Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3742 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 236, 237, 238, 239, 240, 241, 242 ... 250  Prossimo
Autore Messaggio

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7603
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 04/06/2017, 15:33 
Ma poi ritornando alla ricaduta dei filamenti, le analisi di laboratorio dicono che sono FTALATI e non tele di ragno.

Sottovento...Sottovento, nei tuoi interventi ripeti sempre "son ventanni che..., dopo ventanni non si è..." eccetera.
Per visualizzare questo messaggio devi registrarti e eseguire l’accesso al forum.



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40280
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 04/06/2017, 23:18 
sottovento ha scritto:
Mi fa specie credere che tale comunità, avente dato prova di essere libera e indipendente, accetti supinamente un complotto planetario

Comunità scientifica libera e indipendente?
Ma di quale pianeta parli? [:p]



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40280
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 04/06/2017, 23:32 
Il clima come arma: ecco il piano della Cia

L'Agenzia di Langley ha deciso di finanziare la ricerca di un metodo per controllare
i mutamenti climatici. Lo utilizzerà per tutti o contro qualcuno?


settimana-22-2015-02-1000x600.jpg


18 luglio 2013
http://www.panorama.it/news/esteri/obam ... ia-guerra/

La notizia è uscita di soppiatto sul sito web della National Academy of Science: l'Intelligence americana è interessata a un progetto per controllare le condizioni ambientali del pianeta e governare i cambiamenti climatici. Quale Intelligence, hanno chiesto a un portavoce della Nas. "Beh..la Cia, ovviamente." è stata la sua risposta. In effetti, chi altri poteva essere interessato? Gli amanti delle teorie del complotto saranno felici dell'informazione, ma in attesa che queste nascano anche su questa ricerca, per ora rimaniamo nel campo della cronaca.

Il progetto durerà 21 mesi e dovrà determinare se attraverso la geoingegneria sia possibile fermare il riscaldamento della terra. Il costo dello studio è relativamente modesto (630.000 dollari) e oltre alla Cia e alla National Academy of Science verrà finanziato anche dalla Nasa e dalla National Oceanic and Atmospheric Administration, l'agenzia federale che si occupa dell'ambiente sul territorio degli Stati Uniti.

L'interesse della Cia in ricerche scientifiche simili non è nuovo. L'anno scorso però il Congresso aveva deciso di tagliare le voci del bilancio dell'agenzia relative a questi studi perché - si chiedevano i parlamentari di Capitol Hill - cosa c'entra Langley con l'innalzamento della temperatura del globo? In realtà, per l'Intelligence avere quel tipo di informazioni è basilare. Gli equilibri di potere tra le nazioni nel prossimo futuro sarà giocato anche su questo terreno e gli Stati Uniti non vogliono rimanere indietro. Anzi.

Così, la ricerca dovrà studiare quali sono sulla carta i metodi migliori per intervenire sui mutamenti climatici, quali i possibili risultati e quali i rischi. Si parla già di arrivare a immettere miliardi di particelle nelle stratosfera per respingere una parte della luce del sole e determinare così un abbassamento della temperatura del globo. Lo studio dovrà anche vagliare quale possa essere il sistema migliore per rimuovere parte dell'anidride carbonica che si trova nell'atmosfera. Fantascienza? Pare proprio di no. E il paese che possiederà questa tecnologia potrà utilizzarla per il bene comune, ma soprattutto sarà in grado di condizionare le scelte delle altre nazioni. Avere in mano lo strumento per governare i cambiamenti climatici - se non addirittura determinarli - è una grande risorsa per chi lo possiede. E un'arma formidabile.

D'altra parte non è certo la prima volta che vengono messi in piedi progetti per usare il clima e la natura come arma contro i nemici. Durante la Guerra del Vietnam, per esempio, l'Air Force studiò un sistema per creare nuvole e massicce ondate di pioggia sopra il sentiero di Ho Chi Min e renderlo così impraticabile al passaggio dei guerriglieri vietnamiti. Durante la Seconda Guerra Mondiale, gli Usa fecero degli esperimenti per determinare uno Tzunami nell'Oceano Pacifico per colpire le coste del Giappone. La guerra climatica era poi all'ordine del giorno durante la Cold War con l'Unione Sovietica. La gara produsse esperimenti che contemplavano esplosioni di ordigni nucleari nella ionosfera, il cui "controllo" è fondamentale sulla possibilità di intervenire sulla trasmissione dei segnali radiomagnetici.

A questo proposito, c'è da ricordare che da tempo, il Pentagono finanzia il progetto Haarp (High Frequency Active Auroral Research Program) che si occupa ufficialmente di ricerca scientifica sull'atmosfera e sulla ionosfera e di comunicazioni radio per l'uso militare. Molti hanno dei dubbi sulla reale natura dell'operazione e i fautori della Teoria del Complotto sono arrivati a dire che si tratta di un progetto per la costruzione di un'arma elettromagnetica in grado di cambiare il clima terrestre.

La cosa per certi versi straordinaria e se che così fosse, per alcuni, non sarebbe una novità. Secondo uno scienziato militare americano, Thomas Bearden, i sovietici prima e i russi poi avrebbero già prodotto delle armi elettromagnetiche che provocano onde longitudinali. Gli impulsi di tali onde possono essere diretti con particolari interferometri e se fatti divergere portano a un surriscaldamento della superficie colpita, e a un raffreddamento se fatti convergere. Sono in grado quindi di creare campi caldi di bassa pressione in un punto o freddi, di alta pressione in un altro. Secondo Bearden, quest'arma russa sarebbe quindi già in grado di "governare" il clima, quello degli Usa, ovviamente

C'è poi un altro motivo per cui la Cia avrebbe deciso finanziare il progetto della Nas. Per evitare pericolose fughe di cervelli e di scienziati. Per controllare il lavoro di chi è esperto in materia e impedire che magari finisca nel mirino (o nelle fila) di competitori, avversari o nemici degli Stati Uniti.

Teorie del complotto, fantascienza? Per molti, tutto questo è realtà. Da tempo.



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40280
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 05/06/2017, 00:11 
Anche LA STAMPA si accoda al trend..... [:246]

Clima, è l’ora della geoingegneria?

cliam-k2pB-U11002791793756ky-1024x576@LaStampa.it.jpg


Il clima impazzito fa paura. E gli scienziati di Harvard iniziano la sperimentazione in Arizona
di tecniche per capire se l’atmosfera può essere davvero “seminata” per schermare i raggi del sole


http://www.lastampa.it/2017/05/30/scien ... agina.html

Pubblicato il 30/05/2017
MARCO MAGRINI

Fra qualche mese un gruppo di scienziati si trasferirà nel deserto dell’Arizona per svolgere uno strano esperimento: spruzzare molecole di varie sostanze nell’atmosfera con l’aiuto di un pallone aerostatico. All’inizio, si tratterà semplicemente di comunissima acqua; poi si passerà a elementi non presenti in atmosfera, come il titanio, il carbonato di calcio o addirittura la polvere di diamante. L’obiettivo è inquietante: trovare la molecola giusta in grado di schermare i raggi del sole. Perché non si sa mai.

Carbon Brief, un sito inglese che si occupa di politiche energetiche e ambientali, ha recentemente calcolato che fra quattro anni e pochi mesi il pianeta avrà raggiunto il punto in cui l’anidride carbonica presente in atmosfera renderà impossibile mantenere l’aumento della temperatura globale entro il grado e mezzo. In effetti sembra un po’ complicato. Bisogna tenere conto di due fattori: il carbonio emesso dalle attività umane nella stratosfera ha un effetto cumulativo (perché ci resta mediamente più di un secolo), e poi l’obiettivo degli 1,5 gradi centigradi è stato designato da tutti i paesi del mondo, nell’Accordo di Parigi, come la «soglia del pericolo». In realtà, l’analisi di Carbon Brief include delle percentuali di probabilità, e il superamento di questa soglia potrebbe avvenire anche più in là. Ma il messaggio di fondo non cambia: il tempo sta per scadere.

La bizzarra operazione degli scienziati di Harvard in Arizona serve per rispondere a una domanda: quale sarebbe la migliore soluzione per attenuare gli effetti più estremi di un clima impazzito? Per assurdo, una soluzione del genere non può che interessare l’intera Terra. È per questo che la chiamano geo engineering, l’ingegnerizzazione planetaria. E tutti sono d’accordo – a cominciare dai partecipanti di un congresso scientifico sul tema da poco svoltosi a Washington – che la scelta più efficace sia quella di cercare di schermare la radiazione della nostra stella. È stata battezzata geo-ingegneria solare. «Non è un’alternativa alla riduzione delle emissioni-serra», precisa il geologo Daniel Schrag, che partecipa al progetto.

Il metodo è esattamente quello usato dai vulcani in eruzione, che sputano in aria chilometri cubi di materiale capace di oscurare il cielo a lungo. Però lì c’è di mezzo lo zolfo, un atomo notoriamente capace di riflettere molte frequenze della radiazione solare, ma con sgradevoli effetti collaterali, come la distruzione dell’ozono che ci protegge dalle radiazioni ultraviolette. «Si tratta di trovare il materiale ideale – spiega in un video Frank Keutsch, professore di chimica a Harvard – e la quantità ideale da distribuire. In teoria, potrebbe anche essere la polvere di diamante», che è una forma di carbonio puro. Sarebbe curioso se il carbonio del diamante ci aiutasse ad alleviare il nostro problema con il carbonio della CO2.

Il pallone che si leverà in volo vicino a Tucson rappresenta solo un micro-esperimento: interesserà una fascia di cielo larga cento metri e lunga un chilometro, a 20 chilometri di altezza. Ma abbastanza grande per testare le proprietà chimiche e fisiche di diversi atomi o molecole, a cominciare dall’innocua acqua. Se un giorno infausto ci fosse davvero bisogno di usare la soluzione estrema del geoengineering, non sarebbe una cosa da poco. Si tratterebbe di usare aerei militari per spruzzare periodicamente le particelle nell’atmosfera, e in tutto il mondo. Ecco perché il «materiale ideale» deve essere ideale per davvero: la scienza dovrebbe avere la certezza che non provochi effetti collaterali, e i governi dovrebbero regolarne l’uso. ( [:302] )

L’idea di una possibile geo-ingegneria climatica, da sempre considerata a metà strada fra la fantascienza e l’impraticabilità, circola nella comunità scientifica da anni. Nel catalogo di queste teorizzate operazioni su scala planetaria c’è un po’ di tutto. Si potrebbero «fertilizzare» gli oceani con particelle di ferro, per aumentare il fitoplankton, e rimuovere così altra CO2 dall’atmosfera. Si potrebbero dipingere di bianco tutti i tetti del mondo, e riflettere così più energia verso lo spazio. Si potrebbero costruire degli «ombrelli» in orbita geostazionaria nello spazio, e via immaginando. Anche se, in realtà la soluzione più radicale sarebbe quella di «succhiare via» dall’atmosfera la CO2, per trasformarla in oggetti solidi (per esempio materiale da costruzione) dove resterebbe intrappolata per sempre. La tecnologia, forse primitiva, c’è già. Ma per avere dei successi concreti ci sarebbe bisogno di giganteschi impianti in grado di «depurare» l’aria in ogni angolo del mondo. Tutte cose facili a dirsi, ma difficili (o rischiose) a farsi.

Tuttavia, come implica il report di Carbon Brief, i rischi che si addensano all’orizzonte suggeriscono quantomeno di studiare, di prepararsi. I segnali climatici più inquietanti vengono dall’Artico, dove a dicembre si sono registrate temperature massime record, e il mese scorso l’estensione dei ghiacci ha toccato minimi record. I segnali politici, altrettanto inquietanti, vengono dalla cancellazione della legislazione climatica di Obama ad opera della nuova amministrazione americana. Il dubbio che gli Stati Uniti possano uscire dall’Accordo di Parigi, è quantomeno lecito. Sarebbe altro tempo perso e altro carbonio accumulato.

In questo scenario, l’ipotesi – oggi fantascientifica – di intervenire a livello globale per ridurre di qualche punto percentuale i raggi solari potrebbe apparire un giorno normale e necessaria. «Nel caso non riuscissimo a completare la transizione dalle energie fossili a quelle pulite in tempo da evitare conseguenze climatiche – dice Schrag, che insegna a Harvard ma è anche membro del comitato dei consiglieri scientifici della Casa Bianca – avremmo sempre pronta la possibilità di regolare la temperatura del pianeta».

Che simpatici che sono..... hanno negato sino ad ora, gridando "gomblotto!!!"

Adesso invece, che lo dicono gli """""scienziati""""" di Harvard, il fatto di schermare il sole
irrorando i cieli con aerei militari, potrebbe essere una cosa buona, sino ad apparire,
un giorno, "normale e necessaria".

Vi prendesse un accidenti.



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7603
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 05/06/2017, 08:13 
[:291] Ah.. ma allora.. vedete?
Inizieranno solo tra qualche mese e con un pallone ed iniziano a sperimentare con l'acqua. Non sanno ancora quali sostanze sono ideali per riflettere il sole senza mettere in pericolo la salute umana e lo faranno solo nel deserto.

[:305] Vedete? questo dimostra senza se e senza ma che le scie chimiche con annessi aerei di linea,cisterne,additivi per carburanti, alluminio, bario, filamenti e tutte le varie c a zza te non sono mai esistiti.

[:294] L'ho sempre detto io che è una bufala da complottisti e qu..qu..uesta è la prova che che dimostra che che avevo ragione.

Avete scritto pagine e pagine di inutili cavolate, e pubblicato inutili filmati e fotografie, per dimostrare cosa?.
Per dimostrare che siete dei boccaloni ed avete scambiato delle normalissime scie di condensa p..p per scie chimiche.

[:302] Aaahhhahaha..ahhahaha.. snort!!.sgrunt!!.. p..p..poveri co...co..mplottisti, studiate!!!!!

Dimenticavo.. e se un giorno questi esperimenti risultassero validi per ridurre il riscaldamento globale, vi passeranno sopra la testa con aerei di linea e carburanti addizionati.
[:294] Dovrete piangere voi stessi che stupidi che siete, avete messso sul piatto degli ingegneri climatici degli ottimi suggerimenti sull'utilizzo di aerosol aviodispersi.
[:302] Aaahhhahaha..ahhahaha.. snort!!.sgrunt!! [:297]



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4757
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 19/06/2017, 22:16 
Cita:
L'assurdo collegamento tra scie chimiche e Geoingegneria

http://ceifan.org/geoingegneria_sciechimiche.htm


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Non connesso


Messaggi: 1920
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
Località: BRIANZA CISALPINA
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 19/06/2017, 22:30 
Io non capisco perché delle persone intelligenti ed istruite come noi debbano diffidare delle scie chimiche.
Sono effettuate, da filantropi che ne sostengono le spese, e soprattutto non fanno male.
Secondo me, sono come il BROMURO, che ci mettevano nella prima colazione quando facevamo la naja.
Non fanno male, sono come il TALIDOMIDE. all'inizio.
Poi sono nati migliaia di poveri disgraziati, informi e dopo 50 anni l'azienda produttrice si è "scusata".
E' demoralizzante vedere come le SpA, ma anche le piccole società, le correnti politiche e di pensiero, si diano da fare a "fottere" gli altri, per avere un effimero e molto temporaneo successo, vantaggio.
Pensare che siamo la maggior parte nati da quella parte, pochissimi col cesareo.
Però, più andiamo avanti mi sto convincendo che tanti siano "usciti" dalla parte retrostante.... [:291] [:291]



_________________
Politici e pannolini dovrebbero
essere cambiati regolarmente,
e per lo stesso motivo.
):-
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7603
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 19/06/2017, 22:37 
Considerazioni finali sulle scie chimiche
http://ceifan.org/considerazioni_sciechimiche.htm

Che delirio



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Non connesso


Messaggi: 1920
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
Località: BRIANZA CISALPINA
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 19/06/2017, 22:38 
Wolframio ha scritto:
Considerazioni finali sulle scie chimiche
http://ceifan.org/considerazioni_sciechimiche.htm

Che delirio

Chi?
Loro(gli spargitori) o noi ??



_________________
Politici e pannolini dovrebbero
essere cambiati regolarmente,
e per lo stesso motivo.
):-
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7603
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 19/06/2017, 22:51 
Quello che ha scritto le considerazioni finali [:)]



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Non connesso


Messaggi: 1920
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
Località: BRIANZA CISALPINA
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 19/06/2017, 22:54 
Wolframio ha scritto:
Quello che ha scritto le considerazioni finali [:)]

Mona lui, o noantri??



_________________
Politici e pannolini dovrebbero
essere cambiati regolarmente,
e per lo stesso motivo.
):-
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40280
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 22/06/2017, 01:32 
IL CIELO NON E’ DI COMPETENZA
DELLA COMMISSIONE EUROPEA


chemtrails1.png


http://www.nogeoingegneria.com/timeline ... e-europea/


Non so.... bisogna aggiungere altro?



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4757
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 22/06/2017, 21:09 
Cita:
Domande per chi crede nelle scie chimiche

http://ceifan.org/domande_sciechimiche.htm


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7603
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 22/06/2017, 22:09 
1.Dopo quasi 20 anni di irrorazioni dovremmo trovare veleni ovunque. Invece no. Come lo spiegate?

Dopo secoli e secoli di eruzioni vulcaniche dovremmo avere la pelle nera ed i polmoni come una miniera di carbone. Invece no. Come lo spiegate?

Alle altre stupide domande, in particolare alla nr. 6 rispondo con un ni a cagher.



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4757
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: Studi e approfondimenti sulle Scie Chimiche
MessaggioInviato: 22/06/2017, 22:49 
Cita:
Dopo secoli e secoli di eruzioni vulcaniche dovremmo avere la pelle nera ed i polmoni come una miniera di carbone. Invece no. Come lo spiegate?


http://www.media.inaf.it/2015/06/09/i-v ... o-la-vita/


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3742 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 236, 237, 238, 239, 240, 241, 242 ... 250  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 11/12/2017, 16:09
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org