Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 324 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 22  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40983
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2012, 14:05 



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40983
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2012, 18:49 
Immagine

ROMA - L'arresto differito è uno degli strumenti che il Governo vuole mettere in campo contro le violenze di piazza. Lo ha detto il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri, nel corso di un'informativa al Senato sugli scontri di mercoledì scorso. Il ministro ha aggiunto che c'e' ''grande preoccupazione da mesi" su possibili emergenze di ordine pubblico. "Ci stiamo preparando a momenti difficili, anche perché la situazione economica è difficile". Quando ci sono persone che partecipano a manifestazioni con caschi e passamontagna, "l'arresto differito - ha spiegato il ministro - è uno strumento molto efficace che ha dato risposte positive negli stadi e pensiamo quindi di applicarlo". Sul Daspo anche per i manifestanti, ha aggiunto, "stiamo facendo una valutazione perché ci sono aspetti costituzionali da chiarire".

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 40468.html



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40983
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/12/2012, 03:13 
La Germania telefonò a Napolitano. E fu subito “golpe”…

http://www.informarexresistere.fr/2012/ ... z2EzJsp0Al

[BBvideo]http://www.youtube.com/watch?v=wIimw5p_vKE[/BBvideo]

Dopo il documento della Deutsche Bank (http://www.byoblu.com/post/2012/12/11/L ... eschi.aspx) che faceva il conto dei profitti che si potevano fare in Italia grazie a un programma di privatizzazioni ben fatto, arrivarono subito le pressioni al Quirinale. Roberto Sommella, vicedirettore di Milano Finanza, racconta che il capo dello Stato tedesco, Wulff (poi costretto alle dimissioni per l’accusa di corruzione http://www.byoblu.com/post/2012/02/17/W ... esimi.aspx) telefonò a Giorgio Napolitano per esercitare pressioni al fine di ribaltare il Governo Berlusconi e sostituirlo con un Governo Monti. Subito dopo, prima ancora delle dimissioni del Governo, la Troika fece visita ai parlamentari per costringerli a dare la fiducia ad un esecutivo che non c’era ancora (http://www.byoblu.com/post/2012/09/27/L ... x?page=all), mentre era viceversa in carica quello vecchio. I padri costituenti si rivoltarono nella tomba.

E mentre Angela Merkel oggi dispensa consigli e indicazioni su come gli italiani dovrebbero affrontare le prossime elezioni politiche, analogamente a quanto fece con i greci (http://www.corriere.it/esteri/12_giugno ... 2c0c.shtml), e mentre Mario Monti si appresta a scrivere un memorandum di suo pugno, al quale il nuovo futuro esecutivo dovrà attenersi per continuare nel solco del rigore e dell’austerità, comportandosi esattamente come la Troika della quale è stretta emanazione (http://www.byoblu.com/post/2012/06/13/L ... trino.aspx), è legittimo farsi una domanda dal sapore spettrale: ci lasceranno votare?

http://www.byoblu.com/post/2012/12/12/L ... golpe.aspx



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12639
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/12/2012, 10:53 
Si che ci lasceranno votare fisicamente !!,(se no non possono sciacquarsi la bocca dicendo che siamo in una Democrazia)sarà poi dietro le quinte che rimescoleranno le carte.[:D]


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 14/12/2012, 11:04 
Astensione di massa! [;)]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40983
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/12/2012, 19:41 
Tratto da: http://www.ufoforum.it/topic.asp?whichp ... _ID=261048

Le nuove formazioni politiche difficilmente potranno presentarsi alle prossime elezioni, poiché hanno poco più di un mese per raccogliere 60.000 firme (il numero di firme necessario per presentare una lista normalmente è di 120.000 unità) ma è stato ridotto a causa del poco tempo a disposizione: tuttavia sono sempre moltissime: per la cui raccolta dovrebbero essere concessi sei mesi. Per Mario Monti invece è stata fatta una normativa ad hoc che gli permette di presentare una lista senza dover raccogliere nessuna firma. Non ne ha parlato praticamente nessuno, salvo il leghista Calderoli...



Emhm..... qualcuno vuole aggiungere altro?



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/12/2012, 19:57 
Sì... che tutto ciò fa schifo...

[:187]



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/12/2012, 20:03 
Siamo già agli albori ... [^] http://www.albadorataitalia.com/



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9364
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/12/2012, 20:56 
Cita:
Ufologo 555 ha scritto:

Siamo già agli albori ... [^] http://www.albadorataitalia.com/


Immagine



Alba Dorata ora anche in Italia

Il movimento estremista greco ha tenuto la sua costituente a Roma


ROMA - Un uomo in giacca e cravatta gira nervoso davanti all'Hotel Ergife lamentandosi con chi aveva promesso l'arrivo di centinaia di persone. Ma al partito di «Alba Dorata» - promette il loro leader - non servono platee, i voti «li conquisteranno nelle fabbriche e tra i nuovi poveri», aprendo sezioni alla popolazione e «distribuendo alimenti, oltre ad offrire assistenza agli imprenditori strozzati da Equitalia». Alba Dorata, il movimento estremista già presente in Grecia, ha tenuto venerdì la sua prima assemblea costituente a Roma, annunciando la candidatura alle prossime elezioni politiche.

21.12.2012 - 20:33

ats-ansa


Source: CdT.ch - Mondo - Alba Dorata ora anche in Italia


Ultima modifica di Wolframio il 21/12/2012, 20:58, modificato 1 volta in totale.


_________________
ImmagineImmagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”ImmagineImmagine
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40983
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/12/2012, 11:57 
LA DOPPIA MORALE DEI "DIRITTI UMANI"

22 dicembre 2012

Immagine

http://www.vocidallastrada.com/2012/12/ ... umani.html

In molti, nelle ultime ore, si stanno domandando provocatoriamente se siano più democratici i governi dei Paesi che si dicono democratici per principio, oppure i governi dei Paesi oggi ritenuti parzialmente o totalmente al di fuori della democrazia. Le manifestazioni di piazza che stanno andando in scena in moltissime città del continente europeo, mostrano per l’ennesima volta che la violenza dello Stato in Occidente esiste ancora. Quanto giunge direttamente dalle piazze di Torino, Roma, Madrid, Lisbona e Atene è non solo l’evidente indice che le classi subalterne dei cosiddetti PIGS non accettano le politiche antipopolari di austerità e di predazione della ricchezza nazionale nel nome della stabilizzazione finanziaria e della rassicurazione dei cosiddetti “mercati”, ma anche la dimostrazione dell’inconsistenza sostanziale della retorica utilizzata da quasi tutte le classi dirigenti di quei Paesi che da sessant’anni cercano di distinguersi nello scenario internazionale in funzione del principio della presunta superiorità occidentale, per quanto concerne la democrazia e i diritti della persona.

Stato & Potenza

Ma la democrazia, in realtà, non esiste e non è mai esistita, per lo meno nei termini in cui questa viene posta all’interno della società occidentale dai politici e dagli intellettuali di punta. Ogni potere costituito nasce su basi di violenza (guerre civili) e si impone attraverso una progressiva costruzione normativa che regolarizzi il proprio impianto istituzionale, abituando la popolazione a considerarne inviolabili i principi secondo parametri più o meno corrispondenti alle necessità sociali. Questo non significa che i “diritti” siano una semplice invenzione giuridica ma che la loro espressione politica sia, di volta in volta, la risultante di precisi rapporti di forza e dell’evoluzione sociale ed economica del pianeta.

Quando i nostri politici o i nostri giornali hanno la presunzione di considerare questa parte del mondo come la “migliore possibile”, la “più libera” e la “più equa” non va dimenticato che la società occidentale nasce come prodotto della rivoluzione industriale e dell’ordine coloniale, e che il primato tecnologico acquisito negli ultimi duecento anni è pur sempre un dato relativo e temporaneo. Trionfante con l’illuminismo, l’assolutizzazione della superiorità occidentale ha via, via affermato una nuova religione “laicista”, fondata sull’idea assoluta dei cosiddetti “diritti dell’uomo” e sulla loro indiscutibile universalità. Poco importava agli illustri cantori del giusnaturalismo che, proprio nel nome di questa supremazia politica e morale (white man’s burden), il colonialismo europeo continuasse a massacrare e predare popolazioni e territori al di là dei mari.

L’illuminista inglese David Hume scrisse nel XVIII secolo: «Non è mai esistita una nazione civilizzata che non fosse bianca: sono portato a sospettare che i negri, e in generale tutte le altre specie umane, siano per natura inferiori ai bianchi». Voltaire nel Trattato di Metafisica afferma: «Sbarco nel paese della Cafraria, e comincio a ricercare un uomo. Vedo macachi, elefanti e negri. Tutti sembrano avere un baleno di una ragione imperfetta. Tutti hanno un linguaggio che non capisco e tutte le loro azioni sembrano ugualmente essere relazionate con qualche causa. Se dovessi giudicare le cose per il primo effetto che mi causano, crederei, inizialmente, che tra tutti questi enti l’elefante è l’animale ragionevole». Seguendo questa logica, dunque, appena qualche secolo prima un cinese o un persiano, entrando in Europa settentrionale, avrebbero potuto affermare le stesse cose a proposito della fantomatica civiltà “bianca” anglosassone, laddove uomini e donne si abbeveravano a fianco dei maiali, le locali popolazioni seguivano ancora un insieme di regole claniche e gli abitanti a malapena erano in grado di esprimersi in una lingua definita.

La Conferenza di Helsinki del 1975 diede certamente un grande contributo al consolidamento del pregiudizio storico in base al quale, in piena Guerra Fredda, l’Occidente – ivi identificato con le nazioni del Patto Atlantico – si sarebbe fatto portatore di valori positivi universalmente validi e globalmente riconosciuti come tali dagli stessi Paesi promotori. Fu facile, così, imporre nel mondo trilaterale del capitalismo avanzato (Nord America, Europa occidentale e Giappone) l’idea che l’Unione Sovietica e gli altri Paesi del Patto di Varsavia fossero da considerare “dittature” prive degli elementari concetti legati ai “diritti umani”. Si badi bene a questo passaggio: in base all’autoproclamata universalità dei valori espressi dalle democrazie occidentali, se un Paese resta al di fuori dei loro parametri, esso si configura non come un Paese figlio di un’altra civiltà, ma come un Paese al di fuori della civiltà. E perciò, analogamente all’epoca coloniale, l’intromissione nei suoi affari interni viene solitamente percepita dalle masse occidentali come legittima. Ovviamente, ai fini di una simile falsificazione storica, è necessaria una grande operazione di disinformazione di massa, che anzitutto ripeta in modo continuativo un’invenzione completamente artificiosa per normalizzarla e renderla credibile sebbene sia oggettivamente falsa.

Non è un caso che l’utilizzo di termini quali “democrazia”, “libertà”, “dittatura”, “repressione”, “regime” ecc. … abbondi in modo del tutto improprio ed incoerente nei nostri telegiornali e nella comunicazione in genere.

Per legittimare – in chiave antirussa e antiortodossa – agli occhi del mondo occidentale il fatto che tre prostitute debosciate dessero luogo ad orge e blasfemie in Russia, si è ricorsi ad una semplice ma efficace trasfigurazione della situazione specifica: Putin è un “dittatore”, le ***** Riot combattono contro Putin, dunque le ***** Riot sono “ribelli” che lottano per la “libertà”. Identico schema viene utilizzato per la Siria, dove migliaia di trogloditi stranieri e di mercenari qaedisti, stipendiati da Arabia Saudita e Qatar, sono stati dipinti come “martiri” su questa stessa base: Assad è un “dittatore”, l’opposizione armata combatte Assad, dunque l’opposizione armata è un esercito che lotta per la “libertà” e l’affermazione della “democrazia”. Per converso, l’esercito nazionale siriano – cioè l’unico esercito regolare costituzionalmente riconosciuto nel Paese siriano – viene descritto come un insieme di militari “lealisti” o di “mercenari” legati alla figura del presidente Assad. Esattamente come avvenuto in Libia, quando a difendere Gheddafi – in base alle “ricostruzioni” della stampa occidentale – ci sarebbero state poche manciate di “fedelissimi”.

Quando la giuria di Oslo, ha assegnato il premio Nobel per la pace al dissidente cinese Liu Xiaobo nel 2010, è arrivato il giubilo generale da gran parte dell’intellighenzia culturale dei Paesi occidentali. Liu, nato a Hong Kong quando questa era ancora una colonia della monarchia londinese, nel 1988 dichiarò che la Cina, per “civilizzarsi”, avrebbe avuto bisogno di altri trecento anni di colonialismo. Quattro anni fa ha fondato il movimento Carta08, ispirato ad un documento politico che cita palesemente l’obiettivo della distruzione della Repubblica Popolare e dell’instaurazione di un sistema di libero mercato sul modello occidentale, dove il potere dello Stato sia ridotto ai minimi termini. Cosa altro dovrebbe fare il governo cinese, se non prendere provvedimenti affinché la sua attività politica disgregatrice ed eversiva sia bandita dal territorio nazionale? Secondo l’opinione dei maître à penser occidentali, invece, queste misure repressive costituirebbero l’ennesima violazione dei “diritti umani”, di cui il Partito Comunista Cinese si sarebbe macchiato.

In tutti questi casi particolari, la promozione dell’anarchia e il boicottaggio dell’ordine costituito sono pienamente legittimati dalle classi dirigenti occidentali per le quali, evidentemente, il principio normativo è nient’altro che carta straccia da utilizzare in base alla propria convenienza e alle necessità che di volta, in volta si presentano per orientare l’opinione pubblica dei rispettivi Paesi. Recentemente il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko, ha sottolineato come i governi dei Paesi dell’Unione Europea, che spesso ha tuonato contro alcune repressioni di piazza andate in scena a Minsk nel 2006 e nel 2010, oggi pretendono di impartire lezioni di democrazia mentre ogni giorno danno ordine di disperdere i loro lavoratori in rivolta con idranti e cariche delle forze di pubblica sicurezza.

Il fulcro fondamentale della contraddizione, però, non è la violenza di Stato o di piazza in quanto tale, bensì l’orientamento politico espresso da uno Stato o da una piazza. Proprio restando in Bielorussia, nel 2004 il presidente statunitense George Bush emanò una direttiva al Congresso nord-americano che invitava alla redazione e all’approvazione del Belarus Democracy Act. In quel documento sono contenute accuse gravissime nei confronti del presidente Aleksandr Lukashenko e del governo nazionale, oltre ad esplicite indicazioni all’apparato d’intelligence degli Stati Uniti a sostenere tutti i gruppi di opposizione attivi nel Paese. Tra questi gruppi vi sono anche e soprattutto realtà violente, terroristi, teppisti e isolati debosciati, che le sigle più “raffinate” degli ambienti filo-europeisti bielorussi (una nettissima ed irrilevante minoranza giovanile che vorrebbe integrare il Paese nella Nato e nell’UE) utilizzano nel ruolo di “manovalanza” per assaltare le sedi istituzionali (come avvenuto nel dicembre 2010 ai danni del Parlamento di Minsk) e per organizzare attacchi mirati contro personaggi politici o semplici cittadini.

In base all’articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite, qualsiasi Stato membro gode del “diritto naturale all’autodifesa” nel caso in cui la sua sovranità politica e la sua integrità territoriale (fattori ritenuti inviolabili dalla stessa Carta) vengano minacciate da un intervento armato esterno. Rispetto al contesto storico e geopolitico del dettato originale (giugno 1945) oggi molte cose sono cambiate, e se i teorici delle scienze strategiche sono oramai unitamente concordi nel considerare anche il cyberspazio e, più in generale, la sfera della comunicazione (ICT) finalizzata all’ingerenza politica (soft-power) quali parti integranti del quadro multidimensionale del conflitto, è evidente che il Belarus Democracy Act varato dal Congresso degli Stati Uniti nel 2004 e aggiornato dall’amministrazione Obama l’anno scorso, deve essere considerato come una esplicita dichiarazione di guerra degli Stati Uniti contro la Repubblica di Bielorussia. Le misure repressive adottate dalle autorità bielorusse in occasione dei gravi disordini post-elettorali degli ultimi anni devono, perciò, considerarsi come un insieme di legittimi tentativi di difesa della nazione dalle interferenze e dalle intromissioni esterne di attori evidentemente interessati alla dissoluzione dell’ordine politico ed economico costituito e all’integrazione del territorio nazionale (e delle sue risorse) nel proprio campo geostrategico (e a tal proposito basterebbe prendere atto dell’espansione che la Nato ha avviato verso Est negli anni Novanta, inglobando la Germania Est, l’Ungheria, la Repubblica Ceca, la Polonia, la Romania, la Bulgaria, la Lettonia, l’Estonia, la Lituania, la Repubblica Slovacca, la Slovenia, la Croazia e l’Albania, in attesa di concludere le “integrazioni in fieri” della Macedonia, della Bosnia-Erzegovina, del Montenegro e della Georgia).

Ancor più esplicito è il caso della Siria, dove i Paesi della Nato non perdono occasione per incontrare i membri di un governo-ombra completamente autoreferenziale, privo di qualsiasi legittimità sul piano internazionale, e per sostenere le ragioni politiche dei cosiddetti “ribelli”, terroristi armati che stanno cercando di distruggere l’integrità territoriale della Repubblica Araba a fini eversivi. Poche settimane fa, per di più, gli interventi militari della Turchia oltre il confine siriano, hanno definitivamente tolto ogni maschera al conflitto. Assad ha dunque tutto il diritto di difendere la nazione siriana da un’aggressione organizzata su scala internazionale.

Eppure, la situazione in Europa viene completamente ribaltata: ogni minima evoluzione negli scenari dei Paesi non allineati viene attentamente registrata e soppesata all’evidente scopo di scovare qualche “violazione” nel campo dei “diritti umani”, mentre le repressioni “fatte in casa” nei confronti di operai, disoccupati e giovani – ormai a scadenza quasi settimanale – sono sostanzialmente legittimate dalla classe dirigente nel nome della “pubblica sicurezza” e della difesa del principio dell’ordine costituito, privando dunque la categoria del “diritto” di tutta la sua portata in termini di “socialità” e “solidarietà”. Qualcosa non torna. Non vi sembra?

14.11.2012



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40983
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 02/01/2013, 00:31 
Cita:
Werther ha scritto:

Un ottimo articolo assolutamente da leggere .

di Magdi Cristiano Allam

(Il Giornale) - La Storia ricorderà il primo anno del governo Monti per aver perpetrato tre crimini ai danni della democrazia, dello Stato e degli italiani. La denuncia di Berlusconi, fatta tardivamente, di essere stato vittima di una congiura che lo costrinse a rassegnare le dimissioni, è un dato di fatto oggettivo e documentabile.
In Italia la democrazia sostanziale è morta. La Costituzione che recita che siamo una Repubblica parlamentare è stata stravolta da un capo dello Stato che si comporta come se fossimo una Repubblica presidenziale auto-attribuendosi il potere esecutivo, commissariando il Parlamento e riducendo il governo a esecutore di direttive presidenziali arbitrarie. Così come Berlusconi si dimise senza un voto di sfiducia del Parlamento, ugualmente Monti si è dimesso senza un voto di sfiducia del Parlamento. Napolitano ha annunciato la data delle elezioni anticipate quando il Parlamento non era ancora dissolto e il governo era ancora in carica. Il fatto che le scelte politiche cruciali avvengano senza tener conto del Parlamento che dovrebbe esprimere la sovranità popolare, conferma che siamo già in un contesto estraneo alla democrazia sostanziale. L'insieme delle istituzioni non sono più rappresentative della volontà popolare. Il Parlamento è formato da deputati e senatori designati, non essendoci più il voto di preferenza, ciò che fa venir meno il fulcro della democrazia sostanziale, ovvero il rapporto fiduciario tra l'elettore e l'eletto. Il capo dello Stato è designato da un Parlamento di designati. E il capo del governo è stato calato dall'alto dai poteri finanziari globalizzati.

Quando il 16 novembre 2011 Monti giurò sulla Costituzione di “esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della nazione”, giurò il falso. Quel giorno Monti era ancora consulente internazionale della Goldman Sachs, la più grande e potente banca d’affari al mondo; membro del Consiglio Direttivo del “Club Bilderberg”, il salotto più esclusivo dei potenti della finanza e dell'economia nel mondo; Presidente del Gruppo Europeo della “Commissione Trilaterale”; membro del “Comitato consultivo di alto livello per l'Europa” di Moody's, una delle tre maggiori agenzie di rating al mondo. Soltanto 9 giorni dopo, il 24 novembre, con un dispaccio dell'Ansa delle 11,36 dal titolo “Monti lascia la Bocconi e altri incarichi”, abbiamo appreso che “Monti ha lasciato poi tutti gli incarichi che ha come consulente Goldman Sachs, presidente europeo della Trilaterale e nel comitato direttivo Bildelberg”.
Ebbene è del tutto evidente che l'interesse nazionale dell'Italia non coincide, all'opposto confligge, con quello delle istituzioni finanziarie globalizzate che hanno creato il cancro dei titoli derivati tossici, che ammontano a 787 mila miliardi di dollari pari a 12 volte il Pil mondiale, il cui interesse è di riciclare questo denaro virtuale mettendo le mani sull'economia reale e sulle imprese che producono beni e servizi. E se la Mafia, per riciclare il denaro sporco frutto di attività illecite, le basta avere a disposizione singoli politici, dirigenti pubblici e imprenditori, la speculazione finanziaria globalizzata per riciclare un ammontare stratosferico di titoli spazzatura deve controllare direttamente i governi degli Stati.
Il fatto che Monti sia espressione di queste istituzioni finanziarie è stato da lui stesso ammesso. Il fatto che queste istituzioni siano responsabili della speculazione finanziaria è assodato. E' un dato di fatto che il primo anno del governo Monti corrisponde alla perpetrazione del crimine dell'uccisione della democrazia sostanziale. Così come stiamo assistendo alla perpetrazione del crimine della spogliazione totale della sovranità dell'Italia vincolando qualsiasi governo a sottomettersi alle imposizioni del Trattato europeo di stabilità finanziaria. La conseguenza è che si sta perpetrando il terzo crimine della trasformazione di uno Stato ricco in una popolazione povera e di imprese creditrici in imprenditori falliti. Sono questi gli ingredienti manifesti e indubbi della congiura ai danni non solo di Berlusconi ma dell'Italia e degli italiani.


Fonte: http://www.ioamolitalia.it/editoriale/i ... morta.html




_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/01/2013, 20:42 
LIBERTA’ E INDIPENDENZA PER L’ITALIA










Se essere italiani significa far finta che da noi la democrazia sia viva e vegeta, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa omettere che la Costituzione repubblicana ed antifascista sia stata congelata dal Trattato di Lisbona, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa ignorare le clausole segrete dell’armistizio di Cassibile (3 settembre 1943), lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa tacere sui crimini mondiali del padrone USA, (sedicente alleato), lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa essere militaristi, filosionisti ed angloamericani, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa digerire l’affermazione che la guerra ambientale è un’invenzione complottista, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa non vedere coi propri occhi che nei cieli del Belpaese ogni giorno va in onda l’aerosolterapia bellica della Nato che ci avvelena, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa negare ai massimi livelli istituzionali che centinaia di bombe atomiche targate USA stazionino da anni sulla nostra terra, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa far finta che le sperimentazioni militari sulle nostre vite siano una barzelletta, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa non sapere che lo Stivale è imbottito di basi militari straniere (USA-Nato) da cui partono le guerre, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa dimenticare che i partiti hanno occupato i gangli vitali dello Stato succhiando linfa vitale alla Nazione, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa solo farsi tassare fino al midollo, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa solo accettare di essere trattati peggio degli analfabeti, quando si vota per mettere una croce su candidati imposti dal Potere, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa nascondere l’inesistenza di una classe dirigente all’altezza dei tempi, lascio questa italianità a Voi.

Se essere italiani significa giustificare i privilegi, le malversazioni ed il condizionamento sull'Italia dello Stato del Vaticano, già riciclatore di denaro mafioso ai tempi di monsignor Marcinkus, lascio questa italianità a Voi.


Se essere italiani significa tacere che il sistema in cui viviamo è basato sulla menzogna sistematica e sull'impunità ininterrotta dell’Autorità, lascio questa italianità a Voi.




L’Italia è alla deriva: milioni di leggi e nessuno diritto. Fine della democrazia già da un bel pezzo.


Siamo noi che accettiamo di essere sfruttati da questo branco di politicanti d’accatto, malfattori per conto terzi.


Siamo noi che accettiamo di essere controllati, ispezionati e maltrattati. In fondo, l’oppressione cova dentro di noi.


Ma c’è ben altro che inquieta e disgusta, a parte il servilismo dilagante. In effetti, il sistema di potere ci vuole docili e obbedienti, tutt’ al più consumatori voraci. Pensiamo tanto al futuro che dimentichiamo di vivere il presente.


Calpestano quotidianamente i nostri diritti, quelli dei nostri figli e dei nostri genitori e familiari. Noi? Zitti e muti.


Siamo in uno Stato di Polizia, non più di diritto, dove la democrazia viene demolita ogni giorno nei piani alti.


Il Popolo italiano sembra sia stato privato degli anticorpi, vale a dire della capacità di reagire a questa deriva.


Che fare? Provocare il risveglio delle coscienze. E’ l’ora di proteggere l’Italia da qualsiasi attacco esterno ed interno.


Allora? Una marcia di Pace, nonviolenta al fine di paralizzare la Penisola. Uno sciopero ad oltranza in ogni paese e città. Ci fermiamo per giorni, settimane, mesi. Dovranno per forza capitolare. Non c’è più tempo per fuorviare il discorso.


All’opera, uniti, partigiani e patrioti, per una nuova Costituente, senza distinzioni, senza divisioni.
In politica, ormai, centro, destra e sinistra non esistono più.


La storia insegna: sono le minoranze attive a dirigere gli eventi, insomma, a fare appunto la storia.
La lotta per restituire libertà e indipendenza al Nostro Paese è appena iniziata. Sta a noi andare fino in fondo.
Altrimenti sono parole, anzi, chiacchiere morte ed insepolte.


http://blog.libero.it/terrapagana/11823173.html


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/01/2013, 11:35 
Mi è piaciuto! (ma a quanti?) [8)]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40983
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/01/2013, 13:24 
Cita:
Ufologo 555 ha scritto:

Mi è piaciuto! (ma a quanti?) [8)]


A me molto..... [:)] [;)]



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/01/2013, 21:27 
se non siamo noi che prendiamo in mano la situazione,nulla cambiera',ormai i partiti rappresentano solo se stessi e gli interessi dei poteri forti in primis,solo noi potremo essere arbitri del ns destino.....[;)]


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 324 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 22  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 27/05/2020, 01:50
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org