Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5578 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 355, 356, 357, 358, 359, 360, 361 ... 372  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14610
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 22/02/2019, 19:47 
Imbarcazione battente bandiera olandese..
Tu guarda il caso!


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9661
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 22/02/2019, 20:48 
Cita:


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 45077
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 23/02/2019, 11:37 
[:296]


Immagine



Si impegnano allo scopo di spedire in carcere Formigoni, condannandolo a una pena esagerata, 5 anni e 10 mesi, che per un uomo di 71 anni è un mezzo ergastolo. Sarebbe troppo quand' anche fosse colpevole, però non ho capito dove stiano le prove della corruzione. Non gli hanno trovato una lira, gli rimproverano qualche giro in barca. Gli hanno imputato l' acquisto di una villa in Sardegna a prezzi di favore, ma chiunque di noi che ha provato a vendere una casa sa che il valore di un immobile è aleatorio, e l' incasso preventivato dai periti è quasi sempre il doppio della realtà di mercato: e a certificarlo sono le aste proprio dei Tribunali. In cambio di un paio di vacanze ai Caraibi, il Formiga avrebbe autorizzato sovvenzioni a cliniche private per l' acquisto di macchinari d' avanguardia. Nessuno ha potuto dimostrare che si sia trattato di un trattamento di favore. L' unica cosa sicura è che con lui la Regione Lombardia, di cui è stato governatore per quasi vent' anni, è diventata non in Italia ma in Europa la terra d' eccellenza della medicina: pubblica e privata non c' è differenza, in quanto ogni cittadino ha acquisito il diritto, grazie alla sua riforma, di scegliersi l' ospedale. Se fosse vivo Umberto Veronesi, confermerebbe.

Leggi anche: Feltri, la rabbia e il sospetto sui giudici: "Perché Formigoni è finito in galera"

Se ci fosse bisogno di una prova a discolpa, peraltro ormai inutile, essa consiste nell' accanimento e nella voluttà con cui si è stabilito di appioppare proprio a lui, e - a memoria di archivio - solo nel suo caso, il massimo dei massimi di quanto la legge prevede. Non basta. Nel frattempo, quasi ad Formigonum, il Parlamento, su pressione manettara dei grillini, ha stabilito che se il reato è la corruzione (e qui - ripeto - non se ne vede la prova) puoi essere entrato nella terza età, ma niente domiciliari, niente minestra da far sorbire ai vecchietti degli ospizi, esercizio con il cucchiaio in cui si esibì magnificamente Berlusconi. Per Formigoni niente vecchietti ma lucchetti: prigione, gattabuia, gabbio. Ci sono violentatori cui sono stati dati i domiciliari, i ladri romeni che si sono presi una schioppettata all' ennesimo furto hanno patteggiato dieci mesi con la condizionale. Ciononostante se una volta sei stato potente, vale la massima di Mao Tse Tung: bastona il cane che affoga.

Lo si era capito da tempo che Formigoni era stato destinato alla galera. Mi era bastato osservare il corredo di fotografie e di filmati che sui giornali e in tivù hanno circostanziato le accuse, suggestionando il tribunale del popolo: il delitto di giacca arancione e di chiappa al vento sulla barca. Pessimi costumi, tali da escluderlo dal club della caccia, ma non crimini per cui includerlo nel circuito penitenziario.

Immaginavo pertanto che la Cassazione non si sarebbe discostata dalla linea segnata dal Palazzo di Giustizia di Milano, eppure mi restava un margine di dubbio. Finché ho avuto la certezza assoluta di come sarebbe finita (male) la faccenda. È stato quando la Chiesa, a nome della Madonna, lo ha scaricato alla vigilia della udienza finale. È accaduto che il pro-rettore del Santuario di Caravaggio (provincia di Bergamo, ma diocesi - sottolineo da bergamasco - di Cremona) avendo saputo che privatamente, senza striscioni, un gruppo di amici di Formigoni aveva organizzato di andare a messa nella basilica dedicata a Santa Maria del Fonte, patrona della Lombardia, per chiederle soccorso in vista della sentenza, ha scomunicato l' iniziativa con tanto di comunicato ufficiale. Il senso? Qui si celebrano le Messe per i barconi, non per Formigoni. Che tristezza.

Quando il cosiddetto Celeste, col manto della Vergine, era governatore della Lombardia i preti lo incensavano, e a ragione: aveva trovato la strada per sostenere le scuole cattoliche e gli oratori, mostrando come ciò fosse un guadagno perfino per i miscredenti. Probabilmente, se morisse, gli rifiuterebbero il funerale.

Per quanto mi riguarda, se me lo lasceranno fare, gli porterò le arance in carcere. Poserei anche una corona di fiori in morte della giustizia. Non lo farò solo perché voglio bene a Formigoni, ma non al punto di condividere l' ora d' aria con lui per vilipendio della magistratura.

di Vittorio Feltri


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 45077
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 24/02/2019, 16:26 
QUESTI NON PERDONO NEMMEO ... IL "PELO"! [:297]


Immagine
Bandiera Rossa. L’Internazionale. E chissà che altro ci toccherà tornare a sentire per far finire il baccano interno alla sinistra. In effetti il frastuono tiene svegli i vicini: Renzi contro Zingaretti e Zingaretti contro Renzi; Ascani sotto braccio a Giachetti contro Zingaretti; Calenda contro Renzi; Richetti contro Martina; Martina contro se stesso (notano su Twitter); Marattin a sganascioni contro tutti; Morani a caccia del cervello. C’e bisogno di ordine: Gramsci, Togliatti, Longo e Berlinguer…

Teniamoci forte che da domenica prossima dalle macerie del Partito democratico risorgerà l’antico partito comunista italiano, con il taciturno compagno Zingaretti alla guida della nuova anche se ammaccata Armata Rossa. A fargli da scendiletto quelli di Leu – che in fondo lo hanno già aiutato nelle elezioni regionali – e sullo sfondo, con occhi commossi Michele Emiliano e laggiù, dietro il portone, Massimo D’Alema. E Bersani. E la Boldrini. E chissà quanti spaventapasseri.

Il paradosso Zingaretti è che imbarca proprio tutto. Non solo la vecchia ditta, ma pure compagni dicci’ di provata genuflessione: Gentiloni e Franceschini su tutti. Dicono di voler fare un partito nuovo, ma la sensazione è quella della vecchia ferraglia. Età media 55 anni,minimo 3 legislature,tutti ex qualcosa nel PD.L’unica cosa che li unisce è odiare Renzi. Che ci fai, Nicola? Risponderà dal 4 marzo, a meno che le domande (comode) non gliele ponga qualche zelante cronista di Repubblica, come stamane.

Dal 4 marzo sarà Piazza Grande – come chiama la sua campagna congressuale – ma non per tutti, perché Zingaretti sa già chi tenere ai margini per spingerlo fuori dandogli la colpa della scissione, ovviamente. Piazza grande per fare piazza pulita e tabula rasa dei renziani mentre finge di difendere babbo e mamma Renzi dalla lapidazione mediatica. Anche qui con la tipica ambiguità di chi però non spende una parola sugli inquirenti. Non si sa mai. Del resto, Nicola è stato l’unico dei tre candidati assente a Torino per la presentazione-show del libro di Renzi.

Piazza Grande e di corsa alla ricerca delle elezioni anticipate. Chi se ne frega della regione Lazio, farà come Veltroni che da sindaco mollò la Capitale dopo essere stato rieletto per puntare su palazzo Chigi. Lui, il governatore, si accontenterà di piazzare se stesso e i fedelissimi in Parlamento. Repulisti dei nemici interni. E Pisana svuotata.

Nei prossimi anni ci toccherà ascoltare la recita del profondo pensiero zingarettiano. Mentre sfoglierà la margherita sui Cinque stelle – li prendo, non li prendo, me vonno, nun me vonno – la litania riguarderà i sovranisti, dipinti a tinte fosche come gli autentici nemici della sovranità. Sì, Zingaretti sarà capace anche di questo, anche perché finge di credere alla sovranità europea e che cosa vogliono questi lestofanti. Se abbiamo svenduto la Patria all’Europa è perché i padri politici di Nicola l’hanno ridotta così male che neanche lui crede più che l’Italia possa camminare da sola con le sue gambe.

Aspettando Calenda intanto si tiene il PCI.

http://www.secoloditalia.it/2019/02/tra ... ie-del-pd/


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4140
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 00:57 
mik.300 ha scritto:
la legge è uguale x tutti..
tranne che per i trafficanti di droga..


https://roma.corriere.it/notizie/cronac ... 5234.shtml

Veliero carico di droga nel canale di Sicilia, Cassazione: liberi i 2 corrieri
L’imbarcazione battente bandiera olandese, venne intercettata a largo di Licata nella notte tra il 26 e il 27 novembre 2018. Per la corte suprema l’Italia non può processarli perché catturati in acque internazionali

Ribaltate le precedenti sentenze

La Cassazione adesso ha disposto però la scarcerazione dei due indagati, di nazionalità bulgara che erano partiti dal Marocco ed erano stati intercettati a largo di Licata. Secondo i giudici togati infatti l’Italia non ha il potere di processarli dal momento che la cattura è avvenuta in acque internazionali. Una decisione che smentisce i magistrati di Ragusa e di quelli del Riesame di Catania che avevano invece confermato le misure. A contestare le sentenze i difensori degli indagati, gli avvocati Stefano Valenza e Ilaria Trovato.





I corrieri non vengono processati perchè catturati in acque internazionali??? Però, catturarli si.
Qualcosa non torna. [:296]


Corrieri catturati in acque internazionali. Che importa chi li cattura...... l'importante e aver dato una botta alla criminalità.
Che vengano processati da chi li ha presi. Quanti ostacoli di sta cispa che creano.

mik.300 hai detto: “la legge è uguale x tutti..
tranne che per i trafficanti di droga„.
Più che vero a quanto pare.
Vabbeh, già che i corrieri non vengono procesati, lasciamoli andare via con tutta la sostanza, così che consegnino tranquillamente il “pacchetto”.


A largo di Licata è avvenuta la cattura.
Solo per curiosità, mi piacerebbe sapere sin dove è giurisdizione italiana.

Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 45077
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 11:02 
Immagine

Il governo italiano ha deciso per il blocco delle cosiddette trivelle. Lo ha fatto sotto la spinta del Movimento Cinque Stelle, che ha da sempre avuto nel suo programma l’obiettivo della sospensione delle attività di perforazione nei mari italiani. E così, una volta arrivato a Palazzo Chigi, il Movimento ha deciso di impegnarsi sul fronte delle esplorazioni e dello sfruttamento dei mari, in particolare di quello Adriatico, opponendo una dura resistenza alle possibilità di sfruttare il bacino per estrarre idrocarburi. Evitando a detta della forza di governo, un processo pericoloso e che colpirebbe in maniera sensibile l’ecosistema, con un impatto sulla salute del mare e sulle attività economiche legate a quello specchio d’acqua.

Il problema è che l’Adriatico è molto piccolo. E quindi, gli obiettivi ambientalisti del governo composto da Lega e Movimento Cinque Stelle rischiano di essere del tutto disattesi. Il motivo è semplice: dall’altra parte del mare, ovvero in Croazia e, in parte, in Montenegro e Grecia, nessuno ha intenzione di arrestare né le ricerche né le perforazioni. Arrivando al paradosso che l’Italia, per difendere la salute dell’Adriatico, non solo otterrà scarsi risultati sotto il profilo ecologico (perché a poche miglia, le trivelle sono attive), ma riuscirà anche a farsi togliere il gas e il petroli eventualmente scoperti nei fondali adriatici.

Il caso emblematico e che deve destare allarme è quello della Croazia. Allarme non per le legittime mire croate sul gas, ma perché i primi a poter subire pesanti ripercussioni siamo proprio noi, che distiamo pochi chilometri dalle loro trivelle.

Il governo di Zagabria ha da tempo messo in atto un’importante strategia energetica che punta a rendere il Paese un vero e proprio hub degli idrocarburi nei Balcani. Sostenuto dall’Unione europea e dagli Stati Uniti, il piano croato prevede almeno tre punti.

Il primo si basa sulle trivellazioni nel mare Adriatico. Ed è qui in particolare si gioca la partita più importante con l’Italia. Perché, come spiega Il Sole 24 Ore, “sotto il fondo del mare Adriatico vi sono numerosi giacimenti, soprattutto di metano. Spesso sono a cavallo fra le due aree di competenza, quella italiana e quella dei dirimpettai sloveni, croati, montenegrini e albanesi. E nei giacimenti funziona come con le granite: la prima cannuccia che arriva al fondo sugge tutto lo sciroppo”.

Un’immagine semplice che però fa capire meglio di qualsiasi altra spiegazione cosa significhi per un Paese abbandonare del tutto queste ricerche. E infatti, soprattutto dalle parti di Ravenna, sono in molti ad aver protestato contro la decisione dell’esecutivo. Come già spiegato su questa testata testata, il rischio infatti è di regalare i giacimenti di gas e petrolio ai nostri vicini balcanici, senza ottenere alcun vantaggio nemmeno in termini ecologici.

Ma l’idea croata è quella di andare più in là. Non c’è infatti solo il gas nei fondali marini, ma anche quello sulla terraferma. E da un po’ di tempo, il governo di Zagabria ha dato il via libera all’esplorazione di vaste aree del Paese, in un’area che, come confermato dal ministro dell’Energia e dell’ambiente Tomislav Coric misura 12.134 chilometri quadri. In particolare, l’area di riferimento è quella delle Dinaridi. E come ricorda Il Piccolo, lo stesso ministro ha voluto ribadire che questa manovra dell’esecutivo croato ha lo scopo di migliorare l’indipendenza energetica del Paese balcanico. Un interesse strategico cui si aggiunge la creazione di posti di lavoro anche specializzati e gli introiti derivanti dalle tasse. Tutto negli standard ecologici richiesti dalla legislazione nazionale ed europea.

Infine, terzo punto. E che riguarda ancora il rapporto con l’Italia e il mare Adriatico. La Croazia ha infatti deciso di puntare anche su un altro progetto: quello del rigassificatore di Veglia. L’obiettivo dell’esecutivo di Zagabria è quello di movimentare, attraverso questo progetto, una quantità di gas naturale liquefatto di circa 2,6 miliardi di metri cubi di all’anno. A fine gennaio è arrivato l’ok del governo di Andrej Plenkovic al finanziamento definitivo dell’impianto off-shore. E l’obiettivo è quello di realizzarlo entro il 2021. E così, mentre l’Italia blocca trivelle rigassificatori nell’area, la Croazia rischia di strapparci non solo il gas dei fondali, ma anche quello che arriva dalle navi.

http://www.occhidellaguerra.it/italia-b ... _5rK_pim7Y

Blocchiamo la TAV; blocchiamo le Trivelle; blocchiamo il Nucleare e poi paghiamo gli ALTRI !

[:287]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10698
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 13:09 
Ufò…,ho capito che per te la Salute delle persone non conta niente: vuoi le Trivelle, vuoi la TAV e il Nucleare,che ci serve tutta questa ricchezza quando fanno ammalare le popolazioni e si perde la salute?. [:291]
Da premettere che se il nostro vicino inquina non è detto che dobbiamo inquinare anche noi e poi ci sono posti in zone di mare che non si può trivellare pena esplosioni di bolle di Gas in zona con vulcanesimo sotto la superfice del fondo del mare, come è successo parecchie volte nel Canale di Sicilia che ha provocano Tsunami e ha messo in pericolo diverse volte i natanti che erano nelle vicinanze.
Poi se trivelli in mare vi è il rischio di non avere più né pesca ne turismo, vedi che guadagno dovremmo fare!. [:305]



_________________
I porci si sentono superiori perchè possono mangiare tutto a sazietà,non sanno che proprio per questa loro ingordigia il loro destino è il macello.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 16280
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 13:12 
Si le tre cose che hai elencato vanno bloccate, gli altri paesi facciano quel che vogliono è tempo che l'italia abbia una propria politica energetica basata sulle rinnovabili e che la supportino anche dal punto di vista legislativo. Basta obbligare CHIUNQUE costruisca una nuova struttura a renderla energeticamente autosufficiente finanziando il tutto (ora è imposto il 50% ma non lo rispetta nei fatti nessuno) con pannelli o le decine di tipologie di impianti che ricavano energia dall'ambiente circostante.

Trivelle, nucleare e tav sono mezzi buoni sol ad intascarsi mazzette a scapito della comunità e dell'ambiente e sono i cavalli di battaglia della vecchia politica ed i suoi sostenitori (o chi è rimasto)che abbiamo gettato nel cesso. Tra l'altro producendo un indotto lavorativo irrisorio rispetto alle rinnovabili

bisogna andare nella direzione del futuro e non rimanere nel passato soprattutto bisogna che chi ci governa abbia mente fresca e sia libera di guardare avanti, E SAPPIA FARLO. Lo sta facendo la CINA ed è quello l'esempio da seguire.


Le politiche made in USA basate ancora sul fossile e le sue guerre per accaparrarselo sono solo rigurgiti di un impero canaglia allo sbando, noi dobbiamo agire diversamente.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 45077
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 13:41 
[:291] ... ecco: COME?

Bleffort, SIAMO CIRCONDATI da centrali nucleari, petrolio e quant'altro ... Vedi un po tu .......
Riguado il turismo, il Sud non fa un TUBO .........
Quindi ......?


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3607
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
Località: WEST Prealpi OROBICHE
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 13:51 
Ufologo 555 ha scritto:
[:291] ... ecco: COME?

Bleffort, SIAMO CIRCONDATI da centrali nucleari, petrolio e quant'altro ... Vedi un po tu .......
Riguardo il turismo, il Sud non fa un TUBO .........
Quindi ......?

Per quanto riguarda il turismo cosa è che non va???
Io al sud ci sono stato o per lavoro, sempre di corsa, o crocerista con tours organizzati di ½ giornata, capito poco perciò. [:304]



_________________
):•
U rispettu è misuratu, cu lu porta l’havi purtato.
(Il rispetto è misurato.Chi lo porta lo riceve)
Quando uomo tace, raglio d'asino "scorazza" e "spopola".
):•
Se stai zitto, e non lo contrasti, quando un pirla "parla" a caxxo, è come se lo incoraggiassi a continuare; contrastalo e sputtanalo, perchè farà danni alla società, a te ed ai tuoi figli.
Ma non rispondere ad un ignorante, si sentirebbe "normale".
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 45077
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 13:54 
Non va che è tutto trascurato, caro e ... [:303] (Lo sa anche da parte di miei colleghi indigeni) [;)]
Posti difficili da raggiungere; autostrade, ferrovie, aeroporti, organizzazione e ... [:303] appunto!
Se non conosci i boss locali, ti ritrovi l'autovettura (se la ritrovi) sui mattoni!


Ultima modifica di Ufologo 555 il 25/02/2019, 14:05, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3607
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
Località: WEST Prealpi OROBICHE
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 14:04 
Ufologo 555 ha scritto:
Non va che è tutto trascurato, caro e ... [:303] (Lo sa anche da parte di miei colleghi indigeni) [;)]

Tutto??
Io, parlando di accoglienza, delle ultime 3 visite nel 2018: Napoli mi ha ben sorpreso, Cefalù e Palermo anche, Monreale una cosa indegna.



_________________
):•
U rispettu è misuratu, cu lu porta l’havi purtato.
(Il rispetto è misurato.Chi lo porta lo riceve)
Quando uomo tace, raglio d'asino "scorazza" e "spopola".
):•
Se stai zitto, e non lo contrasti, quando un pirla "parla" a caxxo, è come se lo incoraggiassi a continuare; contrastalo e sputtanalo, perchè farà danni alla società, a te ed ai tuoi figli.
Ma non rispondere ad un ignorante, si sentirebbe "normale".
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9661
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 14:13 
Ieri alcuni Tg han dato la notizia dell'enorme parco eolico realizzato nello specchio di mare antistante lo Yorkshire (Regno Unito) di cui un articolo qui:

Cita:
Il più grande parco eolico offshore prende forma

http://www.rinnovabili.it/energia/eolic ... rnsea-one/


Gli altri si evolvono dall'eolico al fotovoltaico etc, noi continuiamo a inquinare il pianeta e noi stessi.


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 45077
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 14:15 
ORSOGRIGIO ha scritto:
Ufologo 555 ha scritto:
Non va che è tutto trascurato, caro e ... [:303] (Lo sa anche da parte di miei colleghi indigeni) [;)]

Tutto??
Io, parlando di accoglienza, delle ultime 3 visite nel 2018: Napoli mi ha ben sorpreso, Cefalù e Palermo anche, Monreale una cosa indegna.



Ti posso dire soltanto una cosa: la maggior parte dei miei colleghi, una volta ambientati qui, non se ne sono più andati!
Tempo, mare, natura ma ... mentalità! Di conseguenza il Sud rimane ABBANDONATO ...! E se ne fregano pure, questo è il guaio! [:305]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 16280
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Povera Italia.. (seconda parte)
MessaggioInviato: 25/02/2019, 14:27 
sottovento ha scritto:
Ieri alcuni Tg han dato la notizia dell'enorme parco eolico realizzato nello specchio di mare antistante lo Yorkshire (Regno Unito) di cui un articolo qui:

Cita:
Il più grande parco eolico offshore prende forma

http://www.rinnovabili.it/energia/eolic ... rnsea-one/


Gli altri si evolvono dall'eolico al fotovoltaico etc, noi continuiamo a inquinare il pianeta e noi stessi.


Per non parlare dell'enorme parco solare nel Sahara che sta costruendo l'Egitto o l'obiettivo di totale conversione alle rinnovabili che porta avanti la Cina da una decennio.

mica sono scemi, ci vendono il petrolio ma se ne guardano bene da affidarsici essi stessi, per il futuro guardano avanti e lasciano a noi trogloditi con la clava l'oro nero. Perfino la Russia ha diversificato ed ora se pure non esportasse combustibili fossili la sua bilancia commerciale sarebbe in attivo.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5578 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 355, 356, 357, 358, 359, 360, 361 ... 372  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 24/03/2019, 01:24
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org