Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 751
Iscritto il: 03/06/2009, 15:27
Località: <<veneto>>
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/03/2011, 12:14 
[:168] [:168]



_________________
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio. (Oscar Wilde)

Non portare mai un alieno al ristorante, mangera' a ufo.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41080
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/03/2011, 13:10 
Cita:
GIANLUCA1989 ha scritto:

Molto interessante...e alquanto inquietante... [8)]
Ne avevo gia sentito parlare... mi pare su national geographic,alcuni mesi fa... dovrebbe essere questo se non ricordo male
Guarda su youtube.com




No riesco a vederlo..... da che dipende? [8]



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1490
Iscritto il: 21/10/2010, 13:22
Località: Umbilicus Italiae
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/03/2011, 16:35 
Comunque, a parte gli scherzi, ho sempre temuto che possa accadere qualcosa di simile al genere umano.
Se un giorno (speriamo mai) dovesse generarsi (o essere generato) un virus, fungo, batterio o quant'altro con potenzialità tali da riuscire ad intrufolarsi nella testa delle persone, beh credo proprio che (nonostante la produzione di svariati films a tema), non riusciremmo a venirne a capo.
Non penso che il genere umano sia in grado (con la cultura attuale) di fronteggiare un nemico simile.

......

e se questo fosse già in atto?!?!


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Il Il "Vespa Cosmico" del Forum

Non connesso


Messaggi: 2063
Iscritto il: 04/06/2009, 14:02
Località: Rieti ( 42.402541, 12.860562 )
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/03/2011, 17:54 
Cita:
Thethirdeye ha scritto:

Cita:
GIANLUCA1989 ha scritto:

Molto interessante...e alquanto inquietante... [8)]
Ne avevo gia sentito parlare... mi pare su national geographic,alcuni mesi fa... dovrebbe essere questo se non ricordo male

Guarda su youtube.com




No riesco a vederlo..... da che dipende? [8]

Vero... hanno cambiato i codici di youtube (ora non sono più gli stessi [8)] )...
corretto.. [;)]


Ultima modifica di GIANLUCA1989 il 08/03/2011, 17:59, modificato 1 volta in totale.


_________________
«Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia.» Arthur C. Clarke
Mio profilo su Twitter
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10916
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/03/2011, 21:21 
Cita:
donnacinzia ha scritto:

ehhh Daniele, bella notizia ci dai al sabato sera!!!
E poi già dicono che gli alieni sono tra noi, a questo punto sulla Terra non si sà più chi è nativo, e chi ci è approdato,

magari anche noi siamo arrrivati da qualche "laboratorio" oltre cielo. [V]



Su questo ci puoi scommettere, cara Cinzia.

Auguri a tutte le donne!!

Una notizia veramente sconvolgente... ricorda i Flood di Halo...


Saluti,

Aztlan



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 394
Iscritto il: 04/12/2008, 13:42
Località: Cremona
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 09/03/2011, 16:48 
Ma scusate,guardando il documentario mi sembra che questi funghi usano come "vasi" i corpi dei malcapitati, e non vedo insetti "zombie" che si muovono comandati dai parassiti,o sbaglio?


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10916
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/03/2011, 13:04 
A quel che ho letto e capito, controllano in qualche modo l' ospite...

...e questo è quello che hanno inteso tutti.

Poi può anche darsi che ci sbagliamo eh... [;)]



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Difensore della logicaDifensore della logica

Non connesso


Messaggi: 4533
Iscritto il: 05/12/2008, 22:51
Località: Padova
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/03/2011, 19:10 
Il caso dei "funghi killer" ricorda in modo impressionante un altro caso di cui ho sentito parlare qualche anno fa su di un giornale (purtroppo non mi ricordo quale... è passato troppo tempo. Forse era il "Corriere della Sera", o forse "Focus").
Esisterebbero dei batteri che fanno ai topi esattamente quello che questi "funghi killer" fanno alle formiche. Tali batteri hanno come ambiente più adatto a loro proprio l'intestino dei gatti. Se finiscono dentro un topo, agiscono sul cervello dei topi, facendogli sentire un irresistibile attrazione per l'odore dei gatti, in modo che si facciano facilmente divorare da essi. Capito che bastardi, sti batteri?
Vi chiedete se potrebbe succedere anche agli esseri umani una cosa del genere? Che volete.... magari esistono dei batteri o dei funghi che vivono bene dentro i cadaveri che marciscono in fondo alle paludi o dentro i coccodrilli.... e magari se finiscono dentro un essere umano, lo spingono a buttarsi dentro le paludi, per annegarci o farsi divorare dai coccodrilli.... sembrerebbe un buon tema per un film di fantascienza horror......


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/03/2011, 00:53 
Esiste un film "Invasion" dove dei virus alieni prendono il controllo dell' umanità

Dopo lo schianto di uno Space Shuttle sulla Terra, la psichiatra e divorziata Carol Bennell Nicole Kidman scopre un misterioso virus di origine aliena, che attacca gli esseri umani nel sonno, durante la fase REM. Le vittime risultano diventare inumane, prive di sentimenti ed emozioni ma con il fisico immutato, rendendo difficile l'identificazione tra soggetti sani e infetti.Carol con l'aiuto di Ben Driscoll cerca Oliver, suo figlio, che è col padre Tucker (una delle vittime).Oliver avendo avuto l'ADEM, una malattia avvenuta come complicazione da varicella, è immune al virus alieno.Carol e Ben si separano lei cerca Oliver e lui cerca di portare sangue non contaminato dal virusal Dr. Galeano.Carol trova Oliver, insieme scappano lontani da Tucker che li cerca.Si nascondono in un supermercato in attesa di notizie da Ben.Dopo qualche ora al supermercato arriva anche Ben che però ha preso anche lui il virus e come Tucker e tutta la gente infetta cerca di uccidere Oliver, l'unico che non può prendere il virus.Carol e Oliver scappano il Dr. Galeano li trova e li salva.I dottori trovano finalmente un vaccino, tutti ritornano a posto. Carol,Ben,Oliver e Gin, un amico di oliver a cui i genitori erano morti poco dopo la diffusione del terribile virus,vissero tutti insieme come una vera famiglia.

http://it.wikipedia.org/wiki/Invasion_%28film_2007%29


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 323
Iscritto il: 30/03/2009, 18:56
Località: Cles
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/09/2011, 16:24 
Il virus che trasforma i bruchi in "zombie"

Gli studiosi hanno individuato un gene che consente al virus di trasformare i bruchi in "zombie": lo rivela una ricerca pubblicata su Science. Il virus costringe il suo ospite ad arrampicarsi sugli alberi, dove poi, ridotto in poltiglia, muore.

Quando sono in salute, i bruchi di bombice (Limantria dispar) di notte si arrampicano sugli alberi per cibarsi delle foglie; poi, di giorno, scendono per rifugiarsi tra le fessure della corteccia o al suolo per sfuggire ai predatori. A volte però questi bruchi vengono attaccati dal baculovirus, un tipo di virus che colpisce comunemente gli invertebrati. I bruchi colpiti da questo parassita, sono "guidati" sulle cime degli alberi e riprogrammati dal virus per restarci, finchè non vanno incontro ad una morte degna di un film horror.

Come spiega Kelli Hoover, entomologa della Penn State University che fa parte del gruppo che ha condotto la ricerca, "i bruchi, una volta infettati, peggiorano e restano sugli alberi dove muoiono". Dopo essersi diffuso su tutto il bruco, il virus trasforma il suo ospite in una poltiglia. Questa poltiglia offre un terreno perfetto per la riproduzione dei virus e, sgocciolando a terra, cade sul fogliame. I bruchi che si cibano delle foglie infettate si ammalano consentendo al virus di diffondersi facilmente nella popolazione di Limantria.

Il gene egt

L'esistenza di virus che trasformano gli animali in "zombie" è nota, ma il loro codice genetico, fino ad ora, non era del tutto conosciuto. Perciò, Hoover e i suoi colleghi hanno pensato di infettare alcuni bruchi di bombice con una mezza dozzina di tipi diversi di baculovirus. Poi hanno messo i bruchi malati all'interno di alcune bottiglie con del cibo sul fondo. I virus portatori di un determinato gene, che gli scienziati hanno chiamato egt, costringevano i bruchi a salire sulla cima del contenitore e a rimanere lì finchè non morivano. I ricercatori hanno allora rimosso il gene egt dai virus che lo possedevano, hanno infettato di nuovo i bruchi con il parassita modificato e si sono accorti che il comportamento da zombie non si presentava più. I ricercatori infine hanno inserito il gene egt in un virus che non lo possedeva, e l'effetto zombie ha di nuovo colpito i bruchi.

"In qualche modo questo gene egt permette al virus di manipolare il comportamento dei bruchi. Il virus così si fa portare nella giusta posizione, cioè in cima agli alberi, da dove può cadere sulle foglie e trasmettersi ad altri bruchi", spiega Hoover. Secondo lo studio, il gene probabilmente disattiva l'ormone che regola la muta. "Questo forse rappresenta un vantaggio per il virus in quanto mantiene il bruco nella fase di nutrizione. Il bruco si accresce sempre di più offrendo così maggiore spazio per la riproduzione del virus".

Nemico naturale

In natura esistono diversi tipi di baculovirus e la maggior parte delle specie di bruchi sono colpite da uno o più di questi parassiti. Questo virus comunque non ha un forte impatto sulle Limantria dispar in quanto specie. Infatti le popolazioni di Limantria sono naturalmente soggette ad alti e bassi e così, quando il numero di bruchi è sotto controllo, lo è anche il numero dei virus. Se però la popolazione di Limantria aumenta, il virus esplode, funzionando da limitatore naturale delle infestazioni da bruchi.

"Il virus è arrivato in Nord America insieme ai bruchi. È il loro nemico naturale", conclude Hoover.

fonte: http://www.antikitera.net/news.asp?id=10852&T=3


Dico solo questo: con un gene si possono fare tante cose. Ma proprio taaaaante cose... [8)]



_________________
Doc
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2490
Iscritto il: 03/12/2008, 14:45
Località: Prov. di Rm
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/09/2011, 17:28 
Caspita, sembra quasi che questo fungo sia.. intelligente [:136]


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 378
Iscritto il: 01/07/2011, 11:10
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/09/2011, 14:36 
Ma non potrebbe essere che , oltre a essere super specializzati, questi funghi magari abbiano difficoltà a "governare" un cervello più complesso come quello umano?



_________________
Ogni singola vita porta con se l'eternità.
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2490
Iscritto il: 03/12/2008, 14:45
Località: Prov. di Rm
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/09/2011, 14:48 
Cita:
Davide Petrachi ha scritto:

Ma non potrebbe essere che , oltre a essere super specializzati, questi funghi magari abbiano difficoltà a "governare" un cervello più complesso come quello umano?


Non lo so, comunque anche quello delle formiche dove lo hanno imparato?
Mi sono documentato, il cervello di una formica ha circa 250.000 neuroni, rispetto a quello dell'uomo il numero è naturalmente minore ma non si sta parlando comunque di 2-3 neuroni..


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 378
Iscritto il: 01/07/2011, 11:10
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/09/2011, 14:52 
Forse è giusto quel che dici. Del resto non è questione di governare un cervello più o meno complesso ma di "pigiare" i neuroni giusti. Come per l'esempio postato da ekindu si può dedurre che basta dare l'indirizzo giusto (per i topi l'odore dei gatti) e il gioco è fatto. Resta una cosa inquietante comunque.



_________________
Ogni singola vita porta con se l'eternità.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: Le formiche zombie
MessaggioInviato: 07/09/2017, 17:32 
Cita:
a chicago
L’epidemia che trasforma i cani in coyote zombie

Parrebbe la trama di un fumetto di Dylan Dog o di un racconto di Stephen King. Eppure il soprannome rende molto bene la situazione che sta contraddistinguendo in questi ultimi tempi Chicago e i suoi dintorni: coyote zombie. Si tratta di canidi che stanno soffrendo di una grave malattia, la scabbia canina, detta anche rogna sarcoptica. Provoca perdita di pelo, difetti visivi, ulcere, prurito. E se non curata può condurre alla morte. Gli animali vengono spesso scambiati per cani randagi o semplicemente esemplari malnutriti. Tuttavia le forze dell’ordine della città statunitense lanciano l’allarme: potrebbe esserci un’epidemia in corso che potrebbe interessare anche gli animali domestici e addirittura l’uomo. Motivo per cui sono stati diffusi dei bollettini per dire di muoversi con cautela e di non lasciare in giro la spazzatura.
Le cause della malattia

I coyote zombie sono stati colpiti da un agente eziologico ben preciso: il Sarcoptes scabiei. È un acaro che si annida negli strati cutanei più superficiali, per poi conquistare ogni angolo del corpo dell’animale se non viene opportunamente trattato. Il ciclo biologico del parassita è di tre settimane, ma la malattia è molto contagiosa. L’uomo ne è colpito solo se viene a stretto contatto con l’animale. Ora bisogna capire in che modo risolvere il problema. Perché se da una parte si mira alla salvaguardia delle persone, è altrettanto urgente comprendere la strategia per cercare di debellare l’epidemia dei coyote. Anche se non sarà facile. Per una buona guarigione, infatti, ogni esemplare dovrebbe essere sottoposto a bagni settimanali a base di shampoo acaricidi, per almeno un mese. La stampa parla di coyote zombie perché gli animali comparsi in vari punti della città, si aggirano barcollando, smagriti e con ampie aree del corpo senza pelo. Se ne vedono più del solito per i problemi oculari che caratterizzano il morbo: preferiscono andare in cerca di cibo durante il giorno, contro quelle che sono le loro tradizionali abitudini notturne.


https://rivistanatura.com/lepidemia-che ... te-zombie/


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 07/02/2023, 12:58
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org