Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1505 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 96, 97, 98, 99, 100, 101  Prossimo
Autore Messaggio

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1693
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 10/04/2019, 12:29 
_editata formattazione sotto

nota: si era scassata la formattazione e per errore ne ho inviato un altro, passato sotto, e cancello questo ma non trovo l'opzione cancella post [:296]


Ultima modifica di Zelman il 10/04/2019, 12:47, modificato 4 volte in totale.


_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1693
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 10/04/2019, 12:43 
ArTisAll ha scritto:
Giovanni Toti scende dal Titanic Forza Italia e pensa a un nuovo partito: "Non ho voglia di finire negli abissi"
Intervistato dal Fatto il governatore della Liguria parla della formazione politica che ha in mente, "il partito del ma anche", inclusivo, moderato, di centro
Giovanni Toti è "pronto" per un partito nuovo. Qualcosa di moderato. "Il partito del ma anche", come lo definisce in un intervista a Il Fatto Quotidiano. Intervista che per il governatore contiene "toni e semplificazioni" non presenti nel suo vocabolario, come scrive su Twitter lo stesso protagonista.
Giovanni Toti su twitter
Cita:
Caro @antonellocapor2 , certi toni e certe semplificazioni nella intervista @fattoquotidiano, non sono nel mio vocabolario. Riascolta quello che ti ho detto. Vabbè.... buona giornata.
Il partito, spiega il quotidiano, è a carattere inclusivo, moderato e centrista, o, per dirlo con le parole del governatore della Liguria, "una forza moderata, equilibrata, né di là né di qua". Il crollo di Forza Italia, analizzato dallo stesso Toti, è paragonabile a "toccare l'abisso", cosa a cui l'ex parlamentare FI non sembra affatto intenzionato. La previsione di Toti per gli azzurri è un 7% alla prossima tornata elettorale, caduta a destra che il governatore intende scansare.

Ragiono su quel che vedo: i miei amici di Forza Italia si stanno spartendo l'ultima fettina di torta. Si era al 25, poi al 20, al 15, al 10, prevedo come prossima tappa il 7%. Analizzo la realtà, guardo, ascolto la gente. E mi dico: io non mi farò annientare. Se vogliono toccare l'abisso prego. Si accomodino.

Si definisce un uomo "al centro del centro". Né "razzista" né "arrendevole con gli immigrati", un uomo vicino sia agli imprenditori che agli operai. Tra "la sicurezza" e "le libertà civili". L'abbandono della nave dovrebbe trasformarsi in una nuova forza politica simile al presidente della Liguria.

Con la famiglia tradizionale ma anche con quelle omosessuali. Esempio perfetto. Le due marinaie che si sono unite civilmente con tanto di baionette sguainate sono un'immagine fortissima, esemplare. Quell'immagine ha tolto di mezzo gli insulti e rutti fioriti intorno al congresso della famiglia di Verona

Non c'è un nome del nuovo partito, "per adesso abbiamo l'associazione: Change". Con Forza Italia la storia sta per finire e Toti non vuole fare solo da stampella a Matteo Salvini, "sono molto più ambizioso", assicura. "Non ho voglia di finire negli abissi. Ho un avvenire io".

Fonte


tutta gente che ha dato il proprio al padre, di loro, silvio...
adesso si dissocia... [:297] e fa le proprie rivendicazioni... [:296]
una domanda che vorrei definire sarcastica: cosa è rimasto di questa gente?



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Connesso


Messaggi: 9231
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 10/04/2019, 14:51 

ma che ci sia ancora qualcuno che vota culo flaccido indica che veramente

girano degli idioti irreversibili ....


zio ot [:305]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1693
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 10/04/2019, 15:22 
... idioti irreversibili... la definizione è giusta...
una volta che sono stati tratti dal nulla dal patriarca consumistico e acconsentendo al loro consumo al fine di illuminare la strada del predetto ora non vorrebbero tornare nel nulla, ma non sanno che la dignità e la faccia già sono marchiate...
- cosa?
- la burattinità non era al 100%?
bè vedremo come sono scoperti senza il gruppo fi che era la loro sussistenza!
farebbero bene a ritirarsi nel dimenticatoio come è successo con alcuni
tranne alcuni irreversibili e inesorabili tipo l' augusto minzolini che ancora si dibattono



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 11/04/2019, 03:29 
Zelman ha scritto:
tutta gente che ha dato il proprio al padre, di loro, silvio...
adesso si dissocia... [:297] e fa le proprie rivendicazioni... [:296]
una domanda che vorrei definire sarcastica: cosa è rimasto di questa gente?



La fuga. [:263]
Infatti Toti...

Immagine



Cita:
"Non ho voglia di finire negli abissi. Ho un avvenire io".

Ha detto.

Qualcuno ha compreso (forse) che restare attaccati come delle cozze al quel nano scaduto (da tempo) non conviene.

E poi Toti ha un avvenire.
Vabbeh. [:D]



In più, questa è veramente da ridere..
barionu ha scritto:
ma che ci sia ancora qualcuno che vota culo flaccido indica che veramente

girano degli idioti irreversibili ....


zio ot [:305]



Gli idioti irreversibili esistono ancora si.
Penso sia ormai patologico. Immagine


Ad ogni modo il Titanic Nanuzzo sta inesorabilmente affondando.
E questi irriducibili con esso. Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 16001
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 11/04/2019, 08:48 
Clientes e lavoratori subordinati..

Nella speranza di magnare qualcosa..

Finche' c'e' polpa(trippa) c'e' speranza


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Non connesso


Messaggi: 4257
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 11/04/2019, 13:47 
mik.300 ha scritto:
Clientes e lavoratori subordinati..

Nella speranza di magnare qualcosa..

Finche' c'e' polpa(trippa) c'e' speranza

Aveva ed ha anche tanti peones.
Di quattrini ne può muovere ancora tanti, tantissimi.
E se campasse fino a 100 anni ?????? [:291]



_________________

“Non discutere MAI con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza.”(di Arthur Bloch)

Il cattivo qualche volta può anche recedere dalla sua cattiveria, MA l'imbecille non cessa mai di essere tale!

Niente è dannoso per una nazione come il fatto che i furbi passino per intelligenti. (Francis Bacon)
):•
Verba volant scripta manent! (Anche l'IP)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 13/04/2019, 01:08 
Imane Fadil, Marysthell Polanco urlò ai magistrati: “No, il polonio!”


Caso Fadil - I pm di Milano interrogano l’ex soubrette dominicana quando la morte di Imane non è nota: perché quella esclamazione?



Immagine


¯
Il giorno in cui la Procura di Milano decide di annunciare che Imane Fadil è morta, Marysthell Polanco è sotto interrogatorio. È venerdì 15 marzo. Imane è morta da due settimane, il procuratore Francesco Greco non è ancora andato davanti alle telecamere a dare la notizia e comunicare di aver aperto un’indagine per omicidio. I pm del processo Ruby 3, Tiziana Siciliano e Luca Gaglio, hanno convocato Marysthell Polanco per chiederle dei soldi ricevuti da Silvio Berlusconi per raccontare ai giudici che quelle di Arcore, nell’estate del 2010, erano “cene eleganti”, magari giusto con qualche spettacolino di “burlesque”. I due pm sanno che all’alba del 1° marzo Imane, una delle poche partecipanti alle feste che non ha accettato denaro per mentire, è spirata all’ospedale Humanitas di Rozzano, consumata da una misteriosa malattia, o forse mangiata da un ancor più misterioso avvelenamento. Buttano lì la notizia, ancora inedita, a Marysthell. “Lo sa, signora Polanco, che Imane Fadil è morta in ospedale?”. La reazione, immediata, è un urlo: “No! Il polonio!”.

I due pm restano di ghiaccio. “Lo sapevo che dobbiamo stare attente”, balbetta, terrorizzata, Marysthell. “Mi hanno detto che ci sono veleni che ti possono uccidere senza che tu ti accorga…”. Polanco non pensa a Berlusconi, ma al vecchio amico di B., Vladimir Putin. Solo suggestioni o qualche ragazza del bunga-bunga potrebbe aver visto o saputo cose che riguardano il presidente russo e che non avrebbe dovuto né vedere, né sapere? L’assistente manager di Marysthell Polanco, contattata dal Fatto Quotidiano, è categorica. “Qui non stiamo parlando di rispondere alla domanda: ‘Di che colore era l’abito che quella ragazza indossava’; stiamo parlando di altro. Finché le cose non saranno più definite, più calme e tranquille, non possiamo fare alcun tipo di dichiarazione. Il nostro avvocato ci ha chiesto di attenerci al silenzio. E così faremo. Se dico ‘Non si può’, è perché so perché non si può”.

Con l’urlo di Marysthell Polanco che ancora echeggia nei corridoi del Palazzo di giustizia, nel pomeriggio di quel 15 marzo il procuratore Francesco Greco inizia la conferenza stampa in cui comunica che Imane è morta due settimane prima, che la sua cartella clinica non indica la causa del decesso, che aveva sintomi compatibili con l’avvelenamento, che la Procura indaga in tutte le direzioni, compreso l’omicidio volontario. Le preoccupazioni del procuratore derivano da un esame del sangue (prelievo del 27 febbraio, esiti consegnati solo il 6 marzo) che segnala la presenza di metalli pesanti in concentrazioni superiori alla media, anche se non letali. E soprattutto da un test i cui risultati sono comunicati alla Procura il 12 marzo, tre giorni prima della conferenza stampa, e che ha individuato “tracce di raggi alfa” nelle urine della ragazza.

Ora è passato un mese da quel giorno teso. Il clima pare essersi rasserenato, per tutti tranne che per la famiglia di Imane. La madre, la sorella Fatima, i fratelli Sam, Tarik e Mounir attendono in silenzio, come richiesto dalla Procura. Ma a 40 giorni dalla morte di Imane sono ancora senza risposte. I primi risultati degli esami autoptici, attesi una settimana fa, non ci sono ancora. I familiari passano le giornate a interrogarsi, in preda a ipotesi e suggestioni. Confidano nella magistratura e nei loro due nuovi legali, Mirko Mazzali e Nicola Quatrano, ma temono che non si riesca ad arrivare alla definizione di una causa certa per la morte di Imane.

Oggi l’ipotesi più probabile è che la ragazza sia morta per una malattia non ancora individuata che le ha intaccato il midollo spinale. Sappiamo che gli esami preparatori all’autopsia, con analisi sui campioni prelevati il 20 marzo da reni e fegato, hanno escluso la radioattività da raggi gamma e alfa (quelli che nel 2006 hanno ucciso l’ex spia russa Aleksandr Litvinenko, distrutto dal polonio 210 che aveva ingerito bevendo una tazza di tè).

Ma, in attesa degli esiti medici, restano aperte alcune domande. Perché l’Istituto di fisica dell’Università Statale il 12 marzo ha rilevato tracce di raggi alfa nelle urine di Imane? E perché quelle tracce non ci sono invece negli “organi-filtro”, fegato e reni? La contaminazione è forse avvenuta non nella fase di formazione, ma di espulsione delle urine? E perché Marysthell Polanco, appena saputo della morte di Fadil, ha lanciato quell’urlo: “Polonio!”? Per diradare le ombre nerissime della congiura internazionale, la Procura sta battendo tutte le piste e sta verificando anche la provenienza delle sacche di sangue utilizzato per le molte trasfusioni fatte a Imane durante il ricovero all’Humanitas: se l’avvelenamento provenisse da lì?
_



Fonte



Immagine




Elisabetta Gardini lascia Forza Italia: “Non mi riconosco più. A Berlusconi raccontano un partito che non c’è. È un’agonia”


Immagine


______________________________________________
Gardini aderì a Forza Italia nel 2004, lasciando il teatro e la tv per tuffarsi nella sua seconda esperienza politica dopo la candidatura, dieci anni prima, con il Patto per Segni: "Forza Italia portata distante dalla sua base e dai suoi elettori. Non c'è più coerenza tra la ragione sociale per cui è nata e quello che è diventata"
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯



¯
Elisabetta Gardini lascia Forza Italia. L’europarlamentare ha annunciato il suo addio in una lunga nota nella quale spiega che “le scelte politiche del partito non sono più quelle che mi avevano spinto ad aderire, a diventare parlamentare europeo e ad accettare di esserne il capo delegazione a Strasburgo”. Ringraziando Silvio Berlusconi, la (ex) esponente forzista aggiunto che “l’azione politica non poggia sulla mozione degli affetti”.

Gardini aderì a Forza Italia nel 2004, lasciando il teatro e la tv per tuffarsi nella sua seconda esperienza politica dopo la candidatura, dieci anni prima, con il Patto per Segni. È stata consigliera regionale in Veneto e deputata per due anni dal 2006 al 2008. Da undici anni è all’Europarlamento, dove arrivò – prima delle elezioni 2009 – prendendo il posto di Renato Brunetta, dimessosi per l’incompatibilità della carica con il ruolo ministeriale.

Tra il 2015 e il 2017 è stata anche nominata commissaria di Forza Italia in Trentino da Berlusconi. “A lui – sostiene Gardini – continuano a raccontare un partito che non c’è e questo impedisce a Forza Italia di correggere quegli errori che l’hanno portata distante dalla sua base e dai suoi elettori”. Chi oggi decide le sorti del partito – sostiene – “semplicemente vuole che le cose continuino così” e “la volontà di pochi impone questa agonia senza fine ai più”. Un’agonia, aggiunge l’europarlamentare uscente, che “il presidente Berlusconi non merita davvero per quello che rappresenta per la storia politica di questo Paese”.

Le sue accuse nei confronti dei dirigenti di Fi sono pesante. È “assolutamente impossibile portare un contributo” né “esiste un luogo di confronto”, scrive nella nota. “Buttiamo a mare il lavoro di militanti, giovani, amministratori locali, sindaci…. di tutte le persone che potrebbero riallacciare i legami con i nostri territori. Tutto questo ha portato Forza Italia lontano dalla sua missione. Non c’è più coerenza tra la ragione sociale per cui è nata e quello che è diventata”.

Poi Gandini rivendica di aver “cercato di tenere la barra dritta” nel suo lavoro a Bruxelles, “battendomi per una partecipazione convinta e leale, ma cercando sempre una adesione critica e lucida, mai connivente con persone e forze che all’interno dell’Unione tentassero di subornare e mortificare la forza e il ruolo del nostro Paese, che dell’Unione è un fondatore”. Una “linea di azione”, conclude,che “non c’è più, sostituita da una accettazione acritica e supina di decisioni prese da altri, in altre capitali europee, spesso senza consultare, e addirittura contro, l’Italia. Non ci sto, e con dispiacere ma con altrettanta convinzione vado via”.
_



Fonte


Chissà se nanuzzo è in grado di comprendere che su quella bagnarola chiamata Forza Italia cominci ad esserci sempre meno gente.

Dal film Highlander (che non significa immortale come molti ancora credono. Meglio sottolinearlo, altrimenti Silviolo si esalta): “Ne resterà soltanto uno„.
Si, soltanto uno...... nanuzzo tutto solo che prova a corrompere (e che @@ però) gli squali per non essere divorato.


Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1693
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 16/04/2019, 03:17 
https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/ ... -1.4543994

Ruby ter, Polanco: "Dirò tutta la verità". Processo sospeso per Berlusconi candidato
Stop per le Europee. La dominicana: "Sono cambiata, forse la mia versione simile a quella di Imane Fadil"


ma cosa leggo... il diritto a partecipare alle elezioni politiche viene prima dei processi...
[:297] [:297]



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 16/04/2019, 04:51 
Ruby Bis, Emilio Fede chiederà la grazia al presidente Mattarella: “Dovrei arrivare a 93 anni per tornare libero”


Immagine


______________________________________________
Dopo la sospensione del carcere da parte della procura generale di Milano, l'ex direttore del Tg4 chiederà di poter fare i domiciliari a Napoli. E' stato condannato con sentenza confermata in Cassazione a 4 anni e 7 mesi con l’accusa di favoreggiamento della prostituzione per le serate nella villa di Silvio Berlusconi ad Arcore
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯



¯
“Valuterò i termini con cui poter rivolgere la richiesta di grazia al capo dello Stato. Sono psicologicamente frantumato. Dovrei arrivare a 93 anni, alla fine della mia vita, prima di tornare ad essere un uomo libero“. Così Emilio Fede ha annunciato di voler chiedere la grazia al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. L’ex direttore del Tg4 è stato condannato – con sentenza confermata in Cassazione – a 4 anni e 7 mesi di reclusione con l’accusa di favoreggiamento della prostituzione per le serate nella villa di Silvio Berlusconi ad Arcore.

Il 12 marzo la procura generale di Milano aveva sospeso il suo ordine di carcerazione accogliendo un’istanza dei suoi difensori motivata da ragioni di età e salute. Quella della grazia, afferma l’avvocato Salvatore Pino, “è un’idea che ha un senso e ci stiamo riflettendo”. Nei prossimi giorni Fede inizierà la detenzione domiciliare per scontare la prima parte della pena. “All’autorità – aggiunge Fede – chiederò di poter vivere gli arresti domiciliari nella casa di mia moglie Diana a Napoli, perché è una città a cui sono molto legato e dove la gente mi manifesta sempre tanta vicinanza. E quando si tratterà, spero al più presto, di ottenere l’affidamento ai servizi sociali, chiederò di potermi occupare degli anziani ma anche di ragazzi con difficoltà che cercano un’alternativa alla strada e alla malavita”.

Sull’ex direttore del Tg4, in futuro, potrebbe pesare anche un’altra condanna a 2 anni, per ora non definitiva, per una vicenda con al centro falsi fotomontaggi “hot”. Secondo l’accusa, Fede avrebbe fatto confezionare dei video per ricattare i vertici di Mediaset quando venne messo alla porta dal Tg4 nel 2012, al fine di ottenere un accordo di uscita più vantaggioso.
_



Fonte





Emiliuz chiede la grazia, i domiciliari a Napoli e anche l’affidamento ai servizi sociali.
E Graziarca**@ (parola presa in prestito da un commento all'articolo) niente?.


Affidamento ai servizi sociali. Quando si vuole aiutare il prossimo........ per convenienza.
Fa quasi tenerezza. Immagine

Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Connesso


Messaggi: 9231
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 16/04/2019, 09:16 
-----



“Aprite gli occhi” di Marco Travaglio

sul Fatto Quotidiano del 16 Aprile 2019



Ieri ho creduto di avere un incubo. Ho visto un manifesto 6×3 con la foto di Berlusconi alla prima comunione che mi guardava e mi diceva, a caratteri cubitali: “Apri gli occhi”.

A parte il fatto che la frase va a capo dopo “gli” (roba che neanche i grafici delle bocciofile), ho subito guardato i suoi, di occhi: per tenerli aperti, avendo ormai più borse della Samsonite, ha dovuto riesumare un’immagine di almeno vent’anni fa, quella dei manifesti “Meno tasse per tutti”, “Un milione di posti di lavoro”, “Pensioni più dignitose”, “Città più sicure”.

Ha cambiato solo gli slogan, onde evitare che qualcuno gli domandi perché le tasse sono rimaste alte (fuorché per gli evasori come lui), la disoccupazione pure (fuorché per i suoi servi e serve), le pensioni fanno mediamente schifo e le città restano insicure. Dopo aver fatto tante promesse e averle disattese tutte, ora se la prende con noi, con quell’“Apri gli occhi” che tradotto in italiano significa: ********, come osate non votarmi più?Non è un processo alle intenzioni: è quel che va ripetendo nei suoi comizi geriatrici in giro per l’Italia. Ora, a parte il fatto che, se tutti gli italiani avessero gli occhi aperti, Forza Italia un anno fa non avrebbe preso 4.602.489 voti alla Camera, non si capisce che gli salti in mente di invitarli ad aguzzare la vista alle Europee.


Chiunque lo facesse vedrebbe un vecchio malvissuto e pregiudicato che ritenta la sorte a 82 anni suonati, un anziano guitto a caccia di applausi con vecchie gag che non divertono più nemmeno lui, un quarto di secolo dopo la sua “discesa in campo”. E rischia addirittura di essere eletto al Parlamento europeo per rappresentare l’Italia con una condanna definitiva per frode fiscale, 8 prescrizioni per reati gravissimi dalla corruzione al falso in bilancio, mezza dozzina di processi in corso per corruzione di testimoni e induzione di imputati a mentire, un’indagine per concorso nelle stragi mafiose del 1993 a Firenze, Roma e Milano. Una bella vetrina per il made in Italy.

È proprio sicuro che gli convenga un intero corpo elettorale con 10 decimi di diottrie? Solo qualche elettore totalmente cieco, o almeno mezzo guercio, potrebbe cascarci ancora. Tantopiù che B., nel frattempo, ha perso pure l’esclusiva dell’anticomunismo e dell’antisinistrismo: quella parte in commedia la recitano molto meglio Salvini, che non si vergogna a difendere Casa Pound e a citare i motti mussoliniani sperando che qualcuno lo scambi per il Duce e, da buon ex “comunista padano”, diserterà il 25 Aprile come faceva B.; e la Meloni, che ha scovato nella famiglia Mussolini un altro portatore sano del cognome.

Nell’entourage nanesco si respira aria pesante: c’è chi teme addirittura che B., per la prima volta, non risulti il primo degli eletti, a favore di ras e capibastone locali tipo Saverio Romano in Sicilia o Aldo Patriciello in Molise o Fulvio Martusciello in Campania o altri molto più clientelisti di lui (che ha sempre curato un solo orticello: il suo). Infatti i/le pochi/e fedelissimi/e rimasti/e – riconoscibili dalla crestina, dal grembiule, dal pitale e dal pannolone da badanti – cercano disperatamente di tenerlo lontano dalle telecamere e dalle piazze. Onde evitare che qualcuno con gli occhi aperti constati in presa diretta le sue tragicomiche condizioni psicofisiche.

Nella campagna elettorale del 2018, i sondaggi lo diedero in rimonta finché nessuno lo vide e lo sentì parlare: poi ne fece e ne disse tali e tante che Forza Italia precipitò. Se, anziché il 4 marzo, si fosse votato il 4 giugno o il 4 luglio, sarebbe andata ancora peggio. Sostenne di essere il più caro amico della Merkel, dopo averla insultata per dieci anni. Si spacciò per l’unica “diga contro il populismo”, dopo averlo inventato lui. Mise in guardia dal sovranista Orbán, scordandosi che siede con lui nel Ppe.

Raccontò di aver posto personalmente “fine alla guerra fredda fra Usa e Urss”, ignaro del fatto che il muro di Berlino e l’Urss erano caduti 5 anni prima del suo ingresso in politica. Si vantò di aver “fatto entrare nel 2002 la Russia nella Nato”, con gran sorpresa dell’amico Putin che ignorava e tuttora ignora di averne mai fatto parte. Maledisse la demenziale guerra a Gheddafi che ci ha riempiti di clandestini, peccato che l’avesse fatta pure il suo governo.

Poi iniziò a dare i numeri. Promise “un reddito di cittadinanza di 12-13 mila euro al mese a 5 milioni di poveri”, destando una certa invidia fra le Olgettine. Narrò di aver “aumentato le pensioni minime di 1 milione e 835 mila pensionati a mille lire al mese, che allora bastavano per arrivare a fine mese”. Poi una badante sotto la scrivania gli ricordò l’esistenza dell’euro e lui si corresse: “Scusate, volevo dire 1 milione di euro”. Svelò una prassi, finora sconosciuta, degli immigrati clandestini: quella di intrufolarsi di soppiatto nelle ville degli italiani per svaligiarle e poi correre inopinatamente al frigorifero per bere a canna dalla bottiglia dell’olio. Poi, dopo il consueto calcio negli stinchi della badante, citò come fonte la polizia scientifica che rileva le inconfondibili impronte labiali di migrante dal collo di ogni singola bottiglia, forse col guanto di paraffina.

E allora, prima del 4 marzo 2018, era oltre un anno più giovane di oggi. Figurarsi di cosa sarà capace in questa campagna elettorale. Il guaio, o la fortuna, è che nessuno dei suoi osa dirgli che stavolta è meglio non farsi vedere troppo in giro: qualcuno potrebbe prendere sul serio i manifesti, aprire gli occhi e scoprire come si è ridotto.

Noi comunque, allergici come siamo a ogni forma di censura, ci schieriamo senza se e senza ma contro i tentativi di privarci di lui. La politica italiana è così noiosa che abbiamo diritto a qualche momento di svago. E poi B. anche da morto sarà sempre più pimpante di Tajani da vivo.

“Aprite gli occhi” di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano del 16 Aprile 2019

https://infosannio.wordpress.com/2019/0 ... gli-occhi/



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 17/04/2019, 03:04 
Intervallo...

Con 'bazooka' artigianale sparano patate


Immagine


¯
I carabinieri hanno denunciato due persone di 30 e 29 anni, F.G.C. e G.P, che stavano testando un mini bazooka - realizzato dopo avere trovato le istruzioni su Internet - sparando patate in via Narbone, a Palermo, e mettendo in pericolo l'incolumità dei passanti. L'oggetto, apparentemente innocuo, se utilizzato impropriamente - spiegano i carabinieri - può essere molto pericoloso e potenzialmente letale.
_



Fonte



Questi giocavano con il bazooka sparando patate.
Mah, certe cose bisogna lasciarle fare ai proffesionisti.
Proffesionisti ormai rinco che ricordano i bei tempi (quando pensavano di possedere un'infinità di cartucce).
Adesso è imperativo fare cilecca. [:297]

Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1693
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 17/04/2019, 03:27 
ArTisAll ha scritto:

dovrebbero denunciare anche i possessori di patate allora, perchè le potrebbero tirare a qualcuno, ma più dei possessori di patate bisognerebbe denunciare chi ha nel terreno pietre dure con diametro superiore a 3cm, perchè potrebbero usarle per lapidare qualcuno o venire in testa a qualcuno di prendere possesso delle pietre, o delle patate, e usarle per lanciarle a qualcuno

IN DEFINITIVA si dovrebbe fare un censimento di tutte le pietre e tenerne un registro e ognuno dovrebbe portare le pietre a censire mettendole nel cofano dell'auto o portarle con carrelli appositi al catasto
sono sicuro che l'attività governativa fiorirebbe molto, ci arriveremo ci arriveremo...

http://www.petizionepromozionecensiment ... epietre.it
comunque... ah sì, la faccenda è diversa... "I lanciatori di patate" avevano fatto un'arma bazooka per lanciare le patate... le patate al massimo si mangiano...

comunque sarebbe ideale un lanciatore a bassa frequenza di verdure a foglia e togliere il tempo di crisi in un mercato che va in malora, e anche una cerbottana concava che lanci tarallucci imbevuti di vino, cioè con il taralluccio che percorre la canna in sezione fatta da due cerchi concentrici con il cerchio minore esterno, giusto come il taralluccio, e sarebbe un mercato, promettente, per le manifestazioni in contraddittorio in occasione di certe riunioni, comunque non si sa se reali o fittizie...
solo per ridere perchè sarebbero legnate altrimenti



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 26/04/2019, 11:34 
Imane Fadil, parla uomo che l’ha assistita negli ultimi giorni: “Tornata da una cena, ha vomitato. Non si è più ripresa”


Immagine


______________________________________________
John Pisano, l'uomo che ha ospitato Imane Fadil nella sua casa di Rozzano, ha rilasciato un'intervista a Corriere e Repubblica in cui chiede delle risposte sulla scomparsa dell'amica: "Non è stata lei a parlare di avvelenamento. Sono stati i medici"
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯



¯
Chiede “una risposta” John Pisano, l’uomo che ha ospitato Imane Fadil nella sua casa di Rozzano e che l’ha assistita negli ultimi giorni di vita. Chiede una risposta perché è lui che l’ha vista morire lentamente su un letto dell’Humanitas di Milano senza che sia stata ancora accertata la causa. E per ottenerla ha deciso di raccontare gli ultimi giorni di vita della sua amica anche ai giornali, in una doppia intervista a Repubblica e al Corriere, dopo aver fornito la sua versione agli inquirenti, condividendo così tutti i suoi dubbi sulla vicenda. “Mi resta la rabbia per le ingiustizie che ha subito prima da viva, poi da morta – dice -: con chi continua a fare illazioni sulla sua vita o a dire che sia morta per una forte depressione. Lei era forte, combattiva. Nel letto di ospedale, tra mille dolori, non ha mai ceduto di un millimetro. Le facevano male le persone. Più passava il tempo, più diceva che non poteva fidarsi di nessuno”.

John Pisano ha 55 anni ed è di origini siciliane, ma vive a Milano, dove insegna l’inglese dopo aver viaggiato per 30 anni in giro per il mondo come volontario in missioni umanitarie. Il suo primo incontro con Fadil risale al 2012, quando la ragazza lo contattò perché cercava un’insegnante: “Abbiamo parlato come se ci conoscessimo da sempre – ricorda – Alla seconda lezione le dissi: ‘Noi non ci siamo incontrati per caso'”. In quel periodo, Imane Fadil stava testimoniando nei processi Ruby in cui raccontava dei balletti hard in casa dell’allora premier, Silvio Berlusconi, che le regalò 7mila euro. Ma guai ad accomunarla alle olgettine, questa era una cosa, racconta Pisano, che la faceva soffrire: “Ogni volta che doveva ricordare i fatti delle serata ad Arcore, riviveva la vergogna, l’onta di essere messa nel calderone delle olgettine. Imane era una persona di una moralità altissima che si è scontrata da subito con quel mondo”.

Nel 2015, Fadil continua a raccontare ciò che accadeva nella villa dell’ex premier, dice che Iris Berardi era entrata alle feste ancora minorenne e che lei e Barbara Guerra, tre anni prima, avevano provato a convincerla a non testimoniare. Da quando è diventata testimone, i soldi non bastano più, il lavoro scarseggia e Imane si trasferisce a casa di Pisano. La svolta si ha la sera del 14 gennaio scorso: la ragazza esce molto arrabbiata dal tribunale di Milano perché è stata esclusa dalle parti civili. Due giorni dopo va a cena con un uomo, di cui Pisano non fa il nome “perché le indagini sono ancora in corso”, e quando torna accusa un malore: “Nei giorni precedenti aveva avuto dei malesseri, ma erano mali di stagione – ricorda Pisano che dice di essersi ammalato insieme a lei – Dopo la cena vomitò e disse che aveva bevuto un bicchiere di vino rosso e mangiato un’insalata”. Da quel momento è iniziato il costante peggioramento che l’ha portata alla morte: “Ha cominciato ad avere dolore alle gambe, poi problemi allo stomaco. Mi diceva ‘sento che dentro di me sta accadendo qualcosa’”. Ma solo il 24 gennaio si convince a chiamare la Guardia Medica. Referto: forte stato di stress.

Ma le condizioni della ragazza continuano a peggiorare e solo il 29 gennaio, dopo giorni di insistenza da parte di Pisano, la giovane decide di farsi portare in ospedale, all’Humanitas di Milano. “Non voleva andare in ospedale perché temeva che potessero farle qualcosa perché lei aveva dato fastidio”, dice Pisano ai giornalisti. “Stava davvero male, nemmeno gli antidolorifici o i massaggi che le facevo placavano ormai il dolore – continua l’amico mostrando i messaggi ricevuti dalla ragazza – ‘Non mi lasciare sola, John’, mi diceva. Pensarci ora mi fa ancora tanto male. Aveva fortissimi dolori all’addome. Sul letto c’era una chiazza di sangue, e lei tossiva e sputava sangue. Grumi, non liquido. Le dicevo che dovevo tornare a casa, ma lei mi chiedeva di rimanere, di dormire accanto a lei. Io però dovevo andare. Alla fine le ho detto ‘sister, adesso vado, ci vediamo domani’. Ma non l’ho più vista”.

Man mano che la ragazza peggiorava, i medici svolgevano tutti gli accertamenti e hanno “individuato sintomi legati a problemi tossicologici che interessavano fegato e polmoni, con il midollo osseo che era compromesso gravemente. Non è stata lei a parlare di avvelenamento. Sono stati i medici che, dopo aver escluso tutte le diagnosi con mille esami, avendo trovato quell’alta concentrazione di metalli pesanti nel sangue, ci hanno detto: ‘Sospettiamo l’avvelenamento'”.
_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: SILVIO (seconda parte)
MessaggioInviato: 03/05/2019, 07:35 
Ruby, i soldi di Silvio Berlusconi al compagno di Karima El Mahroug. La prova in una rogatoria dalla Svizzera



Immagine


______________________________________________
Nelle carte mandate dal procuratore pubblico di Lugano c’è anche un biglietto scritto a mano da Luca Risso e inviato al funzionario della Privatbank
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯



¯
Immagine



Il cerchio è chiuso. Una rogatoria chiesta dai i pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio e arrivata dalla Svizzera fornisce la prova definitiva che i soldi di Silvio Berlusconi, partiti da una banca svizzera, sono arrivati in Messico a Luca Risso, allora compagno di Karima El Mahroug, detta Ruby Rubacuori. È una parte dei soldi pagati a Ruby per non farla parlare delle relazioni sessuali avute con Berlusconi quand’era minorenne nelle feste del 2010 ad Arcore, nell’estate del bunga-bunga. I documenti ora depositati nel processo Ruby Ter provano che è proprio di Risso il conto dove arrivavano i soldi partiti dalla Svizzera e approdati in Messico, dove vive Risso (che ora ha rotto con Ruby). La rogatoria riguarda tre versamenti per un totale di circa 400 mila euro. Sono inviati dalla Pkb Privatbank sa di Lugano, dove il 2 marzo 2011 viene aperto un conto denominato 1.0.26007-Fashion di cui è “titolare e avente diritto economico” “Risso Luca, nato il 20 aprile 1969 e abitante a Genova”.

Nelle carte mandate dal procuratore pubblico di Lugano Fiorenza Bergomi c’è anche un biglietto scritto a mano da Risso e inviato al funzionario della Pkb: “Gentilissimo dottore Della Torre”, scrive l’ex compagno di Ruby, “La prego cortesemente di voler bonificare, con cortese urgenza, sul mio conto presso la Monex di Playa del Carmen, numero 018273801 la somma di euro 60.000 (sessantamila). Il conto è lo stesso utilizzato per il bonifico precedente”. Risso ha fretta: “La pregherei di farmi il bonifico entro giovedì perché in data successiva sarei costretto a pagare una penale per il mancato inizio dei lavori nella mia proprietà, qui a Playa. In allegato le invio tutti i dati richiestomi nel precedente”.

I documenti arrivati per rogatoria sono stati depositati nel procedimento detto Ruby Ter, in cui Berlusconi è imputato di corruzione in atti giudiziari con l’accusa di aver dato soldi a Ruby e ad altri 27 testimoni, per farli mentire davanti ai giudici. Il processo, sospeso per la campagna elettorale, riprenderà il 10 giugno a Milano.
_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1505 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 96, 97, 98, 99, 100, 101  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 20/09/2019, 13:48
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org