Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Lo Storico dai mille nomiLo Storico dai mille nomi

Non connesso


Messaggi: 14557
Iscritto il: 01/10/2009, 21:02
Località:
 Oggetto del messaggio: Attenti ai demoni
MessaggioInviato: 24/11/2019, 11:15 
ATTENTI AI DEMONI

Negli ultimi anni c’è stato molto interesse verso esorcismi, comunicazioni con i demoni e la vita oltre la morte. Sembra che le possessioni siano in aumento. In aprile, la Chiesa Cattolica ha organizzato un workshop sull’esorcismo per i suoi preti e anche alcuni professionisti sono entrati nella mischia, come il noto psichiatra Richard Gallagher, secondo il quale: «La possessione demoniaca è reale e le vittime che cercano un esorcismo non dovrebbero essere ignorate». Sembrerebbe dunque che la battaglia tra bene e male continui nei tempi moderni e molti sono impreparati. Dall’andare in una casa infestata e usare la tavola Ouija, a comunicare con chi “sta dall’altra parte”, i ricercatori del paranormale e gli operatori spirituali affrontano una varietà di pericoli nascosti. La proliferazione di libri, film e programmi televisivi su medium e paranormale ha portato a un boom di persone che sostengono di essere esperte, nonostante la maggior parte siano indifese e vulnerabili come coloro che cercano di aiutare. Per discutere questo importante argomento abbiamo contattato il noto scrittore e operatore Jock Brocas, che ha appena pubblicato un libro, Deadly Departed: The Do’s Don’ts and Dangers of Afterlife Communication, che sta facendo molta sensazione, non solo nella comunità paranormale ma anche tra studiosi, parapsicologi e medium professionisti.

Raccontaci un po’ di te.

Non c’è molto da dire. Sono una persona normale con una vita variegata. Ho passato la mia giovinezza alla ricerca di conoscenza spirituale e mentre gli altri facevano festa e si davano all’avventura all’aperto, io preferivo passare il tempo coi monaci e le monache nelle comunità religiose. Mio zio era un monaco e io ero affascinato, oltre che desideroso, di servire Dio. Il modo più facile per farlo a cui riuscivo a pensare era farmi prete e servire nella stessa comunità religiosa. Ma non era destino. Mi venne rifiutato l’accesso a studi ulteriori e la cosa mi scioccò. Inoltre, mettevo sempre in discussione quello che imparavo lì a causa di latenti esperienze spirituali che vivevo regolarmente. In seguito entrai nell’esercito per servire la regina e il paese. Nelle strutture militari ho visto una buona quantità di eventi paranormali, ma non sono cose di cui si può parlare e quindi si tende a tenerle per sé. Tuttavia, il desiderio di crescita spirituale non mi aveva abbandonato e spesso proseguivo i miei studi spirituali in privato, cercando l’illuminazione dove potevo. Sono una persona profondamente motivata e compassionevole, come molti potranno confermare e cerco di vivere la mia vita secondo le mie tre regole di amore, perdono e compassione.

I demoni sono reali?

Be’, lascia che ti chieda una cosa: l’aria che respiri è reale? Anche se non la puoi vedere, sai che lo è perché senza di essa non vivresti. Se cadi, significa che la gravità è una falsa percezione? Troppo di quello che ci viene detto essere vero o falso è basato sulla percezione degli altri e sul fatto che ci crediamo o meno, ma questo non significa che sia così. Secondo la mia esperienza, sì, credo che i demoni siano reali come la gravità, e forse questa analogia ha un qualche tipo di relazione. La questione qui è che siamo tutti pronti a etichettare qualcosa troppo velocemente da non capire e non voler ammettere il fatto che un’intelligenza che può sembrare maligna sia più intelligente e astuta di noi. Indipendentemente da come la etichettiamo, la sua realtà è irrefutabile dall’alba dei tempi. Che li chiamiate “demoni”, “spiriti maligni” o altro, credo che la cosa importante sia comprendere che una forza maligna intelligente è al lavoro e si deve affrontarla: l’esistenza dei demoni si trova in tutti i sistemi di credenze e nei testi religiosi, in una forma o in un’altra.

Fino a che punto sono pericolosi?

Credo siano molto pericolosi, soprattutto per gli ignoranti e i curiosi che indagano nella vita oltre la morte con poca esperienza e diventano “esperti”. A differenza di alcuni medici e religiosi, i demoni non vanno in giro, pronti a saltare addosso a chiunque, e sono più probabili le ossessioni spiritiche che non le possessioni demoniache. Il termine “demone” va di moda e sfortunatamente viene sempre più abusato. Dall’altro lato, ci sono professionisti del settore medico che collocano troppo velocemente un’esperienza potenzialmente negativa nella mente tra le ossessioni spiritiche. È argomento di contesa e, prima di scavare nell’ignoto, si devono cercare risposte mediche, scientifiche e personali.

Credi che i problemi legati all’occulto e il paranormale stiano aumentando?

Sì, assolutamente, e ripeterò ciò che ho detto prima. Forse una delle questioni principali è che le persone credono di poter sfidare una forza che è invisibile e molto più intelligente. Più gente fuorvieremo, scavando nel regno dell’invisibile, più aumenteranno le possibilità per i maligni dall’altra parte di manifestarsi nella vita o nella casa di qualcuno. Recentemente ho letto di un professionista nel campo medico che ha immediatamente etichettato come posseduta una persona a causa del suo comportamento. Questa, naturalmente, diventa una questione intrinseca e si ha bisogno del vero discernimento di un medium per discernere. Deve esserci una qualche forma di prova accettata che riveli se il medium stia ricevendo le giuste informazioni, per poter fare distinzioni e agire in modo appropriato. La mente è un placebo potente ed è facile dire che una persona soffre a causa di quella che sembra vera medianità, ma che potrebbe ugualmente essere una falsa percezione o dei preconcetti egoici.

Quali sono i pericoli per i medium e chi sviluppa la medianità?

Il problema è che per molti anni – soprattutto nell’ambito dello spiritismo – abbiamo sofferto di due squilibri. Uno è quello che io definisco “effetto struzzo” e l’altro è la sindrome da borsa Gucci, che è ciò di cui parlo nel mio nuovo libro. Il primo è la negazione di qualsiasi cosa sia maligna. Medium che negano l’esistenza di forze maligne come gli esseri demoniaci, guardando il mondo dello spirito attraverso occhiali a tinte rosa attraverso cui noi tutti, di tanto in tanto, guardiamo. L’altra è la persona curiosa e ignorante che comincia a dilettarsi per alimentare il proprio ego. Gli esseri maligni esistono e sono sempre alla ricerca di un modo per entrare e distruggere l’essenza divina. Un semplice spirito che non è di natura demoniaca può causare altrettanto scompiglio in una persona debole e anche chi segue una pratica spirituale sbilanciata è gioco facile. Per quanto riguarda i pericoli di sviluppare poteri medianici, c’è il problema che un medium possa venire ingannato a causa del suo desiderio di comunicazione, senza aver sviluppato abbastanza discernimento per distinguere tra energia benigna e maligna. Gran parte degli spiriti dell’altro lato possono darti ciò che vuoi in modo da essere invitati. L’altro pericolo è la mancanza di esperienza e conoscenza per gestire i problemi che potrebbero sorgere. I medium si cullano spesso in un falso senso di sicurezza credendo che una preghiera di protezione e l’immagine medianica di una luce bianca siano sufficiente, ma non è così e la mente deve poter diventare, a seconda delle situazioni, un’arma o uno scudo. Le grandi battaglie del bene e del male vengono combattute e vinte nella mente e credo che molti psicologi si troverebbero d’accordo.

Tu però hai una vera esperienza nell’affrontare oppressione e possessione demoniaca. Raccontaci di questa parte del tuo lavoro.

Non è qualcosa che ho chiesto, non ho mai avuto intenzione di occuparmi di questi casi o di questo genere di problema di cui soffrono alcune persone. Mi è sembrato di essere stato scelto dallo spirito per servire e più lo combattevo più venivo spinto in quella direzione. Mia moglie Joanne è in grado di curare gli squilibri dello spirito grazie alle sue capacità di guarigione, ma io mi occupo dei casi più gravi, il che ci rende una coppia formidabile. È un aspetto molto importante del mio lavoro, ma raramente uso strumenti e tecnologia moderna. Miservo di ciò che lo spirito mi ha donato, incluso il discernimento e le mie facoltà medianiche, sulle quali lavoro di continuo, e la capacità di usare l’energia divina attorno e dentro di me. Cerco sempre l’aiuto di persone a cui potermi rivolgere, ma sono difficili da trovare. Inoltre preferisco un approccio scientifico e quasi scettico per ogni caso. Buona parte dei casi in cui mi imbatto hanno delle spiegazioni mediche o scientifiche, ma non tutti. Quando tutte queste spiegazioni vengono esaminate e scartate, e tutte le spiegazioni terrene sono esaurite, si deve considerare soluzioni e interventi divini, e serve una seria preparazione.

Lavori con dei team di indagini paranormali?

Molti team paranormali esagerano le loro indagini, creano problemi e amano pubblicizzare questi servizi per guadagno o notorietà. Preferisco scegliere i mie colleghi attentamente e ponderatamente. Per ogni migliaio di persone o di investigatori che dichiarano casi demoniaci, sarai fortunato se di questi saranno davvero diabolici l’1.5%. Preferisco lavorare con la scienza e lo spirito insieme per assicurarmi un risultato affidabile. Ti dirò questo: non sono un esorcista, il mio lavoro è privato, assolutamente confidenziale e non lo uso a fini sensazionalistici. La mia priorità è tener conto dei sentimenti e delle emozioni di chi soffre di assoggettamento spiritico. D’altra parte, ci sono davvero casi di ossessione e alcune persone, che si ritiene soffrano di disturbi mentali, in realtà soffrono di quello che io chiamo medianità o psicosi da vita nell’aldilà. Non sono un medico ma ho assistito a gravi discrepanze nelle diagnosi di disturbi mentali dove era necessario un intervento spirituale piuttosto che altre forme di trattamento medico o farmacologico. Ma non si può semplicemente improvvisarsi in questo lavoro e ci devono essere una serie di evidenze che assicurino l’efficacia dell’operato. Ho avuto un caso dove la persona “X” era sotto trattamento da molti anni per schizofrenia e prendeva una pletora di farmaci. Non sapeva più cosa fare e la sua famiglia le aveva provate tutte. Si erano rivolti a guaritori, medici, psicologi, di tutto. Questa persona seppe del mio lavoro tramite altri e, dopo una serie di interviste e di ricerca, accettai il caso. Aveva visioni, sentiva voci giorno e notte, anche sotto farmaci. I suoi genitori volevano aiutarlo e così cominciai a lavorare con lui, che all’epoca era sulla tarda ventina e soffriva sin dall’infanzia. Non ci ho messo molto e capire il problema e, lavorando insieme, siamo riusciti a riportare equilibrio e armonia nella sua vita. Aveva una sensitività latente all’Altra parte che ne faceva un obiettivo per intrusioni ossessive e manifestazioni. È quella che definisco una psicosi da medium. Come ho detto, non sono un medico, ma non trovo un modo migliore per definirla. I genitori mi inviarono una lettera dicendomi che gli avevo restituito il figlio dopo 20 anni di dolore. Niente più visioni, voci e intrusioni spiritiche. Insegnai a X come controllare e distinguere le energie, un lavoro che comprende l’intervento divino e naturalmente delle evidenze. È un intervento divino, e il mio lavoro è semplicemente quello di fungere da ponte per permettergli di operare. Per tornare alla tua domanda… Ci sono pochi team paranormali di cui mi fido, e intendo pochi. Gran parte sono incentrati sul proprio ego e spesso danneggiano le famiglie che magari hanno bisogno di un aiuto serio, come ho detto prima. So di persone e di famiglie le cui vite sono state rivoltate a causa di asserzioni sbagliate, cosa che ha creato ulteriori problemi. A volte preferisco lavorare da solo, ma quando c’è la necessità porto con me altri professionisti di cui mi fido, come medici, psicologi, parapsicologi e magari anche investigatori. Tuttavia, non etichetto tutto come “demoniaco”. Ho un approccio serio e non accetto casi per motivi di denaro, come so che fanno alcuni, cosa che spesso è fonte di altri problemi. Rispondo solo a una richiesta di aiuto e poi svolgo molta ricerca. Faccio molto counselling e ricerca anche usando le mie capacità medianiche per lavorare a un caso. Ma conosco i miei limiti e so quando li raggiungo e devo chiedere aiuto.

Guadagni dei soldi dai casi?

Anche se faccio pagare per le sedute private e di gruppo, per il tempo che vi dedico, e buona parte se non tutto serve a finanziare la mia organizzazione di beneficienza, se qualcuno ha bisogno di un intervento o un serio aiuto di natura paranormale, assolutamente no. Non faccio pagare nulla se posso lavorare a distanza. Se devo viaggiare per lavorare a un caso chiedo solo il rimborso del viaggio a livello minimo, e anche in questo caso cerco di non chiedere nulla e sfrutto il viaggio per eventuali altre ricerche. Le capacità che ho in questa parte del mio lavoro servono per ancorare l’operato di una forza divina e io mi presto gratuitamente. Se ho successo e desiderano dimostrarmi riconoscenza, allora domando una donazione a loro discrezione, ma non chiedo mai denaro per interventi spirituali e non lo farò mai. Sono uno strumento dello Spirito Divino, e lavoro per migliorare la sofferenza di chi si trova sotto l’influenza di spiriti negativi.

Parlaci del tuo nuovo libro, Deadly Departed: Do’s, Don’ts, and Dangers of Afterlife Communication.

Parla delle realtà della medianità e dei suoi pericoli. Troppe persone inseguono la medianità e le connessioni con l’aldilà alla ricerca di fama e fortuna o per il desiderio di sentirsi necessari e riveriti. Sono caduti gli standard e spesso l’ignoranza oscura gli occhi della verità, causando una serie di problemi. Il mio libro è semplicemente uno strumento di aiuto per i professionisti e chi ha la vocazione a capire, sviluppare e servire nel modo giusto. Fa il contropelo a molti proclamati credi spirituali e sfida a considerare la realtà del demoniaco e maligno che pervade il mondo e la mente degli innocenti. Non insegno come diventare medium, esorcisti o demonologhi. Fornisco le informazioni che spesso possono tornare utili. Il libro non è finito, non lo sarà mai e verranno fuori sempre nuove versioni. Parte del ricavato delle vendite del libro va all’American Society For Standards In Mediumship and Psychical Investigation (ASSMPI).

C’è qualcosa di cui i nostri lettori potrebbero stupirsi?

Ho studiato da cantante classico.

Che progetti hai per il futuro?

Ne ho così tanti… dal pubblicare altri libri ad aiutare gli altri nello studio dell’aldilà. Vorrei fare più lezioni nelle università per aiutare gli studenti ad avere una visione equilibrata della ricerca sull’aldilà, i rischi e il suo posto nel sistema educativo.

Spiriti e ombre
Articolo di Steve Staniek
Molti sono mossi da semplice curiosità verso le tante letture medianiche del famoso chiaroveggente americano Edgar Cayce per scoprire ciò che il “profeta dormiente”, come veniva chiamato, vedeva mentre era in trance. Cayce incontrava spesso degli spiriti, come riferisce nella lettura 3744-1: «Gli spiriti di tutto ciò che è passato dal regno fisico… restano in questa sfera… ce ne sono a migliaia attorno a noi ora». Cayce parlò di possessione spiritica e nella lettura 5753-1 disse: «Entità disincarnate… possono influenzare il pensiero di un’entità». Nella lettura 638-1, eseguita per un paziente anziano che soffriva di disturbi mentali, dichiarò che: «C’è possessione». L’educazione cristiana di Cayce aiutò a formare la struttura e la prospettiva delle sue letture. Nel Cristianesimo ci sono regole e conseguenze e quindi è una forma di regolamentazione spirituale o governance basata sulla credenza assoluta nella realtà degli spiriti invisibili. Il mondo cristiano degli spiriti consiste in tre spiriti in una divinità in cima e innumerevoli ordini di spiriti al di sotto, divisi politicamente in angeli e demoni, e la loro influenza su di noi è facilmente dimostrata dalla difficoltà che abbiamo nell’eliminarli. Quando un alto guaritore spirituale come Gesù di Nazaret decise di cominciare la sua opera, la Bibbia dice che prima dovette passare 40 giorni e 40 notti nel deserto per purificarsi dai suoi demoni. La storia suggerisce che le nostre vite quotidiane siano piene di spiriti invisibili. Infatti, scacciare i demoni era centrale nel ministero di Gesù, poiché la Bibbia documenta 25 esorcismi e i suoi più decisi ammonimenti ai suoi seguaci erano di far crescere una fede più forte in modo da guarire tramite esorcismi. In linea più generale, l’esorcismo è la liberazione di una persona, un luogo o un oggetto da una qualche forma di influenza spirituale negativa. Molte antiche culture, incluso lo sciamanesimo, hanno sviluppato loro approcci per affrontare questi spiriti indesiderati, suggerendo che il problema dell’interferenza spiritica sia universale e senza tempo. Abbastanza per caso ho scoperto che esiste un processo di purificazione naturale o esorcismo spontaneo. In pensione ho finalmente trovato il tempo e il coraggio di scavare in queste straordinarie ma indigeste esperienze che ho archiviato come “Cose pazze – Non Aprire!”. La mia visione “pazzesca” arrivò quando ero sulla ventina, dopo un fine settimana di terapia intensiva in cui avevo liberato molto dolore emotivo sulle mie paure dell’infanzia. Tornato al lavoro, in un luminoso lunedì mattina, stavo attraversando il campus per prendermi un caffè quando i miei pensieri ripercorsero le sensazioni del week end e cominciai a riconnettermi con la sensazione di calore nel profondo della pancia, permettendo ai sentimenti di trasformarsi in un’insolita leggerezza di cuore. Una giovane coppia, che camminava a una certa distanza davanti a me, si fermò per abbracciarsi prima di separarsi e io avvertii un’ondata di gioia mentre osservavo il loro affetto. Improvvisamente vidi un grosso pennacchio di fumo grigio che si sollevava silenzioso e veloce da dietro la mia testa. Come un’ombra scura e inquietante salì di tre metri, restando sempre collegato a me con la sua scia, prima di lanciarsi verso la coppia. Mentre lo sbuffo di fumo si dirigeva verso di loro, gli crebbero due grandi braccia di fumo grigio che si aprirono per avvolgere la coppia e poi scomparvero all’interno dei loro corpi. Fu una questione di secondi. Nessun altro sembrò accorgersene. Io ero stupefatto, ma sapevo intuitivamente che proveniva da un mondo occulto. La sua apparizione improvvisa era stata spaventosa, ma dopo mi sentii bene. Quarant’anni dopo avrei rivisto la creatura di fumo e tre anni dopo sarei riuscito a identificarla. Mia moglie ed io ci ritirammo in campagna quando ebbi la mia seconda incredibile visione. Presi l’abitudine di meditare all’aperto e avevo sviluppato un rituale spirituale in cui innalzavo le energie di Gaia dal terreno usando delle forme di Qigong. In un soleggiato pomeriggio, mentre stavo andando al mio punto di meditazione, cominciai a prepararmi mentalmente quando saltai indietro improvvisamente per evitare un ramo piccolo ma insidioso. Nel farlo entrai in una macchia di luce e un pennacchio di denso fumo grigio, delle dimensioni di un uomo, saltò fuori da me da dietro la parte sinistra della testa e volò davanti a me sul sentiero. La cosa fu così veloce che la scambiai per una persona e le dissi “Eih” quando mi superò. Avvertii che Vecchio Fumo voleva allontanarsi da me in gran fretta. Questa volta sentii una maggiore intimità con questa apparizione d’ombra, come una vecchia conoscenza. Mi sentivo confuso ma stranamente euforico. Nei 40 anni intercorsi tra gli avvistamenti ero arrivato ad accettare Mr. Fumo come la mia ombra, un concetto avanzato da Carl Jung (foto in alto) nel suo libro L’uomo moderno alla ricerca dell’anima. L’ombra secondo Jung è la parte più oscura della nostra personalità, che rifiutiamo per sopravvivere nella società: «Anche l’uomo più intelligente può a volte essere ossessionato da pensieri di cui non riesce a liberarsi nonostante tutti i tentativi. Crediamo di essere padroni in casa nostra solo perché ci piace lusingarci». Jung ci insegna ad abbracciare e possedere il nostro lato oscuro in modo da raggiungere l’integrazione del sé e porre fine ai conflitti interiori. Un noto esperto di esorcismi negli USA è il Dr. Richard Gallagher. In quanto psichiatra abilitato e professore di psichiatria clinica alla Columbia University, si muove sul confine tra salute mentale e possessione demoniaca. Gallagher ha definito reali le possessioni demoniache in base a osservazioni in prima persona e una crescente mole di prove empiriche e sostiene di essere in grado di «individuare possessioni demoniache» e distinguerle dalle malattie mentali. Da cattolico, collabora con la Chiesa per aiutare a eliminare demoni nocivi dagli umani e fa sapere che le richieste di esorcismo stanno aumentando rapidamente e a causa di questi incremento nella domanda, nell’ultima decade la Chiesa Cattolica ha allargato il suo team internazionale da 12 a 50 esorcisti. Né la cosmologia di Cayce, né il modello scientifico di Jung, né la combinazione di Gallagher di cristianesimo e scienza però sono state in grado di fornire una spiegazione per Mr. Fumo. Quando la mia ricerca spirituale alla fine mi ha portato sul sentiero sciamanico, ho trovato quel poco di informazioni che hanno cambiato tutto. Uno studente sciamano con capacità psichiche disse di vedere strane entità che corrispondevano alla mia descrizione, durante una sessione di addestramento all’estrazione di energie indesiderate. Lo studente sensitivo disse di vedere pennacchi di fumo grigio che uscivano da un cliente sdraiato a terra, che subito entravano in un altro. Evidenze da antiche culture sciamaniche suggeriscono che l’umanità ha a che fare con interferenze di spiriti da centinaia di migliaia di anni, molto prima che venissero create le religioni organizzate. Tradizionalmente, le prove dell’esistenza degli spiriti sono sempre state soggettive, attraverso l’interazione degli spiriti con gli umani, ma la comunità scientifica odierna chiede prove oggettive quantificabili, registrabili e manipolabili in condizioni di laboratorio. Finché la scienza non produrrà maggiori strumenti che possano fornire tali prove, continuerà a negare l’esistenza del mondo dello spirito, tuttavia, le esperienze personali che mi hanno fatto aprire gli occhi sono la prova migliore che avrei mai potuto chiedere. Ora so, senza fare approfondite ricerche in biblioteca, e senza ombra di dubbio, che gli spiriti esistono e possono entrare dentro di noi per influenzare la nostra vita. Cosa ancora più importante, possono anche essere gestiti e rimossi da noi, una volta che ci rendiamo conto della loro presenza e del potere della nostra stessa sovranità spirituale.


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3437
Iscritto il: 28/08/2016, 09:26
Località: Neutropoli
 Oggetto del messaggio: Re: Attenti ai demoni
MessaggioInviato: 24/11/2019, 11:31 
aggiungerei,per i demoni:attenti agli esseri umani!
Quello che sono capaci di fare certi esseri umani insieme ai demoni è puro fantahorror che li spaventerebbe a morte! [:299]



_________________
https://thesky.freeforumzone.com/mobile ... 1&f=183131
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 604
Iscritto il: 27/08/2018, 05:22
 Oggetto del messaggio: Re: Attenti ai demoni
MessaggioInviato: 24/11/2019, 14:06 
concordo con tal Jock Brocas... [:290]

una base di Yoga, Tai Ci, Ci Cong, a scelta, per dirne alcune, di tecniche adeguate, vicino ad un consapevole Maestro, NON hanno possibilità di "entrare"...e se ce ne avete uno "attaccato" giusto il tempo di "aumentare" la vostra "frequenza" e diventerà "fumino" anche lui... [:305]

https://lamenteemeravigliosa.it/yoga-pe ... nti-corpo/

e comunque questi NON sono, solitamente, quelli problematici...tante anime, "spiriti disincarnati", che NON possono travalicare, ancora cercano "sensazioni" umane perdute, capita che NON siamo noi a "desiderare" ma "indotti in tentazione"... [:305]

quindi per chi è cristiano, e ha Fede profonda in Cristo e/o nel "Pater", raccogliersi in preghiera meditando, è proficuo...anche così ci "innalziamo al Padre" riequilibrando "corpo e spirito", aumentando la nostra "frequenza" mente-corpo... [:305]

ugualmente vale per la preghiera devozionale buddista...meditazione e mantra che "innalzano" placando "lo spirito", anche l'altro "ospite"... [:290] [:305]


https://it.wikipedia.org/wiki/Yoga

https://it.wikipedia.org/wiki/Taijiquan

https://it.wikipedia.org/wiki/Qi_Gong

https://it.wikipedia.org/wiki/Preghiera


e senza esagerare, èh?!?...sennò "buchiamo" dalla parte "opposta"... [:246] [:305]

[:295]



_________________
"...la vita è uno stato mentale..." tratto da "Oltre il giardino" di Hal Ashby
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 10/12/2019, 19:16
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org