Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6716 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 444, 445, 446, 447, 448
Autore Messaggio

Pleiadiano
Pleiadiano

Non connesso


Messaggi: 4681
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 02/03/2020, 10:22 
La GRECIA, con tutti i suoi problemi, "somministra" una lezione, in fatto di testico.li alla MAGNAGrecia. [:305]



_________________
Schadenfreude, " POLENTONE APPESTATO" NON lo scordare quando andrai a votare.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 17128
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 02/03/2020, 11:24 
ecco perchè saraqib che è un cumulo di macerie
interessa tanto ai siriani

e il motivo per cui i terroristi
non la mollano..


collega direttamente aleppo al resto della siria..


Firefox_Screenshot_2020-03-02T10-21-14.972Z.png




_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml
Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no”perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable. Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4877
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 07/04/2020, 15:24 
Trump firma per libero uso risorse spaziali, Russia: reagiremo
Ordine esecutivo autorizza sfruttamento senza accordi internazionali
Trump firma per libero uso risorse spaziali, Russia: reagiremo


Roma, 7 apr. (askanews) – Le tensioni Usa-Russia si spostano sullo spazio, con la Casa Bianca decisa a lanciarsi nello sfruttamento delle risorse su altri pianeti, luna in primis, senza aspettare o rispettare accordi internazionali, mentre la Russia chiede un quadro legislativo internazionale.

In piena emergenza coronavirus, Donald Trump ha trovato ieri il tempo di firmare un ordine esecutivo che stabilisce la politica americana sullo sfruttamento di risorse extra-terrestri. In pratica, il presidente degli Stati Uniti ufficializza e rafforza una linea già seguita da tempo dal suo Paese: le società e i cittadini americani possono fare uso di risorse lunari ed asteroidi, come prevede una legge passata dal Congresso nel 2015. Ora, l’ordine esecutivo di Trump sottolinea che per gli Usa lo spazio non fa parte dei ‘global commons’ – ovvero non può essere un dominio di risorse sovranazionali da condividere su basi comuni – e quindi l’estrazione mineraria o altre attività possono cominciare senza attendere intese con altri Stati. D’altronde Washington – e di conseguenza le principali potenze aerospaziali, compresa la Russia – non ha mai firmato il Trattato sulla Luna del 1979, che richiede una cornice legale internazionale. Adesso Trump sostiene di avere l’appoggio di diversi Paesi, dal Canada all’Australia, ma anche la Cina.

La Russia, però, non condivide il ‘liberi tutti’ americano per la nuova corsa alla luna che si profila. Forse anche perché sono made in Usa le prime missioni in vista per stabilire una presenza umana non episodica sulla luna. Così stamane da Mosca sono piovute dichiarazioni adirate e moniti agli Usa. “Certamente non taceremo, non abbiamo il diritto di piegarci” al diktat americano, ha riassunto sulla sua pagina Facebook, Kostantin Kosachev, senatore russo che riporta fedelmente le posizioni del Cremlino sulle questioni internazionali.

L’ordine esecutivo che irrita i russi “è stato elaborato per circa un anno”, ha detto un alto funzionario Usa, citato dal sito Space.com. Ed è stato firmato proprio ora per questioni di timing, perché la Nasa deve rispettare una certa tempistica se vuole portare avanti il suo programma Artemis con le scadenze previste. Queste prevedono l’invio di due astronauti sulla luna nel 2024 e una presenza umana “sostenibile” sul pianeta più vicino alla terra entro il 2028.

La Russia da parte sua ha annunciato di recente l’invio a ottobre 2021, della sonda Lunar-25, alla ricerca di tracce di acqua. Seguiranno altri quattro lanci nel giro di un decennio, ha confermato l’agenzia Roscomos.


http://www.askanews.it/esteri/2020/04/0 ... 407_00163/


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4877
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 30/04/2020, 16:46 
Il discorso "segreto" della Regina su una "Terza Guerra Mondiale"

Secondo gli esperti, dopo lo storico discorso sul lockdown da coronavirus dei primi di aprile, sua Maestà avrebbe già preparato il messaggio per un’eventuale terza guerra mondiale


Nostradamus l’aveva profetizzata proprio per il 2020, ma mai come in questo momento la terza guerra mondiale sarebbe più che una profezia a causa dei difficili rapporti internazionali sull’asse Trump – Iran e Trump- Cina. A confermarlo sarebbero gli esperti della corona inglese, secondo i quali la regina Elisabetta II avrebbe già preparato il discorso per una possibile guerra mondiale.

Lo scorso 5 aprile sua Maestà parlava alla popolazione britannica in uno dei suoi rari discorsi alla nazione. Un messaggio di quattro minuti per rassicurare i sudditi sull’attuale emergenza sanitaria da coronavirus e infondere fiducia e vicinanza a chi, in prima persona, si è trovato a combattere contro il temibile virus. Una sfida diversa, mai affrontata prima, come ha specificato sua Maestà ma che non sarebbe l’unica in questo momento. Come riporta il tabloid inglese Express, gli esperti sono certi che la reggente abbia già pronto un nuovo discorso alla nazione, per lo scoppio della terza guerra mondiale. Questo per essere preparata a ogni eventualità.

Le speculazioni sul possibile scoppio della terza guerra mondiale si sono moltiplicate negli ultimi giorni. Le voci sulla presunta morte del leader nordcoreano Kim Jong-un da una parte e le tensioni tra gli Stati Uniti, Cina e Iran, per motivi diversi, dall’altra hanno fatto impennare le quotazioni di un’imminente guerra mondiale. Mentre tutto questo avviene, la regina Elisabetta avrebbe già preparato un discorso segreto da tirar fuori al momento opportuno. Del resto era già accaduto nel 1983, quando la guerra fredda aveva costretto Elisabetta II a stendere un discorso in caso di guerra nucleare, mai registrato ma reso pubblico nel 2013 dall'Archivio Nazionale inglese secondo la regola dei trent’anni.

Alcuni passaggi di quel discorso potrebbero già essere impressi nel messaggio segreto: "Non ho mai dimenticato il dolore e l'orgoglio provato mentre io e mia sorella ci rannicchiavamo attorno alla scrivania della scuola materna ascoltando le parole ispiratrici di mio padre (Giorgio VI, ndr) in quel fatidico giorno del 1939 […]. Non avrei mai immaginato che questo dovere solenne e terribile un giorno sarebbe toccato a me". Gli esperti reali sono rimasti colpiti dall’impressionante somiglianza tra il discorso mai pronunciato nel 1983 e quello fatto il 5 aprile scorso, tanto da far pensare che segretamente sua Maestà ne abbia già pronto un altro.



https://www.ilgiornale.it/news/spettaco ... 59294.html


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4877
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 20/05/2020, 01:17 
L'India schiera altre truppe nella valle di Galwan dopo che la Cina lo rivendica come suo territorio


Oltre 250 truppe dall'India e dalla Cina si erano scontrate in una schermaglia il 5 maggio nella regione del Ladakh durante il pattugliamento delle frontiere. Da allora, le due parti hanno iniziato a schierare truppe aggiuntive in modo aggressivo per rivendicare una valle fluviale, che è rimasta un punto critico dal 1962.

L'India ha schierato ulteriori truppe nella controversa Valle del Galwan dopo che la Cina ha rivendicato la regione come suo territorio e dispiegato centinaia di truppe dell'Esercito di liberazione popolare in dozzine di tende.

Citando fonti di difesa, The Economic Times ha riferito che i soldati vengono inviati da altre aree e nella Valle di Galwan.

"Pare che i rigidi protocolli COVID-19 siano stati sospesi poiché la situazione si è intensificata", hanno detto fonti di difesa indiana.

L'esercito popolare di liberazione ha affermato di aver ripristinato con successo lo status quo nella valle di Galwan, un quotidiano statale, secondo quanto riportato dal Global Times lunedì.

Le truppe di difesa di frontiera cinesi "hanno rafforzato le misure di controllo delle frontiere e hanno fatto le mosse necessarie in risposta alla recente costruzione illegale in India di strutture di difesa lungo il confine nel territorio cinese nella regione della valle di Galwan".

Tuttavia, l'India considera la Valle del Galwan come parte di Aksai Chin, che New Delhi afferma essere suo territorio ma attualmente è sotto il controllo cinese. Lo scorso novembre, l'India ha pubblicato una mappa politica con i dettagli dei confini che mostra Aksai Chin, attualmente amministrato dalla Cina, come parte Ladakh indiano. Il ministero degli Esteri cinese aveva fortemente obiettato la mossa di Nuova Delhi sul Kashmir.

Tuttavia, affermando che la regione della Valle del Galwan era sul territorio cinese, la "fonte militare" ha detto al Global Times che "le azioni della parte indiana hanno gravemente violato gli accordi tra Cina e India in materia di frontiere, hanno violato la sovranità territoriale della Cina e danneggiato le relazioni militari tra i due paesi".

La nuova escalation Cina-India

La recente escalation al confine è iniziata durante l'ultima settimana di aprile, quando i soldati indiani e cinesi sono stati coinvolti in schermaglie durante il pattugliamento, ma la situazione è ulteriormente peggiorata dopo che le truppe sono state coinvolte in scontri nel lago Pangong Tso nel Ladakh orientale il 5 maggio, seguite da Naku La in Sikkim il 9 maggio.

Il capo generale dell'esercito indiano Manoj Mukund Navrane aveva affermato che le lievi ferite subite dalle truppe erano dovute al "comportamento aggressivo di entrambe le parti". Pechino "ha esortato l'India a incontrare la Cina a metà strada, evitare azioni che potrebbero complicare la situazione delle frontiere e creare condizioni favorevoli per lo sviluppo delle relazioni bilaterali, la pace e la stabilità della zona di frontiera".

L'attuale situazione di stallo tra i due paesi è la più lunga dalla 73 giorni di scontro a Doklam nel 2017. I paesi condividono un confine vagamente delimitato di 4.000 km, che rimane una questione di conflitto tra i due vicini.



https://it.sputniknews.com/difesa/20200 ... erritorio/


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 19528
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 20/05/2020, 14:33 
guardando la mappa e quindi facendo una valutazione solo geografica a naso mi sembra più territorio Cinese che Indiano, ovviamente non conosco la storia pregressa o i contenziosi in atto ma dovessi dividere io i territori quell'area la definirei più cinese che indiana quanto meno per continuità di territorio ^_^

Non deve essere facile avere 4mila KM di confini condivisi con i cinesi.

Certo che una guerra India cina sarebbe un bello spettacolo 1,25 miliardi contro 1,1 ^_^ in pratica quasi 1\3 della popolazione mondiale concentrata in due stati.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4877
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 21/05/2020, 16:19 
MaxpoweR ha scritto:

Certo che una guerra India cina sarebbe un bello spettacolo 1,25 miliardi contro 1,1 ^_^ in pratica quasi 1\3 della popolazione mondiale concentrata in due stati.


Dotati anche di arsenale nucleare [8)]


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 2386
Iscritto il: 16/12/2015, 09:33
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 21/05/2020, 22:05 
MaxpoweR ha scritto:
Certo che una guerra India cina sarebbe un bello spettacolo 1,25 miliardi contro 1,1 ^_^ in pratica quasi 1\3 della popolazione mondiale concentrata in due stati.

Se non venissimo tutti annichiliti poi, si [:D]


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4877
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 22/05/2020, 15:31 
Trump ritira Usa da trattato Open Skies
Consente di sorvolare i territori reciproci per osservazione


(ANSA) - WASHINGTON, 21 MAG - Il presidente americano Donald Trump ha annunciato il ritiro degli Usa dal trattato con Mosca 'Open Skies'. Il trattato è entrato in vigore nel 2002 e consente ad americani e russi di sorvolare i rispettivi territori con strumenti di rilevazione elettronica per garantire che non stiano preparando attacchi militari.


https://www.ansa.it/sito/notizie/topnew ... 517a5.html


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4877
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 22/05/2020, 15:34 
Cina elimina richiamo a riunificazione “pacifica” con Taiwan
Relazione del governo al Congresso nazionale del popolo


Roma, 22 mag. (askanews) – Taiwan è probabilmente il tema più dolente nella politica globale cinese. Ma la Cina emersa dalla pandemia COVID-19 sembra svoltare verso un taglio più decisionista, almeno a giudicare da un documento politico chiave presentato al Congresso nazionale del popolo, iniziato a Pechino. Nella relazione del governo, rispetto al tema della “provincia ribelle”, è stato rimosso – ha notato il South China Morning Post – il riferimento all apossibilità di una “riunificazione pacifica”.

Questa omissione viene dopo che a Taipei è stata confermata presidente la sgradita Tsai Ing-wen, considerata da Pechino un’indipendentista, che nel suo discorso di re-insediamento ha detto chiaro e tondo che la dottrina “un paese, due sistemi” – in vigore a Hong Kong e Macao – danneggerebbe il popolo di Taiwan.

Negli ultimi sei rapporti di lavoro dell’era Xi Jinping presentati all’annuale sessione del “parlamento” cinese il riferimento alla “riunificazione pacifica” era stato sempre inserito. Si tratta di un riferimento basato sull’ambiguo consenso del 1992 in base al quale entrambe le parti accettavano la politica dell'”Unica Cina”. Beninteso: ognuno interpreta a modo suo quale sia l'”Unica Cina”.

Il primo ministro Li Keqiang, nel leggere la relazione, in questo caso ha fatto riferimento a Taiwan dicendo: “Aderiremo ai grandi principi e alle politiche in campo su Taiwan; ci opporremo risolutamente e impediremo ogni attività separatista che cerchi l”indipendenza di Taiwan'”.

Non stiamo parlando, ovviamente, di una pre-dichiarazione di guerra. “Miglioreremo gli accordi istituzionali, le politiche e le misure che incoraggino gli scambi e la cooperazione tra le due parti dello stretto di Taiwan, ulteriori integrati svilutto sulle due sponde dello stretto, e proteggeremo il benessere dei nostri compatrioti di Taiwan”, ha detto Li nella relazione. “Li incoraggeremo ha proseguito – a unirsi a noi nell’opporsi all”indipendenza di Taiwan’ e a promuovere la riunificazione della Cina. (…) Con questi sforzi, sicuramente creeremo uno splendido futuro il rinvigorimento della nazione cinese”.

Ciononostante, l’eliminazione della parola “pacifica”, davanti a “riunificazione” è un messaggio chiaro, in una relazione che è sempre calibrata in tutti i suoi dettagli. Tra Pechino e Taipei – in un momento in cui anche i rapporti tra Cina e Stati uniti sono al loro livello più basso – il momento è abbastanza critico. Nell’era Xi più di una volta la Cina ha chiarito che non esclude l’uso della forza per la riunificazione. Taipei dal canto suo ha ribadito che non considera la dottrina “un paese, due sistemi” come una base negoziale per una riunificazione. Tanto più oggi, mentre Pechino a Taiwan sta mettendo la seconda parte dello slogan (“due sistemi”) sotto stress, cercando di imporre una norma sull’ordine pubblico che comprimerebbe fortemente l’autonomia e le libertà a Hong Kong.



http://www.askanews.it/esteri/2020/05/2 ... 522_00141/


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 19528
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: I passi che condurranno alla terza guerra mondiale
MessaggioInviato: 23/05/2020, 12:46 
Sono affari loro che se li sbrighino come meglio credono tanto come sempre accade ci saranno i soliti noti a soffiare sulle braci di uan rivolta indipendentista o di una primavera perchè si sa DOVE CONVIENE si spinge per la frammentazione mentre dove non conviene va tutelata l'integrità territoriale. E a chi CONVIENE o NON CONVIENE sono gli sciacalli terroristi americani e la loro macchina propagandistica. Basti vedere il teatrino per l'indipendenza della catalogna e le repressioni effettuati per impedirla con leader scappati all'estero per evitare il carcere per sedizione. fosse successo in cina o in russia...



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6716 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 444, 445, 446, 447, 448

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 25/05/2020, 10:04
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org