Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9284
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 19/05/2016, 15:03 
EMILIO SALSI



http://www.vangeliestoria.eu/

- PROEMIO AGLI STUDI
- PROFILO
- Il LIBRO
- Indice Dimostrazioni storiologiche:

I - Gli Apostoli non sono esistiti. Verifica storica
II - Paolo di Tarso, un super apostolo inventato. Ecco le prove
III - L'inesistente apostolo Giacomo detto 'il Minore' o 'il Giusto'
IV - Dopo Giacomo il Minore svaniscono i suoi finti successori: Simone, Giuda Giusto, ecc.
V - San Giovanni, apostolo irreale testimoniato da fittizi 'Padri'
VI - I falsi 'Testimonium Flavianum'
VII - La descrizione di Nazaret nei vangeli non corrisponde alla città attuale, ma a Gàmala, roccaforte dei discendenti Asmonei
VIII - La grande menzogna evangelica: Gesù e Apostoli non conoscono la loro patria
IX - Yeshùa Giovanni e gli Zeloti di Gàmala, redenti dal Cristianesimo dei Gentili
X - Una grave carestia indusse Yeshùa a proclamarsi Re dei Giudei
XI - Due finte natività di Gesù per una 'immacolata concezione'
XII - L'inganno dei màrtiri cristiani di Nerone
XIII - 'Gesù' e 'Cristo': due attributi divini del Nazireo, figlio di Dio
XIV - Dai falsi miracoli alla Sindone: Santi Padri inventarono la 'Tradizione' cristiana
XV - La storia identifica il Sommo Sacerdote Caifa e Giuseppe, fratello minore di Gesù
XVI - Confronto televisivo di esegesi neotestamentaria fra Emilio Salsi ed il Preside dello Studio Teologico Laurentianum di Venezia
XVII - Ad iniziare dagli alti prelati, tutti gli esegeti del Vaticano temono il confronto con Emilio Salsi. Ecco il carteggio
XVIII - Contro Alberto e Piero Angela, opportunisti divulgatori di inesistenti Cristiani primitivi
XIX - I martiri cristiani si dimostrano una impostura millenaria. Questi i riscontri
XX - Sottoscrizione per confronto pubblico sulle TV nazionali fra Emilio Salsi ed un esegeta del Vaticano





- PROEMIUM TO THE STUDY
- PROFILE AND CONTACTS
- THE BOOK
- Historiological demonstrations Index:

I - The Apostles did not exist. Historical verification
II - Paul of Tarsus, an invented super Apostle. Here is the evidence
III - The inexistent Apostle James 'the Minor' or 'the Just'
IV - After James the Minor his fake successors disappear: Simon, Judas Just, etc.
V - Saint John, the false Apostle, witnessed by fake “Fathers”
VI - The fake 'Testimonium Flavianum'
VII - The description of Nazareth in the Gospels does not correspond to the present-day city, but to Gàmala, stronghold of the Hasmonean descendants
VIII - The great lie of the gospels: Jesus and the Apostles did not know their homeland
IX - Yeshùa Johannes and the Zealots of Gamala redeemed by the Christianity of the Gentiles
X - A grave famine convinced Yeshùa to proclaim himself King of the Jews
XI - Two fake nativities of Jesus for an 'immaculate conception'
XII - The deception of the Christian martyrs of Nero
XIII - 'Jesus' and 'Christ': two divine attributes of the Nazireo
XIV - From the false miracles to the Holy Shroud: Holy Fathers invented the 'Christian Tradition'
XV - History identifies the High Priest Caiaphas and Joseph, Jesus's youngest brother





Diritti riservati. Gli studi pubblicati nella presente discussione sono coperti da Copyright dell'autore in base alla legge n. 633 del 22 Aprile 1941
e D.D.L. n. 68 del 9/04/2003. Tuttavia sono disponibili liberamente e scaricabili da chiunque per le ricerche personali,
pertanto destinati all'accrescimento culturale attraverso la conoscenza delle reali vicende storiche che originarono il mito del Cristianesimo,
purché non destinati a scopo di lucro.

All rights reserved. The studies published by the author of this topic are protected by the U.S Copyright Office and by Italian law number 633 of 22 April 1941
However, these studies are freely available and can be downloaded by anyone for non-profit research, and thus contribute to the advancement of culture through the knowledge of true historical events constituting the origin of the myth of Christianity.


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9284
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 20/05/2016, 13:36 
I Santi della mitologia cristiana.

"Gesù" significa "Salvatore" e "Cristo" "Unto", indicati nei "Testi Sacri" come attributi divini, allora, il vero nome dell'ebreo Gesù quale era? Chi era nella realtà e quali furono le autentiche gesta che lo videro protagonista? ...Quando e perché fu ucciso?
Le "Tre Marie" nella vita di Cristo...che, in verità, nei Vangeli sono "Sei Marie"...obbligano, chi fa ricerca critica, ad indagare su queste "pie" donne, tutte, stranamente, con lo stesso nome... imparentate con Gesù e, fra le quali, almeno una risulta essere sorella della madre di Gesù. Donne aventi anche i figli con gli stessi nomi...uguali a quelli dei fratelli del "Signore"... a loro volta con i nomi di "alcuni" Apostoli: esiste una spiegazione a queste improbabili coincidenze?

Immagine
Sinedrio, Sommi Sacerdoti e Tempio di Gerusalemme: che relazioni intercorsero fra queste istituzioni ebraiche e gli Apostoli? La storiografia è in grado di individuare i loro nomi e le loro vicende ... e di quali "Atti" si resero protagonisti.
Gli alterchi fra San Paolo e il Sommo Sacerdote del Sinedrio furono possibili? ... Chi era "Caifa" secondo la storia? ... Chi furono gli "Apostoli" nella realtà? ... e perché i loro nominativi e il loro numero variano da un Vangelo all'altro?: la Storia risponde a questi interrogativi.

San Pietro, San Giacomo, San Paolo... Perché nessun cronista imperiale del I secolo riporta il termine "Apostolo"?... Perché la Storia non ne registra la presenza, nonostante, secondo i Vangeli, siano stati loro a "testimoniare" l'Avvento di Gesù Cristo nelle Province dell'Impero Romano e in Roma stessa, dimostrandone la "Potenza e la Gloria" con esibizioni di miracoli che sbalordirono folle di credenti ... come il loro "Maestro"?

L'analisi critica è in grado di rispondere a questi interrogativi e, scoprendo le falsificazioni introdotte nei Vangeli, prova che gli Apostoli furono un'invenzione letteraria funzionale alla nuova dottrina. Chiunque sia in possesso di prove contrarie le palesi, risparmiandoci di leggere le "testimonianze" dei "Padri" della "nascente Chiesa primitiva" o quelle di asceti in piena crisi mistica contemplativa; per esser chiari non ci sottopongano le solite, scontate, "testimonianze" di coloro che ebbero tutto l'interesse per inventarsele

San Paolo è veramente esistito? ... No! La Storia riesce provare che "l'Apostolo delle genti" fu creato appositamente per giustificare, attraverso la "folgorazione" miracolosa di un uomo, la modifica di una dottrina, inizialmente diversa, per far apparire che fu la stessa divinità ad esigerne il cambiamento attraverso una "Rivelazione". Lo scopo? Non doveva risultare che una religione fu modificata per opportunità umana.

Immagine
La logica impietosa della Storia dimostra le assurdità contenute nei "Sacri Testi" e le elimina, con la stessa precisione del bisturi del chirurgo quando estirpa il male dal corpo del malato.
L'enigma di Gesù Cristo,"il più grande mistero dell'umanità", così viene definito con enfasi dai mass media ... non è più tale: la Storia ci consente di individuare la vicenda dell'uomo su cui, in epoca successiva, fu costruito ed evoluto il mito della Salvezza per la vita eterna.

Nelle TV pubbliche e private, nelle Scuole, sulla stampa, nei filmati dei media... trasformati in moderni ed efficaci pulpiti, si parla della religione cristiana e dei suoi protagonisti, illustrati con dovizia di particolari ... inventati.
Ormai ridotti al rango di bacheche parrocchiali, aggiornate e presenti quotidianamente nelle nostre case, i telegiornali riportano, enfaticamente, le solite e scontate dichiarazioni del Papa, caricandole di profondo significato e rese foriere, quasi fossero parole di Dio, di vaticini sul futuro del genere umano: un vero e proprio "culto della persona" resa "santa" da una propaganda giornaliera e capillare come non ha mai beneficiato nessuno da che esiste l'uomo.

Nei programmi televisivi si riportano dichiarazioni di esegeti e biblisti clericali, Cardinali, Vescovi, Monsignori, i quali - dopo averci informato degli ultimi miracoli della nuova divinità "Padre Pio", di ossari di Apostoli e Santi... reliquie, frammenti papiracei insignificanti fatti passare per "documenti", visioni di "Madonne" piangenti dolorose lacrime di sangue - ci mettono in guardia contro la costante presenza di "Satana", sempre pronto ad insidiare e corrompere ogni uomo e donna.
Giornalisti ossequiosi ostentano giubilo per i poteri sovrannaturali e il miracolo compiuto da "Papa Wojtyla il Grande", attestato da una suora (sic!) ... ma finalmente beatificato.

Spiritismo, satanismo, scheletri, fantasmi, angeli, anime, santi, miracoli, reliquie, sangue, mostri, leggende: tutto ciò diventa "possibile", "teorizzato", discusso, dibattuto e, poco alla volta, senza che ce ne accorgiamo, si finisce col crederci ... almeno da parte degli ingenui.
Il più potente sistema di informazione e condizionamento di massa, quale mai l'umanità ha fruito, si prodiga per mantenere e rafforzare le credenze e le superstizioni dilaganti nei secoli bui del Medioevo. Oscurantismo infondato che viene propinato come "spiritualità".

Immagine
Secondo quanto riportato nelle "Sacre Scritture", i "mass media", attraverso i loro filmati, raccontano di Gesù, Madonna, San Giuseppe e Apostoli, i quali, ormai lo sappiamo a memoria, interagirono con personaggi famosi, realmente esistiti e documentati dagli storici del I secolo; perciò ne consegue che le loro vicende risultano interconnesse con la Storia ...dunque "veritiere".
Partendo da tale conclusione, sembrerebbe che ben poche persone che ancora osino mettere in discussione "l'Avvento" del Messia, risalente duemila anni or sono in una lontana Provincia dell'Impero Romano, durante il principato di Augusto e di Tiberio.
Ma è veramente così scontato che le gesta narrate nei Vangeli, attribuite a Gesù e agli Apostoli che gli subentrarono replicandone i miracoli, siano veramente accadute?
Madonna, San Giuseppe, Re Magi, Angeli, Gesù e Apostoli ... sono realmente esistiti?
La Storia, attraverso una ricerca critica avanzata, supportata da archeologia, epigrafi e filologia, è in grado di verificare se i fatti narrati nei "Sacri Testi" sono effettivamente avvenuti, comparando, appropriatamente, le vicende dei personaggi famosi, realmente esistiti, con quelle dei Santi protagonisti relazionati alle importanti personalità.
L'analisi testuale dei Vangeli, confrontata con la realtà storica, avvia un'indagine in grado di eliminare, uno dopo l'altro, gli "Atti" ivi narrati, bollandoli, impietosamente, per quello che sono: falsi.

La dottrina cristiana, così come la leggiamo oggi nei Vangeli, non è stata elaborata "a tavolino", da questo o quell'evangelista, o frutto di una singola immaginazione, piuttosto, come risulta dalla ricerca, tale "Credo" è il risultato finale di un'evoluzione teologica avviata dagli Esseni, una delle quattro correnti religiose ebraiche presenti in Palestina, nel corso del I secolo, insieme a Farisei, Sadducei e Zeloti.
Dopo la distruzione di Gerusalemme e del Tempio, per opera di Tito nel 70 d.C., in conseguenza della disfatta militare furono perpetrate dai pagani gravi persecuzioni contro le comunità giudaiche e le loro famiglie in molte città orientali dell'Impero, dalla Siria all'Egitto.
Alcune congregazioni di Esseni, a partire dall'Egitto, iniziarono a modificare la loro dottrina revisionando il concetto ancestrale del "Messia" divino, al quale i Giudei si richiamavano anelandone l'avvento come loro "Salvatore" (in aramaico "Jeshùa") contro il dominio pagano.

Stando a quanto rivelato nei rotoli del Mar Morto, il "Messia" ebraico era troppo nazionalista e foriero di una nemesi apocalittica contro i pagani e contro Roma: un Re Dominatore del Mondo ancor più potente di Re Davide. Lo stesso "Dominatore del Mondo", profetato e atteso dai Giudei, riferito da Giuseppe Flavio dopo essere stato catturato dal condottiero romano Vespasiano prima di essere acclamato Imperatore. Poiché l'autentico "Dominatore del Mondo" era l'Imperatore di Roma, il Messia divino ebreo contrastava ideologicamente con il potere romano, quindi troppo pericoloso per i fedeli della diaspora che vivevano nelle Province imperiali, lontano dalla Giudea, a stretto contatto con i Pagani, seguaci di credi diversi.
Con queste parole lo ha illustrato Giovanni Paolo II il Grande nella Udienza Generale del 3 gennaio 1990:


"Con Davide prende consistenza l'ideale del Re unto dal Signore, figura del futuro Re-Messia, che sarà il vero liberatore e salvatore del suo popolo...l'ideale del Re-Messia non tramonterà e sempre più si proietterà nell'avvenire in termini di attesa, rinfocolata dagli annunci profetici".

L'Unto di Jahwè, profetato nell'Antica Legge, atteso dagli Ebrei durante l'era messianica, era il prescelto da Dio per riunire, in una rinnovata alleanza, le componenti ebraiche disperse dei "figli d'Israele", un lontano passato appartenenti alle dodici tribù che si spartirono la "Terra Promessa". Doveva essere un Re condottiero che, come fece Davide alla guida del suo popolo contro i Filistei, avrebbe annientato i pagani invasori della loro patria. Un Dio che chiedeva alla nazione ebraica di impegnarsi in una lotta, secondo quanto riportato da Giuseppe Flavio,

"senza indietreggiare di fronte allo spargimento di sangue che poteva rendersi necessario".

Un Dio che pretendeva dai Giudei un comportamento coerente con la Legge degli antichi padri: un comportamento "zelota"... sino al martirio.
Gli Esseni residenti in Palestina, come documentato dai loro manoscritti originali, erano favorevoli alla lotta di liberazione nazionale contro gli oppressori Romani e si attivarono per incitare la popolazione incoraggiandola a combattere e spronandola con le loro profezie, fino al 70 d.C.
Si dichiararono depositari di "Rivelazioni Divine" che garantivano un intervento messianico per "salvare" il popolo eletto annientando i "Kittim", pagani invasori.

Dalla morte di Erode il Grande, il 4 a.C., si susseguirono una serie di rivolte contro il potere romano che si protrassero fino alla guerra santa di liberazione conclusasi nel 70 d.C.: fu una strage. Dopo una simile catastrofe i sacerdoti esseni, fautori del vaticinio che annunciava l'avvento di un "Salvatore" divino in soccorso dei Giudei, per controbattere le accuse mosse contro di loro sulla mancata profezia, causa di tanto sangue versato inutilmente, ribadirono che il "Messia" era effettivamente venuto ma ... gli Ebrei non lo avevano riconosciuto.
Prendendo spunto dall'ancestrale Legge in cui, fra le tante, viene riferita una profezia di Isaia


"Egli (il Messia), dopo essere passato fra gli uomini in maniera così umile e modesta nelle parvenze da non essere rimarcato da alcuno, seguirà i suoi carnefici silenzioso e docile come un agnello"
Ripresa nei Vangeli: "Ecco l'agnello di Dio, colui che toglie il peccato dal mondo".

Immagine
gli Esseni la usarono per giustificarsi nei confronti dei Giudei e individuarono il loro "Messia", agnello di Dio, in un sacerdote di nome Giovanni, figlio primogenito del fariseo rivoluzionario, Giuda detto il Galileo, fondatore, il 6 d.C., della "filosofia" Zelota antiromana, la "quarta filosofia", riferita da Giuseppe Flavio:


"Giuda e Saddoc diedero inizio tra noi a una astrusa filosofia, riempirono il corpo politico di tumulto e vi inserirono i semi di quei torbidi che in seguito lo sopraffecero; e tutto avvenne per la novità di quella filosofia finora sconosciuta. Giuda il Galileo si pose come guida di una quarta filosofia che concorda con tutte le opinioni dei Farisei eccetto che costoro hanno un ardentissimo amore per la libertà, convinti come sono che solo Dio è loro guida e Padrone; ad essi poco importa affrontare forme di morte non comuni..."

Una ideologia che prevedeva l'abolizione della schiavitù e delle caste sacerdotali filo romane. Lo stesso Giuda, dopo la morte di Erode il Grande avvenuta il 4 a.C., attaccò Seffori, la capitale della Galilea, si proclamò Re dei Giudei e sottomise tutta la regione provocando la reazione di Roma che riuscì a riconquistarla grazie all'intervento delle legioni al comando del figlio di di Publio Quintilio Varo, Legato di Cesare Augusto e Governatore di Siria. Giuda il Galileo ebbe cinque figli maschi, i cui nomi corrispondono ai quattro fratelli di "Gesù Cristo" riportati nei Vangeli di Matteo e di Marco, ai quali va aggiunto "Giovanni", come riportato in alcuni Codici: nomi, autenticamente giudaici, uguali a quelli dei figli delle numerose "Marie" riportate nei Vangeli e a quelli di alcuni "Apostoli"... duplicati o triplicati.
Fu la lotta irriducibile contro Roma condotta da questa stirpe di nobili ebrei, discendenti dagli Asmonei e pretendenti al trono dei Giudei, usurpato da Erode e i suoi eredi, a dare origine al "messianismo" del I secolo ... in greco "cristianesimo".

Durante il conflitto avvenuto dal 34 al 37 d.C. fra l'Impero Romano e il Regno dei Parti, Giovanni, nuovo capo degli Zeloti, con i suoi fratelli, prese il potere a Gerusalemme proclamandosi Re dei Giudei ... e il popolo lo riconobbe come "Salvatore" fino a quando i Romani, dopo aver domato la ribellione, lo crocifissero per la Pasqua del 36.
Su quello sfortunato discendente di sangue asmoneo, negli anni successivi alla distruzione di Gerusalemme e del Tempio nel 70 d.C., da parte del figlio di Vespasano, Tito, alcuni sacerdoti Esseni d'Egitto iniziarono a concepire una nuova figura di "Salvatore" (Jeshùa) e "Messia" ebraico, ispirandosi all'astratto "Logos" del filosofo ebreo Filone d'Alessandria, morto nel 45 d.C. Un "Messia"divino non più combattente nazionalista, quindi accettabile dal potere imperiale di Roma e meno pericoloso per la popolazione ebraica della diaspora. Ma non fu così semplice...

La "gnosi" (conoscenza di Dio) degli asceti esseni era portata a idealizzare "Salvatori" divini, non ancora contrastanti con l'antica Legge, diversi tra loro e adatti ad un'esaltazione mistica, ma poco richiesti, perché incompresi, da un popolo bisognoso di "eternità" e di miracoli terapeutici.
In Giudea, intanto, la componente zelotica ebraica, pur sconfitta militarmente e repressa con le persecuzioni, ideologicamente sopravvisse sino a ricostituirsi, condotta dal loro ultimo "Salvatore", Simon bar (figlio di) Kosiba, riconosciuto con il titolo messianico di "bar Kochba" (figlio della Stella), come forza capace, ancora una volta, di affrontare le legioni romane nel 132 d.C., durante l'ultima guerra contro l'Impero Romano sotto Adriano.
Si concluse con un'altra strage: i Giudei, sconfitti nel 135, furono costretti ad abbandonare una Gerusalemme nuovamente distrutta e desolata. Gli Israeliti, dispersi, esuli, si aggregarono alle variegate comunità ebraiche disseminate nell'oriente dell'Impero Romano, sino alla Mesopotamia e ancora più lontano.

Immagine
Fu dopo questa seconda, tragica, sciagura che iniziò a diffondersi, nelle terre dell'ex impero ellenico, una nuova dottrina che, pur rifacendosi all'Antico Testamento giudaico, postulava la "resurrezione" del corpo oltre la morte grazie al sacrificio eucaristico teofagico.
Sino allora i Farisei, gli Esseni e gli Zeloti confidavano solo sull'eternità dell'anima, mentre i Sadducei neanche in quella.
I rituali pagani dei culti misterici di vari semidei "Soteres" (Salvatori), preesistenti al "Cristo Salvatore", prevedevano la "resurrezione" del fedele dopo la morte. Venivano praticati da sacerdoti di provenienza orientale, riservati esclusivamente a privilegiati neofiti benestanti, attraverso liturgie in cui era previsto bere il sangue di un animale sacrificato nel momento in cui il Dio ne prendeva possesso (Hostia) per entrare in comunione con Lui ed acquisire "la grazia" di risorgere dopo morti.

L'innesto del rituale pagano teofagico nella religione giudaica degli "Antichi Padri" dette origine al "Cristianesimo gesuita": Gesù, il Messia, Salvatore di tutti gli uomini era già venuto e si era "sacrificato" per loro. Secondo i suoi insegnamenti, per "salvarsi" dalle pene dell'inferno e risorgere con un corpo perfetto e vivere eternamente nel nuovo Regno dei Cieli bastava adeguarsi ai codici di comportamento dettati dai "ministri" del nuovo Dio, purificarsi, e mangiare una frazione di pane consacrato in cui era (ed è) presente il corpo e il sangue del Messia ebraico "Nostro Signore Gesù Cristo": la "hostia", dal latino, "la vittima sacrificata al Dio pagano"...

Nessuna profezia dell'Antico Testamento prevedeva l'Avvento di un Messia destinato da Dio ad essere sacrificato per poi venire suddiviso in "particole" da dare in pasto ai "Gentili" e farli risorgere dopo morti. Tale escatologia non poté essere concepita inizialmente dagli ebrei Esseni: sarebbe entrata in contrasto con la ancestrale Legge ... e con i loro stessi seguaci.
Si rese necessaria una evoluzione nella dottrina gnostica primitiva essena; un cambiamento, tale, da coinvolgere gli stessi pagani: il cristianesimo paolino. Ovvero la dottrina cristiana pervenuta sino ai nostri giorni. E' per questo che fu creato "San Paolo" dai Padri Fondatori della nuova fede ... o meglio, lo fecero creare dallo stesso "Messia" dopo resuscitato. Su quale "testimonianza storica"? Semplice: da gli "Atti degli Apostoli", e da alcune "lettere" fatte risultare scritte da lui, nonché ... dalla Storia Ecclesiastica dei "Padri Apologisti".

Per capire come uno studioso, oggi, possa giungere a simili conclusioni è necessario leggere i Vangeli e confrontarli alla Storia ... quella vera. Leggere le testimonianze sul Cristianesimo degli scrittori del I e del II secolo, quale potere e funzioni svolsero i cronisti dell'Impero in quell'epoca; compararle con le testimonianze dei Padri Apostolici e Apologisti, della stessa epoca e di quelle successive; confrontarle e verificarne la veridicità dei contenuti sotto il profilo della autenticità e l'esattezza dei dati storici riferiti da Tacito, Giuseppe Flavio, Filone Alessandrino, Plinio il Giovane, Cassio Dione; conoscere la datazione dei manoscritti più antichi per valutare l'effettivo valore della "testimonianza" di una "tradizione" creata a posteriori e accreditata a "Padri" vissuti secoli prima, i manoscritti originali dei quali non esistono più ... distrutti, anziché essere conservati, per eliminare le contraddizioni storiche e teologiche in essi contenute; per nascondere le prove della "costruzione" ed evoluzione della nuova dottrina creata dall'uomo, non da Dio ... per impedire di individuarne gli errori e scoprirne i moventi.

In ultima analisi se, effettivamente, ci fu un "Cristianesimo" e relativi màrtiri, seguaci di un "Gesù Cristo" già venuto nel I secolo ... oppure se quei "cristiani", sottoposti a supplizio, furono solo "messianisti" ebraici in attesa del "Messia" sino allora soltanto profetato ... come attestato dai Rotoli di Qumran.

Le risposte si trovano, tutte, seguendo il percorso storiologico, risultante dalla lettura comparata fra la Storia e le "Sacre Scritture", contenuto nel presente sito web e nel saggio storico: Giovanni il Nazireo, detto "Gesù Cristo", e i suoi fratelli.

Emilio Salsi


Fonte



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 21/05/2016, 15:25 
CHI E' EMILIO SALSI

Emilio Salsi, nato nel 1940, militare di carriera, una volta in quiescenza, per pura curiosità ha scelto di documentarsi sulla storia dell'Impero Romano.
Tito Livio, Tacito, Svetonio, Cassio Dione, diventano le sue letture ma, tranne la paradossale "vampata di cristiani" perseguitati da Nerone, ha rilevato un "buio profondo" nelle vicende del I secolo: mancano testimonianze concrete su "Cristianesimo", Gesù Cristo e Apostoli. Decide di approfondire lo studio. Giuseppe Flavio, Plinio il Giovane, Giustino, Tertulliano, Orìgene, Eusebio di Cesarea... sa che gli scritti e le vite dei loro autori devono essere comparate. Il diritto vigente nell'Impero Romano del I secolo, il potere e la responsabilità degli uomini che ne reggevano le sorti…le testimonianze di Tacito, Svetonio, Plinio il Giovane, funzionari al vertice della gerarchia imperiale, coevi, con diritto di consultare gli "Atti del Senato" e gli archivi storici di Roma, sotto Traiano e Adriano, dovevano essere coerenti fra loro, tuttavia...


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 21/05/2016, 15:31 
IL LIBRO

lib_cover.jpg


In copertina del libro icona del "Concilio di Nicea"

Il concilio di Nicea del 325 d.C. fu voluto, come Pontefice Massimo, dall'Imperatore Costantino per tenere unito l'Impero Romano aggregando le variegate componenti etniche e religiose in un'unica civiltà, identificata in un'unica fede e cultura, valore da difendere, e poter far fronte alla pressione dei barbari che, dai confini, minacciavano la grandezza di Roma.
Il "Cristianesimo" derivò dalla fusione, in un'unica dottrina, di concetti teologici provenienti da filosofie diverse, preesistenti, fra cui i mitologici semidei "Salvatori" pagani e, diversamente dai miti, fu "incarnato" in un uomo, vero, il "Salvatore" universale, unico … ma non fu semplice "conciliare" capi di "ecclesiae", ognuno dei quali dichiarava essere depositario della autentica "Rivelazione" divina, pertanto, nel IV secolo, si rese necessario indire "Concili" su "Concili" per stabilire la "sostanza" del nuovo Dio da far adorare agli uomini.


GIOVANNI IL NAZIREO DETTO "GESÙ CRISTO" E I SUOI FRATELLI

Gesù, Vergine Maria e Apostoli: sono esistiti realmente? La comparazione delle "divine vicende" con la storiografia laica, risponde a questa domanda.
Storia, archeologia, numismatica, ricerca critica su testi evangelici e documenti risalenti a secoli addietro, tuttora conservati nelle Biblioteche, ci permettono di dimostrare l'inesistenza dei personaggi sovrannaturali, Gesù, Madonna e Apostoli… San Paolo compreso.

Oggi possiamo provare la falsificazione della "testimonianza" di Tacito sulla persecuzione dei cristiani da parte di Nerone... come quella di Giuseppe Flavio sul "Testimonium Flavianum" e "Giacomo, fratello di Gesù detto Cristo".

"Le Nascite" di Gesù narrate nei Vangeli sono diverse, essendo inventate, e, ad iniziare dalla datazione, la Storia smentisce chiunque tenti di sanarne i contrasti.

La recensione degli "Atti degli Apostoli", riferita alle vicende dei personaggi reali riportati, fa decadere tale "documento" a un puerile libello colmo di menzogne: uno storico serio non può avallare le "recite" di San Paolo in contrasto con le leggi vigenti nell'Impero Romano del I secolo, al cospetto di Pontefici e funzionari imperiali, veramente esistiti, come Tribuni, Procuratori, Re... e Imperatore.

Grazie ai mascheramenti mal riusciti dei personaggi evangelici, la Storia ci consente di individuare l'identità dei veri protagonisti, rivoluzionari patrioti yahwisti, celata sotto le vesti dei santi attori, "Gesù" e "Apostoli", nel corso dell'evoluzione di una dottrina, inizialmente diversa, durata secoli. Fu la lotta irriducibile contro Roma condotta da una stirpe di Ebrei, discendente dagli Asmonei e pretendente al trono dei Giudei usurpato da Erode e i suoi eredi, a dare origine al "messianismo" del I secolo… in greco "cristianesimo".


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 21/05/2016, 15:35 
Gli Apostoli non sono esistiti

Dopo la morte di Costantino il Grande i Cristiani avviarono una progressiva e sistematica opera di abbattimento di Templi e altari politeisti. Nel 361 d.C., al fine di arrestare il processo persecutorio contro i pagani e le rispettive divinità, appena acclamato Imperatore dai suoi legionari, Flavio Claudio Giuliano, passato alla storia come "l'Apostata", promulgò l"Editto della Tolleranza" sanzionando per legge il rispetto reciproco fra tutti i culti praticati nell'Impero.......


Allegati:
01 - SalsiEmilio - apostoli - ITA.PDF [1.11 MiB]
Scaricato 247 volte
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 21/05/2016, 16:42 
Paolo di Tarso, un super apostolo inventato. Ecco le prove


Allegati:
02 - Paolo di Tarso un super apostolo inventato. Ecco le prove - ITA.PDF [820.49 KiB]
Scaricato 274 volte
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 21/05/2016, 16:49 
L'inesistente apostolo Giacomo detto 'il Minore' o 'il Giusto'

La trasmissione dei testi cristiani patristici antichi - dal Nuovo Testamento alla Historia Ecclesiatica di Eusebio, dalle opere più importanti di Tertulliano e Origene a quelle di molti altri "Padri della Chiesa" - è stata oggetto di studio da parte di filologi classici, paleografi e biblisti.
Di tali opere disponiamo trascrizioni su pergamena e papiro, le più antiche risalenti non prima del Medioevo; esse sono costituite da un corpus di codici manoscritti i cui originali non sono stati conservati gelosamente, come sarebbe stato logico fosse avvenuto data l'estrema importanza storico documentale della dottrina in essi contenuta; al contrario vennero distrutti deliberatamente per cancellare le prove della evoluzione di una nuova religione, in origine totalmente diversa, ad iniziare dai protagonisti teologici esclusivamente giudaici il cui mito si rese necessario modificare nel corso di un progressivo cambiamento durato secoli. La distruzione metodica dei documenti cristiani originali ebbe inizio sin da quando il Cristianesimo giunse al potere e l'Impero Romano era ancora saldo. Era l'epoca dell'Imperatore Costantino il Grande, nel IV secolo, quando, sotto di lui, il potente Vescovo cortigiano, Eusebio di Cesarea, potè accedere agli Archivi Imperiali e visionare i rotoli manoscritti concernenti le cronache di Roma e la sottomessa Giudea nonché i rispettivi protagonisti del primo secolo........



Allegati:
03 - Linesistente apostolo Giacomo detto il Minore o il Giusto - ITA.PDF [881.28 KiB]
Scaricato 206 volte
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 21/05/2016, 16:55 
Dopo Giacomo il Minore svaniscono i suoi finti successori: Simone, Giuda Giusto, ecc.

La fede superstiziosa e profonda, atavica eredità cristiana - instaurata da Teodosio I nel tardo Impero Cattolico Romano, quindi imposta ai popoli sottomessi come religione unica e, nei secoli futuri, diffusa dai clerici sino ai più remoti territori conosciuti - col tempo, gradatamente ma inevitabilmente, sino all'epoca moderna, è stata scalzata dai costumi patrii grazie ad uno spontaneo processo di instaurazione delle discipline scientifiche razionali, tale da coinvolgere la “carta costituzionale” fondamento della sua dottrina: le Sacre Scritture neotestamentarie.

Quando fu creato il mito dell'Avvento del “Salvatore Messia” ebraico (Jeshùa), si originarono variegate sette cristiane primitive ognuna delle quali basata su principi teologici, escatologici e regolamentari diversi, ideati e scritti su “testi sacri” dai rispettivi fondatori, i quali, ovviamente, si dichiaravano “eletti” e depositari della volontà di Dio. Predicavano i loro precetti come Sue rivelazioni promettendo la “Salvezza” e il benessere, anche nell'aldilà, ai propri adepti. Furono i primi “Padri”, portati a idealizzare “Cristi” diversi e, per la loro suprema, peculiare, conoscenza (“Gnosis” dal greco) del “Dio Salvatore”, furono detti “Gnostici”......



Allegati:
04 - Dopo Giacomo il Minore svaniscono i suoi finti successori - ITA.PDF [775.37 KiB]
Scaricato 197 volte
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 22/05/2016, 01:17 
San Giovanni, apostolo irreale testimoniato da fittizi 'Padri'

Il rinomato editore umanista Aldus Pius Manutius (Aldo Manuzio, 1449 - 1515), figura di spicco del Rinascimento italiano, appassionato di studi classici, amico di influenti religiosi e frequentatore di antiche biblioteche, dopo essersi avvalso per anni della collaborazione di esperti ricercatori di manoscritti, indispensabili alla pubblicazione di opere della civiltà greca e latina, nel 1508 stampò una edizione de "L'Epistolario di Plinio il Giovane a Traiano..." (C. Plinii Secundi ... Epistolarum libri Dece...) fra cui, per la prima volta, il carteggio indirizzato all'Imperatore quando il patrizio governava la Bitinia in qualità di Proconsole.
In una di queste lettere, indirizzata a Traiano il 112 d.C., il Senatore pagano denunciò la presenza, copiosa e anomala, di una setta di Cristiani entro quella lontana Provincia romana......



Allegati:
05 - San Giovanni, apostolo irreale testimoniato da fittizi Padri - ITA.PDF [897.58 KiB]
Scaricato 209 volte
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 22/05/2016, 01:19 
I falsi 'Testimonium Flavianum'

Nel corso delle analisi effettuate ci siamo richiamati più volte al "Testimonium Flavianum" in maniera nettamente critica, in particolare nel terzo e quarto studio, quando abbiamo trattato il falso martirio di un inesistente apostolo chiamato "Giacomo il Minore".
E' nostro dovere, ora, affrontare l'argomento per spiegare effettivamente di cosa si tratta e sottoporre ai lettori le motivazioni che ci hanno indotto ad esternare un giudizio così drastico su un breve passo che gli opinionisti chiesastici spirituali intendono abilitare come storia......



Allegati:
06 - I falsi Testimonium Flavianum - ITA.PDF [819.19 KiB]
Scaricato 195 volte
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 22/05/2016, 01:24 
La descrizione di Nazaret nei vangeli non corrisponde alla città attuale, ma a Gàmala, roccaforte dei discendenti Asmonei


Nazareth – Gàmala (Γάμαλα)

Dalla comparazione dei personaggi evidenziati da san Luca, attraverso il discorso di Gamalièle, con quelli riferiti da Giuseppe Flavio in Antichità XX 97/102, si è dimostrato nel I studio che “Theudas” non era un nome di persona ma un attributo religioso nazionalista, “Luce di Dio” (Uriel in ebraico), che si conferì un sedicente Profeta, famoso tra i Giudei subito dopo la morte di Cristo. Ne consegue che la notizia, passata ai posteri dallo storico, è stata censurata nel nome, nel patronimico e nel movente allo scopo di impedire l’identificazione con l’Apostolo “Thaddaeus o Taddaios”, chiamato da Luca “Giuda”, e lui stesso dichiaratosi "fratello di Giacomo" nella propria "Lettera di Giuda" (1,1)......


Allegati:
07 - La descrizione di Nazaret nei vangeli non corrisponde - ITA.PDF [1.19 MiB]
Scaricato 204 volte
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 22/05/2016, 01:29 
La grande menzogna evangelica: Gesù e apostoli non conoscono la loro patria

Tramite le analisi pubblicate, abbiamo più volte dichiarato che gli scribi cristiani, redattori dei vangeli, non erano di provenienza giudaica né mai si preoccuparono di verificare se le località, città, edifici di culto, richiamate nelle loro scritture, esistevano veramente nel I secolo: l'epoca del ministero di Cristo e degli apostoli. Un dato di fatto che abbiamo già verificato con il precedente studio sulla città di Nazaret, la quale, stando alla descrizione dei vangeli, era "situata sul ciglio del monte" (Lc 4,29) e ad est del lago di Tiberiade, viceversa la Nazaret odierna è adagiata in una valle ad ovest del lago......


Allegati:
08 - La grande menzogna evangelica - ITA.PDF [913.3 KiB]
Scaricato 197 volte
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 22/05/2016, 01:33 
Yeshùa Giovanni e gli Zeloti di Gàmala redenti dal Cristianesimo dei Gentili

Tramite gli studi condotti sinora, abbiamo provato che gli “Apostoli”, uno dopo l’altro, vengono eliminati dalla verifica critica storiologica. Le stesse analisi ci hanno consentito di scoprire brani spuri e simulazioni apportate dagli scribi cristiani, durante la secolare evoluzione della dottrina, sia nei sacri testi che in quelli storici.
Manomissioni, ancora in atto, intese ad impedire il riconoscimento dei veri protagonisti, capi del movimento zelota di liberazione nazionale giudeo, celati dietro la straordinaria veste “apostolica” che li raffigurò miti come agnelli, predicatori di pace e giustizia in terra, e la promessa della vita eterna nell'aldilà........



Allegati:
09 - Yeshua Giovanni e gli Zeloti di Gamala - ITA.PDF [848.62 KiB]
Scaricato 216 volte
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 22/05/2016, 01:41 
Una grave carestia indusse Yeshùa a proclamarsi Re dei Giudei

Sin dal IV secolo, epoca in cui vennero stilati gli "Atti degli Apostoli" nei rispettivi codici biblici (come il "Codex Sinaiticus" ed il "Codex Vaticanus"), gli storici dei Cristiani giunti al potere - grazie alla lettura dei rotoli del I secolo conservati nella biblioteca imperiale con le opere dello storico Giuseppe Flavio - conoscevano il problema rappresentato da una funesta carestia che imperversò in Giudea dal 34 al 36 d.C. durante l'impero di Tiberio, non sotto Claudio.......


Allegati:
10 - Una grave carestia indusse Yeshua a proclamarsi Re dei Giudei - Vs. 2.1 - ITA.pdf [975.02 KiB]
Scaricato 171 volte


Ultima modifica di zakmck il 09/03/2017, 17:45, modificato 3 volte in totale.
Nuova versione del pdf per aggiunta terza parte - ulteriori aggiornamenti al 09/03/2017
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: EMILIO SALSI PDF
MessaggioInviato: 22/05/2016, 14:54 
Due finte natività di Gesù per una 'immacolata concezione'

Appena salito sul trono pontificio, nel 1978, Papa Karol Wojtyla, beatificato come “Giovanni Paolo II il Grande”, attuò una moderna forma di “apostolato” d'avanguardia collocando nelle principali reti televisive conduttori selezionati fra credenti di provata fede, al fine, dimostratosi poi illusorio, di restaurare una credibilità verso la religione cristiana messa alle corde dal movimento di contestazione giovanile degli anni ’60 e ’70.

Fu propiziata una modalità di indottrinamento ad "alta tecnologia" che si avvalse di Madonne piangenti, imbrattate con “dolorose lacrime di sangue”; oppure quella della “Vergine Maria”, vista, in esclusiva, da sei visionari di Medjugorie; o dell’ambiguo “terzo segreto di Fatima”, altra Madonna che, secondo quanto da lui stesso affermato, avrebbe deviato il proiettile indirizzato al cuore di Karol il Grande dall’attentatore turco Ali Agca, ultimo sedicente “Messia”; senza contare la beatificazione di oltre 1300 nuovi Santi e, dulcis in fundo, la creazione dell’ultima divinità, incarnata in “Padre Pio”, da far adorare ai credenti dolciotti.......



Allegati:
11 - Due finte nativita - ITA.PDF [821.35 KiB]
Scaricato 217 volte
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 15/11/2019, 19:08
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org