Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 719 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 44, 45, 46, 47, 48
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 18/05/2019, 13:38 
Fatte curà, damme retta ... [^]


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3581
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 18/05/2019, 13:44 
Invece di dire eresie non fai prima a darmi il link?

Ora ti dico io quello che devi sapere, non ci saranno catacombe, se non per gli apostati.



_________________
Qualcuno vuole vedere che fine fanno i ribelli?
https://www.scambiofigu.net/host/up/8dcda1bfb827.jpg
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 18/05/2019, 13:48 
De ché ... De questo? (Ma per te è perdita di tempo ...) [:291]

viewtopic.php?f=23&t=477&start=270

Post 19 apr 2017 15:16


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3581
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 18/05/2019, 14:32 
Finalmente un reply sensato.

555, devi sapere che l'Uomo non è un numero, ma un'Anima vivente, che tange una dimensione ripetitiva e in apparenza stabile per un certo "tempo", inteso come cicli consecutivi quasi statici, a parte le piccole varianti quotidiane, ciò dura un numero di cicli differenti da soggetto a soggetto e da dimensione a dimensione.

In queste dimensioni cicliche, ad esempio questa vita, i parametri universali sono dei cicli molto più lenti, dunque ti appaiono invariati rispetto alle tue dinamiche realtive solite quotidiane. In pratica credi di vivere.
Ma questa vita è solo una delle dimensioni possibili e la puoi tangere a seconda del tuo personale stato dell'Anima, simile agli altri, ma non identico, poichè personalmente tuo.

Similmente altre dimensioni sono "abitate" da soggetti animici differenti dai terrestri, perchè i mondi principali sono tre, dati dai tre stati dell'Anima, beata, medriocre oppure infima, Cielo, Terra, Inferno, con tutte le loro sfumature dimensionali.
Lo stato dell'Anima dipende dai sentimenti che la compone, pertanto è come un radar tarato sulla sua frequenza tipica, se cambia rileva cose diverse dalle solite che tangeva normalmente.

Il trovarti in un luogo diverso dalla Terra, dov'eri straniero, è stato un momentaneo sbalzo interiore, gente vestita di tuniche ti "attraversava" essendo tu in prossimità dimensionale con loro, ma non stabilmente dimensionato nel loro mondo, un free jack.
Chi è inviato qui invece ha l'impressione opposta, ovvero di essere incastrato in un corpo pesante, inabile, vincolato a tutto, almeno nei primi mesi di arrivo, capisci?

Non posso aggiungere altro.



_________________
Qualcuno vuole vedere che fine fanno i ribelli?
https://www.scambiofigu.net/host/up/8dcda1bfb827.jpg
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 09/07/2019, 17:23 
Gravissima (ma verissima) dichiarazione della BBC: “Persecuzione cristiana a livelli vicini a quelli di un genocidio”.

“Persecuzione cristiana a livelli vicini a quelli di un genocidio”. La definizione è di una fonte insospettabile come la britannica BBC, che ne parla a proposito di uno studio ordinato dal ministro degli esteri Jeremy Hunt e realizzato dal vescovo anglicano di Truro, Philip Ian Mounstephen.

Secondo quanto riferito, una persona su tre nel mondo soffre di persecuzioni religiose, e i cristiani sono decisamente “il gruppo religioso più perseguitato”, tanto che in alcune aree del mondo “il livello e la natura della persecuzione si avvicina verosimilmente alla definizione internazionale, adottata dalle Nazioni Unite, di genocidio”.


A questo proposito, Jeremy Hunt nota come i governi occidentali sembrino “addormentati” e incapaci di reagire o quanto meno di mostrarsi sensibili davanti a una simile situazione.

Secondo Hunt c’è forse un imbarazzo, da parte occidentale, legato al fatto che alcuni paesi europei avvertono di avere la coscienza sporca in quanto ex paesi colonialisti, ma, sebbene un tale atteggiamento sia in parte comprensibile, occorre sottolineare che in realtà molti dei cristiani più perseguitati nel mondo non hanno mai avuto niente a che fare con il colonialismo o con la presenza di missionari occidentali. Cristiani minacciati di genocidio quali, per esempio, gli assiri della Siria e dell’Iraq o i copti dell’Egitto erano cristiani diversi secoli prima che gli antenati dei colonizzatori europei diventassero cristiani e andassero in missione.

Il rapporto della BBC identifica nel politically correct il principale motivo dell’indifferenza dell’Occidente
, un atteggiamento assurdo, dato che, come spiega Hunt, molto spesso le popolazioni cristiane perseguitate sono anche le più povere al mondo.

Tuttavia Raymond Ibrahim (il cui ultimo libro è Sword and Scimitar. Fourteen Centuries of War between Islam and the West) in un articolo per il Gatestone Institute, nota che sebbene la BBC giustamente denunci il politically correct, mostra a sua volta di esserne vittima nel momento in cui evita di precisare chi sta perseguitando i cristiani e perché.

“La stragrande maggioranza della persecuzione cristiana – scrive Ibrahim – si verifica nelle nazioni a maggioranza musulmana”. Secondo la World Watch List 2019 di Open Doors, che esamina le cinquanta nazioni in cui i cristiani sono più perseguitati, “l’oppressione islamica continua ad avere un impatto su milioni di cristiani” e in sette delle nazioni più vessatorie in assoluto è proprio l’Islam la causa della persecuzione. Ciò significa che per milioni di cristiani seguire apertamente Gesù può avere conseguenze dolorose, inclusa la morte.

Tra i peggiori persecutori ci sono i paesi che governano secondo la legge islamica, la sharia. In Afghanistan semplicemente “il cristianesimo non può esistere”, dice il rapporto di Open Doors. Poiché si tratta di uno Stato islamico per costituzione, funzionari governativi, leader di gruppi etnici, funzionari religiosi e cittadini sono programmaticamente ostili verso i cristiani. Allo stesso modo in Somalia la piccola comunità cristiana è sotto costante minaccia di attacco, perché la sharia è parte integrante della costituzione del paese, e la persecuzione dei cristiani comporta quasi sempre la violenza. Anche in Iran, nota il rapporto, “la società è governata dalla legge islamica, il che comporta che i diritti e le possibilità professionali per i cristiani sono fortemente limitati”. Altrettanto significativo è il fatto che trentotto delle cinquanta nazioni in cui i cristiani sono più perseguitati sono a maggioranza musulmana.

“L’intenzione di cancellare tutte i segni della presenza cristiana in paesi come Siria, Iraq, Egitto, Nigeria nord-orientale e Filippine è resa evidente dalla rimozione delle croci e dalla distruzione degli edifici di culto e di altri simboli. In alcune parti del Medio Oriente i cristiani rischiano di esser spazzati via. In Palestina, sono ridotti a meno dell’1,5 per cento della popolazione. In Siria sono scesi da 1,7 milioni nel 2011 a meno di 450 mila e in Iraq sono crollati da 1,5 milioni prima del 2003 a meno di 120 mila oggi”.
Insomma, quando si dice che il cristianesimo in quelle terre è a rischio di estinzione non si sta esagerando.

Fonte:

www.aldomariavalli.it/…/se-anche-la-bbc…
https://gloria.tv/article/tiSQLMo6fsDe4 ... KOfvGYHS2A


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3581
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 10/07/2019, 13:12 
Oh poverini... che succede? Non riescono ad infettare tutto il mondo con il "Porci l'altra guangia" come hanno fatto finora ovunque?

Mi sa tanto che l'impero dell'anticristo è alla frutta.



_________________
Qualcuno vuole vedere che fine fanno i ribelli?
https://www.scambiofigu.net/host/up/8dcda1bfb827.jpg
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 10/07/2019, 14:18 
Oltre a non risponderti più, non ti leggerò nemmeno: sei un BESTEMMIATORE.


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3581
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 11/07/2019, 13:06 
Veramente nelle bestemmie romane DOC spicca il nome di Cristoforo Colombo, chissà perchè?
Mentre in quelle bresciano-bergamasche si usa sempre lo "zio porco", tanto che una volta scappò anche al Fan Zaga mentre riprendeva ferocemente i bestemmiatori della madonna urlando che non bisogna bestemmiare quella.

Lapsus freudiani...



_________________
Qualcuno vuole vedere che fine fanno i ribelli?
https://www.scambiofigu.net/host/up/8dcda1bfb827.jpg
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 11/07/2019, 20:10 
Immagine


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3581
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 12/07/2019, 12:50 
Perchè? In due millenni sono mai usciti dalle catacombe?

https://it.wikipedia.org/wiki/Genocidio ... _americani

https://it.wikipedia.org/wiki/Crociata_albigese

https://it.wikipedia.org/wiki/Schiavit% ... %27America

https://it.wikipedia.org/wiki/Hiroshima

https://it.wikipedia.org/wiki/Fallujah. ... e_nascosta

I morti non usciranno MAI dalle catacombe, quello è il loro posto, tra i morti, perchè ciò che hanno seminato è morte e distru-zione.



_________________
Qualcuno vuole vedere che fine fanno i ribelli?
https://www.scambiofigu.net/host/up/8dcda1bfb827.jpg
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3205
Iscritto il: 28/08/2016, 09:26
Località: Neutropoli
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 12/07/2019, 12:58 
pace e bene...e chi ha le vere colpe vere se le tenga e se le paghi!



_________________
https://thesky.freeforumzone.com/mobile ... 1&f=183131
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3581
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 13/07/2019, 11:41 
Il dio dei morti si adora nei cimiteri, tra i sepolcri imbiancati e i demoni vaganti, le catacombe romane, luogo di adorazione pagana dei morti, sono perfette per i sedicenti "cristiani".

Ma i Vivi adorano il Dio vivente in Spirito e verità, non sottoterra, perchè una lampada si mette nella stanza per fare luce a tutti.



_________________
Qualcuno vuole vedere che fine fanno i ribelli?
https://www.scambiofigu.net/host/up/8dcda1bfb827.jpg
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 13/07/2019, 16:53 
Immagine

I media francesi, "finalmente" secondo i cattolici, stanno cominciando ad aprire dibattiti sulle cause di questi attacchi, cercando di capire chi possano essere gli autori e quali siano le comunità cattoliche maggiormente prese di mira. Si cerca di capire, inoltre, cosa rappresenti questa ondata di cristianofobia sulla cultura francese e sul cristianesimo locale.

Gli attacchi contro le chiese cattoliche, secondo i dati del ministero dell'Interno francese, sono quadruplicati tra il 2008 e il 2019. Un dato, diffuso recentemente, è molto significativo: ci sono stati 228 atti anticristiani violenti nel solo trimestre gennaio-marzo 2019. Nell’intero 2018 la polizia francese ha riferito di 129 furti e 877 episodi di vandalismo nei siti cattolici, in maggioranza chiese e cimiteri, dati che hanno portato la Francia a diventare il paese europeo con più attacchi anti-cristiani, Europa dove la cristianofobia è in aumento,
come conferma l’Observatory on intolerance and discrimination against christians in Europe nei suoi vari report e su Twitter.

In attesa di una presa di posizione sulla cristianofobia da parte di monsignor Éric de Moulins-Beaufort, cinquantasettenne parigino, teologo e arcivescovo di Reims, scelto lo scorso mese di aprile come nuovo presidente della Conferenza Episcopale Francese, il suo predecessore alla Cef ha accennato, seppur in maniera blanda, al problema. Così, se monsignor de Moulins-Beaufort sembra più interessato ad inaugurare moschee, a criticare i cattolici ed esaltare i musulmani come più pii, il suo predecessore, monsignor Georges Pontier, attuale arcivescovo emerito di Marsiglia, alla rivista Le Point aveva spiegato di non volere "sviluppare un discorso legato alla persecuzione", perché i cattolici "non vogliono lamentarsi", parlando degli attacchi ma minimizzandoli, nonostante i dati dicano altro.

"Le comunità sono scioccate e costrette a sentirsi vulnerabili. Gli attacchi si sono moltiplicati drammaticamente negli ultimi anni, e stanno avvenendo praticamente in ogni angolo della Francia
: aree urbane e rurali, grandi città e piccoli villaggi nello stesso modo", ha scritto il noto giornalista americano Richard Bernstein, in un saggio per RealClearInvestigations intitolato "Gli attacchi anti-cristiani in Francia sono quadruplicati quietamente. Perché?”

L’ex corrispondente del New York Times ha citato il politico Henri Lemoigne che ha parlato di "vera costernazione" dopo che qualcuno nel paese sulla Manica che ha amministrato per anni, ha fatto irruzione in una chiesa locale ed ha profanato il Corpo e il Sangue di Cristo contenuto nelle particole consacrate, scaraventando sul pavimento tutto il contenuto del Tabernacolo. "Le persone sentono che i loro valori sono sotto attacco, persino le loro stesse vite", come, peraltro, è già accaduto nel caso di Padre Jacques Hamel, ucciso nel 2016 mentre celebrava la messa a Saint-Étienne-du-Rouvray, in Normandia, da due uomini musulmani che avevano promesso fedeltà allo Stato Islamico dell'Isis.

Quello che sorprende gli analisti non francesi è il fatto che questi attacchi siano stati accolti con "relativa tranquillità" nella laicissima Francia. Come ha osservato Richard Bernstein, "la Chiesa cattolica francese ufficiale ha scelto di minimizzare gli attacchi", tuttavia le fiamme che hanno colpito Notre-Dame in aprile, e le speculazioni sulle cause di questo incendio, hanno fatto conoscere – almeno incidentalmente – al mondo la cristianofobia che avanza in Francia.

Tra i principali quotidiani francesi solo il conservatore Le Figaro ha pubblicato una sostanziale inchiesta sulla cristianofobia in prima pagina. Altri hanno pubblicato alcuni articoli sui singoli incidenti. L'assenza di palpabile allarme pubblico ha portato la rivista Causeur a pubblicare una serie di articoli sugli attacchi sotto il titolo generale di "Esplosione di atti anti-cristiani: le vittime di cui nessuno sta parlando".

Ma perché questi atti di cristianofobia aumentano? Le risposte sono complicate. Coloro che minimizzano gli atti di vandalismo, cioè la maggior parte dei media e molti politici, evidenziano che gli attacchi sono legati a crimini di piccolo calibro. Coloro che sono preoccupati dagli attacchi, invece, respingono fortemente tale prospettiva. Le Figaro qualche tempo fa scriveva, a proposito di vari atti vandalici, che "questo non è lavoro di ladruncoli".

Ciò che è chiaro è che gli attacchi fanno luce su una serie di questioni fondamentali che turbano la Francia. Intanto la Chiesa transalpina è considerata un bersaglio debole (a causa della sua costante laicizzazione e per gli scandali sessuali che l’hanno colpita) e facile (è praticamente impossibile controllare tutte le migliaia di Chiesa sparse per la Francia. Questi luoghi, secondo il filosofo Pierre Manent, sono "meno difesi e presentano pochi rischi, e ce ne sono molti").

Ci sono già stati (più di 500 nel 2018, secondo il Ministero degli Interni, un aumento del 74% rispetto all'anno precedente) diversi attacchi contro siti e simboli ebraici (questi si ben pubblicizzati sui media) da parte di estremisti islamici e si teme che possa esserci dietro i fatti anticristiani la stessa mano. Ma una delle ragioni per le quali la cristianofobia viene sottovalutata dal governo francese è proprio la paura di alimentare la cosiddetta islamofobia, cioè la preoccupazione che alcune persone incolpino istintivamente i musulmani per gli attacchi e facciamo partire delle rappresaglie, sebbene non siano noti episodi di rappresaglia cristiana in terra francese.

"Per la maggior parte degli attacchi, non abbiamo idea degli autori", ha detto a Bernstein l’ex procuratrice americana Ellen Fantini, che dirige l'Osservatorio sulla discriminazione e l'intolleranza contro i cristiani a Vienna. Secondo la Fantini, "è sicuro dire che ci sono molti attacchi che non hanno nulla a che fare con i gruppi estremisti".

"Mentre ogni attacco contro una sinagoga, una moschea o un cimitero ebraico o musulmano è abbondantemente riportato sui media e scatena un coro di denuncia", ha scritto Elizabeth Levy su Causeur, gli attacchi contro i siti cristiani "non hanno causato molto disturbo", nel senso che i media non si sono lanciati sulle notizie legate alla cristianofobia, come hanno fatto, invece, sugli atti di pedofilia ed efebofilia commessi da alcuni chierici, scandali che sono stati intensamente raccontati dalla stampa francese.

Nel suo elenco annuale di atti anticristiani in Francia l’osservatorio della Fantini ha inserito anche le proteste delle femministe radicali, con donne che posano completamente nude davanti a statue o edifici sacri, come è accaduto anche a Lourdes.

In quei pochi casi in cui i vandali sono stati trovati e arrestati, molti di loro sembravano psicologicamente disturbati e, alcuni di loro, erano senza fissa dimora. Secondo gli articoli della stampa francese, tra gli autori identificati oltre il 60% erano minorenni disadattati. Tuttavia lo stesso giornale Liberation, ad esempio, ha rilevato che circa il 60% degli attacchi contro edifici sacri, cimiteri o altri oggetti, riguardava graffiti con iscrizioni sataniche, simboli anarchici, svastiche o slogan politici. Ma alcuni episodi non fanno pensare solo ad uno sfogo di una sorta di "brutta frangia sociale disperata". Come qualificare, infatti, i vandali che hanno incendiato la massiccia porta meridionale della chiesa di Saint-Sulpice, nel cuore di Parigi, distruggendo una vetrata e un bassorilievo del XVII secolo o quel ventunenne che a Nimes ha deturpato una croce con escrementi umani in cui ha inserito pezzi dell'Ostia consacrata o quei giovani che a Villeneuve-de-Berg hanno urinato nel fonte battesimale della locale chiesa?

"Questi non sono atti isolati", ha scritto la rivista cristiana Avenir de la Culture. "Testimoniano di un clima in Francia profondamente anti-cristiano", una crescita generale di odio anti-cristiano, una rabbia incredibile verso la Chiesa che, almeno in Francia, sembra legata a tre motivi: la perdita generale del senso del sacro (come ha affermato anche lo storico Jean-Francois Colosimo), il fatto che la gran parte dei sacerdoti di orientamento progressista hanno perso la loro autorità morale sulle comunità e, all’apposto, il fatto che la Chiesa rimasta fedele al Catechismo Cattolico è considerata la preservatrice di valori e modi di vita che molti francesi considerano "antiquati", "irrilevanti" o, addirittura, "un ostacolo" per le loro vite. In questo senso, gli attacchi alle chiese cristiane e ai cimiteri sembrano legati a quella che viene spesso definita genericamente la "crisi della chiesa".


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3581
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: Cristiani! Si torna nelle ... catacombe!
MessaggioInviato: 14/07/2019, 13:28 
Chi semina spine raccoglie ferite.



_________________
Qualcuno vuole vedere che fine fanno i ribelli?
https://www.scambiofigu.net/host/up/8dcda1bfb827.jpg
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 719 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 44, 45, 46, 47, 48

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 14/10/2019, 23:05
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org