Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5479 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 355, 356, 357, 358, 359, 360, 361 ... 366  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 11158
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 01/10/2018, 14:06 
mik.300 ha scritto:
si infatti..
da non credere..

Soprattutto da non credere che tanta gente gli vada dietro! Domanda: quanti di quei manifestanti "di sinistra" beneficeranno del reddito di cittadinanza? dell'aumento della pensione sociale? di un abbassamento delle tasse? o finanche dell'abolizione della legge Fornero?



_________________
méj tratà cun tri baloss che cunt un lòcch
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 11589
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 01/10/2018, 15:54 
sottovento ha scritto:
mik.300 ha scritto:
si infatti..
da non credere..

Soprattutto da non credere che tanta gente gli vada dietro! Domanda: quanti di quei manifestanti "di sinistra" beneficeranno del reddito di cittadinanza? dell'aumento della pensione sociale? di un abbassamento delle tasse? o finanche dell'abolizione della legge Fornero?


Ora i militanti P.D.idioti per essere coerenti dovrebbero rinunciare al beneficio del reddito di cittadinanza, all'aumento della pensione sociale e all'abbassamento delle tasse e alla non abolizione della legge Fornero solo per loro!,Pagliacci! [:296] [:246]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 15419
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 01/10/2018, 19:59 
infatti..
probabilmente non hanno ancora realizzato..
si fidano delle panzane che ascoltano dall'alto..
copia e incolla..


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 15419
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 22/10/2018, 10:14 
il bomba vuole fare come macron in francia..

scommetto che i finanziamenti non gli mancano..
peccato che qui in italia
manca il maggioritario con cui fregare la gente..

(lì macron al primo turno ha preso un misero 20%)

ma le che vada a zelig
il posto è assicurato..


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 26/10/2018, 02:33 
Ancora parla 'sta qua?!

Guarda su youtube.com


Eheheheh, ben ancorati alle poltrone. Da che pulpito (eccola..... La principessa sul pisello -metteteci malizia se volete [:D]-.

Beh d'altronde lei è renziana.

Immagine



Se la si squote per bene, sai quante stupidagini è capace di sfornare?

Guarda su youtube.com




Chiedo scusa alle ollive (buone [:p]).



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 15419
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 01/11/2018, 18:36 
secondo voi a chi si riferivano?
indovina indovinello..


https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/1 ... a/4736132/

Segolene Royal racconta il sessismo dei colleghi francesi contro una ministra italiana. ‘Deve essere brava a fare altro…’

Nel suo libro "Quello che finalmente posso dirvi", l'ex candidata socialista all'Eliseo parla anche delle offese contro le donne nel mondo della politica. Si va dall’elenco degli apprezzamenti da caserma ("Nuda!") fino agli episodi in cui una ex ministra italiana è stata oggetto di insulti sessisti

E non manca la frase colta durante il vertice italo-francese del marzo 2016 in Italia, uno scambio fra due ministri francesi nel vedere “una ministra italiana”. “Quella lì deve essere brava a fare altro, mica la politica“. Seguono “grasse risate”. Nella ricostruzione della Royal – riportata dal Corriere della Sera – la scena si svolge su “un motoscafo nella laguna di Venezia all’uscita dell’aeroporto”. Presenti i due presidenti Hollande e Renzi, Royal (all’epoca ministra dell’ecologia) e due ministri francesi.

Immagine

bah..
i ministri francesi tutti i torti
non ce l'avevano..
la politica non la sa fare..
quindi sicuramente sa fare meglio altre cose..


Immagine


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 15419
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 03/11/2018, 17:43 
questo continua a gufare..
mica demorde..


Immagine

https://www.corriere.it/politica/18_nov ... dbc7.shtml

Renzi: Governo, tra poco tornano i tecnici. L’accordo Pd-M5S? Capii quando mi chiamò Franceschini
Le anticipazioni del colloquio con l’ex segretario del Pd di Bruno Vespa: «Tra qualche mese torneranno i tecnici al governo»

I «tecnici»

«Sta andando tutto a carte quarantotto», dice Renzi parlando del governo Conte. «Di qui a qualche mese torneranno i tecnici al governo. Proprio quelli che io ho combattuto per ristabilire il primato della politica. Mi dispiace e mi preoccupa».

e ce ne siamo accorti..
ma se prendeva ordini dalla merkel ed FMI..!!
che pagliaccio..
a questo qui gli toglierei la cittadinanza..


I comitati civici

Renzi parla poi del futuro del Pd, dettagliando il ruolo dei Comitati Civici che sta costruendo: «Nel 2019 li riuniremo anche fisicamente. Saranno una grande novità per la politica italiana: completeranno la rottamazione che è rimasta a metà strada.

ma il bomba lo sa che nella pattumiera dei rottamati
c sta anche lui?


è come quel film, il sesto senso
dove si dice che "i morti non sanno di esserlo.."

caso psichiatrico..


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 08/11/2018, 01:00 
Polizia, cade l’obbligo di informare i superiori. Incostituzionale la legge per fare conoscere le indagini ai governi


Immagine


______________________________________________
La norma - varata nell'agosto del 2016 dal governo Renzi - era stata aspramente contestata da magistrati e investigatori. Prevedeva che l’informativa di reato - cioè il primo atto all'interno dell'inchiesta - dovesse scalare le scale gerarchiche di Polizia, carabinieri, Guardia di finanza. E chi sta all’ultimo gradino di quelle gerarchie? I rispettivi ministeri di competenza: Interno, Difesa ed Economia
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯



¯
La legge che poteva consentire ai politici di conoscere in anticipo le indagini è incostituzionale. Il motivo? Lede le attribuzioni costituzionali del pubblico ministero. Lo ha stabilito la Consulta che ha accolto il ricorso per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato proposto dal procuratore di Bari nei confronti del governo. La norma era stata varata nell’agosto del 2016 quando a Palazzo Chigi sedeva Matteo Renzi. A luglio, invece, si erano registrate le prime fughe di notizie all’interno dell’inchiesta Consip. I vertici della centrale acquisti della pubblica amministrazione furono informati quasi in diretta dell’esistenza dell’indagine che ora rischia che di portare alla richiesta di rinvio giudizio per l’ex ministro dello Sport Luca Lotti e il generale dell’Arma Tullio Del Sette. L’ad Luigi Marroni, intercettato il 20 dicembre 2016, confessò al capo dell’ufficio legale di sapere dell’esistenza degli accertamenti “4-5 mesi” prima.

Il conflitto sollevato dal procuratore di Bari – Il procuratore del capoluogo pugliese, Giuseppe Volpe, sosteneva che la norma di fatto abrogasse parzialmente il segreto investigativo e che il governo fosse andato oltre la delega del Parlamento introducendo una sorta di deroga alla riservatezza. “Notizie riservate potevano arrivare dove non dovevano con il rischio di compromissione delle indagini”, cioè vere e proprie “fughe di notizie legittimate”, commenta il magistrato che ha definito “la sentenza come “un grandissimo successo”. Il magistrato spiega che la legge rischiava di “compromettere il segreto istruttorio e la stessa obbligatorietà dell’azione penale”. Il ricorso è stato scritto personalmente dal procuratore di Bari, rappresentato nel giudizio dai professori Giorgio Costantino e Alfonso Celotto.

La norma bocciata – Al centro dell’atto c’è l’articolo 18, comma 5, del decreto legislativo n. 177 del 2016. La disposizione prevede che, a fini di coordinamento informativo, “i vertici delle Forze di Polizia adottino istruzioni affinché i responsabili di ciascun presidio di polizia interessato trasmettano alla propria scala gerarchica le notizie relative all’inoltro delle informative di reato all’autorità giudiziaria, indipendentemente dagli obblighi prescritti dalle norme del codice di procedura penale”. La Corte, pur riconoscendo che le esigenze di coordinamento informativo poste a fondamento della disposizione impugnata sono meritevoli di tutela, ha ritenuto lesiva delle attribuzioni costituzionali del pubblico ministero, garantite dall’articolo 109 della Costituzione, la specifica disciplina della trasmissione per via gerarchica delle informative di reato.

Spataro: “Incostituzionale. Segreto investigativo carta straccia” – Un testo che all’epoca aveva fatto molto discutere. “Una norma a dir poco sorprendente”, l’aveva definita il procuratore di Torino, Armando Spataro segnalando subito “profili di incostituzionalità“, ma soprattutto di un “contrasto con alcune norme del codice di procedura penale che attribuiscono al pm il ruolo di dominus esclusivo dell’indagine”. “Così il segreto investigativo diventa carta straccia“, diceva il magistrato parlando di un ulteriore passo della “generale tendenza a spostare ogni attività verso l’esecutivo, persino la guida della polizia giudiziaria”. La legge, sottolineava sempre Spataro, non prevede infatti “alcun divieto” per le gerarchie delle forze dell’ordine “di riferire all’autorità politica”. La questione era arrivata sui tavoli di Palazzo dei Marescialli, con il Consiglio superiore della magistratura che si era espresso in maniera critica sul provvedimento.

Le indagini top secret al governo in anteprima – L’informativa di reato è il primo atto scritto in cui uno o più membri delle forze dell’ordine riassumono i risultati di un’inchiesta, in quel momento coperta da segreto, per trasmetterli alla magistratura, alla procura di competenza. Il “coordinamento” di cui parla il testo, necessario per evitare doppioni e sovrapposizioni, in precedenza spettava proprio ai magistrati inquirenti. Con la norma, invece, l’informativa deve scalare le scale gerarchiche di Polizia, carabinieri, Guardia di finanza. E chi sta all’ultimo gradino di quelle gerarchie? I ministeri di competenza: Interno, Difesa ed Economia. Così, per esempio, un’inchiesta per corruzione o per mafia, o qualunque indagine che possa mettere in imbarazzo un ministro, un parlamentare, un amministratore locale, potrà arrivare sul tavolo della politica prima di essere resa nota all’interessato con un provvedimento della magistratura.
La circolare di Gabrielli – Una normativa simile era già prevista i carabinieri, sottoposti al Testo unico dell’ordinamento militare del 2010. Con la legge del 2016 è stata estesa a tutti le altre forze dell’ordine. L’8 ottobre 2016 una circolare dal capo della polizia, Franco Gabrielli, spiegava che i superiori gerarchici devono essere informati anche degli ulteriori sviluppi “rilevanti” dell’inchiesta, “fino alla fine delle indagini preliminari”. Ma precisava che nel farlo è necessario “preservare il buon esito delle indagini in corso”, e quindi le comunicazioni dovevano essere selezionate in modo “graduale” e al solo scopo di “garantire un adeguato coordinamento informativo”.
Il conflitto sollevato dalla procura di Bari – La Corte costituzionale – giudice relatore Nicolò Zanon – aveva ammesso il conflitto tra poteri dello Stato il 6 dicembre del 2017. Anche se l’allarme sui possibili profili di incostituzionalità della norma era stato lanciato dai procuratori – Spataro in primis – e dal Csm già diversi mesi fa, in piena tempesta sull’inchiesta Consip tra fughe di notizie e dubbi sulle prove manipolate. E aveva suscitato la reazione indignata di Gabrielli. A sollevare il conflitto era stato il procuratore Bari, Volpe nei confronti del governo per quella disposizione inserita a sorpresa nel decreto che aveva accorpato la Forestale all’Arma dei carabinieri. La norma venne introdotta con l’obiettivo dichiarato di evitare duplicazioni e sovrapposizioni tra le forze di polizia e e per ottenere così un efficace coordinamento informativo. Per il procuratore pugliese, però, non solo il governo era andato oltre la delega ricevuta dal Parlamento, ma aveva di fatto abrogato parzialmente il segreto investigativo, che è uno dei cardini del nostro sistema processuale, introducendo una sorta di deroga alla segretezza.
Per procuratore Bari lesi gli articoli 109 e 112 della Costituzione – Non solo: introducendo quell’obbligo a carico della polizia giudiziaria, il governo, per il procuratore, aveva anche leso le prerogative riconosciute dalla Costituzione alla magistratura inquirente. Perché quella norma contrasta con il principio dell’obbligatorietà dell’azione penale (articolo 112), che garantisce l’indipendenza funzionale del pm da ogni altro potere e soprattutto da quello esecutivo; e ledeva anche l’articolo 109 della Costituzione che dà ai pubblici ministeri il potere di disporre direttamente della polizia giudiziaria.
I rilievi del Csm – Gli stessi rilievi che aveva mosso nel giugno del 2017 il Csm. L’organo di autogoverno della magistratura sollevò il problema anche del rischio di “interferenze” nelle indagini dei magistrati con la trasmissione di notizie sulle inchieste a “soggetti che non rivestono la qualifica di polizia giudiziaria e che, per la loro posizione apicale, vedono particolarmente stretto il rapporto di dipendenza organica dalle articolazioni del potere esecutivo”. La delibera fu approvata dal plenum del Consiglio superiore della magistratura. Fu quel passaggio che fece sentire “offeso” Gabrielli, “come se il sottoscritto – disse in un’intervista – e i vertici delle forze dell’ordine non avessero giurato fedeltà alla Costituzione, ma alla maggioranza di governo del momento”.Anche a giudizio del plenum il governo era andato oltre la delega ricevuta dal Parlamento. Palazzo dei Marescialli suggerì anche una possibile via d’uscita: che la comunicazione in via gerarchica sulle informative della polizia giudiziaria avvenisse “compatibilmente con gli obblighi” di legge sul segreto investigativo e non “indipendentemente” da tali obblighi, come detto nella disposizione. Che però è stata bocciata dai giudici costituzionali.
_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 15419
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 08/11/2018, 09:36 
pazzesco..
roba da sudamerica..
e mattarella dov'era??


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 10/11/2018, 00:46 
Strumentalizzare una bambina con sindrome di Down per infangare Casalino: Renzi ha toccato il fondo


Immagine


di MoVimento 5 Stelle
¯
Rispondere ai deliranti post su Facebook di Matteo Renzi, o alle sue sparate su Twitter sempre campate in aria, può sembrare superfluo ma stavolta si è spinto davvero oltre: usare sua nipote, che ha una sindrome di down, per infangare Rocco Casalino è veramente qualcosa di ignobile e squallido.

Lo sappiamo, Renzi appena può non perde occasione per alimentare bufale senza né capo e né coda. Gli italiani lo conoscono, le fake news sono il suo pane quotidiano da sempre e non gli crede più nessuno.

Ma provare a far passare la recita di un personaggio durante una simulazione in un corso di giornalismo per un punto di vista, usando la disabilità di una bambina, ci fa riflettere sulla direzione vergognosa che questi politicanti hanno preso pur di gettare ombre su chi lavora, giorno dopo giorno, per far fronte alle tante responsabilità professionali che gli sono affidate.

Le bufale di Renzi sono già state smascherate su Facebook da Enrico Fedocci, l’autore del video integrale dal quale è stata strumentalmente decontestualizzata la parte in questione. Fedocci scrive testualmente:

“A proposito di questa vicenda che riguarda Casalino e la sua presenza durante il Corso di Giornalismo che ho tenuto nel 2004 desidero precisare che in quegli anni portavo i personaggi in aula, affinché i miei studenti li intervistassero. In occasione di una di queste simulazioni di interviste invitai Rocco Casalino. Alle 14 arrivò in via Pace a Milano, presso l’Istituto Bauer di proprietà della Provincia di Milano. Andai all’ingresso per accompagnarlo in aula e prima di entrare mi raccomandai: “Rocco, è una simulazione di intervista, quindi nulla verrà pubblicato, ma fammi la gentilezza di sollecitarmi i ragazzi, affinché abbiano una notizia. Provocali.
La sua risposta fu: “Devo recitare un personaggio?”
“Bravo” replicai io.
Il resto è registrato nel video. È chiaro, chiarissimo che Rocco Casalino abbia semplicemente recitato una parte per “provocare” gli studenti e stimolare una riflessione sulle emozioni negative.

Questi sono i fatti e quella a cui stiamo assistendo è l’ennesima operazione sudicia di certa stampa e di quelli come Renzi, gente con credibilità pari a zero, a cui è rimasto solo l’infamare e lo screditare per avere qualcosa da dire.
Renzi straparla di dignità, proprio lui che è un mentitore seriale riconosciuto, proprio lui che ha provato ad ingannare milioni di italiani e che strumentalizza bambine con la sindrome di down per risaltare le sue tesi riprovevoli ed in malafede. C’è sempre un limite tra il vergognoso e il ridicolo: Renzi saltella con disinvoltura da una parte all’altra ininterrottamente da quando è in politica ma stavolta ha davvero, tristemente, toccato il fondo.

Renzi dimettiti!
_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 15419
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 10/11/2018, 13:16 
amarcord..

alitalia.png



Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 15419
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 15/11/2018, 13:29 
x capire come ragiona questo..
https://www.corriere.it/politica/18_nov ... 2537.shtml
Il senatore Matteo Renzi intervenendo in Aula, a Palazzo Madama, per annunciare il voto contrario del Pd, ha attaccato più volte anche il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli: «Se non fosse una tragedia, tutti qui ci metteremo a ridere: Danilo Toninelli ha detto no a un progetto di Renzo Piano», ha osservato Renzi e sull’ipotesi di assegnare la ricostruzione del ponte a Fincantieri sostenuta dal ministro, ha aggiunto: «Fincantieri fa le navi non i ponti, le navi!».

capito?
renzo piano..
sua maestà l'oracolo,
sua maestà dio,
arriva lui,
pronti i miliardi per il ponte..!!


che elemento..
fincantieri rispetto a sua maestà dio
sono schiappe,
si capisce...


ancora parla..

ma il processo sull'unicef come sta andando?
sul corriere ecc.
nisba, zero, nada de nada..


dibba animatore, di maio che starnuta,
de falco che da di matto, quello si..
il reswto no..
si vede che sono quisquilie.
.

la libera stampa che piace tanto a mattarello..


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2731
Iscritto il: 17/01/2012, 17:31
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 15/11/2018, 22:50 
guarda caso renzo piano aveva pronto il progetto del ponte in una notte, questo è un genio altro che davinci. altro che misurare, calcolare, prove ecc... in una notte ha fatto tutto ciò. minchia.


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 17220
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 16/11/2018, 01:21 
xfabiox ha scritto:
guarda caso renzo piano aveva pronto il progetto del ponte in una notte, questo è un genio altro che davinci. altro che misurare, calcolare, prove ecc... in una notte ha fatto tutto ciò. minchia.


Già, ne teneva uno pronto nel cassetto? O ha fatto un semplice disegnino del cavolo e dato che è Renzo piano e che nessuno dei suoi interlocutori ne capisce una minkia di ingegneria civile lo hanno subito preso per buono. Ovviamente la direzxione lavori, la sicurezza e tutto il resto derivante dalla fase di costruzione e cantierizzazione dell'opera se la sarebbe messa in saccoccia, non si è sognato minimamente di rinunciarvi. Non è poi concorrenza scorretta? E gli appalti chi li avrebbe decisi, sempre Piano?

Ha regalato "il progetto". Che poi in cosa consiste? Nel plastico ed in qualche slides? Bel modo di progettare, è buono pure un bimbo a fare un progetto così senza un calcolo strutturale una analisi dei costi analisi geognostiche ecc. ecc. ecc.

Diciamo che si è fiondato sull'osso come un cane, per non dire come un avvoltoio sulla carcassa (di Gernova).



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: MATTEO
MessaggioInviato: 27/11/2018, 12:02 
Renzi e la Boschi hanno perso l’ennesima occasione per tacere


Immagine


Guarda su facebook.com



¯
Maria Elena Boschi ha avuto il coraggio di attaccare Luigi Di Maio sulla vicenda che riguarda suo padre, e l’ha fatto con un video dei suoi, ovvero ai limiti dell’inquietante. Degno di Shining. Matteo Renzi, d’altro canto, è riuscito a fare quasi peggio: prima ha scritto che si era “imposto di non dire nulla” e “di fare il signore, come sempre”, poi non ha resistito e ha iniziato a scrivere, rievocando il “fango gettato addosso” a suo padre e nientemeno che la “campagna d’odio dei 5 Stelle”.

Bene, a questi due signori, vorrei spiegare brevemente la differenza abissale che esiste fra le storie dei loro padri e quella del padre di Luigi Di Maio. Luigi, infatti, ha immediatamente preso le distanze dall’errore del padre, rendendosi disponibile a fornire alle Iene, autrici del servizio, i documenti su questa vicenda. Con la massima trasparenza possibile. Nonostante gli avvenimenti non abbiano nessuna ripercussione sul Governo. Al contrario, invece, di quelli che coinvolgono i padri di Renzi e della Boschi.

In quei casi, infatti, parliamo di provvedimenti del governo Renzi-Boschi con cui sono state salvate le banche amiche di famiglia, quelle che hanno truffato migliaia di piccoli risparmiatori. Parliamo di depistaggi e intralci alle indagini, di omissioni e di inchieste ancora in corso su cui non viene spesa una parola. Insomma, parliamo di questioni di ben altra natura e gravità, da cui, per giunta, Matteo Renzi e Maria Elena Boschi non hanno mai preso le distanze.

Insomma, Renzi e la Boschi hanno perso l’ennesima occasione di tacere e di occuparsi, una volta tanto, delle esigenze dei cittadini.
_



Fonte



Cita:
Insomma, Renzi e la Boschi hanno perso l’ennesima occasione di tacere e di occuparsi, una volta tanto, delle esigenze dei cittadini.


Ridicoli tutti e due.
Si attaccano a tutto.
Proprio loro.
Hanno ancora il coraggio di aprire bocca (Maria Elena, ho detto bocca [:263]) dopo tutte le malefatte di cui il BelPaese sa.



Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5479 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 355, 356, 357, 358, 359, 360, 361 ... 366  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 22/07/2019, 22:16
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org