Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 124 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 9  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41018
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 15/09/2010, 18:14 
FORESTE, OCEANI E CIELI ALIENI: FORESTE GENETICAMENTE MODIFICATE, CHE ALTERANO LA CHIMICA DELL’ATMOSFERA E DELL’IDROSFERA

set 15th, 2010

DI RADY ANANDA
Global Research

Immagine

Fonte:
http://www.altrainformazione.it/wp/2010 ... idrosfera/

Immaginate i nostri impollinatori in declino – api, falene, farfalle e pipistrelli – imbattersi in migliaia di acri di alberi tossici, geneticamente modificati in modo che ogni loro cellula trasudi pesticidi, dalla radice alla punta. Immaginate un mondo senza impollinatori. Senza dispersori di semi. Senza microbi del suolo. Sarebbe una foresta silenziosa, una foresta assassina, una foresta aliena. Non sorprende che Vandana Shiva si faccia beffe del soprannome, biotecnologia. “Questa non è la tecnologia della vita. È una scienza letale”.

Le foreste geneticamente modificate sono un olocausto per la natura. Un premiato documentario, “A Silent Forest: The Growing Threat, Genetically Engineered Trees” [Una Foresta Silenziosa: La Minaccia Crescente, Gli Alberi Geneticamente Modificati, ndt] (2006, 46 minuti) descrive in dettaglio i terrificanti effetti. (Può essere acquistato in versione integrale su Amazon). La direttrice del Global Justice Ecology Project, Ann Peternmann, definisce così il problema: “Gli alberi geneticamente modificati sono la più grande minaccia alle foreste rimanenti sulla Terra dopo l’invenzione della motosega”.

Jim Hightower li chiama “selvaggiamente invasivi, esplosivamente infiammabili e assetati in maniera insaziabile di acqua del sottosuolo”.
Se piantare una foresta sterile ed assassina non è abbastanza grottesco, alcuni alberi OGM saranno autosufficienti e potranno e di fatto contamineranno le specie naturali. Secondo un modello elaborato dalla Duke University e riportato da Petermann nel 2006, il polline degli alberi può viaggiare oltre 600 miglia. Un altro studio ha scoperto del polline di pino a 400 miglia dalla pineta più vicina. Quest’anno, uno scienziato si è sorpreso di scoprire semi autosufficienti a 25 miglia a largo dalla costa.
“Gli alberi sterili sarebbero anche in grado di diffondere i loro transgeni tramite la riproduzione vegetativa”, ha notato la Petermann. Diversamente dagli animali, per le piante essere sessualmente sterili non preclude loro di riprodursi.

La contaminazione degli OGM sta avendo luogo in tutto il mondo, come viene documentato dal GM Watch [sito web creato dal Norfolk Genetic Information Network nel 1998 per occuparsi delle faccende legate all’ingegneria genetica, ndt] e dal GM Contamination Register [registro che tiene conto degli incidenti casuali o intenzionali che rilasciano OGM, ndt] (tra gli altri). La tecnologia non può essere contenuta. Gli OGM dominano sulle specie naturali e altereranno per sempre la flora naturale della Terra.

A proposito, l’ultima serie di alberi OGM approvati – 200.000 eucalipti per i sette stati del Sud degli USA (Texas, Lousiana, Mississipi, Alabama, Georgia, Frorida e Carolina del Sud) – sono modificati in modo da essere tolleranti al freddo. È stata ordinata una causa per ribaltare la loro approvazione.

Alterare chimicamente l’atmosfera per raffreddarla
Non solo le autorità stanno alterando geneticamente gli alberi, le colture e gli animali, ma stanno anche alterando chimicamente l’atmosfera. Nel 1976, l’ONU ha bandito la modifica ostile dell’ambiente, dopo che il reporter investigativo Jack Anderson scoprì il suo uso in Vietnam, Laos e Cambogia. Nel prossimo mese di ottobre, l’ONU voterà una risoluzione per fermare tutte le attività dell’EnMod [Convenzione sulla Modificazione dell’Ambiente, ndt].

Mentre la polizia del pensiero etichetta le scie chimiche come “teoria della cospirazione”, è improbabile che la divisione scientifica dell’ONU che ne richiede la fine baserebbe una tale raccomandazione sulla finzione. Coloro interessati nella dimostrazione scientifica e legale possono passare in rassegna le fonti nel mio pezzo sulla geoingegneria atmosferica.

Il cambiamento climatico è ancora oggetto di dibattito, specialmente dopo che l’Università di East Anglia è stata sorpresa a pubblicare dati falsi che mostravano degli aumenti di temperatura. Anche alcuni significanti errori in un rapporto dell’IPCC [Gruppo Consulente Intergovernativo sul Mutamento Climatico dell’ONU, ndt], nel quale veniva altrettanto falsamente asserito come vero che i ghiacciai dell’Himalaya si scioglieranno entro il 2035, stanno alimentando il dibattito.

Di recente, un ente investigativo indipendente ha chiesto all’IPCC di smettere di fare pressione in nome dei programmi di surriscaldamento globale. È stato inoltre ordinato ad alcuni membri dell’IPCC di rivelare le loro connessioni finanziarie a tali programmi. La temperatura mondiale è definita come troppo alta e quindi I ricchi ed I potenti vogliono raffreddare il pianeta. Se lo fanno, quegli alberi tolleranti del freddo sopravviveranno.

Alterare la chimica dell’idrosfera
I governi sostengono anche l’alterazione delle chimica dell’idrosfera. Si dibatte ancora molto sulla possibilità che la fertilizzazione degli oceani con il ferro possa di fatto rimuovere abbastanza carbone dall’atmosfera in modo da raffreddare il pianeta. Ma, come la truffa del mercato delle emissioni, può esserci un profitto così i politici ancora appoggiano l’idea.
Al di là dei deliberati tentativi della geoingegneria, anche l’industria deve essere incolpata. Per più di un secolo, l’umanità è stata indotta col l’inganno ad avvelenare l’ambiente con prodotti chimici tossici che finiscono nei nostri canali, laghi ed oceani. L’agricoltura “convenzionale” e l’inquinamento industriale ci stanno uccidendo.
Le aziende ci guadagnano, ovviamente, col permesso e la protezione dei governi. Permettere alla BP di spruzzare almeno 2 milioni di galloni di disperdenti tossici di petrolio nel Golfo del Messico è l’esempio più recente. Questo dopo la fuga nella Giornata della Terra che ha rilasciato circa 350 milioni di galloni di petrolio nel Golfo. Quei disperdenti hanno permesso al petrolio di penetrare più facilmente negli organismi della vita marina e di interferire con i microbi oleofaghi.
Stanno distruggendo un oceano ed il governo degli Stati Uniti da via libera alla BP. Rifiuta di accordare il potere di fare delle ordinanze legali per investigare, per non parlare di intentare causa. Dimenticate la parzialità, dice il blog Dateline Zero: “Stanno dalla stessa parte e prendono soldi dalle stesse persone, prendono ordini dalle stesse persone – incluso il petrolio”.

Le azioni delle aziende coinvolte e delle agenzie governative incaricate di regolamentarle hanno causato una continua estinzione di massa.
Questo sta succedendo in tutto il mondo. Le aziende stanno distruggendo il pianeta sotto le spoglie della ricerca di profitti. Ma le loro attività di sterminio della natura sono talmente orrende ed onnipresenti che i profitti difficilmente sembrano plausibili come motivi autentici.
Se considerati insieme – i cieli e le acque chimicamente alterati e la flora e la fauna geneticamente modificate – le menti ragionevoli non possono far altro che stupirsi della trasformazione aliena del Pianeta Terra della quale siamo testimoni.

Titolo originale: "Alien Forests, Oceans and Skies: Genetically Engineered Forests, Altering the Chemistry of the Atmosphere and Hydrosphere"
Fonte: http://www.globalresearch.ca
Link
Traduzione per http://www.comedonchisciotte.org a cura di ROBERTA PAPALEO
















_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5189
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/11/2010, 12:23 
In Brasile si diffonde la soya pazza, agricoltura in ginocchio

“In Brasile la chiamano "la malattia della soya pazza”: si è diffusa dal nord causando perdite di terreno fino al 40%, soprattutto nello stato del Mato Grosso, Ticantins e Goias. La malattia è ritenuta incurabile [1, 2, 3].

Un ennesimo fiasco degli OGM, dopo quelli rilevati in USA [4] (GM Crops Facing Meltdown in the USA, SiS 46), in China [5] (GM-Spin Meltdown in China, SiS 47) e Argentina [6] (Argentina's Roundup Human Tragedy, SiS 48).

Negli anni scorsi, la malattia della soya pazza si era abbattuta sporadicamente sui fagioli di soya nelle calde regioni del Nord del Brasile, ma ora si sta diffondendo in regioni più temperate nel sud “con crescente prevalenza ovunque”, secondo uno scienziato del Dipartimento USA dell'Agricoltura

La malattia ritarda a tempo indefinito la maturazione delle piante infette: le piante restano verdi fino a che poi marciscono nel campo. Le foglie alla sommità si assottigliano e gli steli si ispessiscono e diventano deformi. Le foglie inoltre diventano più scure rispetto alle piante sane. I baccelli, quando si formano, sono abnormi e con pochi fagioli.

I ricercatori devono ancora trovare una cura per questa malattia, poiché ancora non sono certi sulla sua causa. Il primo sospetto per la diffusione della malattia è l'acaro nero che è stato trovato nelle stoppie, quando i fagioli vengono coltivati in sistemi di produzione senza aratura.

Secondo la rete del Dip. USA dell'Agricoltura, ovvero la Global Agricultural Information Network, il Brasile ha 24 milioni di ettari in piantagioni di fagioli di soya, il 78 percento dei quali sono OGM [3]. A parte la malattia della soya pazza, il fagiolo di soya del Brasile è al contempo colpito dalla “ruggine asiatica" apparsa inizialmente nel 2001-2002.

Gruppi di produttori stanno chiedendo al governo brasiliano di accelerare l'approvazione per un fungicida maggiormente efficace che possa combattere la malattia, che costerà moltissimo. Ma per la soya pazza, non c'è cura in arrivo. Il Mato Grosso, che produce da solo circa il 30 percento dei raccolti di soya del Brasile, è tra gli stati che hanno hanno avanzato in prima fila il problema della soya pazza.

Ma la malattia della soya OGM non è più una sorpresa. Degli scienziati americani con lunga esperienza, che studiano da decenni i glisolfati e i raccolti OGM tolleranti i glisolfati, hanno identificato più di 40 malattie riconducibili al glisolfato e la lista è in crescendo. [7] (Scientists Reveal Glyphosate Poisons Crops and Soil, SiS 47).

I raccolti tolleranti i glisolfati giocano un ruolo cardine nel causare e diffondere malattie, non solo nei raccolti implicati ma anche in altri raccolti che crescono vicino o che sono piantati successivamente [8] (Glyphosate Tolerant Crops Bring Diseases and Death, SiS 47).

Gli scienziati hanno messo in allarme per "spaventose conseguenze per l'agricoltura". Don Huber, recentemente andato in pensione dalla Purdue University, ha affermato che l'uso diffuso dei glosolfati in USA può [7] “aumentare significativamente la gravità di varie malattie delle piante, pregiudicare la difesa della pianta ai patogeni e alle malattie e immobilizzare i nutrimenti del terreno per le piante, rendendoli fuori uso per la piantagione"

References:

1. “Brazil battles spread of 'mad soy disease”, Agrimoney.com, 5 October 2010, http://www.agrimoney.com/news/brazil-ba ... -2316.html

2. “Mad soy disease hits Brazil farmers”, Kieran Gartlan, DTN Progressive Farmer 19 August 2010, http://bit.ly/ajSdRA

3. Brazil, oilseeds and products update, record soybean planted area forecast for 2010-11 crop. GAIN /report, 9/29/2010, USDA foreign Agricultural Service, Global Agriculture Information Network, http://gain.fas.usda.gov/Recent%20GAIN% ... 9-2010.pdf

4. Ho MW. GM crops facing meltdown in the USA. Science in Society 46

5. Saunders PT and Ho MW. From the Editors: GM spin meltdown in China. Science in Society 47, 2-3, 2010.

6. Robinson C. Argentina’s Roundup human tragedy. Science in Society 48 (to appear).

7. Ho MW. Scientists reveal glyphosate poisons crops and soil. GM meltdown continues. Science in Society 47, 10-11, 2010.

8. Ho MW. Glyphosate tolerant crops bring diseases and death. Science in Society 47, 12-15, 2010.

Fonte
http://www.ecplanet.com/node/1868#comments


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41018
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 15/01/2011, 15:30 
Corsi d'acqua inquinati dal rilascio di pesticidi dal mais OGM


Immagine

Fonte:
http://www.ecplanet.com/node/2183

By Cristina Bassi

Le piante di grano OGM che producono pesticidi nelle loro fibre stanno contaminando le riserve idriche nel Midwest, questo dice uno studio condotto dai ricercatori del Cary Institute of Ecosystem Studies e pubblicato nel Proceedings of the National Academy of Science.

Lo studio è stato condotto sul grano OGM che porta un gene dai batteri del Bacillus thuriengensis (Bt) che produce una proteina insetticida, la Cry1Ab. I ricercatori hanno testato 217 fiumi dell'Indiana per cercare tracce di Cry1Ab; la sostanza chimica è stata trovata nel 13 per cento di essi. Ogni fiume contaminato si trova distante 500 metri da un campo di mais.

Nella "fascia di grano" degli stati del centro ovest, Indiana, Illinois e Iowa, il 90 percento dei fiumi e corsi d'acqua si trova a 500 metri da un campo di grano. Questo porta a 159,000 miglia di corsi d'acqua a rischio di contaminazione da BT.

“La nostra ricerca aggiunge, al crescente corpo di evidenze, che i derivati del raccolto di mais possono essere dispersi attraverso una rete di fiumi e che i composti associati ai raccolti OGM, come le proteine insetticide, possono entrare nei corsi d'acqua adiacenti” ha detto la ricercatrice Emma Rosi-Marshall.

Sebbene questo studio sia tra i primi a mostrare che il tessuto dei raccolti OGM può danneggiare l'ambiente dopo che una pianta è morta, si sono già ben stabiliti altri pericoli della agricoltura OGM.

“Si è già mostrato che i geni delle piante OGM sono in grado di sfuggire nell'ambiente e contaminare i raccolti naturali” hanno scritto Michael Murray e Joseph Pizzorno nel loro libro The Encyclopedia of Healing Foods.

“La manipolazione del materiale genetico cambia l'espressione delle proteine e degli antigeni nei cibi, una situazione che può portare a reazioni allergiche... Un'altra preoccupazione è che alcuni cibi OGM, come il mais OGM, sono stati manipolati per resistere a pesticidi sintetici. Il risultato è che si sta usando più pesticida e l'essere umano viene sempre più esposto a pesticidi tossici mentre gli insetti sviluppano resistenza agli effetti tossici dei pesticidi”.

Fonte originale: naturalnews.com
Traduzione a cura di: Cristina Bassi
Fonte: saluteolistica.blogspot.com



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5189
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/01/2011, 19:49 
Un pollo Ogm contro la diffusione del virus H5N1

Un pollo Ogm per bloccare la diffusione del virus H5N1 negli allevamenti e nell'uomo. Stop all'influenza tra i polli, e non solo, dunque, basta modificarne il Dna e trasformare l'animale in un organismo geneticamente modificato. I primi a provarci sono stati alcuni ricercatori inglesi dell'Università di Cambridge e di Edimburgo. Gli studiosi sono riusciti a bloccare la trasmissione del virus dell'influenza aviaria da un pollo ammalato ai suoi simili. Lo studio, guidato da Laurence Tiley di Cambridge e Helen Sang di Edimburgo, è stato pubblicato sulla rivista Science.
Ma quale sarebbe l'utilità di questa scoperta? Innanzitutto, secondo i ricercatori, trasformare i polli in animali Ogm sarebbe un'ottima alternativa ai vaccini, limiterebbe poi l'impatto economico causato dalla moria di polli durante un'epidemia, potrebbe ridurre il rischio che i virus dell'influenza aviaria contagino l'uomo e, infine, potrebbe ridurre il rischio di comparsa di nuovi virus umani.
l pollo Ogm è stato ottenuto dai ricercatori introducendo nel Dna degli animali il gene di una molecola capace di sostituirsi a un importante elemento di controllo della replicazione del virus. In questo modo il sistema di replicazione virale si blocca e, di conseguenza, il virus smette di moltiplicarsi. Una volta infettati con il virus dell'influenza aviaria i polli geneticamente modificati si ammalano, ma non trasmettono l'infezione ad altri animali, non transgenici, tenuti nella loro stessa gabbia.

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6645.11


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5189
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/01/2011, 19:50 
VATICANO,MONSANTO E OGM INTRIGHI INTERNAZIONALI SECONDO WIKILEAKS

Tra le decine di migliaia di file nascosti nei server di WikiLeaks, ci sono alcuni documenti che non hanno attirato l'attenzione che meritano. Si tratta dei resoconti di inchieste, rapporti diplomatici, trattative e intrighi su temi importanti come la scienza, la ricerca e la tutela dell'ambiente. Ecco i più significativi.

Il Vaticano e cibi geneticamente modificati.

Secondo WikiLeaks, nel 2008 il governo degli Usa ha fatto pressioni sul Vaticano perché rivedesse la sua posizione riguardo gli Ogm. La Santa Sede rifiutò, ma si fece promotrice di una critica sofisticata: "Una larga diffusione di cibo geneticamente modificato nei paesi in via di sviluppo potrebbe creare una forma di imperialismo economico utile solo ad arricchire le corporazioni multinazionali". Come a dire, nessun dubbio sulla sicurezza degli Ogm, a patto che non diventino un modo per schiavizzare le popolazioni contadine delle nazioni più deboli.

Nel 2 marzo del 2010 vi è stata una decisa apertura verso gli OGM da parte del vaticano come pubblicato su adnkronos di cui riportiamo alcuni stralci:

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Econo ... 1.73501274

Una chiara apertura all'agricoltura transgenica, cioè agli ogm, è venuta dal Vaticano in queste ore per voce del Cancelliere della Pontificia accademia per le scienze, mons. Marcelo Sanchez Sorondo. Mons. Sanchez infatti partecipa a un vertice sui problemi dell'economia nella globalizzazione che si sta svolgendo a Cuba alla presenza di più di mille studiosi provenienti da ogni parte del mondo, rappresentanti di Ong e di organismi internazionali.

L'intervento dell'esponente vaticano ha trovato ampio risalto sulla stampa cubana. Il vescovo ha difeso la trasformazione transgenica in agricoltura purché contribuisca ad alleviare la fame nel mondo e non si trasformi in attività speculativa che colpisce la giustizia sociale. Sanchez Sorondo ha affermato che lo sviluppo di sementi transgeniche per combattere la fame è un "fatto positivo", e può aiutare a far affermare "la giustizia tra i beni e le persone". L'intervento dell'alto esponente vaticano apre di nuovo il dibattito all'interno della stessa Chiesa cattolica su un tema dove si confrontano posizioni diverse.

http://www.antikitera.net/news.asp?id=9819&T=5


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41018
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/01/2011, 03:01 
OGM col senno di poi

Immagine

Fonte:
http://www.promiseland.it/2010/11/27/og ... no-di-poi/

Decenni di utilizzo dei pesticidi avrebbero già dovuto metterci in guardia su cosa vuol dire maltrattare la Natura e sfruttarla senza remore.

Invece di fare della vera ricerca scientifica per cercare delle alternative sostenibili le grandi ditte come Monsanto e BASF hanno preferito distogliere lo sguardo, accecate dai lauti guadagni. Gli effetti a lungo termine delle coltivazioni OGM non erano noti e non si é voluto neanche prenderli in considerazione, questo a discapito della Terra, degli agricoltori e dei consumatori finali. Nonostante le molte proteste e le reticenze espresse a livello globale si é arrivati al punto che, negli U.S.A., gli stati dell’Alabama, della Georgia, del Kentuky, del Mississipi e del Tennesse vedono le loro terre coltivate al 90% con sementi OGM! Nella maggior parte dei casi le terre coltivate a cotone, mais, soia sono OGM da più di dieci anni. Abbastanza a lungo per veder comparire un nuovo tipo di erba infestante: la “Amaranthus Palmeri”, che supera i due metri di altezza e resiste ai diserbanti. Fortunatamente questa nuova difficoltà ha spinto molti coltivatori a tornare alle coltivazioni biologiche Ma i problemi non si limitano ai soli Stati Uniti, che giustamente essendo precursori in molti settori lo sono anche nella scoperta degli eventuali problemi connessi… anche in Svezia si sono avuti problemi con una razza di patata: la Amadea, che ha contaminato il campo di un’altra varietà OGM, la Amflora. BASF é stata obbligata a ritirare la nuova razza di patata OGM.

La Francia si rallegra di meno: di nuove 38 varietà di mais OGM é stata autorizzata la coltivazione…


Ne hanno parlato anche su:

Futura-environnement 4 mars 2010
http://www.futura-sciences.com/fr/news/ ... ope_22878/

Futura-environnement 5 mars 2010
http://www.futura-sciences.com/fr/news/ ... ora_22897/



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1247
Iscritto il: 05/12/2009, 20:11
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 29/01/2011, 17:56 
http://www.tanker-enemy.tv/codex-alimen ... nsanto.htm


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41018
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/02/2011, 11:57 
Appello all'ONU di Paolo D'Arpini per bandire
definitivamente l'immissione di OGM sul pianeta Terra


Appello all’ONU: “Prima del crollo finale...
Bando internazionale per tutte le coltivazioni OGM...”


di Paolo D’Arpini

http://www.spiritual.it/cultura/appello ... a,4,105725

[i]Si avvicina la fine del mondo...? A giudicare da svariati segnali pare proprio di sì? Ma qui non voglio esaminare i capovolgimenti sociali in corso, le rivoluzioni dei poveri, il malgoverno in varie parti del globo, il decadimento della morale, la sovrappopolazione, etc.... Vorrei solo parlare dello snaturamento del patrimonio genetico messo in atto da multinazionali senza scrupoli con l'avallo di politici ed istituzioni. Sto ovviamente parlando dell'immissione delle sementi (ma recentemente anche di animali) OGM che nel tempo si dimostreranno la più perniciosa delle invenzioni dell'uomo.. quella che porterà alla scomparsa della vita conosciuta.

Le mutazioni genetiche sono irreversibili ed incontrollabili, una volta che sono stati immesse nuove varietà geneticamente modificate tutte le altre piante consimili sono destinate ad imbastardirsi con conseguente "vizio" riproduttivo ed incapacità di offrire una sicura difesa alle malattie e di rispondere in modo adeguato alle variazioni climatiche o ambientali. Gli OGM sono una bomba ad orologeria che ha già iniziato a scandire il tempo... avvertendoci che il momento della "esplosione" è quasi giunto...

Infatti in natura le mutazione genetiche avvengono spontaneamente e quelle che risultano favorevoli alla sopravvivenza ed allo sviluppo delle specie si mantengono mentre quelle sfavorevoli sono destinate a scomparire. Al contrario le mutazioni genetiche provocate artificialmente dall’uomo (OGM) sono funzionali a imprimere nelle specie caratteristiche che sono favorevoli agli interessi dell’uomo e non delle specie in se stesse e dell’ambiente che le ospita.

Forse, forse è ancora possibile bloccare il processo diabolico di imbastardimento e cancellazione della vita a noi conosciuta.... però occorre far presto, prima che sia troppo tardi, occorre disinnescare la bomba, interrompendo l'immissione di nuove specie OGM nell'ambiente ed allo stesso tempo distruggendo tutte le coltivazioni frankenstein in USA, in Brasile, in Argentina, in Cina, in India, in Israele, etc.

L'Europa quasi miracolosamente si è salvata dalla pestilenza OGM ma alcune lobbyes di untori, foraggiati dalle multinazionali del settore, spingono per infrangere le difese.. e noi siamo come i due bambini Hans e Gretel che debbono fermare l'incipiente crollo della diga con il loro ditino....

L'ultima, anzi le ultime micidiali intromissioni ed invasioni nel patrimonio genetico della nostra flora, sono l'autorizzazione concessa pochi giorni fa dalla Commissione Europea di utilizzare una varietà genetica di granturco, Bt11, (Brevetto Syngenta), il colpo gobbo della Commissione segue l'altro fendente dello scorso anno, ovvero la delibera del 2 marzo con cui la Commissione europea diede l’autorizzazione alla coltivazione della patata geneticamente modificata Amflora, e all’importazione di alcune varietà di mais (Monsanto). In aggiunta vedere anche la disposizione del Consiglio di Stato, che ha dato ragione al contadino friulano che vuole coltivare OGM... questo anche contro il parere del ministero dell'Agricoltura.

Una riflessione: Il Consiglio di Stato lo scorso anno, dopo un iter iniziato al Tar nel 2006, ha dato il via libera a Futuragra, impresa agricola dell’imprenditore pordenonese Giorgio Fidenato, per seminare il mais BT di origine transgenica. E qui mi viene di fare un ragionamento semplice semplice... si è mai visto un contadino che per coltivare un campo di granturco ricorre al Tar prima ed al Consiglio di Stato poi?... E' evidente che questa "battaglia" viene combattuta con il finanziamento, la spinta, l'occulto appoggio di qualche ente più grande di un esercente attività agricola in proprio... Si capisce che di mezzo c'è lo zampino di qualche superpotere della morte genetica... che trama nell'ombra.
La contaminazione del Polline da OGM e, soprattutto, il Trasferimento Genico Orizzontale di parti del DNA transgenico, da una specie all’altra, rappresentano una minaccia per la salute, l’ambiente, le tradizioni agricole dei popoli.
Si impone pertanto il Bando internazionale sugli OGM. Questa la richiesta che rivolgo all'ONU e vediamo cosa succede….

Infatti i mali provocati dagli OGM non sorgono solo nelle inevitabili mutazioni e contaminazioni delle specie vegetali.. La globalizzazione nel settore agricolo impone una concorrenza così feroce e tecniche agronomiche e produttive che siano in grado di ridurre sempre più i costi di produzione. Anche in Italia quindi vi è la corsa ad una agricoltura intensiva e monocolturale, che ha impedito la tipica rotazione agraria ed ha favorito l’insorgenza di malerbe infestanti e parassiti resistenti. Da qui l’uso di veleni. La tecnica degli OGM non fa altro che confermare e consolidare questo tipo di agricoltura intensiva monocolturale, che punta tutto alle rese ettaro, ma ci toglie i sapori e gli odori tipici dei nostri prodotti agricoli.

Purtroppo in Italia queste notizie sugli OGM e sui rischi che tutti corriamo passano inosservate perché i media sono presi dai pettegolezzi piccanti sulle mutande di Berlusconi….
[/i]



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41018
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 24/02/2011, 09:03 
Programma TV tedesco racconta degli orrori OGM

Immagine

By Cristina Bassi - Posted on 24 febbraio 2011

Fonte: http://www.ecplanet.com/node/2347

“Un diffuso inquinamento ambientale, una agricoltura avvelenata e contaminata; innumerevoli lesioni, deformità e morti tra gli esseri umani: questi e molti altri gli eventi orribili quale risultato dei raccolti OGM (geneticamente modificati) e della soya OGM in particolare.

Un recente documentario inchiesta (http://www.youtube.com/watch?v=mqXId_-dTbw) trasmesso in una televisione tedesca ha mostrato la massiccia distruzione causata dalla coltivazione di soya OGM ed ha allertato i consumatori su come la catena del cibo sia più carica di materiali OGM di quanto si possa pensare.

In Germania e in tutta l'Europa (EU), i prodotti alimentari che contengono OGM devo essere accuratamente etichettati. Di conseguenza sono pochi i prodotti OGM sugli scaffali, poiché una volta avvisati della loro presenza, i consumatori quasi all'unanimità li rifiutano. Ma ciò che molti non riescono a comprendere, sia in EU che in USA, è che il bestiame convenzionale è spesso nutrito di grano e soya OGM, che alla fine finisce comunque sugli scaffali dei negozi in forma di carne, latte e uova convenzionali.

Il documentario tedesco però va oltre, mettendo il luce l'altro danno causato dalla soya OGM, inclusi molti casi di avvelenamento che sono avvenuti in aree dove quest'utima è coltivata. Soprattutto in Sudamerica, da cui provengono la maggior parte dei 41 milioni di tonnellate annue di soya consumate in EU, alcuni residenti in aree OGM sono avvelenati, paralizzati se non uccisi al contatto con l'erbicida ROUNDUP della Monsanto, noto anche come glifosato nonchè da altre applicazioni usate nelle coltivazioni OGM.

“Prima dell'avvelenamento, eravamo una famiglia felice”, dice una giovane ragazza, Sofia, che vive con la sua famiglia vicino ad un campo di soya OGM dove vengono fatte molte applicazioni di Roundup.

“Avevamo le nostre piante e alberi da frutta, ma le abbiamo perse tutte, incluso il mio fratello”. Continua dicendo che suo figlio era nato con malformazioni e che i medici le hanno detto di non avere più figli nei prossimi dieci anni, perchè nascerebbero con malformazioni.

Sofia però non è la sola. Ci sono numerosi casi di disturbi e di malformazioni alla nascita che sono state riportate in tutto il Sud America come un risultato della coltivazione OGM. Ed il problema sta solo peggiorando in modo esponenziale.

Secondo le ricerche, la produzione di soya OGM è aumentata di 35 volte tra il 1996 e 2003 e tra queste date, l'uso del Roundup sono aumentate di un agghiacciante 5600 percento, poiché i contadini ogni anno devono applicare sempre maggiori quantità di erbicida per renderlo funzionante. In aggiunt al Roundup, ora devono applicare anche l'acido 2,4-diclorofenossiacetico (2,4-D) altamente tossico, che è noto per causare danni neurologici ed infiammazioni croniche.

I test eseguiti sui glifosati hanno rivelato che tali sostanze chimiche inibiscono un adeguato sviluppo cerebrale, cosa che sembra spiegare perfettamente perché Magui Arguello di Buenos Aires, Argentina, è nata con problemi mentali. Come molti altri in aree simili, che sono passati attraverso simili problemi, i genitori di Magui dicono che il tutto è da imputarsi all'uso delle tossine pericolose nell'agricoltura OGM.

Il documentario porta alla luce la sporca realtà delle coltivazioni della soya OGM e il modo in cui il raccolto è “discretamente” usato in tutta la catena alimentare. Persino in Europa, dove i consumatori respingono grandemente gli OGM, la soya OGM è tranquillamente usata per nutrire il bestiame in modo convenzionale. Poiché i prodotti alimentari che derivano da animali nutriti ad OGM tecnicamente non devono essere etichettati come tali (ossia contenenti OGM), la più parte dei consumatori non ha idea che questi sono invece presenti”.




ARTICOLI CORRELATI:

IL CIBO OGM FA MALE: IN TUTTO IL MONDO SCIENZIATI -MINACCIATI- LO HANNO DETTO ...
http://www.thelivingspirits.net/php/art ... tegoria=60

UN BIOLOGO RUSSO RACCONTA RISCHI E DANNI PROBABILI DA SOIA OGM ...
http://www.thelivingspirits.net/php/art ... tegoria=60

OGM E BIOTECNOLOGIE: FACCIAMO CHIAREZZA!
http://www.thelivingspirits.net/php/art ... tegoria=60

Fonte originale: gatheritall.gather.com
http://gatheritall.gather.com/viewArtic ... 4979070693

Traduzione a cura di: Cristina Bassi
http://saluteolistica.blogspot.com/



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41018
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/07/2011, 02:13 
L'Ue ha nascosto le ricerche sul pesticida Roundup,
che provocherebbe malformazioni genetiche


Immagine

By Edoardo Capuano
Posted on 01 luglio 2011

http://www.ecplanet.com/node/2562

Secondo quanto affermato da un gruppo internazionale di scienziati in un rapporto reso noto il 7 giugno scorso, la scienza avrebbe dimostrato che il Roundup, pesticida della Monsanto utilizzato soprattutto come complemento agli Ogm, può essere causa di malformazioni genetiche. Tuttavia, i risultati delle ricerche non sarebbero ancora stati resi noti ai cittadini.

Già dagli anni Ottanta e Novanta l’industria chimica e i commissari Ue hanno avuto sotto gli occhi le prove che il Roundup, il pesticida della Monsanto più venduto al mondo e utilizzato soprattutto come complemento agli Ogm, causa malformazioni genetiche. Ma tutti si son ben guardati dall’informare i cittadini.

Questa è la conclusione di un nuovo rapporto Roundup and birth defects: is the public being kept in the dark? Redatto da un gruppo internazionale di scienziati e pubblicato il 7 giugno scorso.

Fin dagli Ottanta le indagini dell’industria chimica (inclusa una commissionata dalla stessa Monsanto) mostrano che il glifosato presente nel Roundup causa malformazioni nei feti degli animali da laboratorio.

La Commissione Europea è a conoscenza di questi risultati almeno dal 2002, quando le sono stati sottoposti gli studi di cui sopra per l’approvazione alla commercializzazione del pesticida. Approvazione poi concessa e che è ancora in vigore.

Ma queste ricerche non sono state rese pubbliche. Al contrario, i commissari hanno deliberatamente fuorviato la popolazione riguardo la sicurezza del glifosato. Ad esempio l’ufficio federale per la tutela del consumatore e sicurezza alimentare tedesco ha ribadito che non ci sono “evidenze di teratogenesi” (sviluppo anormale di alcune regioni del feto) a causa del glifosato. Questo in risposta a uno studio indipendente di scienziati argentini che ha mostrato come il Roundup sia responsabile di malformazioni in rane e pollame a concentrazioni molto minori di quelle che si possono rivelare sui campi irrorati.

La ricerca era cominciata sulla base di studi sull’alto tasso di malformazioni genetiche e cancro nella popolazione del Sud America, area dove si fa un esteso uso di soia Ogm Roundup, creata per tollerare grandi quantità del pesticida Roundup.

Claire Robinson, coautore dello studio sul Roundup, spiega: “Sembra che ci sia stata una deliberata volontà di coprire la verità da parte dell’industria chimica (spiegabile ma non giustificabile) e di chi doveva controllare (inspiegabile e ingiustificabile). Tutto ciò sulla pelle della sicurezza pubblica. Anche perché il Roundup non viene utilizzato solo in agricoltura, ma anche nel giardinaggio, nei parchi e nelle aree verdi delle scuole, grazie alla falsa informazione che sia sicuro”.

Una più rigorosa regolamentazione sui pesticidi dovrebbe essere approvata dall’Ue questo mese. E il glifosato dovrebbe in teoria andare incontro al bando definitivo, visto che verranno presi in considerazione anche gli studi indipendenti che mostrano come la sostanza provochi malformazioni genetiche, tumori, disfunzioni endocrine e altri effetti anche a basse concentrazioni.

Il problema è che l’autorizzazione del glifosato doveva essere rivista nel 2012, ma la Commissione Ue sotto un relativo silenzio ha fatto passare una direttiva che fissa la revisione, assieme a quella di altri 38 pesticidi, al 2015.

Bisogna aspettare altri 4 anni insomma, tanto le malformazioni genetiche non hanno fretta...

Autore: Slow Food / Fonti: ilcambiamento.it - gmwatch.org - scribd.com



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 8670
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 02/08/2011, 15:07 
cari amici, tradotto con google
Cita:
La proliferazione dei superinfestanti - erbacce che hanno mutato di sviluppare una resistenza agli erbicidi popolari come formula Roundup della Monsanto - continua ad aumentare. Ma la dimensione complessiva degli impianti individuali 'e la forza è in aumento. Secondo una serie di nuovi studi pubblicati sulla rivista Science Weed , gli agricoltori stanno avendo più difficoltà che mai si occupano di out-of-control superinfestanti nei loro campi, alcuni dei quali crescono fino a tre pollici al giorno di dimensioni, e sono così forti e spesse che stanno distruggendo macchine agricole.


dahttp://www.truthwinds.com/siterun_dat ... 1312221292
ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1445
Iscritto il: 22/12/2008, 15:15
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 25/10/2011, 14:52 
Non so se è stato già postato, ma riporto cmnq l'attenzione sulla PERICOLOSA chiusura delle diverse banche del germoplasma sparse nel mondo, tra cui quella di Bari, una delle + grandi del mondo! Il tutto guarda caso a favore delle nuove tecnologie OGM e del monopolio dell'informazione genetica! [:(!] [:(!] [:(!]

E’ un’emergenza: la Banca del Germoplasma di Bari è ad altissimo rischio!
I semi di 84.000 campioni di piante agrarie ed affini d’inestimabile valore stanno morendo

http://www.disinformazione.it/banca_germoplasma2.htm

Il giallo della banca dei semi rari centinaia di specie rischiano di sparire
http://ricerca.repubblica.it/repubblica ... -rari.html

Guarda caso l'unica banca che prospera è quella costruita alle Svalbard grazie anche alla "faccia d'angelo" di Bill Gates! [;)]
http://it.wikipedia.org/wiki/Svalbard_Global_Seed_Vault



_________________
I want to believe... only what is believable!
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41018
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/01/2012, 01:03 
Organismi Geneticamente Modificati fuori controllo [xx(]

http://www.ecplanet.com/node/3015



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41018
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/06/2012, 00:54 
Ogm, 250mila suicidi tra gli agricoltori
“Il mercato in mano alle multinazionali”


Immagine

Un nuovo rapporto, intitolato “L’imperatore Ogm è nudo”, redatto da ben 20 organizzazioni internazionali e pubblicato da Navdanya International, fotografa con estrema chiarezza le conseguenze degli organismi geneticamente modificati. Tutte negative

di Andrea Bertaglio

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/11 ... li/168751/

Quindici milioni di contadini sono ostaggio degli Ogm, e 250.000 agricoltori – ridotti sul lastrico – si sono tolti la vita negli ultimi anni. È l’agghiacciante denuncia lanciata dalla studiosa ed attivista indiana Vandana Shiva: il 70% del commercio globale di sementi è ormai controllato da appena tre grandi multinazionali, e gli organismi geneticamente modificati, che dovevano aumentare le produzioni e ridurre i pesticidi, stanno condizionando il sistema agricolo mondiale. Lo afferma senza mezzi termini un nuovo rapporto, intitolato “L’imperatore Ogm è nudo”, redatto da ben 20 organizzazioni internazionali e pubblicato da Navdanya International, associazione con sede a Firenze. Presentati sin dall’inizio come potenziale soluzione alle crisi alimentari globali, all’erosione dei suoli e all’uso di sostanze chimiche in agricoltura, oggi gli Ogm coprono oltre un miliardo e mezzo di ettari di terreni in 29 diverse nazioni. Ma non sembrano aver mantenuto le promesse. Tra le delusioni degli Ogm, la lotta contro i parassiti: le nuove colture hanno favorito la diffusione di specie nocive e ancora più pericolose. In Cina, dove il cotone Bt resistente agli insetti è largamente diffuso, i parassiti sono infatti aumentati di 12 volte dal 1997. Non solo, una ricerca del 2008 dell’International Journal of Biotechnology ha rivelato che tutti i benefici dovuti alla coltivazione di questo tipo di cotone erano stati annullati sia nella Repubblica Popolare che nella vicina India dal crescente uso di pesticidi, necessari in quantità sempre maggiori proprio per combattere questi nuovi “super-parassiti”. Stessa sorte per i coltivatori di soia gm in Brasile ed Argentina che, dalla conversione delle loro colture, hanno dovuto raddoppiare l’uso di erbicidi per disfarsi di super-weeds capaci di crescere anche di un centimetro al giorno (come l’erba infestante pigweed). E ciò senza neppure il vantaggio di avere coltivazioni più resistenti al sole o alla siccità.

Secondo The Gmo Emperor has no clothes. Global Citizens Report on the State of GMOs, gli Ogm hanno solamente portato poche multinazionali ad un inquietante strapotere. Basti pensare che le sole Monsanto, Dupont e Syngenta controllano oggi il 70% del commercio globale di sementi. Un fatto che permette ai tre colossi biotech di stabilire (ed alzare) i prezzi a loro piacimento. Ma che proprio per questo, secondo gli scienziati, sta avendo conseguenze devastanti su molti degli oltre 15 milioni di agricoltori diventati loro clienti. In Africa, Sud America e soprattutto in India, i suicidi di contadini impossibilitati a sostenere i costi sempre più elevati dell’agricoltura intensiva imposta dagli organismi geneticamente modificati sono arrivati a livelli inaccettabili. Solo nel Paese asiatico, ricorda Vandana Shiva (che presiede Navdanya International), negli ultimi 15 anni le persone che si sono tolte la vita per questo motivo hanno superato le 250mila unità: quasi una ogni mezz’ora, dal 1996 ad oggi. Oltre che gli effetti ambientali e sociali, gli studiosi temono conseguenze sulla salute, anche se ufficialmente non ancora dimostrate. Non solo nei Paesi “poveri”, ma anche negli Usa, che 15 anni fa lanciarono le coltivazioni gm: oggi gli Stati Uniti ne sono il primo produttore mondiale, con il 93% delle coltivazioni di soia, l’80% del cotone, il 62% della colza e il 95% della barbabietola da zucchero.

In Europa gli organismi geneticamente modificati non sono ancora penetrati come nel resto del mondo, ma manca poco: “L’Ue – spiega il rapporto – importa il 70% dei mangimi, in massima parte soia e mais provenienti dagli Stati Uniti” e quasi sempre geneticamente modificati. Di conseguenza, anche dove non permessi, gli Ogm “sono potenzialmente presenti nelle farine di mais e di soia, che figurano come ingredienti di tantissimi prodotti alimentari”. Un fatto che non dovrebbe creare allarmismi, per Mark Buckingham della GM’s industry’s Agriculture and Biotechnology Council, che al contrario elogia gli enormi potenziali benefici di queste tecnologie. “Dall’India al Sudafrica, milioni di contadini hanno già valutato l’impatto positivo che la tecnologia degli Ogm può avere sul loro lavoro”, afferma il dottor Buckingham: “La popolazione mondiale raggiungerà i nove miliardi entro il 2050. Un significativo aumento dei raccolti è quindi necessario, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo”. Il continuo progredire della ricerca, inoltre, secondo Buckingham potrà portare gli Ogm a fronteggiare anche sfide come quella dei cambiamenti climatici: “Si sta sviluppando una tecnologia per la tolleranza alla siccità, che permetterà alle colture di affrontare senza problemi periodi di bassa umidità dei terreni”. Ogm come soluzione ai problemi ambientali? Per Vandana Shiva, in realtà “il modello degli Ogm scoraggia i contadini nel provare metodi di coltivazione più ecologici”, e le corporation che lo promuovono stanno “distruggendo le alternative” al solo scopo di “perseguire il profitto”.


Fonte:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/11 ... li/168751/

Vedi:
http://naturalsociety.com/5-million-far ... 7-billion/



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Lo Storico dai mille nomiLo Storico dai mille nomi

Non connesso


Messaggi: 15635
Iscritto il: 01/10/2009, 21:02
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 27/06/2012, 11:59 
Guai in vista per gli OGM, i parassiti sviluppano enorme resistenza

Fonte: http://www.altrogiornale.org/news.php?item.7848.7

Gli OGM soluzione alla fame nel mondo, alla siccità, ai parassiti? Si racconta da anni questa favoletta ma la fame nel mondo è un tarlo ancora piuttosto esteso e la tutela della biodiversità alimentare resta l’unica strategia a basso impatto realmente efficace per garantire cibo a tutti. Per quanto riguarda i parassiti poi la brutta notizia (brutta per chi sostiene gli OGM) è che i parassiti si stanno adattando fin troppo bene alle colture geneticamente modificate, sviluppando un’enorme resistenza. Lo rivela un recente studio pubblicato sui Proceedings of the National Academy of Sciences a cura del dipartimento di entomologia dello University of Arizona College of Agriculture and Life Sciences. Secondo gli autori i parassiti si stanno adeguando alle colture geneticamente modificate in modi del tutto inaspettati. Prendiamo l’eliotide del cotone. Le colture di cotone ed anche le piante di mais sono state geneticamente modificate per evitare di usare insetticidi ad ampio spettro che avrebbero ucciso anche altri insetti non nocivi.

Immagine

L’intervento di bioingegneria ha fatto in modo che queste piante producessero delle tossine derivate dal batterio Bacillus thuringiensis o Bt. Le tossine Bt uccidono gli insetti nocivi, ma sono innocue per la maggior parte delle altre creature ed anche per gli esseri umani. Queste tossine ecologiche sono state utilizzate per decenni sotto forma di spray dai coltivatori organici e dal 1996 sono state inserite nella composizione genetica delle colture. Ebbene i parassiti stanno sviluppando a loro volta delle mutazioni genetiche che li rendono resistenti alle tossine Bt. I ricercatori hanno notato questa resistenza, tra l’altro sempre maggiore con il trascorrere del tempo, in diverse popolazioni di parassiti. L’Helicoverpa armigera, ad esempio, uno dei peggiori parassiti del cotone in Cina, sviluppa una mutazione dominante. Le mutazioni osservate nei parassiti prelevati sul campo sono diverse da quelle osservate in laboratorio esponendo gli insetti alle tossine Bt. Le mutazioni in laboratorio sono recessive, più facili da gestire. Gli autori hanno notato che nei campi nel Nord della Cina dove si usano più colture geneticamente modificate, la resistenza era tre volte superiore che in Cina nord-occidentale dove si coltiva meno cotone Bt. Il rischio è serio e va monitorato perché per proteggerci dai parassiti modificando le piante rischiamo di produrre parassiti ancora più forti, vanificando anche gli sforzi di chi usa da sempre antiparassitari naturali proprio a base di Bt.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 124 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 9  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 19/01/2021, 21:30
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org