Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 370 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7 ... 25  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/08/2012, 00:57 
Non so se è stato già segnalato da Wolframio....

A TARANTO VIA L’ILVA PER FAR LARGO ALLA NATO
http://www.altrainformazione.it/wp/2012 ... alla-nato/



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/08/2012, 12:52 
Cita:
Thethirdeye ha scritto:

Cita:
sezione 9 ha scritto:
Intanto, 336 milioni per la bonifica, ed è previsto un tavolo per stabilire cosa l'Ilva deve fare per la messa in sicurezza.


Sì.... ma di chi sono quei soldi?


Sezione... quei soldi NON sono per la "bonifica" dell'ILVA
e comunque sono soldi pubblici. Cioè soldi TOLTI altrove.....




"L'Ilva rispetti gli impegni - "Spero che in una settimana il tavolo tecnico individui le soluzioni tecnologiche" per ridurre le emissioni, ha aggiunto. Un'intesa aggiunge il ministro dell'Ambiente che "vincoli l'Ilva a rispettare gli impegni. Questo è un modo di lavorare europeo e l'Ilva è una grande azienda". Ma, ha precisato, l'Ilva riceverà fondi pubblici solo se introdurrà innovazione tecnologica. e non per mettersi in regola con i limiti imposti dalla legge, ha detto Clini. "Gli investimenti delle imprese per obblighi di legge e prescrizioni sono a carico delle imprese stesse - ha detto -. Solo in caso di iniziative sull'innovazione tecnologica c'é la possibilità di accedere a un cofinanziamento. Se l'Ilva ci porterà un progetto saremo lieti di esaminarlo".

continua>>>
http://notizie.tiscali.it/articoli/cron ... creto.html


E allora... che si fa, come per la Fiat? Cioè si stanziano miliardi per
non perdere i posti di lavoro e poi la Fiat se ne va a produrre all'estero?

Voglio dire... se i dirigenti dell'ILVA vengono incrimiati e obbligati (si fa per dire)
a stanziare miliardi di euro per la bonifica, potrebbero anche fare un passo
del genere.... tu che ne pensi? Io domando eh?



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/08/2012, 13:33 
Ci sarebbe da sorridere per la tua evidente contraddizione: prima lamenti che la politica dia soldi all'Ilva, poi ti lamenti che non li dia, e tutto in due righe...

Quei soldi sono fondi per lo sviluppo delle aree disagiate, quindi NON sono tolti a qualcun altro, anzi, sono "sbloccati". E comunque, lo ridico:

- i soldi sono per la bonifica.

La bonfica che stanno facendo ancora a Marghera non riguarda solo la zona strettamente industriale e degli impianti. I terreni vicini all'Ilva non sono "Ilva" ma necessitano di bonifica: ecco a che servono i soldi.

E ripeto anche un concetto: se la situazione è davvero così grave, un privato non ha i soldi necessari per bonificare un'intera provincia, e, sicuramente, i 300 e passa milioni sono solo una prima parte... Scusa l'esempio, ma se uno che lavora in banca truffa i correntisti e gli frega tutti i soldi, che poi spende in bella vita tanto che quando viene ripreso non ha più una lira, tu puoi anche dire che "è il privato colpevole che deve pagare", ma se di soldi per pagare non ne ha, cosa dici alle vittime, che si arrangino? Stiamo parlando di un problema di salute pubblica, ed è compito dello Stato garantire la salute dei cittadini, non dei privati. Se la situazione è di emergenza, non puoi dire ai cittadini "arrangiatevi".

L'Ilva poi è GIA' stata obbligata a compiere dei passi per l'ammodernamento. Questo non è il primo provvedimento giudiziario che si becca. Sulla diossina emessa, mi pare. E la diossina ora è sotto i limiti europei...

Davvero, TTE, tu ragioni linearmente di rabbia e basta, cerca di ragionare politicamente in maniera pratica e reale. Qua è tutto un viva i giudici (mentre chissà come mai nell'altra discussione sulla giustizia è tutto un "che schifo i giudici"), ma neanche un provvedimento giudiziario può assicurare la "giustizia". Tu citi la Fiat, e infatti la Fiat ha preso condanne sul reintegro dei licenziati Fiom ma non adempie. Li fuciliamo? Oppure usiamo la testa e cerchiamo soluzioni "politiche" facendo pressione (compito del Governo: e il Governo i mezzi per rendere impossibile la vita ad un'impresa li ha eccome), facendo dialogare gli opposti interessi...

Guarda, a me sembra che tu stia cercando vendetta. Io invece voglio che venga trovata una soluzione che garantisca posti di lavoro sicuri e una produzione non solo non limitata ma in crescita.

Sono mesi che dico "ma il piano di rilancio industriale?" Ecco: se siamo capaci e furbi, questa sarebbe l'occasione buona per cominciare a parlare di rilancio industriale. Parlare invece di chiusura e basta significa creare più disastri di quanti ne sta facendo l'Ilva.


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/08/2012, 14:16 
Cita:
sezione 9 ha scritto:

Ci sarebbe da sorridere per la tua evidente contraddizione: prima lamenti che la politica dia soldi all'Ilva, poi ti lamenti che non li dia, e tutto in due righe...


Scusa ma... dove mi sarei lamentato che Stato non dà i soldi?
Sentiamo....

Cita:
Quei soldi sono fondi per lo sviluppo delle aree disagiate, quindi NON sono tolti a qualcun altro, anzi, sono "sbloccati".


Beh.. questa è una buona notizia...

Cita:
E comunque, lo ridico:

- i soldi sono per la bonifica.


No. Sono per l'innovazione tecnologica.
Poi, in seconda battuta, di questa innovazione,
ne trae beneficio anche l'inquinamento che si ridurrebbe.

Quindi, non diciamo inesattezze.....


Cita:
La bonfica che stanno facendo ancora a Marghera non riguarda solo la zona strettamente industriale e degli impianti. I terreni vicini all'Ilva non sono "Ilva" ma necessitano di bonifica: ecco a che servono i soldi.


Ma dove lo hai letto? Esiste una fonte?

Cita:
Scusa l'esempio, ma se uno che lavora in banca truffa i correntisti e gli frega tutti i soldi, che poi spende in bella vita tanto che quando viene ripreso non ha più una lira, tu puoi anche dire che "è il privato colpevole che deve pagare", ma se di soldi per pagare non ne ha, cosa dici alle vittime, che si arrangino? Stiamo parlando di un problema di salute pubblica, ed è compito dello Stato garantire la salute dei cittadini, non dei privati. Se la situazione è di emergenza, non puoi dire ai cittadini "arrangiatevi".


Il tuo esempio non regge. Perchè i dirigenti dell'ILVA hanno guadagnato MILIARDI.... e non sono "senza una lira" come affermi tu.

Cita:
L'Ilva poi è GIA' stata obbligata a compiere dei passi per l'ammodernamento. Questo non è il primo provvedimento giudiziario che si becca. Sulla diossina emessa, mi pare. E la diossina ora è sotto i limiti europei...


Questo è falso. Hanno pagato la STAMPA (tanto che c'è pure un'intercettazione telefonica AGLI ATTI di un dirigente che afferma che "la stampa andrebbe pagata TUTTA".... ) e hanno pagato quelli che dovevano certificare le EMISSIONI. Non diciamo fesserie please....

Cita:
Davvero, TTE, tu ragioni linearmente di rabbia e basta, cerca di ragionare politicamente in maniera pratica e reale. Qua è tutto un viva i giudici (mentre chissà come mai nell'altra discussione sulla giustizia è tutto un "che schifo i giudici").


Non estremizzare i concetti sezione... IO NON HO MAI DETTO CHE LA GIUSTIZIA E' TUTTO UNO SCHIFO. Io dico che fa schifo quando non funziona e che è "grande" quando cerca di ripristinare la LEGALITA'.

Cita:
Tu citi la Fiat, e infatti la Fiat ha preso condanne sul reintegro dei licenziati Fiom ma non adempie. Li fuciliamo?


No... ci rifacciamo dare i soldi pubblici. E sono MILIARDI. Capirai... lo dico a te... se non fosse stato per Prodi, D'Alema e compagnia cantante, gli Agnelli sarebbero stati molto ma molto più corretti. Ma questa è un'altra storia... vero?

Cita:
Oppure usiamo la testa e cerchiamo soluzioni "politiche" facendo pressione (compito del Governo: e il Governo i mezzi per rendere impossibile la vita ad un'impresa li ha eccome), facendo dialogare gli opposti interessi...


Ma come? I Governi che si sono succeduti NON hanno mai controllato. I sindacati NON hanno mai difeso la salute dei lavoratori dell'ILVA. E insieme e appassionatamente si sono spartiti MAZZETTE e non finire per tacere e... tu mi vieni a parlare di "soluzioni di stato". Ma mi faccia il pacere....

Cita:
Guarda, a me sembra che tu stia cercando vendetta. Io invece voglio che venga trovata una soluzione che garantisca posti di lavoro sicuri e una produzione non solo non limitata ma in crescita.

Sono mesi che dico "ma il piano di rilancio industriale?" Ecco: se siamo capaci e furbi, questa sarebbe l'occasione buona per cominciare a parlare di rilancio industriale. Parlare invece di chiusura e basta significa creare più disastri di quanti ne sta facendo l'Ilva.


Bellissimo... ma sono chiacchiere.

Dove sono i soldi per fare quello che dici?
Dove?



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/08/2012, 15:59 
Cita:
Thethirdeye ha scritto:

"L'Ilva rispetti gli impegni - "Spero che in una settimana il tavolo tecnico individui le soluzioni tecnologiche" per ridurre le emissioni, ha aggiunto. Un'intesa aggiunge il ministro dell'Ambiente che "vincoli l'Ilva a rispettare gli impegni. Questo è un modo di lavorare europeo e l'Ilva è una grande azienda". Ma, ha precisato, l'Ilva riceverà fondi pubblici solo se introdurrà innovazione tecnologica. e non per mettersi in regola con i limiti imposti dalla legge, ha detto Clini. "Gli investimenti delle imprese per obblighi di legge e prescrizioni sono a carico delle imprese stesse - ha detto -. Solo in caso di iniziative sull'innovazione tecnologica c'é la possibilità di accedere a un cofinanziamento. Se l'Ilva ci porterà un progetto saremo lieti di esaminarlo".

continua>>>
http://notizie.tiscali.it/articoli/cron ... creto.html


Si contraddicono..... leggete sopra e poi leggete qui:

Dal governo via libera al decreto per la riqualificazione
ambientale, sbloccati 336 milioni

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 39960.html

Nel frattempo:

Un manager dell'acciaieria dice dell'allora direttore generale
del ministero dell'Ambiente 'è un uomo nostro'.


Immagine

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 39960.html



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4628
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/08/2012, 00:56 
Cita:
Wolframio ha scritto:


Io vi voglio mettere una pulce nell'orecchio.



Quella pulce nell'orecchio ronza come un moscone.




A Taranto una terza base navale a stelle e strisce per i sottomarini nucleari?




Buona lettura (diciamo così). [:89]



Nell'articolo, anche si legge:

La Marina Militare Italiana ha infatti a gennaio del 2004 chiesto di sottrarre all'allevamento dei mitili uno spazio immenso: tre milioni di metri quadrati di mare.




Oggi c'è tanto spazio a disposizione, visto che l'allevamento dei mitili è solo un ricordo.
L'inquinamento ILVA ha spianato la strada? Ma bravi! Immagine





Taranto nostra: ex città delle cozze.






Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/08/2012, 02:18 
Cita:
ArTisAll ha scritto:

Cita:
Wolframio ha scritto:


Io vi voglio mettere una pulce nell'orecchio.


Quella pulce nell'orecchio ronza come un moscone.


Beh... la cosa sembrerebbe suffragata da "documenti"...
leggete qui....




A TARANTO VIA L’ILVA PER FAR LARGO ALLA NATO

1 Agosto 2012
Fonte: COMIDAD

Preso da: http://www.altrainformazione.it/wp/2012 ... alla-nato/

La Psychological War della NATO conosce i suoi polli, quindi era facilmente prevedibile che il lanciare l’esca di un dibattito infinito sull’alternativa tra salute e lavoro avrebbe stanato la legione dei filosofastri sempre in agguato. Nel "dibattito" ovviamente non si è mai mancato di avallare quell’ipocrisia ufficiale secondo la quale le industrie esisterebbero per dare posti di lavoro, perciò, in definitiva la colpa dell’inquinamento è degli operai.
Ciò non vuol dire che l’Ilva di Taranto non sia realmente inquinante; lo è, eccome. Il punto è capire perché la situazione sia stata lasciata incancrenire per anni, come se fossimo ancora nell’800, e non fossero già disponibili da anni le tecnologie non solo per il disinquinamento, ma anche per il ricircolo delle acque impiegate nella produzione siderurgica e per il recupero delle scaglie. A chi fa comodo questa emergenza? Nel febbraio del 2004 Peacelink rendeva noti documenti del Pentagono – peraltro non segretati – da cui risultava che Taranto sarebbe divenuta sede di un’altra base navale della NATO. La notizia era fino ad allora ignota al Parlamento italiano, anche se era stata in qualche modo anticipata da dichiarazioni di Francesco Cossiga.
La nuova base navale sarebbe stata collocata nel Porto di Taranto, nella nuova megastruttura del Molo Polisettoriale. La base NATO dovrebbe ospitare un grande centro di comunicazioni e spionaggio e servire da sito per i sommergibili nucleari della USNavy. [1]
Dalla mappa del porto di Taranto risulta che il Molo Ovest (o 5° Sporgente), in uso all’Ilva, ed il Molo Polisettoriale, destinato alla NATO, sono a ridosso l’uno dell’altro, ed hanno anche un’insenatura in comune. La stessa insenatura che dovrebbe essere usata dai sommergibili nucleari. [2]
Il caso, la coincidenza e le circostanze della vita hanno fatto sì che la NATO avesse l’opportunità di liberarsi dell’ingombrante vicino grazie ad un’iniziativa della Procura di Taranto. Toghe a stelle e strisce? Ma chi oserebbe mai pensarlo. Perché mai tre basi militari nel Porto di Taranto dovrebbero sottrarre lo spazio ad altre attività?
Gli esempi di altre città ci confortano in questa fiducia nella NATO. Nonostante la nuova base NATO di Giugliano in Campania, e nonostante il rafforzamento delle basi USA del Porto di Napoli e dell’Aeroporto di Capodichino, nel quartiere napoletano di Bagnoli c’è tuttora una base NATO, di cui da due decenni si annuncia vanamente la prossima chiusura. A Napoli la militarizzazione del territorio non ha mai ceduto terreno, semmai lo ha tolto ad altre attività, tanto che dal 1999 il Porto ha ceduto alla USNavy più del 50% delle banchine.
Negli anni ’80 anche a Bagnoli c’era ancora uno stabilimento dell’Ilva, che però, quello sì, fu veramente chiuso, anche se con motivazioni ufficiali diverse da quelle oggi adoperate a Taranto. Anche quella di Bagnoli è stata chiaramente una pura coincidenza.
Ovviamente il "cui prodest" non è mai un criterio valido per interpretare gli avvenimenti. Bisogna invece convenire onestamente che la NATO è fortunata, o è protetta da Dio. Anzi, diciamo pure che ormai la NATO è Dio, così si fa prima.


Fonte: http://www.comidad.org/dblog/
Link: http://www.comidad.org/dblog/articolo.asp?articolo=500

[1] http://www.peacelink.it/disarmo/a/3030.html
http://www.zonanucleare.com/dossier_ita ... cleare.htm http://www.peacelink.it/editoriale/docs/185.pdf
[2] http://www.tarantoporto.com/logistica/polisett.htm



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/08/2012, 19:00 
TTE, se l'idea è questa, allora avevo ragione io a dire che oltre all'ambiente bisogna difendere i posti di lavoro, e non chi esultava (ciecamente) convinto che l'Ilva andasse chiusa! Davvero, è incredibile come si possa, in pochissime ore, dichiarare eroi i magistrati per poi dichiararli servi degli Usa!

Intanto che si cambia complotto come si cambia canottiera, la magistratura (quella venduta agli americani!) ha confermato il sequestro "cambiando motivazioni", diciamo così. Il sequestro c'è per risanare e mettere in sicurezza l'Ilva.


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9594
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/08/2012, 23:02 
Non ci sarà nessun risanamento le industrie siderurgiche italiane sono destinate a delocalizzare in paesi dove le normative ambientali sono blande ed i costi di produzione sono inferiori.
La NATO ringrazia per il parcheggio liberato.


Ultima modifica di Wolframio il 07/08/2012, 23:13, modificato 1 volta in totale.


_________________
ImmagineImmagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”ImmagineImmagine
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/08/2012, 12:35 
Cita:
sezione 9 ha scritto:

TTE, se l'idea è questa, allora avevo ragione io a dire che oltre all'ambiente bisogna difendere i posti di lavoro, e non chi esultava (ciecamente) convinto che l'Ilva andasse chiusa!


Io esulto perchè credo che la salute dei cittadini e il preservare l'ambiente dalla diossina, dai veleni e dal disastro generalizzato di flora e fauna vengano prima dei posti di lavoro.

Cita:
Davvero, è incredibile come si possa, in pochissime ore, dichiarare eroi i magistrati per poi dichiararli servi degli Usa! Intanto che si cambia complotto come si cambia canottiera, la magistratura (quella venduta agli americani!) ha confermato il sequestro "cambiando motivazioni", diciamo così. Il sequestro c'è per risanare e mettere in sicurezza l'Ilva.


Sì... continua pure a mettere il carro davanti ai buoi....

L'Ilva mette 90 milioni e lo Stato ne mette 300 e rotti.

Praticamente una goccia nel mare....

E' come pensare di eliminare miliardi di topi dalle fognature
del Tevere utilizzando un centinaio di trappole con il formaggio
comprato al discount.

Solo degli ENORMI interventi possono rispistinare l'area....
quindi è probabile davvero che siano gli americani o chi per loro
a prendere in mano la palla.

In quanto al complotto e al tuo atteggiamento ridicolo e infantile,
direi che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire...

L'ilva ha portato avanti i giochi nella totale indifferenza di politici
di imprenditori, di enti preposti al controllo etc....

Ora, come per magia, la magistratura si sveglia.
Bene! Potrebbe dire qualcuno come me, che spera ci sia sempre
un pò di giustizia a questo mondo. Macchè... solo una pia illusione.

Ma perchè spiegarlo ad un mulo?



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/08/2012, 12:44 
Io propongo di dare un premio a questo Gip Patrizia Todisco... Che so... intotolare con il suo nome una piazza?

Questo lo scrivevi tu. Ora, invece, per te è serva degli americani.

Sicuramente hai letto 1984. E sicuramente, quindi, ti ricordi il pezzo in cui il protagonista ascolta un comizio di regime in cui l'oratore attacca il nemico e esalta l'alleato. Poi gli passano un biglietto, in cui gli comunicano che i fronti sono cambiati: l'alleato è diventato nemico e il nemico alleato. L'oratore, quindi, senza neanche smettere di parlare, cambia completamente discorso, per adattarsi alla nuova situazione. Tu stai dando proprio questa impressione: con assoluta noncuranza, hai preso i magistrati, li hai elevati ad eroi, e ora PAM! Sono diventati nemici. Così, senza battere ciglio, hai completamente cambiato visione su tutta la vicenda. Mi domando se tu te ne sia reso conto, o se, come il pubblico di quell'oratore, abbia semplicemente continuato a credere a tutto quello che ti viene detto.


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/08/2012, 13:29 
Cita:
sezione 9 ha scritto:

Io propongo di dare un premio a questo Gip Patrizia Todisco... Che so... intotolare con il suo nome una piazza?


Sì.. e lo ribadisco.

Cita:
Questo lo scrivevi tu. Ora, invece, per te è serva degli americani.


Io non posso sapere se è serva degli americani o meno.
E non potevo comunque sapere della faccenda della NATO.

Io ho solo riportato un articolo che riguarda l'ILVA. Punto.

Allora.... rimane per me giusto che qualcuno si sia occupato
di questo scempio trentennale. E quindi non esito a definirlo un
"santo". Se poi la cosa sia venuta fuori perchè doveva assecondare
un progetto "bellico" e NON PERCHE' SIA GIUSTO LIBERARE I
CITTADINI DALLA DIOSSINA E DALLE POLVERE SOTTIILI.....
io che cosa c'entro?

Non capisco....

Cita:
Così, senza battere ciglio, hai completamente cambiato visione su tutta la vicenda. Mi domando se tu te ne sia reso conto, o se, come il pubblico di quell'oratore, abbia semplicemente continuato a credere a tutto quello che ti viene detto.


Tu sei un intortatore... e te lo ribadisco ancora una volta.
Sei una girafrittate come pochi a mondo... che continua
imperterrito a mettere in bocca ad altri cose mai dette.

Io non ho cambiato idea....

Ho semmai innescato il dubbio, secondo il quale le finalità
di quel giudice POTREBBERO non essere legate necessariamente
a questioni di salute ambientale o di legalità.

E non c'è niente di male a pensar male....
soprattutto in questo paese di burattini.

E' perfettamente lecito.



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/08/2012, 16:53 
Cita:
Thethirdeye ha scritto:
E non c'è niente di male a pensar male....
soprattutto in questo paese di burattini.

E' perfettamente lecito.


....... [}:)]

Questo documento è del Dicembre del 2000:
http://www.ansa.it/documents/1344272579 ... anto01.pdf

Perchè se ne sono usciti solo ora?
Qualcuno è in grado di spiegarlo?



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4628
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 09/08/2012, 01:32 
Cita:
Thethirdeye ha scritto:


Negli anni ’80 anche a Bagnoli c’era ancora uno stabilimento dell’Ilva, che però, quello sì, fu veramente chiuso, anche se con motivazioni ufficiali diverse da quelle oggi adoperate a Taranto. Anche quella di Bagnoli è stata chiaramente una pura coincidenza.




Visto le “coincidenze”......... fanno spuntare basi NATO come se fossero funghi.


Da questa prospettiva, per la città di Taranto e il golfo, in alternativa all'ILVA;

- o l'ILVA
- o largo ai sottomarini nucleari Immagine







Immagine




____________________________________________________
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯




Cita:
Wolframio ha scritto:


La NATO ringrazia per il parcheggio liberato.


Già.

Ma la NATO, in realtà, non ringrazia. La NATO pretende ed ottiene.
Intanto i polli (utilizzo il termine polli “rubandolo” dall'articolo riportato da Thethirdeye) in ItaGlia.......... cococo. ImmagineImmagine





____________________________________________________
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯




Cita:
Thethirdeye ha scritto:


Io esulto perchè credo che la salute dei cittadini e il preservare l'ambiente dalla diossina, dai veleni e dal disastro generalizzato di flora e fauna vengano prima dei posti di lavoro.



Quoto (come tutto il post da cui il quote).





I posti di lavoro SI ma, non in un territorio malsano.
E comunque, l'economia di Taranto poteva evolversi in altro modo. Altro che industria (soprattutto quella del siderurgico).











Immagine







P.S.: nel mentre, le acque dei citri di Taranto (non solo quelle dei citri) continuano a mescolarsi con i veleni che per anni sono stati scaricati in mare.



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 09/08/2012, 16:15 
Emhm... un altro articolo interesante..... [8]

PS x sezione: è solo un approfondimento trovato in rete,
non è quindi "il mio parere personale"... ok?




LA MILITARIZZAZIONE DEL TERRITORIO SCACCIA L'ECONOMIA CIVILE

Immagine

http://www.vocidallastrada.com/2012/08/ ... torio.html

Credere che una fabbrica possa chiudere per i danni ambientali che provoca, è come credere che si possano fare guerre per motivi umanitari. E infatti c'è sempre chi è disposto a credere all'una ed all'altra cosa. Nel caso della chiusura dell'Ilva di Taranto, c'è stato anche chi ha parlato di successo della "lobby ambientalista", il che è altrettanto attendibile che parlare di una lobby dei clochard o di una lobby dei Rom. In realtà, neppure il declino del nucleare può essere attribuito al rischio ambientale in sé, ma è dovuto al fatto che ormai nessuna compagnia assicurativa è più disposta ad assumersi il rischio della copertura dei costi dei risarcimenti. [1]

Comidad
Il lobbismo vero è invece indissociabile dal potere del denaro e delle complicità occulte, e nella vicenda dell'Ilva ha fatto la sua comparsa con la rivelazione delle relazioni tra il lobbista Archinà ed il ministro per l'Ambiente Clini. Il ministro si è trovato così immediatamente messo all'angolo. In effetti, in tutto ciò che riguarda l'industria in Italia, i governi sembrano ridotti al rango di spettatori o, ancora peggio, di tifosi. [2]

La recente decisione del Tribunale del Riesame di Taranto colloca la sorte dell'Ilva nel limbo dell'incertezza, con l'unico effetto sicuro di disperdere la resistenza operaia nel labirinto delle speranze e delle aspettative, come accadde a Bagnoli negli anni '80. Nel frattempo potrebbero arrivare i fondi dell'Unione Europea per finanziare la delocalizzazione in Romania o in Polonia.

Il caso dell'Ilva di Taranto ha anche dimostrato che il gruppo sociale di riferimento per molti progressisti non è più la classe operaia, ma la magistratura. Sembrerebbe una materializzazione degli slogan della propaganda della destra, che individuano nei magistrati il nuovo partito leninista. Bisogna però, anche qui, distinguere la realtà dal fumo mediatico, ricordandosi che il potere della magistratura si trova di fronte ad un limite invalicabile, che è quello della extraterritorialità, giuridica o di fatto, delle basi NATO ed USA.

La Direzione Investigativa Antimafia ha accertato che dalla base aeronautica USNavy di Sigonella sono stati versati rifiuti radioattivi nelle discariche siciliane, con gravi effetti sulla salute delle popolazioni; ma ciò, ovviamente, non solo non ha comportato alcun provvedimento di chiusura della stessa base di Sigonella, ma non c'è stata neppure alcuna inchiesta delle Procure. Sui rifiuti tossici di Sigonella la magistratura non ha mosso un dito, ed anche i media hanno ignorato le notizie a riguardo. Anzi, l'edizione palermitana del quotidiano "La Repubblica" ha persino avuto l'improntitudine di infliggere ai suoi lettori un servizio fotografico sugli eroici marines di Sigonella intenti a ripulire i siti archeologici. Forse vogliono usare anche quelli come discariche. [3]

Che la crescente militarizzazione del Porto di Taranto conducesse ad un inesorabile restringimento degli spazi per le attività produttive e civili, costituiva un dato scontato, sperimentato in numerose altre occasioni. Ad esempio, in Sicilia la base militare aeronautica di Sigonella è diventata la capitale mondiale dei droni, gli aerei senza pilota.[4]

Le aggressioni della NATO alla Libia ed alla Siria hanno determinato un'intensificazione non soltanto di questi voli senza pilota, ma anche dei voli militari in genere, ovviamente senza nessuna preoccupazione per la sicurezza del territorio. Gli effetti sul traffico aereo civile sono stati disastrosi. L'aeroporto civile di Fontanarossa chiude in continuazione con i più vari pretesti ufficiali.

L'aeroporto di Comiso, ufficialmente divenuto una struttura civile dal 2007, non riesce ancora ad avviare la sua attività, confermando i sospetti di chi riteneva che gli USA non sarebbero mai stati disposti a mollare davvero la loro base aereo-missilistica. I giganteschi investimenti in infrastrutture dell'aeroporto di Comiso rischiano quindi di essere riconvertiti ad uso militare. [5]

Le storie si somigliano. Il Molo Polisettoriale del Porto di Taranto è una struttura avveniristica, attuata con enormi finanziamenti pubblici, ufficialmente finalizzati allo sviluppo della Regione Puglia. Di fatto oggi l'insediamento militare della NATO nel Molo Polisettoriale ha già tolto ogni prospettiva alla sopravvivenza dell'acciaieria Ilva, e chissà a cos'altro ancora. [6]

Nel febbraio di quest'anno era anche arrivata la notizia dell'investimento di quattrocento milioni per effettuare dei dragaggi nel Porto di Taranto, il tutto condito dalle solite promesse di sviluppo commerciale dell'infrastruttura. Ma già nel 2005 si parlò di dragaggi, facendoli passare con motivazioni ecologiche, quando in realtà era stata la Marina Militare a sollecitarli per accertare l'esistenza della capienza utile ad ospitare i sommergibili nucleari americani. [7]

A questo punto anche la notizia che nel Porto di Napoli sia in atto un ammodernamento ed allargamento delle banchine, con i soliti fondi pubblici, non fa altro che ricordarci che già ora la maggioranza delle banchine è sotto il controllo della USNavy. Oggi le spese militari italiane non figurano neanche più a livello ufficiale, ma risultano come "finanziamenti allo sviluppo". (8)

C'è anche a riguardo una propaganda che cerca di far credere che le basi militari portino "sviluppo" al territorio che le ospita. Sviluppo di discariche di rifiuti tossici, quello sicuramente; non per niente in Campania le discariche sono già considerate aree di interesse strategico nazionale e poste sotto disciplina militare.[9]

Porti ed aeroporti sono infrastrutture costose, giustificate con necessità civili; alla fine però, chissà come, è l'uso militare a prevalere, e l'utilizzatore finale è sempre a stelle e strisce. E, come ci ha spiegato l'avvocato Ghedini, l'utilizzatore finale non paga mai di tasca propria.

[1] http://www.rassegna.it/articoli/2011/05 ... no-le-mani
[2] http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... d=AbZbWcJG
[3] http://sulatestagiannilannes.blogspot.i ... 7818021/1/
[4] http://corrieredelmezzogiorno.corriere. ... 6591.shtml
[5] http://www.agoravox.it/Aeroporto
[6] http://www.tarantoporto.com/logistica/polisett.htm
[7] http://tarantobuonasera.it/index.php?op ... temid=1028
http://www.tarantosociale.org/tarantoso ... 13856.html
(8) http://www.ilmattino.it/articolo.php?id ... sez=NAPOLI
[9] http://www.altalex.com/index.php?idnot=41693



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 370 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7 ... 25  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 26/10/2020, 07:49
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org