Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1656
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: ORC
MessaggioInviato: 11/07/2020, 09:49 
Cita:
Odd Radio Circles (ORC) una nuova classe di oggetti astronomici?

In un articolo in attesa di revisione, pubblicato su arXiv e presentato a Nature Astronomy, l'astrofisico Ray Norris, della Western Sydney University in Australia, descrive gli ORC (Odd Radio Circles), caratteristiche circolari che potrebbero rappresentare un nuovo tipo di segnale radioastronomico.

"Le caratteristiche circolari sono ben note nelle immagini radioastronomiche e di solito rappresentano un oggetto sferico come un residuo di supernova, una nebulosa planetaria, un guscio circumstellare, o un disco protoplanetario, o una galassia" scrivono i ricercatori nel loro articolo. "Possono anche derivare da artefatti di imaging intorno a fonti luminose, causati da errori di calibrazione o inadeguata deconvoluzione" ma queste caratteristiche "non sembrano corrispondere a nessuno tipo di oggetto o artefatto noto. Sembrano piuttosto una nuova classe di oggetti astronomici".

Gli ORC sono stati osservati per la prima volta nei dati raccolti durante la fine del 2019, nell'ambito del progetto Pilot Survey of the Evolutionary Map of the Universe (EMU) condotto utilizzando l'Australian Square Kilometer Array Pathfinder (ASKAP). Nonostante il team avesse individuato ben tre strani cerchi nelle immagini, il dubbio che potesse trattarsi di un errore di rilevazione si è protratto fino a quando ci si è accorti di un quarto ORC anche nei dati raccolti nel 2013 con il Giant MetreWave Radio Telescope, in India. Inoltre, successive osservazioni di follow-up con un altro telescopio australiano, l'Australia Telescope Compact Array, hanno confermato ORC-1 e ORC-2.

Tutti e quattro gli ORC sono ad alte latitudini galattiche, a una certa distanza dal piano galattico e hanno un diametro di circa 1 minuto d'arco (che è quasi un 3 per cento delle dimensioni della Luna piena nel cielo notturno). Tuttavia, non conoscendo la distanza di tali oggetti, potrebbe non voler dire molto.
Tutti e quattro sono visibili solo nelle lunghezze d'onda radio: sono completamente invisibili nelle lunghezze d'onda dei raggi X, ottiche o infrarosse.
È possibile che possano essere collegati all'attività galattica ma solo due di essi hanno una galassia ottica vicino al centro dell'emissione radio.
Uno di essi, ORC-3 sembra essere leggermente diverso: più simile ad un disco uniforme che ad un anello.

Nonostante nell'aspetto possano ricordare un residuo di supernova o una nebulosa planetaria, nessuna di queste due spiegazioni può essere presa in considerazione, dicono gli scienziati.
Per quanto riguarda i resti di supernova, il problema è numerico. EMU ha osservato solo una piccola parte di cielo, rilevando tre ORC. Perciò, se fossero resti di supernova ne dovrebbero esistere almeno 50.000 nella Via Lattea, mentre ne conosciamo circa 350. Per quanto riguarda le nebulose planetarie, invece, l'indice spettrale radio degli ORC non è coerente con tale identificazione.

Il team ritiene che qualunque cosa stia causando gli ORC è probabilmente al di fuori della Via Lattea, come un'onda d'urto sferica gigante causata da un evento enorme.
"Recentemente sono state scoperte diverse classi di eventi transitori, in grado di produrre un'onda d'urto sferica come FRB, esplosioni di raggi gamma e fusioni di stelle di neutroni. Tuttavia, a causa della grande dimensione angolare degli ORC, ciascuno di questi eventi si sarebbe verificato in un lontano passato", scrivono gli autori nella loro ricerca.
"È anche possibile che gli ORC rappresentino una nuova categoria di fenomeni, derivati dai getti di una radiogalassia o di un blazar quando sono verso la fine". "In alternativa, possono rappresentare alcuni resti di un precedente deflusso da una radiogalassia". Tuttavia, il discorso rimane aperto ed intrigante. Solo su una cosa gli scienziati concordano: ciò che stiamo guardando è un nuovo fenomeno o una nuova rilevazione di un fenomeno noto.

Tra i dati, il team ha anche identificato 6 ORC candidati molto più deboli che potrebbe aiutare a far luce su questo nuovo mistero galattico.

https://aliveuniverse.today/flash-news/ ... stronomici


Cita:
Oggetti radio circolari inattesi ad alta latitudine galattica

" Abbiamo trovato una classe inaspettata di oggetti astronomici che non sono stati precedentemente riportati, nella mappa evolutiva del sondaggio pilota dell'universo, usando il telescopio Australian Square Kilometer Array Pathfinder. Gli oggetti compaiono nelle immagini radio come dischi circolari illuminati dal bordo di un diametro di un arcmin e non sembrano corrispondere a nessun tipo di oggetto noto. Noi ipotizziamo che possano rappresentare un'onda d'urto sferica da un evento transitorio extra-galattico, o il deflusso, o un residuo, da una galassia radio vista end-on. "

https://arxiv.org/abs/2006.14805



_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 21/09/2020, 17:02
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org