Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6942
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/09/2011, 12:11 











_________________
"Sei quello che sei, anche se non lo sai..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40672
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/08/2012, 17:26 
Qumran, giare svelano comunità Esseni aperta a donne

Immagine

di Mike Plato

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7940.12

Le grotte di Qumran, dove nel 1947 furono ritrovati i famosi rotoli del Mar Morto, furono, nel I secolo d.C., un importante centro di spiritualita' e di culto del gruppo ebraico degli Esseni, una sorta di monastero non solo maschile ma aperto anche alle donne, come dimostrerebbe il recente studio di una serie di antichi contenitori utilizzati per conservare gli unguenti e i profumi ed anche piatti e brocche. Se i rotoli negli ultimi 65 anni sono stati studiati a fondo, finora non era mai stato compiuto un'indagine approfondita sulle ceramiche di Qumran, ritrovate nelle grotte vicino al Mar Morto, tra cui anche le giare (diverse decine) che contenevano proprio quei manoscritti.

Questo studio e' stato compiuto adesso da un'equipe di studiosi italiani guidata dai professori Marcello Fidanzio e Riccardo Lufrani nei sotterranei del museo Rockfeller di Gerusalemme.

La Facolta' Teologica dell'Italia Centrale ha partecipato a questo progetto in collaborazione con l'Ecole Biblique et Archeologique Française di Gerusalemme ospitando due sessioni preparatorie nella propria sede di Firenze e inviando due dei suoi studenti di teologia biblica, Diletta Rigoli e don Bledar Xhuli, che oggi hanno riferito, in una conferenza stampa nel capoluogo toscano, dei risultati emersi durante il ''Qumran Seminar''.

- Le ''giare-manoscritto'', hanno spiegato Rigoli e Xhuli, sono cilindri di ceramica alti circa un metro, di fattura molto raffinata, che vanno dal II secolo a.c. al 70 d.C., anno della distruzione del Tempio di Gerusalemme da parte dei romani.

La 'lettura' delle giare, e dell'altro materiale ceramico ritrovato nel sito archeologico (molti piatti, che probabilmente servivano per la offerte votive, ma anche brocche, vasi, unguentari) secondo i due ricercatori potrebbe confermare che Qumran (su cui esistono ancora molti misteri e punti di controversia tra varie correnti di pensiero) sia stato un importante centro di spiritualita' e di culto esseno, di cui le grotte (in cui le giare sono state ritrovate) costituivano una specie di ''biblioteca'' per la conservazione del testo sacro nella sua purezza, anche per difenderlo da eventuali saccheggi da parte dei soldati Romani.

I nuovi studi sulle giare sembrano confermare molte delle ipotesi avanzate da Roland De Vaux, domenicano dell'Ecole Biblique di Gerusalemme, che condusse gli scavi delle grotte di Qumran e dell'insediamento adiacente. Fu De Vaux a formulare la celebre teoria che interpreta il sito archeologico come un ''monastero esseno''.

De Vaux propose nel 1959 la sua teoria: Qumran era il sito comunitario degli Esseni, una setta che intorno al 150 a.C. si era staccata da Gerusalemme, in opposizione all'''empia'' ellenizzazione dell'ebraismo, per praticare il lavoro, la preghiera e l'osservanza della purita' rituale; e i rotoli erano la loro ''biblioteca'', nascosta nelle grotte per metterla in salvo, al tempo della rivolta antiromana culminata nella distruzione del Tempio, nel 70 d.C.

Nel periodo successivo la prematura morte di De Vaux nel 1971, gli studi si approfondirono e la teoria dell'archeologo subi' le prime forti critiche: si constato' che solo una parte dei documenti rimandava agli Esseni, gli altri attestavano tendenze religiose diverse e anche divaricanti.

Tuttavia mentre i manoscritti furono completamente pubblicati negli anni '90, i materiali di scavo, rimasti 'dormienti' dalla meta' degli anni '50, nel 1987 furono affidati dall'E'cole Biblique all'archeologo domenicano Jean-Baptiste Humbert, sotto la cui supervisione ha operato la squadra italiana nelle ultime settimane.


ven 10 ago 2012



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40672
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/03/2014, 22:29 
GROTTE DI QUMRAN – Nuova strepitosa scoperta

Posted on marzo 10, 2014 by pjmanc

Immagine

http://www.ilfattaccio.org/2014/03/10/g ... -scoperta/

I NUOVI REPERTI ERANO NASCOSTI DENTRO ALCUNI FILATTERI ritrovati negli scavi di sessant’anni fa ma mai aperti. L’annuncio è stato dato nel corso di in un convegno alla Facoltà di Teologia di Lugano.Sono rimasti nelle grotte del deserto per secoli. E poi nascosti per altri sessant’anni dentro quelli che erano stati catalogati solo come dei tefillin, i filatteri che l’ebreo osservante indossa per la preghiera.Si spiega così la sensazionale scoperta di nove nuovi rotoli di Qumran, la località sul Mar Morto teatro a metà del Novecento del ritrovamento di centinaia di frammenti di testi della Torah e della letteratura giudaica di duemila anni fa.Rotoli conservatisi grazie al microclima di un complesso di grotte del deserto – abitate da una comunità intorno alla quale esistono teorie diverse – e divenuti un punto di riferimento importante negli studi delle scienze bibliche.Ora dunque ci sono nove nuovi rotoli di Qumran con cui fare i conti. Il ritrovamento è recentissimo ed è stato annunciato nei giorni scorsi al seminario di ricerca internazionale La storia delle grotte di Qumran, organizzato dalla Facoltà di Teologia di Lugano e coordinato dal professor Marcello Fidanzio.

Immagine

A DARNE LA NOTIZIA E’ STATO LO STESSO ARCHEOLOGO Yonatan Adler, dell’Università israeliana di Ariel, che si è accorto della presenza dei rotoli dentro ai tefillin, che erano custoditi a Gerusalemme nella sezione dell’Israel Museum dedicata ai reperti di Qumran.Si tratta di materiale proveniente dalle grotte 4 e 5, quelle che negli scavi condotti nel 1952 sotto la supervisione dell’archeologo domenicano francese Roland de Vaux videro emergere il numero maggiore di manoscritti.Per il momento i tre tefillin in questione sono stati indagati dall’Israel Antiquities Authority con una particolare tecnica fotografica che ha permesso di stabilire che all’interno di ciascun astuccio vi sono tre rotoli. Si tratta comunque di materiale fragilissimo e quindi l’operazione di apertura richiederà adesso particolari cautele e un certo lasso di tempo.

Immagine

C’E’ DA SCOMMETTERE CHE CI SARA’ chi coglierà al volo l’occasione per rilanciare la letteratura che vorrebbe Qumran come depositaria di misteri destinati a riscrivere la storia degli inizi del cristianesimo.In realtà, almeno dai tefillin non c’è da aspettarsi sorprese del genere: dovrebbero contenere testi tradizionali della Torah, probabilmente versetti del Deuteronomio. Ma dal punto di vista dell’archeologia biblica proprio per questo si tratta di materiale di grandissimo valore.“La nuova scoperta è la dimostrazione di come quella su Qumran sia una ricerca non ancora conclusa”, commenta il professor Marcello Fidanzio. “Per mille ragioni, soprattutto politiche, lo studio dei materiali ritrovati e la pubblicazione dei risultati è tuttora in corso”.“Ora certamente la curiosità più grande è sapere nel dettaglio che cosa contengono i nuovi rotoli. Ma un altro aspetto importante è il fatto che negli oltre sessant’anni trascorsi dagli scavi nelle grotte le tecnologie utilizzate dall’archeologia hanno compiuto grandi passi in avanti. Questo forse ci permetterà di capire qualcosa di più attraverso i nuovi rotoli”.

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9010
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/03/2014, 22:55 
GRAZIE TTE !!!!!



zio ot [;)]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9010
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: I ROTOLI DI QUMRAN E l'ORIGINE DEL CRISTIANESIMO
MessaggioInviato: 05/09/2016, 14:29 
cip di esumazione ,

qumran.jpg



qumran a.jpg





zio ot [:305]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9010
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: I ROTOLI DI QUMRAN E l'ORIGINE DEL CRISTIANESIMO
MessaggioInviato: 05/09/2016, 15:11 
http://www.antikitera.net/news.asp?ID=999&strCerca=dna

IL DNA POTREBBE RIVELARE LA FONTE DEI ROTOLI DEL MAR MORTO




Le autorità sperano che l´esame del dna condotto su ossa animali scoperte negli scavi della piana di Qumran, riveleranno le origini dei Rotoli del Mar Morto. Gli archeologi ritengono che le scoperte risolveranno il dibattito, sorto circa mezzo secolo or sono con la scoperta del manoscritto biblico in 11 grotte distinte lungo le rive del Mar Morto.
Il Prof. Oreb Gutfield dell´Università Ebraica, che ha partecipato agli scavi, sta tentando di accertare la relazione tra i rotoli ed il luogo della loro scoperta.


"Quel che faremo ora sono esami del dna su queste ossa, per poter comparare i risultati del dna da questi animali con il dna della pergamena dei Rotoli del Mar Morto. Non è mai stata trovata una connessione tra i Rotoli del Mar Morto ed il sito in sé, ma se si troverà una corrispondenza, si dimostrerebbe che il popolo che visse a Qumran preparò effettivamente i rotoli al sito, con pelli di animali che vivevano al sito " ha spiegato Gutfield.


I sette depositi di ossa di muli mangiati e seppelliti all´interno di giare di conservazione dalla comunità di Qumran nel I secolo a.C., saranno sottoposte a test del dna in queste settimane.


Gli archeologi compareranno le scoperte delle ossa con i test del dna condotti sui rotoli negli ultimi cinque anni. Inoltre, i contenitori di ceramica ricordano quelli trovati all´interno delle grotte con i rotoli all´interno.
Secondo Gutfield: "se i depositi di ossa, che sono unici nella piana, corrispondono ai rotoli, saremo in grado di risolvere uno dei più accesi dibattiti del mondo archeologico odierno � se cioè i rotoli siano originari della comunità di Qumran o se furono trasportati là dall´esterno prima dell´assedio dei romani del 66 d.C.".


Vi sono due scuole di pensiero riguardo l´origine dei rotoli. La maggior parte degli studiosi, guidati dall´archeologo Roland de Voux, che ha diretto gli scavi al plateau negli anni ´50, sostiene che i 900 rotoli siano in parte originari della zona di Qumran, ma in parte frutto di contributi esterni di individui che si unirono alla comunità da altri luoghi.
Un gruppo di dissidenti invece sostiene che il sito sia slegato dai rotoli.

I manoscritti, compilati da alti sacerdoti, furono trasportati alle grotte immediatamente prima dell´assedio romano di Gerusalemme. Il professore associato di archeologia all´Università di Bar-Ilan Hanan Eshel suggerisce che la maggior parte dei manoscritti, seppur non tutti, siano settari, e siano stati scritti dai membri della comunità. Egli suggerisce che le evidenze per questa sua tesi si possono inferire dal testo dei rotoli stessi.


"Il contenuto dei rotoli prova che loro [i dissidenti] hanno torto. I rotoli descrivono le regole e le opere della comunità di Qumran. Inoltre, si schierano contro l´establishment di Gerusalemme e contro gli stessi sacerdoti di Gerusalemme" continua Eshel.



"Non riesco a comprendere perché alcune persone si ostinano a negare una connessione tra i rotoli trovati nella grotta ed il sito di Qumran. Oltre alla prossimità delle grotte al sito, si deve passare al sito per raggiungere le grotte. Se si troverà un collegamento, proverà le connessioni una volta per tutte" ha concluso.
CONDIVIDI: Facebook Google Yahoo Twitter MySpace
TAG: Archeologia, DNA, Antichi Romani



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9010
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: I ROTOLI DI QUMRAN E l'ORIGINE DEL CRISTIANESIMO
MessaggioInviato: 18/01/2019, 15:25 
----------




L 'EUCARESTIA A QUMRAN


qumran.jpg




_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 18/06/2019, 23:44
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org