Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 41 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 341
Iscritto il: 07/04/2009, 21:58
Località: Roma
 Oggetto del messaggio: La Nasa annuncia acqua salata su Marte
MessaggioInviato: 05/08/2011, 09:03 
Acqua salata scorre su Marte"
L'annuncio arriva dalla Nasa

La ricerca è stata pubblicata su Science dal gruppo di ricercatori. A testimoniare la presenza di acqua allo stato liquido tracce scure e lunghe che compaiono sul pianeta rosso solo durante le estati marziane

"Acqua salata scorre su Marte" L'annuncio arriva dalla Nasa Un'immagine della superficie di Marte (foto: NASA/JPL-Caltech/Univ. of Arizona)

WASHINGTON - Su Marte ci sarebbe acqua salata in forma liquida, che scorre stagionalmente e in piccole quantità lungo la superficie del pianeta. Lo testimonierebbero alcune tracce scure e lunghe anche centinaia di metri che compaiono sul pianeta rosso solo durante le estati marziane. L'ipotesi è stata presentata dalla Nasa durante una conferenza stampa ed è stata pubblicata su Science dal gruppo di ricercatori coordinato da Alfred McEwen dell'università dell'Arizona.

L'idea che su Marte possa scorrere dell'acqua è nata osservando le immagini catturate dal telescopio HiRISE, che viaggia a bordo della sonda della Nasa 'Mars Reconnaissance Orbiter' (MRO). Nelle foto è infatti possibile osservare delle particolari tracce scure, delle scanalature larghe fino a 5 metri e lunghe anche centinaia di metri, che sono visibili dalla tarda primavera fino agli inizi dell'autunno marziano lungo alcuni versanti che guardano l'equatore e sono quindi più esposti al Sole. Anche se non si hanno ancora prove sufficienti a dimostrarlo, i ricercatori dell'Arizona ipotizzano che queste possano essere le tracce lasciate dallo scorrere di acqua salata. "La spiegazione più convincente che abbiamo per queste osservazioni è che si tratti di un flusso di acqua salata, anche se ancora manca una conferma ufficiale", ha dichiarato a Science Alfred McEwen del Lunar and Planetary Laboratory della University of Arizona In precedenza era stata confermata la presenza di acqua allo stato solido sotto forma di ghiaccio ai poli o l'antica presenza (centinaia di milioni di anni fa) allo stato liquido. Stavolta si tratterebbe della prima volta di acqua seppur salata allo stato liquido.

"Questa ipotesi è la più probabile da un punto di vista chimico e fisico - commenta Giovanni Bignami, astrofisico dell'Istituto universitario di studi superiori di Pavia - perché la presenza di sali abbassa la temperatura di congelamento dell'acqua e innalza quella di ebollizione. Durante l'estate marziana le temperature si avvicinano allo zero: in queste condizioni l'acqua salata può rimanere liquida il tempo necessario per formare queste scanalature, e riesce a non evaporare subito nonostante l'atmosfera sia molto rarefatta".

Resta ancora molto da capire riguardo l'origine di queste piccole 'colate' di acqua salata. "Potrebbero provenire dal sottosuolo marziano, dove l'acqua salata può conservarsi grazie alle basse temperature", aggiunge Bignami. "Bisogna indagare meglio questo fenomeno, soprattutto la sua stagionalità - precisa l'astrofisico - ma in ogni caso potrebbe rappresentare un'ulteriore conferma della presenza nel sottosuolo di significative quantità di acqua sopravvissute all'evaporazione degli oceani che due miliardi di anni fa ricoprivano Marte".

Questa scoperta è "l'ulteriore conferma che Marte è un pianeta geologicamente vivo, con una superficie che si modifica anche rapidamente nel tempo", spiega Enrico Flamini, coordinatore scientifico dell'Agenzia spaziale italiana (Asi). "Le brine ghiacciate erano già state osservate dalle sonde Viking - aggiunge - e la presenza di sali nel ghiaccio è stata confermata più di recente da Phoenix. Gli ingredienti quindi ci sono". Per quanto riguarda l'origine di queste tracce "potrebbero essere dovute a piccoli depositi ghiacciati sotto la superficie che si sciolgono quando arrivano vicino alla parte esposta del pendio. In ogni caso - conclude - è difficile immaginarsi un meccanismo che non implichi la presenza, anche se temporanea, di acqua liquida".

fonte http://www.repubblica.it



_________________
Perchè sono così sicuro esistano gli "ALIENI" ? Semplice...Perchè esisto "ANCHIO" !!!!

http://www.24meu.jimdo.com
Xbox live clan! jump in !
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 609
Iscritto il: 23/04/2009, 14:42
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/08/2011, 10:01 
sono proprio curioso di vedere queste foto


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Premio Esperto in Grafica ed Analisi DigitaliPremio Esperto in Grafica ed Analisi Digitali

Non connesso


Messaggi: 2102
Iscritto il: 07/12/2008, 12:41
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/08/2011, 10:25 
Molto interessante! Grazie belf1!

Questo è l'articolo Nasa originale in inglese, con una bella animazione:

http://science.nasa.gov/science-news/sc ... marsflows/

e anche qui:

http://www.jpl.nasa.gov/news/news.cfm?r ... l&rst=3089

Animazione NASA:

Immagine

Fin'ora avevo sempre pensato che la bassa pressione atmosferica marziana impedisse all'acqua di rimanere allo stato liquido in superficie, poichè la temperatura di evaporazione è legata alla pressione a cui si trova la sostanza.

Diagramma di fase dell'acqua:

Immagine

Vedendo il grafico e considerando che marte ha un escursione termica da -140 a +20 gradi centigradi, ed una pressione media pari a circa 1/100 di quella terrestre, potete capire come su marte l'acqua si trovi sempre allo stato solido o gassoso, poichè a quelle condizioni non viene raggiunto il "punto triplo", dove l'acqua può esistere anche allo stato liquido.

In questo grafico tutto ciò è visibile ancora meglio:

Immagine
Cita:
Diagramma di fase per l'acqua; la zona verde indica la regione in cui l'acqua è liquida. I valori di temperatura e pressione superficiale dei pianeti rocciosi del sistema solare sono indicate nel grafico come E (Earth - Terra), M (Marte), V (Venere). Fonte: M. Chaplin.


fonte: http://adlibitum.oats.inaf.it/monaco/Ho ... ode44.html

Come vedete il punto triplo è molto vicino...la M rappresenta Marte...una media delle condizioni di Marte...E' probabile che il punto triplo possa essere raggiunto in particolari e rare condizioni di pressione e temperatura sul pianeta rosso. Il sale disciolto in acqua sposta leggermente a sinistra il punto triplo nel grafico facilitando il verificarsi di tale condizione...credo non di molto comunque....
Basti pensare che l'acqua di mare ha punto di fusione inferiore di soli due gradi rispetto all'acqua dolce, con una percentuale di cloruro di sodio (sale da cucina) preponderante rispetto ad altri sali, per un totale del 3.5% in peso. Ci sarà da vedere che tipo di sali e in che quantità sono disciolti in quelle acque. Ce ne vorrebbe molto per una variazione significativa. Ad ogni modo sembra piuttosto plausibile come teoria...


Ultima modifica di Manny il 05/08/2011, 10:32, modificato 1 volta in totale.


_________________
_______________________________________________
<<< Non accontentarti dell'orizzonte, cerca l' infinito >>>
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 341
Iscritto il: 07/04/2009, 21:58
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/08/2011, 10:49 
Perdonate l'ignoranza ma quindi...dove c'è acqua c'è vita giusto ? ci saranno batteri o cose simili o no ?
premesso che la vita può esistere anche in forme diverse in cui noi la concepiamo.



_________________
Perchè sono così sicuro esistano gli "ALIENI" ? Semplice...Perchè esisto "ANCHIO" !!!!

http://www.24meu.jimdo.com
Xbox live clan! jump in !
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/08/2011, 17:44 
Acqua liquida su Marte? Si, e forse anche salata…
di Redazione Inaf

Lacrime salate rigano il volto di Marte? Durante i mesi più caldi dell’anno, la superficie di Marte sembrerebbe mostrare tracce dello scorrimento d’acqua salata. Rilevate dal Mars Reconnaissance Orbiter della NASA, si dissolvono in inverno per poi ripresentarsi la primavera successiva.SEGNI STAGIONALI: FORSE È ACQUA SALMASTRA
L’aspetto è quello di dita scure e affusolate, lunghe centinaia di metri e larghe fino a cinque metri, che si estendono lungo i pendii marziani. Le ha fotografate, nel corso d’una serie d’osservazioni ripetute nel tempo, la camera HiRISE (High Resolution Imaging Science Experiment), a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter della NASA. A far nascere nei ricercatori il sospetto che possa trattarsi di acqua, e più precisamente d’acqua salata, è la loro stagionalità: si attenuano in inverno, per poi ripresentarsi quando arriva la primavera.

«Al momento, la migliore ipotesi che abbiamo, per spiegare queste osservazioni, è che possano essere dovute a un flusso di acqua salmastra», afferma Alfred McEwen, del Lunar and Planetary Laboratory della University of Arizona, nonché responsabile di HiRISE. Aggiungendo, però, che la ricerca da lui firmata insieme ad altri colleghi, in uscita domani su Science, non offre la prova definitiva. Cautela comprensibile, vista la portata della scoperta: se confermata, vorrebbe dire che sul pianeta rosso esiste acqua allo stato liquido – seppur salata e solo in certi periodi dell’anno. E proprio la salinità giocherebbe un ruolo fondamentale, abbassando il punto di congelamento dell’acqua fino a temperature compatibili con le pur tiepide estati marziane.

«È l’ulteriore conferma che Marte è un pianeta geologicamente vivo», commenta Enrico Flamini, coordinatore scientifico dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana), a proposito dell’articolo, «con una superficie che si modifica anche rapidamente nel tempo. Le brine ghiacciate erano già state osservate dai Viking e la presenza di sali nel ghiaccio è stata confermata più di recente da Phoenix. Gli ingredienti quindi ci sono. Personalmente resto dubbioso che sia lo scioglimento delle brine la causa, ma come evidenziammo già al tempo dei Viking, potrebbero essere dovute a piccoli depositi ghiacciati sotto la superficie che si sciolgono quando arrivano vicino alla parte esposta del pendio. In ogni caso è difficile immaginarsi un meccanismo che non implichi la presenza, anche se temporanea, di acqua liquida».

Per saperne di più:

L’articolo di Alfred McEwen et al., Seasonal Flows on Warm Martian Slopes, Science 5 August 2011, Vol. 333 no. 6043 pp. 740-743
Mars Reconnaissance Orbiter sul sito NASA


http://www.coelum.com/news/acqua-liquid ... che-salata





Immagine:
Immagine
35,06 KB


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2307
Iscritto il: 03/12/2008, 21:09
Località: roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/08/2011, 17:49 
Che ci siano gullies su marte era risaputo da tempo(chiedetelo agli amici di lunar explorer:-D)...o meglio era l'ipotesi piu' accreditata per spiegare queste scanalature che compaiono di tanto in tanto sulla superfice del pianeta (evidentemente in seguito all'aumento della temperatura dovuto alle stagioni calde che scioglie l'acqua presente nel sottosuolo).
Il fatto che tale ipotesi sia finalmente "ufficializzata" con una pubblicazione nasa su una prestigiosa rivista scientifica è cmq un fatto positivo.
E sicuramente assisteremo nel prossimo futuro ad altre rivelazioni che spianeranno la strada alla scoperta e successiva divulgazione della presenza di forme di vita su altri pianeti...


Ultima modifica di tommaso il 05/08/2011, 17:50, modificato 1 volta in totale.


_________________
"Bisogna cercare orizzonti lontani non solo per scopi pragmatici, ma perché l'immaginazione e l'anima vengano nutrite dalla meraviglia e dalla bellezza".
Verner Von Braun,1972
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 645
Iscritto il: 28/06/2011, 02:03
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/08/2011, 05:35 
Io ho ancora quella vocina in testa che mi dice che nei primi anni 60 gli Americani in collaborazione con i Russi abbiano dato il via alla terraformizzazione di Marte.
Che questo sia il risultato di pioggie dovute alla nuova atmosfera ricreata sul pianeta rosso?
Ipotizzo naturalmente, qualcuno deve pur farlo no? Altrimenti non terrei fede alle parole della mia firma! [:D]

Ricordo la "possibilita'" che i governi Americo-Russi pilotino i media e gli astronomi al fine di non farci sapere quello che combinano su marte, e anche se cio' sembra un assurdita' complottistica e' anche un ipotesi da tenere in considerazione.
Infatti potrebbe darsi che l'annuncio sia dato per prepararci al fatto che aumenteranno i viaggi verso Marte al fine un giorno di renderlo abitabile, ma senza pero' farci sapere che lo stavano progettando da 50 anni di nascosto.
Insomma una specie' di verita' per coprire la menzogna!

Spero avrete letto quelle notizie sul presunto intercettamento di trasmissioni da marte negli anni 60 in seguito al quale una trasmissione documentario scientifica venne chiusa a causa della rivelazione sul contenuto delle informazioni captate da uno scienziato il quale dopo la chiusura della trasmissione (che non era prevista) venne sicuramente assassinato facendolo passare per un incidente d'auto.
Nel messaggio criptato si sentivano applausi e voci Russo-americane che si congratulavano per la riuscita della missione su Marte.
Cosicche' mi viene da dedurre l'ipotesi sopra descritta.

[8] [8D] [|)]



_________________
Svegliarsi per credere, ma non credere mai di essere gia' sveglio!!

La Creduloneria e' pura FEDE, chi ha fede in qualcosa chiama credulone chi ha fede in un altra cosa!!!

L'immaginario e' l'infanzia della coscienza.
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2307
Iscritto il: 03/12/2008, 21:09
Località: roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/08/2011, 09:22 
Cita:
Vrillon ha scritto:

Io ho ancora quella vocina in testa che mi dice che nei primi anni 60 gli Americani in collaborazione con i Russi abbiano dato il via alla terraformizzazione di Marte.
Che questo sia il risultato di pioggie dovute alla nuova atmosfera ricreata sul pianeta rosso?



[8)]



_________________
"Bisogna cercare orizzonti lontani non solo per scopi pragmatici, ma perché l'immaginazione e l'anima vengano nutrite dalla meraviglia e dalla bellezza".
Verner Von Braun,1972
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/08/2011, 14:21 
magari queste foto hanno una spiegazione plausibile in tutto il contesto,ma sono effettivamente molto intriganti sono immagini dell'esa del mars express.cmq considerando la bassa pressione esistente sul pianeta e' cmq molto improbabile che l'acqua possa scorrere x lunghi tratti.



Immagine:
Immagine
95,21 KB




Immagine:
Immagine
79,24 KB




Immagine:
Immagine
70,39 KB



http://www.marsanomalyresearch.com/evid ... -water.htm


tutto l'articolo e' in inglese cmq,...........


Ultima modifica di ubatuba il 06/08/2011, 14:37, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10566
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/08/2011, 01:48 
Già da anni si sapeva della presenza di acqua sulla superficie marziana, fu la più grande scoperta di Spirit.

E si ipotizzò sia che ve ne fosse in abbondanza ghiacciata nel sottosuolo sia che potessero esserci oceani milioni di anni fa.

Ora abbiamo la certezza anche della presenza di acqua salata sulla superficie, seppure in modeste quantità.


Notizia decisamente incoraggiante per l' ipotesi che vi potesse essere la vita un tempo e magari ci sia ancora qualche forma elementare.

Altrettanto incoraggiante, come fatto notare saggiamente, è il fatto che la NASA annunci ufficialmente questi dati: forse il Disclosure è vicino...

Credo anche io che l' attenzione verso l' enigmatico Pianeta Rosso sarà destinata solo ad aumentare grazie a queste scoperte.


Ma direi che per il Rasoio di Occam l' ipotesi più probabile è che quell' acqua salata sia il residuo di quella che un tempo poteva essere abbondante.

E' assai molto più improbabile che si tratti del frutto di un intervento segreto di noi terrestri, che con ogni probabilità non abbiamo ancora una simile tecnologia di terraforming.

MA sono comunque molto aperto alla possibilità che USA e Russia abbiano forse creato basi di ricerca segrete... disponendo di questi dati da Molto prima.


In ogni caso, un' ottima notizia.


Teniamoci aggiornati.

Saluti,

Aztlan



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Difensore della logicaDifensore della logica

Non connesso


Messaggi: 4526
Iscritto il: 05/12/2008, 22:51
Località: Padova
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/08/2011, 12:01 
Cita:
Vrillon ha scritto:

Io ho ancora quella vocina in testa che mi dice che nei primi anni 60 gli Americani in collaborazione con i Russi abbiano dato il via alla terraformizzazione di Marte.
Che questo sia il risultato di pioggie dovute alla nuova atmosfera ricreata sul pianeta rosso?
Ipotizzo naturalmente, qualcuno deve pur farlo no? Altrimenti non terrei fede alle parole della mia firma! [:D]

Ricordo la "possibilita'" che i governi Americo-Russi pilotino i media e gli astronomi al fine di non farci sapere quello che combinano su marte, e anche se cio' sembra un assurdita' complottistica e' anche un ipotesi da tenere in considerazione.
Infatti potrebbe darsi che l'annuncio sia dato per prepararci al fatto che aumenteranno i viaggi verso Marte al fine un giorno di renderlo abitabile, ma senza pero' farci sapere che lo stavano progettando da 50 anni di nascosto.
Insomma una specie' di verita' per coprire la menzogna!

Spero avrete letto quelle notizie sul presunto intercettamento di trasmissioni da marte negli anni 60 in seguito al quale una trasmissione documentario scientifica venne chiusa a causa della rivelazione sul contenuto delle informazioni captate da uno scienziato il quale dopo la chiusura della trasmissione (che non era prevista) venne sicuramente assassinato facendolo passare per un incidente d'auto.
Nel messaggio criptato si sentivano applausi e voci Russo-americane che si congratulavano per la riuscita della missione su Marte.
Cosicche' mi viene da dedurre l'ipotesi sopra descritta.

[8] [8D] [|)]


Non so di chi fosse quella vocina, ma diceva anacronismi: sicuramente negli anni 60 non si parlava ancora di terra-formazione di Marte... forse non esisteva neanche il termine. All'inizio degli anni Settanta mi ricordo che si cominciava a pensare alla terraformazione di Venere, con l'invio di batteri produttori di ossigeno da spargere nella sua atmosfera, ma poi non se ne è più sentito parlare, forse perché Venere si è dimostrata ancora più ostile alla vita di quanto si supponesse.
Di Marte invece non si parlava proprio di terra-formazione perché si pensava che il pianeta rosso, a differenza di Venere, fosse estremamente arido, e quindi inadatto a una bonifica.
Poi, dopo le missioni Vyking nel 1976 e le esplorazioni delle sonde venusiane, si è scoperto che era il contrario: Marte poteva essere ancora ricco di acqua, sotto forma di ghiaccio sotterraneo, e quindi adatto a una bonifica, mentre le nubi di Venere, che un tempo si credeva essere di vapore acqueo, erano in realtà acido solforico, velenosissimo, e quindi una eventuale bonifica di Venere risultava molto più difficile rispetto a Marte. Qundi di terra-formazione marziana si è cominciato a parare diciamo agli inizi degli anni Ottanta.... non prima.
Questa storia però della missione russo-americana su Marte mi sembra particolarmente assurda anche perché all'inzio degli anni Sessanta eravamo in piena guerra fredda, le due super-potenze erano sempre lì lì per far scoppiare una guerra nucleare, tanto che la gente a quel tempo viveva sempre nel terrore che sarebbe scoppiata presto la Terza Guerra Mondiale con armi atomiche, e inoltre l'idea che l'uomo sia andato prima su Marte che sulla Luna è veramente pazzesca. Scommetto che il sito che ha diffuso simili notizie è di quelli specializzati in fabbricazione di mandrie di bufale.... con tante di cucciolate multiple....


Ultima modifica di Enkidu il 07/08/2011, 12:05, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10566
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/08/2011, 14:04 
Si tratta di un errore di memoria da parte di Vrillon.

L' ipotesi cui accenna risale agli Anni 70 e non 60. La trasmissione in questione era Science Report.

C' è anche una discussione a riguardo, che consiglio di leggere perchè davvero interessante.


Una delle cose più curiose infatti, oltre al fatto che dopo quella puntata la trasmissione venne chiusa nonostante il suo successo enorme, senza mai avere repliche, fu la sua profeticità.

Previse infatti un aumento dell' attività sismica per i nostri tempi così come il rischio di una nuova Era Glaciale.

In questo scenario si inserivano le voci di un simile progetto segreto.


E dopo 30 anni siamo arrivati puntualmente al punto in cui l' energia sismica sprigionata negli ultimi dieci anni è molte volte quella registrata nell' ultimo secolo, e ormai nessuno scienziato fa più mistero della prospettiva che il cambiamento climatico si realizzi in una nuova Era Glaciale.

Per non parlare delle persone legate a quella particolare puntata decedute, e di mille altri "dettagli".

Ufficialmente, si disse che la chiusura (inspiegabile) del programma era prevista da tempo e che quella ultima puntata fosse "un pesce d' aprile" andato poi in onda a giugno.


Senza nulla togliere alla versione ufficiale, vorrei solo sapere come fa un pesce d' aprile a... giugno, un presunto "scherzo", a rivelarsi profetico.

Di qui il dubbio legittimo che dietro alla ipotesi di una base segreta USA-Russia possa esserci qualcosa....

Naturalmente, si tratta di ipotesi....


Saluti,

Aztlan



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 645
Iscritto il: 28/06/2011, 02:03
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/08/2011, 16:22 
Grazie Aztlan, era proprio di questo che parlavo, ma ricordo benissimo che il messaggio criptato proveniente da marte fu captato dall'astronomo (non ricordo il nome) negli anni 60 (non ricordo l'anno di preciso ma fu' prima del primo viaggio sulla luna ufficiale)

ciao



_________________
Svegliarsi per credere, ma non credere mai di essere gia' sveglio!!

La Creduloneria e' pura FEDE, chi ha fede in qualcosa chiama credulone chi ha fede in un altra cosa!!!

L'immaginario e' l'infanzia della coscienza.
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 388
Iscritto il: 13/11/2009, 17:38
Località: Regno delle fate
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/08/2011, 21:34 
Quindi in realtà l'acqua trovata, compresa quella salata, potrebbe essere solo il frutto di manipolazioni dei nostri scienziati? [8]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10566
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/08/2011, 04:03 
Trovo molto improbabile una nostra opera di terraforming segreto di Marte....

La spiegazione più semplice è che sia il residuo degli antichi oceani di Marte ipotizzati dalla NASA.

Che poi possa esserci tenuta nascosta attività di ricerca, questo è possibilissimo....



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 41 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 22/08/2019, 22:12
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org