Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4762
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: Sfere di Dyson.
MessaggioInviato: 19/06/2017, 16:13 
Cita:
Cerchiamo le mega-strutture aliene nel posto sbagliato?

Immagine


Negli anni ’60, Freeman Dyson e Nikolai Kardashev catturarono l’immaginazione delle persone con alcune proposte particolari. Dyson propose che le specie intelligenti possano arrivare a costruire mega-strutture per catturare l’energia delle stelle e Kardashev descrisse un sistema di classificazione delle specie intelligenti, basato sulla loro abilità di controllare l’energia planetaria, stellare e galattica. Grazie alle missioni ora capaci di localizzare pianeti extrasolari (come il Kepler Space Observatory), gli scienziati hanno potuto cercare segni di possibili mega-strutture aliene. Sfortunatamente, a parte alcuni risultati molto discutibili, al momento non risultano evidenze concrete. Fortunatamente, in uno studio della Free University of Tbilisi, il Prof. Zaza Osmanov offre alcuni suggerimenti sul perchè tali strutture al momeno non si trovino. Se esiste altra vita intelligente, perchè non l’abbiamo ancora individuata? Questo problema, riassunto da Enrico Fermi negli anni ’50 (Paradosso di Fermi), persiste tuttora. Per esempio, nell’estate del 2015, un team di astronomi annunciò di aver trovato una possibile indicazione di mega-struttura aliena attorno alla Stella di Tabby (KIC 8462852). Tuttavia, hanno subito precisato che potevano esserci altre spiegazioni per la strana luminosità altalenante della stella e seguenti studi hanno offerto spiegazioni più probabili.

Osmanov quindi ipotizza che stiamo cercando nei punti sbagliati, lo scorso anno ha scritto un documento scientifico dove suggerisce che una super-civiltà aliena, paragonabile al Livello 2 della scala di Kardashev, userebbe mega-strutture ad anello per catturare l’energia delle sue stelle, questo contrasta con l’idea della Sfera di Dyson, ovvero di un guscio sferico. Inoltre, secondo Osmanov questi Anelli di Dyson si troverebbero con maggior probabilità attorno a delle pulsars piuttosto che a delle stelle, pulsars che avrebbero dimensioni dipendenti dalla loro velocità di rotazione. Nel suo ultimo studio intitolato “Are the Dyson rings around pulsars detectable?“, Osmanov estende il problema del rilevamento di tali mega-strutture nel reame osservativo. Nello specifico, queste mega-strutture sarebbero individuabili identificando la loro firma nella radiazione infrarossa, in base a quanto questa varia, Osmanov pensa che sia possibile scoprirle con gli strumenti esistenti e nel nostro Universo locale.


http://www.altrogiornale.org/cerchiamo- ... sbagliato/


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18931
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Sfere di Dyson.
MessaggioInviato: 19/06/2017, 20:43 
L'immagine nell'articolo è tratta dal gioco stellaris e rappresenta un anello stellare (una serie di strutture abitative artificiali cowtruite attorno ad una stella).

Comunque secondo me la sfera di Dyson è eticamente una schifezza.
Circondando la stella di fatto la si oscura oscurando completamente un intero sistema solare (o comunque sene riduce di gran lunga l'irraggiamento) e come si fa ad esser certi di non estinguere eventuali specie viventi in quel sistema?



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4762
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: Sfere di Dyson.
MessaggioInviato: 20/06/2017, 01:43 
Quando l'essere umano deve costruire una struttura non si fa tanti scrupoli a tagliari alberi e distruggere tane di animali [:)] ...


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 177
Iscritto il: 25/11/2016, 09:28
 Oggetto del messaggio: Re: Sfere di Dyson.
MessaggioInviato: 20/06/2017, 09:06 
MaxpoweR ha scritto:
Circondando la stella di fatto la si oscura oscurando completamente un intero sistema solare (o comunque sene riduce di gran lunga l'irraggiamento) e come si fa ad esser certi di non estinguere eventuali specie viventi in quel sistema?


Credo che se una civiltà è arrivata ad un livello evolutivo tecnologico tale da creare un sfera di Dyson, non ha nessun problema a sapere se nel proprio sistema stellare ci sono forme di vita.
E in caso non ci sono, perchè non dovrebbero approfittarne?
In fondo, quante possibilità ci sono che in un sistema si sviluppino forme di vita su più di un pianeta? Credo sia pari allo 1%, giusto per essere ottimisti.


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18931
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Sfere di Dyson.
MessaggioInviato: 20/06/2017, 13:23 
Akatsuki ha scritto:
MaxpoweR ha scritto:
Circondando la stella di fatto la si oscura oscurando completamente un intero sistema solare (o comunque sene riduce di gran lunga l'irraggiamento) e come si fa ad esser certi di non estinguere eventuali specie viventi in quel sistema?


Credo che se una civiltà è arrivata ad un livello evolutivo tecnologico tale da creare un sfera di Dyson, non ha nessun problema a sapere se nel proprio sistema stellare ci sono forme di vita.
E in caso non ci sono, perchè non dovrebbero approfittarne?
In fondo, quante possibilità ci sono che in un sistema si sviluppino forme di vita su più di un pianeta? Credo sia pari allo 1%, giusto per essere ottimisti.


Perchè se non ci sono potrebbero ORA esserci in futuro, tra un miliardo di anni. In ogni caso dubito si possa avere la certezza assoluta di non estingue qualche specie vivente, sia essa intelligente o meno :) Ed oscurare completamente un sistema solare mi sembra una bestialità.

Se la linea guida è il "rispetto perla natura" e la convivenza con quest'ultima allora oscurare un intero sistema per trarne energia è quanto di più alieno possa esserci d questa linea di pensiero. Se vale oscurare il sistema solare vale anche disboscare selvaggiamente distruggendo interi ecosistemi di animali "inferiori".

O magari un giorno una specie robotica che non ci percepisce come specie intelligente degna di nota potrebbe essere tentata di oscurare il nostro sole per farci una sfera di Dyson... Il concetto di vita e di intelligenza è molto poco definibile.

Se la natura va rispettata lo si deve fare a tutti i livelli.

Ma in fondo io credo che il sistema di Dyson sia molto rozzo (il futuro del passato, diciamo così) ed una società capace di costruire una tale struttura a livello tecnico e logistico sia in grado di estrarre l'energia di cui necessita da altre fonti. Dubito necessiti di energia "solare" per andare avanti.

Non ci vedo niente nè di buono nè di avveniristico.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4762
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: Sfere di Dyson.
MessaggioInviato: 27/12/2019, 18:57 
Sono scomparse 100 stelle. E per gli scienziati tra i responsabili ci potrebbero essere gli alieni

Immagine

Confronto tra due immagini dei due Cataloghi Stellari. Alcune stelle mancano all'appello.

Dove sono finite quelle stelle nel cielo? Sembra una domanda da fantascienza eppure se lo chiede un gruppo di ricerca internazionale guidato da Beatriz Villarroel dell’Istituto nordico di fisica teorica in Svezia e dell’Istituto di astrofisica delle Isole Canarie.

E gli astrofisici se lo chiedono a ragion veduta tant’è che la loro ricerca è apparsa sulla rivista scientifica The Astronomical Journal. La storia del mistero è questa: il gruppo di Villarroel ha confrontato una serie di mappe stellari che risalgono agli Anni Cinquanta del secolo scorso con mappe attuali e ha scoperto che all’appello mancano ben 100 stelle che allora erano state fotografate, osservate e catalogate.

Immagine

Confronto tra due immagini dei due Cataloghi Stellari. Alcune stelle mancano all’appello.



Sono letteralmente scomparse.

La scoperta, che poi si è trasformata in un progetto chiamato VASCO da Vanishing and Appearing Sources as a Century of Observations, il quale sta comparando le 600 milioni di stelle che vennero mappate 70 anni fa dall’US Naval Observatory Catalog (USNO) B 1.0, con quelle rilevate recentemente dal Pan-STARRS Data Release (DR1).

Ebbene da una prima comparazione risultava che circa 150.000 oggetti stellari non erano sovrapponibili con oggetti osservati ai nostri giorni. In pratica sembravano non esistere. A questo punto è stata fatta una ricerca visiva di quasi 25.000 stelle (selezionate dalle 150.000) e dopo un’approfondita analisi Villarroel e i suoi colleghi sono certi che almeno 100 stelle mancano all’appello.

A questo punto, per spiegare il fenomeno, si è dato vita ad una serie di ipotesi che al momento però sarebbero tutte da verificare.

Per qualche oggetti si potrebbe ipotizzare che siano supernovae ormai esplose e quel che è rimasto è oggi invisibile anche ai potenti telescopi dei nostri giorni oppure stelle che potrebbero essersi trasformate in buchi neri e quindi sarebbero invisibili, oppure ancora, oggetti non stellari (come nane brune) che allora erano visibili, oggi non più perché si sarebbero spostati chissà dove.

Ma potrebbe essere successo qualcosa di ancora più strano e quasi incredibile. Che civiltà molto più avanzate rispetto alla nostra abbiano costruito particolari strutture attorno alle stelle per catturarne l’energia e ciò ne oscura l’esistenza ai nostri occhi. Un’ipotesi davvero difficile da sostenere però, visto, tra l’altro, il gran numero di stelle scomparse in poco più di mezzo secolo.

Forse, molto più semplicemente, a spiegare la loro scomparsa dai nostri cieli potrebbe essere un fenomeno del tutto naturale ancora sconosciuto o un fenomeno noto che non siamo stati ancora in grado di comprendere.

Certo è che il mistero rimane…


https://it.businessinsider.com/100-stel ... si-alieni/


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4762
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: Sfere di Dyson.
MessaggioInviato: 29/02/2020, 18:52 
Scienza, è morto Freeman Dyson: fisico, fu visionario dei mondi possibili
E' morto Freeman Dyson, il fisico teorico britannico autore di importanti studi sull'elettrodinamica quantistica e sulle interazioni tra particelle elementari


E’ morto Freeman Dyson, il fisico teorico britannico autore di importanti studi sull’elettrodinamica quantistica e sulle interazioni tra particelle elementari. Aveva 96 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato dall’Institute for Advanced Study dell’Università di Princeton, dove ha insegnato per quasi 60 anni e di cui era professore emerito.

Nato a Crowthorne, in Inghilterra, il 15 dicembre 1923, in cattedra a Princeton a trent’anni, Dyson è stato una delle figure di primissimo piano della fisica contemporanea, autore di fondamentali lavori sull’elettrodinamica quantistica, sulla fisica dello stato solido e l’ingegneria nucleare, teorizzando vari concetti che portano il suo nome: la trasformazione di Dyson, l’albero di Dyson, la serie di Dyson e la sfera di Dyson.

Dal 1957 al 1961 Dyson lavorò al Progetto Orione, che tentava di dimostrare la possibilità del volo spaziale attraverso la propulsione nucleare. Venne realizzato un prototipo utilizzando l’esplosivo convenzionale, ma un trattato che vietava l’utilizzo di armi nucleari nello spazio causò l’abbandono del progetto. Fu allora che Dyson teorizzò che società tecnologicamente avanzate avrebbero potuto circondare completamente il Sole per catturarne l’energia, attraverso una struttura nota come “Sfera di Dyson”, così fornendo un possibile metodo di ricerca delle civiltà extraterrestri.



http://www.meteoweb.eu/2020/02/scienza- ... n/1396761/


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 01/04/2020, 03:49
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org