Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 106 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41008
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/04/2012, 12:24 
"Sì, sì certo, d’accordo. Per esempio ho parlato con i parenti del cardinale [NOTA: Silvio Oddi, all'epoca prefetto della Congregazione per il clero. In una intervista del 22 luglio '93 alla giornalista Anna Maria Turi del quotidiano Il Tempo aveva sostenuto che Emanuela il giorno della scomparsa era regolarmente tornata a casa accompagnata da qualcuno in auto, per poi salire sulla stessa auto rimasta ad aspettarla vicino l'ingresso di porta S. Anna. Interrogato come testimone, aveva sostenuto la stessa cosa davanti al magistrato Adele Rando il 24 giugno] , i quali con vent’anni di ritardo dicono che gira voce in Vaticano che Emanuela avesse una relazione con un prelato".


CONTINUA>>>
http://www.blitzquotidiano.it/opinioni/ ... o-1125014/



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7089
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/04/2012, 15:37 
CASO ORLANDI-DE PEDIS
«Indiscrezioni false e infondate»
Pignatone dirige le indagini
Il capo della Procura smentisce voci sul «no» all'apertura della tomba di «Renatino». Identificato il gendarme vaticano che fotografò i partecipanti al sit-in

L’agente segreto vaticano che lo scorso 21 gennaio si era infiltrato nella manifestazione organizzata da Pietro Orlandi davanti alla basilica è stato identificato: si tratta di Francesco Minafra e da oltre 5 anni è in forze nel Corpo della gendarmeria, agli ordini del comandante Domenico Giani. Il giovane gendarme era stato a sua volta fotografato da alcuni partecipanti al sit-in mentre, con un potente e vistoso teleobiettivo, riprendeva i circa 400 presenti: la macchina fotografica, come documenta l’immagine, era indirizzata all’altezza del volto dei manifestanti, e da più parti si era parlato di “inaccettabile schedatura”.
Fonte:http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_aprile_3/sequestro-orlandi-gendarme-2003935400384.shtml

Fatti di gravità inaudita...[8D]



_________________
"Sei quello che sei, anche se non lo sai..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Non connesso


Messaggi: 181
Iscritto il: 08/03/2012, 07:23
Località: Novara
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/04/2012, 17:23 
Cita:
Angeldark ha scritto:
Fatti di gravità inaudita...[8D]

Parecchio, direi molto grave.
Però ci sono foto, nomi e cognomi, una situazione impossibile da insabbiare.



_________________
L'Ufologia è allo sbando, sull'orlo del baratro. Diamole una spinta, per ricominciare.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41008
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/04/2012, 02:07 
Emanuela Orlandi: i Pm della procura di Roma, “la verità è in Vaticano”

Roma, 2/4/2012 -

http://www.chilhavisto.rai.it/dl/clv/Ne ... eb561.html

La verità sulla scomparsa di Emanuela Orlandi sarebbe a conoscenza di personalità del Vaticano. E' quanto riferiscono i pm della Procura di Roma titolari dell'indagine, secondo i quali ci sarebbero personaggi ancora in vita che conoscono i misteri legati alla scomparsa della ragazza. Per gli inquirenti ebbero un ruolo alcuni esponenti della banda della Magliana. Nell' inchiesta risultano indagati Sergio Virtù, Angelo Cassani, detto 'Ciletto', Gianfranco Cerboni, detto 'Gigetto'. Inoltre per gli stessi inquirenti, che circa due anni fa hanno svolto un sopralluogo nella cripta di Sant’Apollinare, non sussisterebbe più la necessità di aprire la tomba Enrico De Pedis in quanto si ritiene inverosimile che al suo interno vi possano trovare resti di altre persone. A collegare la scomparsa della Orlandi con uno dei capi della banda della Magliana fu una telefonata giunta a “Chi l'ha visto?” nel settembre 2005. Una voce anonima (che secondo una perizia del 2010 sarebbe da attribuirsi a Carlo Alberto De Tomasi, figlio di “Sergione” coinvolto in indagini sulla Banda della Magliana). Il sopralluogo venne effettuato dal procuratore aggiunto, Giancarlo Capaldo, e svolto dopo l'audizione, quale persona informata sui fatti, di Pedro Huidobro attuale rettore della basilica.

“La posizione dei pm è importantissima. Ora mi aspetto una risposta dal Vaticano: questo silenzio sta diventando imbarazzante. Probabilmente i pm conoscono i nomi di queste personalità vaticane: mi auguro che li ascoltino. E da parte di questi esponenti della Santa Sede mi auguro un'azione spontanea: che siano loro stessi a presentarsi ai pm e a dire quel che sanno'', è stato il commento di Pietro Orlandi. Quanto al fatto che i pm non intendono aprire la tomba di De Pedis, ''mi stupisce perché prima le intenzioni erano differenti, ma non ho mai pensato che lì ci fosse il corpo di Emanuela.

“Le dichiarazioni del procuratore aggiunto Capaldo sul caso Orlandi sono importanti e coraggiose. Ora è interesse di tutti che si vada fino in fondo nell'accertamento della verità che per troppo tempo è rimasta nascosta”, ha dichiarato l’on. Walter Veltroni, primo firmatario dell’interrogazione sulla tomba di De Pedis al ministro dell'Interno.





Orlandi: indagine coordinata dal procuratore capo
che smentisce le indiscrezioni


Roma, 3/4/2012 -

http://www.chilhavisto.rai.it/dl/clv/Ne ... bef99.html

"Ogni ulteriore iniziativa di indagine nel procedimento sulla scomparsa di Emanuela Orlandi sarà diretta e coordinata dal procuratore della repubblica che ha assunto la responsabilità della Direzione distrettuale antimafia". Lo afferma in una nota il capo della procura Giuseppe Pignatone. Nel comunicato, si precisa inoltre che "le dichiarazioni e le valutazioni sul procedimento per la scomparsa della Orlandi attribuite da alcuni organi di informazione ad anonimi 'inquirenti della procura di Roma' non esprimono la posizione dell'ufficio". Il riferimento è alle notizie diffuse ieri circa l'intenzione degli inquirenti di non aprire più la tomba di Enrico De Pedis e che la verità sulla scomparsa della Orlandi sarebbe a conoscenza di personalità del Vaticano.
Intanto sulla tomba di De Pedis ha parlato padre Pedro Huidobro, rettore della basilica di Sant'Apollinare: “Non so fino a che punto possa esistere una relazione tra la scomparsa di Emanuela Orlandi e la sepoltura del boss della Magliana”, ma “se serve a togliere ogni dubbio, per noi la tomba può essere aperta e trasferita altrove anche domani. Anche la famiglia De Pedis si è dichiarata disponibile”. “Tutto ciò che può essere fatto per risolvere la questione ci trova pienamente d'accordo e collaborativi. Va compiuto ogni passo che serva a far chiarezza. Per noi sarebbe motivo di sollievo e ci aiuterebbe a ritrovare tranquillità nella nostra attività quotidiana senza che vengano persone in basilica a chiedere di visitare la tomba di De Pedis”, ha concluso padre Huidobro.



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41008
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/04/2012, 13:20 
Caso Orlandi: P.Lombardi, Vaticano non ha nascosto nulla

'Santa Sede collaborera', nessuno ostacolo alla rimozione
della salma di De Pedis'


14 aprile, 13:14

Immagine

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 93159.html

CITTA' DEL VATICANO - ''Non risulta'' che da parte delle autorita' vaticane ''sia stato nascosto nulla'' sul sequestro di Emanuela Orlandi, ''ne' che vi siano in Vaticano 'segreti' da rivelare''. Lo afferma oggi il direttore della sala stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, secondo cui ''continuare ad affermarlo e' del tutto ingiustificato''.

Da parte delle autorità ecclesiastiche "non si frappone nessun ostacolo" a che la tomba del boss della Magliana Enrico De Pedis nella basilica di Sant'Apollinare "sia ispezionata e che la salma sia tumulata altrove, perché si stabilisca la giusta serenità". Lo afferma il portavoce vaticano padre Federico Lombardi.

"Se le Autorità inquirenti italiane - nel quadro dell'inchiesta tuttora in corso - crederanno utile o necessario presentare nuove rogatorie alle Autorità vaticane, possono farlo, in qualunque momento, secondo la prassi abituale e troveranno, come sempre, la collaborazione appropriata".

(Già... peccato che NESSUN GIUDICE SI METTERA' MAI DI TRAVERSO! n.d.r.)


"Tutte le Autorità vaticane hanno collaborato con impegno e trasparenza con le Autorità italiane per affrontare la situazione del sequestro nella prima fase e, poi, anche nelle indagini successive", dice oggi in una lunga nota padre Lombardi replicando a quanto apparso di recente sui media sul caso della giovanissima cittadina vaticana, figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia, scomparsa in circostanze misteriose il 22 giugno 1983 all'età di 15 anni.

"Non risulta che sia stato nascosto nulla - prosegue il portavoce della Santa Sede -, né che vi siano in Vaticano 'segreti' da rivelare sul tema. Continuare ad affermarlo è del tutto ingiustificato, anche perché, lo si ribadisce ancora una volta, tutto il materiale pervenuto in Vaticano è stato consegnato, a suo tempo, al P.M. inquirente e alle Autorità di Polizia; inoltre, il Sisde, la Questura di Roma ed i Carabinieri ebbero accesso diretto alla famiglia Orlandi e alla documentazione utile alle indagini".

"Se le Autorità inquirenti italiane - nel quadro dell'inchiesta tuttora in corso - crederanno utile o necessario presentare nuove rogatorie alle Autorità vaticane, possono farlo, in qualunque momento, secondo la prassi abituale e troveranno, come sempre, la collaborazione appropriata", aggiunge padre Lombardi, che ripercorre nella nota tutti i passi della collaborazione dimostrata negli anni a parte delle autorità vaticane, l'interessamento personale di Giovanni Paolo II e dell'allora segretario di Stato card. Agostino Casaroli. Per il portavoce vaticano, "non è fondato accusare il Vaticano di aver ricusato la collaborazione alle Autorità italiane preposte alle indagini".

"La sostanza della questione - aggiunge - è che purtroppo non si ebbe in Vaticano alcun elemento concreto utile per la soluzione del caso da fornire agli inquirenti". Inoltre, "a quel tempo le Autorità vaticane, in base ai messaggi ricevuti che facevano riferimento ad Ali Agca - che, come periodo, coincisero praticamente con l'istruttoria sull'attentato al Papa - condivisero l'opinione prevalente che il sequestro fosse utilizzato da una oscura organizzazione criminale per inviare messaggi od operare pressioni in rapporto alla carcerazione e agli interrogatori dell'attentatore del Papa". "Non si ebbe alcun motivo per pensare ad altri possibili moventi del sequestro - spiega ancora padre Lombardi, secondo cui "l'attribuzione di conoscenza di segreti attinenti al sequestro stesso da parte di persone appartenenti alle istituzioni vaticane, senza indicare alcun nominativo, non corrisponde quindi ad alcuna informazione attendibile o fondata; a volte sembra quasi un alibi di fronte allo sconforto e alla frustrazione per il non riuscire a trovare la verità".



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41008
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/05/2012, 11:19 
Emanuela Orlandi, oggi sarà aperta la tomba
di Enrico De Pedis a Sant'Apollinare in Roma


I legali dei familiari di Enrico De Pedis, Lorenzo Radogna e Maurilio Prioreschi, si sono recati alla chiesa di Sant'Apollinare a Roma dove oggi sarà aperta la tomba del boss della banda della Magliana, Enrico De Pedis, per la successiva ispezione dei resti in relazione all'inchiesta sul caso di Emanuela Orlandi.

http://notizie.tiscali.it/articoli/cron ... tomba.html

Forte lo schieramento di polizia e carabinieri - Nella zona intorno alla basilica sono presenti agenti della polizia e carabinieri. Numerosi i cronisti con telecamere e macchine fotografiche in tutta l'area circostante l'edificio sacro nella cui cripta è sepolto De Pedis, ucciso in un regolamento di conti il 2 febbraio 1990 a Campo dé Fiori. Diversi anche i turisti che si sono fermati sul sagrato della chiesa incuriositi. La perizia sui resti di De Pedis è stata disposta dalla Procura di Roma. L'avvocato Radogna assiste la vedova De Pedis mentre Prioreschi i due fratelli del boss della Magliana.

Pietro Orlandi - Anche il fratello di Emanuela Orlandi, Pietro, è giunto a Sant’Apollinare accompagnato dalla sua legale nella chiesa di Sant'Apollinare, dove è in corso l'ispezione sui resti di Enrico De Pedis. Orlandi non è stato convocato ufficialmente ma chiederà la possibilità di presenziare alle operazioni di apertura della tomba. "Mi auguro che questo di oggi sia un passo importante verso la collaborazione tra Stato e Vaticano", ha detto Orlandi.

Il fratello: "Speriamo si faccia chiarezza" - "E' solo un passo avanti per le indagini, speriamo si faccia chiarezza". Queste le prime parole di Pietro Orlandi, appena giunto con il suo avvocato nella Basilica di Sant'Apollinare a Roma, dove oggi sarà riaperto la tomba di De Pedis, il boss della Banda della Magliana, il cui nome è stato accostato alla scomparsa della figlia del messo vaticano di cui non si hanno notizie dal 1983. La decisione della Procura di riaprire la tomba è arrivata in seguito ad una telefonata alla trasmissione televisiva "Chi l' ha visto" del 2005 e alla testimonianza dell'ex compagna di "Renatino" De Pedis, Sabrina Minardi, la quale rivelò che a sequestrare Emanuela Orlandi fu proprio De Pedis.

Il cadavere di De Pedis sarà trasportato all'Istituto di Medicina Legale - Il cadavere di Enrico De Pedis, secondo quanto si è appreso, dovrebbe essere portato all' istituto di Medicina legale della Sapienza per gli accertamenti ed il test del Dna. Intanto alla Basilica di Sant'Apollinare è arrivato anche il carro funebre che trasporterà le spoglie dell'ex boss della Banda Magliana che, subito dopo gli accertamenti disposti dalla Procura, dovrebbero essere traslate in un cimitero romano, probabilmente quello di Prima Porta. La Basilica nel cuore della capitale è off limits, protetta da un cordone di agenti di polizia ed alcuni carabinieri. Poco fa sono entrati anche i marmisti, gli operatori che avranno il compito di aprire la tomba di "Renatino".

14 maggio 2012



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7089
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/05/2012, 16:15 
ALTRI RITROVAMENTI - Altri resti ossei sono stati trovati durante l'ispezione alla tomba De Pedis, all'interno della nicchia in cui era murato il sarcofago. I resti saranno sottoposti ad analisi per tentare di capire a chi appartengano.
Fonte:http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_maggio_14/de-pedis-apertura-tomba-201165788075.shtml


Nella bara tumulata nella basilica di Sant'Apollinare è sepolto Enrico De Pedis. L'esame delle impronte digitali, reso possibile dal buono stato di conservazione del corpo
cut
''Sono state aperte - ha spiegato l'avvocato Piergentili - tutte e tre le bare che custodiscono i resti di De Pedis. La salma è stata scoperta e sono stati eseguiti i prelievi, presumibilmente prelievi di tessuto visto lo stato di conservazione del corpo.
Fonte:http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/05/14/news/orlandi_legali_e_famiglia_a_s_apollineare_per_l_apertura_della_tomba_di_de_pedis-35098787/?ref=HREA-1

Impronte digitali su un cadavere morto 22 anni fà!
TRE bare...?
[:90]


Ultima modifica di Angel_ il 14/05/2012, 16:35, modificato 1 volta in totale.


_________________
"Sei quello che sei, anche se non lo sai..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/05/2012, 16:46 
Come minimo gli han tirato la classica sòla vaticana: invece del sarcofago "gold extra élite" gli hanno rifilato il "colombarino" in coabitazione con chissà quanti altri sconosciuti...

Comunque, una cosa possiamo finalmente dirla: se vuoi essere sepolto in basilica, devi essere o santo o criminale. Se fai abortire una ragazzina stuprata, invece, ti scomunicano... D'altronde, "pro life" non significa mica "non ammazzare", se è vero che conta più un delinquente assassino di una quindicenne.





Sarà già pronta la risposta nel caso in cui si trovino i resti di Emanuela Orlandi. "Miracolo! Miracolo!" "La Madonna! La Madonna!"


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Non connesso


Messaggi: 1365
Iscritto il: 07/03/2010, 18:29
Località: Lucca
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/05/2012, 17:14 
Cita:
Angeldark ha scritto:

ALTRI RITROVAMENTI - Altri resti ossei sono stati trovati durante l'ispezione alla tomba De Pedis, all'interno della nicchia in cui era murato il sarcofago. I resti saranno sottoposti ad analisi per tentare di capire a chi appartengano.
Fonte:http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_maggio_14/de-pedis-apertura-tomba-201165788075.shtml


Nella bara tumulata nella basilica di Sant'Apollinare è sepolto Enrico De Pedis. L'esame delle impronte digitali, reso possibile dal buono stato di conservazione del corpo
cut
''Sono state aperte - ha spiegato l'avvocato Piergentili - tutte e tre le bare che custodiscono i resti di De Pedis. La salma è stata scoperta e sono stati eseguiti i prelievi, presumibilmente prelievi di tessuto visto lo stato di conservazione del corpo.
Fonte:http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/05/14/news/orlandi_legali_e_famiglia_a_s_apollineare_per_l_apertura_della_tomba_di_de_pedis-35098787/?ref=HREA-1

Impronte digitali su un cadavere morto 22 anni fà!
TRE bare...?
[:90]


Di cui una in piombo per schermare...
Questa e` la classica controprova (sempre per chi dubita in ossequio ad apposito rasoio) che i vertici in questo caso della Chiesa di Roma non sono a conoscenza di un emerito niente...su cio` che e` di frontiera...
Forse bisognerebbe chiedere al Papa nero a cui si dice debbano obbedienza per prima noto ordine...
E poi SILOE e co. sono emerite stupidaggini...
La Orlandi e` stata una pedina in mano a manovre molto border line in cui erano coinvolte molte persone con abito talare...
Di quanto e` aumentata l`entropia dalla scusa presa ad hoc dal terzo occhio che tutto discerne per instaurare un ulteriore sistema di controllo delle masse...in circa 2012 anni (o forse 2019).
Frattanto ogni domenica mattina e mercoledi folle oceaniche pendono dalle labbra...
Mah...

Marco71.



_________________
Talpy, Lincy, Rossy e Trippy di Mamma Rossina. Gimpsy.
Silvestro...Briciola...Mamma Gojira e Bimbina.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41008
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/05/2012, 17:30 
Cita:
Angeldark ha scritto:

TRE bare...?
[:90]


Tratto da:
http://vaticaninsider.lastampa.it/homep ... can-15117/

Nel sepolcro ci sono i resti del gangster e una
misteriosa cassetta con ossa di un'altra persona.


Anche l’ossario che si trova annesso alla chiesa di Sant’Apollinare verrà ispezionato ed esaminato, ha reso noto Nicoletta Piergentili, legale della famiglia Orlandi per conto dell’avvocato Massimo Krogh. «L’ispezione sui resti di De Pedis - ha aggiunto - è stata fatta con estrema cura».«Sono state aperte - ha spiegato l’avvocato Piergentili - tutte e tre le bare che custodiscono i resti di De Pedis. La salma è stata scoperta e sono stati eseguiti i prelievi, presumibilmente prelievi di tessuto visto lo stato di conservazione del corpo.



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41008
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2012, 14:27 
Orlandi, indagato don Vergari

L'ipotesi di reato è concorso in sequestro

19 maggio, 05:57

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 94336.html

ANSA) - [i]ROMA, 19 MAG - Nell'inchiesta sulla sparizione di Emanuela Orlandi finisce anche don Vergari, ex rettore della basilica di Sant'Apollinare, dove è stato sepolto De Pedis. Il reato ipotizzato è concorso in sequestro. Non è escluso che la recente iscrizione di Vergari nel registro degli indagati possa essere scaturita dal ritrovamento di ossa recenti all'interno della cripta.




Aggiornamento:
Don Pietro Vergari in registro indagati
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 63321.html

ROMA - Nell'inchiesta sulla sparizione di Emanuela Orlandi, la figlia di un messo del Vaticano del quale non si sa piu' nulla dal giugno 1983, finisce anche mons.Pietro Vergari, ex rettore della basilica di Sant'Apollinare dove, fino a lunedi' scorso, e' stato sepolto Enrico De Pedis, il boss della Banda della Magliana ucciso 22 anni in un regolamento di conti. Concorso nel sequestro della giovane, che all'epoca aveva 15 anni, il reato ipotizzato dalla Procura di Roma nei confronti dell'alto prelato. Un'iscrizione, quella nel registro degli indagati, avvenuta recentemente e non e' escluso che tale iniziativa possa essere scaturita dal ritrovamento di ossa recenti all'interno della cripta dove, da lunedi' scorso, sono in corso le attivita' di selezione da parte degli esperti della polizia scientifica.

Anche per questo motivo l'iscrizione di don Vergari viene definita un atto dovuto. Nel 2009 mons. Vergari fu sentito dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dal sostituto Simona Maisto sui motivi che avevano determinato la sepoltura di De Pedis nella Basilica che si trova nel centro di Roma. Mons. Vergari spiego', poi, sul suo sito online che ''De Pedis veniva piu' volte nella chiesa'' e che lo aveva ''aiutato molto per preparare le mense che organizzavo per i poveri''. Qualche tempo dopo - spiegava l'esponente religioso sul proprio sito - i suoi famigliari mi dissero che De Pedis aveva espresso l'auspicio di essere sepolto in quella che rappresentava una delle piu' antiche camere mortuarie di Roma, il sotterraneo della basilica di Sant'Apollinare.

''Furono chiesti - affermo' Vergari - i dovuti permessi religiosi e civili, fu restaurata una delle camere e vi fu deposto'', non prima che la vedova del boss si rivolgesse al cardinale Ugo Poletti avendo in mano l'attestazione che ''il signor De Pedis e' stato un grande benefattore di poveri che frequentano la basilica''. L'inchiesta sulla sparizione di Emanuela Orlandi conta altri indagati: tra questi Servio Virtu', gia' autista di Renato De Pedis, Angelo Cassani, detto ''Ciletto'', Gianfranco Cerboni, detto 'Gigetto' '', tutti in qualche modo legati alla holding del crimine attiva a Roma negli anni '70/'80 e Sabrina Minardi, ex amante di De Pedis e supertestimone che ha ricollegato la sparizione di Emanuela alla Banda della Magliana.[/i]



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Premio Coerenza e ProfessionalitàPremio Coerenza e Professionalità

Non connesso


Messaggi: 12510
Iscritto il: 30/11/2006, 09:44
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2012, 12:51 
Emanuela Orlandi mori’ in un festino pedofilo in Vaticano, lo rivela Padre Amorth
http://www.nocensura.com/2012/08/emanue ... stino.html

La notizia è sconvolgente, ma è ancora più incredibile la fonte da cui proviene. Per Padre Gabriele Amorth, il più grande esorcista della Santa Sede stimato addirittura dal Papa, Emanuela morì tragicamente in un festino pedofilo consumato in ambienti vaticani. Secondo il religioso, infatti, la sfortunata ragazza rimase impigliata in un’orgia orribile che per lei finì tragicamente. Di questa pista si era parlato già in passato, ma le ipotesi che ha avanzato in questi giorni Padre Amorth, gettano nuova luce su quella sparizione. Padre Amorth tira in ballo alcuni testimoni affidabili e tra questi monsignor Simeone Duca, archivista della Santa Sede, che fece cenno a “festini” e in dico anche la presenza di un gendarme vaticano che si proponeva come “reclutatore di ragazze”. IL RUOLO DI DON VERGARI In un’intervista al quotidiano torinese La Stampa, Padre Amorth ha aggiunto anche di più: «Ho motivo di credere – ha detto – che si sia trattato di un caso di sfruttamento sessuale con conseguente omicidio poco dopo la scomparsa e di occultamento del cadavere». Insomma, Emanuela fu drogata, coinvolta in un festino e poi morì o venne uccisa. Per evitare scandali fu dunque necessario far sparire il cadavere. E qui spunta la figura di Don Vergari, l’ex rettore di Sant’Apollinare che di recente è stato indagato proprio per il caso di Emanuela. Si è per esempio sospettato che sia stato lui a far sparire il corpo della ragazza, ma al momento non ci sono prove e non sono leciti nemmeno sospetti.
D’altronde, lo stesso Don Vergari smentisce tutto con sicurezza. Interviene però anche Pietro Orlandi, il fratello di Emanuela, che racconta dettagli della vita segreta di Sanf Apollinare. «Le amiche della scuola di musica di Emanuela – ha affermato – mi dissero che suor Dolores, la direttrice, non le faceva andare a messa o a cantare nel coro a Sanf Apollinare, ma preferiva che andassero in altre chiese, proprio perché aveva una brutta opinione di Don Vergari!». Forse queste parole non bastano per indicare nel sacerdote uno del gruppo che organizzava le orge. Ma certo gettano nuova luce sul mistero di Emanuela. MIRELLA GREGORI E c’è di più, perché Padre Amorth riprende un vecchio collegamento con un altro caso da sempre legato a quello di Emanuela: parla infatti di Mirella Gregori, scomparsa nello stesso anno e forse per lo stesso motivo. E qui, il sacerdote spiega di non credere in alcun modo alla pista internazionale. Sembra ormai accertato, infatti, che le dichiarazioni dei Lupi Grigi che dissero di avere in mano Emanuela e Mirella erano solo un depistaggio inventato dalla Stasi, i servizi segreti della Germania Est, per deviare le indagini sull’attentato a Giovanni Paolo II. Fu così che il destino delle due innocenti ragazzine finì in un gioco di specchi internazionale che complicò le indagini e, anche se indirettamente, aiutò una banda di preti pedofili che cercava in tutti i modi di nascondere le prove delle efferatezze commesse. Ormai ci siamo, il fronte del silenzio sembra infranto e, forse assai presto, potremo dire che il caso di Emanuela è davvero vicino alla soluzione.




Padre Amorth: "Orlandi, fu un delitto a sfondo sessuale"

Emanuela Orlandi, la ragazza scomparsa nel 1983 a Roma
IL CAPO DEGLI ESORCISTI: "ATTIRATA IN UNA TRAPPOLA"

GIACOMO GALEAZZI
Città del Vaticano
«E' un delitto a sfondo sessuale», sostiene il capo mondiale degli esorcisti, padre Gabriele Amorth. L'anziano sacerdote, molto stimato da Benedetto XVI, rivela a La Stampa una pista interna per la scomparsa nel 1983 della cittadina vaticana davanti alla chiesa di Sant'Apollinare, da poco riferita riservatamente ai familiari della ragazza.

«Come dichiarato anche da monsignor Simeone Duca, archivista vaticano, venivano organizzati festini nei quali era coinvolto come "reclutatore di ragazze" anche un gendarme della Santa Sede. Ritengo che Emanuela sia finita vittima di quel giro - spiega padre Amorth - Non ho mai creduto alla pista internazionale, ho motivo di credere che si sia trattato di un caso di sfruttamento sessuale con conseguente omicidio poco dopo la scomparsa e occultamento del cadavere». E ancora: «Nel giro era coinvolto anche personale diplomatico di un'ambasciata straniera presso la Santa Sede».

Una testimonianza che padre Amorth ha reso pubblica ora nel suo libro «L'ultimo esorcista» e che presenta tratti in comune con la lettera anonima arrivata alla madre di Emanuela Orlandi nella quale si riferisce di una trappola nella quale fu attirata la quindicenne nella sacrestia di Sant'Apollinare.

Monsignor Pietro Vergari, parroco della basilica negli Anni 80, continua a protestare la sua estraneità ai fatti («Sono tranquillo, non ho nulla da nascondere»), ma è considerato dagli inquirenti un elemento centrale nella sparizione.

«Nell'ispezione nella cripta non hanno trovatonulla se non appunto il corpo di De Pedis - afferma don Vergari -. Tutte quelle ossa ritrovate non sono altro che ossa antichissime, risalenti a secoli fa quando anche i laici venivano sepolti nelle chiese. Ora dicono che faranno indagini approfondite ma non vedo proprio che cosa possano trovare».

Il prelato è finito nel registro degli indagati della procura di Roma, per concorso nel sequestro della ragazza, in concomitanza di una perquisizione presso il suo domicilio nel corso della quale è stato sequestrato un computer. Vergari, già sentito nel 2009 come testimone a proposito del seppellimento del capo della banda della Magliana, De Pedis nella cripta di Sant'Apollinare, sarà presto convocato in procura per essere interrogato, questa volta nella veste di indagato, dai pm Capaldo Maisto. Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, ricorda che suor Dolores, la direttrice della scuola di musica frequentata dalla sorella nel palazzo di Sant'Apollinare, raccomandava alle studentesse di stare alla larga dal rettore della basilica.

Nell'inchiesta sulla scomparsa della figlia di un commesso pontificio, un gendarme vaticano è stato sentito in procura come persona informata dei fatti, mentre su una decina di ossa ritrovate a Sant'Apollinare sarà effettuato il test del Dna per compararlo con quelli della Orlandi e di Mirella Gregori, l'altra ragazza scomparsa 29 anni fa a Roma.

I resti saranno analizzati a Milano dagli esperti del Labanof, il Laboratorio di antropologia e odontologia forense. Il coinvolgimento di don Vergari apre scenari inquietanti. Osserva Pietro Orlandi: «Emanuela scomparve alla sette di sera. Mai sarebbe salita su una macchina con un sconosciuto. Se l'avessero presa con la forza, a quell'ora in pieno centro qualcuno se ne sarebbe accorto. L'ipotesi della basilica ha un senso. Se a Emanuela qualcuno avesse detto di seguirlo a Sant'Apollinare non si sarebbe insospettita. Un luogo sacro non dovrebbe spaventare nessuno».

Dunque potrebbe essere caduta in un tranello teso da qualcuno che era in rapporti con l'allora rettore della basilica. «Che a Sant'Apollinare ci fossero giri strani e gravitasse un pezzo di malavita romana, non solo De Pedis con cui don Vergari era in confidenza, è purtroppo qualcosa di risaputo», precisa Pietro Orlandi: «Le amiche della scuola di musica di Emanuela mi dissero che suor Dolores, la direttrice, non le faceva andare a messa o cantare nel coro a Sant'Apollinare ma preferiva che andassero in altre chiese proprio perché diffidava, aveva una brutta opinione di monsignor Vergari».

Per il momento gli indagati restano cinque: don Vergari, Angelo Cassani, Gianfranco Cerboni, Sergio Virtù e Sabrina Minardi.



fonte: josemaria-salvador.blogspot.it



_________________
« Nel regno di chi cerca la verità non esiste nessuna autorità umana. Colui che tenta di recitarvi la parte di sovrano avrà a che fare con la risata degli dei » (Albert Einstein)

« Non dubitate che un piccolo gruppo di cittadini coscienti e risoluti non possa cambiare il mondo. In fondo è cosi che è sempre andata »
(Margaret Mead)
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 547
Iscritto il: 03/12/2008, 19:45
Località: venezia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2012, 13:07 
G.S.!!! che brutta fine!!!
maniaci di m.....!!! che odio!!!
scusate ma queste cose mi fanno proprio incavaloare...
marci dentro..



_________________
"Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare." Albert Einstein
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 803
Iscritto il: 03/12/2010, 15:59
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2012, 13:42 
Violenze Orgie, mi fanno tanto pensare che tutti questi delitti a sfondo sessuale non siano dovute esclusivamente all'esercizio di una libido deviata ma associata a rituali satanici.


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2012, 15:57 
Uno che crede al diavolo e dice di effettuare in campagna gli esorcismi per non far sentire le urla di quei poveri disgraziati che finiscono sotto le sue grinfie non lo vedo molto autorevole. Oltretutto, dice di aver sentito qualcuno che ha sentito qualcun altro. E salta fuori con questa storia solo dopo decenni.

Insomma, non è dai preti che troveremo la verità su questo caso.

Una cosa però la sottolineo: non confondiamo riti satanici e satana. Satana non c'entra, non esiste, è buono solo per sviare e discolpare chi finisce sotto il suo condizionamento. La colpa è interamente e solamente umana.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 106 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 01/12/2020, 05:38
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org