Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 703 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 47  Prossimo
Autore Messaggio

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/04/2011, 20:15 
Cita:
Riccardo Magnani ha scritto:
Datazione? In linea con quanto nei sui codici sta: tra la fine del 1480 e gli inizi del 1490.


Oh! finalmente una risposta (in parte) non divagante, su Leonardo, con qualche risposta precisa (anche se sarebbe meglio dire 1482 perché prima Leonardo si trovava a Firenze).
Dunque Leonardo, dopo aver dipinto a Firenze l'Annunciazione e iniziato l'Adorazione dei Magi, nel decennio in cui a Milano dipingeva la prima versione della Vergine delle Rocce e la Dama con l'Ermellino, tanto per citare qualche opera precisa, avrebbe pure dipinto quella sala a Palazzo Besta?
Con uno stile assolutamente diverso dal suo, sia presente che passato che futuro?
Era affetto da schizofrenia pittorica? Aveva visto nel futuro ma solo per un breve periodo poi è tornato nel suo tempo e nel suo stile?
Ripeto che un artista, in quell'epoca soprattutto, non cambiava stile così, da un giorno all'altro e da un'opera all'altra. Già questo basterebbe a non prendere in cosiderazione se non come romanzo di fantastoria (o come puntata di Voyager, che è peggio) le tesi di Magnani.

Cita:
Dogon e Verne erano per segnalarle che nei riferimenti accademici ci siano delle anomalie che non possiamo prendere per vincolanti... come far risalire le piramidi di Cheope al 2.500 a.c.... ahahahah!!!


Sì, roba da Voyager, o peggio da Misteri, ho capito. Ma non c'entra niente.

Cita:
Critici d'arte che sottolineano l'inclinazione del Lotto alla devozione cattolica?!?! ahahaha... ma per piacere...!!!!


E chi ha detto questo? io non ho mai parlato di Lotto (ma ho appena visto la mostra a Roma, e nel 1997 quella a Bergamo), quindi perché divagare e cambiare continuamente discorso?

Allora, come è possibile che un artista che ha dipinto ciò che ha dipinto Leonardo, possa aver anche realizzato quella... oh! basta con le cautele! ora lo dico!.. quella robaccia inguardabile a Teglio?

Cliccare per ingrandire
Immagine
99,19 KB

No perchè... insomma... quel gatto, quel coniglio, le paperelle, l'unicorno che fa cucù sbucando dall'albero, i pesci boccheggianti fuori dall'acqua, gli alberi che sembrano fatti picchiettando con la spugna come i pittori di croste da mercato... Per favore! Leonardo quello? E Eva che esce dal costato di Adamo appoggiata nel vuoto, mentre nell'incisione di Salomon c'è Dio Padre che la sostiene tenendole la mano? Leonardo pure quello?

Sì, va bene, chiunque è libero di sostenere qualsiasi idea, ma chiunque è anche libero di chiedere prove e non favole o responsi sibillini su Porte del Sole, Piramidi di Cheope, Dogon, Jules Verne... e i Templari? non c'è nessun Templare coinvolto?... strano, me lo sarei aspettato prima o poi...[}:)]

(domani si riprende a lavorare, scriverò molto meno, ma c'è chi ha detto che c'è da scrivere per mesi su questo argomento quindi, auguri...)


Ultima modifica di Learco Pignagnoli il 17/04/2011, 20:26, modificato 1 volta in totale.


_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 290
Iscritto il: 02/02/2011, 17:43
Località: Khalousion
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 00:43 
Cita:
Riccardo Magnani ha scritto:



@Kora, Learco: non appena riesco a capire come pubblicare foto di soli 193 KB, allorà posterò anche un paio di schizzi di Leonardo... e mi direte se anche quelli non rientrano nel suo stile....



[:D] Anche tu quel problema!!Ahahahah ci ho messo 2 settimane!! [:I] Poi ho fatto una piccola ricerca e ho scoperto che esistono programmi che diminuiscono le dimensioni delle foto. Quello che ho scaricato io si chiama IRFAN VIEW, ancora non so nemmeno cosa ci si può fare...sono una schiappa...però è servito allo scopo!!Adesso pubblico quello che voglio!Non è difficile una volta che hai sperimentato! Altri programmi non ne conosco perciò...se non ne hai un'idea nemmeno tu...segui il mio consiglio! Se vuoi poi ti dico come condurre le operazioni di riduzione!Così sei più autonomo...ho sofferto tanto per questa cosa [B)]

Comunque io posseggo un volume in cui sono raccolti tutti i lavori di Leonardo e non ho mai visto nulla che possa assomigliare a quegli affreschi....anche gli schizzi fatti in modo più veloce posseggono una dinamica, una raffinatezza che non si intravede negli affreschi. Spesso l'insieme dell'immagine, prendiamo per esempio questa

Immagine:
Immagine
99,2 KB

sembra una sorta di "collage", nel senso che le figure, in questo caso gli animali, danno la netta impressione di essere sparsi a casaccio all'interno della superficie dipinta, come a voler riempire in qualche modo lo spazio senza che ci sia armonia, equilibrio nella composizione, è tutto molto "confusionario"! Poi questa Eva verso che cosa si protrae? Doveva esserci un Dio di fronte a lei che però i committenti non volevano rappresentato? Bene, secondo te Leonardo non sapeva inventarsi una posizione più consona?
Ma anche la posizione di Adamo..con la gamba piegata che sparisce in quel modo dietro l'altra....insomma, lo vedo come un dipinto molto approssimativo, fatto da uno che non ha un'idea di come organizzare il l'opera.



_________________
kore
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 290
Iscritto il: 02/02/2011, 17:43
Località: Khalousion
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 01:13 
[:(!]Nooooooooooooo!!!Avevo scritto un sacco di cose sull'altro dipinto ma....mi si è scollegato il pc da internet e ho perso tuttoooo [:(!] [:(!]!!!!!! [:89] [:49]
Vabbè...ci riprovo domani...ora vado a nanna!



_________________
kore
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 241
Iscritto il: 15/04/2011, 19:12
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 09:02 
Iniziamo con la data in calce:
TERRA AUSTRALIS ANNO .... SED NONDUM etc etc


Immagine:
Immagine
49,86 KB


Ultima modifica di Riccardo Magnani il 18/04/2011, 09:03, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 241
Iscritto il: 15/04/2011, 19:12
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 09:24 
Non appena TTE* mi converte le altre, posto gli schizzi presenti a Oxford e Windsor...

@Learco: ho detto a cavallo 1480/1490, non 1482... allorchè un giovane Leonardo arrivò come "giovane suonatore di lira" a Milano. Hai avuto la compiacenza di guardare Bramante e Raffaello, dispita del sacramento?! Immagino di no... (anch'io ho diritto a qualche domanda e risposta, non trovi?!)

Lo stile...: questa Sala non ha lo scopo della rappresentazione pittorica, bensì quella di preservare un'antica conoscenza, giunta a Firenze e minacciata dalla Chiesa e dagli intrallazzi con essa fatti da Lorenzo il popolano, guarda caso cofinanziatore della scoperta dell'America, e guarda caso destinatario di una missiva dissuadente da parte di marsilio Ficino nel 1485....

Immagino tu non abbia neppure dato un'occhiata a Colombo/Ghirlandaio e Vespucci/Botticelli, troppo preso dalla tua esposizione volutamente fuorviante incentrata sul Salomon, sul Dio Padre e facendo orecchie da mercante alle moltitudini di osservazioni che ti ho suggerito.

A chi tende la mano Eva?! Mah... guarda bene, che lo capisci da te....

Ribadisco il concetto: mi par ovvio che l'attribuzione sia fastidiosa, e che questo fastidio tu non riesca a celarlo, ma mica è colpa mia...

;-)


Ultima modifica di Riccardo Magnani il 18/04/2011, 10:06, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 241
Iscritto il: 15/04/2011, 19:12
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 09:49 
Ecco gli schizzi di cui facevo menzione...



Immagine:
Immagine
175,37 KB

Immagine:
Immagine
176,04 KB

Immagine:
Immagine
164,19 KB

Immagine:
Immagine
151,58 KB

Anche questo NON è Leonardo?!?! Eppure, quegli animali così scomposti... la faina, l'unicorno... lo specchio (lo stesso di Tiziano...), lo scheletro della cacciata, l'androginia, la stessa di Adamo (perchè ovviamente non avrai colto l'androginia dell'adamo bifallico di teglio...).

E dei cavalli ne vogliam parlare, dei cavalli?!?! Molto POCO leonardeschi anche quelli?!?!

Adamo ed Eva... nessuna menzione al Golem alla sinistra della scena della crezione (posto che questa scena non c'entri nulla, ma proprio nulla con Salomon, bensì abbia invece attinenza con Luca Penni e con qualcosa di simile presente sempre in Valtellina...)?!?!


Ultima modifica di Riccardo Magnani il 18/04/2011, 10:50, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 241
Iscritto il: 15/04/2011, 19:12
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 11:24 
Learco, mica parlavo di te quando accennavo al Lotto... parlavo di critici d'arte!!

Un suggerimento ulteriore:

http://it.wikipedia.org/wiki/Jacopo_Barozzi_da_Vignola

Cosa lega questo signore, palazzo Farnese a Caprarola, palazzo Bevilacqua a Bologna, gli zodiaci, i planisferi, le metamorfosi di Ovidio e tanto altro, come ad esempio le scale elicoidali di Chambor (di leonardo), Graz, palazzo Barberini (già palazzo Sforza), Vaticano (Bramante), palazzo della Cancelleria a Roma, etc etc?!

E che legame c'è, supposto che trovi una foto del cortile di palazzo besta, con tutto quanto?! O vuoi contestare anche la datazione in cui palazzo besta è stato costruito (e come ti ho detto, lo zampino del Bramante è acclarato nei libri che citi, e la fase strutturale anticipa quella decorativa, come ben puoi immaginare...)?

Mi dispiace, ma le barzellette o la fantastoria non provengono da me... come vedi son ben documentato, a differenza tua.

Se entri in un Mc Donald's a Milano o a New York, ti sembrerà di essere nello stesso posto, ma solo aggirandoti per la città capisci la differenza tra l'uno e l'altro...
;-)


Ultima modifica di Riccardo Magnani il 18/04/2011, 11:38, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 241
Iscritto il: 15/04/2011, 19:12
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 13:51 
Tanto per chiarirci, il tipino in questione di cui sopra collaborò con Primaticcio, Francesco I (in sposo a Bianca Maria Sforza, la stessa che passò per la Valtellina... con al seguito Leonardo; lo stesso Francesco I che venne ritratto dal Durer e che ispirò tutto il rinascimento viennese -da cui l'anonimo manoscritto più volte menzionato), e frequentò la scuola di Fontainebleau (ne ho già parlato di Fontainebleau, vero Learco?!)....

La storia andò ben diversamente da come nei libri che citi viene scritto (e di cui uno dei principali autori, quello che ad esempio cita il rifacemento dei dipinti della sala della creazione a Salomon, ha dovuto ricredersi, a documentazione espostagli).

;-)


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1173
Iscritto il: 30/03/2011, 19:03
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 18:33 
Chiedo scusa l'androgine è mostrato con la donna a sinistra ed il maschio a destra generalmente nelle illustrazioni alchemiche è il contrario, l'immagine è speculare?

Grazie anticipate. [:)]



_________________
"Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei.
Oh Uomo, conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei" - Oracolo di Delfi
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 290
Iscritto il: 02/02/2011, 17:43
Località: Khalousion
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 18:40 
Riccardo dici sul serio??Quelli di Leonardo animali disegnati qui e là a caso????

Immagine:
Immagine
175,36 KB

Ma non vedi che sorta di equilibrio, di movimento da a quelle immagini?!?!?Pur essendo uno schizzo è fantastico!!
Vuoi dire che quelli di teglio sono la stessa cosa?!?!?!?

Immagine:
Immagine
99,2 KB

Sono tinchi!Ognuno per i fatti suoi, mal fatti!!


E vuoi dire che Leonardo avrebbe dipinto questi Adamo ed Eva tutti sbagliati!?!?

Immagine:
Immagine
100,85 KB

E' eresia!!! [:(!]
Prima di tutto Adamo: le gambe vanno da una parte e le braccia da un'altra (Leonardo non avrebbe mai dipinto un essere umano in quell'atteggiamento,con le braccia in avanti per indicare una fuga...a meno che non l'abbia fatto quando aveva 6 anni!) Non parliamo delle prospettive!!!
Guarda Eva, la sua coscia sinistra...come cavolo si attacca al corpo?? Tutta la gamba sinistra è in una prospettiva diversa rispetto all'altra gamba!! E poi che caviglia e che piede ha la poverina!??

Senti, ma per curiosità non per fare l'arrogante, lungi da me....in questo forum io discuto tranquillamente e sottolineo, non ci sono tesi che mi diano fastidio per qualche motivo, non ho collegamenti nè col VAticano, nè con gli storici dell'Arte ecc...io semplicemente dico quello che penso, ora ti chiedo: tu una matita o un pennello in mano l'hai mai tenuto? Sai cosa significa dipingere?

Il pittore di teglio poteva essere un gran conoscitore della storia, della filosofia, dell'alchimia, di tutto il pensiero Rinascimentale, dei simboli matematici ecc... ma di certo non era un genio della pittura!!!!

Ed è contraddittorio dire che quelle sale non hanno lo scopo della rappresentazione pittorica ma che le ha dipinte Leonardo....
Se dici che lo scopo non era pittorico stai già affermando che quegli affreschi non sono gran che....e Leonardo, come chiunque sappia disegnare bene, pur volendo, non avrebbe potuto fare tutti quegli errori e ti spiego pure perchè.
Gli artisti veri, specialmente di quei tempi,non gli imbrattatele come quelli di oggi, conoscevano bene l'anatomia, sapevano come dare equilibrio alle loro rappresentazioni ecc... e con l'esperienza queste doti si rafforzavano talmente tanto da diventare meccaniche e automatiche. Ogni volta che disegnavano una figura umana riuscivano a calcolare le proporzioni per esempio senza neanche rendersene più conto. E negli schizzi di Leonardo la cosa è palese! Le sue figure possiedono un equilibrio, una dinamicità, una raffinatezza che le figure di Teglio non hanno assolutamente! L'unico modo per convincermi che quella è la mano di Leonardo è affermare che avrebbe dipinto con gli occhi bendati.



_________________
kore
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 22:20 
La Torre di Babele.

Un particolare significativo sul quale non mi pare ci si sia soffermati nell’esaminare questi dipinti è la Torre di Babele, per la quale è innegabile la derivazione dalla incisione di Bernard Salomon della metà del ‘500

Immagine:
Immagine
139,88 KB

Immagine:
Immagine
110,03 KB

A parte l'assurdità di immaginare come quattrocentesco quell'affresco anche solo in base allo stile, a nessuno è venuto in mente di chiedersi se una simile Torre può essere stata dipinta nel decennio indicato da Magnani, ovvero 1480-90, da Leonardo o da qualcun altro.
Io dico di no, per diversi motivi…

La raffigurazione della Torre di Babele conica, con un aspetto da Colosseo romano su piani sovrapposti non esiste prima del ‘500. Nei secoli precedenti la Torre di Babele veniva raffigurata come una normale torre.

http://babelstone.co.uk/Blog/2007/01/72 ... babel.html

Una delle prime torri di Babele a spirale la troviamo in questa miniatura di un libro d’ore attribuita al “Maestro di Bedford” (1423):

Immagine:
Immagine
138,19 KB

Nella miniatura contenuta nel Breviario Grimani dell’inizio del 500 troviamo una evoluzione di quel tipo di torre, a spirale ma ancora con base quadrata:

Immagine:
Immagine
89 KB

Nel 1526 Hans Holbein il Giovane fa una innovazione disegnando una Torre rotonda. Questa forma inedita si espande in tutta Europa e si afferma a lungo.” (J. Vicari, La Torre di Babele, pag 134)

Immagine:
Immagine
100,23 KB

Nel 1530 circa Amico Aspertini propone una versione a spirale ambientata in un contesto di rovine romane

Immagine:
Immagine
146,47 KB

Nel 1547 Cornelis Anthonisz ne inventa una spettacolare versione disegnando una specie di immenso colosseo romano a piani sovrapposti che crolla rovinosamente

Immagine:
Immagine
153,08 KB

Ma è Bernard Salomon che nell’incisione pubblicata nei famosi Quadrins historiques de la Bible (che ebbe moltissime edizioni a partire dal 1554, anche una italiana intitolata Figure del Vecchio Testamento con versi toscani http://edit16.iccu.sbn.it/scripts/iccu_ ... 10&i=34983 ) arriva, forse per primo, a definire la forma che la Torre di Babele avrà in tante opere d’arte a partire da quel momento.

Immagine:
Immagine
139,88 KB

(Un interessante articolo sulla Torre di Babele, in PDF: http://hal.archives-ouvertes.fr/docs/00 ... _Babel.pdf )

Dico “forse per primo” perché nel 1553 Bruegel si trova a Roma e da un inventario del 1557 sappiamo che collaborò con l’incisore Giulio Clovio, un celebre miniaturista, per realizzare una prima raffigurazione della Torre di Babele, in forma di incisione su avorio. Purtroppo quell’incisione è perduta e non sappiamo che forma potesse avere.

Le celebri versioni dipinte negli anni successivi da Bruegel fissano definitivamente il modello della Torre di Babele cinquecentesca in forma di enorme Colosseo conico in corso di edificazione, con folle di operai, animali che portano materiali, macchine, carrucole…

Immagine:
Immagine
140,72 KB

Immagine:
Immagine
179,05 KB

http://babelstone.blogspot.com/2008/12/ ... babel.html

Quindi no, se anche non risultasse evidentissimo dallo stile pittorico di tutta la sala (che, come dice Kore, se fosse di Leonardo vorrebbe dire che ha dipinto bendato), quella Torre di Babele che vediamo a Teglio non potrebbe essere stata dipinta prima della metà del ‘500.

Ma voglio far notare un altro particolare. In un messaggio precedente ho letto che Magnani cita la Torre dei Guinigi di Lucca per giustificare la presenza di una torre che sembra avere degli alberi sulla cima. Guardate queste incisioni che raffigurano il re Nimrod di Babilonia, rispettivamente davanti alla Torre e alle mura della città, anche quelle in costruzione.

Immagine:
Immagine
156,44 KB

Immagine:
Immagine
161,45 KB

Nella seconda cosa vediamo spuntare dalle torri di Babilonia? Alberi.
E perché? a nessuno viene in mente quale fosse una delle famose particolarità di quella città, a parte la Torre di Babele?
I giardini pensili.

Una curiosità... sospetto che l'autore di queste due ultime incisioni (che ho trovato nel web purtroppo senza una attribuzione) fosse di fede protestante. Infatti al di là delle mura della corrotta Babilonia si nota quello che sembra il cupolone di San Pietro [:)]


Ultima modifica di Learco Pignagnoli il 18/04/2011, 22:32, modificato 1 volta in totale.


_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/04/2011, 23:51 
Cita:
Riccardo Magnani ha scritto:

Learco, mica parlavo di te quando accennavo al Lotto... parlavo di critici d'arte!!

Un suggerimento ulteriore:

http://it.wikipedia.org/wiki/Jacopo_Barozzi_da_Vignola


L'ho studiato e lo conosco bene. Ho anche collaborato alla grande mostra del 2002 proprio a Vignola, realizzando i pannelli grafici di una sala.
http://www.stile.it/cultura-e-spettacol ... espositivo
Ho ancora tutto il materiale su un CD, ma immagino non ti interessi... sarà sicuramente dogmatico [}:)]

Ma cosa c'entra il Vignola, che ha lavorato nella seconda metà del Cinquecento, con Leonardo che tu pretendi abbia dipinto il Palazzo Besta di Teglio nel Quattrocento? Non si stava discutendo di questo?
Perché divaghi sempre? eh? perché?

Cita:
e la fase strutturale anticipa quella decorativa, come ben puoi immaginare...


Proprio così, la fase strutturale anticipa quella decorativa, che per la Sala della Creazione è la seconda metà del secolo XVI, che segue il secolo XV nel quale tu sostieni che Leonardo avrebbe lavorato a Teglio.

La anticipa tanto che è documentato come per realizzare la Sala della Creazione sia stata sventrata la quattrocentesca sala preesistente, della quale rimangono tracce nello spazio sopra l'attuale soffitto:

"Che la sala sia stata ricavata in un momento successivo rispetto alla prima fase di trasformazione della costruzione prreesistente è confermato dal fatto che, nell'ambiente corrispondente al secondo piano, si nota la traccia dell'appoggio di un solaio in legno, al di sotto del quale restano avanzi di una precedente decorazione ad affresco a motivi vegetali, stilisticamente assai vicini a quelli della camera picta della Casa Besta de' Gatti a Teglio, che la Reggiani Rajna data alla fine del quattrocento (fig.126)" (Giorgio Galletti, Germano Mulazzani, Il Palazzo Besta di Teglio : una dimora rinascimentale in Valtellina, pag.92)

Fig. 126:
Immagine
115,07 KB

Dunque la sala originale della fine del Quattrocento è stata sventrata per realizzare successivamente, quindi nel Cinquecento, la nuova Sala della Creazione.

A me sembra semplice da capire la successione degli eventi.



_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9913
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/04/2011, 01:39 
Cita:
cit kore

Il pittore di teglio poteva essere un gran conoscitore della storia, della filosofia, dell'alchimia, di tutto il pensiero Rinascimentale, dei simboli matematici ecc... ma di certo non era un genio della pittura!!!!



Ric ha appena iniziato , e su questa frase di Kore c'è molto da da aggiungere .

Topic bellissimo .

Ric " divaga " quanto ti pare , e posta più materiale possibile ,
'l'istruttoria si prospetta molto lunga e complessa.

zio ot [;)]


Ultima modifica di barionu il 19/04/2011, 01:43, modificato 1 volta in totale.


_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 241
Iscritto il: 15/04/2011, 19:12
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/04/2011, 10:43 
Solo due piccoli incisi:

- Vignola poichè autore di palazzo bevilacqua e palazzo Farnese, a Caprarola, anch'egli discendente della scuola di Fontainebleau, come Salomon, e le cui analogie strutturali e pittoree con palazzo besta sono quanto meno disarmanti. Allo stesso modo potrei proporvi di seguire la dislocazione della scala a spirale, da quella di Chambors (di Leonardo), a Graz, a palazzo Barberini (già Sforza), a quella di Bramante in Vaticano e così via... a indicare una cronologia che è ben diversa da quella che proponi, Learco. Del resto sai meglio di me cosa significava fronteggiare la chiesa in quegli anni, e cosa significava muoversi nell'ombra, oppure al servizio della chiesa stessa. Potrei dire lo stesso di Amico Alberti, anch'egli decoratore di palazzo bevilacqua a Bologna... (hai fatto il raffronto tra i due cortili come suggerito?!).

-Ma vedo che i suggerimenti che vi offro non vengon colti, ma vi soffermate piuttosto su quanto avete incamerato negli anni di studio; nessuna citazione sui ritratti inediti di Leonardo, nessuna citazione su cosa vi sia alla sinistra e alla destra della torre di babele, nessuna analisi con gli schizzi dei codici, nessuna risposta laddove affermazioni del tipo "Leonardo Non è mai stato in Valtellina" vengono smontate da una presenza certa e acclarata da ciò che egli afferma nei codici stessi, nessun accenno alla visione di Vinci presente nella Sala, particolarissima perchè omettente la torre dei Conti Guidi (per ovvi motivi).

- Vera la circostanza della sovrapposizione degli affreschi a ciò che era nella torre MEDIOEVALE preesistente (a differenza tua, Learco, il palazzo l'ho visitato, e molto molto bene), ma ti segnalo anche che la modalità del ribassamento del soffitto è la stessa operata da Bramante e Leonardo a Santa Maria delle Grazie a Milano, casualmente, così come casualmente sono le decorazioni delle lunette presenti qua e là (citazione manzoniana dovuta, stante la mia origine).

- La scena del cacciatore che snida la faina, la pagina propostavi del codice di Oxford, non ha nulla dello stile pittorico degli affreschi della sala?!

- Dei cavalli, nessuna menzione?! Del fatto che le SETTE lunette che compongono la spirale centrale non hanno nulla a che vedere con Salomon, niente?!

- Del fatto che le lunette simil Salomon sono DODICI, ancora a spirale, con la TREDICESIMA rappresentata dalla creazione, nulla?!

- Del fatto che vi siano due ritratti di Leonardo nella chiesetta attigua, in cui c'è una crocifissione come quella in fronte all'Ultima Cena, niente?!

- Del fatto che gli zodiaci sarebbero copia di un "presunto" manoscritto anonimo del 1440, niente?!

- Del Cristo incinto del Mazzolino, niente?!?
Dopotutto anch'io ho diritto a qualche risposta, no?!

- Vediamo allora che mi dite del ritratto di Leonardo fatto dal Bramante... 1487... da me scoperto:


Immagine:
Immagine
97,12 KB

Da notare il riferimento alle spalle, nel cerchio sopra i due "filosofi", incarnati da Bramante stesso (a destra) e da Leonardo a sinistra.

Da notare anche il mappamondo, le mani incrociate di Leo (le stesse di Giovannino ne l'Ultima Cena, a indicarne l'androginia), i libri in fronte ai due: scritto da sinistra a destra quello dinanzi a Bramante, da destra a sinistra quello davanti a Leo. Barzelletta anche questa?!?!

Vi ometto l'osservazione dei cavalli alle spalle ... e i riferimenti a Fetonte, ad esempio... lo stesso Fetonte presente nello zodiaco di Teglio che lo differenzia dagli altri!!!!!!!!!!!!!!!!!

Di ritratti di leo, come questo se non ancor più significativi, in relazione ad attribuire palazzo Besta a Leonardo ne son usciti già 13, ma non li conto nemmeno più.

Buona giornata, ragazzi...


Ultima modifica di Riccardo Magnani il 19/04/2011, 11:12, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 241
Iscritto il: 15/04/2011, 19:12
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/04/2011, 12:06 
No, invece, perchè è giusto che si ragioni insieme, e spero che tu, Learco, che mostri una preparazione approfondita, mi risponda a qualche domanda, se lo ritieni opportuno.

1) Adamo ed Eva, o Cacciata dal paradiso: dici che la sala della Creazione sarebbe copiata da Salomon. Benissimo... hai visto le rappresentazioni di Durer degli stessi soggetti? Dunque, chi disegnò la sala della creazione copiò gli zodiaci di Durer (che a sua volta copiò Heinfogel, 1503 - tra l'altro discepolo di Schedel e Waldseemuller a Norimberga - che a sua volta copiò da un anonimo manoscritto del 1440 - data totalmente imprecisa) ma per quanto attiene la narrazione biblica si rifece a Salomon... non certo un incisore di riferimento).
Sappiamo che Durer seguì passo passo la produzione leonardesca, giusto? e che insieme furono i primi a proporre la tecnica anamorfica (ecco perchè quel titolo al libro).

2) Mercatore inventa la PROIEZIONE CARTOGRAFICA CONFORME nel 1569, ancor oggi utilizzata da tutti i navigatori. Se tu prendi Teglio, o CAspar Vopell, e sovrapponi un'immagine della terra tratta da Google Earth, scopri che quella visione è perfettamente coincidente con quanto un satellite riprende. Ora, vorrebbe significare che Caspar Vopell anticipa Mercatore di almeno ... 25 anni?!?! Plausibile?!?! Non è più plausibile che una cosa del genere l'abbia fatta un genio del calibro di Leonardo?!?! lo stesso leonardo che nel 1508 comuncia all'Università di Pavia di aver raggiunto la quadratura dell'angolo curvilineo? Tra i due...

3) La mappa di teglio riprende il mar rosso ... ROSSO, in linea con una chiara tendenza che coinvolge i cartografi del '400, e che rimanda alla leggenda di Lilith... e noi tutti sappiamo (codici Leonardo) che egli lamenta la sparizione di un suo mappamondo al padre di Ginevra Benci, che ritrae nel decennio '470. Sappiamo anche (perchè l'ho visto) che a Windsor ci sono due planisferi a quadrifoglio fatti dal Melzi (destinatario delle opere di Leonardo) datato 1515. Sappiamo anche che il Benci era collegato a Lorenzo il Popolano... a pensar male, spesso, ci si coglie.

4) hai potuto notare la datazione sul planisfero di teglio, 1459. INEQUIVOCABILE!
Si può commettere un errore simile, nel copiare perfettamente la mappa di caspar Vopell, oppure è più ragionevole pensare che Vopell abbia copiato Teglio, e abbia corretto la datazione per supportare la truffa della scoperta dell'America?! Tra l'altro, se tu avrai l'occasione di visionare i dipinti, ti renderai conto immediatamente di due cose: le scritte di teglio sono sovrapposte, e in particolare quelle sulla corona esterna a cuore (che NON è un richiamo alla marianità), sono più piccole e incise, come quella sottostante referentesi al famoso 1459.
Chi ha studiato quel mappamondo lo ha fatto in maniera pedestre, se non volutamente distorsiva del suo significato.

5) hai sovrapposto i ritratti di Colombo e Vespucci come ti ho suggerito?! Non sono la stessa persona? lo sono...

6) Raffaello: Disputa del sacramento. Hai notato, come ti ho suggerito, il David?! Giovane suonatore di lira, come nel contratto che lo accoglie alla corte degli Sforza... milanese... ebreo...?! Leonardo!!!! 1508, decisamente più vecchio del Leonardo del Bramante...
Lo stesso Leonardo che Raffaello ritrae ne La suola di Atene (questo è consolidato, giusto?). Bene...
Hai guardato, nello stesso dipinto, che c'è in basso a destra? due uomini, uno di spalle, con corona "milanese" e uno di fronte... il primo regge un mappamondo, con mar rosso ROSSO, l'altro una sfera celeste.
Se noti, il modo in cui Raffaello ritrae Leonardo riprende il dipinto di Bramante (ritratto a sua volta ne la Disputa del Sacramento), ovvero nella contrapposizione del filosofo che ride (ditino alzato, come il Leonardo della Scuola di Atene, o come il S.Giovanni, ad esempio, o come la Vergine nello zodiaco di teglio e in tutti gli altri già ampiamente citati) col filosofo che piange (accartocciato su se stesso, Bramante nella Disputa, Michelangelo, se non erro, ne la Scuola). Allo stesso modo in cui Durer indentifica il soggetto della sua Melancolia I. Allo stesso modo è ritratto Leonardo, per ben due volte, nella chiesetta di s. Lorenzo, attigua a palazzo besta (con una clessidra nella versione ... saturnina) e con una sfera armillare in quella gioviale (con immancabile ditino alzato). In questo caso Leonardo è leggermente più vecchio della versione del Bramante, ma decisamente più giovane della versione di raffaello, del 1508. In questo caso, la fisiognomica sai che non mente, e per questo ho avuto anche il supporto del Gen. garofano dei RIS.
Dunque il Leonardo tellino si pone in un periodo immediatamente successivo al 1487.

7) Melancolia I: hai fatto caso che in ogni lunetta di Teglio c'è un particolare della Melancolia I?!?! Domandati perchè...

8) le grottesche, utilizzate per primo da Pinturicchio nel 1477 e poi riprese da altri, dopo la scoperta in quegli anni della Domus Aurea (!) di Nerone. Le stesse campeggiano a palazzo Vecchio a Firenze (nulla di male) e in Vaticano.
Ma ti pare che in Vaticano vi sia quanto di più pagano si possa rappresentare?!?!

Quello che voglio significarti, che ho inteso significarti dal momento in cui rispondendoti ti suggerivo una chiave di lettura poco dogmatica, era ed è che c'è un filo rosso indissolubile che lega tutto quanto, e che propende per la mia teorizzazione. Ecco perchè Barozzi di Vignola, ecco perchè Fontainebleau, ecco perchè palazzo Bevilacqua, ecco perchè tutto quanto messo al fine di una discussione aperta, e non chiusa da un dogmatismo che spesso ha inteso cancellare, anzichè divulgare.

Mi piacerebbe si ripartisse da qui...

Un caro saluto a tutti.


Ultima modifica di Riccardo Magnani il 19/04/2011, 12:17, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 703 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 47  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Oggi è 28/11/2020, 00:38
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org