Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 15/05/2015, 16:53 
Il CERN era in attesa di Saturno?

Il CERN era in attesa di Saturno per ricominciare i lavori?

Immagine

Credo che questa sia la migliore illustrazione possibile che collega il CERN a Saturno, nessuna altra ipotesi potrebbe essere così esplicita. Il CERN è stato “riattivato”, secondo il movimento celeste di Saturno. In realtà il CERN era in attesa di essere riavviato quando Saturno era più vicino alla Terra, in congiunzione con il Sole! Quando si studiano i tunnel spaziali i due punti focali sono il tempo/spazio che viene piegato per fare il viaggio più breve e istantaneo. La cosa più saggia da fare per raggiungere questo obiettivo planetario e che la Terra sia il più vicino possibile, giusto?

Guarda su youtube.com


Quanto segue sul CERN, vi farà pensare!

Credo che i lavori e gli obiettivi occulti fatti dal CERN, siano quello di collegarlo ad una specifica destinazione, creando una finestra spazio/temporale. In questo specifico caso sarà Saturno. Questi satanisti sono trasparenti alle persone in cerca di verità che non collegano la statua di Shiva davanti al CERN, che è un altro collegamento a Saturno.

Per questo credo che ci siano gli angeli ribelli e che abbiano bisogno dell’aiuto degli uomini per “facilitarli lungo la strada”Shiva e direttamente collegato al pianeta Saturno! E il CERN è stato progettato per interfacciarsi con il pianeta Saturno. Si tratta di un antico progetto che l’antico ordine pazientemente ha aspettato la giusta tecnologia per portare l’antico piano alla realtà.

“Nel mito vedico, è annunciato questo momento quando il signore della distruzione Shiva, scende sulla Terra per evolverla e trasformarla, facendo evolvere e trasformare anche gli umani. Nell’astrologia vedica, è un momento in cui i pianeti, in particolare Saturno (e tutti i pianeti sotto la sua influenza) e il transito di potenti costellazioni, viene detto che elevano la coscienza”.

Immagine

Potrebbe essere il CERN un simile ponte per Saturno?

Questo lo possiamo già vedere e constatare verso la maggiore esplorazione sessuale, che già si possono notare “bordelli animaleschi” nel Regno Unito.

Questa cosa è da tenere sott’occhio dopo aver esaminato le operazioni fatte al CERN. Non si può sottovalutare la plausibile variabile di energia di Saturno che viene catalizzata per la trasformazione del popolo della Terra. Leggete attentamente la citazione qui sotto.

“Questo ottimale posizionamento si verifica quando Saturno è quasi difronte al Sole nel cielo. Poiché il Sole raggiunge la sua massima distanza sotto l’orizzonte a mezzanotte, il punto opposto ad esso e nello stesso tempo rimane più alto nel cielo”

“Nello stesso tempo Saturno passa in opposizione, ma è anche al suo massimo avvicinamento alla terra – denominato il suo perigeo – facendolo apparire più grande, brillante e luminoso.”

“Questo accade quando Saturno si trova nel cielo difronte al Sole, il sistema solare è allineato in modo che Saturno, la Terra e il Sole formino una linea retta con la Terra al centro, trovandosi Saturno sullo stesso lato del Sole. Il 22 maggio del 2015, Saturno sarà al suo punto più vicino alla Terra”

Guarda su youtube.com


Ogni tunnel spaziale ha due punti invisibili che piegati si possono toccare, come in un foglio di carta che ha due punti agli estremi che piegati possono toccarsi. In queste equazioni variabili ci sono incluse evidenti meccaniche celesti. Quando scendiamo nei dettagli, in questo caso con il CERN, comprendiamo che si stanno manipolando energie armoniche di oggetti celesti come Saturno e il Sole. In sostanza, il corretto “accordo” o “chiave” sta nel far risuonare la frequenza saturniana, un ponte per farlo risuonare in altre sequenze variabili.

In questo Video: La grande ricerca del CERN cerca di comprendere i collegamenti biblici!

E’ per questo che hanno aspettato, fermandosi nei loro test, non solo che Saturno sia stato più vicino alla Terra, ma allineato con la Terra e il Sole! Sì il CERN è molto di più di quello che dicono alcuni studiosi internazionali che si riuniscono tutti insieme per distruggere le particelle. Tutte le connessioni portano a Saturno, facendoci comprendere che il vero bersaglio è proprio Saturno!

Immagine

Dobbiamo ora spettarci che il CERN sia interfacciato con Saturno? Dovremmo aspettarci modifiche sostanziali nel comportamento globale e/o una maggiore attività spirituale? Ci saranno degli immediati volti nuovi sulla scena globale o non ci saranno? Ricordate “l’uomo della perdizione”, dovrà essere rivelato, nel senso che è ancora nascosto perché il suo tempo non è ancora arrivato? Come ci prepareremo?

Beh, dovremmo usare il nostro discernimento per avere la risposta. Tutti noi abbiamo ruoli diversi e regali in questa guerra spirituale. Se state studiando per dimostrare e approvare l’Altissimo; senza dubbio le risposte alle vostre domande vi arriveranno. Per quello che mi riguarda io non sono così sicuro di quello che potrò fare per fermare tutto questo e soprattutto una parte della profezia biblica. Il che significa che mi si deve spiegare tutto nel momento giusto di quello che sarà la sua volontà.

Possiamo solo contare e aspettarci di contrastare la mente di Satana in contraddizione con la profezia dell’Altissimo. Satana sa alcune cose che l’Altissimo ha intenzione di fare sulla base delle profezie e lui (Satana) è abbastanza delirante nel credere che potrà vincere. Lui crede nella sua mente che rompendo una delle profezie dell’Altissimo, renderà l’Altissimo imperfetto.

“Isaia 13: 5 - Vengono da un paese lontano, dalla fine dei cieli, l’Eterno e gli strumenti della sua ira, per distruggere tutta la Terra.”

Secondo Isaia 13: 5, l’Altissimo farà un offensivo attacco alla terra scendendo dallo spazio. Si tratta di un potente esercito e Satana corrisponde a questo potere. E’ l’esercito satanico che dimora su Saturno? E’ per caso una pagina che Satana ha strappato dal libro come nel libro “Star Wars” nel quale viene descritto un esercito di cloni nascosto su di un altro pianeta?

Il Large Hadron Collider (LHC) è un’impresa incredibile, che ha un enorme raggio di 27 km. Con 17 miglia di diametro. Questa è una macchina estremamente potente che ha un duplice scopo nell’uso della tecnologia, uno è per il pubblico e l’altro per un programma privato. Questa “agenda tecnologica” ha un motivo ben preciso.

E’ questo l’obiettivo? Per trasportare un satanico esercito sulla Terra? C’è così tanto da imparare!

Riepilogando: è altamente improbabile che il CERN si sia fermato per rinnovare il suo apparato tecnologico, è più probabile che si sia fermato per aspettare che Saturno sia stato più vicino alla terra. Il 22 maggio del 2015, Saturno sarà al punto più vicino alla Terra e al Sole. Se il CERN attiverà l’LHC in questo giorno; dopo l’allineamento con la Terra e il Sole, potremmo averne la prova! Ci sono così tanti rifermenti di Saturno al CERN che deve essere stato fatto per interfacciarsi con il pianeta Saturno. Il rapporto tra gli dèi e saturno è un rapporto costante che dura fin dai tempi antichi. Si noti che ho scritto “dèi” e non Dio.

http://ningishzidda.altervista.org/il-c ... i-saturno/



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 15/05/2015, 16:55 
Guarda su youtube.com



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 15/05/2015, 17:00 
Alla Ricerca della Conferma

Immagine

La ricerca scientifica, si sa, è un contesto assai poco trasparente ed ancor meno democratico. Esistono è vero le riviste scientifiche e le tante iniziative di divulgazione sostenute da alcuni centri di ricerca internazionale ma l’atmosfera generale che si percepisce in questo settore è quella della segretezza e della poca trasparenza d’intenti.

Se i fondi pubblici destinati alla ricerca sono in Italia assai pochini, alcuni centri di ricerca internazionali godono invece di fondi quasi illimitati. Questi ingenti fondi scivolano in strade sconosciute per motivi inestricabili, data anche la rarefazione degli argomenti e la loro gestione inconoscibile.

Sappiamo bene dove sia finito quel promettente filone di ricerca sulla cosiddetta ‘fusione fredda’ (nel dimenticatoio) ed altrettanto bene sappiamo dove si è materializzato il più grande flusso di denaro investito nella ricerca ‘scientifica’ dalla ricerca spaziale degli anni sessanta ad oggi: nella costruzione di quell’oscuro manufatto, decantato come ‘la più grande macchina mai costruita’, denominato LHC (Large Hadron Collider).

Tale gigantesca macchina circolare di 27 chilometri di circonferenza, ha attratto sopra di se non solo le ‘fantasie’ dei soliti complottisti ma anche lo scetticismo e le critiche aperte ed argomentate di una larga parte del mondo scientifico, il più ‘democratico’ ed aperto, a nostro parere.

La ricerca del Bosone di Higgs ha catalizzato quindi a se ingentissimi denari per dimostrare la sua fondatezza, in barba ad altre possibili ricerche che sono state invece dilazionate o dimenticate. Com’è mai?

Il cosiddetto Bosone di Higgs, la cui scoperta da parte del CERN è stata strombazzata sui media di regime ma sulla quale gravano anche fondati dubbi scientifici, non è una particella come le altre. E’ stata propagandata con l’appellativo di ‘particella di Dio’ ed invece, forse, la sua denominazione corretta sarebbe stata: ‘particella di conferma dello Status Quo’.

Immagine

La probabile assenza di massa del ‘reale’ infatti avrebbe portato a conseguenze potenzialmente distruttive dello status quo. Comprendere come esista solo energia e non massa avrebbe portato evidentemente sconquassi ideali giudicati troppo destabilizzanti dall’attuale establishment scientifico/politico. E’ accaduto in forma ingigantita, ciò che accadde secoli orsono con le ipotesi eliocentriche, perseguite con la massima severità onde permettere il prosieguo dell’azione di controllo del sistema sociale da parte delle autorità.

La caduta dei capisaldi della fisica, la presenza di massa, avrebbe portato ad una rivoluzione importante nelle scienze, nella arti e nel pensiero in generale? Noi immaginiamo di si. Ed allora ecco la mirabolante conferma, da parte della ‘macchina più grande del mondo’ della presenza di quella benedetta massa, quel mattoncino di Dio che spiegherebbe tutto e confermerebbe le equazioni correnti della fisica teorica.

Tutto bene, tutto torna alla normalità, tutto si può acquietare e continuare ad essere sottoposto al controllo dei moderni sacerdoti di regime: i tanti ricercatori assoldati dalle accademie e dai militari per ribadire le loro certezze ed assurgerle a paradigmi (dogmi) della moderna fede scientifica, appena sostituita (pochi decenni orsono) alla pervasiva ed ormai claudicante fede religiosa.



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 15/05/2015, 17:11 
Inizio a pensare davvero che chi lavora al CERN e i progetti che vi vengono portati avanti siano molto di più che semplici esperimenti scientifici... e se stessero cercando di aprire un portale, non tanto per far entrare qualcosa o qualcuno, quanto per cercare una via di uscita dalla trappola del demiurgo di un universo fisico/metafisico illusorio?

Fu questo il tentativo fallito nell'antichità dai nostri predecessori nell'episodio biblico della Torre di Babele attraverso la quale l'Uomo tentò di diventare al pari di DIO?

Se pensiamo alla figura gnostica del demiurgo che crea l'illusione della materia ove incarnare le anime, l'unico modo che rimane all'anima per poter sfuggire a questa trappola in cui siamo rinchiusi sarebbe quella di uscire dall'intero universo.

Forse gli scienziati del CERN vogliono sbirciare oltre la matrix e cercano la chiave per accedere al "sistema operativo" che ha generato l'intero universo percepibile?

http://www.progettoatlanticus.net/2015/ ... nevra.html



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2304
Iscritto il: 03/12/2008, 21:09
Località: roma
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 16/05/2015, 11:20 
"Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?"
Probabilmente una tangentopoli mondiale...........



_________________
"Bisogna cercare orizzonti lontani non solo per scopi pragmatici, ma perché l'immaginazione e l'anima vengano nutrite dalla meraviglia e dalla bellezza".
Verner Von Braun,1972
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40280
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 16/05/2015, 12:05 
tommaso ha scritto:
"Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?"
Probabilmente una tangentopoli mondiale...........

........... [:p]



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9440
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
Località: Cagliari
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 16/05/2015, 12:39 
Atlanticus81 ha scritto:
Alla Ricerca della Conferma

La ricerca scientifica, si sa, è un contesto assai poco trasparente ed ancor meno democratico. Esistono è vero le riviste scientifiche e le tante iniziative di divulgazione sostenute da alcuni centri di ricerca internazionale ma l’atmosfera generale che si percepisce in questo settore è quella della segretezza e della poca trasparenza d’intenti.

Se i fondi pubblici destinati alla ricerca sono in Italia assai pochini, alcuni centri di ricerca internazionali godono invece di fondi quasi illimitati. Questi ingenti fondi scivolano in strade sconosciute per motivi inestricabili, data anche la rarefazione degli argomenti e la loro gestione inconoscibile.

Sappiamo bene dove sia finito quel promettente filone di ricerca sulla cosiddetta ‘fusione fredda’ (nel dimenticatoio) ed altrettanto bene sappiamo dove si è materializzato il più grande flusso di denaro investito nella ricerca ‘scientifica’ dalla ricerca spaziale degli anni sessanta ad oggi: nella costruzione di quell’oscuro manufatto, decantato come ‘la più grande macchina mai costruita’, denominato LHC (Large Hadron Collider).


Tale gigantesca macchina circolare di 27 chilometri di circonferenza, ha attratto sopra di se non solo le ‘fantasie’ dei soliti complottisti ma anche lo scetticismo e le critiche aperte ed argomentate di una larga parte del mondo scientifico, il più ‘democratico’ ed aperto, a nostro parere.


La ricerca del Bosone di Higgs ha catalizzato quindi a se ingentissimi denari per dimostrare la sua fondatezza, in barba ad altre possibili ricerche che sono state invece dilazionate o dimenticate. Com’è mai?

Il cosiddetto Bosone di Higgs, la cui scoperta da parte del CERN è stata strombazzata sui media di regime ma sulla quale gravano anche fondati dubbi scientifici, non è una particella come le altre. E’ stata propagandata con l’appellativo di ‘particella di Dio’ ed invece, forse, la sua denominazione corretta sarebbe stata: ‘particella di conferma dello Status Quo’.


La probabile assenza di massa del ‘reale’ infatti avrebbe portato a conseguenze potenzialmente distruttive dello status quo. Comprendere come esista solo energia e non massa avrebbe portato evidentemente sconquassi ideali giudicati troppo destabilizzanti dall’attuale establishment scientifico/politico. E’ accaduto in forma ingigantita, ciò che accadde secoli orsono con le ipotesi eliocentriche, perseguite con la massima severità onde permettere il prosieguo dell’azione di controllo del sistema sociale da parte delle autorità.

La caduta dei capisaldi della fisica, la presenza di massa, avrebbe portato ad una rivoluzione importante nelle scienze, nella arti e nel pensiero in generale? Noi immaginiamo di si. Ed allora ecco la mirabolante conferma, da parte della ‘macchina più grande del mondo’ della presenza di quella benedetta massa, quel mattoncino di Dio che spiegherebbe tutto e confermerebbe le equazioni correnti della fisica teorica.

Tutto bene, tutto torna alla normalità, tutto si può acquietare e continuare ad essere sottoposto al controllo dei moderni sacerdoti di regime: i tanti ricercatori assoldati dalle accademie e dai militari per ribadire le loro certezze ed assurgerle a paradigmi (dogmi) della moderna fede scientifica, appena sostituita (pochi decenni orsono) alla pervasiva ed ormai claudicante fede religiosa.


Quotone cosmico.


Su possibili finalità segrete dell' LHC invece sono piuttosto perplesso...

vi è dietro un piccolo mondo che a differenza di quello della ricerca segreta militare deve fare periodicamente i conti coi governi (non uno solo) e col pubblico.

E nel caso dell' ipotesi presa in esame non credo che abbiamo già la tecnologia per creare dei portali utilizzabili anche se forse potremmo già crearne di microscopici e di breve durata.



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 18/05/2015, 11:11 
IL BOSONE DI HIGGS IN PAROLE SEMPLICI E IL MOTIVO PER CUI E' TANTO IMPORTANTE

Immagine

Sono anni che i mezzi d'informazione parlano del bosone di Higgs e dell'LHC (Large Hadron Collider), la macchina costruita al CERN di Ginevra per indagare le più piccole parti della materia. Ho deciso di scrivere questo articolo perché ho la sensazione che molte persone non abbiano compreso quanto questo esperimento sia importante per il passato e il futuro della fisica.

Dopo cinquant'anni di teorie sulla fisica delle particelle elementari e sulle leggi fondamentali della natura, gli scienziati hanno progettato una macchina in grado di testare tutte queste teorie, con l'intento particolare di verificare esistenza del "Bosone di Higgs". Il nome di questa particella deriva da colui che per primo ipotizzò la sua esistenza, il dott. Peter Higgs.

Immagine
Peter Higgs

Higgs è una specie di celebrità nel mondo della fisica dato che negli anni sessanta elaborò una teoria che mirava a spiegare l'origine della massa delle particelle elementari, ipotizzando l'esistenza di una nuova particella subatomica che conferiva massa alla particelle elementari. Questa intuizione fu particolarmente gradita dal mondo accademico perché andava a risolvere un problema fondamentale nel campo della fisica teorica.

Anche se può sembrare strano da un punto di vista matematico le equazioni confermavano che le particelle elementari conosciute dovevano essere prive di massa e questo rappresentava un grande problema. Higgs ipotizzò dunque l'esistenza di una particella subatomica sconosciuta, che interagendo con le altre particelle elementari gli conferiva una massa. Questa particella venne chiamata appunto "bosone di Higgs", per poi diventare nota al grande pubblico come "particella di Dio" in quanto nessuno l'aveva mai vista ma era necessario credere fermamente alla sua esistenza per far si che tutto il modello fisico elaborato dai teorici funzionasse.

Nonostante il bosone di Higgs non era mai stato rilevato, il "meccanismo di Higgs" fu accettato come importante componente del "modello standard della fisica delle particelle", tanto che il funzionamento del modello standard diventò completamente dipendente dall'esistenza del bosone di Higgs. Pensate quanti fisici teorici hanno dedicato la loro vita allo studio del meccanismo di Higgs e quante ulteriori teorie sono state elaborate sulla base del modello standard, del quale il bosone di Higgs rappresenta il cardine fondamentale.

Dopo tanta teorizzazione, la fisica delle particelle aveva bisogno di maggiori certezze, proprio per l'importanza che il bosone di Higgs aveva all'interno del modello standard era diventato indispensabile confermare la sua esistenza, ma questo compito non era affatto facile dato che stiamo parlando di dimensioni migliaia di volte più piccole di un protone. A questo scopo negli anni ottanta fu concepito un'esperimento in grado di indagare le più piccole parti della materia, ci vollero 30 anni per progettare ed assemblare la macchina più grande mai costruita dall'uomo, un capolavoro ingegneristico a cui hanno contribuito 10.000 persone di oltre 100 nazionalità diverse.

Immagine
LHC-Large Hadron Collider

Questa macchina, chiamata LHC (Large Hadron Collider), per certi versi poterebbe essere definita "la piramidi del nostro tempo" dato che per realizzarla l'uomo si è spinto oltre le sue capacità. In parole povere si tratta di un acceleratore di particelle in grado di spingere i protoni a colliderle ad una velocità che sfiora quella della luce, per poi registrare i frammenti liberati durante l'impatto tramite rilevatori sensibilissimi. Per sapere da cosa è composta la materia bisogna romperla, riducendola in minime parti, i rilevatori invece servono per capire di cosa sono fatti i frammenti liberati

Immagine
I tubi all'interno dei quali vengono accelerate le particelle

Il momento in cui LHC è stato acceso per la prima volta ha rappresentato un bivio nella storia della fisica. Se la macchina non avesse individuato nuove particelle rispetto a quelle già conosciute, cinquant'anni di teorizzazioni sarebbero andati in fumo e avrebbe voluto dire che durane tutto questo tempo sono stati commessi gravissimi errori nell'approccio alla fisica, i teorici avrebbero dovuto ammettere di aver sbagliato qualcosa di fondamentale e che a quel punto sarebbe stato impossibile andare avanti. Al contrario se l'esperimento avesse dato risultati in linea con quanto teorizzato, l'umanità sarebbe stata proiettata verso un'epoca d'oro della ricerca scientifica. Nella storia non era mai successo che il futuro di un'intero campo dipendesse da un singolo esperimento.

Prima di passare ai risultati ottenuti voglio dedicare due parole al funzionamento di questa complicatissima macchina. LHC è stato costruito per far collidere protoni. Il protone insieme al neutrone compone il nucleo dell'atomo. La fonte di protoni che alimenta la macchina è una semplice bombola d'idrogeno, che allo stato naturale esiste sotto forma di molecola biatomica (H2). Prima di poter immettere i protoni all'interno dell'acceleratore è necessario che l'idrogeno venga ionizzato, per far ciò è necessario uno strumento chiamato duoplasmatron che grazie a particolari magneti rompe la forma molecolare dell'idrogeno e poi ai singoli protoni strappa via l'elettrone, soltanto a quel punto i protoni sono pronti per essere immessi all'interno dell'acceleratore.

Immagine

In parole semplici, l'acceleratore è composto da un tubo riempito di magneti in cui è stato ricavato il vuoto e si tratta di un tubo circolare lungo ben 27 km che corre nel sottosuolo tra Svizzera e Francia. Per creare le collisioni invece vengono accelerati due fasci di protoni in direzioni opposte e poi fatti scontrare in prossimità di sensibilissimi rilevatori termici. I fasci di protoni vengono raggruppati in quelli che potrebbero essere definiti "pacchetti" per aumentare le possibilità di ottenere uno scontro tra due protoni.

I fasci s'incontrano nei quattro punti in cui sono posizionati i rilevatori e ad ogni rilevatore corrispondono indagini diverse. Nel punto in cui s'incrociano i fasci c’è una certa probabilità che un protone di un pacchetto collida con un protone del pacchetto che arriva in direzione opposta. Ogni collisione di protoni produce uno "spruzzo" di particelle che viene fotografato dai rivelatori. Ovviamente non si tratta di una foto reale della collisione ma di una ricostruzione digitale basata sui dati registrati dai sensibilissimi rilevatori.

Immagine
Lo scontro tra due protoni (rappresentato da linee gialle tratteggiate in uscita dalle linee rosse) è misurata nel calorimetro elettromagnetico del rilevatore CMS. Le linee gialle sono le tracce misurate delle particelle prodotte nella collisione.

Per un spiegazione dettagliata sul funzionamento dell'LHC consulta questo link esterno

http://www.borborigmi.org/wordpress/wp- ... na-LHC.pdf

Il 4 luglio 2012, in una conferenza tenuta nell'auditorium del CERN, a cui assistette anche un Peter Higgs visibilmente commosso, i portavoce dei due esperimenti, Fabiola Gianotti per l'esperimento ATLAS e Joseph Incandela per l'esperimento CMS, hanno dato l'annuncio della scoperta di una particella compatibile con il bosone di Higgs, in linea grossomodo con le previsioni dei modelli teorici, la cui massa risultò essere intorno ai 126 GeV per il rilevatore ATLAS e intorno ai 125,3 GeV per il rilevatore CMS.

La scoperta del Bosone di Higgs è stata ufficialmente confermata il 6 marzo 2013, nel corso di una conferenza tenuta dai fisici del CERN a La Thuile. I dati relativi alle sue caratteristiche sono tuttavia ancora incompleti in quanto la mole di dati da analizzare è davvero enorme, in piu' saranno necessari ulteriori test. LHC è stato spento all'inizio del 2013 ed è previsto che rimanga inattivo fino al 2015 a causa di importanti lavori di rinforzo dei dispositivi di sicurezza, prima di riprendere gli esperimenti al massimo dell'energia possibile.

Molti fisici teorici si aspettano che una nuova fisica emerga oltre il Modello standard. In particolare i ricercatori sperano di verificare l’esistenza delle particelle più sfuggenti della materia e comprendere la natura della materia oscura e dell’energia oscura, che costituiscono rispettivamente il 23% e il 72% dell’universo (l'energia e la materia visibili invece ne costituiscono soltanto il 5%).

In questo senso la scoperta del bosone di Higgs non rappresenta un arrivo, ma il punto di partenza da cui cominciare per comprendere la reale natura dell'universo che ci circonda. I dati raccolti fino a questo momento lasciano aperte ancora molte strade, anche diametralmente opposte come la teoria della supersimmetria o quella del multiverso.

L'umano desiderio di conoscere e ogni tappa della scalata alla scienza ci hanno portato a comprendere dimensioni subatomiche migliaia di volte più piccole del protone. E' sorprendente il fatto che la mente umana sia riuscita a prevedere l'esistenza del bosone di Higgs tramite la matematica, anzi a pensarci bene è già sorprendente il fatto che l'uomo riesca a capire il linguaggio matematico e che questo linguaggio possa spiegare ogni segreto della natura. La matematica non è stata inventata, ma scoperta, questo grazie al potere della mente umana.

Durante una delle tante conferenze tenute al CERN, un'ospite ha domandato al relatore quali potevano essere le applicazioni future che potevano derivare dalla scoperta del bosone di higgs e quale poteva essere il ritorno economico che potesse giustificare un simile sforzo. Il relatore rispose che non ne aveva idea. Le grandi scoperte scientifiche non vanno fatte pensando ad un guadagno economico, semplicemente si cerca di progredire, trovando risposte a ciò che non si conosce. Quando furono scoperte le onde radio non si aveva alcuna idea di quali potessero essere le sue applicazioni e non si poteva immaginare che avrebbero rivoluzionato il futuro delle comunicazioni, erano semplicemente un tipo di radiazione.

Dunque a cosa serve l'LHC?

A niente di pratico forse, semplicemente a capire ogni cosa.

http://civiltaanticheantichimisteri.blo ... ici-e.html



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13471
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 18/05/2015, 13:45 
E cosa da al massa al bosone di Higgs?



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9440
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
Località: Cagliari
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 18/05/2015, 15:42 
Il bosone di Higgs stesso.

E' questo che rende la teoria poco convincente per me.



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1341
Iscritto il: 15/09/2014, 21:42
Località: E paes tira gardeli
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 18/05/2015, 21:07 
Che palle questi americani relgio-dementi che demonizzano ogni cosa che potrebbre incrinare il loro sistama di credenze. [:289]

Che palle i catastrofisti che devono puntare costantemente il dito contro qualcuno. [:289]

Che palle coloro che per invidia vogliono rallentare le ricerche europee. [:289]

Io sono curioso costi quel che costi [:17] anche se la Terra verrà distrutta e dovro reincarnarmi in un tizio di Zeta Reticuli.

Trovo disdicevole però che per così tanto tempo si sia accettata ufficialmente una teoria non dimostrata sperimentalmente: un atto "baronale" inaccettabile. [:292]

Riguardo a Shiva: distrugge onde poter ricreare.
I protoni vengono demoliti per trovare la chiave di volta dell' universo,



_________________
Per ogni problema complesso c' è sempre una soluzione semplice.
Ed è sbagliata.
(George Bernard Shaw)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 18/05/2015, 21:24 
Ovvero comprendere se esiste una via d'uscita dalla matrix, dall'universo olografico...

[;)]

Scoprire il segreto della natura dell'universo ci porterà a conoscere DIO?



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 803
Iscritto il: 03/12/2010, 15:59
Località: Roma
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 18/05/2015, 23:17 
MaxpoweR ha scritto:
E cosa da al massa al bosone di Higgs?


Il Bosone è il vettore del campo di Higgs che è di gran lunga più importante del Bosone.
Il campo di Higgs è in fondo la teorizzazione della proiezione olografica della realtà.

Solo che l'uomo essendo di natura stolto, preferisce carpire il dettaglio piuttosto che l'insieme.
Facile che il Bosone sia un diversivo


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 19/05/2015, 00:06 
Vorrei approfondire questa cosa del campo di Higgs... dove potrei trovare spiegazioni non troppo complicate?

Praticamente si va a dimostrare che l'universo avrebbe natura olografica equindi una sorta di simulazione come nel film "il tredicesimo piano"?

Lo sapevo che quest stannoi cercando di trovare la via d'uscita alla trappola della simulazione e dare una sbirciata fuori dalla matrix!

[:)]



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa si nasconde dietro l'attività del CERN?
MessaggioInviato: 19/05/2015, 09:48 
Stephen Hawking: "Trovare la 'particella di Dio' potrebbe distruggere l'universo."

E ciò ha senso, poiché trovandola si svelerebbe l'inganno della demiurgica simulazione olografica che è la "realtà". Si troverebbe la via d'uscita dai piani "fisico" e "metafisico" per poter visionare il piano "cosmico" (vedasi file cosmologia.xls caricato nella sezione download del Progetto Atlanticus

http://terrarealtime.blogspot.it/2015/0 ... ma-di.html

Trovandola si svelerebbe l'inganno della demiurgica simulazione olografica che è la "realtà". Si troverebbe la via d'uscita dai piani "fisico" e "metafisico" per poter visionare il piano "cosmico" (vedasi file cosmologia.xls caricato nella sezione download del Progetto Atlanticus... e noi potremmo allora diventare I CREATORI di un nuovo universo?

Ovvero, in una serie infinita di scatole cinesi, il nostro piano materiale potrebbe diventare piano cosmico, sempre secondo la cosmologia di quel file, per un altro universo e così via... all'infinito?!



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 12/12/2017, 11:26
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org