Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 815 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52 ... 55  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 08/03/2019, 11:08 
Sono farabutti come tanti non Ministri di Dio ... (Ma tu non ne conosci di quelli santi)


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9282
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 08/03/2019, 11:58 
Cita:
Nei giorni scorsi ha continuato a ripetere di non avere idea di cosa potesse essere giudicato colpevole. Il sacerdote Preynat è accusato di aver abusato di un gruppo scout tra il 1986 e il 1996 e il cardinale avrebbe saputo. La sentenza, che si è aperto ai primi di gennaio, era attesissima. Un caso così sentito da aver spinto il regista francese François Ozon a farne un film





Immagine









Francois Ozon:

pedofilia e omertà nella Chiesa cattolica




BERLINO - La parola che libera. E' il tema di fondo del nuovo film di Francois Ozon (Doppio amore, Frantz, 8 donne e un mistero) in concorso alla Berlinale (è la sua quinta volta in questo festival). Grace à Dieu, questo il titolo nettamente sarcastico, è un film abbastanza anomalo nella filmografia del regista francese, anche perché ispirato a un fatto di cronaca, l'inchiesta sul prete pedofilo Bernard Preynat - il dibattimento è ancora in corso, la sentenza è attesa entro l'anno - accusato di aver abusato di una settantina di boy scout nell'omertà e nel silenzio delle alte sfere religiose che, pur sapendo da tempo, non hanno mai sospeso il sacerdote che ha continuato a occuparsi di minorenni e a dire messa.

Il film, che ha una struttura in qualche modo tripartita, si concentra su tre casi in un crescendo di pathos e partecipazione: quello di Alexandre (Melvil Poupaud), un alto borghese ultracattolico che è il primo a denunciare, ma lo fa rivolgendosi soltanto alle autorità ecclesiastiche;

Francois (Denis Ménochet), ateo dichiarato che sporge denuncia e alimenta il caso anche sui media; Emmanuel (Swann Arlaud), ragazzo fragile che porta conseguenze indelebili delle molestie subìte. Ognuno di loro ha accanto un tessuto familiare a volte in grado di sostenere la sua difficile battaglia per la verità, altre volte ostile. E questa dialettica privata viene restituita da Grace à Dieu con molta verità e attenzione perché l'intento di denuncia è sempre perfettamente bilanciato con lo scavo del vissuto dei personaggi.

Ozon, che ha incontrato i membri dell'associazione delle vittime La Parole Libérée per scrivere la sceneggiatura, non ritiene che il film avrà un impatto diretto sul processo. "Tutto ciò che raccontiamo è già apparso sui giornali francesi, non ci sono rivelazioni. Penso che il nostro sistema giudiziario sia abbastanza solido da sostenere l'impatto di una pellicola", dice in conferenza stampa.

In attesa della proiezione di lunedì 11 febbraio a Lione, la città dove si sono svolti i fatti, Ozon ammette tuttavia di aver subìto pressioni per fermare l'uscita nelle sale. "Molti di coloro che ci attaccano, non hanno visto il film, quindi lo fanno per partito preso". E aggiunge: "Le riprese, a parte alcuni esterni, sono avvenute in Belgio e Lussemburgo, proprio per evitare pressioni e censure da parte di una città estremamente cattolica".


Del resto, non sono mancate le difficoltà nel trovare finanziamenti, ad esempio Canal plus si è tirata indietro e il film aveva inizialmente.un "falso titolo" per sviare l'attenzione. Recentemente gli avvocati di Preynat e di Régine Maire, che si era occupata degli abusi per conto della diocesi e che è accusata insieme al cardinal Barbarin di non aver denunciato all'autorità giudiziaria, hanno querelato la produzione chiedendo di non usare i nomi dei loro assistiti e minacciando di bloccare l'uscita.

Ozon ha raccontato di essere partito dal desiderio di fare un film sui sentimenti e le emozioni di alcuni personaggi maschili dopo aver a lungo raccontato l'animo femminile. "Quando mi sono imbattuto nel sito delle vittime, La Parole Libérée, mi ha toccato molto e ho capito di aver trovato l'argomento giusto". Spiega di aver cercato il punto di vista umano, piuttosto che quello giudiziario: "La pedofila riguarda tanti ambiti della società, lo sport, le parrocchie ma anche la famiglia, anzi soprattutto la famiglia".

A proposito della scelta di passare da un personaggio all'altro, spiega: "E' andata proprio così. Alexandre ha veramente iniziato da solo a denunciare, poi c'è stato un commissario di polizia che ha dato il via a un'inchiesta e poi si sono aggiunte le varie testimonianze. Una sorta di passaggio del testimone tra i vari protagonisti".

Ad agevolare il lavoro preparatorio d'inchiesta è stata proprio la scelta di un film di finzione: "Sia le vittime che i parenti erano stati intervistati decine di volte dalle tv, ma si sono fidati e aperti di più sapendo che si trattava di una storia di finzione e non di un documentario". E ancora: "Non lo considero un film politico, ma piuttosto civile. Spero che aprirà il dibattito anche nella Chiesa, che romperà il silenzio".

Grace à Dieu più volte chiama in causa le posizioni nette di Papa Francesco (decisive le sue dichiarazioni pubbliche nel convincere Alexandre ad aprire il caso dopo oltre trent'anni), ma il punto di vista è sostanzialmente laico e non manca una drammatica battuta sull'esistenza di Dio che sembra destinata a sparire sullo sfondo nonostante i costanti inviti dei prelati alla preghiera e al perdono. Anche se Ozon dice di non voler mettere in discussione la fede ma solo l'istituzione ecclesiastica, è difficile credergli fino in fondo.

Venduto in tantissimi territori (in Italia l'ha acquisito Academy Two), Grace à Dieu rilancia anche il discorso sui tempi di prescrizione dei reati sessuali (una delle richieste più pressanti del movimento #MeToo): "Per le vittime di abusi è molto difficile parlare, spesso lo fanno solo dopo essersi realizzate nella vita familiare e lavorativa. Vent'anni sono troppo pochi, adesso il limite è salito a 30, grazie a questa inchiesta, ed è un passo avanti".



https://news.cinecitta.com/IT/it-it/new ... olica.aspx





RECENSIONE


https://www.cinematografo.it/recensioni/grace-a-dieu/



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 08/03/2019, 14:18 
Perché ti interessi SOLO della Chiesa? [:291] Logico: perché la odi da sempre ... [:298]


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9282
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 08/03/2019, 21:25 
Ufologo 555 ha scritto:
Perché ti interessi SOLO della Chiesa? [:291] Logico: perché la odi da sempre ... [:298]


Santa Romana è infestata da ladri, pedofili , e sodomiti ipocriti .

80%



zio ot [:305]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18175
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 09/03/2019, 13:24 
Perché dici infestata? Secondo me è proprio il genere di persone giuste per gestirla, vedendo il capo a cui si ispirano tra l'altro.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9282
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 11/03/2019, 08:42 
Ufologo 555 ha scritto:
Perché ti interessi SOLO della Chiesa? [:291] Logico: perché la odi da sempre ... [:298]



NO , è perche , purtroppo, ce l' abbiamo in casa .








Immagine


Leggilo , caro u , vedrai che la situazione è molto , molto peggio di ogni immaginazione

e totalmente irrecuperabile , santa romana è un carcinoma da asportare dallo stato laico italiano


leggete qui :

https://www.marcotosatti.com/2019/02/17 ... mccarrick/



Sodoma, il libro di Frederic Martel di cui abbiamo trattato nei giorni scorsi, riserva una notizia clamorosa.

Secondo l’autore, nella versione inglese del testo, e di offriamo qui una nostra traduzione, papa Bergoglio fu realmente informato dall’arcivescovo Carlo Maria Viganò dei trascorsi di predazione verso seminaristi e giovani preti, non considerò il fatto importante.

E di conseguenza non solo lo sollevò dalle restrizioni che Benedetto XVI gli aveva imposto (la cui esistenza è stata confermata, oltre che da Viganò, dal cardinale Marc Ouellet) ma lo utilizzò sia come consigliere per le nomine negli Stati Uniti (la promozione di Kevin Farrell a Camerlengo e affidare a Blase Cupich l’organizzazione del summit sugli abusi a minori ne sono le ultima conferme, se mai ce ne fosse stato bisogno) e lo ha utilizzato come suo inviato personale sia negli Stati Uniti (con Obama) che all’estero in Cina, Armenia, Iran e Cuba.

Si tratta a nostro avviso, di un caso di “fuoco amico” straordinariamente interessante; anche perché se c’è qualcuno di cui Frederic Martel parla bene, quando non entusiasticamente, nella sua lunga opera, è proprio papa Bergoglio. Martel, come sappiamo, è stato aiutato e ospitato in Vaticano, per svolgere il suo compito.


In un’intervista televisiva ha accennato ad almeno quattro alti prelati vicini al Pontefice che lo hanno favorito e incoraggiato. Ha detto di avere incontrato più volte il Direttore della Civiltà Cattolica, Antonio Spadaro sj; nel libro c’è un’intervista a Spadaro, e un’intervista al cardinale Lorenzo Baldisseri, il grande regista dei Sinodi (più o meno taroccati) sulla famiglia e sui giovani. Cioè un famiglio del Pontefice, un suo uomo di fiducia. Quindi dobbiamo credere a Martel, in particolare perché mette fra virgolette la frase centrale. Ecco il piccolo brano che abbiamo tradotto:

<…cardinali e vescovi della Curia romana e dell’episcopato americano che, secondo lui, presero parte in questa enorme copertura: è una lista senza fine di nomi di prelati, fra i più importanti in Vaticano, che furono così “outed” (fecero outing), giusto o sbagliato che fosse. (Quando il papa respinse le accuse, il suo entourage mi ha indicato che Francesco ‘fu inizialmente informato da Viganò che il cardinale McCarrick aveva avuto relazioni omosessuali con seminaristi non minori, ma che questo non era abbastanza ai suoi occhi per condannarlo’)>.

Se Martel scrive il vero – e non c’è motivo di credere il contrario, visto che non è certamente un conservatore omofobo fariseo moralizzatore e ipocrita – si impongono alcune considerazioni.

La prima: anche se i seminaristi non erano minori di età, se un persona gerarchicamente in posizione elevata, e che può decidere del destino di un suo sottoposto, lo molesta sessualmente, non si tratta più di sesso fra adulti consenzienti: c’è una forma di violenza. Adesso sappiamo che al Pontefice questa circostanza non sembra importante. O perlomeno, non così importante da non favorire e usare il molestatore fino a quando questo legame non diventa troppo imbarazzante, e allora lo si sacrifica all’opinione pubblica.

Secondo: sono mesi e mesi che si attende una risposta: Viganò ha mentito o no? Sembra che secondo Martel, e secondo l’entourage del Pontefice – che abbia detto la verità.

Allora perché non ammetterlo? Perché non dire, da uomo e da cristiano, “è vero sono stato avvisato, ma ho pensato che non fosse così grave. Ho sbagliato nel mio giudizio, perdonatemi”?.

Un comportamento del genere avrebbe un effetto ben diverso dalle reazioni scomposte con cui gli uomini di mano e di penna del Pontefice, coadiuvati da mass media compiacenti, si sono scatenati nell’aggressione della persona di Viganò, cercando di far risalire le responsabilità dell’ascesa e della gloria di McCarrick a papi precedenti, cercando di negare che Benedetto XVI avesse imposto le restrizioni che si potevano imporre allo stato dei fatti, e che queste restrizioni erano di fatto state annullate da papa Bergoglio. Non dimentichiamoci che il Nunzio Viganò scrisse al card. Parolin, Segretario di Stato, una lettera in cui chiedeva se le sanzioni contro McCarrick dovessero considerarsi abolite. Senza ricevere mai risposta…

Un’ultima considerazione riguarda il cinismo sottinteso alla reazione del Pontefice.

Per alleggerire un tema drammatico, chi ha la mia età si ricorda dei cortei degli anni ’70. Parafrasando uno slogan di allora possiamo dire: “È il Papa – che lo ha insegnato – molestare un prete – non è reato (o peccato, se siete rigidi e farisaici)”.



zio ot [:305]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9282
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 11/03/2019, 09:13 
repertorio






"Abusavamo dei bambini sordi, eravamo almeno in dieci":

la confessione del prete dell'Istituto Provolo




https://youmedia.fanpage.it/video/aa/WKb3lOSw7jG47GqS


una cloaca mostruosa chiamata chiesa romana ....


https://laici.forumcommunity.net/?t=23784413&st=45





[:186]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 11/03/2019, 12:47 
No, UNA CLOACA nell'interno della Chiesa! E' diverso caro amico.


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9282
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 11/03/2019, 15:10 
Ufologo 555 ha scritto:
No, UNA CLOACA nell'interno della Chiesa! E' diverso caro amico.


80 %


zio ot [:305]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 11/03/2019, 19:37 
Appunto! "Rimarrà un piccolo gregge sotto un unico Pastore ..."

Non occorri tu, barionu. Sapevo queste cosa già da ragazzino ....
Chi frequenta la Chiesa ne è al corrente (non c'è bisogno di leggere Ufoforum ma ... ben Altro!) [:305]


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4384
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 13/03/2019, 13:25 
Pedofilia, il cardinale George Pell condannato a 6 anni: “Abusi umilianti”. Una macchia sul pontificato di Bergoglio


Immagine


______________________________________________
Mai prima d’ora un capo dicastero della Curia romana era stato condannato per abusi sessuali su minori. L'uomo chiamato a Roma da Papa Francesco ha presentato appello. Il giudice: "La sua condotta permeata di una sconcertante arroganza". Da Lione al Cile, la sua vicenda non è l'unica che sta scuotendo la Chiesa cattolica
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯



¯
Il cardinale George Pell è stato condannato a sei anni di carcere per pedofilia. Nel giorno in cui ricorre il sesto anniversario di pontificato di Papa Francesco, il tribunale australiano ha pronunciato la sentenza nei confronti dell’ex prefetto della Segreteria per l’economia della Santa Sede. Il cardinale è stato ritenuto colpevole di abusi sessuali su due ragazzi, all’epoca di 12 e 13 anni, del coro della cattedrale di Saint Patrick a Melbourne commessi nel 1996, quando era vescovo ausiliare dell’arcidiocesi. Pell, attualmente elettore in un eventuale conclave, è il più alto in grado nella Chiesa cattolica giudicato colpevole di pedofilia. Mai prima d’ora, infatti, un capo dicastero della Curia romana, seppure in congedo per potersi difendere nel processo, era stato condannato per abusi sessuali su minori.

Tra l’altro, fino all’ottobre 2018 Pell ha fatto anche parte del Consiglio di cardinali che aiuta Bergoglio nella riforma della Curia romana. Una nomina che il Papa aveva fatto appena un mese dopo la sua elezione al pontificato, chiamando poi Pell a Roma per affidargli il prestigioso incarico di prefetto della Segreteria per l’economia. La condanna arriva poche settimane dopo il summit sulla pedofilia voluto da Bergoglio in Vaticano e al quale hanno partecipato tutti i presidenti delle Conferenze episcopali.

Il porporato, attualmente detenuto nell’Assessment Prison di Melbourne, dovrà scontare almeno tre anni e otto mesi prima di poter chiedere un’eventuale libertà condizionale. “La sua condotta per crimini efferati – ha affermato nella sentenza il giudice della contea di Victoria, Peter Kidd – è stata permeata di una sconcertante arroganza. Considero la colpevolezza morale in entrambi i casi molto alta. Gli atti erano sessualmente evidenti, entrambe le vittime erano visibilmente e udibilmente angosciate durate le molestie. Vi è stato un ulteriore livello di umiliazione che ciascuna delle due vittime deve aver provato nel sapere che l’abuso avveniva in presenza altrui”.

Pell ha presentato appello e il nuovo processo inizierà a giugno 2019. Intanto il Vaticano ha già annunciato che “dopo la sentenza di condanna di primo grado nei confronti del cardinale Pell, la Congregazione per la dottrina della fede si occuperà ora del caso nei modi e con i tempi stabiliti dalla normativa canonica”. Un procedimento simile a quanto avvenuto recentemente con l’ex cardinale di Washington, Theodore Edgar McCarrick, ridotto allo stato laicale dal Papa dopo essere stato condannato dall’ex Sant’Uffizio per “sollecitazione in confessione e violazioni del sesto comandamento del decalogo con minori e adulti, con l’aggravante dell’abuso di potere”.

La parabola di Pell si conclude, dunque, nel modo peggiore possibile con una macchia sul pontificato di Francesco. Già al suo arrivo nella Curia romana, il ranger, come lo aveva ribattezzato Bergoglio per i suoi modi decisi, era stato al centro di numerose polemiche. Pell fece spendere alla Santa Sede per la sua vita a dir poco lussuosa mezzo milione di euro in soli sei mesi. A lui il Papa aveva affidato la regia di tutte le riforme finanziarie del pontificato. Incriminato per pedofilia nel suo paese a metà del 2017, Pell aveva subito rassegnato le dimissioni. Ma Francesco le aveva respinte decidendo di congedare il porporato dai suoi incarichi in Vaticano affinché potesse tornare in Australia e farsi processare.

Una nomina, quella di Pell nella Curia romana, che fin da subito aveva destato molto scalpore anche per un altro motivo. Nel 2010, infatti, Benedetto XVI aveva pensato proprio all’allora arcivescovo di Sydney per sostituire il cardinale Giovanni Battista Re nel ruolo di prefetto della Congregazione per i vescovi. Ma lo scandalo della pedofilia per Pell era già alle porte e i consiglieri di Ratzinger riuscirono a scoraggiare il Papa tedesco a procedere a questa nomina. All’epoca il sospetto era che il cardinale avesse coperto gli abusi di alcuni preti australiani. Mai che avesse commesso lui stesso reati di pedofilia.

Le vicende di McCarrick e Pell non solo le uniche che stanno scuotendo la Chiesa cattolica in queste settimane in merito agli abusi sessuali su minori. Il cardinale Philippe Barbarin è stato condannato dal tribunale di Lione a sei mesi con la condizionale per mancata denuncia di abusi sessuali su minori perpetrati, negli anni 70 e 80 durante i campi scout, da padre Bernard Preynat. Il 18 marzo 2019 il porporato sarà ricevuto dal Papa al quale presenterà le sue dimissioni da arcivescovo di Lione. Scenario simile a quello che sta avvenendo in Cile dove il cardinale di Santiago, Ricardo Ezzati Andrello, è stato citato in giudizio per 530mila dollari. Il porporato è accusato di aver coperto le violenze sessuali di un prete, padre Tito Rivera, ai danni di un 40enne. Proprio in Cile, Bergoglio ha dovuto azzerare l’episcopato a causa della pedofilia, rimuovendo diversi vescovi. E non è escluso che in futuro lo scandalo degli abusi possa travolgere altri cardinali.
_



Fonte



Da oggi, i sermóni dalla gabbia.

Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 13/03/2019, 13:35 
L'importante che si siano decisi a ripulire la fogna! [^]
Noi fedeli siamo più contenti di voi .........


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Non connesso


Messaggi: 4257
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 13/03/2019, 14:56 
Ufologo 555 ha scritto:
L'importante che si siano decisi a ripulire la fogna! [^]
Noi fedeli siamo più contenti di voi .........

[:264] [:264] [:264] [:264]
Meglio, così non mi potranno più dire, tanto facilmente, che parlo da scomunicando. [;)]



_________________

“Non discutere MAI con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza.”(di Arthur Bloch)

Il cattivo qualche volta può anche recedere dalla sua cattiveria, MA l'imbecille non cessa mai di essere tale!

Niente è dannoso per una nazione come il fatto che i furbi passino per intelligenti. (Francis Bacon)
):•
Verba volant scripta manent! (Anche l'IP)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9282
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 13/03/2019, 19:00 
Ufologo 555 ha scritto:
L'importante che si siano decisi a ripulire la fogna! [^]
Noi fedeli siamo più contenti di voi .........


ovvero i chierici emigrano in toto su plutone ?

6 anni ..... la chiave da buttare e stop ...

zio ot [:305]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: VATICANO. CELIBATO DEI PRETI E PEDOFILIA
MessaggioInviato: 13/03/2019, 19:58 
Concordo, e in pieno! Anch'io lo dico sempre a mia moglie! Galera a vita!
Più le persone dovrebbero essere affidabili, più dovrebbero essere PUNITE se sbagliano! [:(!]
(Comunque, di LA' hanno già il "posto" prenotato ....)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 815 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52 ... 55  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 13/11/2019, 01:16
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org