Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/09/2014, 10:20 
Conosci il tuo nemico”. Lo diceva Sun Tzu più di due millenni fa, nel suo celebre trattato “L’arte della guerra”, e alla Nasa devono aver imparato bene il concetto: sebbene non sia propriamente un nemico, Marte è di sicuro un osso duro. Per portarci degli esseri umani entro il 2030, come ha promesso l’amministratore delegato dell’agenzia spaziale statunitense Charles Bolden (e chissà che uno di questi non possa essere la nostra Samantha Cristoforetti), sarà necessario conoscerlo molto bene. Curiosity e Opportunity stanno facendo un ottimo lavoro in proposito. E da oggi possono contare su un nuovo alleato: la navicella Maven, lanciata quasi un anno fa per studiare lo strato esterna dell’atmosfera marziana, è finalmente entrata in orbita attorno al pianeta rosso.

“Come primo orbiter destinato a studiare l’atmosfera esterna di Marte, Maven migliorerà enormemente la nostra conoscenza del pianeta”, spiega Bolden, “di come il suo clima è cambiato nel tempo e di come questo ha influenzato l’evoluzione della superficie e della potenziale abitabilità del pianeta. È indispensabile per pianificare la missione che porterà gli esseri umani su Marte entro il 2030”. Dopo il lungo viaggio — Maven era decollata il 18 novembre 2013 da Cape Canaveral — l’avvenuto ingresso in orbita è stato confermato dai dati ricevuti dal centro operativo Lockheed Martin di Littleton, in Colorado, e dal tracciamento monitorato dal Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California.

Cosa succede ora? Maven inizierà un periodo di sei settimane di messa in manovra, in cui approccerà l’orbita finale (a circa 150 chilometri di quota) e proverà strumenti e comandi. Poi inizierà la missione vera e propria, della durata di un anno terrestre, durante la quale acquisirà misure della composizione, struttura e fuga dei gas dell’atmosfera superiore di Marte e della sua interazione con il Sole e con il vento solare. In particolare, Maven porta con sé tre pacchetti di strumenti: il Particles and Field Package, costruito dalla University of California at Berkeley, che servirà a caratterizzare il vento solare e la ionosfera del pianeta; il Remote Sensing Package, costruito dalla University of Colorado Boulder, che identificherà la struttura dell’atmosfera esterna, e il Neutral Gas and Ion Spectrometer che misurerà composizione e isotopi delle particelle atomiche presenti.

http://www.wired.it/scienza/spazio/2014 ... rno-marte/


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/09/2014, 17:23 
Cita:
ubatuba ha scritto:



La sonda cercherà di scoprire perché una buona parte dell'atmosfera di Marte è volata via in tempi remoti innescando un drastico cambiamento climatico: un pianeta secco ed arido dove un tempo c'era acqua e umidità.



Verrà pure il giorno in cui oltre ad acqua e umidità diranno che su Marte c'era la vita!

[;)]

Comunque questa missione mi interessa moltissimo poiché tocca alcuni interrogativi che sono stati presentati anche nei miei articoli e ricerche su Marte e sulla possibile origine "marziana" dell'umanità.

[;)]



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/09/2014, 20:03 
Cita:
Atlanticus81 ha scritto:

Cita:
ubatuba ha scritto:



La sonda cercherà di scoprire perché una buona parte dell'atmosfera di Marte è volata via in tempi remoti innescando un drastico cambiamento climatico: un pianeta secco ed arido dove un tempo c'era acqua e umidità.



Verrà pure il giorno in cui oltre ad acqua e umidità diranno che su Marte c'era la vita!

[;)]

[;)]


magari i viking la risposta l'avevano data....................................... [;)]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/12/2014, 17:36 
Cominciano ad arrivare i primi risultati scientifici dalla sonda MAVEN della NASA, dedicata allo studio dell’atmosfera di Marte. Dopo essersi immessa nell’orbita del Pianeta rosso lo scorso settembre, avviata la fase di calibrazione dei suoi strumenti e aver pure superato senza problemi l’incontro ravvicinato con la cometa Siding Spring, MAVEN ha iniziato dal 16 novembre scorso a fare quello per cui è stata progettata: scienza di altissimo livello.

Le prime analisi dei dati raccolti mettono subito in evidenza la presenza di un processo grazie al quale il vento solare riesce a penetrare negli strati più profondi dell’atmosfera marziana, contribuendo così alla sua depauperazione. «Stiamo iniziando a fare luce sulla catena di fenomeni che inducono la perdita di atmosfera su Marte» dice Bruce Jakosky, principal investigator di MAVEN. «Nel corso della missione riusciremo a ricostruire in dettaglio cosa avviene, ricostruendo come l’atmosfera di questo pianeta è cambinata nel tempo».

MAVEN è stato progettato per muoversi su un’orbita che gli permette di attraversare la ionosfera di Marte – il guscio di particelle cariche che si trova in una zona compresa tra circa 100 e 500 chilometri sopra la superficie – che funge da scudo protettivo al pianeta, deflettendo gli ioni del vento solare. Tuttavia questo scudo sembra non essere poi così impenetrabile. Il Solar Wind Ion Analizer di MAVEN, uno dei suoi strumenti di bordo, ha infatti sorprendentemente registrato un flusso di particelle di origine solare che riescono ad insinuarsi negli strati più profondi dell’alta atmosfera e della ionosfera di Marte. Quando il vento solare arriva a contatto con le propaggini dell’atmosfera, i suoi ioni acquistano elettroni, divenendo atomi neutri e riuscendo così a propagarsi con maggior facilità fino a quote assai più basse, per ripresentarsi nella ionosfera di nuovo sotto forma di particelle cariche. Questa trasformazione, che riporta le particelle del vento solare di nuovo allo stato di ioni, sta permettendo ai ricercatori di capire come il vento solare interagisce con l’atmosfera marziana e come essa ne venga erosa.

Ad affiancare ed integrare queste osservazioni ci sono poi i dati che stanno arrivando da altri strumenti di MAVEN. Il Neutral Gas and Ion Mass Spectrometer (NGIMS) è all’opera per analizzare la composizione del gas dell’alta atmosfera di Marte e comprendere meglio le relazioni tra questa regione e quelle legate agli strati più bassi. E poi c’è STATIC (Suprathermal and Thermal Ion Composition) che già a poche ore dalla sua attivazione ha individuato dei ‘pennacchi polari’ composti da ioni che stanno abbandonando l’atmosfera di Marte. Insomma, MAVEN sembra proprio mantenere le sue promesse e si appresta a darci una visione nuova e senza precedenti dell’ambiente atmosferico del Pianeta rosso.

http://www.coelum.com/news/atmosfera-in-fuga-da-marte


Ultima modifica di ubatuba il 18/12/2014, 17:36, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/12/2014, 16:35 
Guarda come Maven studia l’atmosfera di Marte

Uno sguardo nel passato del Pianeta Rosso per scoprire come mai, da umido e (forse) vitale, sia oggi solamente una massa polverosa e arida

Curiosity continua a scorrazzare su Marte, presto anche le caratteristiche dell’atmosfera che avvolge il pianeta non saranno più un mistero grazie a Maven, la sonda Nasa salpata lo scorso novembre che ci aiuterà a svelare i segreti della sua evoluzione climatica.

Marte infatti, ora arido e apparentemente sterile, potrebbe un tempo essere stato un luogo adatto alla vita grazie alla presenza di acqua e alla schermatura delle radiazioni da parte di elementi volatili che via via si sono ormai dispersi. Sarà proprio l’origine di questa dispersione il primo interrogativo cui Maven, appena entrato nell’orbita di Marte (lo scorso 21 settembre), tenterà di rispondere.

In questo video, ecco tutte le sfide che la sonda è pronta ad affrontare ora che è finalmente vicina al Pianeta Rosso.

http://www.wired.it/tv/guarda-come-mave ... era-marte/

il video cliccando il link sottostante


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio: Re: NASA: missione MAVEN
MessaggioInviato: 14/06/2015, 12:21 
Nella sua missione di mappatura in orbita intorno al Pianeta Rosso, la sonda MAVEN della NASA è arrivata a completare qualche giorno fa, il 6 aprile 2015, ben 1000 orbite in quattro mesi e mezzo dall'inizio del suo primo anno di missione principale, iniziata il 16 novembre 2014.

La Mars Atmosphere and Volatile EvolutioN (MAVEN) è la prima missione devoluta alla comprensione dell'alta atmosfera marziana, ed in particolare al ruolo che la perdita di gas atmosferico ha giocato nel cambiamento climatico di Marte nel tempo. MAVEN scandaglia inoltre la bassa atmosfera, in modo da poter capire le connessioni e le interazioni tra le due diverse regioni. Il lancio della sonda è avvenuto il 18 novembre 2013 dal Cape Canaveral Air Force Station, in Florida, ed è entrata con successo in orbita marziana il 21 settembre 2014.

Recentemente MAVEN è stata in grado di osservare due fenomeni ancora da chiarire: un'inspiegabile nuvola di polvere ad elevate altitudini e aurore probabilmente magnetiche che raggiungono regioni profonde all'interno dell'atmosfera marziana.

notizia da link2universe


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 15257
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: NASA: missione MAVEN
MessaggioInviato: 14/06/2015, 14:34 
ubatuba ha scritto:
e aurore probabilmente magnetiche che raggiungono regioni profonde all'interno dell'atmosfera marziana.

notizia da link2universe


ma marte non è privo di campo magnetico?



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio: Re: NASA: missione MAVEN
MessaggioInviato: 14/06/2015, 16:02 
...recentemente hanno individuato quelle che sembrano aurore,cmq molto + in quota di quelle terrestri........quindi ad ora e' una supposizione anke se molto accreditata....... [:290] [:290]


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7835
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: NASA: missione MAVEN
MessaggioInviato: 14/06/2015, 16:36 
MaxpoweR ha scritto:
ma marte non è privo di campo magnetico?


Diciamo che 'e poco significativo soprattutto se confrontato con il nostro. Marte si attesta mediamente sui 5 nanoTesla contro quello terrestre che, a seconda delle zone, varia tra 20'000 e 70'000 nanoTesla.



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 16/07/2018, 02:56
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org