Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6226 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7 ... 416  Prossimo
Autore Messaggio

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 84
Iscritto il: 21/12/2008, 09:54
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 02/07/2009, 21:54 
Corea Nord: lanciati due missili
Lo rende noto l'agenzia Yonhap citando funzionario di Seul
(ANSA) - SEUL, 2 LUG - La Corea del Nord ha testato due missili che, in base alle prime risultanze, sembrano essere a corto raggio. Lo riferisce l'agenzia Yonhap.L'agenzia cita il portavoce del ministero della Difesa sudcoreano Won Tae-jae. Il primo vettore, ha detto Won, e' stato 'fatto esplodere alle 17.20 locali (10.20 italiane, ndr) e un altro alle 18 da Sinsang-ni', sulla costa orientale.A Tokyo il segretario del governo giapponese Takeo Kawamura aveva parlato di un test nordcoreano in tempi molto ravvicinati.

Fonte: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus ... 54925.html


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 219
Iscritto il: 07/12/2008, 22:55
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/07/2009, 00:23 
NordCorea, nuovi test missilistici (Tgcom)
Sfida alla condanna dell'Onu

Provocazione di Pyongyang nei confronti dell'Onu, che aveva condannato i lanci missilistici del 5 aprile e i test nucleari del 25 maggio scorsi. La Corea del Nord ha sparato tre nuovi missili a corto raggio. Ai primi due lanci, riferiti inizialmente dall'agenzia Yonhap, ne è seguito un terzo, annunciato dal portavoce del ministero della Difesa sudcoreano, Won Tae-jae.


I primi due missili sono stati lanciati da una base vicino il porto di Wonsan. Il primo alle 5.20 del pomeriggio (le 10.20 del mattino in Italia) e il secondo quaranta minuti dopo dalla località di Sinsang-ni, nei pressi della città costiera di Wonsan, nella parte orientale della Corea del Nord. Il terzo missile è stato lanciato, ha precisato il portavoce,
intorno alle 19.50 locali (le 12:50 in Italia).

Da Tokyo il segretario del governo giapponese, Takeo Kawamura, aveva parlato di un test nordcoreano in tempi molto ravvicinati, ipotizzando però come data possibile sabato 4 luglio, giorno della festa Usa dell'Indipendence Day. L'imminenza del lancio, aveva spiegato, "non poteva essere esclusa, a giudicare dai fatti passati". "Dobbiamo essere pronti a fronteggiare qualsiasi evenienza", aveva spiegato Kawamura, aggiungendo che il governo non era tuttavia a conoscenza di ulteriori informazioni sull'eventuale lancio, come tempi e direzione dei vettori, presumibilmente a medio-corto raggio.

Nelle scorse settimane sono stati molteplici i rapporti da parte dei servizi di intelligence internazionali in merito ai preparativi di un nuovo test missilistico da parte di Pyongyang, dopo il lancio di un vettore a lunga gittata in aprile e una raffica di ordigni a medio raggio nel mese successivo.


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 84
Iscritto il: 21/12/2008, 09:54
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/07/2009, 22:40 
OBAMA A MOSCA: DISARMO APPESO A BRACCIO FERRO SU SCUDO
di Claudio Salvalaggio

MOSCA - Clima freddo, e non solo sul piano meteo, alla vigilia dell'annunciato summit del disgelo tra Russia e Usa. Alla prima visita del presidente Usa Barack Obama, la capitale riserva già da oggi, e fino a martedì, un cielo plumbeo carico di pioggia, una temperatura autunnale intorno ai 10 gradi e una totale assenza di Obamamania. Ma, soprattutto, le nuove nuvole sul disarmo nucleare, che rimane appeso al braccio di ferro sul progetto Usa di scudo antimissile nell'Europa dell'est.

Il Cremlino ha già preannunciato la firma di un accordo quadro su quella che è ritenuta la principale vetrina del vertice, ma oggi un'alta fonte del ministero degli Esteri russo ha sottolineato "il documento non è stato ancora definitivamente negoziato", pur dicendosi tuttavia ottimista. Il nodo resta il legame indissolubile della trattativa sul disarmo a quella sullo scudo antimissile Usa, confermato dal Cremlino anche oggi. "Credo che i due temi siano interdipendenti perché non si può discutere di missili offensivi senza parlare di quelli difensivi", ha sostenuto Medvedev in una intervista al Corriere della Sera, ricordando però che la nuova amministrazione Usa "é disposta a discutere". Se Obama ha frenato sul progetto, non ha tuttavia finora anticipato come intende prendere in considerazione le obiezioni, e le controproposte, della Russia. Sul summit rischia di calare anche il gelo del premier Vladimir Putin, costretto a replicare piccato all'accusa di Obama di avere ancora "un piede nel passato". "Il presidente Usa ha messo il premier russo in una cattiva posizione", ha ironizzato ieri il quotidiano Kommersant, alludendo all'immagine delle "gambe troppo divaricate", come ha scritto più esplicitamente il tabloid Moskovski Komsomolets, secondo il quale "gli yankee hanno lanciato un gioco diplomatico rischioso", puntando apertamente "a dividere il tandem". Obama, pur non negando un incontro a Putin, avrebbe scelto insomma come interlocutore privilegiato Medvedev, di cui ha continuato a tessere le lodi anche nella sua intervista a Novaia Gazeta, la testata della giornalista uccisa Anna Politkovskaia. Il presidente Usa dice di concordare con lui "quando dice che la libertà è meglio dell'assenza di libertà", anche se i due leader restano di opinioni diverse sul caso dell'ex patron di Yukos Mikhail Khodorkovski, il nemico di Putin sottoposto ad un processo bis le cui accuse sembrano riciclate, secondo Obama. "Non vedo alcuna ragione per la quale non possiamo aspirare insieme a rafforzare la democrazia, i diritti umani e il ruolo della legge come parte del nostro reset", ha aggiunto, affermando il suo "sostegno alla coraggiosa iniziativa del presidente Medvedev di rafforzare il ruolo della legge in Russia".

E proprio a questo proposito vedrà esponenti delle Ong e leader dell'opposizione parlamentare (l'unico sarà il capo del partito comunista Ghennadi Ziuganov) e extraparlamentare, come l'ex campione di scacchi Garry Kasparov e l'ex vicepremier Boris Nemtsov, bestie nere di Putin. Nella capitale, che sarà blindata da diecimila agenti, nessun segno di benvenuto per Obama o di annuncio della sua visita, tranne due manichini di cartone a grandezza naturale apparsi ieri nella centralissima piazza Pushkin: è il profilo basso tenuto anche dalle tv di Stato, in un Paese dove tutti i sondaggi evidenziano come tra la maggioranza dei russi prevalga l'indifferenza, lo scetticismo o l'ostilità verso gli americani e il nuovo corso di Obama.

Fonte: http://www.ansa.it/opencms/export/site/ ... 09266.html


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 84
Iscritto il: 21/12/2008, 09:54
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/07/2009, 22:46 
Sky TG 24 04 luglio, 2009

Nuova sfida della Corea del Nord: lanciati 7 missili
Il nuovo test nel giorno della festa dell'Indipendenza Usa. Dovrebbe trattarsi di Scud, con raggio di 500 chilometri. Preoccupazione e allarme a Seul e Tokyo

Continuano i test missilistici della Corea del Nord. Il giorno dell'Indipendence Day americano, Pyongyang sfida di nuovo gli Usa e l'intera comunità internazionale. Il governo nordcoreano ha dato ordine alle forze armate di effettuare altri sette lanci missilistici a largo della costa orientale dalla base di Kitdaeryong, nella provincia di Gangwon. I test missilistici nordcoreani sono una risposta alle nuove sanzioni Onu contenute nella risoluzione 1874, approvata dal Consiglio di Sicurezza come reazione della comunità internazionale all'esperimento nucleare di Pyongyang del 25 maggio scorso.

C'è anche il video: http://tg24.sky.it/tg24/mondo/2009/07/0 ... ssili.html


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 84
Iscritto il: 21/12/2008, 09:54
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/07/2009, 22:58 
DISARMO: OK USA-RUSSIA A RIDUZIONE TESTATE FINO 1500
MOSCA - Mosca e Washington hanno concordato di ridurre fino a 1500-1675 il numero delle testate nucleari e a 500-1100 il numero dei vettori nel giro di sette anni dopo l'entrata in vigore del nuovo accordo che sostituità lo Start-1, in scadenza il 5 dicembre. Lo riferisce l'agenzia Itar-Tass.
Il tetto fissato per testate nucleari e vettori riguarda ciascuno dei due Paesi e sarà definito meglio nelle successive trattative. Attualmente, secondo le stime della pubblicazione americana 'Bullettin of atomic scientists', gli Usa hanno 2.200 testate nucleari e e la Russia circa 2.790.

Nell'accordo anche la riduzione del numero dei vettori in grado di trasportare testate atomiche fino a 500/1100 per ciascuno dei due paesi. Russia e Usa continueranno il negoziato su una possibile cooperazione sullo scudo antimissile che Wasghington vuole installare nell'Europa dell'est: i due presidenti hanno incaricato oggi al Cremlino gli esperti di svolgere un lavoro comune per analizzare le minacce missilistiche, balistiche del XXI secolo e preparare delle raccomandazioni, usando sempre in modo prioritario i metodi politici e diplomatici. Lo riferisce l'agenzia Itar-Tass citando la dichiarazione congiunta dei due presidenti.
[size=100]Il presidente Usa Barack Obama ha ribadito che lo scudo antimissile nell'Europa dell'est è una priorità per fronteggiare eventuali attacchi dall'Iran e dalla Corea del Nord [/size] ma ha lasciato una porta aperta alla cooperazione con Mosca ricordando che entro l'estate sarà fatta una valutazione dell'analisi delle minacce. Penso, ha aggiunto, che possiamo arrivare ad un accordo con la Russia, ma ha precisato di non ritenere opportuno legare il negoziato sullo scudo a quello sul disarmo.
Il presidente russo Dmitri Medvedev ha confermato dopo Obama, che restano le divergenze con Washington sullo scudo antimissili ma ha ricordato che in ogni caso è stato firmato un documento per proseguire il negoziato. Medvedev ha detto che invece è stato trovato un compromesso ragionevole in vista del nuovo trattato sul disarmo nucleare che sostituirà lo Start a fine anno.


Mosca e Washington hanno concordato il transito di materiale e personale militare Usa in Afghanistan attraverso la Russia, tra l'altro con 4.500 voli l'anno. Lo hanno annunciato fonti della Casa Bianca prima della conferenza stampa congiunta tra i presidenti russo e Usa al Cremlino. L'accordo consentira' agli Usa di risparmiare fino a 133 milioni di euro l'anno.


Nel vertice di oggi a Mosca, i presidenti russo Dmitri Medvedev e Usa Barack Obama hanno istituito una commissione presidenziale per la cooperazione bilaterale in 13 campi capeggiata dai due leader e coordinata rispettivamente dai capi delle due diplomazie, Serghiei Lavrov e Hillary Clinton. Tra i settori individuati figurano l'energia nucleare, la sicurezza nucleare, il controllo degli armamenti, la sicurezza internazionale, la politica estera, la lotta al terrorismo e alla droga, le relazioni commerciali ed economiche, la tutela dell'ambiente, l'agricoltura, la scienza, lo spazio, la sanità, le situazioni di emergenza, lo sviluppo della società civile, l'istruzione e gli scambi culturali. In programma, in futuro, anche altri settori, tra cui la cooperazione militare nel campo della difesa e dei servizi segreti per l'estero. Hillary Clinton sarà a Mosca in autunno per un primo incontro di lavoro.

Fonte: http://www.ansa.it/opencms/export/site/ ... 91823.html


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 84
Iscritto il: 21/12/2008, 09:54
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/07/2009, 23:00 
Nucleare: convocato consiglio Onu
I delegati si riuniranno per consultazioni su Corea del Nord
(ANSA) - NEW YORK, 6 LUG - Il Consiglio di sicurezza dell'Onu e' stato convocato per le ore 16 di New York, le 22 in Italia, per consultazioni sulla Corea del nord. Lo ha detto un portavoce delle Nazioni Unite.

Fonte: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus ... 82059.html


Top
 Profilo  
 

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10
Iscritto il: 10/06/2009, 22:12
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/07/2009, 21:19 
(ANSA) - KANDAHAR, 7 LUG - Ventisette talebani sono stati uccisi nella provincia di Helmand dove e' in corso un'operazione guidata da militari Usa e britannici. Lo rende noto l'esercito afghano. Si tratta del primo bilancio sulle perdite tra i ribelli diffuso dalle autorita' militari nella regione dopo l'avvio di due operazioni, cui partecipano anche le forze armate locali. La prima, battezzata 'Zampata di pantera' e' iniziata il 23 giugno mentre la seconda, 'Khanjar', giovedi' scorso.

fonte:http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mondo/news/2009-07-07_107388365.html


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 84
Iscritto il: 21/12/2008, 09:54
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/07/2009, 21:52 
2009-07-10 16:04

G8 condanna Corea Nord per missili

Invito a riprendere il negoziato a 6
(ANSA) - L'AQUILA, 10 LUG - '' I leader del G8 hanno fermamente condannato i recenti test nucleari e i lanci di missili da parte della Corea del Nord''. E' quanto si legge nella bozza di dichiarazione finale nel vertice del G8 dell'Aquila nella quale si invita con urgenza la Repubblica Democratica Popolare di Corea a trattenersi da ulteriori provocazioni e a riprendere prontamente il negoziato a 6''.

Fonte: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus ... 95503.html


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 84
Iscritto il: 21/12/2008, 09:54
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 25/09/2009, 22:00 
IRAN, ESISTE NUOVO SITO NUCLEARE. OBAMA CHIEDE ISPEZIONI
dall'inviato Cristiano Del Riccio

PITTSBURGH - La rivelazione che l'Iran sta costruendo un secondo impianto nucleare clandestino è esplosa oggi con fragore al G20 di Pittsburgh facendo scattare accuse, dinieghi e minacce di nuove sanzioni. Il presidente Barack Obama, affiancato dal premier britannico Gordon Brown e dal presidente francese Nicolas Sarkozy, ha fatto un'apparizione fuori programma nella briefing room del vertice economico per denunciare il "nuovo tentativo di Teheran" di violare le leggi internazionali e le risoluzioni dell'Onu.

Obama ha definito l'impianto "una sfida diretta" ai principi di non proliferazione appena ribaditi nella storica sessione del consiglio di sicurezza giovedì al Palazzo di Vetro. Gli Stati Uniti hanno chiesto "immediate ispezioni" dell'Aiea al sito ed hanno sottolineato che l'incontro del 1/o ottobre a Ginevra tra gli iraniani e i paesi del 5+1 è diventato adesso "un test importante" per Teheran. Sarkozy ha dato tempo al presidente Mahmud Ahmadinejad fino a dicembre per rimettersi in regola se vuole evitare nuove sanzioni. Brown ha accusato l'Iran di 'inganni a catena'. La cancelliera tedesca Angela Merkel ha prospettato a sua volta nuove sanzioni se l'incontro di Ginevra si tradurrà in un fallimento. Il presidente russo Dmitri Medvedev, che era stato informato da Obama dell'esistenza del sito clandestino nel loro incontro di mercoledì a New York, ha detto che l'impianto viola le decisioni del consiglio di sicurezza dell'Onu ed è una "fonte di grave preoccupazione". L'Iran deve cooperare con le ispezioni dell'Aiea - ha aggiunto il russo - e dare prove convincenti sui veri scopi del suo programma nucleare". Anche la Cina ha invitato l'Iran a cooperare con gli ispettori dell'Aiea sottolineando la necessità di giungere ad una soluzione diplomatica. Ma l'Iran continua a negare. Ahmadinejad ha detto oggi a New York che il sito "é completamente legale" e che Teheran "aveva informato tempestivamente l'Aiea". "Obama, Sarkozy e Brown hanno fatto un grosso errore - ha aggiunto - quando vedranno il rapporto preparato dall'Aiea si pentiranno per quello che hanno detto oggi". Obama ha espresso oggi un'opinione ben diversa.

"L'Iran sta violando le norme che tutti i paesi devono seguire - ha detto l'inquilino della Casa Bianca -. Le leggi internazionali non possono diventare vuote promesse. E' giunto il momento per l'Iran di agire immediatamente per ritrovare la fiducia della comunità internazionale". Il presidente Usa ha detto che gli Stati Uniti non hanno rinunciato a cercare "un dialogo serio" con l'Iran nel tentativo di affrontare il problema della questione nucleare iraniana con i negoziati del 5+1 (i cinque membri permanenti del consiglio di sicurezza più la Germania). La Casa Bianca ha rivelato che gli Stati Uniti stavano seguendo da anni la costruzione dell'impianto, celato all'interno di una base militare nell'area di Qom (circa 150 chilometri a sud-ovest di Teheran), con l'aiuto dei servizi di intelligence della Francia e della Gran Bretagna. Un funzionario americano ha rivelato che anche Israele conosceva "da tempo" l'esistenza del sito clandestino, il secondo dopo quello costruito segretamente dagli iraniani a Natanz (scoperto nel 2002). "Abbiamo aspettato a rendere pubblica questa informazione perché volevamo accumulare prove inconfutabili - ha spiegato un alto funzionario della amministrazione Obama - L'impianto non era ancora operativo ma lo sarebbe diventato nel giro di pochi mesi. Era progettato per ospitare circa 3.000 centrifughe. Evidente la destinazione militare: gli impianti per la produzione di energia pacifica richiedono un numero maggiore di centrifughe. Le sue dimensioni avrebbero consentito all'Iran di produrre materiale nucleare per almeno un ordigno o due all'anno".

La svolta si è verificata quando le autorità iraniane hanno scoperto che l'intelligence occidentale era a conoscenza delle attività in corso nella base militare di Qom, affermano gli americani. L'Iran, nel tentativo di correre ai ripari, ha fatto pervenire lunedì all'Aiea a Vienna una lettera dove per la prima volta si ammetteva la esistenza dell'impianto, descritto vagamente come "un nuovo impianto pilota, in costruzione, per l'arricchimento dell'uranio". A questo punto Obama, Brown e Sarkozy hanno deciso di denunciare pubblicamente "il nuovo tentativo dell'Iran di ingannare" la comunità internazionale. Giovedì esperti di Usa, Francia e Gran Bretagna hanno consegnato all'Aiea un robusto dossier sulla centrale clandestina in modo da agevolare il compito degli ispettori. Contemporaneamente sono state date informazioni dettagliate anche agli altri tre paesi del 5+1: Germania, Russia e Cina. Adesso tutti i riflettori sono puntati sulla risposta iraniana: l'incontro del 1/o ottobre pone Teheran davanti ad un bivio decisivo - affermano gli Stati Uniti - dire tutta la verità o continuare a mentire sul vero scopo del suo programma nucleare.

Fonte: http://www.ansa.it/opencms/export/site/ ... 82007.html


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 84
Iscritto il: 21/12/2008, 09:54
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 25/09/2009, 22:03 
Usa: uso militare per impianto Iran
Teheran ribatte: sito in costruzione non e' segreto
(ANSA) - PITTSBURGH, 25 SET - L'impianto nucleare segreto sviluppato dall'Iran a Qom ha ''le dimensioni giuste'' per produrre abbastanza uranio per uso militare. Lo ha detto un funzionario della Casa Bianca. L'impianto poteva produrre abbastanza uranio arricchito per essere usato in ''un ordigno nucleare o due'' per anno. Per il capo dell'Organizzazione per l'energia atomica iraniana Ali Akbar Salehi, invece, il secondo sito di arricchimento dell'uranio che l'Iran sta costruendo non e' segreto.

Fonte: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus ... 82574.html


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 84
Iscritto il: 21/12/2008, 09:54
Località: Roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 25/09/2009, 22:05 
Hillary Clinton: ispezione in Iran
Rappresenta una chiara sfida alla comunita' internazionale
(ANSA) - PITTSBURGH, 25 SET - Il segretario di stato americano Clinton ha chiesto un'ispezione immediata dell'Aiea all'impianto nucleare iraniano finora clandestino. La Clinton ha detto che l'Iran deve adesso dimostrare nell'incontro del 1 ottobre a Ginevra con i paesi del 5+1 la completa verita' sul suo programma nucleare. A New York per l'Assemblea Generale dell'Onu la Clinton ha detto che il nuovo impianto nucleare ''rappresenta una chiara sfida alla comunita' internazionale e 'mette in luce l'urgenza del problema'

Fonte: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus ... 81053.html


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2087
Iscritto il: 24/01/2009, 17:17
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/09/2009, 11:20 
ho come un deja vu.. [8]



_________________
"meglio vivere nell'ignoranza che rimanere sconvolti dalla verità"
"dalla vita non ottieni ciò che meriti ma solo ciò che puoi sopportare"
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40430
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/09/2009, 11:25 
AHMADINEJAD ALLA CNN:
'ACCUSE' DI OBAMA SENZA FONDAMENTO
26/09/2009 - ore 11:13

Fonte: http://www.ansa.it/opencms/export/site/ ... 82007.html

WASHINGTON- Il presidente iraniano Mahamud Ahmadinejad ha definito "senza fondamento" quanto sostenuto nei confronti dell'Iran dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, che ha "accusato" l'Iran di perseguire segretamente lo sviluppo di un programma nucleare al di fuori delle regole internazionali. Intervistato in serata dal giornalista della CNN Larry King, Ahmadinejad - riferendosi a quanto affermato da Obama a Pittsburgh sul nucleare iraniano - ha dichiarato: "Non ci aspettavamo che Obama a meno di 48 ore violasse di fatto l'impegno assunto nel suo discorso alle Nazioni Unite". "Più semplicemente, non ci aspettavamo che dicesse cose...prive di fondamento".

Obama a Pittsburgh aveva fermamente criticato la scelta dell'Iran di dotarsi di una seconda centrale nucleare, e aveva sottolineato che "ora sono preoccupate anche Nazioni che solo fino a sei mesi fa o un anno fa sarebbero addirittura state restie a discutere di eventuali sanzioni". Secondo Ahmadinejad, invece, l'Iran è in regola con quanto previsto dalle norme dettate dall'agenzia atomica AIEA, tant'é vero che è stato lo stesso Iran ad informare l'AIEA dell'esistenza di una seconda centrale. L'AIEA peraltro ha precisato di non essere stata informata della presenza nel sito di materiale utilizzato per l'arricchimento dell'uranio.

Il presidente americano Barack Obama ha detto venerdì a Pittsburgh di "non escludere alcuna opzione" nei confronti dell'Iran, inclusa implicitamente quella militare, ma di "preferire una soluzione diplomatica". Obama ha risposto ad una domanda sulla esistenza o meno di una opzione militare dopo la rivelazione della esistenza di un secondo sito nucleare clandestino in Iran. Obama ha risposto con la classica frase usata sempre negli ultimi anni dai presidenti americani per quanto riguarda la minaccia iraniana: "Non escludiamo nessuna opzione quando è in gioco la nostra sicurezza nazionale ma preferiamo una soluzione diplomatica".



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 10472
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/09/2009, 18:05 
E te pareva!!,l'avrei giurato che trovavano sempre un cavillo per fare la guerra all'Iran,come mai i tanto decantati Satelliti Spia che vedono persino uno spillo,si sono accorti proprio ora di questa seconda Centrale?.



_________________
Per liquidare i popoli si comincia con il privarli della memoria.
Si distruggono i loro libri,la loro cultura,la loro storia.
E qualcun'altro scrive loro altri libri,li fornisce un'altra cultura,inventa per loro una storia.
Dopo di che il popolo incomincia lentamente a dimenticare quello che è stato.
E il mondo attorno a lui lo dimentica.
MILAN KUNDERA
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Non connesso


Messaggi: 377
Iscritto il: 04/12/2008, 19:32
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/09/2009, 18:11 
si vede che li sopra era sempre nuvoloso ihihhi [:p]


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6226 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7 ... 416  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 23/02/2019, 20:50
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org