Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 136 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40354
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 25/07/2015, 14:34 
MaxpoweR ha scritto:
Ovvio che il riferimento non fosse ai cristiani nello specifico. Io lo vedrei come un esempio lampante della selezione naturale [:)] rimarrebbero solo i budda.


Cita:
Un Buddha (in italiano anche Budda) - sanscrito e pāli Buddha (बुद्ध); cinese Fotuo (佛陀S, FótuóP), abbreviato Fó (佛S); giapponese Butsuda (仏陀?) abbreviato Butsu (仏?); coreano Bulta (불타) abbreviato Bul (불); vietnamita Phật-đà abbreviato Phật - tibetano Sangs-rgyas; è, come dice il nome, un "risvegliato" (buddha è infatti il participio passato del sanscrito budh, prendere conoscenza, svegliarsi) ed indica, secondo il Buddhismo, un essere che ha raggiunto l'illuminazione (bodhi) e in particolare il massimo grado di essa (samyaksaṃbodhi).

Tutto è UNO.
Dobbiamo evolvere tutti assieme, prima o poi.
Ci sono "le capre" (per dirla alla Sgarbi) e ci sono gli "evoluti".
Inutile che gli uni facciano la guerra agli altri.



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 25/07/2015, 14:45 
Domandona... Senza la presenza delle "capre" (per dirla alla Sgarbi) ci si potrebbe evolvere?

Ovvero, in termini più filosofici, senza poter conoscere il buio potremmo davvero apprezzare la luce?!

[:I]



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9440
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
Località: Cagliari
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 25/07/2015, 15:39 
Domanda intelligente.

Risponderei pure di no: senza il costante esempio del male, non comprenderemmo cosa è bene.


Ma aggiungo un' altra domanda: non vi sembra che il peso dei meno evoluti che mandano avanti questo mondo rallenti e impedisca il proseguimento dell' evoluzione di chi è già più avanti? [:I]

Per me anche questa è una verità.


Per come la vedo io, l' evoluzione richiede periodiche rivoluzioni. Altrimenti tutto rimane immobile e sempre uguale a se stesso.



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Non connesso


Messaggi: 371
Iscritto il: 05/02/2015, 22:14
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 25/07/2015, 16:25 
Aztlan ha scritto:
cecca ha scritto:
ma infatti il discorso era proprio rivolto a non mettere insieme un genio come Bruno e un assassino come hamer.... ah, scusa, ti parlo come se tu fossi intelligente e arrivassi a capire quello che è scritto chiaramente. lascia perdere, come non detto.


Primum, è la terza volta che mi offendi dandomi dello stupido, stavolta copiando il messaggio come risposta in due topic. Non intendo tollerare oltre, quindi ho segnalato entrambi.


Posso capire l' accanimento personale, sono quello che più spesso ti ha messo con le spalle al muro con elementi cui non hai saputo rispondere.

Chissà se stavolta otterrò qualcosa...


Venendo al succo del messaggio postato da Atlanticus,

il caso di Giordano Bruno così come di altri (Ipazia, Tesla, solo per citare quelli presenti nel post)

dimostra o no che lo status quo protegge se stesso impedendo ogni scoperta contraria all' ufficialità eppure corretta che produrrebbe un cambio di paradigma? Cosa a cui tu hai risposto dottamente:

Cita:
MEGA pistolinate !!



In sintesi ripeto, illudendomi che forse stavolta risponderai:

Aztlan ha scritto:
Sarebbero "MEGA pistolinate" che in ogni epoca le persone che avevano idee scomode pur se corrette e propedeutiche al progresso dell' umanità siano state perseguitate?



io ho scritto una cosa ben chiara e tu hai risposto in modo del tutto inconcludente visto che:

1. hai fatto notare la genialità di Bruno.
Ma io avevo proprio scritto che è ridicolo metterlo sullo stesso piano di gente come hamer.

2. hai parlato di Tesla.
ma io non ho parlato di lui, bensì di hamer.


hai fatto una critica del tutto avulsa da quello che ho scritto , e in parte criticando cose che invece dicevano l'esatto contrario di quello che hai capito (Bruno)

quindi cosa pretendi?

vuoi che ti dica che hai dimostrato attenzione nel leggere quello che hai preteso di criticare?

non te lo dico, perché hai dimostrato l'esatto contrario.


@Atlanticus
che hamer sia antisemita non è il punto della questione, era evidente che fosse soltanto un elemento in più per non poterlo considerare né una vittima né tanto meno un esempio da seguire.

Questa è la mega pistolinata: pensare -in modo acritico- che se una persona viene condannata e non può più praticare sia vittima di una congiura e non un criminale che ha qualche morto sulla coscienza.


Se basta che hamer sia stato smascherato per il cialtrone criminale qual è perché per alcuni diventi un martire , allora questi "alcuni" hanno un grosso problema.


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 25/07/2015, 16:45 
cecca ha scritto:
che hamer sia antisemita non è il punto della questione,


Quindi perché hai sollevato la cosa? Forse per evitare di parlare di questo concetto?

...Paura che nuove idee possano infrangere le proprie certezze così da doversi rimettersi in discussione: è proprio per questo che i piccoli uomini hanno bisogno dei dogmi.

Paura di conoscere sé stessi, o meglio di riconoscersi in qualcosa di troppo diverso dalla propria tradizione. Qualcosa che potrebbe essere scomodo e sconveniente.

Paura dell’ignoto, di ciò a cui non siamo in grado di dare un volto noto, una spiegazione convincente usando gli strumenti che abbiamo a disposizione.

Paura che un intero sistema crolli e con esso i suoi protocolli, le sue verità di carta e i suoi dogmi ritenuti irrevocabilmente sacri.

Paura di perdere i propri privilegi, il proprio status, il potere raggiunto faticosamente a seguito di una scalata sociale secondo le logiche del profitto e del materialismo.

In sostanza paura del cambiamento, cioè della vita stessa...


Avrei potuto omettere la parte su Hamer se avessi saputo che l'avresti sfruttata a tuo uso e consumo per non entrare nel merito della questione sollevata dall'articolo.

Ma non sono solito, e non trovo corretto, censurare articoli presi da altre fonti... solitamente mi rimetto all'intelligenza dei miei interlocutori nella loro capacità di cogliere il senso dell'articolo e i contenuti meritevoli di attenzione e di approfondimento.

Purtroppo devo prendere atto che questo approccio con te non funziona. Ma non penso che sia per difetto della tua intelligenza...

[:305]



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40354
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 25/07/2015, 16:53 
Atlanticus81 ha scritto:
Domandona... Senza la presenza delle "capre" (per dirla alla Sgarbi) ci si potrebbe evolvere?

Certo che sì. Ma molto più lentamente.
E' un pò come pretendere di vincere una corsa in auto avendo il freno a mano tirato.

Non mi dilungo su questo topic, ma preferisco aprirne uno apposito.

Il titolo sarà: "Uomini alla prima Reincarnazione".

E questa sarà una delle immagini che metterò nel post di apertura....

Per visualizzare questo messaggio devi registrarti e eseguire l’accesso al forum.


Allegati:
20403885_o.jpg


_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 25/07/2015, 16:55 
Aztlan ha scritto:

Ma aggiungo un' altra domanda: non vi sembra che il peso dei meno evoluti che mandano avanti questo mondo rallenti e impedisca il proseguimento dell' evoluzione di chi è già più avanti? [:I]



Non direi Aztlan... devi sempre considerare che più forte è la luce e più forte sarà l'ombra che essa proietterà sul mondo.

E la luce diventa sempre più forte man mano che ci si avvicina all'uscita dalla platonica caverna.

Il mito della caverna, uno dei più famosi miti di Platone, è contenuto nel libro VII della Repubblica

Si immaginino degli uomini chiusi fin da bambini in una caverna sotterranea, incatenati in modo tale da poter guardare solo verso il fondo della caverna. Dietro di loro brilla una luce alta e lontana, e tra la luce e i prigionieri si trova un muretto che corre lungo una strada.

Immagine

Su questa strada passano delle persone che trasportano degli oggetti diversi, alcuni parlano, altri no. Chi si trova nelle caverne, non avendo mai visto l’oggetto reale, crede che l’ombra proiettata sul fondo della caverna sia l’oggetto reale e che gli echi siano le voci reali delle persone.

Poi un prigioniero si libera e risale la caverna. Si tratta di un processo lungo e doloroso, in quanto i suoi occhi, non abituati alla luce, fanno male quanto più si avvicina all’imboccatura della caverna. Ma una volta abituato, il prigioniero ha la possibilità di vedere che le ombre altro non erano che la proiezione degli oggetti trasportati dalle persone dietro il muretto e ora crede siano questi gli oggetti reali.

Procedendo riuscirà ad uscire dalla caverna e qui l’immagine del prigioniero sta a significare, secondo il filosofo, che mano a mano che il tempo passa il prigioniero si avvicina sempre di più al poter guardare direttamente la luce del sole, la fonte del Bene supremo.

Vedrà per primi i riflessi delle cose reali perché i suoi occhi non saranno ancora abituati alla forte luce, successivamente riuscirà a sostenere la luce del sole, che rende visibili gli oggetti reali. L’uomo sarà poi chiamato a diffondere questa sua conoscenza agli uomini ancora imprigionati nelle tenebre, ma tornando nella caverna, dovrà di nuovo abituarsi all’oscurità e gli altri uomini non saranno di certo pronti a seguirlo in un cammino che, sì li affrancherebbe dall’ignoranza ma questo a costo di una grande sofferenza.

http://www.colpodicoda.eu/?page_id=1060


E lo sai che fine viene riservata a costui?

... Resosi conto della situazione, egli vorrebbe senza dubbio tornare nella caverna e liberare i suoi compagni, essendo felice del cambiamento e provando per loro un senso di pietà: il problema, però, sarebbe proprio quello di convincere gli altri prigionieri ad essere liberati.

Infatti, dovendo riabituare gli occhi all'ombra, dovrebbe passare del tempo prima che il prigioniero liberato possa vedere distintamente anche nel fondo della caverna; durante questo periodo, molto probabilmente egli sarebbe oggetto di riso da parte dei prigionieri, in quanto sarebbe tornato dall'ascesa con "gli occhi rovinati".

Inoltre, questa sua temporanea inabilità influirebbe negativamente sulla sua opera di convincimento e, anzi, potrebbe spingere gli altri prigionieri ad ucciderlo, se tentasse di liberarli e portarli verso la luce, in quanto, a loro dire, non varrebbe la pena di subire il dolore dell'accecamento e la fatica della salita per andare ad ammirare le cose da lui descritte.

https://it.wikipedia.org/wiki/Mito_della_caverna


Platone aveva capito già tutto... o forse è perché il mondo e l'Uomo è sempre uguale a se stesso?! Cambia solo la scenografia...

[^]



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 25/07/2015, 16:56 
Thethirdeye ha scritto:
Atlanticus81 ha scritto:
Domandona... Senza la presenza delle "capre" (per dirla alla Sgarbi) ci si potrebbe evolvere?

Certo che sì. Ma molto più lentamente.
E' un pò come pretendere di vincere una corsa in auto avendo il freno a mano tirato.

Non mi dilungo su questo topic, ma preferisco aprirne uno apposito.

Il titolo sarà: "Uomini alla prima Reincarnazione".

E questa sarà una delle immagini che metterò nel post di apertura....

Per visualizzare questo messaggio devi registrarti e eseguire l’accesso al forum.


[:264]

Non vedo l'ora di intervenire!

[;)]



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Non connesso


Messaggi: 371
Iscritto il: 05/02/2015, 22:14
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 25/07/2015, 17:18 
Atlanticus81 ha scritto:
cecca ha scritto:
che hamer sia antisemita non è il punto della questione,


Quindi perché hai sollevato la cosa? Forse per evitare di parlare di questo concetto?

...Paura che nuove idee possano infrangere le proprie certezze così da doversi rimettersi in discussione: è proprio per questo che i piccoli uomini hanno bisogno dei dogmi.

Paura di conoscere sé stessi, o meglio di riconoscersi in qualcosa di troppo diverso dalla propria tradizione. Qualcosa che potrebbe essere scomodo e sconveniente.

Paura dell’ignoto, di ciò a cui non siamo in grado di dare un volto noto, una spiegazione convincente usando gli strumenti che abbiamo a disposizione.

Paura che un intero sistema crolli e con esso i suoi protocolli, le sue verità di carta e i suoi dogmi ritenuti irrevocabilmente sacri.

Paura di perdere i propri privilegi, il proprio status, il potere raggiunto faticosamente a seguito di una scalata sociale secondo le logiche del profitto e del materialismo.

In sostanza paura del cambiamento, cioè della vita stessa...


Avrei potuto omettere la parte su Hamer se avessi saputo che l'avresti sfruttata a tuo uso e consumo per non entrare nel merito della questione sollevata dall'articolo.

Ma non sono solito, e non trovo corretto, censurare articoli presi da altre fonti... solitamente mi rimetto all'intelligenza dei miei interlocutori nella loro capacità di cogliere il senso dell'articolo e i contenuti meritevoli di attenzione e di approfondimento.

Purtroppo devo prendere atto che questo approccio con te non funziona. Ma non penso che sia per difetto della tua intelligenza...

[:305]



guarda, su Tesla non ho nulla da dire.

su Bruno è già stato detto tutto.

ma se arrivati in fondo spunta hamer, allora tutta credibilità dell'articolo va a farsi benedire.

l'idea stessa che si possa paragonare questi casi È inaccettabiel, tanto più che del "povero" hamer non si dice che abbia causato dei morti. molti.

a questo punto si è legittimati a pensare che l'articolo, prendendo esempi di geni incompresi o di casi di oscurantismo, partendo da molto alla larga, voglia in realtà legittimare "ricerche" mediche dichiaratamente fallimentari e CRIMINALI. tanto più che non viene detto perché hamer sia stato condannato. questo per quanto riguarda la "buonafede" di chi ha scritto quel passaggio.

i discorsi da te fatti sulla paura e sui posti da non perdere sono sciocchezze e sono pretestuosi.

sai perché ?

perché sono, come sempre , del tutto teoretici e slegati dal mondo reale.

i casi vanno visti uno per uno. e gente come hamer è già stati abbondantemente valutata, e lui non può , in buonafede s'intende, essere considerato una vittima della paura di cambiare.

che sia antisemita è un motivo in più per non poterlo considerare una vittima. Se lo vuoi considerare un esempio dovevi vivere nella Germania degli anni 30.


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2413
Iscritto il: 17/01/2012, 17:31
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 29/07/2015, 10:16 
ma si sa è così da sempre, sta nostra terra sarà stata già riformata 7 volte minimo, ci sono state nei millenni varie civiltà arrivate al massimo e poi spazzate via da cataclismi o guerre. pensiamo ai diluvi, asteroidi, radiazioni nucleari in india ecc.... l'uomo non cambia mai


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 20/08/2015, 00:59 
Gli Ebioniti e il loro Vangelo
Di Alfonso Di Nola

Immagine

Questo Evangelo, il cui maggior numero di frammenti è stato conservato da sant'Epifanio, ha anch'esso carattere giudeo-cristiano, come il precedente.Gli Ebioniti, da ebhyonim,poveri, costituivano una setta sulla quale abbiamo contraddittorie notizie.E' molto probabile che essi costituissero un gruppo estremistico della comunità gerosolimitiana che, dopo il 70, si sparse dalla Giudea fin nella Siria e nell'Egitto, subendo notevolmente l'influenza dei circoli gnostici.

Immagine
Bart D. Ehrman
I Cristianesimi Perduti
Carocci Editore

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__i-c ... hp?pn=4616

Anche mal definiti sono i rapporti con i Nazarei e con gli Esseni.Sappiamo che essi aggiungevano alla pratica del cristianesimo la rigida osservanza della Legge antica, ma in aperta polemica contro la classe sacerdotale ebraica e contro il culto del Tempio.

Proclamavano l'abolizione del sacrificio, ma continuavano a praticare la circonsione.Ritenevano che Gesù fosse nato senza alcun carattere divino, e che, pure essendo uomo come ogni altro, avesse assunto la natura divina di Cristo attraverso il perfetto compimento della Legge e nel momento in cui, attraverso il battesimo, a lui si unisce lo Spirito Santo.

http://informazioneconsapevole.blogspot ... l?spref=fb


Quanto era frammentato il pensiero cristiano prima che santa romana decidesse per tutti, a proprio uso e consumo, cosa fosse "parola di dio" e cosa fosse "eretico"...



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9440
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
Località: Cagliari
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 20/08/2015, 12:37 
Non esisteva il cristianesimo, esistevano i cristiani... miriadi di piccole sette divise su tutto senza un Papa coi vescovi che si scomunicavano a vicenda.

Il cristianesimo è un' invenzione di Costantino, quando indisse il Concilio di Nicea per trarre da queste un' unica religione per l' Impero stabilendo una dottrina con i dogmi e tutto ciò che non vi rientrava sarebbe diventato "eretico" e sradicato con la violenza.

E' Storia.


As a side note: Ho ricevuto la mail dal forum che la mia segnalazione su un post di cecca in questa discussione è stata cancellata.

E' la regolare procedura? Le segnalazioni si cancellano e non archiviano?



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 22/08/2015, 11:50 
Paolo non è mai esistito come una reale persona storica, ma fu una figura completamente inventata. Un'analisi critica del Nuovo Testamento proverà quella tesi. In realtà, io sono molto più convinto che Paolo non è mai esistito di quanto io lo sia che Gesù stesso non è mai esistito, nonostante la forte evidenza che è stata abbondantemente presentata a favore dell'ultima tesi (da studiosi come Earl Doherty e Richard Carrier), perfino sotto l'ipotesi totalmente gratuita della storicità di Paolo.

È relativamente facile provare, Bibbia alla mano, che Paolo non è mai esistito come una persona reale, una volta che sai dove guardare. Innanzitutto occorre sapere quel che dice la Bibbia su Paolo, su quando visse e dove, e in secondo luogo occorre conoscere cosa lo stesso Paolo, se esistito, scrisse apparentemente nelle epistole a lui attribuite.

Trascurando le Pastorali (che il consensus ritiene già ovvie falsificazioni), Cominciamo con Atti degli Apostoli, un'ovvia tendenziosa propaganda proto-cattolica della fine del secondo secolo, scritta probabilmente da un folle apologeta proto-cattolico (lo stesso editore dell'Evangelion usato da Marcione e dai marcioniti, vale a dire «Luca») allo scopo di vendere sul mercato religioso il nascente cattolicesimo come il vero, legittimo cristianesimo.

http://mitodicristo.blogspot.it/2015/08 ... era-i.html



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 16/09/2015, 12:38 
Il “Malleus Maleficarum” una macabra testimonianza dal passato su come torturare e bruciare vive migliaia di donne innocenti.

Una religione è dannata e confessa la sua estrema impotenza il giorno in cui brucia il primo eretico.
Ezra Pound


Immagine

Osservare il passato può darci una diversa prospettiva del mondo in cui viviamo, anche se non sempre è piacevole ciò che apprendiamo della nostra civilissima e cristiane Europa, ma è solo guardando indietro che è possibile capire questo “presente”. Il nostro è un passato macchiato di sangue e orrori, un passato che ha relegato la donna ad un essere inferiore, un essere che bastava la supposizione di essere possedute dal demonio, ed ecco che ella perdeva ogni diritto. Le donne potevano essere ingannate, maltrattate, torturate ed uccise, trattate come nemiche disumane di Cristo e dell’umanità. Per circa tre secoli, sotto la benedizione del Papa, furono sterminati nove milioni di individui accusati di stregoneria, al 80% donne e bambine. E’ infatti nel continente europeo che l’uomo ha raggiunto il massimo livello di crudeltà nei confronti della donna; ciò va sottolineato affinché nessuno possa cadere nell’errore di pensare che le radici culturali e religiose dell’Europa cristiana siano moralmente superiori a quelle di altre regioni del mondo.

Immagine
Frontespizio di un’edizione del Malleus maleficarum risalente al 1669

Oggi si parla spesso di controllo mentale, pochi realizzano che quella che molti definiscono fantascienza, è purtroppo una triste verità e in pochissimi sanno che tale tecnica, oggi diventata una vera e propria scienza, ha origini molto antiche. L’uomo ha da sempre cercato la “chiave” d’accesso per il controllo di altri individui, per arrivare a comprendere quel grande mistero che è il cervello umano, è stato ed è ancora capace di sottoporre i soggetti alle peggiori barbarie, esperimenti di una tale sadismo che persino la lettura di quanto avvenuto è in grado di farci rabbrividire.Vittime per eccellenza nell’antichità di perversi e sadici esperimenti furono proprio le donne, vittime degli orrori che gli uomini sono capaci di commettere quando la ragione viene sostituita dall’idiozia e dagli istinti più bassi suggestionati dalla paura .

Il Tribunale della Santa Inquisizione nel 1487 ad opera di due monaci domenicani, Johann Sprenger ed Heinrich Kraemer, ideò un manuale investigativo, il Malleus Maleficarum (il martello delle streghe), che fu un vero “capolavoro” su come realizzare un ingiusto-processo. Tale manuale fu il primo “libretto di istruzioni” su come estorcere delle confessioni, accusare, torturare e bruciare vive centinaia di migliaia di donne innocenti, era il primo gradino “primitivo” verso il controllo mentale.

Immagine
La Ruota: Era simile alla crocifissione. Alle presunte streghe venivano spezzati gli arti e il corpo veniva sistemato tra i raggi della ruota che veniva poi fissata su un palo. L’agonia era lunghissima e poteva anche durare dei giorni.

Il Malleus si apre con una frase parentoria: affermare l’esistenza degli stregoni è cattolico, mentre asserire ostinatamente l’opposto è un’eresia. Anche se il Malleus si sofferma indifferentemente su uomini e donne che” hanno stretto un patto con il diavolo ” è contro quest’ultime che si concentra maggiormente l’attenzione dei due inquisitori. Il manuale veniva utilizzato per la scoperta e la punizione delle streghe e contiene una teoria completa sulla stregoneria che, millantando analisi scientifica, è stato di una terrificante stupidità. Per tre secoli questo libro comparve sul seggio di tutti i giudici e sul tavolo di tutti i magistrati.

Un intero capitolo, la Quaestio VI è dedicato interamente alle streghe, specificando i motivi per cui le “femmine” sono più superstiziose. Le ragioni addotte non sono di ordine logico, ma sono più che altro sentenze ricavate dal Vecchi Testamento, dagli scritti latini e dagli scritti dei Padri della Chiesa.

”Qualsiasi malizia è piccola di fronte alla malizia delle donne“. ( Ecclesiaste 25,15-16,19) o ”Quando piange una femmina sta pensando al modo per imbrogliare un uomo (Catone) e ancora”

Tre sono le cose insaziabili, e ce n’è una quarta che non dice mai basta : la bocca della vulva” ( Proverbi 30,16 ) insomma partendo da questi presupposti, i due inquisitori arrivarono a sostenere che la diffusione della stregoneria era causata dalle donne, in quanto era proprio grazie a loro che gli uomini venivano esposti alle lusinghe che facevano leva sul desiderio carnale.

Poi c’erano una serie di postulati indimostrabili utili per costruire un castello accusatorio processuale, tipo: “il demonio esiste”. Come fai a dimostrare che esiste ciò che non esiste? Le “prove” erano numerose, la prima, la più astuta e pericolosa era di tipo teorico, ricavato dalla combinazione tra pensiero e linguaggio. Se confessi sei colpevole e se non confessi è chiara la tua colpevolezza perché solo così pensi di poter sfuggire alla “giustizia”!

Questa logica binaria o sei colpevole o sei colpevole, era ferrea e colpiva ogni accusato di stregoneria: se il reo “confessava” era dichiarato colpevole di stregoneria, se invece “non confessava” erano considerato eretico, e poi arso sul rogo. Gira e rigira era sempre colpevole. Le donne venivano violentate oltre che torturate; i loro beni erano confiscati appena accusate, prima del giudizio, poiché nessuna veniva assolta. Dal 1257 al 1816 l’Inquisizione torturò e bruciò sul rogo milioni di persone innocenti. Erano accusate di stregoneria e di eresia contro i dogmi religiosi e giudicate senza processo, in segreto, col terrore della tortura. Non sfuggiva nessuno.Tale regime di terrore durò cinque secoli, sotto la benedizione del papa. Le cacce alle streghe erano campagne ben organizzate, intraprese, finanziate ed eseguite dalla Chiesa e dallo Stato.

Immagine
Il cavalletto: l’indiziata veniva posta a cavalcioni di tale strumento sino a far penetrare la punta, o lo spigolo direttamente nelle carni e squassando in modo spesso permanente, gli organi genitali. Quasi sempre poi venivano aggiunti dei pesi alle caviglie e sistemati dei bracieri o delle fiaccole accese sotto ai piedi.

Nel Malleus si affermava che le malattie sconosciute o incurabili erano imputabili al diavolo e quindi alla stregoneria. Si aggiungeva, che la lussuria sfrenata, insaziabile nelle donne, era la causa della stregoneria e che soprattutto tre erano i vizi delle donne malvagie: l’infedeltà, l’ambizione e la lussuria. Quindi le donne che più volevano soddisfare i loro desideri lussuriosi erano le più infette e le più dedite alla stregoneria. Le donne accusate di stregoneria, quando venivano processate, infierivano su se stesse, raccontando le loro azioni fin nei più piccoli particolari e, spesso, denunciando la loro coabitazione col diavolo: ovviamente queste donne erano le più soggette a gravi disturbi emotivi. Il Malleus contiene descrizioni orgiastiche di tipo sessuale di ogni genere, che si consumavano fra i demoni e le loro ospiti umane. Alle donne processate venivano imposte delle pratiche inverosimili, come l’obbligo di radere i peli del pube, onde evitare possibili nascondigli per il diavolo. Inutile dire che la maggior parte delle vittime di questo gioco diabolico era costituita da malate di spirito, le persone più vulnerabili e indifese, ed è triste sottolineare che tutto ciò decretò, all’epoca, la morte sul rogo di centinaia di migliaia di donne e persino di bambine.

Immagine
Ordalia Del Fuoco: Prima di iniziare l’ordalìa del fuoco tutte le persone coinvolte dovevano prendere parte a un rito religioso. Questo rito durava tre giorni e l’accusata doveva sopportare benedizioni, esorcismi, preghiere, digiuni e prendere i sacramenti. Dopodiché veniva sottopostia all’ordalìa: doveva trasportare un pezzo di ferro rovente per una certa distanza. Il peso di questo peso era variabile da un minimo di circa mezzo chilo fino a un chilo e mezzo. Un altro tipo di ordalìa del fuoco consisteva nel camminare bendati e nudi sopra i carboni ardenti. Le ferite venivano coperte e dopo tre giorni un giudice controllava se l’accusata era colpevole o innocente. Se le ferite non erano rimarginate era colpevole, altrimenti era innocente.

Gli autori del Martello delle Streghe stabilirono il principio fondamentale secondo cui una strega deve accusarsi da sola, e se non lo fa volontariamente, qualsiasi mezzo è lecito. Poiché si supponeva che fossero possedute dal demonio, le streghe non avevano diritti.Le torture usate erano di vario tipo. Alle vittime venivano stritolati in una morsa i pollici, le dita dei piedi e le gambe; poi venivano frustate fino a sanguinare. Curiosamente le frustate, lo schiacciamento dei pollici e perfino la ruota erano considerati soltanto parte dei preliminari, e non erano classificati come “vere torture”. L’Arcivescovo di Colonia redasse un Tariffario delle Torture che includeva quarantanove voci e i prezzi relativi che dovevano essere pagati al torturatore dalla famiglia della vittima.Secondo il Martello delle Streghe qualsiasi mezzo per combattere Satana era accettabile. Ecco il consiglio dato agli inquisitori che indagavano sulle streghe: “Promettete loro una pena minima se si dichiareranno colpevoli, e una volta condannate, comminate loro la pena promessa e poi bruciarle; promettete inoltre di non condannare le streghe che ne incriminano altre e poi chiamate un altro inquisitore per farlo”.

Quando una strega veniva arrestata, si prendevano complicate precauzioni per neutralizzare i suoi poteri: per negarle il contatto con la terra, e attraverso di essa con le regioni infernali, veniva trasportata tenendola sollevata su un’asse di legno oppure in un cesto; quando si trovava davanti al giudice doveva rimanere voltata di spalle: in tal modo le era impossibile qualunque tentativo di ammaliarlo con lo sguardo; e sia i giudici che il personale coinvolti nel processo, “non dovevano lasciarsi toccare da lei e, particolarmente, dovevano fare in modo di non venire in contatto con le sue braccia o le sue mani nude”.

Ai giudici veniva anche consigliato di portare al collo, appesi a un laccio o a una catenella, erbe benedette e sale consacrato durante la domenica delle Palme, sigillati in una speciale cera, anch’essa benedetta. Nonostante le ripetute rassicurazioni di immunità, era sempre meglio non correre rischi.

Immagine
Pulizia dell’anima: si faceva ingerire alla condannata acqua bollente, carbone e sapone, per mondare la sua anima corrotta.

I due professori di teologia consigliano, prima di iniziare le torture, di denudare la donna completamente e raderla da testa a piedi poiché sono i peli che tutelano la strega dal dolore e non ci si lasci ingannare se durante i supplizi ella cerca conforto nella preghiera poiché è proprio così che diabolicamente si protegge. Le torture devono essere portate con cautela, senza uccidere e senza spargere sangue. Si comincia con lo schiacciamento dei pollici tra due tavolette, si legano poi le mani della strega dietro la schiena con una corda e la si appende al soffitto con dei pesi legati alle caviglie, infine la si costringe con ogni mezzo a restare sveglia per ore e ore. Fondamentale per provare la colpevolezza dell’imputata è trovare il punto del diavolo.

Il punto (o marchio) del diavolo è un particolare punto sul corpo della strega insensibile al dolore. Può trovarsi ovunque, anche nelle orecchie o nella vagina. Per scovarlo bisogna infilzare ripetutamente la strega con un grosso ago. Le torture possono protrarsi ogni volta anche per più di 40 ore consecutive. Quando una strega veniva riportata in cella dopo una seduta di tortura, il giudice doveva assicurarsi che nel tempo di pausa ci fossero sempre delle guardie con lei, in modo da non lasciarla mai sola, per paura che il diavolo la “spingesse” a suicidarsi.

Immagine
Stivaletto spagnolo (e varianti): Le gambe erano legate insieme e inserite in una sorta di stivale di ferro, che il boia stringeva fino allo spappolamento delle ossa.

In altre parole, anche un suicidio o un tentato suicidio, causato dallo strazio o dal terrore, veniva interpretato come un’ispirazione del demonio, e perciò come un’ulteriore prova di colpevolezza. In tal modo, gli inquisitori discolpavano se stessi. Quando qualche sventurata donna tentava di suicidarsi infilandosi nella testa gli spilloni con cui fermava sui capelli la cuffia, dicevano: “L’abbiamo trovata in questo stato, come se avesse voluto infilarli nelle nostre teste”. Anche quei folli atti di disperazione venivano attribuiti a intenzioni malevole e aberranti, al fine di produrre prove di colpevolezza.

In realtà gli interrogatori miravano esclusivamente all’ottenimento della confessione e se l’imputata si ostinava a negare era solo perché dalla sua aveva la protezione del diavolo.Se, nonostante la tortura, la strega si rifiutava ancora di confessare, il Malleus consigliava stratagemmi mi più cervellotici. L’accusata, per esempio, poteva essere portata in una casa, i cui proprietari dovevano “fare finta di partire per un lungo viaggio e di lasciarla sola”. E poi si faccia in modo che qualcuno di sua conoscenza [...] vada a trovarla e le prometta che sarà messa in completa libertà se gli insegnerà come si effettuano certe magie. E il giudice ponga mente che in questo modo molte hanno confessato e sono state condannate.

Come ultima risorsa, il Malleus consiglia il più sfacciato e incredibilmente spudorato imbroglio: e che, infine, il giudice entri e prometta che avrà misericordia, con la segreta, intima intenzione che ciò che intende è che sarà misericordioso verso se stesso e verso lo Stato; perché tutto quello che viene fatto per lo Stato è un atto di misericordia.

La delirante persecuzione contro le streghe cominciò sotto gli auspici dell’Inquisizione, quando la Chiesa esercitava ancora una supremazia indiscussa sulla vita religiosa dell’Europa. L’Inquisizione era talmente concentrata sulla stregoneria, che ben presto si sarebbe lasciata cogliere del tutto alla sprovvista dall’avvento di una minaccia assai più seria, che avrebbe assunto l’identità di un monaco apostata di nome Martin Lutero. È comunque giusto ricordare che, trent’anni dopo la pubblicazione del Malleus Maleficarum, l’insensata caccia alle streghe avrebbe conquistato anche le giovani Chiese protestanti.

Immagine

Nella seconda metà del XVI secolo, dunque, sia i cattolici sia i protestanti mandarono al rogo non due o tre, ma centinaia di donne accusate di stregoneria: e questo delirio incendiario sarebbe proseguito per più di un secolo, raggiungendo il suo culmine nella sanguinosa guerra dei Trent’anni, svoltasi fra il 1618 e il 1648. Fra il 1587 e il 1593 l’arcivescovo di Treviri fece giustiziare trecentosessantotto streghe, il che equivale alla media di una e mezzo alla settimana.

Lungo un arco di tre mesi, cinquecento presunte streghe furono condannate al rogo dal vescovo di Ginevra.

Fra il 1623 e il 1633 il principe e arcivescovo di Bamberga ne fece morire tra le fiamme più di seicento. Nei primi anni del XVII secolo novecento persone furono bruciate dal principe e vescovo di Würzburg, tra cui il suo stesso nipote, diciannove sacerdoti, e alcuni bambini accusati di avere avuto rapporti sessuali con il demonio. Alla fine del Seicento l’isterismo si era propagato anche al di là dell’Atlantico, alle colonie puritane del New England, dando luogo ai tristemente famosi processi di Salem, quelli che avrebbero fornito lo scenario alla commedia di Arthur Miller.Tuttavia, i peggiori eccessi protestanti non riuscirono mai a uguagliare quelli della Chiesa di Roma, in seno alla quale l’Inquisizione si espresse al massimo delle proprie potenzialità, vantandosi apertamente di avere bruciato, con un calcolo approssimato per difetto, trentamila streghe lungo un arco di centocinquanta anni.

Immagine
Il simbolo dell’Inquisizione

Il Malleus Maleficarum resta una macabra testimonianza per i posteri degli orrori che gli uomini sono capaci di commettere quando la ragione lascia il posto alla credenza, del livello di umana idiozia raggiungibile quando i cervelli spenti si abbandonano alla suggestione e alla paura. Un concentrato di sadismo, perfidia e ignoranza e stupidità . Un miscuglio di sessismo, sessuofobia è ottusità. La Chiesa che aveva sempre manifestato una forte tendenza alla misoginia , l’operazione contro la stregoneria le fornì un mandato su larga scala per una crociata contro le donne e tutto ciò che era femminile. Nel XXI secolo le donne ringraziano ancora la Chiesa Cattolica!!!

Note :
1)Il Manuale fu approvato dalla Chiesa (Papa Innocenzo VII) e dal re di Roma (Massimiliano I) e divenne il manuale dell’Inquisizione.
2) La prefazione di quell’opera che apportò tanta rovina era la Bolla di Innocenzo VIII.

http://blog.you-ng.it/2014/07/23/malleu ... innocenti/



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Essere Gnostici - Fiero di essere Eretico
MessaggioInviato: 23/09/2015, 16:39 
hS8tnYbba9Q



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 136 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 23/04/2018, 00:19
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org