Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 299 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 16, 17, 18, 19, 20  Prossimo
Autore Messaggio

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3145
Iscritto il: 25/03/2010, 16:20
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/03/2014, 11:10 
siccome sono esperienze di pre-morte,non provano niente
PROBABILMENTE,una persona,in quello status,intuendo inconsciamente
la possibile morte ,anche essendo in stato di incoscienza,cerca di capire
e rappresentarsi la situzione.

Lo puo fare in termini individuali e specifici....quindi la sua mente e il suo corpo si rappresentano il momento con visioni che integrano memorie
e cultura,esperienze e reazioni cerebrali obiettive .

Questo orgina visioni simili in tutte le persone ma non uguali...visioni colorate di soggettività.

Da questo a generalizzare il fenomeno ome "prova" plausibile o certa di un passaggio e di un mondo oltre la vita che sarebbe vero e uguale per tutti,ce ne passa.

Vedete,io sono credente,talvolta anche troppo,ma come persona e ricercatore prendo queste ...ricerche cum grano slis e molta cautela e pacatezza.

Vi faccio un esempio tangenziale:

studi hanno mostrato che l'assunzione del fungo amanita muscaria,
trattato in modo opportuno,e poi ingerito da persone appartenenti a cultura diverse,provoca le stesse visioni allucinatoriel.

In modo particolare,visioni di croci,con gente crocifissa ,scenari infernali con fuoco e gente che urla ,ecc.....

questo è vero...ma generalizzare la cosa , ipotizzando che i consumatori ,sciamanici o meno,di amanita muscaria,contattino un mondo esistente
infernale e perfino classicamente.....cristiano.....ce ne passa.

Non bisogna fare errori di questo genere,le esperienze soggettive,anche se simili,dovute a input esterni come droghe,ad esempio,o a fatti interni,come infarti,ecc...restano sempre e cmq soggettive e non possono essere assunte a verità obiettive.

Questo vale in ogni ambito della ricerca spirituasle,esoterica,misterica,anche se puo dare fastidio ad alcuni o molti.

buona giornata



_________________
IL MIO SITO SPACEART:
http://thesky.freeforumzone.leonardo.it ... 1&f=183131

Inoltre,un ottimo sito per scrivere quello che volete!

http://www.scrivendo.it

eheheh....la verità prima o poi viene a galla no?!
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 177
Iscritto il: 25/11/2016, 09:28
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 19/04/2017, 08:50 
Morire è bello

La morte è sempre stata considerata con grande timore dall’uomo, per il mistero che l’avvolge.
Ma la vita terrena è come una scuola; cos’è più bello: il primo o l’ultimo giorno di scuola?
Da sempre l’uomo ha cercato di indagare sullo scopo della vita e su cosa ci sia dopo la morte.
Si dice volgarmente che nessuno sia mai tornato a dirci cosa c’è dopo la morte ma ormai, da
vari decenni, gli scienziati hanno studiato questo aspetto della vita, principalmente in tre modi
principali:

- racconti di medici, infermieri e familiari che assisterono una persona morente;
- interviste di persone rianimate;
- regressioni e ricordi di vite precedenti.

http://www.altrogiornale.org/morire-e-bello-paolo-vita/


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4095
Iscritto il: 09/05/2012, 18:57
Località: roma
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 19/04/2017, 14:24 
Akatsuki ha scritto:
Morire è bello

La morte è sempre stata considerata con grande timore dall’uomo, per il mistero che l’avvolge.
Ma la vita terrena è come una scuola; cos’è più bello: il primo o l’ultimo giorno di scuola?
Da sempre l’uomo ha cercato di indagare sullo scopo della vita e su cosa ci sia dopo la morte.
Si dice volgarmente che nessuno sia mai tornato a dirci cosa c’è dopo la morte ma ormai, da
vari decenni, gli scienziati hanno studiato questo aspetto della vita, principalmente in tre modi
principali:

- racconti di medici, infermieri e familiari che assisterono una persona morente;
- interviste di persone rianimate;
- regressioni e ricordi di vite precedenti.

http://www.altrogiornale.org/morire-e-bello-paolo-vita/




E' uscito un film inerente all'argomento, intitolato "La Scoperta".
La vita dopo la morte diventa una realtà scientifica...in molti decidono di suicidarsi...



_________________
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità.(Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Non connesso


Messaggi: 4257
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 19/04/2017, 14:52 
Akatsuki ha scritto:
Morire è bello

La morte è sempre stata considerata con grande timore dall’uomo, per il mistero che l’avvolge.
Ma la vita terrena è come una scuola; cos’è più bello: il primo o l’ultimo giorno di scuola?
Da sempre l’uomo ha cercato di indagare sullo scopo della vita e su cosa ci sia dopo la morte.
Si dice volgarmente che nessuno sia mai tornato a dirci cosa c’è dopo la morte ma ormai, da
vari decenni, gli scienziati hanno studiato questo aspetto della vita, principalmente in tre modi
principali:

- racconti di medici, infermieri e familiari che assisterono una persona morente;
- interviste di persone rianimate;
- regressioni e ricordi di vite precedenti.

http://www.altrogiornale.org/morire-e-bello-paolo-vita/

Molto interessante.
Grazie per la segnalazione.
[:264] [:264]



_________________

“Non discutere MAI con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza.”(di Arthur Bloch)

Il cattivo qualche volta può anche recedere dalla sua cattiveria, MA l'imbecille non cessa mai di essere tale!

Niente è dannoso per una nazione come il fatto che i furbi passino per intelligenti. (Francis Bacon)
):•
Verba volant scripta manent! (Anche l'IP)
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49000
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 19/04/2017, 15:16 
Vista la delicatezza e l'importanza dell'argomento (specialmento parlando di SUICIDIO) riposto, eccezionalmente infrangendo il mio splendido isolazionismo, un contributo su tale tema. Non scherziamo sulla Vita (concessaci).




Sedici anni fa subii un infarto, completo, cioè con arresto cardiaco dovuto ad "infarto acuto del miocardio"complicato da fibrillazione ventricolare, una aritmia cardiaca rapidissima, caotica che provoca contrazioni non coordinate del muscolo cardiaco dei ventricoli nel cuore.
Il risultato è che la gittata cardiaca cessa completamente. La fibrillazione ventricolare è uno dei quattro tipi di arresto cardiaco.
Venni rianimato con massaggio cardiaco e un paio di scariche a 360 joules! ( Non fui nemmeno operato, perché tanto era successo l'inevitabile); mi trattatarono il sangue con l'RTPA (un anticoagulante) e flebo vari.

Comunque, mi resi perfettamente conto che non ero di qua ... Anche se è stato per qualche minuto!
Queste esperienze l'uomo deve averle sempre avute per cui sicuri di una vita oltre ...
Oggi si sta prendendo in modo più serio l'argomento, vista la tecnologia di rianimazione.
Mi sono semplicemente ritrovato di là ... sapendo, anzi, essendo perfettamente conscio che non era un'allucinazione, un sogno, una dimensione parallela e tutte le balle che si è soliti giustificare per non ammettere l'esistenza della Vita oltre la morte.

Non succede a tutti necessariamente allo stesso modo: un mio parente, all'ospedale , si vide sospeso verso il soffitto, in alto, e vedeva cosa gli succedeva intorno ... Medici ed infermieri che lo stavano operando, ed avevano avuto dei problemi.
Ad un collega, in coma, successe che incontrò sua moglie, morta nello stesso incidente che ebbe assieme a lei, sorridendo, gli disse di non preoccuparsi ... che non era ancora arrivata la sua ora ...

Non mi sono accorto di nulla; mi dissero che improvvisamente ero crollato sul lettino del Pronto Soccorso con gli occhi rovesciati.

Mi sono trovato istantaneamente in un posto luminosissimo avvolto di luce bianca ma che non abbagliava; vedevo molta gente intorno che parlava, passeggiava ... ed io a quel punto, quasi "gridando" a me stesso (non mi vedevo, giustamente) dissi: "ma questo non è un sogno!" nel senso che avevo consapevolezza di non essere , come dire, sulla terra, ma in un luogo, altrove, che non potevo immaginare dove ...!

Poi, un gruppo di persone, vestite con abiti simili a tuniche, attraversarono il mio essere senza che mi ... vedessero!
Quella fu per me la conferma che non ero ancora al "mio posto", non era giunta la "mia ora"!
Quasi subito ripresi coscienza rinvenendo ma svenendo subito dopo per altre cause dovute alle cure immediate, con collassi frequenti e via discorrendo... Ma tutto fu lucidissimo e pieno di coscienza di ciò che mi era accaduto!

I sogni sono tutt'altra cosa! Non ci sono paragoni e non si ricordano così bene! Era bello, consapevole e pace ...
Di una cosa però fui sicuro: ero perfettamente consapevole: che solo con l'anima non mi sentivo, come dire, completo ...
Sarà perciò senz'altro come ci dice Gesù Cristo: che un giorno il nostro corpo si riunirà alla nostra anima trasformandosi in "corpo glorioso" (senza difetti o malformazioni; di questo potranno esserne certi tutti quelli ritenuti disabili!).

Comunque non è stata affatto un'esperienza tipo "OBE", per intenderci; certo anche queste cose sono interessanti; ma certamente ben diverse dalle esperienze di "pre-morte" o come si voglia chiamarle.
Nelle "OBE" è come un "allungare il braccio della mente" potendo vedere cose anche distanti, ma pur sempre terrene.

E comunque, per me, sono ugualmente la prova che non di solo corpo siamo fatti ..! Anche un'esperienza tipo "OBE" lo dimostra ...
Infatti sono simili perché spontanee e finiscono altrettanto spontaneamente, per quel che ho letto.
La differenza tra quest'ultime e l'esperienza pre-morte è che le "OBE" si limitano a "girovagare" nella nostra..."dimensione", mentre le altre ...

Insomma, ben altro sono le esperienze che si hanno in pericolo di vita ... Lì è come se l'anima, distaccata temporaneamente dal corpo, non sappia dove ... ANDARE in quei pochi minuti di "sospensione"!
Rianimando poi il corpo, avviene di nuovo la congiunzione. Ma il tuo "IO" senti che è nell'anima ...
Ecco perché ciò che mi è successo la ritengo un'esperienza reale, di stato effettivo, di esperienza diretta, altrimenti non mi sarei trovato a "gridarmi": "ma questo non è un sogno!" Intendendo che stavo continuando a vivere effettivamente, anche in quel momento, ma in una dimensione elevata e continuativa la mia vita, seppur incompleta ...
Come se mi fossi affacciato per alcuni istanti in un mondo al quale ancora non appartenevo (infatti non mi notò nessuno di quelli che vedevo!).
Perciò non considero affatto stati alterati di coscienza, cellule cerebrali, e ipotesi del genere! Queste sono solo supposizioni di chi non ha mai sperimentato una simile situazione ...

Ho saputo anche di esperienze di tentati suicidi.... Roba da far rabbrividire i migliori cultori dell'horror! Nero pece, presenze diaboliche, maligne all'inverosimile, l'essere coscienti di sentirsi "trascinati" in un pozzo senza fine! "Mani" che tiravano da ogni parte per accaparrarsi, senza scampo, chi aveva profanato la Vita o commesso peccati gravi.
L'isolamento completo da Dio chi ci ama: questo deve essere l'Inferno! Il ripetersi all'infinito del prendere coscienza degli errori e malvagità commesse di proposito, consapevolmente, ed il rifiuto di Dio pensando di bastare a sé stessi e rivivere all'infinito gli errori commessi e non essersi pentiti in vita!

Questa esperienza mi fece comprendere moltissime cose!

Una tale esperienza la ritengo una prova che non di solo corpo siamo fatti...! Ed anche un'esperienza "OBE" lo dimostra...

Sento di paragonare questa vita ad una sorta di ... rodaggio. Mentre gli Angeli hanno deciso istantaneamente (compresi quelli ribelli), noi non essendo puri spiriti ( anche se non inferiori ) abbiamo bisogno di decidere attraverso il percorso della nostra vita che poi, paragonata all'Eternità, è comunque ... un "istante"; diverso, ma un istante!
Di là comunque è il vero stato dell'essere!
L'esperienza della sofferenza non è senz'altro piacevole, specie se vi è una malattia (e questo è il "mistero" della sofferenza ...), ma se capita come è successo a me o una morte improvvisa è un "interruttore che spegne" (o meglio: commuta) e ti trovi di là, nella pace e nella più completa coscienza!
Si ha la vera consapevolezza, e non si dimentica nulla, anzi ...

Se poi, come sembra, non ci saranno più imperfezioni fisiche e avremo tutti gli anni di Gesù Cristo (alla sua morte) siamo a posto, no? Avremo l'immediata conoscenza del tutto, saremo in grado di conoscere gente sentita nominare e mai potuta vedere! Tutti nel TUTTO. Insomma: il Paradiso!
Come afferma S. Agostino: "saremo tutto in tutti!" Mentre chi lo rifiuta, soffre per l'Eternità della mancanza della beatifica visone del Creatore e di tutto il resto, prima di tutto la mancanza dell'Amore ma Odio eterno, cioè ... l'INFERNO!
Privazione e tormento (per ciò che si è commesso, verso il prossimo e, di "conseguenza", verso Dio) ; questa è la Libertà, il Libero Arbitrio, ed è scelto da noi (altrimenti saremmo pupazzi programmati)!


Saluti



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
viewtopic.php?p=363955#p363955 U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo)
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13463
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 19/04/2017, 15:31 
Ufologo 555 ha scritto:
Vista la delicatezza e l'importanza dell'argomento (specialmento parlando di SUICIDIO) riposto, eccezionalmente infrangendo il mio splendido isolazionismo, un contributo su tale tema. Non scherziamo sulla Vita (concessaci).




Sedici anni fa subii un infarto, completo, cioè con arresto cardiaco dovuto ad "infarto acuto del miocardio"complicato da fibrillazione ventricolare, una aritmia cardiaca rapidissima, caotica che provoca contrazioni non coordinate del muscolo cardiaco dei ventricoli nel cuore.
Il risultato è che la gittata cardiaca cessa completamente. La fibrillazione ventricolare è uno dei quattro tipi di arresto cardiaco.
Venni rianimato con massaggio cardiaco e un paio di scariche a 360 joules! ( Non fui nemmeno operato, perché tanto era successo l'inevitabile); mi trattatarono il sangue con l'RTPA (un anticoagulante) e flebo vari.

Comunque, mi resi perfettamente conto che non ero di qua ... Anche se è stato per qualche minuto!
Queste esperienze l'uomo deve averle sempre avute per cui sicuri di una vita oltre ...
Oggi si sta prendendo in modo più serio l'argomento, vista la tecnologia di rianimazione.
Mi sono semplicemente ritrovato di là ... sapendo, anzi, essendo perfettamente conscio che non era un'allucinazione, un sogno, una dimensione parallela e tutte le balle che si è soliti giustificare per non ammettere l'esistenza della Vita oltre la morte.

Non succede a tutti necessariamente allo stesso modo: un mio parente, all'ospedale , si vide sospeso verso il soffitto, in alto, e vedeva cosa gli succedeva intorno ... Medici ed infermieri che lo stavano operando, ed avevano avuto dei problemi.
Ad un collega, in coma, successe che incontrò sua moglie, morta nello stesso incidente che ebbe assieme a lei, sorridendo, gli disse di non preoccuparsi ... che non era ancora arrivata la sua ora ...

Non mi sono accorto di nulla; mi dissero che improvvisamente ero crollato sul lettino del Pronto Soccorso con gli occhi rovesciati.

Mi sono trovato istantaneamente in un posto luminosissimo avvolto di luce bianca ma che non abbagliava; vedevo molta gente intorno che parlava, passeggiava ... ed io a quel punto, quasi "gridando" a me stesso (non mi vedevo, giustamente) dissi: "ma questo non è un sogno!" nel senso che avevo consapevolezza di non essere , come dire, sulla terra, ma in un luogo, altrove, che non potevo immaginare dove ...!

Poi, un gruppo di persone, vestite con abiti simili a tuniche, attraversarono il mio essere senza che mi ... vedessero!
Quella fu per me la conferma che non ero ancora al "mio posto", non era giunta la "mia ora"!
Quasi subito ripresi coscienza rinvenendo ma svenendo subito dopo per altre cause dovute alle cure immediate, con collassi frequenti e via discorrendo... Ma tutto fu lucidissimo e pieno di coscienza di ciò che mi era accaduto!

I sogni sono tutt'altra cosa! Non ci sono paragoni e non si ricordano così bene! Era bello, consapevole e pace ...
Di una cosa però fui sicuro: ero perfettamente consapevole: che solo con l'anima non mi sentivo, come dire, completo ...
Sarà perciò senz'altro come ci dice Gesù Cristo: che un giorno il nostro corpo si riunirà alla nostra anima trasformandosi in "corpo glorioso" (senza difetti o malformazioni; di questo potranno esserne certi tutti quelli ritenuti disabili!).

Comunque non è stata affatto un'esperienza tipo "OBE", per intenderci; certo anche queste cose sono interessanti; ma certamente ben diverse dalle esperienze di "pre-morte" o come si voglia chiamarle.
Nelle "OBE" è come un "allungare il braccio della mente" potendo vedere cose anche distanti, ma pur sempre terrene.

E comunque, per me, sono ugualmente la prova che non di solo corpo siamo fatti ..! Anche un'esperienza tipo "OBE" lo dimostra ...
Infatti sono simili perché spontanee e finiscono altrettanto spontaneamente, per quel che ho letto.
La differenza tra quest'ultime e l'esperienza pre-morte è che le "OBE" si limitano a "girovagare" nella nostra..."dimensione", mentre le altre ...

Insomma, ben altro sono le esperienze che si hanno in pericolo di vita ... Lì è come se l'anima, distaccata temporaneamente dal corpo, non sappia dove ... ANDARE in quei pochi minuti di "sospensione"!
Rianimando poi il corpo, avviene di nuovo la congiunzione. Ma il tuo "IO" senti che è nell'anima ...
Ecco perché ciò che mi è successo la ritengo un'esperienza reale, di stato effettivo, di esperienza diretta, altrimenti non mi sarei trovato a "gridarmi": "ma questo non è un sogno!" Intendendo che stavo continuando a vivere effettivamente, anche in quel momento, ma in una dimensione elevata e continuativa la mia vita, seppur incompleta ...
Come se mi fossi affacciato per alcuni istanti in un mondo al quale ancora non appartenevo (infatti non mi notò nessuno di quelli che vedevo!).
Perciò non considero affatto stati alterati di coscienza, cellule cerebrali, e ipotesi del genere! Queste sono solo supposizioni di chi non ha mai sperimentato una simile situazione ...

Ho saputo anche di esperienze di tentati suicidi.... Roba da far rabbrividire i migliori cultori dell'horror! Nero pece, presenze diaboliche, maligne all'inverosimile, l'essere coscienti di sentirsi "trascinati" in un pozzo senza fine! "Mani" che tiravano da ogni parte per accaparrarsi, senza scampo, chi aveva profanato la Vita o commesso peccati gravi.
L'isolamento completo da Dio chi ci ama: questo deve essere l'Inferno! Il ripetersi all'infinito del prendere coscienza degli errori e malvagità commesse di proposito, consapevolmente, ed il rifiuto di Dio pensando di bastare a sé stessi e rivivere all'infinito gli errori commessi e non essersi pentiti in vita!

Questa esperienza mi fece comprendere moltissime cose!

Una tale esperienza la ritengo una prova che non di solo corpo siamo fatti...! Ed anche un'esperienza "OBE" lo dimostra...

Sento di paragonare questa vita ad una sorta di ... rodaggio. Mentre gli Angeli hanno deciso istantaneamente (compresi quelli ribelli), noi non essendo puri spiriti ( anche se non inferiori ) abbiamo bisogno di decidere attraverso il percorso della nostra vita che poi, paragonata all'Eternità, è comunque ... un "istante"; diverso, ma un istante!
Di là comunque è il vero stato dell'essere!
L'esperienza della sofferenza non è senz'altro piacevole, specie se vi è una malattia (e questo è il "mistero" della sofferenza ...), ma se capita come è successo a me o una morte improvvisa è un "interruttore che spegne" (o meglio: commuta) e ti trovi di là, nella pace e nella più completa coscienza!
Si ha la vera consapevolezza, e non si dimentica nulla, anzi ...

Se poi, come sembra, non ci saranno più imperfezioni fisiche e avremo tutti gli anni di Gesù Cristo (alla sua morte) siamo a posto, no? Avremo l'immediata conoscenza del tutto, saremo in grado di conoscere gente sentita nominare e mai potuta vedere! Tutti nel TUTTO. Insomma: il Paradiso!
Come afferma S. Agostino: "saremo tutto in tutti!" Mentre chi lo rifiuta, soffre per l'Eternità della mancanza della beatifica visone del Creatore e di tutto il resto, prima di tutto la mancanza dell'Amore ma Odio eterno, cioè ... l'INFERNO!
Privazione e tormento (per ciò che si è commesso, verso il prossimo e, di "conseguenza", verso Dio) ; questa è la Libertà, il Libero Arbitrio, ed è scelto da noi (altrimenti saremmo pupazzi programmati)!


Saluti



Quoto e confermo. L' esperienza di OBE da me vissuta, ha completamente ridisegnato la mia prospettiva sulla morte.



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Non connesso


Messaggi: 4257
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 19/04/2017, 15:52 
Agosto 2004: risveglio dopo 9 ore dall'anestesia.
Marzo 2013: risveglio dopo 7, 5 ore dall'anestesia.

In entrambi i casi, nelle ore successive, ho avuto strani pensieri e/o "visioni", ma niente di concretamente classificabile o spiegabile.
Molto probabilmente erano gli strascichi dell'anestetico ed il diminuire dell'effetto degli antidolorifici.

Comunque, anche dopo queste esperienze, non ho considerato la morte come un qualche cosa di negativo, e non mi fa paura.
Quello che temo è la morte dei miei cari ed il dolore fisico ed affettivo, che si patisce.
Soprattutto perché il dolore non serve a nulla.
Meglio una preghiera.



_________________

“Non discutere MAI con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza.”(di Arthur Bloch)

Il cattivo qualche volta può anche recedere dalla sua cattiveria, MA l'imbecille non cessa mai di essere tale!

Niente è dannoso per una nazione come il fatto che i furbi passino per intelligenti. (Francis Bacon)
):•
Verba volant scripta manent! (Anche l'IP)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1191
Iscritto il: 21/01/2017, 09:30
Località: Roma (Italia) e Quito (Ecuador)
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 19/04/2017, 16:57 
E' un argomento davvero complicato da trattare in un forum.
A parte le decine e decine risposte delle Guide su un argomento che mi interessa (non ho affatto paura di morire ma mi dispiacerebbe andarmene senza aver organizzato il futuro di mio figlio, o lasciare la Terra con conti in sospeso o cose da terminare) , ho anche letto con interesse gli studi di Raymond Moody, i suoi meravigliosi libri La vita oltre la morte, ecc ecc.
Ho amicizie che hanno avuto esperienze OBE che sono un po' tutte simili. Non sono prove che il fenomeno sia vero, ma al sapere che in una quasi morte, una mia amica ha incontrato, dall'altra parte, una bisnonna di cui non sospettava minimamente l'esistenza (essendo la mamma della mamma di suo padre andato via di casa quando lei aveva 6 mesi)
il cui volto e nome ha incontrato successivamente in una fotografia antica, quando lei volle conoscere meglio l'ambiente del padre, beh, non e' male come indizio.
Le Guide parlano di molteplici reincarnazioni, che dalla morte veniamo e che quindi non bisogna averne paura.
Il libro di Osho (Celebrando la vita, celebrando la morte) indica il motivo per il quale la morte e' un argomento tabù, meno se ne parla e più allontaniamo il momento che arriverà in ogni caso.
Per cui il consiglio e' prepararsi affinche' il traspasso sia più naturale possibile.
Le Guide affermano che la vera vita è nell'aldilà, che non vi e' nulla di più sbagliato dire "RIP, riposi in pace" perchè nell'aldilà ci sono molte cose da fare, capire i propri errori commessi, realizzare i successi ottenuti, con il terzo occhio che ci farà vedere e sentire tutto ciò che abbiamo fatto e tutto ciò che abbiamo fatto sentire al prossimo, sia le cose belle che quelle negative. E' la maniera più efficace di comprendee i propri errori affinchè ci si possa preparare ad organizzare la prossima vita, superando altre sfide, pagando i karma, e seguendo le direttive dello spirito guida.
Siamo divisi in differenti classi di spiriti, le persone della stessa classe, sono quelle che si ritrovano ad aiutarsi, senza un motivo apparente, in vita: ad esempio, si buca una gomma, passano 20 macchine, arriva la 21esima che ti aiuta, un perfetto sconosciuto che in realtà ha una sintonia con te essendo della stessa categoria di spirito.
La reincarnazione e' anche la ragione di: fobie acute (paura dell'acqua, o delle tartarughe o animali inoffensivi che non hanno spiegazioni se non perche' per colpa di una tartaruga andata a recuperare sul dirupo di un burrone, si e' caduti e morti nel 1785...e' un esempio dei tanti che si possono fare)
Ad esempio, due persone che si sono appena conosciute, e niente da fare, si stanno sulle scatole, non c'e' sintonia, non si sopportano. O due persone che in cambio, sin dal primo momento, sembrano amici per la pelle.
Nel primo caso, FACCIO UN ESEMPIO !!!, nel 1433 le anime delle due persone ebbero un problema, un litigio, uno uccise l'altro, ecc ecc e adesso, reincarnati in altri corpi, si ritrovano...
Nel secondo caso, le due anime appartenevano a due persone che nel 1899 erano grandissimi amici, o padre e figlio, e si ricontrano: i corpi fisici non lo sanno, ma le anime si, ed ecco che nasce quella sintonia immediata che non si spiegherebbe.
Ci sarebbe tanto da dire.
Ci sarebbe tanto da discutere.
Ma una cosa posso dire: atei e credenti, ce ne andiamo tutti dall'altra parte, con la differenza che molti atei, neanche di fronte alla Luce, capiranno di aver sprecato un'intera vita terrena, anzichè capire che Dio e' tutto ciò che esiste. E dovranno ripetere l'ultima vita, in maniera molto diversa da quella vissuta finora, mentre gli altri, faranno un passettino, piccolo o grande che sia, a seconda di come si è vissuti e aiutato il prossimo, animale o umano che sia, verso l'ultima vita che ci aspetta.



_________________
Offtopic (fuori argomento)
La povertà è sinonimo di altruismo (Maestri e Guide, 2006)

blog: http://www.oannes.myblog.it
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 177
Iscritto il: 25/11/2016, 09:28
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 20/04/2017, 09:04 
Andrea, non avresti potuto esprimerti meglio di come hai appena fatto.
[:264]


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1191
Iscritto il: 21/01/2017, 09:30
Località: Roma (Italia) e Quito (Ecuador)
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 20/04/2017, 09:32 
Akatsuki ha scritto:
Andrea, non avresti potuto esprimerti meglio di come hai appena fatto.
[:264]


Ho fatto un riassunto molto conciso di tutto ciò che mi e' stato detto negli ultimi 15 anni da chi evidentemente ne sa più di noi [:291]




_________________
Offtopic (fuori argomento)
La povertà è sinonimo di altruismo (Maestri e Guide, 2006)

blog: http://www.oannes.myblog.it
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8141
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 20/04/2017, 10:32 
era anche il mio credo fino a poco tempo fa, ma ora ho scoperto che non è proprio così [;)]

ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 177
Iscritto il: 25/11/2016, 09:28
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 21/04/2017, 08:58 
Qualche accenno in più mauro?


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40676
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 21/04/2017, 10:01 
andreacorazza ha scritto:
Ho amicizie che hanno avuto esperienze OBE che sono un po' tutte simili. Non sono prove che il fenomeno sia vero, ma al sapere che in una quasi morte, una mia amica ha incontrato, dall'altra parte, una bisnonna di cui non sospettava minimamente l'esistenza (essendo la mamma della mamma di suo padre andato via di casa quando lei aveva 6 mesi) il cui volto e nome ha incontrato successivamente in una fotografia antica, quando lei volle conoscere meglio l'ambiente del padre, beh, non e' male come indizio.

Personalmente di questi "indizi" lungo il mio percorso ne ho trovati a iosa. E pur non dubitando in alcun modo del fatto che la vita NON finisca con la morte fisica, resto perplesso su ciò che, nel suo complesso, ci è stato rivelato circa l'aldilà. Probabilmente, la consapevolezza globale su questo preciso argomento non ha raggiunto ancora livelli tali da giustificare la diffusione di nuove release. Cioè di nuove "verità punto passaggio". Attendiamo fiduciosi.



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8141
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 21/04/2017, 10:27 
caro Akatsuki

Cita:
Qualche accenno in più mauro?


dovrebbe essere una scuola, ma sembra che sia più una "prigione"
Infatti , praticamente non ricordiamo gli errori passati, come facciamo a correggerci?

ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40676
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede dopo la morte?
MessaggioInviato: 21/04/2017, 11:46 
mauro ha scritto:
caro Akatsuki

Cita:
Qualche accenno in più mauro?


dovrebbe essere una scuola, ma sembra che sia più una "prigione"
Infatti , praticamente non ricordiamo gli errori passati, come facciamo a correggerci?

ciao
mauro

Non li ricorda la tua mente, ma il tuo spirito li ricorda eccome.
Ciò che siamo oggi, è il frutto di un'evoluzione interiore e di una sequenza precisa di esperienze.

Un esempio: tu hai grande rispetto per la vita umana e forse anche per quella animale.
Chissà quante volte hai ucciso esseri viventi e ti sei pentito, prima di avere questa consapevolezza.

Sulla prigione concordo. Il punto è capire se è generata e/o controllata da "qualcuno".
O se è tutta farina del nostro sacco.

Cioè la conseguenza di cose non positive che abbiamo creato (consapevolmente o meno)...



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 299 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 16, 17, 18, 19, 20  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 20/09/2019, 12:04
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org