Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3051 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 204  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio: ASTRONAVI da altri MONDI
MessaggioInviato: 10/07/2009, 18:46 
ASTRONAVI da altri MONDI

Di Massimo Staccioli


Immagine



Nato a Roma il 9 Febbraio 1944.

Immagine

Ex Sottuff/le Aeronautica Militare ( RADARISTA - Difesa Aerea, per 35 anni); Basi Intercettori Teleguidati della 1° Aerobrigata Missili (per la Difesa del Nord Italia), quindi Aeroporto Militare di Ghedi (in "Sala Navigazione con gli equipaggi) poi Sistema Missilistico Antiaereo "Spada", sempre su radar da "ricerca".
Ufologo dal 1954. L'avvistamento più importante lo ebbi quando avevo 10 anni: il 6 Nov. 1954, su Roma. Due formazioni di UFO, convergenti, più o meno, sul Vaticano, formarono una sorta di "croce greca" sul cielo azzurro invernale, intorno alle 11.00. Avvistamento visto e confermato da uno dei primi Ufologi italiani ( e descritto in un suo volume ), il Console Alberto Perego. Da allora mi dedicai allo studio degli U.F.O. trovandone conferma anche tramite il mio lavoro. Le loro prestazioni non risultano essere nulla di convenzionale per cui potrebbero essere Astronavi Aliene provenienti dallo Spazio Esterno giunte qui per osservarci, studiarci ed attendere il momento più opportuno per Contattarci Ufficialmente; altrimenti non so di cosa possa trattarsi ...



L'Ufologia non è una scienza ne tanto meno una fede, è semplicemente ricerca e CONSTATAZIONE di fatti e Cose che avvengono nei nostri cieli; IRRIPODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.

Collaboratore esterno di http://www.lunexit.it (Spazio e Missioni Spaziali)



QUALCUNO ci sta osservando?

Da dove provengono?

Usano i "Tunnel-Spazio-Temporali"?

Quanti anni sono avanti a noi?

Non ci dicono nulla fin quando non facciamo girar LORO i...dischi?

Ci trattano da trogloditi?

Attendono che ci evolviamo, almeno dal lato...umano?

O ci tengono sotto controllo?

Hanno accordi con qualcuno, qui, sulla Terra?

O no gliene importa niente del genere umano, e si "divertono" a vederci "scannare" come, forse, LORO facevano un tempo?

Sono veramente gli "dei" che adoravano i nostri antenati?

Perché sono 39 anni che trascuriamo la Luna?

Perché CI hanno proibito di installarci sulla Luna?

Perché il programma spaziale è così indietro rispetto alle aspettative degli anni 60?

Perché la gente guarda "storto", o con commiserazione, quando qualcuno narra un avvistamento di cui è stato testimone?

Perché il nostro ego, in generale, è portato a rifiutare la presenza di possibili razze Aliene?

Ed infine, perché chi crede a tutto ciò è considerato un "fuoriuscito", un esaltato?

O perché l'uomo dimostra di essere come lo "stregone"del villaggio a cui interessa la centralità della sua persona e la
prerogativa di rimanere l'unico signore dell'Universo...



INDICE GENERALE
ASTRONAVI da altri MONDI:
topic.asp?TOPIC_ID=3926


Nota dell'admin
Se volete approfondire qualche argomento di quelli riportati qui, per favore aprite un topic riportando il link al post, così manteniamo questo pulito come una sorta di "archivio".




IL MIO MOTTO

Il mio motto è: "ascoltare, ma non credere a tutto".
Insomma occorre l'indagine! Non è giusto credere a qualsiasi cosa...
Nello stesso tempo, non si deve scartare nulla...
Archiviare, confrontare ed essere preparati un po su tutto .
Essendo un astrofilo, praticamente da sempre, certo anch'io ebbi seri motivi per capire la provenienza di queste Astronavi Aliene ( scusate, ma io adopero il termine U.F.O. quando non si capisce effettivamente cosa voli, vuoi per la quota, vuoi per una semplice luce nella notte; in quel caso, all'eventuale testimone, gli dico ciò che non è ; ad esempio: secondo la descrizione, posso dirgli non è un satellite, non è un aereo, non è un pallone sonda , e così via, concludendo: è un qualcosa di non identificato, ergo, un U.F.O.
Ma quando il fatto è ben dettagliato, o vi è un atterraggio, insomma quando si hanno elementi validi, allora è per forza di cose un Oggetto Alieno, perché so ciò che possiamo far volare noi terrestri ).
Così, da ragazzo, a forza di ricercare la verità su ciò che mi aveva colpito, al mio primo avvistamento ( quello della croce su Roma ), divenni inconsapevolmente un Ufologo.
Anche se avevo 10 anni, ho notato subito la differenza con quello che volava e ciò che stavo vedendo in QUEL MOMENTO! Non ci vollero tanti studi, specie quando ti senti tremare...le gambe!
Dopo, cominciò l'informazione, lo studio e la ricerca ( dato che sono sempre stato attratto dall'Universo e a tutto ciò che vola.... ).
Così scoprii i "tunnel spaziali", i "buchi neri", e così via; fino a capire che un Disco Volante si comportava, ne più ne meno, ad un “mini buco nero”, essendo avvolto da un campo elettromagnetico che poteva ricreare una fortissima gravità!
Questo lo prova il fatto che di notte forma un alone plasmatico attorno ad esso, spiegando altresì anche i blackouts che provoca durante un sorvolo a bassa quota.
Dimostratemi chi possa essere in possesso di un qualsiasi aeromobile che fa le seguenti manovre:
volare da 0 a 5000 miglia orarie partendo da fermo, o quasi, in maniera del tutto silenziosa, quindi senza provocare l'inevitabile ( per noi, ora ) "bang" supersonico e la conseguente fusione delle cellule strutturali dell'aereo ( lo "Shuttle", come ben sappiamo, se ne va in giro con le famose piastrelle antitermiche...).
Senza calcolare poi di cosa rimarrebbe dello sventurato ... pilota, conseguentemente ad una accelerazione del genere!
Le manovre che riescono a compiere questi OGGETTI, sono effettuate in piena velocità : zig-zag; virate di 90°; blocco improvviso del loro volo; virate improvvise con inversioni di rotta a 180°; affiancamento a nostri velivoli, con conseguente disturbo alle comunicazioni radio di bordo ed a qualsiasi strumentazione elettronica; apparizione dal nulla o viceversa sparizione improvvisa; avvistamenti registrati con telecamere all'infrarosso; chi, secondo voi, possiede questa "Roba" e se ne sta buono, buono in disparte senza sottomettere l'intero pianeta!
Sapete quante volte si sono avuti allarmi aerei o missilistici per presunti sconfinamenti o addirittura inaspettati "attacchi aerei", da parte della N.A.T.O. e dal Patto di Varsavia?
Beh, ne so qualcosa, quando con la mia squadra di turno, venivamo svegliati alle 02.00 di notte dal nostro Comando Difesa per capire chi stava sorvolando il nostro spazio aereo, con strane manovre a 12000 miglia orarie!!!
Ma non davamo nemmeno l'allarme agli intercettori; cosa vuoi allarmare...
Gli aerei sono pronti allo "scramble" in 5', gli UFO mi avevano attraversato lo schermo ( di 180 Km. di portata, ora posso dirlo perché il Sistema non è più operativo ) in 35".
Guardavamo, osservavamo e riportavamo; punto.
In tutte le Basi vi sono moduli, prestampati, con tutte le istruzioni ed informazioni necessarie per compilarli, riguardanti avvistamenti ottici o radar di U.F.O. ( e non di aerei sconosciuti ) aventi priorità secondaria solo in seguito ad un'eventuale dichiarazione di ostilità verso un altro Paese!
Sapete quanti piloti vanno in volo, durante le normali "missioni" di addestramento, portando una qualsiasi macchinetta fotografica?
Qui, QUALCUNO "scorazza" da decenni, se non da secoli, per tutti i cieli del nostro Pianeta; tutti LI vedono; tutti ne parlano ( ma privatamente ). Qualsiasi aereo sperimentale compie solo voli rettilinei e super controllati; i famosissimi "triangoli" volanti, risalgono anch'essi a molti anni fa.
Anche la nostra Aeronautica si è aggiornata distribuendo nuovi prestampati ( copiati da quelli in uso nelle Basi americane ), sono stati fatti in seguito alla grande "ondata" ( "flap" ) del 1977/78 ! Quando l'Adriatico fu praticamente "bloccato" per circa due mesi; non andava a pescare più nessuno!
( Vi fu il caso dei due pescatori trovati morti, senza acqua nei polmoni ).
Adesso tralascio tutta la cronaca di quel che successe; ma in base a quell'evento l'Aeronautica specialmente, si premunì di dotare tutte le Basi, di disposizioni appropriate, si, proprio per gli U.F.O.

Perfino il Tg-2, per "spiegare" un UFO che aveva "accompagnato" per circa un quarto d'ora cinque anni fa, un Boeing 727 ad una quota di 22.000 "piedi", disse che: "molto probabilmente doveva trattarsi di un deltaplano entrato nella scia dell'aereo di linea".
Quello che più mi irrita è che la gente "beve", perché "ha parlato un esperto", dissero al Tg...!
Ma se un ipotetico boscimano seguita a veder sorvolare il suo territorio da un "Jumbo" ad alta quota o, meglio, gli atterra un elicottero davanti e quel "fetente" di pilota se lo porta a fare un giretto... ma quando questo poveraccio torna alla sua tribù, che diavolo saprebbe descrivere loro per dar credito alla sua avventura, se sa appena fare strisce con il dito per terra? Noi siamo così, nei LORO confronti!
Andate a leggere la figura che facevano i nostri scienziati, nei LORO confronti, quando s'incontrarono ( perché si incontrarono ) nella Base di Muroc, in California...





_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 18:47 
CONTINUANDO CON LE MIE OSSERVAZIONI...

Insomma, il dato di fatto è questo: non si tratta di credere o non credere; questa non è una fede.
C'è gente che ha visto QUALCOSA: in alto; in basso; a terra; sono stati presi a bordo; hanno scortato aerei; hanno seguito ogni volo spaziale dei nostri astronauti o sonde varie; hanno interferito con noi; con gli animali; hanno lasciato tracce sul terreno dove sono atterrati; pongono in blackout sistemi elettronici od elettrici; cambiano di colore a seconda della loro velocità; hanno un campo elettromagnetico attorno al loro scafo che permette loro di spostarsi sia nel cielo di un pianeta che nello Spazio; appaiono e scompaiono improvvisamente; eludono i nostri radars o meno; a riprova che hanno questo campo elettromagnetico lo dimostra, oltre la luminescenza di notte a causa della jonizzazione dello stesso campo, il fatto che quando sono a terra , o sospesi a pochi metri dal suolo, rimane diffuso nell'aria un odore di OZONO, classico delle manifestazioni elettromagnetiche ( tipo fulmine nelle vicinanze ), e con la forza motrice di detto campo è ovvio che non produca alcun rumore, a parte un lieve ronzio ( a volte un sibilo, durante una vertiginosa "fuga" ).
Cosa fa dubitare che questo po,po di ROBA, non appartenga ad una Civiltà di molto superiore alla nostra: quella EXTRATERRESTRE


La gente, si sa, si stanca presto, di tutto... Ed invece, il FENOMENO U.F.O., continua ancora. Dopo 60 anni, ed insisto, sarebbe ora di tirare fuori "quest'arma segreta", non vi pare?
Sapevate che per tornare sulla Luna ( sempre che ce LO permettano ) i tecnici di Houston e di Cape Canaveral hanno dichiarato che dovrebbero ristudiare il tutto perché hanno perso molte specifiche del Progetto "Apollo"...? Altroché armi miracolose segrete! Questi qua nemmeno riescono a tornare sulla Luna...
Stentavo a crederci, ma è così.
Ripensando al campo magnetico dei DISCHI VOLANTI, e non ufo, OGGETTI di questo genere sono stati visti anche in immersione, avanzano come nell'aria quindi per muoversi adoperano quello che tecnicamente e solo in teoria oggi si chiama "campo di contenimento" detto campo interferisce con l'ambiente esterno creando una sorta di cuscinetto che si estende lungo il perimetro dell'oggetto impedendo all'ambiente operativo di venire in diretto contatto con la superficie dell'oggetto stesso, detti campi sono stati teorizzati anche dai nostri scienziati ma non ve ne so dare i dati tecnici, in ipotetici viaggi a velocità luce o superiore il campo di contenimento viene proiettato davanti alla nave per evitare la collisione con particolato spaziale asteroidi ecc. lo stesso campo consente alla nave diretta su una particolare rotta di operare deviazioni nel caso sia in collisione con un pianeta o con un oggetto di grandi dimensioni che non può essere repulso per questioni rapporto di massa inerziale tra nave ed oggetto stesso, l'estensione del campo in teoria dovrebbe essere proporzionale direttamente alla velocità di moto della nave, questo in teoria è quello che sono riuscito ad apprendere, esiste poi la teoria quantistica che invece sfrutta altri principi !

I primi caccia operativi che passavano la "barriera" del suono in picchiata, perdevano le ali e quindi si disintegravano ( F-86E "Sabre" ) perché andavano ad impattare contro le molecole dell'aria; poi, con gli aerei sperimentali, superato l'ostacolo delle strutture, venne fuori che si surriscaldavano ( vedi SR-71A ed X-15 ; e tutti questi aerei, raggiungevano le loro velocità finali PROGRESSIVAMENTE! ) qualsiasi oggetto che vola ( costruito con la tecnologia odierna, intendo ) non riesce in alcun modo, stando fermo in volo, tipo "Harrier,"ed a schizzare via a più di 5000 Km/orari !
A parte le difficoltà, per ora insuperabili per costruire un simile aereo, cosa rimarrebbe dell'eventuale pilota? POLTIGLIA schiacciata...
Ergo, ci vuole un campo di forze che isoli detto aereo! Ce l'abbiamo noi? O stiamo testandolo da 60 anni !
Con il termine UFO, viene considerato, erroneamente, un vero UFO! Nel senso di Astronave Aliena, ormai; ed anche in America è così. Come la parola "laico", ora viene intesa come ateo o per lo meno non praticante; quando invece è definita così una persona che non appartiene ad alcun ordine religioso, vedi preti, suore, frati, etc... Purtroppo molte parole perdono il loro originale significato, e così con gli UFO: Unidentified Flying Object .
Per chi non lo sapesse il termine americano U.F.O. fu usato, coniato, espresso, inventato dall'AIR FORCE per non usare il "volgare" sostantivo Disco Volante; come in aeronautica non chiamiamo gli aerei, od aeroplani, così; ma: aeromobili.
L'U.S.A.F., per non usare la parola Astronave Sconosciuta, che avrebbe fatto anche scalpore ( dandone così conferma ufficiale ) usarono appunto il termine tecnico suddetto...
Preferirono chiamarli Oggetti Sconosciuti ( e non Aerei Sconosciuti ), in più, tale sigla, si prestava bene a minimizzare quello per cui l'America era sconvolta, negli anni 50! Apparizioni di massa sopra città, sulle Basi aero-navali e sulle Centrali Atomiche; come pure nelle aree di ricerca, come Los Alamos, Dulce, Albuquerque ed i vari Test Sites sparsi nel Nevada.
Perciò, nel termine UFO è implicito riferirsi ad un QUALCOSA di Alieno... Perché quando ad un pilota di linea ( da me ascoltato in diretta ) chiesero, dal Controllo del Traffico Aereo, se volesse fare rappporto sull'UFO appena osservato, il pilota disse: "...no, lasciamo stare, se no mi prendono per matto; devo ancora lavorare.."
Ed era stato confermato da altri tre aerei in volo, più lontani.
Se si fosse trattato di un aereo sconosciuto od un altro qualsiasi fenomeno ( sono obbligati a riportare sempre tutto ) atmosferico o cose simili, il rapporto lo AVREBBE FATTO! Ma siccome ERA STATO SCORTATO...
Siamo diventati amici, quindi scordatevi il nome, anche se adesso non vola più. Strano per uno che è stato scortato da un "drone", da un "fulmine globulare", da uno "stormo di gabbiani", da "un pallone sonda", da un "satellite", da un "fesso" qualsiasi, si metta tanto scrupolo nel testimoniarlo...
Il divario di conoscenza tecnologica è addirittura abissale, tra noi e LORO! E' QUESTO QUI CHE MI HA PORTATO DA SEMPRE A CONSIDERARE ALIENA TALE TECNOLOGIA !
Non è assolutamente per puntiglio o partito preso; ho ragionato sopra e, per la mia esperienza anche, sono giunto alla incontrovertibile ipotesi Aliena... Moltissimi noti ricercatori sono "stati suicidati" o morti "all'improvviso" per aver scoperto questo, o volendolo divulgare...
Un Ammiraglio come Forrestal, già facente parte dell'ormai accertato "MJ-12", non si è gettato dalla finestra, come ufficialmente si dice ( a parte le dichiarazioni di sua moglie ), ma di certo il Dipartimento di Stato avrebbero messo a tacere quella brutta vicenda e non dedicargli la prima Portaerei Atomica....!

Qualcosa, riguardo gli UFO bisognerebbe chiederlo al controverso Robert Lazar, che vi ha lavorato per 3 anni.... Perché credere a tanti e a lui no?
È il 1989 quando il fisico Robert Lazar rilascia questa dichiarazione shok al giornalista televisivo George Knapp. Lazar dice di aver lavorato per alcuni mesi in una zona super segreta dell’area 51 chiamata S4 dove in hangar sotterranei sarebbero conservati nove dischi volanti caduti nelle mani del governo americano. Lazar avrebbe lavorato su uno di Il suo compito era quello di studiare il funzionamento della tecnologia aliena che sarebbe stata poi utilizzata per costruire ordigni bellici sempre più evoluti. Secondo Lazar nella base sarebbero state anche effettuate autopsie sui corpi di alcuni extraterrestri provenienti dal sistema stellare binario … autopsie di cui lui avrebbe letto i risultati”.
La prima testimonianza di Lazar riguarda cosa ha visto nell’hangar ed è la seguente:
“quando sono entrato nell’hangar ho visto con i miei occhi una nave spaziale aliena che il servizio segreto della marina americana stava analizzando”.
Nella seconda testimonianza Lazar afferma che l’astronave da lui esaminata era di natura extraterrestre:
“assolutamente si. Alieno. Non c’è dubbio. Prima di tutto lo scopo del progetto era analizzarlo. Se si fosse trattato di un mezzo degli Stati Uniti non avremmo perso tempo a cercare di capire come lo avevamo costruito. In secondo luogo per le dimensioni delle attrezzature interne, per le dimensioni dei sedili e dei materiali utilizzati a noi totalmente estranei. E poi per il carburante. L’elemento 115 è virtualmente inesistente...

http://www.boblazar.com/closed/index.ht


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:38, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 18:48 
IN UN MONDO COSI' EGOISTA, COSA SAREBBE MEGLIO FARE?

Ritengo che la Fenomenologia debba essere spiegata DECENTEMENTE, PROGRESSIVAMENTE e SERIAMENTE;
altrimenti succede quello che ricordo, quando ero ragazzino ed iniziavo a seguire la storia dei Dischi, che in seguito ai moltissimi avvistamenti degli anni 52/54 :
ad esempio, due persone, a Roma, dove abitavo, si uccisero : una signora si gettò da un balcone ed un altro si suicidò, ma non ricordo come.
Il tutto perché, i soliti giornalisti che cavalcano sempre l'onda dell'ultima notizia, scrissero, su un quotidiano romano : " i marziani stanno invadendo la Terra?"...
Non è certamente così che debba essere spiegata al pubblico ( abituato agli interessi quotidiani ed alle partite domenicali) l'affascinante ipotesi di Abitanti esotici provenienti
da lontani Mondi....
Quindi di fronte a questi siamo portati o riderne tutti o a darci alla pazzia!
Questo perché chi ha l'interesse di governare le varie Nazioni non deve essere "distolto" da certe "scemenze"!
Leggi : perché qui comando io e basta.
Altro che siamo un'unica razza, siamo tutti uguali e "volemose bene"...
Vi sono troppi interessi, e su qualsiasi campo!
E, "sic stantibus", LORO se ne guardano bene evidentemente di contattare simili specie biologiche...
Poi, forse, da parte Loro, proprio perché non sono ostili, non desiderano avere contatti con noi...
Saremmo "assimilati", nel senso che faremmo la fine di popolazioni isolate, retrograde, intendo dire, che quasi scompariremmo come razza umana.
Per questo motivo penso che LORO attendano una nostra evoluzione, specialmente dal lato umano , perche non è un mondo pacifico, unito il nostro.
Con chi dovrebbero schierarsi altimenti ? A chi dovrebbero prestar aiuto? E ciò che potrebbe risolvere i nostri problemi quotidiani, potrebbe essere rivolto contro altri...!
Un accendino per accendere un semplice fuoco, lo daremmo in mano ad un bimbo curioso o peggio, malintenzionato?
Questo è ciò che mi fa riflettere. Non si può andare a far visita a qualcuno se poi vengono udite delle "grida" per le scale... qualsiasi di noi tornerebbe sui suoi passi !
Certo questo è il mio pensiero. Allora spiegatemi per quale motivo non è ancora stato stabilito, o voluto, il "CONTATTO UFFICIALE"....

Per come la vedo io, ormai da anni, se i Governi del Mondo dicessero quello che vorremmo sapere non esisterebbero più TALI GOVERNI (quindi il Potere!), ed i terrestri si unirebbero (anche per paura) in un solo Governo, "stringendoci" e sentendoci di colpo, tutti uniti, tutti uguali, tutti fratelli di fronte ad un Qualcuno che è LA' FUORI...
Riterreste che chi detiene il cosiddetto POTERE molli facilmente il "Suo boccone" per darlo gratuitamente in "pasto" all'Umanità ....?
Fin tanto che Loro ci osservano e attendono, magari, il momento propizio per un colloquio serio con noi, nessuno parla ... Per me è ... semplice!
Questo è il "perno del "debunking" !


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:38, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 18:50 
IL PUNTO SUL FENOMENO UFOLOGICO

Ormai sono molte le osservazioni effettuate da persone preparate o altamente qualificate, gente preparata, seria, che non è disposta da espedienti del genere per avere notorietà, anzi, spesso ne sono danneggiate!
E perciò chissà quante di queste non osano dire nulla per il loro prestigio...
Checché se ne dica ormai, questo Fenomeno è da anni seguito e studiato da ricercatori disseminati in tutto il mondo; la Scienza Ufficiale non l'accetta! Per lo meno ufficialmente....
Evidentemente, siamo ancora all'inammissibilità che delle “pietre” possano cadere dal cielo.....
( Come fu cacciato Lavoisier, dall'Accademia delle Scienze francese per sostenere ciò...)
Ufficialmente, la maggioranza degli scienziati, reagisce rifiutando il fenomeno U.F.O., relegandolo fra la mistificazione ed il mito.
Se poi il fenomeno continuerà a manifestarsi , s'invocherà la “debolezza” delle varie testimonianze; ed anche se tali testimonianze sono confermate da TRACCE lasciate sul suolo, sono quest'ultime che rimangono osservabili, mai gli U.F.O. all'arrivo degli “esperti”...!
Stando così le cose, non c'è da meravigliarsi che agli U.F.O. sia negato il diritto... all'esistenza !
Ma è una stupida presunzione quella di sdegnare e condannare come falso QUELLO CHE AL MOMENTO NON CI PARE VEROSIMILE...!
Troppi si fondano sulle loro “verità” scientifiche, escludendone altre.
In tal modo se degli Extraterrestri non hanno alcun interesse di comunicare con la nostra specie, resteranno allora sempre “INESISTENTI”, inammissibili....?
Quello che è più strano, e sotto certi aspetti, più patetico, in tutta questa vicenda, è che quando qualcuno è preposto a svolgere ufficialmente una parvenza d'inchiesta, tende sempre a dimostrare l'incapacità di chiunque a testimoniare un simile Evento, se non perché trattasi di burle, sviste o cattive interpretazioni!
E per dimostrarlo, ad esempio, il Governo americano ha speso milioni di dollari, con varie Commissioni d'inchiesta!
O forse li ha spesi per farci stare “tranquilli”?
Siamo pieni di prove: documenti , testimonianze, frammenti di metalli sconosciuti o purissimi, impronte lasciate al suolo, piloti inseguiti o scortati; allarmi aerei a ripetizione; guerre evitate per un soffio, a causa della Loro presenza, anche su Basi militari; blackout di intere città, durante i Loro passaggi o stazionamenti; etc.,etc...
Ma la maggioranza del pubblico è scettica, per forza: quando uno scienziato viene interpellato sul fenomeno degli U.F.O. in pubblico e ne smentisce l'esistenza ( vedi Zichichi ), in nome di quale “scienza” pronuncia tale verdetto su fatti che non conosce o non vuol conoscere....!
Se è vero, come è vero, che un'affermazione scientifica è il risultato di lunghi studi , ricerche ed analisi critiche, allora la negazione degli U.F.O. non è un'affermazione scientifica, ma nient'altro che un'opinione personale!
Nessuno, si badi bene, pretende che tutti gli scienziati debbano diventare esperti sul problema degli U.F.O. ; però è lecito pretendere che almeno quelli che non sono in grado di esprimersi in merito, si astengano per lo meno dal pronunciarsi pubblicamente, in modo da evitare che la gente, ignara e fiduciosa, accolga per “verità scientifica” ciò che non è altro che un parere personale...
Chi è dotato di spirito scientifico autentico , possiede anche l'umiltà di ammettere, quando è necessario, la propria ignoranza; o per lo meno il proprio disinteresse.
Altri ricorrono alla solita banale scusa: che non abbiamo una prova seria; anche questo, se facessero indagini “sul posto”, si accorgerebbero che è falso!
Ma a prescindere da ciò, che cosa è una prova?
Un UFO dovrebbe atterrare in una piazza di una città?
Quale prova avrebbero alcune popolazioni indigene, od isolate, nell'asserire che “strani uccelli di metallo” sorvolano le loro teste con il rumore del tuono?
Sono forse visionari costoro?
Quanti pezzi di quel metallo potrebbero collezionare o studiare per avere delle prove certe di ciò che vedono?
Negli anni 40, l'Aeronautica statunitense usava dire: “ Non può essere, dunque non è...”
L'enorme massa di testimonianze, se prese in blocco e se rispondono alle condizioni di risultare concordanti ed indipendenti, non possono costituire esse stesse un certezza della realtà che descrivono?
La concordanza delle descrizioni di Oggetti Volanti Non Identificati è tale da rendere insostenibile qualsiasi spiegazione a cose identificabili, sia esse naturali che costruite da noi.
Anche se non fa piacere ai cosiddetti razionalisti, quello degli U.F.O. non è un Mito od isteria di massa o la ricerca di chissà che cosa... ma REALTA'
Se gli U.F.O. vengono imputati di ignorare le leggi della natura, dobbiamo semplicemente constatare I LIMITI ATTUALI DELLA NOSTRA SCIENZA, non della LORO ESISTENZA !
Si hanno testimonianze in tutto il mondo; si hanno chilometri di documentazioni più o meno segrete; si ha gente esperta che dice ciò che ha visto con i propri occhi ed è stata, in certi casi, presa od invitata a bordo; si hanno dichiarazioni di scienziati o di astronomi, anche famosi, che ammettono ( non l'esistenza, quella la danno per scontata ) la PRESENZA, qui, nei nostri cieli, di un'AVIAZIONE ELETTROMAGNETICA che esula dalle nostre conoscenze e possibilità; vi sono astronauti che, magari sotto voce, hanno ammesso CHI hanno visto od INCONTRATO.
Tutti quelli che non hanno visto niente o che non ne vogliono sapere caparbiamente niente, rimarranno tali...
Tutti quelli convinti che da centinaia di anni "abbiamo" Mezzi Eccezionali segreti o nascosti aspettando (?) il momento opportuno per "tirarli fuori", seguiteranno a pensarla così...



C'è gente che ha visto QUALCOSA: in alto; in basso; a terra; sono stati presi a bordo; hanno scortato aerei; hanno seguito ogni volo spaziale dei nostri astronauti o sonde varie; hanno interferito con noi; con gli animali; hanno lasciato tracce sul terreno dove sono atterrati; pongono in blackout sistemi elettronici od elettrici; cambiano di colore a seconda della loro velocità; hanno un campo elettromagnetico attorno al loro scafo che permette loro di spostarsi sia nel cielo di un pianeta che nello Spazio; appaiono e scompaiono improvvisamente, eludono i nostri radars o meno; a riprova che hanno questo campo elettromagnetico lo dimostra, oltre la luminescenza di notte a causa della jonizzazione dello stesso campo, il fatto che quando sono a terra o sospesi a pochi metri dal suolo, rimane diffuso nell'aria un odore di OZONO, classico delle manifestazioni elettromagnetiche ( tipo fulmine nelle vicinanze ), e con la forza motrice di detto campo è ovvio che non produca alcun rumore, a parte un lieve ronzio ( a volte un sibilo, durante una vertiginosa "fuga" ).
Cosa fa dubitare che questo po, po di ROBA, non appartenga ad una Civiltà di molto superiore alla nostra, quella... EXTRATERRESTRE !

Comunque ho sempre trascritto avvistamenti da parte di piloti, astronomi ed astronauti; loro, hanno parlato di Astronavi Aliene !


Comunicazione NASA dallo Shuttle avvenuta durante la missione 29 (14/3/1989). Il testo della conversazione dell'astronauta James F. Buchli è:
"Houston, this is Discovery, we still have the alien spaceship under observance... " cioè : "Houston, qui è il Discovery, abbiamo ancora la Nave Spaziale Aliena sotto osservazione... "



Per conto mio, e per accostarci meglio alla verità con un atteggiamento imparziale, ritengo assolutamente indispensabile prendere conoscenza di tutti i documenti possibili e dei rapporti accumulati negli anni, e confrontarli fra di loro, come del resto già si tenta di fare, perché non si tratta di fede o una forma di credenza, ma neanche di un cieco rifiuto a priori.
Perché rinnegare o dubitare di numerosi scienziati, personalità varie, astronomi e piloti che si espongono per difendere la provenienza Extraterrestre degli UFO e dei loro Occupanti, dopo aver studiato le varie documentazioni o, addirittura, dopo averne avuto esperienza diretta!
Cosa deve essere considerata una prova se Loro non hanno per ora intenzione di rivelarsi ufficialmente!
Perché se una qualsiasi persona si trovasse ad sssistere ad un omicidio o a qualsiasi atto illegale viene immediatamente convocata per valutare lasua testimonianza, mentre a chi si trova ad assistere ad un QUALCOSA di straordinario viene unicamente deriso o tacciato di goliardismo o approfittatore della buona fede altrui.
Perchè se uno testimonia certi determinati fatti rischia persino il posto di lavoro...
QUINDI O SI VIENE CONSIDERATI PAZZI O SI E' SOTTOPOSTI AD UNA CENSURA GOVERNATIVA, SENZA PRECEDENTI E DUREVOLE NEGLI ANNI!
D'altra parte basti considerare l'equilibrio con il quale si reggono i vari Governi...
Allora hanno ragione loro ad essere reticenti?
E' molto difficile prendere sotto certi aspetti una decisione.
Quale conseguenza potrebbe portare una dichiarazione del genere:
" il nostro Governo ha deciso di far conoscere i risultati delle inchieste e degli studi intrapresi in tutti questi anni sugli U.F.O.
Le ananalisi, le tstimonianze ed i filmati dimostrano che ESSERI umanoidi, robot e androidi, originari di altri pianeti, sorvolano il nostro Pianeta da secoli tenendoci sotto controllo pressoché costantemente. Hanno Basi sul nostro satellite e perfino sul nostro Pianeta. Prelevano campioni di minerali, di flora e di fauna; rapiscono, in alcuni casi, esseri umani, studiandoli e monitorandoli.
Si tratta di Civiltà che hanno raggiunto un alto grado di sviluppo dove un giorno anche noi arriveremo, ma per ora avanzatissimo rispetto al nostro. Questa è stata la nostra difficoltà nell'intercettarli, poiché utilizzano un sistema di navigazione totalmente sconosciuto ai nostri scienziati. Comunque non possono essere dichiarati ostili..."
Bene, allora si che assisteremo ad un bel crollo di borsa nei vari settori dell'industria e del commercio, della tecnica dei trasporti, degli armamenti, delle risorse energetiche, pernon parlare delle reazioni psicologiche di gran parte della popolazione, per nulla preparata, anzi , fin'ora derisa, su di una tale sconvolgente verità...
Bisognerebbe rimettere in questione la struttura sociale e politica, le varie religioni, la morale, l'uomo stesso ed il suo posto...nell'Universo!
Quindi, nell'attesa di qualcosa di eclatante ed ineludibile, MEGLIO FARE....SILENZIO!
A noi, invece, la RICERCA...

Le prove sono nei vari cassetti... Se quel Generale, in pensione, che conobbi non volle nemmeno accennarmene privatamente e per informazione mia, personale, quale prova andate cercando? (Anche se mi fece intendere che condivideva quello che gli esponevo...Ma una parola dalla sua bocca, no!). Quindi si vengono a conoscere più cose dai testimoni che ti dicono le stesse cose che vedono gli altri, compresi certi particolari, che andare a ricercare impossibili verità da chi non può rivelarle... (Anche se devo dire certi piloti le hanno dette, a volte bastano le occhiate, gli ammiccamenti, le esitazioni, le apprensioni di chi ti narra certi incontri! Certo che si parla convenzionalmente di UFO, e che seno? Devono pronunciare per forza la parola magica Astronave? No! Sapete perché ? Perché anche chi non ci crede, usa la stessa parola per identificare gli Alieni....!!! L'ho detto e ridetto. è una parola impronunciabile per gente che si ritiene "seria"; capito il motivo?). Ho avuto 35 anni di parlarne nell'ambito della Difesa Aerea, no? E' sempre stato un tacito accordo, comunque e dovunque!


Qualche documento declassificato dell'U.S. AIR FORCE : queste sono le copie del Regolamento AFL 200-5 ( che insieme al JANAP-146 ), "U.F.O.: SERIOUS BUSINESS", sono la prova lampante della cosiddetta "congiura del silenzio" voluta dalle autorità.
E chi avesse parlato di un qualsiasi fatto od avvistamento effettuato all'interno di una Base Militare,sarebbe stato sanzionato ( e lo è tutt'ora )con 10 anni di carcere e 10 mila dollari di multa ( JANAP 146 ).

Gli emuli di S. Tommaso possono consultare direttamente questi documenti...

http://www.cufon.org/cufon/AFL_200-5.pdf
http://www.nicap.org/directives/janap146c.htm
http://www.nicap.org/directives/janap146d.pdf
http://www.nicap.org/directives/janap146e.htm
http://www.cun-veneto.it/termini_ufologici.htm
http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/da08
http://www.cufon.org/cufon/AFL_200-5.pdf
http://www.nicap.org/directives/janap146c.htm
http://www.nicap.org/directives/janap146d.pdf
http://www.nicap.org/directives/janap146e.htm
http://www.cun-veneto.it/termini_ufologici.htm
http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/da08_01i.htm
http://www.bluebookarchive.org/default.aspx
http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/ds08_01i.htm
http://www.nicap.org/documents.htm
http://foia.fbi.gov/ufo/ufo1.pdf
http://foia.fbi.gov/ufo/ufo2.pdf
http://ufos.nationalarchives.gov.uk/
http://209.132.68.98/pdf/som101_part1.pdf
http://www.stragi80.it/rassegna/dossier/ufo.pdf
http://www.majesticdocuments.com/
http://ufologie.net/htm/foia60.htm
http://ufologie.net/htm/foia24.htm
http://ufologie.net/htm/foia104.htm
http://ufologie.net/htm/foia68.htm


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:39, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 18:51 
E QUALE PROVA?

Un UFO dovrebbe atterrare in una piazza di una città?
Quale prova avrebbero alcune popolazioni indigene, od isolate, nell'asserire che “strani uccelli di metallo” sorvolano le loro teste con il rumore del tuono?
Sono forse visionari costoro?
Quanti pezzi di quel metallo potrebbero collezionare o studiare per avere delle prove certe di ciò che vedono?
Rimango comunque dell'idea che chi ha la "fortuna" di osservare QUALCOSA che non sia di questo mondo, faccia la figura dell' ipotetico boscimano che seguita a veder sorvolare il suo territorio da un "Jumbo" ad alta quota o, meglio, gli atterra un elicottero davanti a lui e quel "fetente" di pilota se lo porta a fare un giretto... quando questo poveraccio farà ritorno alla sua tribù, che diavolo saprebbe descrivere loro, per dar credito alla sua avventura, se sa appena fare striscie con il dito per terra?
La risposta ce la danno i cosiddetti "culti cargo", ovvero la trasposizione di una certa immagine ufologica dalla mente di un individuo non civilizzato (beato lui) ad una descrizione comprensibile ai suoi simili, avviene secondo la stilizzazione di detta immagine. Può esssere sotto forma di graffito, di costume rituale, di oggetto ricostruito secondo i mezzi a disposizione. Ne deriva comunque un simulacro, spesso venerato a mo' di rappresentazione della divinità, o di un Oggetto Volante che non fosse un uccello.


Quando gli inquisitori del "Blue Book" andavano in giro per calmare l'allarmismo sugli UFO, facendo finta di svolgere un'inchiesta, cercando di screditare i testimoni, ed un testimone riportava , ad esempio, che "quella notte vi era anche la Luna piena", loro scrivevano sul rapporto "..il testimone ha confuso la Luna con un UFO..." ( è scritto su molti rapporti ).
Che poi, chi svolgeva le vere inchieste e sopralluoghi, era il 4602° Group; guarda caso, la stessa Sede nella Base di Wright Patterson Field, Ohio, da dove si muovevano i tre personaggi del "Blue Book", per copertura...
Beh, si vede che l'uomo, dopo un milione e mezzo di anni, non è ancora in grado di riconoscere la Luna!
O chi ha la fotruna di osservarli è... matto!
E' inutile che, ribadendo di aver lavorato per 35 anni con la Dif. Aerea, ero al corrente di molte cose... Tanto...
Evidentemente non fai inchieste ne sopralluoghi e tanto meno parli con i tesimoni! ( Militari, civili, ecc... ).
Io porto con me le mie convinzioni, o meglio, le mie deduzioni; tu le tue sacrosante convinzioni; nulla da eccepire.
Ritengo del tutto inutile "scontrarci".
Chi più ne ha, ne metta: ma pensa bene a chi volava in quel modo da anni ed anni, e quando gli egiziani adoravano ESSERI misteriosi, così per i Maya, così per gli Atzechi, così per i Toltechi, così per i Dogon ( che avendoglielo detto, forse tu ?) sapevano tutto di Sirio e che fosse una stella tripla e bla, bla, bla...).
Forse c'era li CICAP che spiegava tutto a loro; ed intanto QUELLI svolazzavano" dappertutto! Basta vedere i vari graffiti in giro per il modo; e non ho mai visto disegnato un..televisore o un aereo ( tolto quello d'oro, dei Maya, almeno sembra ).
Insomma, non si disegna ciò che resta al di fuori dell'immaginazione!

Certamente c'è una stretta cerchia di scienziati, militari e pochi politici che sanno tutto.
Il fatto rimane: che LORO continuano a volare ed a studiarci, mentre noi,gente comune, ufficialmente, non sappiamo nessuna LORO intenzione!
Ed i militari continuano a sviluppare aerei del tutto convenzionali ( intendo, tenendo conto dell'atmosfera, quindi rispettando ancora i principi dell'aerodinamica! )e che fanno ancora un sacco di...casino!
Quindi "palle ferme"!
E quei poveri "cristi" che ogni tanto vengono prelevati od invitati a bordo delle loro Navi, vengono puntualmente, inesorabilmente emarginati o tacciati per pazzi!
Bell'affare!
A questo si riduce la nostra "scienza" e la nostra "sapienza"...
E se si viene a scoprire qualcosa, da qualche "crash-down", sarà inesorabilmente applicato per...fregare gli altri!


Come curiosità vi svelo il motivo con l'avvistamento che mi coinvolse tutta la vita e mi fece diventare... Ufologo;
in più ho ritrovato lo stesso avvistamento, effettuato anche dal Console A. Perego, solo che lui non aveva 10 anni come me, ma era già un Ufologo, e trovo interessante confrontare le due...osservazioni!


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:40, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 19:08 
QUELLA CROCE SU ROMA....

Avevo 10 anni, frequentavo la V Elementare, quel giorno,di sabato, facevo il turno pomeridiano di scuola, quindi ero a casa a fare i compiti. La finestra della stanza in cui ero dava su una delle piu note piazze romane : Campo de' fiori,quindi una visuale ampia, e sotto, visto che era mattina vi era il ben noto mercato all'aperto (lo dico perché sarà un particolare che serve). Verso le ore 11.00, mia sorella , piu grande di me, che era in finestra, mi chiama a gran voce per vedere quanti bei palloni sonda volassero in cielo in quel momento! Sapeva che a me piaceva tutto ciò che volava; conoscevo ad esempio molto bene qualsiasi aereo ed il traffico di procedura di discesa per l'unico aeroporto di Roma, allora Ciampino, in quanto gli aerei in attesa di atterraggio (holding), giravano tutti sul centro della Capitale, sulla mia testa insomma e con il mio piccolo cannocchiale mi divertivo spesso a guardarli. Non divaghiamo, mi precipitai alla finestra e subito con mio grande stupore mi accorsi di quello che non stavo vedendo...cioè palloni sonda , e tutti in formazione a V ! La mia bocca rimase spalancata, pensai "di palloni ne vengono lanciati uno per volta, massimo due! E poi, tutti in formazione perfetta..." pensai a dei palloncini sfuggiti ad un rivenditore, ma correvano e non c'era vento! (Quando tirava vento, in piazza le tende delle bancarelle sottostanti si gonfiavano proprio come delle vele, anzi qualcuna , con mio divertimento, si ribaltava anche...). E allora...? Cosa stavo osservando? Di UFO non ne sapevo niente. Corsi giù in strada, dalla parte opposta da cui stavo osservando e mi ritrovai con il naso all'insu' in un'altra piazza (già, l'ingresso del portone era da piazza Farnese e le finestre sull'altra piazza), quella bella strana formazione era lassù che continuava a volare verso il Vaticano, come direzione, l'altezza di quei bei pallini bianchi sul bellissimo cielo azzurro di novembre poteva essere stimata sui 4 / 5 mila m. C'era un altro problema in quella formazione... Tutti quei pallini bianchi (ora direi dischi) dondolavano, o meglio, oscillavano in avanti e in dietro, quasi impercettibilmente tra di loro. Ad un certo punto , quando stavo per perderli a causa del palazzo di fronte, mi accorsi che un'altra formazione di altrettanti oggetti andava incontro alla precedente; il palazzo dell'ambasciata francese mi impedi' di vedere il resto... Poi ero piccolo, non potevo allontanarmi per vedere meglio, d'altronde non sapevo cosa stava effettivamente succedendo... Qualche giorno dopo lessi alcuni quotidiani in un'edicola vicino casa mia, che si erano di nuovo visti i Dischi Volanti su Roma... E cosa erano ? Pero' ricordo bene che mentre LI guardavo mi tremavano le gambe ! Seppi poi da un libro dell'allora console Perego (uno dei primi ufologi italiani ) che quelle due formazioni, anche da lui osservate, avevano composto una sorta di croce greca, sciogliendosi e ricomponendosi più di una volta (come evidentemente a far vedere che la cosa non era una casualità ); e quando si concentravano cadeva quella strana sostanza chiamata bambagia silicea...
Da allora, da astronomo dilettante, divenni anche...Ufologo!

LA FORMAZIONE "A CROCE"
A mezzogiorno preciso vidi una formazione perfetta a "V" di venti apparecchi, la più numerosa vista fino a quel momento, procedere da oriente verso Ostia. Quasi contemporaneamente, ne vidi un'altra identica procedere in "senso opposto". Fu questione di poche decine di secondi. Le due squadriglie si incontrarono, si congiunsero ai vertici delle grandi "V" e formarono una perfetta "Croce Greca" di esattamente quaranta apparecchi (dieci per ciascun braccio).
La croce ruotò su sé stessa di tre quarti di giro trasformandosi in una X. Poi le due squadriglie si distaccarono, formando ciascuna una serpentina di 20 apparecchi. Dopo alcune curve nel cielo, le due serpentine scomparirono alla vista, portandosi ad una quota superiore. Tutta la manovra era durata, complessivamente, circa tre minuti.
La croce era stata disegnata in direzione di Trastevere-Montemario e cioè nel cielo sovrastante la Città del Vaticano.
Avevo la sensazione di aver assistito a qualche cosa di nuovo e di supremamente grande. Era indubbiamente l'emozione più forte che avessi provata nella mia esistenza. Erano americani? Mi ricordai in quel momento la data: 6 novembre, vigilia dell'Anniversario della Rivoluzione Russa. Erano forse russi? Cominciai a notare che dal cielo cadevano lunghissimi filamenti lucenti (di otto, dieci metri) sottilissimi. Avevo visto cadere la stagnola antiradar degli apparecchi americani, durante la guerra. Non era la stessa cosa. Questi filamenti erano sottilissimi: sembravano fili di ragnatela. Riuscii a prendesse uno: poteva sembrare una materia vetrosa, che si volatizzava dopo qualche tempo.
Gli apparecchi continuarono ad apparire, a volte in squadriglie, a volte in fila indiana.
Compresi, in seguito, che si trattava di una precisa manovra che si ripeteva. Notai che quando gli apparecchi si concentravano nel medesimo punto del cielo, si formava, al di sotto, una specie di alone bluastro opaco mentre gli apparecchi compivano cerchi al di sopra.
Ad un certo momento vidi convergere in un determinato punto del cielo, proprio in direzione del centro di Roma, alcune squadriglie: tre, quattro, cinque, sei, sette. Contai l'uno dopo l'altro fino ad ottantacinque apparecchi.
Realizzai che ve ne dovevano essere su Roma, in quel momento, almeno un centinaio. Seguii il va e vieni di questi apparecchi fino alle 13. Verso questa ora scomparvero definitivamente. In quale direzione? Attesi con curiosità le edizioni dei giornali della sera. Con mia enorme sorpresa non vi era una parola della manifestazione.
Mi recai alla redazione di un giornale ("Il Secolo") e ne parlai ad amici giornalisti. Mi guardarono increduli. Dissi allora che preferivo non si pubblicasse nulla. Pensavo che le Autorità avessero avuto motivi per non diramare la notizia alla stampa...
( Console A. Perego )


Ho ritrovarto la ricostruzione dell'avvistamento della "croce" su Roma
(effettuato dal sottoscritto e già ampiamente descritto), del 1954!


Immagine


E quasi tutti i giorni uscivano titoli così sui quotidiani...

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Ultima modifica di Bastion il 30/06/2011, 18:15, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 19:10 
DICHIARAZIONI... AUTOREVOLI

GORDON COOPER, astronauta della NASA:"Ho visto con i miei occhi i segni lasciati a terra da un Disco che, prima di ripartire, ha fatto uscire i suoi OCCUPANTI, che hanno studiato il terreno, e in fine è decollato a velocità fantastica (...) Le Autorità hanno tenuto lontano i giornalisti (...) ma secondo me sbagliano.
Bisognerebbe che il pubblico sappia che gli U.F.O. ESISTONO e di tanto in tanto visitano il nostro Pianeta..."
( Da un'intervista a New York,1973 )

JEAN COCTEAU, membro dell'Accademia delle Scienze francese:
"soltanto i sempliciotti ottusi possono credere ancora a spiegazioni come i palloni sonda, miraggi ed allucinazioni, ogni volta che l'Universo si manifesta in un modo che non coincide con le loro convinzioni e pergiudizi..."

( IV-1956, nella prefazione di un libro sugli UFO )

HERMANN OBERTH, pioniere dell'Astronautica ( e "padre" di Von Braun ):
"Io sono convinto che quegli ESSERI EXTRATERRESRI che stanno osservando la Terra, ci abbiano visitato per millenni in quelli che oggi chiamiamo Dischi Volanti..."
( Da una conferenza stampa tenuta ad Insbruck,VI-1954 )

J. A. McDONALD, professore di fisica all'Universit° dell'Arizona e famoso ricercatore sugli U.F.O. :
" Orami è tempo di smetterla di insabbiare il Problema; bisogna invece occuparsene seriamente. Noi ci troviamo di fronte ad un problema realistico. Io sono convinto che gli OGGETTI VOLANTI NON IDENTIFICATI sono cose REALI provenienti da ALTRI PIANETI..."

Ammiraglio DELMAR FERNEY, Direttore del Centro Missilistico della Marina; fin dal 1956 scriveva dell'effettiva presenza nei cieli di OGGETTI VOLANTI NON IDENTIFICATI. Nel 1957 fu a capo del NICAP ( Comitato Nazionale Per l'Inchiesta sui Fenomeni Aerei )ed il 17 Gennaio dello stesso anno, dichiarò alla stampa a Washington :
" Secondo informazioni degne di fede, nella nostra atmosfera giungono OGGETTI ad alta velocità. Nessun aereo, sia americano che russo, è attualmente in grado di raggiungere le prestazioni di questi Oggetti osservati anche dai radars e da persone altamente qualificate. Questi ORDIGNI SEMBRANO GUIDATI da intelligenze altamente evolute, dal modo in cui volano. secondo rapporti di scienziati e tecnici questi Oggetti sono incontestabilmente il risultato di lunghe ricerche ed un insieme di cognizioni tecnolociche ECCEZIONALI che non abbiamo..."

ALBERT M.CHOP, Direttore Ufficiale della Stampa della NASA e suo portavoce ( già esperto civile dell'Aeronautica Militare degli Stati Uniti, in fatto di U.F.O., e portavoce Stampa dell'A.T.I.C. ):
" Da tempo veniamo tenuti d'occhio da ESSERI EXTRATERRESTRI a bordo di Dischi Volanti INTERPLANETARI..."

( Da un articolo sul mensile "True" )

U. THANT, Segretario alle Nazioni Unite:
" Dopo la guerra del Viet Nam, ritengo che il PROBLEMA più importante per l'O.N.U. sia quello degli U.F.O. "

LOUIS BREGUET, Ingegnere Aeronautico francese:
" I Dischi Volanti usano sorgenti d'energia e sistemi di propulsione completamente DIVERSI dai nostri. Perciò non esiste altra spiegazione possibile: i Dischi Volanti PROVENGONO da altri Pianeti..."

Colonnello BRYAN, assistente speciale del Segretario dell'Etat à l'Air, consigliere dell'Aeronautica del Gen. Norstad ( Com/te dela NATO ):
" Sono al corrente che centinaia di piloti, civili e miltari, insieme adimpiegati presso gli Aerodromi, o astronomi, assistenti di missili sperimentali ed altri testimoni degni di fede, hanno fatto dei rapporti sulle apparizioni di U.F.O.... Secondo me:
- gli U.F.O. segnalati dagli osservatori competenti, sono dei Congegni controllati e guidati;
- le LORO velocità. le LORO manovre ed altre caratteristiche tecniche, dimostrano che queste MACCHINE sono superiori a qualsiasi aereo o missile costruito sulla Terra;
-questi U.F.O. sono perciò dei CONGEGNI INTERPLANETARI che osservano sistematicamente il nostro Pianeta, sia che siano diretti da un equipaggio, sia che siano contemporaneamente pilotati e teleguidati;
-tutte le informazioni sugli U.F.O., compresi i rapporti dei testimoni, sono state e sono tutt'ora tenute segrete..."
( Da una lettera al Direttore del NICAP, Magg. D. Keyohe,1954 )

PERCY WILCKINS, famoso astronomo dela Royal Astronomical Society inglese, membro dela Societé Astronomic Francaise e Presidente onorario della Societàd Astronomica Espagnola:
" Debbo confessare che non solo ero scettico, ma addirittura del tutto incredulo circa l'esistenza di tali Oggetti, prima che mi si presentasse l'occasione di vederne 3 insieme da bordo dell'aereo in cui mi trovavo per racarmi ad Atlanta..."

( 11-VI-1954 )

JOSEPH ALEN HYNEK, astrofisico, direttore del Centro Ricerche Astronomiche Lindhemeimer presso la Northwestern University di Evanston, Illinois; già consulente del "PROJECT BLUE BOOK" ed in seguito fondatore del Centro Studi sugli UFO, in America .

" All'inizio ero completamente scettico. Come consulente dell'Aeronautica, mi divertivo a dimostrare l'inconsistenza di quelle che mi sembravano pure assurdità.
Ero l'acerrimo nemico di quei gruppi di "patiti dei Dischi Volanti", la mia conoscenza di tali gruppi, del resto, era quasi interamente basata su quanto mi aveva informato lo stesso personale del "Blue Book": ovvero, che erano tutti "pazzoidi e visionari".
Opporsi a tale opposizione non avrebbe avuto alcuna utilità; sarebbe stato un chiaro caso di "lotta al sistema".
La mia trasformazione è stata perciò graduale, ma alla fine degli anni 60 era completa.
Lo stesso scetticismo mi permise di ottenere la fiducia del personale delle Forze Aeree, potendo esaminare la totalità dei "casi".
Oggi non dedicherei un minuto di più alla questione degli U.F.O.,e non fossi convinto che il problema è REALE, e che gli sforzi per investigarlo, comprenderlo e, in fine, risolverlo, possono avere conseguenze di GRANDE PORTATA, rappresentare addirittura l'inizio di una rivoluzione nella visione che l'Uomo ha di se stesso e del proprio posto nell'Universo...
E' assolutamente falso asserire che gli U.F.O. non sono mai stati visti da persone scientificamente preparate; alcuni dei migliori rapporti che ho esaminato, all'epoca del "Blue Book", ed ultimamente, ed i più coerenti infatti, provengono da tali testimoni...
...Alcuni frammenti di filmati della NASA, che ho recentemente esaminato, si sono rilevati estremamente interessanti...In particolare quelli raccolti in occasione del volo di "Apollo-11", uno dei pochi per i quali la NASA non ha mai formulato nessun tentativo di "spiegazione", semplicamente sono... SPARITI!
E parecchi astronauti hanno dichiarato di essere stati seguiti nei loro voli, da piloti da caccia...!"



Rev. BENITO REYNA, gesuita, celebre astronomo e biologo, dottore in scienze e lettere, prof. Di fisica e matematica all'Università del Salvador a Buenos Aires, dirigente di Centri Scientifici e di tre Osservatori Astronomici ( a Santa Fé ed i due di San Miguel ) :

“Gli U.F.O. Sono Oggetti reali le cui strutture,velocità e traiettorie, sono state sia fotografate, sia registrate dai radars.
Quelle Navi di lontani Pianeti sono state più volte inseguite dai nostri aerei militari...
Da due degli Osservatori,molte volte ho seguito le evoluzioni degli UFO.
Quasi sempre Essi seguicìvano dei “satelliti” o i missili che li mettevano in orbita, ma sempre ad una certa distanza, come per non disturbarli con il loro campo magnetico.
Quando i “satelliti” entrano nel cono d'ombra della Terra, essi spariscono; per contro, gli UFO rimangono luminosi e cambiano generalmente rotta, e questo a velocità fantastiche...!
Una notte,e senza dubbio per la prima volta al mondo, abbiamo seguito Uno di Essi al Telescopio.
Tutto ciò è assolutamente certo e controllato da tecnici.
Dall'Osservatorio di Adhara, durante una limpida notte del 14 Novembre del 1964, noi stavamo seguendo al Telescopio il “satellite Echo-2”, che va dal Polo Nord al Polo Sud.
Apparve alle 20.37 , quasi allo stesso meridiano dell'Osservatorio.
Alle 20.45 uscì ad Ovest, nei pressi della costellazione di Pegaso, un UFO che seguiva una rotta perpendicolare alla traiettoria di “Echo-2” e sullo stesso piano di traiettoria.
Giungendo in prossimità del “satellite, Esso deviò la sua rotta, descrivendo un semicirconferenza ( forse per non disturbarlo ), poi proseguì il Suo cammino in direzione Est e, in vicinanza della costellazione di Orione, discese fino all'orizzonte.
Fece tutto questo tragitto in tre minuti.
Alle 20.53, allorché “Echo-2” si trovava allo Zenith, l'UFO uscì a Sud-Ovest, nei pressi della costellazione del Centauro, andando incontro ad “Echo-2”.
Avvicinandosi al “satellite, Esso descrisse una curva, poi poi si diresse verso Nord-Est e discese fino all'orizzonte, vicino la costellazione di Andromeda.
Per la terza volta, alle 21.00, apparve nei pressi della stella Altair, presentandosi sotto forma di un'Ellisse, per diventare poi di nuovo circolare.
Arrivando nelle vicinanze di “Echo-2”, fece lo stesso giro di prima, poi dirigendosi verso Sud, si fermò in direzione della stella Canopo e, finalmente disparve sotto l'orizzonte contemporaneamente al “satellite Echo-2”.
Poiché c'erano molte persone all'interno e fuori dell'Osservatorio, si poté seguirlo ed osservarlo sulle sue diverse traiettorie, azionando rapidamente lo sportello d'apertura e chiusura della cupola perché tutti potessero vederlo!
Vicino all'orizzonte noi l'abbiamo visto alla perfezione. Si poteva notare con assoluta nettezza la Sua torretta superiore, di colore verdastro, come quello della luce delle lampade ad arco di mercurio.
Il Suo cerchio centrale era di color giallo ed i suoi bordi erano blue.
A volte riempiva tutto il campo del telescopio ed appariva più grande della Luna piena, vista ad occhio nudo.!
Dato che la velocità di “Echo-2” era di 27.500 Km/ora, l'UFO doveva andare a più di 100.000 Km/h ! come ci si può rendere conto dai percorsi che ha effettuato alla stessa quota del “satellite”...
Noi fummo tutti meravigliati e rapiti da una visione così netta e splendida...
Lo spettacolo offerto dall'UFO che osservava il “satellite Echo-2” fu meraviglioso e fantastico...!

( Da una lettera indirizzata al G.E.P.A.N. )


Per chi fosse interessato a scaricare alcuni documenti del "Blue Book": http://www.bluebookarchive.org/default.aspx

Immagine


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:40, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 19:12 
E DICHIARAZIONI CELEBRI DI PERSONE CHE HANNO A CHE FARE CON LO SPAZIO...

24 maggio 1962.

Pilota: Scott Carpenter; capsula: Mercury «Aurora 7»; quote orbitali: km 1250/150.
Durante la sesta orbita avvista e fotografa diversi corpi sconosciuti, dei quali non sa indicare le dimensioni.

16 maggio 1963.

Pilota: L. Gordon Cooper; capsula: Mercury «Faith 7»; quote orbitali: km 270/160.
Durante la quindicesima orbita vede avvicinarsi «un oggetto verdastro luminescente, seguito da una coda rosso-arancione, in moto da Est verso Ovest». A Terra il radar della stazione di avvistamento di Muchea, che segue il volo di Cooper, inquadra anch'esso l'oggetto, stimandone la quota a circa 150 km.

8 aprile 1964.

Capsula senza ' equipaggio Gemini 1; quote orbitali: km 330/160.
Subito dopo l'equilibramento in orbita, la capsula viene avvicinata da quattro oggetti sconosciuti che, come rivelano i radar delle stazioni terrestri, la seguono per tutto il suo primo giro intorno al nostro pianeta. Quindi scattano via all'improvviso e scompaiono nello spazio. LA NASA in un primo momento spiegò trattarsi delle parti strutturali del secondo stadio del vettore (un missile Titan), separatesi dalla capsula stessa. Questa spiegazione venne tuttavia smentita quando si apprese che il piano di volo non prevedeva tale separazione, e che in effetti il secondo stadio del vettore e la capsula erano rimasti congiunti fin quando non si disintegrarono precipitando insieme nell'atmosfera. La NASA non emise altri comunicati.

4 giugno 1965.

Piloti: James McDivitt e Edward F. White; capsula: Gemini 4; quote orbitali: km 280/160
Sopra le Hawaii, McDivitt avvista un «singolare oggetto cilindrico, con delle sporgenze simili a braccai», e lo riprende con la cinepresa di bordo. Calcola la distanza a circa 15 chilometri, e parla di «dimensioni notevoli».
L'oggetto scompare alla vista quando il Sole va a battere direttamente sul vetro della capsula. In seguito, sulle coste cinesi, viene fotografata una luce chiara simile ad una grande stella, in movimento ad una quota superiore. Per il primo avvistamento, la NASA parlò del satellite Pegasus-B destinato allo studio delle micrometeoriti; ma, fatti i conti, si scopri che esso doveva trovarsi a oltre 1800 chilometri dalla Gemini, e di conseguenza risultare invisibile. Del secondo avvistamento non si disse nulla: tuttavia, cosa singolare, di quest'ultimo venne fatta conoscere la documentazione fotografica mentre, al contrario, le immagini relative al primo «caso» non furono rese note. Anche la Commissione Condon è stata costretta a siglare come «unknown» l'oggetto osservato da McDivitt. C'è da aggiungere, comunque, che al termine del volo l'agenzia United Press divulgò la seguente dichiarazione di un portavoce dell'ente nazionale americano: «Un accurato esame delle foto scattate da McDivitt dimostra che il veicolo avvistato non ha alcuna analogia con un satellite artificiale».

4 dicembre 1965..

Piloti: Frank Borman e James Lovell; capsula: Gemini 7; quote orbitali: km 330/160.
Durante la seconda orbita Borman segnala un oggetto luminoso davanti alla capsula, che non può essere il razzo vettore, in quanto anche quest'ultimo risulta visibile attraverso l'oblò. Più tardi vengono fotografate strane luminosità azzurrognole, munite di appendici vaporose, che passano sotto la Gemini. Per il primo avvistamento, la NASA parla di un ignoto frammento di vettore in orbita, forse i resti di un Titan ma il NORAD (l'ente cÌe segue le rotte di ogni satellite) dichiara: «E' impossibile che resti di un Titan o di qualsiasi altro missile si possano trovare in quella posizione». Per il secondo avvistamento si parlò di fulmini globulari nell'alta atmosfera.

20 luglio 1966.

Piloti: Mike Collins e John Young; capsula: Gemini 1.0; quote orbitali: km 763/257.
Alle 7,20 del mattino la Radio Svizzera trasmette la seguente notizia: «Mai astronauti sono stati tanto taciturni come Mike Collins e John Young. Li si è addirittura obbligati a parlare. Collins ha alla fine dichiarato che avevano visto un oggetto tanto grande e lucente da poter addirittura essere scambiato per un pianeta».

12 settembre 1966.

Piloti: Charles Conrad e Richard F. Gordon; capsula: Gemini 11; quote orbitali: km 370/185.
Sull'Atlantico meridionale Conrad fotografa «un globo di luce giallo arancione, molto brillante». Secondo il San. José Mercury News, al ritorno Gordon dichiara: «Lo vedemmo dall'oblò di sinistra mentre ci superava. Sembrava proprio un mezzo spaziale (...) Scattammo in fretta qualche foto. era giallo-arancione, doveva essere metallico per avere simili riflessi».
La NASA parlò del satellite sovietico Proton ITI: ma i dati dell'orbita, ancora una volta, non coincidevano con quelli reali, ed inoltre i satelliti del tipo Proton hanno forma di un cilindro appiattito, mentre l'oggetto fotografato da Conrad appare simile ad una sfera leggermente schiacciata e circondata da un anello.

Dicembre 1968.

Piloti: Frank Borman, James Lovell e William Anders; capsula: Apollo 8; missione circumlunare.
Ecco ciò che accadde alla missione del comandante Borman, secondo quanto rivelato dal settimanale americano National Examiner e dallo scrittore svedese Gòsta Rehn nel suo libro Telefaten àr hàr! (Gòteborg-Malinò,1973), a quanto consta, mai smentiti. Durante la rotta verso il nostro satellite l'equipaggio dell'Apollo 8 nota un oggetto discoidale che assume una rotta parallela a quella della capsula. Gli strumenti di bordo cessano di funzionare. Un forte senso di stordimento ed acuti dolori alle orecchie vengono provati dagli astronauti, che però correggono la rotta dell'Apollo.
L'UFO si allontana velocemente e a bordo gli strumenti ricominciano a funzionare. I contatti a Terra, con Houston, interrotti a causa delle interferenze, sono ripresi. Ma l'avventura non è ancora finita. Entrati in orbita lunare, si presenta un altro UFO, enorme, che emana una luce purpurea:
all'apparizione seguono ondate di calore, ronzii insopportabili, e le apparecchiature si bloccano di nuovo.
Borman, Lovell e Anders sono colti da emicrania, difficoltà di respirazione, tremori alle mani, «vuoti di memoria». Il tutto dura una decina di minuti, mentre a Houston i tecnici Russel Hoicombe e Scott Harnister stabiliscono che l'Apollo si é allontanato dalla rotta stabilita che non potrà essere diretto nuovamente verso la Terra. I tre astronauti escono dalla. situazione critica per la loro presenza di spirito, facendo ricorso ai comandi manuali. La missione può essere così portata felicemente a termine.
Al loro ritorno la NASA fa riferimento ai disturbi dell'equipaggio dell'Apollo 8 (il primo ad aver affettuato un viaggio così lungo e ad aver circumnavigato il nostro satellite), ma le vere cause di essi secondo il National Examiner e Gosta Rehn, sono taciute per il timore di far sorgere il panico.

Novembre 1969.

Piloti: Charles Conrad, Richard Gordon e Alan Bean; capsula: Apollo 12; volo e discesa sulla Luna.
Durante il volo di trasferimento verso il nostro satellite, il 15 novembre alle ore 14,18 il comandante Conrad riferisce a Houston: «Da ieri siamo accompagnati da un curioso oggetto che vediamo dagli oblò quando l'angolo di rotazione è di 35, gradi. Che cosa potrebbe essere?»
Nessuno dei membri dell'equipaggio fu in grado di riconoscere l'oggetto, che sembrava animato da un moto rotatorio. Il fatto venne confermato da dottor Glenn Seaborg, Premio Nobel e presidente della Commissione per l'energia Atomica, il quale ne parlò sulla rivista Valeurs Actuelle del dicembre 1969. Ma anche per questa missione lunare si dovettero registrare altri imprevisti. Lo studioso tedesco Adolf Scheneider, nel suo libro Besucher aus dem All, afferma che gli astronauti incontrarono gli altri corpi spaziali sulla rotta dell'Apollo 12 e che così li descrissero a Houston:
«L'oggetto è luminosissimo, ha una rotazione al secondo... o una e mezzo... o, almeno, scintilla in quel lasso di tempo. L'altro si allontana a grande velocità». Cosi' prosegue poi Schneider:
«Quando gli astronauti arrivarono sulla Luna udirono, come i tecnici di Houston, rumori strani: specie di pigolii, fischi, parole incomprensibili. Ed un terzo bizarro avvenimento si ebbe durante il ritorno sulla Terra: l'equipaggio vide sull'India un oggetto rosso, brillante, che scomparve di . colpo. Ecco la comunicazione dell'Apollo 12:
"Adesso è al centro del globo terrestre, è davvero luminosissimo, sembra avere uno spessore considerevole, è accecante. Non possiamo immaginare che cosa sia... è grande almeno quanto Venere".
Sviluppati i film ripresi sulla Luna, si notò una specie di alone argenteo lucente che, in apparenza, seguiva Conrad.
«Un funzionario della CIA», afferma sempre Schneider, «dichiarò che l'organizz'azione era in possesso di numerose prove circa l'esistenza degli UFO ed il loro controllo da parte di esseri intelligenti».

Testimonianze dirette

Più volte gli astronauti (molti dei quali sono rimasti fortemente impressionati dall'incontro con gli UFO) hanno parlato in pubblico o rilasciato dichiarazioni sulle loro esperienze. Ne raccogliamo una serie delle più significative.

Maggiore Gordon Cooper
Uno degli astronauti della capsula Mercury, e ultimo americano a volare nell.o spazio da solo.
Il 15 maggio 1963 salì nello spazio nella Mercury per effettuare un viaggio di 22 orbite intorno al mondo. Durante l'orbita finale, avvisò la stazione di Muchea (vicino Perth in Australia) che stava vedendo un oggetto luminoso, grigiastro, di fronte a lui che si avvicinava velocemente alla sua capsula. L'UFO era solido e reale, tant'è che era stato rilevato anche dal radar della stazione di Muchea.
L'avvistamento di Cooper fu riportato dal circuito televisivo nazionale, che seguiva il volo passo passo; ma quando l'astronauta atterrò, ai giornalisti fu detto che non sarebbe stato permesso fare domande circa l'avvistamento.
Il Maggiore Cooper credeva fortemente negli UFO. Dieci anni prima, nel J951 aveva avvistato una formazione di oggetti volanti sconosciuti, mentre sorvolava la Germania Ovest a bordo di un F-86. Gli oggetti erano metallici, a forma di Disco e volavano ad una considerevole altitudine.
Il maggiore Cooper rilasciò una testimonianza di fronte alle Nazioni Unite: "Io credo che questi veicoli extra terrestri ed i loro equipaggi stiano visitando il nostro pianeta e provengano da altri pianeti... Molti miei colleghi astronauti sono riluttanti a parlare di UFO... Io ho avuto l'occasione nel 1951 di poterne osservare molti, in due giorni diversi; erano di dimensioni differenti, volavano in formazione da combattimento, da est verso l'ovest d'Europa".
E secondo un' intervista registrata fatta da J.L. Ferrando, il maggiore Cooper affermò:
"Per molti anni ho vissuto con un segreto, imposto a me come a tutti gli astronauti. Posso ora rivelare che ogni giorno negli Stati Uniti i nostri strumenti radar intercettano oggetti di forme e composizioni a noi sconosciute. E ci sono migliaia di rapporti di testimoni ed una gran quantità di documenti che lo provano, ma nessuno vuole renderli pubblici".
Perché? gli ha chiesto l'intervistatore. "Perché le autorità hanno paura che la gente possa pensare agli UFO come a invasori ostili. Perciò la parola d'ordine è ancora: dobbiamo evitare il panico a tutti i costi".
. "Inoltre", ha aggiunto Cooper, "sono stato testimone di un fenomeno straordinario, qui sul pianeta Terra. E' accaduto qualche mese fa in Florida. Ho visto con i miei occhi una zona ben delineata di terreno che si stava consumando con delle fiamme, con quattro solchi sulla sinistra lasciati da un oggetto volante che era sceso nel centro del campo. I piloti avevano lasciato il veicolo (c'erano altre tracce che lo provavano). Sembrava avessero studiato la topografia del luogo, avevano raccolto campioni di terreno e poi, probabilmente, erano tornati da dove erano venuti, scomparendo ad una velocità incredibile... Casualmente ho poi scoperto che le autorità avevano fatto di tutto perché questo avvenimento non fosse portato a conoscenza della stampa e della televisione, per paura di una reazione di panico da parte del pubblico".

James Lovell e Frank Borman
Nel dicembre del 1965, gli astronauti della navicella Gemini Lovell e Borman videro degli UFO durante la loro seconda orbita di quel volo che durò 14 giorni. Borman raccontò che vide una navicella non identificata a poca distanza dalla capsula. La torre di controllo di Cape Kennedy gli disse che stava vedendo la parte finale della loro navicella. Borman confermò che quello che stava osservando era sicuramente qualcosa di completamente diverso dalla loro navicella.
Ecco il dialogo svoltosi fra Gemini 7 e la base:
Lovell: Un oggetto vola alto sopra di noi, ad ore 10.00!
Capcom: Qui è Houston. Ripeti ancora, 7 !
Lovell: Ho detto che c'è un oggetto che vola alto, ad ore 10.00!
Capcom: Gemini 7, è veramente un avvistamento?
Lovell: Si é vero. Siamo testimoni di numerosi avvistamenti in questo momento.
Capcom: ...potete stimare la distanza o la grandezza?
Loveli: Gli UFO sono sulla nostra traiettoria...
Donald Slayton
Astronauta del progetto Mercury, rivelò in un'intervista che aveva visto un UFO nel 1951:
"Stavo collaudando un caccia P-51 a Minneapolis quando scorsi quell'oggetto. Ero a circa 10.000 piedi di altezza in un pomeriggio di sole. Pensai che fosse un nibbio, poi mi resi conto che nessun nibbio vola a quell'altezza. Più mi avvicinavo, più l'oggetto mi appariva simile a un pallone gonfiato, grigio e di circa un metro di diametro. Ma non appena gli andai davanti la "cosa" non somigliò più a un pallone.
Sembrava un disco volante.
Allo stesso tempo realizzai che l'oggetto stava improvvisamente allontanandosi da me, ad una velocità di circa 450 chilometri l'ora. Lo inseguii per un breve tratto, ma d'improvviso l'oggetto virò a 45 gradi, accelerò e sparì".

Maggiore Robert White
Il 17 luglio 1962 White dichiarò di aver visto un. UFO durante un volo ad un'altezza di 80 chilometri su un X-15. Così disse alla base: "Non ho idea di che cosa possa essere. E' di colore grigiastro ed è di circa 10-15 metri di lunghezza". Poi, secondo un articolo del Time Magazine, il maggiore White esclamò alla radio: "Ci sono cose quassù! E' indubbio!" .

Il pilota della NASA Joseph A.Walker
L'11 maggio 1962 Walker dichiarò di aver avuto disposizione di intercettare gli UFO eventualmente avvistati durante i voli sul suo X-15. Aveva già filmato 5 o 6 UFO durante un volo nell'aprile del 1962 ad un'altezza di 80 chilometri. Era la seconda volta che filmava degli ÙFO in volo.
Durante una conferenza al Secondo Meeting Nazionale sugli usi pacifici delle ricerche spaziali dichiarò: "Non sono autorizzato a dire nulla. Tutto quello che so é ciò che compare sul film che è stato sviluppato dopo il volo". Nessuno di questi film fino ad oggi è mai stato fatto visionare al pubblico.

Comandante Eugene Cernan
Cernan è stato il comandante dell'Apollo 17. In un articolo del Los Angeles Times del 1973 affermò quanto segue:
"Molte volte mi sono state poste domande circa gli UFO. Ho già detto pubblicamente che sono qualche altra cosa rispetto a noi, qualcosa che viene da un'altra civiltà".

Scott Carpenter
"In qualsiasi momento, quando gli astronauti sono nello spazio da soli, c'è una costante sorveglianza da parte degli UFO".

Maurice Chatelain della NASA
Nel 1979 Maurice Chatelain, responsabilè del Sistema di Comunicazioni della NASA confermò che Armstrong aveva veramente detto di aver visto degli UFO sul bordo di quel cratere lunare. Chatelain pensa che gli UFO possano provenire dal nostro stesso sistema solare, in particolare da Titano. Ecco alcune sue dichiarazioni:
"Gli incontri ravvicinati sono eventi ben conosciuti alla NASA, ma nessun ne ha mai parlato fin ad ora". Tutti i voli Apollo e Gemini sono stati seguiti a distanza, a volte anche abbastanza ravvicinata, da veicoli spaziali di natura extraterrestre: da dischi volanti o da UFO, se li volete chiamare con quel nome. Ogni volta che ciò si è verificato, gli astronauti hanno informato la torre di controllo che ha sempre ordinato il più assoluto silenzio". "Credo che Walter Schirra a bordo del Mercury 8 sia stato il primo degli astronauti ad usare il nome in codice 'Santa Klaus' per indicare la presenza di dischi volanti nei pressi della capsula spaziale. Per esempio James Lovell, a bordo dell'Apollo 8, disse improvvisamente "Vi informo che c'è Santa Klaus"...
Anche se ciò accadde il giorno di Natale del 1968, molta gente ebbe la sensazione che c'era dell'ALTRO dietro le sue parole...


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:41, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 19:14 
UN COMPLOTTO PER NASCONDERE GLI U.F.O.? NO, UNA RISPOSTA PER MOLTI SCETTICI...

Non è difficile immaginare ad un complotto Internazionale per NASCONDERE GLI UFO...
E' SEMPLICE: ognuno vuol mantenere il posto acquisito ed il prestigio ottenuto, con tutto il POTERE che va dietro...
Un po come i delinquenti: litigano tra di loro, si ammazzano pure, ma quando arriva la Polizia.... tutti amici, ed ognuno protegge l'altro!
Tutti i Servizi Segreti concordano per mantenere le cose invariate e se ne fregano di chi Governa...?
RAGAZZI, SVEGLIATEVI !
E dico nuovamente:
SE SOLAMENTE UNA NAZIONE TERRESTRE FOSSE IN POSSESSO DI MEZZI AEREI SIMILI, SAREMMO TUTTI "SOTTO SCHIAFFO" !
Altroché "trattati." Perché qui si crede ancora che il nostro Pianeta non sia in grado di sfamare tutti!
Se io mi APPROPRIO di tutte le pozze d'acqua, per forza che gli altri muoiono di sete, e allora, giù, mazzate!
Se questi Alieni sono poco, poco più intelligenti di noi, se ne fregano di parteggiare per l'uno o per l'altro; basta, per Loro, che non combiniamo guai a livello Cosmico...
E così, i nostri "stimatissimi" Governanti seguitano a far finta di niente, e tutto procede secondo l'ordine PRESTABILITO.
PIU' COMPLOTTO DI COSI'...

Da 60 anni volano Stormi di Dischi Volanti ( ed anche sulla Luna ) e ancora non sono mai stati impiegati in...battaglia!
E si continuerebbe a costruire stupidi aeroplani convenzionali per tenere nascosta tutta la faccenda? Purtroppo molti la pensano ancora così, ne ho conosciuti di INGENUI, ma questo è il colmo...
Oppure vengono tirati in ballo i soliti ...nazisti!
Io pensavo di discutere di campi magnetici, tunnel Spazio-Temporali, masse eccentriche controrotanti, invece siamo ancora alle ARMI SEGRETE BEN CUSTODITE ( NON TROPPO DIREI, visto che se ne vanno a spasso in tutto il mondo; il bello che vengono fuori ad ondate!
Forse, dopo tutti questi anni avranno ancora da mettere a posto qualcosetta, che ne dite?

Perché non credere a chi ci mette la faccia con nomi e cognomi: Bob Lazar è un demente ( e l'elemento 115 è stato trovato.. ); Adamsky era un'altro pazzo...
Ma voi non c'eravate a quei tempi, e non sapete da quante personalità è stato ricevuto ( matti anche loro....) e poi, pentiti del discredito, l'hanno sepolto vicino a Kennedy;
Philip Corso, un altro esaltato, ed ha lasciato un "affidavit" contro il Governo per dire che aveva visto con i propri occhi un Alieno, e tutta la TECNOLOGIA RISULTANTE DA ROSWELL!
"Billy Mayer un altro pazzo, che se ne va con un solo braccio ad imbrogliare i fessi come me ( ed altre testimonianze affermano di aver visto Dischi volare, dove si trovava lui... ) ;
Albert Chop, portavoce della NASA, un altro cretino che afferma che l'umanità è tenuta sotto controllo da Esseri Alieni...
Donald E. Keyohe, sì, senz'altro un altro fesso al soldo di quattro scalmanati dei dischi volanti, e l'Aeronautica gli dava credito...
E pensate che c'è pure gente che non crede che ci sia stato l'olocausto...
I nazisti avevano i dischi ma non li hanno usati... Gli americani che hanno preso i tedeschi, non li usano... I russi, inc... neri per gli UFO recuperati, hanno fatto solo finta di inc...si!Sulla Luna CI HANNO CACCIATI ( nessuno vi è più ritornato ) e tutti zitti ( per forza sono droni nazisti, che ce frega...?! )
Tutte le foto lunari e di Marte sono state ritoccate, ma va! E' falso!
Ma fanno bene a tenere tutto nascosto, io farei di peggio!
La VERITA' VA GUADAGNATA E MERITATA !
Vi si portano documenti: tutti falsi!
Già, è come far leggere il Vangelo a chi non crede in Dio...
A quei tempi doveva esserci già il "CICAP" per... "spiegare" ai presenti come fosse "fasulla" la resurrezione di Lazzaro, che puzzava da quattro giorni, morto di cancrena; figuriamoci gli UFO...


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:41, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 19:15 
MA SE VI RITENETE CONTENTI COSI', BENISSIMO.
NULLA DA OBIETTARE.


Perfino Lavoisier fu "buttato" fuori dall'Accademia di francia perché, quel pazzo, OSAVA dire che delle pietre cadevano dal cielo!!!
Ma poi deve esserne caduta una pesante su una testa altrettanto "pesante" per capirlo!
Guardate, guardate i telegiornali, striscia la notizia e specialmente leggete i libri di Vesco e di Coppetti, e ci metto pure, toh, P. Angela con i suoi "CICAPPINI!
( Giacobbo, beh, sono indeciso; fa parte del governo...)

Ma come faceva un disco volante ad avere prestazioni del genere ( ho già detto che volavano in formazione!!!!) quando gli americani andavano ancora in giro con i "Mustang" F-51, e cominciavano a vedersi i primi F-80 "Shootingstar"; dai, perché fare delle figure così!
Piuttosto si dica che vengono dal futuro! Ma no con questa storia ridicola!
SE UNO HA UNA PISTOLA, PER DIFENDERSI DA UN LADRO,RITENETE CHE SI SENTA PIU' SICURO AD USARE I... PUGNI?
E gli occupanti che vengono visti? Ah, già! Anche l'astronauta Gordon Cooper è pazzo.... E Armstrong? Non aveva nient'altro da fare che URLARE per radio a quei cretini di Houston che ERA OSSERVATO DA ASTRONAVI ALIENE !
Che CRETINI questi astronauti ma già! Non ci sono neppure andati sulla Luna!
Credete, credete pure ai famosi esperti, tuttologi e sienziati pagati dal Governo!
Che S. Margherita Hack vi protegga, con l'intercessione del CICAP! E starete al sicuro...


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:42, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 19:18 
PER FINIRE DI ESPORRE LE MIE AFFERMAZIONI...

Allora, vediamo un po: esistono le cose vere e quelle false;
come fare per stabilire le une dalle altre? Con la ricerca!
Se si crede a tutto, è inutile che lo dica... si è ingenui.
Se non si crede a niente, si è presuntuosi, o al "centro dell'universo".
In mezzo, sta il discernimento e la ricerca, senza pregiudizi!
E questa ricerca puo comportare lo "sbattere il muso" contro verità che a volte, razionalmente, non ci sembra possibile...
Questo per pregiudizi insiti in ognuno di noi!
Ed infatti, spesso, la Verità viene rifiutata, anche per un'illusoria... difesa!
TUTTO QUA.

Se una qualsiasi Nazione fosse in possesso di Dischi Volanti con caratteristiche del genere (che molti non vogliono ammettere) COME NELLA DESCRIZIONE DELL'AVVISTAMENTO DI WASHINGTON, non sarebbero andati a rompere le b.... a loro stessi! E per tutte quelle ore, per giunta...
Un Governo del genere, a forza di tenere a lungo segreta una cosa del genere, prima o poi ci sarebbe stato qualcuno qualcuno l'avrebbe VENDUTA ( come è stato fatto con la bomba Atomica ai russi... ); per soldi si vende anche la propria madre, anzi, di più, purtroppo!
Oppure, un qualcuno, di parte avversa, avrebbe trafugato i piani, prima o poi. Si è sempre riusciti a copiare tutto; un esempio: il "Concord"!
Quando i francesi se ne accorsero stettero al gioco, e quando si trattò di copiare i motori, diedero informazioni errate!
Così, i primi TU-144 russi precipitarono... fino a quando capirono!

Quello che non riesco a capire, e ormai non lo capirò più, è : perché se uno ha visto Qualcosa che ritiene non appartenere a questo mondo DEVE, LUI, portare tutte le prove possibili ed immaginabili per dimostrare che riferisce la verità...?
Non spetterebbe agli scienziati dirmi ciò che ho visto?
Cercar di spiegare, loro, la possibilità di viaggiare di questi "Attrezzi" volanti?
Perché, ad esempio, devo essere io a dimostrare cosa Sono?
Ipnosi più o meno regressive; sieri della verità; elettroshock e calci nel c+++ vari?
Già da qui, si parte male, o meglio, SI VUOL PARTIRE MALE!
E perché? Perché EVIDENTEMENTE sanno già TUTTO!
Ed è lì, che passano per scemo, te!
Visto com'è semplice il discorso?
Allora... anch'io, ho CAPITO TUTTO..!

Piccola letterina agli scettici.
Qualcuno può pensare che stia "fantasticando"; va bene! E quello che ho visto, e gli altri che hanno visto, ed i piloti che li hanno inseguiti, ed il "carosello" su Washington durato per ore e moltialtri avvistamenti eclatanti...
Come si fa a dire che sono tutte sciocchezze!
Penso che gli scettici DEVONO dimostrarmi che sono sciocchezze! Posso essere ignorante quanto si vuole in fisica ed altro ( e lo sono) ; ma intanto Volano ...da sempre, si può dire!
Perciò TOCCHEREBBE agli scienziati, che ne sanno più di me, senz'altro, di fisica e quant'altro, spiegare a NOI la Fenomenologia!
Poiché, di fronte ad una Tale Tecnologia, fanno più o meno la figura di uno "stregone", carissimi denigratori!
E se la "vostra" fisica non riesce a darvi una spiegazione, bèh, sono affari vostri, non miei, che sono ignorante, ma che Li ho visti (come una vasta moltitudine Li vede); perciò penso che è più limitato uno scettico, con i suoi razionali ragionamenti quantistici, che io che attesto di averli Visti, e CI controllano da tempi immemorabili!

Alla vostra Scienza, io per primo mi arrendo, ma penso dobbiate fare altrettanto voi, accorgendovi che non siete in grado di spiegare una tale fenomenologia; quindi, la ESCLUDETE; bel ragionamento!

E' lo stesso del CICAP! Complimenti.


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:42, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 19:20 
“APOLLO-11”: QUELLE CINQUE ORE E MEZZO DI... BLACKOUT!

Immagine

Quella sera; dovevano sbarcare sulla Luna verso Le 22,30, ma dalle 22,30 Houston riattivò I collegamenti versole ore 05,30 del mattino (in Italia). Mi ricordo che attendevamo di ora in ora lo sbarco sulla Luna senza capire il motivo di quel pazzesco ritardo! I giornalisti, nella sala stampa di Houston, furono scollegati con il Controllo della Missione.
Ogni tanto mia moglie veniva a vedere che fine avessi fatto...
Insomma l'uomo attendeva da un milione e mezzo di anni di mettere piede sulla Luna e gli astronauti cosa facevano, secondo Houston? Dormivano...

Questo è ciò che vollero far credere al mondo. Con più di 160 battiti al minuto di frequenza cardiaca dei due astronauti... Dormivano!
Già erano successe cose strane durante la missione, comunque pur se scollegati I giornalisti, in Europa poterono essere captati i dialoghi degli astronauti con Houston (che poi, sollecitati da Terra, cambiarono frequenza) dall'Osservatorio di Bokum, in Germania e da radioamatori vari; (fatti ascoltare anche da uno Speciale Tg-1 Della RAI) riguardavano cosa stava in realtà succedendo lassù. Dai brani registrati si sentiva chiaramente Armstrong dire concitatamente:
"... Che cosa era? Che diavolo era... Lo vorrei proprio sapere... ". E da Houston: "Che c'è... (che)... Non funziona? Controllo missione chiama "Apollo-11 "... " Avrebbe detto dopo alcuni istanti di confusione il controllore da Houston. E Armstrong riprendendo: "avete una spiegazione? Questi AGGEGGI sono giganteschi, signore... Enormi! Oh, Dio! Non ci credereste...!". Silenzio imbarazzato dalla sala di controllo, e Armstrong ancora: "Vi dico che ci sono altre ASTRONAVI laggiù, allineate sul bordo del cratere... SONO sulla Luna per osservarci...!".

Da Houston cominciarono ad urlare : “ non preoccupatevi, attenetevi al programma!” E di rimando l'altro astronauta: ”mio Dio, ma è incredibile, questo è fantastico, non lo potreste mai immaginare!” Da Houston:“ sappiamo di questo, andate dall'altra parte!” Ed Armstrong “ allora è UNA FORMA DI VITA, QUELLA!” Da Houston perdendo anche loro il sangue freddo cominciarono ad urlare di cambiare canale, cioé di usare la frequenza criptata di protocollo usata per Le emergenze.
Da Houston: “ cambiate frequenza, usate “Tango”, “Tango”!
“ Allora è una FORMA DI VITA quella!” Ancora Houston: “cambiate frequenza! Usa “Bravo Tango”, vai su “”Jezabel,Jezabel”! “...Sì, ma tutto questo è incredibile!”
“...Passa su “Bravo Tango,” “ Bravo Tango”!
Evidentemente gli astronauti, presi alla sprovvista, parlavano spontaneamentee ed in preda ad evidente emozione.

Resta IL fatto che, dopo poche altre missioni, nulla, nemmeno l'ombra di un... Transistor, andò più sulla Luna e DA 32 anni ! Come ebbe a dire Armstrong durante un colloquio, furono "severamente redarguiti dal mettere piede sulla Luna". Naturalmente, per nascondere la cosa all'opinione pubblica, vi furono altri voli "Apollo", ma non fino al n° 20, come DA programma.
Ora , se fosse stata tutta una mess'inscena, già di per sé complicata, avrebbero pensato a metterci dentro anche gli UFO? Riguardo il "fallimento" dell'"Apollo-13", si dice che trasportasse una mini carica nucleare per testare le onde sismiche sulla Luna, poiché durante l'ultima prova di allunaggio di una missione precedente, non so se fosse l'"Apollo-10", dopo che si abbassarono (simulando la procedura di atterraggio) prima di risalire in orbita lunare e congiungersi con il Modulo di Comando, il LEM abbandonò, ad una certa quota, la piattaforma d'atterraggio che sarebbe precipitata sulla Luna. Ebbene, si notò che la stessa, impattando con il suolo lunare, provocò un terremoto le cui onde sismiche continuarono a risuonare per circa 3/4 d'ora! Come se la Luna fosse vuota! Da lì la prova con la mini carica che sarebbe dovuta essere testata; perciò anch'io sono convinto che l"Apollo-13" fu sabotato... Come credo molto poco che la sola spinta del LEM abbia da solo riportato indietro anche il Modulo di Comando... Ma, sono sicuro che"Apollo-13" fu sabotato...
Come già detto in precedenza, anche Le altre Missioni furono accompagnate da varie altre STRANEZZE.

A proposito delle "ben documentate prove" che sulla Luna non ci sia andato nessuno, io che ho vissuto quegli anni, mettevo tutti I componenti del "puzzle" in fila... E tutto risultava reale !
Non c'è stato nessun falso ! Basta riflette sulle "ricadute" tecnologiche dell'intero Programma ! Tutte Le applicazioni tecniche, mediche, industriali, chimiche, computers, videocamere, etc...
Se non ci fossero andati non avremmo avuto nessuna applicazione tecnologica... E tutte Le centinaia di Ditte che parteciparono al Programma Spaziale? Per non parlare di tutti I Centri d'ascolto del mondo concentrati sulla Luna in una sorta obbligata di triangolazione ! In più,oltre la preoccupazione che avrebbero avuto di costruire un “falso”, avrebbero perfino complicati IL tutto inserendovi un presunto avvistamento di U.F.O.?
MA C'E' UNA COSA CHE NON TUTTI SANNO ( possiedo ancora i quotidiani dell'epoca ) I RUSSI, PER ESSERE SICURI CHE GLI AMERICANI NON BLEFFASSERO INVIARONO DIETRO L'APOLLO-11 UNA LORO SONDA PER SPIARLI : IL " LUNAR-15 " ( che in ambienti NASA creò non poche preoccupazioni perché non sapevano cosa avessero intenzione di fare i Russi, pensavano perfino ad un atto di sabotaggio...). Quando L'"APOLLO" atterrò sulla Luna, la Sonda "LUNAR-5", dopo qualche orbita attorno alla Luna a bassa quota, SI SCHIANTO' SUL SUOLO LUNARE, DOPO AVER RILEVATO L'EFFETTIVO ALLUNAGGIO DELL'APOLLO-11.
Figuriamoci se l'allora Unione Sovietica avesse fatto passare un simile inganno ! In quei particolari tempi, di "guerra fredda", bastava un niente per "strillare"...
Poi, parlavano chiaramente di Alien ships allineati sul bordo del cratere...
In fine, ho riflettuto sui dialoghi originali, quando parlavano degli specchi ( che probabilmente erano quelli per riflettere il laser, da Terra ), quindi sta a significare, come dubitavo, che non uscirono dal LEM cinque ore e mezzo dopo l'arrivo sulla Luna, come vollero farci credere quella notte, ma continuarono per forza di cose con la loro missione, solo che a noi terrucoli fecero sapere che uscirono dal LEM soltanto alle cinque e trenta del mattino... Ecco l'arcano ! Gli asrtonauti rimasero in contatto, con Houston, tramite la frequenza criptata, per tutte quelle ore. Quando in fine gli UFO se ne andarono, cominciarono a trasmettere in "diretta" ( anche questo non esatto, poiché la NASA si arrogava il diritto di censura; da qui, l'arruolamento di soli piloti militari; perciò le trasmissioni erano ritardate di qualche secondo, proprio per filtrare...), e così fummo convinti che ripresero il programma soltanto dopo tutte quelle ore !
Ma è impossibile! Perché a causa di appuntamenti orbitali, e problemi di ossigeno, il programma doveva essere scrupolosamente eseguito alla lettera, come in effetti debbono aver fatto...
Così ho avuto una conferma di ciò che pensavo da anni...

Avendo trovato altri brani delle conversazioni tra Houston e gli astronauti dell'"Apollo-11", li riporto in modo da integrare e comlpetare la discussione intercettata, poiché, quando ti fanno ascoltare qualcosa, non è mai la registrazione completa...

Controllo Missione: "Registrate su Bravo - Tango, Bravo - Tango!"
A questo punto le comunicazioni proseguono su un canale radio codificato, impedendo ai radioamatori di ascoltare lo scambio di battute che stava diventando molto interessante, ma allo stesso tempo molto imbarazzante da spiegare da parte della NASA, nel caso in cui la faccenda fosse trapelata tra i milioni di telespettatori incollati davanti alla TV ed ignari di quanto stesse avvenendo. La seconda sorpresa avviene durante la fase di risalita dalla superficie della Luna del L.E.M. "Aquila", con a bordo Armstrong e Aldrin, ed il rendez vous in orbita lunare con Collins ed il Modulo di Comando "Columbia". Il dialogo che segue è stato registrato al magnetofono e riportato dal settimanale "National Bulletin" di Montreal il 29 Settembre 1969:
Apollo 11: "Cos'è? Per il Diavolo, cos'è? Non voglio saperne di più! Queste ... piccole ... cose ... sono gigantesche, sono enormi! No, no, questa è addirittura un'allucinazione. No, no, no, questa non è un'illusione ottica! Oh, cielo, non ci crederà nessuno!"
Controllo Missione: "Cosa ... cosa succede, dannazione? Come state, ragazzi?"
Apollo 11: "Sono là, sotto l'orizzonte!"
Controllo Missione: "Cosa c'è? ... Disturbi radio ... qui è il Controllo Missione che chiama Apollo 11."
Apollo 11: "Roger, siamo qui, ma abbiamo visto altri ... devono essere qui da tempo per osservare le attrezzature."
Controllo Missione: "Controllo Missione! Ripetete le ultime comunicazioni!"
Apollo 11: "Dico che ci sono altri veicoli spaziali. Sono allineati sull'orlo del cratere!"
Controllo Missione: "Ripetete! Ripetete!"
Apollo 11: "Lasciateci completare questa orbita, poi ... a casa! In 625 a 5 ... Ho regolato i relè ... mi tremano le mani, non posso ... filmare! Dio, chissà se queste dannate macchine fotografiche hanno ripreso qualcosa? ..."
Controllo Missione: "Avete fotografato qualcosa di interessante?"
Apollo 11: "Non abbiamo pellicole a portata di mano ... Disturbi radio ... tre colpi dei dischi volanti, o quel che diavolo sono, possono aver rovinato le pellicole."
Controllo Missione: "Controllo Missione. Qui è il Controllo Missione ... siete sulla strada per il ritorno a casa? ... Ripeto, siete sulla strada per il ritorno a casa? Cosa sono tutte queste voci sugli U.F.O.?"
Apollo 11: "Si sono posati là ... sono sulla Luna ... ci stanno osservando."
Controllo Missione: "Gli specchi, gli specchi, li avete piazzati?"
Apollo 11: "Si, gli specchi sono al loro posto. Ma chi ha costruito simili navi spaziali può andare li domani e strappare via quei dannati specchi ... Passo e chiudo."

A questo punto terminano di nuovo, bruscamente, le comunicazioni radio tra l'Apollo 11 ed il Controllo Missione a Houston, ma questi episodi bastano per farci capire che il fenomeno U.F.O. esiste al di là di tutte le politiche di "Cover Up" da parte della NASA e del Governo degli Stati Uniti, che continuano a negare l'esistenza di oggetti volanti non identificati e degli incontri avvenuti durante le varie missioni spaziali.

Per non parlare dell'"Apollo-16", che dovettero rientrare 16 ore prima...

Ogni missione doveva essere accuratamente preparata,pianificata fino nei minimi dettagli, per svariati problemi; specialmente quando vi era in ballo l'uomo.
Poi, fino alla Luna...
Vi erano problemi per il carburante, per gli appuntamenti in orbita, per l'ossigeno; tante e tante cose...
Dovevano stare attenti perfino ai razzi direzionali ( quelli che controllano l'assetto dei vari mezzzi spaziali ) del LEM o del Modulo di Comando, che rimaneva in orbita con il terzo astronauta, in attesa del ricongiungimento, dopo "l'escursione" lunare.
Quindi , tutto era calcolato al millesimo; anche adesso vi sono pochi margini con lo "Shuttle" ( per il decollo, per l'atterraggio e così via ); figuriamoci se potevano rinviare lo sbarco sulla Luna di tutte quelle ore!
Ed il mondo...credette!
Daltra parte era solo spettatore. Ma, dico io, tutti quei giornalisti, esperti e compagnia briscola che erano in studio, alla Tv, a chiacchierare fino al mattino, ma possibile che non sospettassero niente? Rimandavano, dicevano i corrispondenti dall'America, di ora in ora!
Roba da matti!
Facevano tutte ipotesi stupide; e poi, al mattino, tutti a battere le mani perché era sceso Armstrong!
Quello, sai da quanto era in giro, e già si era preso le "rampogne" dagli "Amici"!
Ma a chi le vai a dire queste cose...
Come dissi, qualche anno fa, non ricordo, fecero quello speciale sul Tg-1, ma a chi gliene fregò qualcosa, il giorno dopo!
Era passato tanto tempo e chissà cosa successe...
Ecco il commento di chi aveva visto lo speciale!
Ci dimentichiamo di tutto, se non viene spiegato subito; questa è la strategia!

Tutto quello che si trova adesso riguardo la Luna mi fa solo sorridere, per non dire un'altra cosa!
Perché quei "fessi" di cronisti , in Italia e dall'America ( con l'informatiissimo Ruggero Orlando ) discussero tutta la notte sul perché non sbarcassero....?
Ed in studio, non so se lo "conoscete", c'era l'espertissimo fisico Enrico Medi; e tutti erano perplessi...
E ditemi ancora, per modo di dire, perché da Houston, tradotto da R. Orlando, dissero al mondo, che gli astronauti "dovevano dormire"...?
Ma diamo i numeri?
E tutti dissero " in effetti, dopo tutto quel viaggio..."
AVEVANO LE PULSAZIONI CARDIACHE A 110 BATTITI AL MINUTO !
Chi riuscirebbe a riposare? Vai a trovare la ragazza e...ti riposi sugli scalini del pianerottolo? Ooooooh!
Sapevate che i luoghi di atterraggio di tutti i voli "Apollo" erano in zone " d'interesse"?
Erano quelle zone dove avvenivano cose...strane!
Altro che zone pianeggianti per atterrare meglio!
Avevamo il programma NASA stampato dappertutto,su riviste e quotidiani, minuto per minuto, figuriamoci se stavano dentro il LEM PER TUTTE QUElLE ORE!
Per fortuna che vi sono quelle registrazioni, che hai messo anche tu, Digdug, nelle quali mentre ufficialmente erano all'interno, Houston chiedeva loro, fra tutto il bailame con gli UFO, se avessero almeno sistemato gli "specchi",che erano quelli per la riflessione laser da terra,ecco tutta la falsità delle cose, poi chiedete delle PROVE! Il programma super scrupoloso delle missioni, ecco le prove; e lo svolgersi di esse sotto copertura radio! "Infinocchiando" il resto del modo con i...ritardi!
Ragazzi, ripeto: dovevano stare attenti a tutto; minuto per minuto.
Lo vedete anche adesso con lo "Shuttle": e le "finestre" per il decollo, e le "finestre" per l'atterraggio; ORA dopo 40 anni!
Figuriamoci per la prima "escursione" lunare...
Non erano nemmeno sicuri che il LEM si sarebbe riacceso!
Erano dei veri e propri pionieri! E se tutto fosse stato falso, come qualcuno, per qualche foto "rifatta", tenta di far credere, si sarebbero inventata anche la "storia" degli UFO ?
SAREBBE STATA GIA' COMPLICATA DI PER SE LA COSA, NO?


Secondo l'astronauta della NASA Neil Armstrong (il primo uomo a metter piede sulla Luna), gli alieni hanno una base sul nostro satellite e ci dicono, in termini piuttosto decisi, di stare alla larga dalla Luna. A quanto dicono i rapporti finora noti, sia Neil Armstrong che Edwi.n Aldrin videro degli UFO dopo il famoso atterraggio sulla Luna dall'Apollo 11 il 21 luglio 1969. Uno degli astronauti riferì di aver visto una "luce" sopra e dentro un cratere durante la ripresa televisiva, seguita da una richiesta di maggiori informazioni da parte del controllo missione. Ecco il dialogo che si sarebbe svolto fra Luna e Terra:

NASA: Che cosa c'è? Controllo missione chiama Apollo 11...
Apollo 11: Quei "cosi" sono enormi, mio Dio! Enormi! Oh, mio Dio, non ci credereste! Vi dico che stiamo vedendo altre ' navicelle qui fuori. Sono ferme sulbordo del cratere! Sono sulla luna e ci stanno osservando!
Un professore, ha voluto rimanere anonimo, ha inviato alle organizzazioni ufologiche il seguente resoconto di un dialogo da lui avuto con Neil Armstrong durante un simposio della NASA:
Professore: Che cosa accadde veramente fuori dell'Apollo 11?
Armstrong: Una cosa incredibile, anche se noi abbiamo sempre saputo di questa possibilità. Il fatto è che loro (gli Alieni) ci hanno intimato di allontanarci! .
Professore: Che cosa vuole dire "intimato di allontanarci"?
Armstrong: Non posso entrare nei dettagli, posso solamente dire che le loro astronavi sono di gran lunga superiori alle nostre sia per dimensioni che per tecnologia. Accipicchia se erano grandi!... e minacciose!
Professore: Ma la NASA ha ugualmente inviato sulla Luna altre missioni dopo l'Apollo 11... .
Armstrong: Naturalmente: la NASA le aveva già annunciate a quel tempo, e non poteva rischiare il panico sulla Terra.
Secondo l'ufologo americano Vladimir Azhazha, "Neil Armstrong disse al Controllo Missione che due enormi oggetti sconosciuti stavano osservando lui ed Aldrin dopo l'atterraggio sulla Luna. Ma questo messaggio non è mai stato ascoltato dal pubblico, perché la NASA lo ha censurato."
Aleksandr Kasantesev afferma che Buzz Aldrin fece un film a colori dell'UFO da dentro la navicella, e continuò a filmare loro, Armstrong e lui stesso anche quando furono fuori. Armstrong confermò che la storia era vera, ma rifiutò di dare ulteriori dettagli, poi ammise che la CIA voleva nascondere l'accaduto.


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:45, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 19:26 
"SIAMO STATI SEVERAMENTE REDARGUITI..."

Così disse Armstrong, dopo un Simposium, ad un certo professore che ha voluto rimanere anonimo (e te pareva! Il posto di lavoro...) riferito da Otto Binder. Il dialogo si sarebbe svolto pressappoco così: Prof- Cosa accadde verasmente là fuori, con l'"Apollo11"?
Armstrong - Fu incredibile, avevamo sempre saputo che c'era questa possibilità... Il fatto è che siamo stati duramente redarguiti dagli Alieni: non dovevamo costruire nessuna Stazione Spaziale o città sulla Luna...
Prof - Cosa intendete esattamente con "duramente redarguiti"?
Armstrong - Non posso entrarenei dettagli, ma le Loro astronavi erano estremamente superiori alle nostre, sia per dimensioni che per tecnologia. Ragazzi, quanto erano grosse! E minacciose! No, di una Stazione Spaziale lassù non se ne parla nemmeno...
Prof - Ma la NASA ha effettuato altre Missioni dopo quella (...) - Naturale. La NASA ne aveva l'obbligo a quell'epoca. E non poteva correre il rischio del panico rivelando tutto. Ma furono davvero delle "scappate" veloci, una emplice corsa e via a casa!
Naturalmente aspettarsi una conferma di detto dialogo sarebbe per lo meno ingenuo, sta di fatto, come dissi altre volte, che da 39 anni, nemmeno un ... transistor, volò verso la Luna! Pensateci ...

Qui, invece, abbiamo alcune "gole profonde": gli spioni, che tutti odiano ma che tutti usano per conoscere i fatti....

Dott. Vladimir Azhazha:
"Neal Armstrong comunicò al Centro di Controllo della Missione che due grandi oggetti misteriosi li stavano osservando dopo essere atterrati vicino al modulo lunare. Ma questo messaggio non venne mai sentito dalla gente, perché la NASA lo censuro?"
(Per forza, scollegarono per sicurezza tutti i colegamenti con la sala giornalisti e per ore non si seppe più nulla...)

Dott. Aleksander Kasantsev sostiene che Buzz Aldrin girò un filmato a colori degli UFO dall'interno del Modulo, e continuò a filmarli dopo che lui e Armstrong furono usciti. Armstrong confermò che la storia era vera ma si rifiutò di formire ulteriori dettagli, ammettendo, comunque, che dietro al lavoro di insabbiamento del caso c'era anche la CIA.

Maurice Chatelain, della NASA, nel 1979, ex capo del Sistema di Comunicazioni, ha confermato che Armstrong aveva veramente detto di aver visto due UFO sul margine di un cratere lunare.
"L'avvistamento era cosa nota negli ambienti della NASA, ma nessuno ne aveva mai parlato pubblicamente, fino ad oggi. Tutte le Missioni "Apollo" e "Gemini sono state seguite, sia a distanza che, in alcuni casi, piuttosto da vicino, da Veicoli Spaziali di origine EXTRATERRESTRE, ovvero da Dischi Volanti, UFO o come volete chiamare voi.
Ogni volta che ciò è successo, gli astronauti hanno informato il Centro Controllo della Missione che ha imposto loro il PIU' ASSOLUTO SILENZIO..."
E' molto difficile ottenere qualsiasi informazione specifica dala NASA, che eserrcita tutt'ora uno STRETTO CONTROLLO su qualsiasi divulgazione di tali EVENTI.."
Ancora: "Qualcuno, lassù, ci aveva chiesto di abbandonare la Luna, ma non potevamo bloccarci all'improvviso, così cercammo di andare avanti per un po e ci fermammo..."

Un componente della NASA, Otto Binder, accusò l'Ente spaziale di aver censurato le trasmissioni dall?"Apollo-11" e da altre Missioni, deviandole su frequenze radio sconosciute al pubblico....

Il congressista Howard Wolpe del Michigan, dichiarò che investigatori governativi avevano scoperto un protocollo di istruzioni per i dirigenti NASA e di governo in merito alla divulgazione di informazioni controverse, eccone i principi:

1. Riscrivere o distruggere documenti per MINIMIZZARE un impatto contro producente;

2. Rimescolare o camuffare documenti in modo tale che la loro importanza risulti MENO SIGNIFICATIVA;

3. Prendere iniziative per aunentare il peso delle eccezioni al FOIA ( freedom of Information Act ).

Secondo il Dott. gary Henderson, ricercatore della general Dynamics a contratto NASA, l'Agenzia Spaziale non solo aveva la capacità di sopprimere le informazioni sugli UFO, ma le usava . Agli astronauti era FATTO DIVIETO di parlare degli avvistamenti di Oggetti Volanti Non Identificati.

Donna Tietze Hare, ex tecnico fotografico presso il Jhonson Space Flight Center di Houston, in un'intervista radiofonica rilasciata il 6 maggio 1995, alla stazione WOL-AM di Washington, ha rivelato che, durante le diverse missioni "Apollo" sulla Luna erano realmente stati fotografati numerosi UFO. Spettava poi al personale tecnico-fotografico FAR SPARIRE cli oggetti dalle foto, per renderle vendibili al pubblico. Questo è quanto si evince anche dalle analisi di Bill Kaysing.

O' Leary, durante l'International Forum on New Scienses del 18 Novembre 1994, ha dichiarato inoltre che " per quasi 50 anni l'apparato di Segretezza ALL'INTERNO DEL GOVERNO usa HA nascosto AL POPOLO INFORMAZIONI SUGLI UFO E CONTATTI CON GLI ALIENI. Tale soppressione è stata orchestrata da NSA, CIA, DIA e simili.
Questo gruppo di potere è in grado di CONSERVARE MOLTO BENE questi SEGRETI."

William Cooper, ex Ufficiale dei servizi Segreti dell'US NAVY, da tempo una delle più valenti "gole profonde" : "Il Programma Spaziale quale noi conosciamo, è una FARSA COLOSSALE. da quando si E' MANIFESTATA LA PRESENZA ALIENA siamo entrati in possesso di una tecnologia che va oltre ogni nostro sogno più sfrenato..."

Il diario ufficiale non mette per niente in risalto quello che effettivamente è successo in tale missione, che ha consentito all’uomo di posare finalmente il piede sulla Luna.
Prima di tutto è da evidenziare che, con l’avvicinarsi della navicella terrestre alla superficie lunare, Armstrong comunichi alla base: "Scorgiamo una luce nel cratere Aristarco".

L'astronauta E. Aldrin mentre sta effettuando alcuni esperimenti sul vento solare nella missione lunare Apollo 11. Da notare la presenza di due oggetti volanti che osservano le operazioni dei due nuovi arrivati sul satellite terrestre.

E. Aldrin in vicinanza del LEM, osservato da due oggetti volanti lucenti.

Aldrin fece inoltre una serie di riprese fotografiche, inerenti con alcuni particolari avvistamenti.
Ad esempio, mentre con una cinepresa stava riprendendo la superficie lunare, in maniera del tutto involontaria egli individuò alcuni oggetti luminosi in movimento.
Ecco la sommaria descrizione dei fatti.

Intorno alle ore 18 del 19 Luglio 1969, il giorno che precedette lo storico allunaggio, l’Apollo 11 passò da un’orbita ellittica attorno alla Luna, ad un’orbita circolare. Dopo di ciò Edwin Aldrin, che pilotava il Modulo Lunare, si trasferì su quest’ultimo ed eseguì ancora una volta il controllo di tutte le apparecchiature, tra cui la cinepresa da 16 mm per filmare la superficie lunare.
All’improvviso apparvero gli UFO e furono ripresi dall’astronauta.
Ecco ciò che accadde quando il film fu in seguito proiettato.
D'apprima si ha una visione della superficie lunare disseminata di crateri. Subito dopo entrano nel campo visivo, provenienti da sinistra, due UFO in formazione verticale; rassomigliano ad un fantoccio di neve. Essi volano quasi orizzontalmente al centro della scena e si muovono ad alta velocità. Mentre gli astronauti trattengono il fiato per la sorpresa, essi piegano verso sinistra scomparendo dal campo visivo. Un paio di secondi dopo, due UFO, uno grande e uno piccolo, entrano nel campo visivo dall’alto volando in una formazione simile ad un fantoccio di neve sdraiato, e si abbassano lentamente. Restano poi fermi nello spazio e improvvisamente fanno scattare, fra loro, qualcosa che rassomiglia ad una coda.
Questa scena sorprendente è la più emozionante del film.
Gli UFO continuano poi a muoversi discendendo ancora. Essi planano vicinissimi alla superficie lunare in formazione obliqua, quando gli UFO, che finora sembravano uniti, si separano completamente l’uno dall’altro. Poi, improvvisamente brillano e sembrano circondati da un forte alone. Possono essere osservati in primo piano poco sopra l’orizzonte della Luna. Un calcolo ha mostrato che gli oggetti rotondi erano distanti dai 30 ai 45 Km dalla cinepresa. Infine prendono quota verticalmente e spariscono dal campo visivo, ma dopo un attimo riappare un UFO ed immediatamente vola via dalla scena.
Il racconto ci è pervenuto dalla testimonianza del giapponese Yusuke J. Matsumura, che da tale film ha ricavato una lunga serie di fotografie veramente interessanti.

Resta IL fatto che, dopo poche altre missioni, nulla, nemmeno l'ombra di un... Transistor, andò più sulla Luna e DA 32 anni ! Come ebbe a dire Armstrong durante un colloquio, furono "severamente redarguiti dal mettere piede sulla Luna".
Naturalmente, per nascondere la cosa all'opinione pubblica, vi furono altri voli "Apollo", ma non fino al n° 20, come da programma.
Quindi, come mai? Vi erano importanti proggetti per la lUna e le sue Basi; invece niente; improvvisamente niente. Si diede la colpa alla guerra in Viet-Nam ed altre cose...

Ma il motivo per me, è sempre quello che disse Armstrong... No?

Allora vediamo cosa successe anche con l'Apollo-12"...


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:46, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 19:28 
“APOLLO-12”: LE... STRANEZZE CONTINUANO!

Immagine

4 Nov. 1969, seconda Missione lunare con l'equipaggio composto dagli astronauti Conrad, Gordon e Bean.
Anche questa impresa è accompagnata da fatti inspiegabili... I vari quotidiani riportano: "Tensione nervosa a bordo dell'"Apollo-12", i tre astronauti cominciano a parlare perfino di "nemici spaziali" e Oggetti misteriosi... ".
Intanto dall'Apollo" si può udire la voce eccitata di Conrad: "Scorgiamo un OGGETTO LUMINOSO che è sempre nello stesso posto rispetto a noi. Sembra ruotare su se stesso; l'abbiamo visto anche ieri sera, sembra proprio che ci segua..." In un certo qual modo gli astronauti vengono rassicurati da Houston che dice loro "... per lo meno non sembrano ostili ... ".
Poi, per la seconda volta gli astronauti calpestano il suolo del nostro Satellite.
E' il 12 Novembre. Tutto si svolge regolarmente, tranne che per un particolare: le preziose telecamere, appena installate sulla Luna (veri gioielli dell'elettronica), che servivano a farci vedere in diretta le varie immagini, si "bloccano " per 12 ore !
Praticamente non trasmettevano più, o meglio, sul televisore appariva lo schermo completamente bianco... Non un effetto neve di mancata ricezione, ma come se qualcuno lassù avesse messo qualcosa davanti la telecamera per non far vedere niente !
Da Houston prima dissero che non sapevano spiegarsi il motivo, poi dissero che, erroneamente, le telecamere erano state rivolte contro il Sole rovinando l'obiettivo...
Non sapendo però spiegare ai giornalisti, dopo 12 ORE, come mai ripresero a funzionare da sole!
Beh, non mi meravigliai di quella spiegazione, ne raccontavano di più "belle" a volte ! Ma possibile che il mondo è così stupido? Ma certo, loro sono i tecnici !
Ci hanno portato sulla Luna...!
Gli astronauti dovevano poi recuperare alcuni pezzi di una sonda automatica lanciata in precedenza: il "Surveyor", e ciò avvenne.
Al ritorno sulla Terra si constatò che gli astronauti erano stati esposti non solo alle normali radiazioni, ma anche da altre radiazioni di tipo SCONOSCIUTO, le stesse provenivano anche dai pezzi portati a terra della sonda lunare.
Riguardo alle trasmissioni, sia radio che televisive, considerate in diretta, la NASA si riservava il diritto di controllo sulle reti di emissione, diffondendo le stesse con due secondi di ritardo (il tempo di censurarle ! ). E per questo inviavano nello Spazio solo personale militare, perché soggetto a segreto.
John Glen, uno dei migliori astronauti della NASA, che fece il primo volo orbitale attorno alla Terra, raccontò, nonostante il divieto della NASA, di aver visto Oggetti luminosi seguirlo durante il volo; ebbene, fu messo a terra a dirigere i suoi colleghi, da Houston, quando compivano le varie missioni !
Qualche anno fa gli fu dato il contentino di farsi un giretto sullo Shuttle...
Per finire, il Dott. Glen Seaborg, allora Presidente della Commissione per l'Energia Atomica americana, ha rivelato che la NASA è in possesso, oltre a varie foto che mostrano immagini di UFO scattate nel percorso Terra-Luna e viceversa, anche di altre, insieme a filmati vari, che mostrano l'ESISTENZA DI TRACCE O IMPRONTE SUL SUOLO LUNARE, consistenti in FORME ROTONDE, OVALI e QUADRATE, dai contorni netti, riprese in diversi punti del suolo lunare...
A proposito, sapevate che ogni Missione Lunare avveniva in ZONE dove, da sempre si può dire, si scorgono da terra Effetti Luminosi e Anomalie varie ?



Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:48, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 37484
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 19:29 
MISSIONE “MERCURY”

Immagine

La NASA ha sempre avuto QUALCOSA DA NASCONDERE: dalle "capsule Mercury alleGemini" e di più ai voli "Apollo".
Insomma ce ne sarebbe da raccontare... Abbiamo già visto con l'"Apollo-11" e l'"Apollo-12"; proviamo a meditare su qualche altro fatto:
ad esempio il 24 maggio 1962, Scott Carpenter, con la "Mercury", doveva disintegrarsi, al rientro nell'atmosfera, per un suo errore di manovra (consumò più carburante del previsto in automaticazionò i comandi manualmente compiendo un errore di inclinazione, per il rientro nell'atmosfera, di vari gradi ( 3° di errore erano invece tollerabili )
dando un'inclinazione del tutto erronea per il rientro...
Quindi, accertata ormai anche da terra la sua fine, simile ad una "stella cadente", attendevamo in diretta la tragedia...
Nessuno vide niente!
Ma proprio in quella delicatissima fase di volo, a errore ormai avvenuto, accadde un fatto ASSOLUTAMENTE INSPIEGABILE:
dal momento in cui Carpenter accese i retro-razzi per la frenata, a quando fu ritrovato finalmente in un battello pneumatico accanto alla "capsula" INTATTA, passò un'ora anziché i pochi minuti previsti (in cui, attorno alla capsula, si forma uno strato ionizzato che interrompe momentaneamente le comunicazioni ).
In tutto quel tempo non fu possibile stabilire alcun contatto radio. Così si pensò alla conferma della tragica fine che aveva fatto lo sfortunato astronauta...
Invece, con la più grande sorpresa di tutti, la navicella fu ritrovata a 400 Km di distanza dal previsto punto di ammaraggio !
Ma quello che colpì di più, oltre all'insperata sopravvivenza dell'astronauta, fu il ritrovare la "capsula" stranamente INTATTA, senza cioè la più piccola scalfittura o bruciatura che normalmente si nota vistosamente alle altre navicelle...
"Fatto inspiegabile"! scrissero l'indomani i quotidiani.
I due sommozzatori, addetti al recupero, riferirono di aver trovato Carpenter in stato confusionale mentale: "Sembrava assente, non si rendeva conto di dove si trovasse.
Infatti, vedendoci arrivare, chiese chi fossimo e da DOVE VENIVAMO... ".
Il Col. Power, portavoce militare di Cape Canaveral, dichiarò che "per ragioni sconosciute e contrariamente alle leggi fisico-dinamiche, la "capsula" anziché volatilizzarsi negli alti strati dell'atmosfera, non era stata nemmeno scalfita dal calore sviluppatosi dall'attrito... ".
Tutto qua.
Ma Carpenter, alcuni giorni dopo, rilasciò una dichiarazione in esclusiva al "Time Life Inc.", in cui si legge:
"... la caduta, nella massima parte, fu dolcissima ! Il calore dell'attrito, che doveva essere altissimo, non penetrò mai all'interno della cabina, benché la temperatura dovesse essere di almeno 1093 °C !
E' come se FOSSI STATO AIUTATO... Guardando fuori dall'oblò, notai un Alone Arancione che circondava la "capsula", che cambiò poi in verde.
Scomparve quando la zona di attrito fu superata".
Dichiarò inoltre di non aver sentito la consueta spinta negativa dell'accensione dei retro-razzi.
Così, stranamente, si concluse tutto per il meglio.
Il fattore predominante, come tante altre volte, fu il mistero; di cui non sapremo, ufficialmente, mai nulla ...


Ultima modifica di Bastion il 29/05/2011, 19:49, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Ex M/llo RADARISTA - (34 anni Difesa Aerea, Reparti Speciali dell'A.M.)
U.F.O: ASTRONAVI da altri MONDI ? (Prima pagina con indice): viewtopic.php?p=363955#p363955
Un Topic del sottoscritto; non è scienza ma nemmeno una fede, è semplicemente un rapporto di FATTI e COSE che sembrano avvenire nei nostri cieli. IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3051 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 204  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 21/10/2017, 10:43
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org