene verso e nei confronti della sua creatura ad oggi prediletta ovvero l'Uomo perchè...."

A questa domanda nessun cosiddetto "Credente" di ogni grado e connotazioni potrà rispondere se non aggirando il problema...
Poi l'idea di essere sottomesso, soggiogato ad un "Unico Dio" che è insindacabile non mi piace molto.
Risposta del Credente...
"Ma Dio ti ha concesso il libero arbitrio"...
Si come no...altra illusione tipicamente umana.

Marco1971.



_________________
Talpy, Lincy, Rossy e Trippy di Mamma Rossina. Gimpsy.
Silvestro...Briciola...Mamma Gojira e Bimbina.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4403
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 23/02/2019, 13:12 
Sognatore, come puoi spiegare Dio alle scimmie?
Ti risponderanno che "non esiste", no, esiste solo il loro branco di bestie acculturate, ma ti diranno che "Lucifero c'è", certo, è il loro sponsor alieno ed alienato.

Inutile, i non-Anima
non possono conoscere Dio, le parole non servono, ci vuole la tabula rasa per dimostrargli che sono solo scimmie, magari volanti alla massima potenza, ma sempre scimmie.



_________________
Immagine

Offtopic (fuori argomento)
Correte correte... che per pagare i mercanti e i loro camerieri dovrete rubare sempre di più, e attenti a non dimenticarvi la carta di credito a casa... che se vi rompete il muso per strada neppure il carroattrezzi viene più a prendervi.
Mi raccomando: Votate, umili e silenti.
.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 23/02/2019, 13:17 
SENTO DI POTER AFFERMARE CHE UN ATEO NON PUO' MAI ESSERE MIGLIORE DI UN CRISTIANO
L'ateo nega la logica perché non riconosce Dio creatore ed è un infelice perché incapace di dare un senso alla propria vita, mentre i credenti riescono ad essere felici anche nelle sofferenze (perché tutto ha un significato).
Da li la "spiegazione" dei suicidi: la disperazione, un futuro che non c'è ...
Sarebbe vivere una situazione di disperazione. La vita sarebbe come una tragedia annunciata e nient'altro.
Da ragazzi essere agnostici mi sembra una posizione comoda da abbracciare. Poi ti interroghi sul senso della vita, ti fai delle domande, vai a cercare delle risposte e scopri tante cose. E scopri che il caso non esiste!

Poi .. ognuno ha la sua strada. L'importante è trovare, prima o poi, quella giusta.



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 20314
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 14:17 
Ufologo 555 ha scritto:
SENTO DI POTER AFFERMARE CHE UN ATEO NON PUO' MAI ESSERE MIGLIORE DI UN CRISTIANO


Dipende. non è vero nemmeno il contrario; la differenza è che i cristiani cattolici (come tutti gli altri adepti alle sette monolatre) si bevono emerite scemenze pensandole vere, gli altri per lo meno no, non sono manipolabili.


Ufologo 555 ha scritto:
L'ateo nega la logica perché non riconosce Dio creatore ed è un infelice perché incapace di dare un senso alla propria vita, mentre i credenti riescono ad essere felici anche nelle sofferenze (perché tutto ha un significato).


L'ateo è identico al fedele, hanno entrambi FEDE. Di dio non sa nulla nessuno quindi affermarne e crederne l'esistenza nelle forme stupide ed infantili come fanno le religioni (soprattutto quelle occidentali) è IDENTICO a negarne l'esistenza, proprio come fanno gli atei più radicali; sono entrambe fedi.
Di dio ogni teologo ha la propria idea soggettiva, le teologie non fanno altro che confrontare le varie idee che ci si è fatti su dio, il tutto è basato SUL NULLA, la teologia cattolica non è basata nemmeno sul libro che dice essere scritto dal ido di cui parla ma si articola in voli pindarici come se questo non esistesse, pensa un pò.

Se, e dico se, perchè quanto hai scritto è solo una banale generalizzazione, o forse valida per TE, i fedeli hanno bisogno della figura dominante di un presunto dio di amore per identificare il senso della propria vita a mio avviso hanno un serio problema e la loro vita è tutto fuorché felice. Per fortuna non è così, molti fedeli lo sono per EDUCAZIONE ricevuta e non perchè credano davvero a queste idiozie.

Si potrebbe definire felice anche la vita di una mucca in un recinto del resto, del tutto inconsapevole di ciò che la circonda ma con una figura "superiore" che le porta da mangiare e le risolve i problemi finché non viene fatta mille pezzi e divorata dal suo stesso dio di "amore" che la nutre.

Essere felici di soffrire...

Questa è la più grande stronzata di tutte ed è il motivo per il quale I FEDELI sono altro che marionette. Il credente cristiano è talmente ottuso da pensare che la sofferenza SIA NECESSARIA per ambire alla vita olam (Eterna? Non proprio) senza rendersi conto della fregatura; soffri qui, lasciati guidare, fai come ti diciamo che poi dopo, una volta morto, vedrai che ricompense... Siete proprio degli sciocchi, fanno bene a manipolarvi, tanto in ogni caso non vi accorgereste della fregatura se da morti non c'è nulla.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12999
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 14:33 
Ufologo 555 ha scritto:
SENTO DI POTER AFFERMARE CHE UN ATEO NON PUO' MAI ESSERE MIGLIORE DI UN CRISTIANO
L'ateo nega la logica perché non riconosce Dio creatore ed è un infelice perché incapace di dare un senso alla propria vita, mentre i credenti riescono ad essere felici anche nelle sofferenze (perché tutto ha un significato).
Da li la "spiegazione" dei suicidi: la disperazione, un futuro che non c'è ...
Sarebbe vivere una situazione di disperazione. La vita sarebbe come una tragedia annunciata e nient'altro.
Da ragazzi essere agnostici mi sembra una posizione comoda da abbracciare. Poi ti interroghi sul senso della vita, ti fai delle domande, vai a cercare delle risposte e scopri tante cose. E scopri che il caso non esiste!

Poi .. ognuno ha la sua strada. L'importante è trovare, prima o poi, quella giusta.

Bellissime parole Massimo, davvero.



_________________
niente è come sembra, tutto è come appare
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Non connesso


Messaggi: 4921
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 15:09 
MaxpoweR ha scritto:
Ufologo 555 ha scritto:
SENTO DI POTER AFFERMARE CHE UN ATEO NON PUO' MAI ESSERE MIGLIORE DI UN CRISTIANO


Dipende. non è vero nemmeno il contrario; la differenza è che i cristiani cattolici (come tutti gli altri adepti alle sette monolatre) si bevono emerite scemenze pensandole vere, gli altri per lo meno no, non sono manipolabili.


Ufologo 555 ha scritto:
L'ateo nega la logica perché non riconosce Dio creatore ed è un infelice perché incapace di dare un senso alla propria vita, mentre i credenti riescono ad essere felici anche nelle sofferenze (perché tutto ha un significato).


L'ateo è identico al fedele, hanno entrambi FEDE. Di dio non sa nulla nessuno quindi affermarne e crederne l'esistenza nelle forme stupide ed infantili come fanno le religioni (soprattutto quelle occidentali) è IDENTICO a negarne l'esistenza, proprio come fanno gli atei più radicali; sono entrambe fedi.
Di dio ogni teologo ha la propria idea soggettiva, le teologie non fanno altro che confrontare le varie idee che ci si è fatti su dio, il tutto è basato SUL NULLA, la teologia cattolica non è basata nemmeno sul libro che dice essere scritto dal ido di cui parla ma si articola in voli pindarici come se questo non esistesse, pensa un pò.

Se, e dico se, perchè quanto hai scritto è solo una banale generalizzazione, o forse valida per TE, i fedeli hanno bisogno della figura dominante di un presunto dio di amore per identificare il senso della propria vita a mio avviso hanno un serio problema e la loro vita è tutto fuorché felice. Per fortuna non è così, molti fedeli lo sono per EDUCAZIONE ricevuta e non perchè credano davvero a queste idiozie.

Si potrebbe definire felice anche la vita di una mucca in un recinto del resto, del tutto inconsapevole di ciò che la circonda ma con una figura "superiore" che le porta da mangiare e le risolve i problemi finché non viene fatta mille pezzi e divorata dal suo stesso dio di "amore" che la nutre.

Essere felici di soffrire...

Questa è la più grande stronzata di tutte ed è il motivo per il quale I FEDELI sono altro che marionette. Il credente cristiano è talmente ottuso da pensare che la sofferenza SIA NECESSARIA per ambire alla vita olam (Eterna? Non proprio) senza rendersi conto della fregatura; soffri qui, lasciati guidare, fai come ti diciamo che poi dopo, una volta morto, vedrai che ricompense... Siete proprio degli sciocchi, fanno bene a manipolarvi, tanto in ogni caso non vi accorgereste della fregatura SE da morti non c'è nulla.

Mi sembra di cogliere una inquietudine, un dubbio...


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Non connesso


Messaggi: 4921
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 15:09 
MaxpoweR ha scritto:
Ufologo 555 ha scritto:
SENTO DI POTER AFFERMARE CHE UN ATEO NON PUO' MAI ESSERE MIGLIORE DI UN CRISTIANO


Dipende. non è vero nemmeno il contrario; la differenza è che i cristiani cattolici (come tutti gli altri adepti alle sette monolatre) si bevono emerite scemenze pensandole vere, gli altri per lo meno no, non sono manipolabili.


Ufologo 555 ha scritto:
L'ateo nega la logica perché non riconosce Dio creatore ed è un infelice perché incapace di dare un senso alla propria vita, mentre i credenti riescono ad essere felici anche nelle sofferenze (perché tutto ha un significato).


L'ateo è identico al fedele, hanno entrambi FEDE. Di dio non sa nulla nessuno quindi affermarne e crederne l'esistenza nelle forme stupide ed infantili come fanno le religioni (soprattutto quelle occidentali) è IDENTICO a negarne l'esistenza, proprio come fanno gli atei più radicali; sono entrambe fedi.
Di dio ogni teologo ha la propria idea soggettiva, le teologie non fanno altro che confrontare le varie idee che ci si è fatti su dio, il tutto è basato SUL NULLA, la teologia cattolica non è basata nemmeno sul libro che dice essere scritto dal ido di cui parla ma si articola in voli pindarici come se questo non esistesse, pensa un pò.

Se, e dico se, perchè quanto hai scritto è solo una banale generalizzazione, o forse valida per TE, i fedeli hanno bisogno della figura dominante di un presunto dio di amore per identificare il senso della propria vita a mio avviso hanno un serio problema e la loro vita è tutto fuorché felice. Per fortuna non è così, molti fedeli lo sono per EDUCAZIONE ricevuta e non perchè credano davvero a queste idiozie.

Si potrebbe definire felice anche la vita di una mucca in un recinto del resto, del tutto inconsapevole di ciò che la circonda ma con una figura "superiore" che le porta da mangiare e le risolve i problemi finché non viene fatta mille pezzi e divorata dal suo stesso dio di "amore" che la nutre.

Essere felici di soffrire...

Questa è la più grande stronzata di tutte ed è il motivo per il quale I FEDELI sono altro che marionette. Il credente cristiano è talmente ottuso da pensare che la sofferenza SIA NECESSARIA per ambire alla vita olam (Eterna? Non proprio) senza rendersi conto della fregatura; soffri qui, lasciati guidare, fai come ti diciamo che poi dopo, una volta morto, vedrai che ricompense... Siete proprio degli sciocchi, fanno bene a manipolarvi, tanto in ogni caso non vi accorgereste della fregatura SE da morti non c'è nulla.

Mi sembra di cogliere una inquietudine, un dubbio...


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 16:17 
MaxpoweR ha scritto:
Siete proprio degli sciocchi, fanno bene a manipolarvi, tanto in ogni caso non vi accorgereste della fregatura se da morti non c'è nulla.



Se invece ti ritrovi il ... tuo Creatore, cosa gli dici?
Manipolare? Non vasdo miga dai "maghi"! Sono libero delle mie azioni e delle mie scelte!
Comunque, una mini esperienza l'ho avuta; certo non è stata solo quella che mi da Fede, tutt'al più è stata un .."rinforzino" ... [^]
(Ma ne ho già parlato) [:305]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 16:45 
Evidente prova dell’esistenza di Dio è l’anti Cristo, è il maligno, è il male. La rabbia e l’odio contro Gesù, il giusto, il Figlio dl Padre, sono la prova che proprio egli è Dio, che il Padre lo ha mandato. Non si spiegherebbe tanto odio contro Gesù, contro la fede cristiana – ed anche non si spiegherebbe tanto odio nella storia contro il popolo ebraico – se non fosse perché il male percepisce che Dio lì è presente.

Il male attacca la vita, la odia, vuole la divisione tra Dio e la sua creatura, vuole la divisione degli uomini tra di loro: ma non può non attestare, anche se solo negativamente, che non vuole tutto ciò proprio perché lì è la verità e la bellezza.

Che il male ed il Maligno esistano è certo. Ed è molto più certo che esistano allora il bene e Dio. È evidente che esiste il “mistero” del male. E che la misericordia di Dio è ciò che si oppone al mysterium iniquitatis.

Questa prova nulla toglie alle prove dell’esistenza di Dio della tradizione tomista, così come a quelle che dall’esistenza morale giungono al postulato dell’esistenza di Dio e del suo giudizio.

Ma ad esse, anche questa, a contrario, si aggiunge. E attesta.

Come ha scritto Nicolás Gómez Dávila: "Da quando la religione si secolarizza, come unico testimone di Dio rimane Satana" (Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, Milano, Adelphi, 2009, p. 86).

http://www.gliscritti.it/blog/entry/2677



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 16:46 
Diversamente da ogni altra rivelazione di Dio, Gesù Cristo è la più chiara, la più specifica immagine di Dio che si rivela a noi.

Perché Gesù? Guarda le maggiori religioni del mondo e vedrai che Buddha, Maometto, Confucio e Mosè tutti si identificano come insegnanti o profeti. Nessuno di loro si è mai uguagliato a Dio. Sorprendentemente, Gesù lo ha fatto. Ecco cosa distingue Gesù da tutti gli altri. Disse che Dio esiste e tu lo vedi. Sebbene parlava di suo Padre in cielo, non era in una posizione separata, ma in una vera unione, unica per tutto il genere umano. Gesù disse che chiunque Lo ha visto ha visto il Padre, chiunque crede in lui, crede nel Padre.

Disse, “Io sono la luce del mondo, chi mi segue non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita.”14 Egli affermò attributi appartenenti solo a Dio: essere capace di perdonare i peccati delle persone, liberarli dalle abitudini peccaminose, dare alle persone una vita abbondante e dargli la vita eterna in paradiso.

Diversamente da altri insegnanti che attirano le persone sulle loro parole, Gesù indicava alle persone se stesso. Non diceva, “segui le mie parole e troverai la verità.” Egli disse, “Io sono la via, la verità, e la vita, nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.”
15

Quale prova ha dato Gesù per affermare di essere divino? Egli fece quello che le persone non possono fare. Gesù compì miracoli. Guarì le persone … ciechi, zoppi, sordi, perfino fece risorgere un paio di persone dalla morte. Aveva il potere sulle cose … creò il cibo dall’aria, sufficiente per sfamare la folla di varie migliaia di persone. Compì miracoli sulla natura … camminò sul lago, ordinando a un improvvisa tempesta di fermarsi a motivo di alcuni amici. Ovunque le persone hanno seguito Gesù, perché continuamente soddisfaceva i loro bisogni, operando miracoli. Disse se non volete credere a quello che vi dico, almeno credete in me sulla base dei miracoli che vedete.16

https://www.ognistudente.com/esisteundio/



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 16:49 
Se la scienza scopre che Dio esiste e parla

Sembra che "la scienza" si sia finalmente convinta che Dio esiste e, addirittura, che «parla e ascolta le preghiere». (La Stampa, venerdì 8). La scoperta è di Francis Collins, lo scienziato capo dell'équipe che nel 2002 ha decifrato il genoma: «Vista l'impossibilità di spiegazioni assolute, le leggi della natura non escludono più l'azione divina nella realtà». Anzi, «è perfettamente possibile che Dio sia in grado di influenzare la creazione in modi non percepibili dall'osservazione scientifica». In altri termini, Dio sarebbe «una specie di superscienziato, capace di sfruttare ogni potenzialità degli universi che Lui stesso ha creato e che ha popolato grazie a un'altra idea portentosa, l'evoluzionismo». A parte il modo in cui è formulata, quest'affermazione è accettabile, anche perché, due giorni prima, sempre su La Stampa, un altro scienziato, Pietro Corsi (Oxford), spiegava «com'è inutile il litigio tra la scienza e la fede». Per la precisione non è la fede che litiga, ma quella scienza che ha trasformato l'evoluzionismo in ideologia atea. Corsi ricorda che, già «nel 1854, il Reverendo Baden Powell (padre del fondatore degli scout) spiegava alla regina Vittoria e al principe Alberto, che una teoria scientifica in grado di dar conto dello sviluppo e dei cambiamenti della vita sulla Terra» costituisce «un'ulteriore prova della perfezione della Grande Intelligenza creativa», cioè di «un Dio Architetto». Che la litigiosa sia la scienza è documentato da uno dei collaboratori di Collins, il Premio Nobel per la medicina James Watson, il quale, all'indomani della decifrazione del genoma umano, aveva dichiarato alla Stampa (27 febbraio 2003), in un'intervista: «Dna: niente più ordini dal Paradiso», mentre il filosofo Umberto Galimberti ne traeva la conclusione (La Repubblica delle Donne, 7 agosto 2004) che «Dio è davvero morto». Una vicenda che parrebbe dimostrare come perfino l'evoluzionismo, nel tempo, possa evolversi in meglio.
SCIENZA UBIQUA
Umberto Veronesi sembra godere talvolta, buon per lui, del dono (poco «laico») dell'ubiquità. Martedì 5 era su La Repubblica e venerdì 7, allo stesso tempo, su La Stampa e su l'Unità. Per lui il Dna «ha inferto un duro colpo all'intero sistema culturale che per secoli ha retto il mondo più evoluto» (La Repubblica). Come avrà fatto, però, questo «sistema» arretrato a inferire a se stesso, con il Dna, un così «duro colpo»? E non sarà questo colpo ciò che oggi consente di uccidere, in grembo o in provetta e grazie alla «medicina predittiva», gli embrioni umani non graditi al «sistema»? E ciò che conferisce all'uomo «poteri più estesi sulla vita e sulla morte», magari mediante il «testamento biologico», che Veronesi raccomanda di «scrivere subito», affinché nessuno impedisca ai firmatari di morire (La Stampa)? Poi, sull'Unità, ecco la storia: «I paesi in cui è ancora molto forte il sentimento religioso sono quelli più arretrati dal punto di vista scientifico-tecnololgico» (come gli Usa, per esempio?). La matematica: «Il credente è un integralista, perché non si può credere a metà». L'etica: quella «laica è mille volte superiore all'etica religiosa perché implica il rispetto del prossimo mentre l'etica religiosa si fonda sulla volontà di Dio».
E la filosofia: «La scienza ti spiega come tutto è successo, ma non sa scavare filosoficamente nel perché è successo». Appunto: alla domanda ultima risponde la Fede!

https://www.avvenire.it/rubriche/pagine ... te-e-parla



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4403
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 18:51 
"La notte viene in cui nessuno può operare"...

I miracoli sono finiti, è tempo di Giudizio, il Cristo presente ha infine diviso i capri dalle pecore. Chi è per lui e chi contro di lui?

"I nemici dell'Uomo sono quelli della sua stessa casa":

http://www.solidando.net/vangelo/pazzo.htm

"Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi".

L'Occidente dell'Anticristo è fatto di sordi e ciechi, alcuni senza Dio ed altri credenti in un dio vano, perchè il Risorto non è in loro; costoro parlano di un dio e di un cristo che non sanno dove siano, vuote zizzanie il cui dio è lo stesso dei farisei, Satana il diavolo, il loro padre, per questo fanno le sue opere e negano la sua Parola definendola "numeri".

"Chi dite che io sia?", chiese il figlio del Dio vivente ai suoi apostoli.

Oggi gli empi dicono al Risorto: "Chi sei tu"?



_________________
Immagine

Offtopic (fuori argomento)
Correte correte... che per pagare i mercanti e i loro camerieri dovrete rubare sempre di più, e attenti a non dimenticarvi la carta di credito a casa... che se vi rompete il muso per strada neppure il carroattrezzi viene più a prendervi.
Mi raccomando: Votate, umili e silenti.
.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 19:30 
Dio ha CREATO ogni essere vivente, sia esso visibile o invisibile, siano uomini o angeli.
Il Diavolo, al tempo Lucifero, proprio perché era il più bello e potente del Paradiso non poteva concepire l’idea che Dio si facesse piccolo uomo! Ha peccato di superbia ed è stato scacciato, ora per ripicca cerca di allontanare da Dio ogni essere umano: come lui è stato allontanato per colpa degli uomini, ora loro devono fare la sua stessa fine per dimostrare a Dio che lui aveva ragione, che non eravamo degni del sacrificio di Cristo.
Perciò crea scompiglio, sparge invidie e gelosie, cupidigia e disinteresse, fa credere di non esistere e convince alcuni che esiste lui, ma non Dio.
Se facessimo ciò che Dio vuole e ci amassimo gli uni gli altri come ci ha chiesto non ci sarebbero Guerre e tanto dolore nel mondo, ma preferiamo seguire il dominatore di questo mondo, Satana, e quanto ci propone con l’inganno.

San Paolo afferma: “… La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti. …”



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1047
Iscritto il: 05/12/2008, 21:35
Località: pederobba(tv)
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 19:42 
Ufologo 555 ha scritto:
Dio ha CREATO ogni essere vivente, sia esso visibile o invisibile, siano uomini o angeli.
Il Diavolo, al tempo Lucifero, proprio perché era il più bello e potente del Paradiso non poteva concepire l’idea che Dio si facesse piccolo uomo! Ha peccato di superbia ed è stato scacciato, ora per ripicca cerca di allontanare da Dio ogni essere umano: come lui è stato allontanato per colpa degli uomini, ora loro devono fare la sua stessa fine per dimostrare a Dio che lui aveva ragione, che non eravamo degni del sacrificio di Cristo.
Perciò crea scompiglio, sparge invidie e gelosie, cupidigia e disinteresse, fa credere di non esistere e convince alcuni che esiste lui, ma non Dio.
Se facessimo ciò che Dio vuole e ci amassimo gli uni gli altri come ci ha chiesto non ci sarebbero Guerre e tanto dolore nel mondo, ma preferiamo seguire il dominatore di questo mondo, Satana, e quanto ci propone con l’inganno.

San Paolo afferma: “… La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti. …”


Scusa Ufologo

È nato prima l’uovo o la gallina?
Dio ha creato l’uomo o l’uomo ha creato Dio?


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Riflessioni su Dio
MessaggioInviato: 24/02/2019, 19:56 
Te la giro io la domanda:
Prendi una "Panda". Mettila completamente smontata sopsesa nell'Universo, lasciala nello Spazio per 14 miliardi di anni; vediamo se solo una rondella riuscirebbe adentrare da sola in un bullone ...
Figuriamoci ad assemblarsi da sola!

La risposta te la puoi dare da solo ... [:)]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 195 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 ... 13  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 28/11/2020, 17:22
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org