Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 192 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 13  Prossimo
Autore Messaggio

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1474
Iscritto il: 03/12/2008, 18:35
Località: Burgum Finarii
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/12/2010, 23:30 
Cita:
Blissenobiarella ha scritto:

Il maestro Yoda!!! [:)] [:)]

Ecco un'altra perla:



Una pietra emiliana nella storia del cinema! [^]



_________________
"...e il mio maestro m'insegnò com'è difficile trovare l'alba dentro l'imbrunire"
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1492
Iscritto il: 17/01/2009, 23:10
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/12/2010, 23:17 
MAI DIRE TV - SOGNI D'AMORE n° 25



[:D]



_________________
E molto piu` facile parlare di cospirazione, quando si ignorano le cause ed i motivi.

Pain is weakness leaving the body. US Marine Corps

Immagine
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40676
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/12/2010, 12:09 



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6980
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/01/2011, 21:42 
Grande regista, grande sceneggiatura, superbi spunti "castanediani"...assolutamente da non perdere [;)]




_________________
"Sei quello che sei, anche se non lo sai..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40676
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/01/2011, 17:19 
Cita:
Angeldark ha scritto:

Grande regista, grande sceneggiatura, superbi spunti "castanediani"...assolutamente da non perdere [;)]


Un capolavoro....



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Premio Coerenza e ProfessionalitàPremio Coerenza e Professionalità

Non connesso


Messaggi: 12510
Iscritto il: 30/11/2006, 09:44
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/01/2011, 17:53 
Ho provato a guardarlo, ma mi sono addormentata ed ho cominciato a litigare con qualcuno mostrandoli come di può prendere completamente il dominio di un sogno in barba a qualsiasi legge di architettura interna. Devo riprovare a riguardarlo [:p].



_________________
« Nel regno di chi cerca la verità non esiste nessuna autorità umana. Colui che tenta di recitarvi la parte di sovrano avrà a che fare con la risata degli dei » (Albert Einstein)

« Non dubitate che un piccolo gruppo di cittadini coscienti e risoluti non possa cambiare il mondo. In fondo è cosi che è sempre andata »
(Margaret Mead)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Premio Coerenza e ProfessionalitàPremio Coerenza e Professionalità

Non connesso


Messaggi: 12510
Iscritto il: 30/11/2006, 09:44
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/01/2011, 15:12 
Un ritorno all'infanzia dedicato soprattutto alle amiche del forum [:p]:






















_________________
« Nel regno di chi cerca la verità non esiste nessuna autorità umana. Colui che tenta di recitarvi la parte di sovrano avrà a che fare con la risata degli dei » (Albert Einstein)

« Non dubitate che un piccolo gruppo di cittadini coscienti e risoluti non possa cambiare il mondo. In fondo è cosi che è sempre andata »
(Margaret Mead)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8179
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/01/2011, 14:22 
cari amici,
questo numero di ..."magia"
http://dai.ly/f1Mv3U
ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Premio Coerenza e ProfessionalitàPremio Coerenza e Professionalità

Non connesso


Messaggi: 12510
Iscritto il: 30/11/2006, 09:44
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 29/01/2011, 22:50 

[:D] [:D]



_________________
« Nel regno di chi cerca la verità non esiste nessuna autorità umana. Colui che tenta di recitarvi la parte di sovrano avrà a che fare con la risata degli dei » (Albert Einstein)

« Non dubitate che un piccolo gruppo di cittadini coscienti e risoluti non possa cambiare il mondo. In fondo è cosi che è sempre andata »
(Margaret Mead)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5008
Iscritto il: 05/12/2008, 20:52
Località: Regno di Raziel
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/01/2011, 19:33 
Cita:
Blissenobiarella ha scritto:

Un ritorno all'infanzia dedicato soprattutto alle amiche del forum [:p]:




















Me lo ricordo,con David Bowie [|)]



_________________
Fuoco e vento provengono dal cielo, dagli dei del cielo, ma è Crom il tuo dio, Crom che vive nella terra. Un tempo i giganti vivevano nella terra Conan, e nell'oscurità del caos mistificarono Crom e gli sottrassero il segreto dell'acciaio. Crom si adirò e la terra tremò e fuoco e vento si abbatterono su quei giganti e scagliarono i loro corpi nelle acque. Ma nel loro furore gli dei si dimenticarono del segreto dell'acciaio e lo lasciarono sul campo di battaglia, e noi che lo trovammo non siamo che uomini. Né dei, né giganti. Solo uomini. E il segreto dell'acciaio ha sempre portato con sé un mistero; devi impararne il valore Conan, devi impararne la disciplina. Perché di nessuno, di nessuno al mondo ti puoi fidare, né uomini, né donne, né bestie. Di questo solo ti puoi fidare.



Senza cuore saremmo solo macchine.W.Shakespeare



Per i truffatori ufologici, dobbiamo far applicare l'articolo 661 del C.P.: "Abuso della credulità popolare"
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6980
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/02/2011, 22:11 
Noi siamo il modo attraverso il quale il cosmo conosce sè stesso...[?]




_________________
"Sei quello che sei, anche se non lo sai..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/02/2011, 09:41 
Cita:
Blissenobiarella ha scritto:

Ho provato a guardarlo, ma mi sono addormentata...

Anch'io ho trovato Inception noiosissimo. Pieno di inutili e didascaliche spiegazioni in ogni scena, come se il pubblico non potesse essere libero di lasciarsi andare al piacere di trovare da sé i significati e i collegamenti. Sembrava un manuale della smorfia napoletana, o un bignamino di psicanalisi: ad ogni numero/sogno un significato definito e precisissimo, ma dai... L'unica cosa interessante erano gli effetti speciali, ma quelli non bastano a fare un buon film.

Io nella realtà sono logico e razionale, ma amo molto il cinema fantastico e surreale...
Tra i film più belli che ricordo (e che guardo spesso in DVD) ci sono "Eyes Wide Shut" di Stanley Kubrick e "Donnie Darko" di Richard Kelly. Immagino che a qualcuno l'accostamento possa sembrare azzardato, anche perché Kelly in seguito non ha fatto purtroppo niente di altrettanto valido. Ma a volte un film può diventare un capolavoro anche per caso, malgrado l'autore.

http://it.wikipedia.org/wiki/Eyes_Wide_Shut
http://it.wikipedia.org/wiki/Donnie_Darko

Il secondo lo consiglio però nell'edizione originale. Il cosiddetto "Director's Cut" aggiunge solo (anche qui!) inutili e fastidiose spiegazioni all'inizio di ogni capitolo (che nel DVD della prima versione erano negli "Extra").

Per questo ritengo "Eyes Wide Shut" un capolavoro, uno dei migliori film di Kubrick, anche se molti critici lo hanno recensito negativamente. E' un film che "cresce" ogni volta che lo riguardo, perché trovo nuovi significati, corrispondenze, simmetrie, e misteri... :-)


Ultima modifica di Learco Pignagnoli il 08/02/2011, 09:43, modificato 1 volta in totale.


_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/02/2011, 16:45 
Cita:
Ronin77 ha scritto:
Me lo ricordo,con David Bowie [|)]


Con David Bowie consigliatissimo "L'uomo che cadde sulla Terra", recentemente ripubblicato in DVD.
http://it.wikipedia.org/wiki/L'uomo_che_cadde_sulla_Terra_(film)

Metto il link di YouTube ma questo (come gli altri che ho segnalato nel messaggio precedente) è un film che NON va visto in quel modo barbaro.



_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6980
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 09/02/2011, 21:43 
Cita:
Learco Pignagnoli ha scritto:

Cita:
Blissenobiarella ha scritto:

Ho provato a guardarlo, ma mi sono addormentata...

Anch'io ho trovato Inception noiosissimo.
cut
Tra i film più belli che ricordo (e che guardo spesso in DVD) ci sono "Eyes Wide Shut" di Stanley Kubrick e "Donnie Darko" di Richard Kelly. Immagino che a qualcuno l'accostamento possa sembrare azzardato, anche perché Kelly in seguito non ha fatto purtroppo niente di altrettanto valido. Ma a volte un film può diventare un capolavoro anche per caso, malgrado l'autore.


Hai preso ad esempio tre film che suscitano nelle persone emozioni diametralmente opposte, o si amano o si odiano!
Ti linko il finale di Inception, anche nelle opinioni degli utenti di youtube si vedono bene i contrasti nei giudizi.
Questo film, imho, è un capolavoro (attore protagonista a parte [:D]) e lo dimostra proprio nel finale che, al contrario di come la pensi te, rimanda tutto alla spiegazione soggettiva dello spettatore, la trottola/totem smetterà di girare oppure no...e che cosa significa veramente...?


Eyes wide shut lo posso vedere solo come film denuncia su rituali esoterici ed orgiastici praticati da sette segrete, l'ho visto una sola volta ed ho faticato ad arrivare in fondo.

Quanto a Donnie Darko è, imho, un film surreale, un guazzabuglio assurdo in cui ogni spettatore ci può vedere quello che vuole, io c'ho visto solo una tavanata galattica, mi piacerebbe veramente sapere quale significato hai dato tu a quel coniglio dal sorriso un pò horror... [:)]
Per non parlare poi del seguito S Darko, va bè è cambiato regista, ma questo è addirittura inguardabile, non ho visto la fine...mi è stato impossibile.



_________________
"Sei quello che sei, anche se non lo sai..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/02/2011, 00:59 
Cita:
Angeldark ha scritto:
Eyes wide shut lo posso vedere solo come film denuncia su rituali esoterici ed orgiastici praticati da sette segrete, l'ho visto una sola volta ed ho faticato ad arrivare in fondo.


Allora da bravo maniaco kubrickiano provo ad invitarti a riguardarlo.
Per riuscire nell'intento ho provato a raccogliere in un solo testo, che inevitabilmente sarà frammentario e ripetitivo, diversi commenti che scrissi poco dopo l'uscita del film nelle sale (lo vidi almeno cinque volte prima che lo togliessero, in modo da goderlo bene).


Avverto chi non ha visto EYES WIDE SHUT di non proseguire nella lettura di questo messaggio, potrebbe rovinarsi il godimento del film.


---------------------------------------------------------------------------------


Quello che spiazza molti spettatori (e moltissimi critici) è che in questo film, a differenza di altri di Kubrick, non c'è un tema decisamente e inequivocabilmente "principale", al contrario i livelli di lettura si sovrappongono e si intersecano in una trama sfuggente e insidiosa.
Un film finalmente POSTMODERNO?

Il tema dell'apparenza e della sostanza.
Le maschere e le "pose" che tutti nel film indossano per coprire la propria personalità o per avere un ruolo sociale. Tante maschere nella casa della prostituta che deve recitare per i clienti; maschere e manichini nel negozio del costumista dove due giapponesi travestiti vengono sorpresi assieme ad una specie di bambina/bambola; maschere sul viso dei "potenti" che partecipano alla liturgia sessuale/mortuaria; maschera che Bill è costretto a togliersi rimanendo nudo e indifeso di fronte al potere (LORO sanno tutto di lui, lui non sa niente di loro); maschera che Bill vede (Bill vede se stesso come maschera?) sul cuscino di fianco ad Alice, al proprio posto.
Maschera è anche la tessera dell'Associazione Medica che permette a Bill di varcare molte porte. E una maschera/manichino in miniatura è anche l'inquietante Barbie che compare alla fine (e che assomiglia a tutte le donne del film) anonima e intercambiabile come i suoi vestiti.

I padroni e i servi

Bill e Alice si chiedono come mai vengono invitati tutti gli anni alla festa dei ricchi (la stessa festa che avviene "da sempre" in Shining?) pur non conoscendo altri che il padrone di casa, e si accorgono di essere considerati solo come oggetti di desiderio (a parte l'aggancio sessuale non vengono quasi nemmeno notati dagli altri invitati/fantasmi).

Il potere che "sa tutto di te".

Bill viene facilmente identificato, riconosciuto dalle due maschere che si voltano verso di lui, seguito dalla telecamera all'ingresso della villa, pedinato per strada... tutti sembrano sapere tutto su di lui mentre lui non sa assolutamente niente dagli ALTRI, di quelli che hanno potere. E alla fine si deve accontentare dell'interpretazione (forse falsa) che gli elargisce Ziegler, ovvero il potere.
La scena nella sala del bigliardo, che subito mi era sembrata troppo didattica e insostenibilmente opprimente, forse doveva essere realizzata proprio così per dare quel senso di spaesamento e di inadeguatezza di fronte a chi detiene il potere. Ed è ancora più inquietante il fatto che il personaggio che tira le fila di tutta la faccenda abbia la faccia bonacciona, rassicurante e sorridente di Sidney Pollak che con una mano sulla spalla dice a Bill che la vita è questa e lui non può farci niente (non ha il potere di intervenire, tutto è già deciso).

Bill infatti non capisce mai cosa gli sta succedendo. E' come se la confessione della moglie gli avesse fatto perdere ogni punto di riferimento. Prima Bill conosceva bene il suo ruolo nella società ed era convinto che tutto fosse sotto il suo controllo, dopo diventa tutto confuso e lui deve continuamente cercare appigli per affermare la propria esistenza e importanza. La tessera dell'associazione medica che viene continuamente mostrata ("io sono un medico, sono QUALCUNO"), il fatto che Bill deve continuamente tirare fuori i soldi e PAGARE (elemento che non esiste nel libro) quasi che la massima cartesiana al giorno d'oggi si sia trasformata in "pago, dunque sono".
Non a caso "bill" in inglese significa proprio "conto, fattura".
Sia la TESSERA che i SOLDI sembrano a questo punto essere surrogati della potenza virile che Bill ha paura di avere perso, e infatti viene sbeffeggiato e chiamato "finocchio" dai teppisti che lo spintonano.

Il tema della morte compare in ogni scena.
La prostituta che rischia di morire per una overdose,la minaccia di morte durante il "processo" e nel biglietto, l'altra prostituta che è sieropositiva, il giornale che titola "fortunati ad essere vivi" e pubblica la notizia della morte di una ex-miss che Bill visita nell'obitorio. Dovunque si volta Bill vede solo morte.

Il tema del viaggio e del ritorno a casa (l'Odissea non nello spazio, ma quella di Omero, dove Ulisse gira a vuoto tra mille tentazioni per fare ritorno alla fine dalla sposa Penelope)

Tutto questo viene narrato con uno stile assolutamente non realistico. Tutto è teatralizzato, sopra le righe, allegorico, descritto con tempi più letterari che cinematografici, recitato con una lentezza ipnotica e affascinante (ma è molto più "veloce" di Barry Lyndon o di 2001).

E la tanto deprecata orgia? Io avrei trovato stridente e assurda quella scena se fosse stata girata ricostruendo quello che banalmente accade davvero in qualsiasi elegante "club privé", o in un circolo sadomaso di ogni tendenza (ricordate "Cruising"?), in una darkroom... Kubrick non ha mai cercato il realismo nei suoi film, tantomeno lo ha cercato in quest'ultimo stilizzatissimo EWS. Un'orgia diventa quindi "L'Orgia" che mescola elementi letterari e iconografici presi non solo da Schnitzler ma anche da Poe (La maschera della morte rossa) e Sade... E la New York fintissma del film è simile al Vietnam di Full Metal Jacket ricostruito in Inghilterra, agli interni inventati dell'Overlook Hotel di Shining, al '700 idealizzato e teatrale dei dipinti di Constable e Gainsborough citato in Barry Lyndon ben diverso dalla realtà storica...

E poi ci sono i particolari misteriosi (e spesso ironici) che sembrano davvero far parte di quella SCIARADA di cui parla Ziegler: il ristorante Verona (Giulietta e Romeo?), il negozio dove si vendono costumi e perversioni si chiama "Rainbow" e le modelle/streghe vogliono portare Bill "over the rainbow"; la parola d'ordine Fidelio che fa pensare in un colpo solo ad un'opera musicale/teatrale, alla fedeltà coniugale e alla fede religiosa; il colore viola (violet - violenza - violare) del vestito della prostituta e delle lenzuola del letto coniugale; la sontuosità e i colori delle immagini del "vero" film e la sciatteria in b&n da filmino casalingo o da porno di bassa lega delle "visioni" di Bill; la donna nuda e abbandonata sui cuscini sia nella realtà che nel dipinto alle sue spalle; il tappeto rosso dell'orgia/liturgia/processo e del tavolo da bigliardo di Ziegler; il volume dal titolo "Introduzione alla sociologia" che si vede nella casa della prostituta; il particolare di un dipinto di Raffaello e il cognome dello sceneggiatore del film: Raphael...

In molte scene del film ho trovato l'abituale umorismo nero di Kubrick che spezza il tono "alto" e drammatico di certe scene ambientandole in un gabinetto o in camere dalle quali attraverso la porta spalancata si vede la tazza del WC (fateci caso, è una costante in quasi tutti i film di Kubrick). Una delle scene più belle del film (mi vengono i brividi tutte le volte), quando Alice racconta al marito che è stata a un passo dall'abbandonare lui e la figlia per scappare con uno sconosciuto, se solo glielo avesse chiesto, è interpretata lentissimamente, con movimenti impercettibili della macchina da presa, dagli attori/divi in mutande davanti alla porta del gabinetto.

Ho lasciato per ultima l'invenzione più straordinaria del film : gli onnipresenti e inqietanti alberi di natale, che compaiono ossessivamente in OGNI luogo e che dopo EWS nessuno mai più potrà considerare come festosi e rassicuranti.
-------------------------------------------------------------------------

Secondo me Kubrick ha per tutto il film dichiarato che "il mondo fuori" è marcio o nella migliore delle ipotesi è una finzione (e se ci pensiamo non è poi un concetto tanto lontano dal modo di vivere che Kubrick si era scelto) e che l'unica salvezza è consolidare un rapporto monogamico, con la consapevolezza che anche questo può sfaldarsi anche solo per lo sguardo di un estraneo.
Proviamo a pensare ai rapporti sessuali che Bill potrebbe "sperimentare fuori di casa? E con chi? In ordine di apparizione: Le due modelle stupidine e leziose, la modella cocainomane nuda nel bagno del potente, la figlia nevrotica del paziente morto, la prostituta con l'AIDS, la ninfetta perversa venduta dal padre, le donne-oggetto della cerimonia massonico/fallocratica, il portiere dell'albergo, gay troppo scheccante e smorfioso... perfino la morta alla morgue sulla quale Bill si china per un bacio necrofilo. Insomma non c'è speranza.

L'unico personaggio "forte" del film alla fine è Alice. Lei riesce a dire di no al corteggiatore esotico, riesce a non farsi condizionare dai sogni e dai desideri e quindi rimane "con i piedi per terra", concreta, razionale. Tanto che alla fine è solo lei che propone una soluzione a Bill: scopare, cioè tornare alle cose VERE, alla concretezza del rapporto matrimoniale, lasciando perdere tutte le fantasie morbose e artificiali del "mondo esterno".
Così che in fondo l'unica difesa (e forse anche l'unica trasgressione) si rivela la fedeltà coniugale.

A questo proposito ricordo che FIDELIO, la parola d'ordine per entrare alla villa, è solo una parte del titolo dell'opera di Beethoven. Il titolo completo è infatti Fidelio o l'amore coniugale, e la storia che l'opera racconta è quella di una donna, Leonora, che si traveste da uomo e prende il falso nome di Fidelio, per salvare il marito ingiustamente imprigionato da un tiranno.

Può sembrare un discorso conservatore, e molti infatti lo hanno interpretato così, come il modo di vedere il mondo di un vecchio misantropo. Io lo vedo invece come una lucida critica a quello che troppo spesso viene preso come "trasgressione" e si rivela come squallore e falsità. Per cui sembra dire Kubrick (ma già lo diceva anche una canzone di Stephen Stills) "love the one you're with". [:)]

---------------------------
Maniacale.

Mentre stavo guardando con il DVD la scena nel bar, quando Bill legge sul giornale la notizia dell'overdose della modella/prostituta ho fermato l'immagine e ho potuto così leggere comodamente il testo dell'articolo.
Kubrick forse era un maniaco perfezionista, ma era anche piuttosto spiritoso... :-)
A parte il titolone in prima pagina (Lucky to be alive) l'articolo in questione parla del ricovero in ospedale per overdose della modella Amanda Curran, che era rientrata la notte precedente all' Hotel Florence accompagnata, o per meglio dire sorretta, da due uomini misteriosi. L'articolo prosegue dicendo che la polizia non è riuscita a rintracciare i due uomini ma comunque non li sopspetta di alcunchè riguardo al malore della modella. Si dice che la polizia non sa se la donna fosse sola o in compagnia, nella stanza, al momento dell'overdose. Viene poi intervistata la sorella, Jane Curran, che dice di voler comunque rintracciare quei due per avere notizie sulle ultime ore di Amanda.
La sorella dichiara che l'overdose può essere stata solo un incidente perchè Mandy, pur essendo emotivamente fragile, come una ragazzina, era sotto trattamento per depressione e comunque le sorelle erano molto in confidenza e si dicevano tutto. Mandy non era soddisfatta della sua carriera, ma si stava preparando per rientrare sulle scene. Le cose non erano andate come lei si aspettava dopo l'elezione a Miss New York, ma stava prendendo in considerazione molte offerte per partecipazioni televisive. Mandy aveva molti amici nel mondo della moda e dello spettacolo e si aspettava che qualcosa cambiasse per il meglio. Era solo questione di tempo.
Dopo essere stata impegnata per una serie di servizi pubblicitari per uno stilista londinese, Leon Vitali, si era sparsa la voce di una relazione tra i due. Poco dopo il suo ingaggio, nell'ambiente di Vitali i bene informati mormoravano che il principale adorava Amanda Curran, non tanto per come indossava i suoi particolari vestiti, ma per come lo stupiva e lo sconvolgeva togliendoseli in certe private, seduttive performances.
------------
Una cosa spiritosa è il fatto che Leon Vitali, citato come stilista londinese,  è stato invece non solo l'assistente alla regia di Kubrick e l'interprete del cerimoniere in rosso nella scena del rituale orgiastico, ma anche attore in Barry Lyndon (era il figlio di Lady Lyndon che duella con Barry).
Inoltre l'autore dell'articolo appare essere un certo Larry Celona, che però compare anche nei titoli di coda come "Journalistic advisor", che (credo) sia colui che tiene i rapporti con la stampa.
Particolare (misterioso?): tutte le tre colonne dell'articolo presentano un errore di stampa: a metà due righe appaiono ripetute.



_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 192 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 13  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 14/10/2019, 10:00
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org