Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 93 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41004
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: IVA al 25%... ogni promessa è debito
MessaggioInviato: 27/09/2013, 23:46 
Che gli prendesse un colpo.......




Salta lo stop all'Iva
Aumento quasi inevitabile. L'aliquota Iva al 21%
passera' da martedì al 22%


27 settembre, 22:44

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 70562.html

di Giovanni Innamorati

Il temuto aumento dell'aliquota Iva dal 21 al 22%, che tutte le forze politiche volevano evitare, molto probabilmente arriverà martedì prossimo. E' infatti saltato l'esame da parte del Consiglio dei ministri del decreto che avrebbe sterilizzato l'aumento per tre mesi, oltre a finanziare per 330 milioni la Cig in deroga. Lo scontro avvenuto in Cdm ha spinto infatti tutti i ministri a convenire sul fatto che non ci fossero le condizioni per varare la manovrina senza prima concludere il chiarimento voluto dal premier Letta.

La colpa dell'affondamento del decreto viene attribuita dal Pd al Pdl, mentre questo specularmente accusa i Democrat. Ma la polemica era già cominciata prima del Consiglio dei ministri a causa delle coperture proposte dal Tesoro, che prevedevano l'aumento dell'accisa sulla benzina e l'incremento al 103% degli acconti Ires e Irap di novembre. Il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, che aveva portato sul tavolo il decreto con i provvedimenti e le coperture, durante il Cdm si e' sfogato spiegando di aver cercato di fare al meglio il proprio dovere di difensore dei conti pubblici. ''Ma - ha aggiunto - sono mesi che vengo attaccato''.

Il decreto ''copriva'' il mancato incremento dell'Iva che così non sarebbe scattato l'1 ottobre, bensì il primo gennaio 2014. Si veniva così incontro alle richieste delle associazioni dei consumatori e di quelle di commercianti ed artigiani e, a livello politico, di tutte le forze di maggioranza. Le imprese, come ha ricordato il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi sottolineando che lo stop all'Iva non e' la priorità mentre lo e' il taglio delle tasse sul lavoro, si sarebbero viste penalizzare dalla coperture finanziarie: aumento degli acconti Ires (al 103%) e Irap di novembre, che darebbero 890 milioni allo Stato. Certo non è un aumento di tasse bensì una anticipazione, tuttavia, afferma il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi ''in una fase economica così difficile e di scarsa liquidità, chiedere un ulteriore sforzo alle imprese sarebbe eccessivo".

L'altra copertura si spalmava su tutti, ed è l'incremento delle accise sui carburanti per 2 centesimi al litro fino a dicembre 2013 e poi fino al 15 febbraio 2015 di 2,5 centesimi. Contro di essa si sono scagliati in molti, dall'Unione petrolifera, che ha parlato di scelta ''irresponsabile'', al Codacons che ha quantificato in 66 euro i maggiori costi per famiglia. Ma al governo servivano il miliardo per lo stop all'Iva, i 330 milioni per la Cig in deroga, 35 milioni per la social card e altri 120 milioni per compensare i Comuni dal mancato gettito Imu. Sta di fatto che le coperture hanno scatenato la polemica anche nel mondo politico. Daniele Capezzone (Pdl), presidente della commissione Finanze della Camera, ha parlato di ''teatro dell'assurdo'', affermando che ciò significa che ''forse sono davvero venute meno le ragioni che avevano portato alla nascita del governo delle larghe intese''. Dure le critiche anche di Scelta Civica che, con Enrico Zanetti ha parlato di ''ennesima resa a logiche di propaganda spicciola'', e con Gianfranco Librandi, ha rilanciato l'idea di far pagare l'Imu ai redditi alti. E critiche sono giunte anche dalle opposizioni, dalla Lega a Idv e Prc. Se lo stop all'aumento dell'Iva sembra ormai essere saltato (servirebbe un miracolo politico in modo da varare il decreto lunedì), le altre misure potrebbero comunque essere varate anche nei giorni successivi.



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 19742
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/09/2013, 03:07 
bene, prima viene tutto giù prima ci leviamo il pensiero, meglio una morte rapida e sconquassante che un lenta agonia.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13579
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/09/2013, 09:54 
Riduzione dei consumi, conseguente aumento dei prezzi da parte dei commercianti, pizzerie mezze vuote, supermercati in crisi.
Amen.


Immagine:
Immagine
8,46 KB



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/09/2013, 10:06 
alla faccia della luce in fondo al tunnel...

Ma come è possibile dico io che la gente non si svegli nemmeno quando gli sfilano i soldi direttamente dal portafoglio.

Possibile che non ci si renda conto di cosa sta succedendo?

Dire che mi viene da vomitare è dire poco... L'ennesimo tradimento perpetrato ai danni della società civile.

Ci vorrebbero davvero le forche per questi banditi!

[:(!]

parafrasando il titolo del thread "ogni (loro) promessa... è debito (per noi)"

le promesse le fanno a bruxelles.. Non a noi mettiamocelo in testa.


Ultima modifica di Atlanticus81 il 28/09/2013, 10:08, modificato 1 volta in totale.


_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/09/2013, 10:22 
ancora una volta hanno ubbidito al fmi,che in una nota aveva chiesto perentoriamente di non sforare,e quindi hanno scelto la via subdola dell'accise sulla benzina,che guarda caso comportera' un aumento indiscriminato di tutti i prodotti,come sarebbe stato aumentando l'iva,.............con con un bilancio di oltre 800 miliardi di spesa,questi soloni,non hanno avuto la capacita'di tagliare certe spese superflue.......... [:(!]cosi' facendo nuova contrazione della spesa con tutto quel che ne consegue

e' necessario seguire l'esempio ungherese------------ [:(!]


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1067
Iscritto il: 14/07/2009, 10:52
Località: Bari
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/09/2013, 12:25 
Vuol dire che la gente ha ancora i soldi per il telefonino e per la TV satellitare. Quando non sarà più materialmente possibile mantenere questi "beni" allora forse si comincerà ad aprire gli occhi.

Per ora continuiamo a scaricare le suonerie....



_________________
_.-._.-._Kaone_.-._.-._
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1014
Iscritto il: 13/12/2008, 12:43
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/09/2013, 16:11 
Cita:
kaone ha scritto:

Vuol dire che la gente ha ancora i soldi per il telefonino e per la TV satellitare. Quando non sarà più materialmente possibile mantenere questi "beni" allora forse si comincerà ad aprire gli occhi.

Per ora continuiamo a scaricare le suonerie....


bravo kaone hai capito bene, la gente sino a quando non gli staccano la TV o il telefonino se ne frega o rimane addormentata.
Quando apriranno gli occhi lo stato italiano sarà già bello che distrutto.
Purtroppo le persone intelligenti e informate sono poche in italia, la maggioranza schiacciante di ignoranti disinformati ci stà condannando a morte tutti...
Sia sà no che la maggioranza degli italiani pensa alla Serie A e altre stron**** simili, poi vedranno nel canale sportivo l'edizione speciale del TG che gli dirà "l'italia dichiara bancarotta il debito italiano è impagabile" e cadranno dalle nuvole del loro mondo di fantasia.
Sai alcuni girano anche la testa pur di non parlare dei problemi della realtà italiana, perchè paragonano il realismo al catastrofismo.
...se descrivo la realtà della catastrofe economica italiana sono realista non catastrofista...


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41004
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/09/2013, 19:09 
E ora: aumento Iva e a rischio di ripagare l'Imu
http://www.wallstreetitalia.com/article ... l-imu.aspx



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/09/2013, 19:15 
Non c'è che dire: tutti in gamba 'sti politici! [:(!]
(Occhio, la Via Appia è ... spoglia!)





Immagine:
Immagine
154,76 KB

Ma penso che non vi siano abbastanza alberi! Ha ragione ubatuba: una bella MANNAIA e ... zac! via le teste! (Io sarò lì a raccoglierle con il cestino ...) [:215]


Ultima modifica di Ufologo 555 il 30/09/2013, 19:26, modificato 1 volta in totale.


_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/09/2013, 19:21 
diciamo che purtroppo in un modo o nell'altro,la si doveva pagare,in quanto l'aumento della benzina tramite la solita accise,e',ed era un aumento iva mascherato,dato che questo branco di incapaci non sono riusciti nell'impresa di trovare la copertura risparmiando qualkosa negli 800 miliardi di euro di spesa,era un impresa troppo grande x dei cervelli da talpa....................................ora prepariamoci ad un altro crollo dei consumi,tanto x fare contenti fmi bce................................. [:(!] [:(!]


Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Il Il "Gary McKinnon" del Forum!

Non connesso


Messaggi: 875
Iscritto il: 10/11/2008, 17:59
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/09/2013, 20:02 
ho fatto la mia prima fattura con iva 22%

comunque + tasse - aziende alla fine sarà 100% tasse 0% aziende.. non penso ci voglia un genio per capirlo, quindi ci deve essere qualcosa sotto... della serie arraffiamo il più possibile ora perché tanto già sappiamo..



_________________
You wouldn't believe in aliens even if you get anal probed live on CNN!
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4108
Iscritto il: 09/05/2012, 18:57
Località: roma
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/09/2013, 21:22 
Cita:
Ufologo 555 ha scritto:

Non c'è che dire: tutti in gamba 'sti politici! [:(!]
(Occhio, la Via Appia è ... spoglia!)





Immagine:
Immagine
154,76 KB

Ma penso che non vi siano abbastanza alberi! Ha ragione ubatuba: una bella MANNAIA e ... zac! via le teste! (Io sarò lì a raccoglierle con il cestino ...) [:215]


Ma no dai, niente pena di morte! Per lorsignori basterebbero 8ore di manovalanza in cantiere a 40euro al giorno in nero!! [:(!] [xx(]



_________________
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità.(Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1019
Iscritto il: 05/12/2008, 20:03
Località: bari
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/09/2013, 22:55 
Mah! pur di avere un'altra chance per mandarlo a cas (come Fini) pagherei quasi volentieri anche l'IMU !!


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12666
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 30/09/2013, 23:22 
Chi è veramente al timone di comando oggi in Sicilia? di Massimo Costa
Pubblicato il Wednesday, 31 July @ 06:02:15 EDT di admin

Comunicati
Confesso che la cronaca di questi ultimi giorni mi preoccupa non poco. La recente vicenda del MUOS, e poi quella dell’aumento dell’IRPEF, dimostrano – oltre ogni evidenza – che di autonomo nella Sicilia di oggi non è restato proprio nulla.

Con buona pace dell’attuale Presidente (e, a bocce ferme, di qualunque altro inquilino possibile di Palazzo d’Orléans che non voglia “dichiarare guerra” contemporaneamente a Italia, Europa e Stati Uniti, sapendo in partenza di perderla), egli non conta proprio nulla. Non è a Palermo che si decide, ma altrove. Persino il suo Assessore all’Economia, che mette in atto le strategie fiscali dettate da Roma, a sua volta secondo i principi decisi a Francoforte, ha dimostrato di contare ben piú di lui, costretto a piegarsi, a fare una retromarcia quanto meno imbarazzante su di un tema di cosí vitale importanza per l’economia della Sicilia.

Ormai dovrebbe essere chiaro a tutti che il vero fine delle élite bancario-massoniche che hanno preso in pugno la cosa pubblica in tutta (o quasi) l’Europa con un colpo di stato plurimo e con una manipolazione della verità che non ha precedenti nella storia, sia quello di strangolare i popoli, di farli boccheggiare sempre piú, per poi costringerli, presi per fame, a vendere, anzi a svendere tutto: i loro beni, demaniali e non, le loro imprese strategiche, i loro diritti, la loro democrazie, le autonomie, la dignità.

La stretta si fa sempre piú forte e disumana. Fino ad ora c’era un ampio margine tra i “pazzi” anti-sistema e i “banksters” dall’altro, un’ampia zona grigia di “persone per bene”, politici piú o meno bravi che, senza mettere troppo in discussione il sistema, non erano del tutto integrati in esso. E in questa zona grigia c’era senza dubbio anche il nostro Presidente Crocetta, la cui buona fede, le cui buone intenzioni mi sembrano, ancora oggi, al di sopra di ogni sospetto.

Ma quella zona grigia si erode giorno dopo giorno, man mano che il “padrone” tira sempre piú la corda. Alla fine sarà esaurita e non si potrà fare altro che scegliere: o essere rivoluzionari fino in fondo, per davvero, buttando alle ortiche i riti della vecchia politica, dicendo al Popolo come stanno realmente le cose, dicendo loro che la nostra vita e quella dei nostri figli è realmente in pericolo, o passare, armi e bagagli, dalla parte dei servi, di quelli che chinano il capo, di quelli che dicono sempre “signorsì”, fino a fare divorare la propria stessa gente.

Ebbene, Presidente, siamo arrivati al bivio. O conservi il posto, o conservi la dignità. Non c’è piú spazio per le mediazioni. La Regione ha, come tutti gli altri enti pubblici paralizzati dal Fiscal Compact voluto dai banchieri che ci governano, difficoltà a onorare i propri debiti con i fornitori. Lo Stato “finge” di aiutare la Sicilia in questo, ma al contempo la ricatta, dicendo che “in cambio” deve alzare l’IRPEF, così, tanto per creare una bella “fiscalità di svantaggio” che penalizzi la Sicilia rispetto al resto del territorio dello Stato.

Qual è la motivazione di questo ricatto? Sono soldi “prestati” dallo Stato che poi li vuole indietro? A tanto è ridotta la “solidarietà nazionale”? Come con la sciagurata Grecia alla quale la pietà dei paesi fratelli concede solo “prestiti a usura” per non fallire quando già di fatto è fallita? È questa la nuova fratellanza italiana? O non sono prestati? In entrambi casi la “mossa” si giustifica solo con il deliberato disegno del “terrore finanziario”. Se sono prestati cosa interessa all’Italia il modo in cui la Sicilia rimborserà questo prestito? Deve per forza farlo facendo chiudere migliaia di imprese? Ché questo è l’unico effetto certo di un aumento dell’IRPEF.

E se le restituisse prendendole dal maltolto sull’IRPEF che quest’anno lo Stato ci ha “fregato”? E se le prendesse dalle compartecipazioni dovute sulle accise petrolifere mai concesse? E se le prendesse, alla disperata, da una serie di ulteriori tagli alla spesa, anch’essi depressivi, ma mai quanto un aumento generalizzato dell’IRPEF? No, si deve fare proprio “quello”, come con l’IVA, di cui tutti sanno che l’aumento dell’aliquota non potrà piú portare a un aumento bensí a una diminuzione del gettito visti i suoi effetti devastanti. Ma che vogliono fare questi per davvero?

E se invece non fossero prestati, per quale ragione dovremmo alzare le tasse in Sicilia? Così, tanto per essere “rigorosi”? Ma che rigore è mai questo? Gratuito, perché non servirebbe a risanare i conti (il ritardo dei pagamenti pubblici è un fatto finanziario, non economico), così, tanto per il gusto di far male, di far soffrire.

Ricapitoliamo. Lo Stato “fa finta” di voler aiutare un certo numero di imprese siciliane, in crisi di liquidità per ritardi nei pagamenti da parte della Regione (come se lo Stato e l’Europa nulla c’entrassero in questa crisi di liquidità) e, per farlo, fa chiudere tutte le imprese siciliane indistintamente, anche quelle che non hanno crediti dalla Regione. Mossa pazzesca o criminale? A voi la scelta. Ma non finisce qui.

Questa “mossa” è sposata talmente tanto dall’attuale assessore all’economia “forestiero”, da minacciare le dimissioni se non sarà implementata, dicendo che rischia di perdere la sua credibilità. A parte il fatto che, con una strategia del genere la credibilità l’hai persa già da un pezzo, se non con i banchieri criminali, la cosa è talmente enorme che il Presidente Crocetta osa ribellarsi.
Ma, di fronte all’aut aut del potente assessore voluto da Roma – a questo punto direi il “vero” Presidente della Regione – si piega e fa marcia indietro, consapevole di non avere sufficienti armi per aprire un fronte con lo Stato italiano.

Non ci sono altre parole per descrivere questo atteggiamento. È in pratica la stessa cosa del MUOS: vorrei ma non posso!
Ma allora, caro Presidente, se nulla (di sostanziale) puoi, perché non lo denunci ai tuoi cittadini? Perché non dici ai Siciliani che essi, votando, non decidono proprio nulla, perché tutto è deciso altrove, dagli USA a Roma. Che ci mettano un loro governatore coloniale a questo punto, almeno la finiamo con questa finzione. Che passino tutti i poteri al Commissario dello Stato o che nominino Bianchi Alto Commissario governativo per la Sicilia, così la finiamo con questa farsa.

Mi costa questo intervento e forse lo pagherò di persona, ma non si può più tacere. Qualche giorno fa un importante esponente del Megafono mi è venuto a trovare per parlarmi di strategie di attuazione dell’Art. 37. Mi sono permesso di dare qualche suggerimento importante. Ora, dopo questa mia uscita, sono sicuro che non se ne farà più nulla. Ma come potrebbe d’altronde fare qualcosa un Governo che non ha il coraggio di difendere il proprio popolo fino alle estreme conseguenze?

Mi costerà questo intervento: sono sindaco di una società a partecipazione regionale e recentemente avevo dato la mia disponibilità, nell’interesse della Sicilia e non dell’inquilino politico di turno, a svolgere le mie funzioni professionali di revisore in enti in scadenza fra pochi giorni. Ora quasi certamente avrò perso ogni “affidabilità politica” e quindi starò certamente fuori da ogni gioco. Ma chi se ne importa! Io non posso stare a guardare mentre la Sicilia è in vendita al migliore offerente.

Presidente Crocetta, stupiscici, ultima chiamata: licenzia l’assessore nominato dai piddini nazionali e quindi dai banchieri e dichiara aperta la guerra d’indipendenza della Sicilia, di indipendenza da ogni sfruttamento economico, energetico, militare. Avrai tanti ascari nemici, ma starai dalla parte del giusto. La storia ti darà ragione. L’Impero sta crollando: paesi piccoli come l’Ecuador o l’Islanda o la Siria lo stanno sfidando con successo, da punti di vista diversi.

Chissà che la Sicilia non possa essere il prossimo. Siamo alla disperazione. Che dobbiamo aspettare altro? Ormai l’Italia e l’Europa ci hanno dichiarato guerra. Rispondiamo almeno. Altrimenti sta’ comodo nel mondo legale, del politicamente corretto. La prossima volta non sorprenderti però se a votare andranno il 10 % dei Siciliani, e la prossima volta ancora sarete spazzati tutti via. Non credo che questa corda si possa tirare all’infinito.


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/10/2013, 11:13 
Cita:
jean ha scritto:

Mah! pur di avere un'altra chance per mandarlo a cas (come Fini) pagherei quasi volentieri anche l'IMU !!





TUTTI, altroché ... [^]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 93 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 06/07/2020, 14:32
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org