Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 69
Iscritto il: 03/12/2008, 13:11
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/06/2013, 10:53 
esistono esecuzioni musicali con strumenti accordati a 432 hz? acquistabili presso normali negozi di musica?-
ieri ho cercato presso Feltrinelli musica ,ma non ho trovato nulla- [V]

grazie [:)]


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4100
Iscritto il: 09/05/2012, 18:57
Località: roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/03/2014, 18:33 
IL SUONO PRIMORDIALE E L'ARMONIA COSMICA

Il Giornale Online Secondo le tradizioni e i miti di molti popoli, la Creazione dell’Universo è avvenuta per mezzo di un suono primordiale, un suono dal potere creativo di natura misteriosa e ineffabile.

Come evidenzia il musicologo Marius Schneider “tutte le volte che la genesi del mondo è descritta con sufficiente precisione, un elemento acustico interviene nel momento decisivo dell’azione […] L’abisso primordiale, la bocca spalancata, la caverna che canta, il singing o supernatural ground degli Eschimesi, la fessura nella roccia delle Upanishad o il Tao degli antichi Cinesi da cui il mondo emana “come un’albero”, sono immagini dello spazio vuoto o del non essere, da cui spira il soffio appena percettibile del creatore. Questo suono, nato dal vuoto, è il frutto di un pensiero che fa vibrare il Nulla e, propagandosi, crea lo spazio”, come nel misticismo Sufi dove si parla di un vita silenziosa chiamata Zàt, da cui tutto è scaturito sotto forma di vibrazioni artefici di vibrazioni.

Il "Vangelo secondo Giovanni" recita che: "Nel principio era il Logos e il Logos era presso Dio, e il Logos era Dio. Egli era da sempre presso Dio". Aggiunge poi: "...tutto venne all'esistenza per mezzo di lui, e senza di lui nulla fu creato di ciò che esiste....". Il termine logos che viene tradotto nel periodo illuminista con "verbo" o "parola", prima del '700 era generalmente inteso come "suono". Va anche ricordato che il suono delle parole riveste nella Bibbia una particolare rilevanza al punto che una corretta pronuncia del nome di Dio, YHVH, letto con la corretta intonazione, avrebbe per effetto in colui che la pronuncia, l'identificazione con la stessa divinità. Il comandamento “non pronunciare il nome di Dio invano”, deriva dal fatto che per la tradizione ebraica, la progressiva decadenza spirituale che avveniva da una generazione all'altra, rese alcuni nomi impronunciabili, a causa del loro potere e della loro appartenenza a esseri spiritualmente superiori e vicini a Dio.

Del resto l'idea di suoni primordiali o suoni con capacità creativa è diffusa anche in altre tradizioni:

I sacerdoti dell’antico Egitto attribuivano la creazione del mondo alla risata di Thoth, divinità della scrittura, della musica e della parola creatrice. I miti di creazione egizi variano a seconda della zona geografica: a Menfi, dove la genesi è attribuita all’opera di un unico creatore, il dio Ptah, la creazione di ogni cosa avvenne pronunciandone il nome, letteralmente dandogli vita attraverso "la parola divina". In India, la culla della più antica filosofia giunta fino ad oggi, Brahma è il Tutto, creatore e coscienza universale. Il Samaveda, uno dei quattro testi più antichi dei Veda (i testi sacri dell’Induismo redatti da anonimi saggi detti “veggenti vedici”) è interamente dedicato al suono, al canto e alla musica. Nada Brahman, nelle successive Upanishad (Chandogya), indica il suono primordiale Om o AUM, come l'emanazione dello spirito di Brahman.

Un sottile filo ancestrale lega i testi sacri dell'India antica alla cultura dei nativi americani, dove si dice che il mondo fu creato con un canto, identificando la dimensione acustica come la più vicina all'origine della vita. Cosi anche per gli aborigeni d’Australia, per i quali la creazione risale al Tempo del sogno (più una dimensione della coscienza che un periodo temporale), in cui esseri totemici attraversarono la terra cantando di ciò che incontravano (rocce, fiumi, animali, piante) e così facendo portarono questi elementi a manifestarsi. Questo suono originario ricorda quel suono primordiale originato dal Big Bang che nel 1965 fu scoperto, ancora presente negli spazi astrali, dagli scienziati di Princeton e che viene paragonato al basso ruggito di un leone o al passaggio di un aereo.

Il noto ricercatore in ambito sonoro Alfred Tomatis ipotizzò un esistenza precosmica caratterizzata da un altissimo livello di coerenza simmetrica; con il graduale incedere di tendenze asimmetriche si giunse a un punto critico dove avvenne una rottura la quale diede vita a un'onda potentissima, scandita da un incontenibile boato... il Big Bang! da quel momento tutto ciò che esiste, perdendo l'originaria simmetria si espande spostandosi in un unica direzione, un uni-co verso. Oggi i fenomeni che mettono in relazione il suono e la forma (intesa come struttura e organizzazione della materia nello spazio) vengono studiati dalla scienza o pseudoscienza chiamata cimatica (dal greco Kyma = onda) così battezzata dal ricercatore svizzero Hans Jenny che negli anni '60 riprese e approfondi gli studi del musicista e fisico tedesco Ernst Chladni vissuto nel XVIII secolo. La cimatica riesce in modo stupefacente a dare prova di una famosa asserzione di Pitagora ossia che "la geometria delle forme è musica solidificata"





Se il suono ha la sua origine nel movimento, si può immaginare, visto che tutto nell’universo si muove in un’incessante fluire, come in esso si produca una grandiosa armonia. Nell'antica Grecia il cosmo era concepito come una lira a sette corde suonata dal dio Apollo, che era la divinità della musica e della medicina; Pitagora (VI secolo a.C.), che continua ad influenzare la nostra cultura con il suo pensiero, oltre a essere il primo intellettuale occidentale a mettere in chiaro le relazioni tra gli intervalli musicali, cercò di scoprire i legami tra i suoni e l’ordine nascosto della natura, "studiate il monocorde e scoprirete i segreti dell'universo” si dice abbia detto, sostenendo che dallo studio di un unica corda vibrante si potrebbero scoprire gli aspetti microscopici della vibrazione sonora e studiare le leggi macroscopiche che regolano il cosmo.

Nel concetto di “armonia delle sfere”, successivamente approfondito da Platone, Cicerone e Dante e più recentemente dal padre dell’astronomia moderna Keplero (1571 – 1630), si cerca di sondare struttura e proporzione dell’universo, ai moti rotatori dei pianeti viene associata una sinfonia musicale, prodotta proprio dal movimento di ogni singola sfera celeste. In epoche in cui non vi era modo di ottenere valori empirici, venne ipotizzato un legame tra astronomia e musica, ricercando un’analogia tra le diverse distanze che separano i pianeti dal centro del cosmo, e le distanze tra le varie note (intervalli) osservate in una corda musicale. Per alcuni questa armonia celeste è reale e concreta nelle sue porzioni armoniche a cui il nostro orecchio è sensibile, non ce ne accorgiamo semplicemente perché, oltre a possedere una lievissima intensità, udendola costantemente sin dalla nascita non siamo in grado di oggettivarla, così come chi vive lungo la riva di un fiume non è più in grado di distinguere il fragore delle acque se non dirigendo coscientemente ad esso la sua attenzione.

L’armonia è proporzione naturale, sia che si manifesti nel suono, nella forma o nel colore, evoca bellezza e benessere, come quando ci troviamo immersi in una natura totale e riusciamo a percepirne la perfetta spontaneità in ogni sua parte; difatti si può asserire che il potere dell’armonia non sta nel “valore giusto” ma nella giusta proporzione, ed è potere, perchè il suono crea la forma! Questo ha a che fare con ciò che sperimentiamo come esseri ricetrasmittenti, Gandhi ha detto "Le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri, i tuoi pensieri diventano le tue parole, le tue parole diventano le tue azioni, le tue azioni diventano le tue abitudin, le tue abitudini diventano i tuoi valori. I tuoi valori diventano il tuo destino."

Le nostre convinzioni, i nostri pensieri, sono potentemente vibranti quando allineati al sentimento e all'emozione... è possibile emettere e risuonare la paura ed è possibile emettere e risuonare l'amore, gli effetti su di noi e sulla nostra realtà saranno diametralmente opposti... a noi la scelta!.




_________________
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità.(Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4432
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/03/2014, 00:20 
La legge dell'ottava - Accordatura a 432 Hz

<EMBED WIDTH="420" HEIGHT="315" SRC="http://www.youtube-nocookie.com/v/xGYa7rQOB7w?version=3&hl=it_IT&rel="0" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true"" HIDDEN="false" AUTOSTART="true" LOOP="true" volume="100"></EMBED>











Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1204
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: Re:
MessaggioInviato: 03/09/2018, 18:42 
Bastion ha scritto:
I BENEFICI DELLA MUSICA A 432 HZ

Fonte: http://crepanelmuro.blogspot.it/2012/03 ... 32-hz.html

Cita:
disarmonizzare la società, assopendo la coscienza dell’umanità


E' un topic davvero utile questo, l' ho letto interamente con attenzione. [:)]
Io direi che ci si stia riuscendo benissimo ad assopire le coscienze visto che si continua per abitudine ad usare i 440 Hz nell' indifferenza quasi generale.
Per dovere di completezza nelle mie letture sull' argomento non ho tralasciato nemmeno articoli scritti da chi sull' argomento è scettico e pensa che si tratti una bufala. Quello che ancora fatico a comprendere è come si possa nel dubbio scegliere di preferire qualcosa che potrebbe nuocere a qualcosa che potrebbe giovare alla salute.
Da malati rendiamo più soldi e siamo più controllabili, più dilagano comportamenti antisociali più le persone vivono “interferite” in preda alla paura... è imperativo aprire gli occhi.

Bastion ha scritto:
Cita:
una frase del grande Rol, scritta sul suo diario, nel tentativo di di spiegare come nacquero i suoi poteri: “Ho scoperto la tremenda legge che lega il colore verde, la quinta musicale ed il calore...


Interessante, di cosa si tratta secondo voi ? Qualcuno ha notizie più precise ?



_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1204
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: Re:
MessaggioInviato: 03/09/2018, 18:55 
Wolframio ha scritto:
Cita:
432HZ FREQUENZA DELLA VITA

Immagine


Una causa della disarmonia dell’organismo “oltre all’inquinamento elettromagnetico”, sono le errate frequenze musicali non in linea con la creazione.

I 432hz sono più in armonia con i ritmi cardiaci, e la doppia elica del DNA. Anche il funzionamento cerebrale sincronizza al meglio i due emisferi cerebrali,con questo tipo di frequenza, che corrisponde alla geometria musicale della creazione.

Cantare la musica strutturata nella proporzione aurea a 432Hz espande tutte le capacità espressive, libera le emozioni, libera da blocchi energetici, ed i condizionamenti imposti dal sistema.

Non è un caso che la musica moderna è tutta imposta a 440hz,che stimola i chakra Bassi (stimoli sessuali),anziché quelli più alti a livello del Cuore.

Ascoltare, suonare, e cantare musica, armonizzati alla frequenza di 432 Hz, dona beneficio all’intero pianeta e a chi lo abita.



Per non ripetermi con le considerazioni che facevo altrove, vorrei solo evidenziare alcuni punti cardine...
Bellissimi questi articoli. [:)]



_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8264
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio: Re: 432 Hz: la musica, il suono e le frequenze
MessaggioInviato: 03/09/2018, 21:33 
cara argla,
c'è anche un altro topic
viewtopic.php?f=28&t=1637
ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8264
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio: Re: 432 Hz: la musica, il suono e le frequenze
MessaggioInviato: 03/09/2018, 21:41 
altro
http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=6239
ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4432
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re:
MessaggioInviato: 04/09/2018, 04:51 
ArTisAll ha scritto:
La legge dell'ottava - Accordatura a 432 Hz

<EMBED WIDTH="420" HEIGHT="315" SRC="http://www.youtube-nocookie.com/v/xGYa7rQOB7w?version=3&hl=it_IT&rel="0" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true"" HIDDEN="false" AUTOSTART="true" LOOP="true" volume="100"></EMBED>



Guarda su youtube.com




Guarda su youtube.com



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 503
Iscritto il: 15/07/2009, 09:08
Località: Verbania
 Oggetto del messaggio: Re: 432 Hz: la musica, il suono e le frequenze
MessaggioInviato: 04/09/2018, 14:36 
Diapason.jpg



Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1204
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: Re: 432 Hz: la musica, il suono e le frequenze
MessaggioInviato: 04/09/2018, 15:58 
mauro ha scritto:
cara argla,
c'è anche un altro topic
viewtopic.php?f=28&t=1637
ciao
mauro


Grazie infinite Mauro, senza questi "percorsi" non riuscirei a starvi dietro ! Leggo tutto... [;)]



_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1204
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: Re: Re:
MessaggioInviato: 04/09/2018, 16:06 
ArTisAll ha scritto:

Guarda su youtube.com


Che suono... [:160] mi sembra di sentirlo nella fronte, come sarà mai possibile ?



_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1204
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: Re: 432 Hz: la musica, il suono e le frequenze
MessaggioInviato: 04/09/2018, 16:11 
Alighieri Dante ha scritto:
Diapason.jpg


Già il termine "normalizzazione" mi piace poco... [8]
Capisco che sia andata così ma visto che adesso si sa che potrebbe essere nocivo a quelle direttive comunitarie e al decreto legge sarebbe il caso di rimettere mano.



_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 503
Iscritto il: 15/07/2009, 09:08
Località: Verbania
 Oggetto del messaggio: Re: 432 Hz: la musica, il suono e le frequenze
MessaggioInviato: 05/09/2018, 14:18 
argla ha scritto:
Alighieri Dante ha scritto:
Diapason.jpg


Già il termine "normalizzazione" mi piace poco... [8]
Capisco che sia andata così ma visto che adesso si sa che potrebbe essere nocivo a quelle direttive comunitarie e al decreto legge sarebbe il caso di rimettere mano.


Normalizzazione sta per standardizzazione. Un pó come è stato fatto con le misure di lunghezza, peso, temperatura, corrente elettrica, ecc.
Nella realtá gli strumenti musicali acustici suonano scordati: 440 Hz è un valore teorico. Questo per loro caratteristiche e limiti costruttivi, scelte fatte durante l'accordatura, ragioni psicoacustiche.
La psicoacustica studia come le onde sonore vengono recepite e convertite in pensieri dal nostro cervello. La sollecitazione acustica oggettiva si confronta con la capacitá percettiva di ogni individuo, caratterizzata da un alto grado di soggettivitá. Nel caso di corde sollecitate in maniera forte dal martello di un pianoforte, ad esempio, la risultante sonora percepita dall'udito umano è calante rispetto al valore frequenziale effettivo. Anche la distanza della fonte sonora puó rendere non obiettiva la valutazione dell'altezza frequenziale: un suono ravvicinato viene percepito piú forte e viceversa, quindi, a paritá di altezza frequenziale puó essere considerato giusto, crescente o calante. Gli strumentisti ad arco sanno che il suono arriva agli ascoltatori leggermente calante rispetto a quello che viene percepito dall'orecchio dell'esecutore, quindi devono suonare crescente. 

Tutti gli strumenti digitali permettono la modifica del 'pitch', cioè di impostare il diapason a frequenze diverse da 440. In tal modo ogni musicista puó tarare l'accordatura in funzione del risultato che vuole ottenere. È utile ad esempio per calibrare lo strumento in funzione delle capacitá vocali di chi canta (l'abbassamento evita l'effetto gallina strozzata). 
Con la computer music ogni parametro audio puó essere impostato a discrezione e monitorato.

Lo spettro di un segnale audio complesso risultante dall'esecuzione di un brano strumentale o vocale contiene tutte le frequenze (secondo la serie di Fourier).
Nel range di udibilitá 20 Hz-20 Khz, nessuna frequenza è nociva. Esistono ampiezze nocive, questo si, cioè pressioni sonore oltre le quali l'orecchio subisce danni permanenti. In questo le leggi sono purtroppo carenti: l'inquinamento acustico è un problema serio e sottovalutato.

Piú che quella a 432 Hz, c'è da imparare ad apprezzare la musica del silenzio.


Ultima modifica di Alighieri Dante il 05/09/2018, 14:48, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4100
Iscritto il: 09/05/2012, 18:57
Località: roma
 Oggetto del messaggio: Re: Re:
MessaggioInviato: 05/09/2018, 14:39 
argla ha scritto:
ArTisAll ha scritto:

Guarda su youtube.com


Che suono... [:160] mi sembra di sentirlo nella fronte, come sarà mai possibile ?


Quando ti ho letto ho avuto i brividi ho provato la stessa sensazione...sentirlo nella fronte! [:I]



_________________
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità.(Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1204
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: Re: Re:
MessaggioInviato: 05/09/2018, 17:48 
shighella ha scritto:

Quando ti ho letto ho avuto i brividi ho provato la stessa sensazione...sentirlo nella fronte! [:I]


Sarà una meraviglia ? [:91] Che bello che è capitato anche a te Shi !!! [:)] Al primo ascolto mi sono detta... ma ho qualcosa che non va alle orecchie... poi mi sono messa le cuffie e niente, il suono lo senti vibrare lì...



_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 28/02/2020, 06:36
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org