Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 41 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4231
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: Greta, Vanessa e...
MessaggioInviato: 04/07/2015, 21:07 
Cita:
Ferito in Siria attivista italiano filocurdo. Salvini: "Poteva aiutare a casa sua"

Immagine

La Farnesina si è attivata da subito ed è in contatto con le autorità locali, attraverso l'ambasciata italiana a Baghdad e il consolato a Erbil, per verificare i contorni della vicenda. Così fonti del ministero degli Esteri hanno commentato la notizia, riportata da alcuni giornali, secondo cui un attivista italiano filocurdo, Alessandro De Ponti, 23 anni, è stato ferito a un posto di controllo della polizia mentre tentava di entrare in Siria dal Kurdistan iracheno.

"Ma stare a casa tua ad aiutare il prossimo, pare brutto?" ha commentato in un tweet il leader della Lega Nord, Matteo Salvini.

Ma stare a casa tua ad aiutare il prossimo, pare brutto????? #Salvini #Lega @matteosalvinimi pic.twitter.com/ZPgq5P8Qgt
— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) 4 Luglio 2015

Alessandro De Ponti fa parte di TanaLiberaTutti di Treviglio (Bergamo), un collettivo autorganizzato, nato nel 2009, che "si propone di riunire tutti/e coloro che condividono ideali di antifascismo, anticapitalismo e antagonismo verso qualsiasi forma di sfruttamento e oppressione". Consultando il blog del collettivo si capisce il milieu in cui opera De Ponti: antifascismo, sostegno alle lotte operaie della zona, antimilitarismo, opposizione al sindaco Giuseppe Pezzoni, a capo di una giunta di centrodestra.


http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2 ... refresh_ce


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 45955
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Greta, Vanessa e...
MessaggioInviato: 05/07/2015, 10:16 
LA GENTE CHE VA "VOLONTARIA" (che poi è pagata!) DOVREBBE TORNARE CON I PRORI MEZZI NON CON GLI AEREI DI STATO! [:294]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 994
Iscritto il: 18/10/2013, 13:02
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Greta, Vanessa e...
MessaggioInviato: 05/07/2015, 11:06 
Ufologo 555 ha scritto:
LA GENTE CHE VA "VOLONTARIA" (che poi è pagata!) DOVREBBE TORNARE CON I PRORI MEZZI NON CON GLI AEREI DI STATO! [:294]


[:264] [:264] [:264]

Aggiungo, rimanessero lì, ancora meglio [^]


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9935
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio: Re: Greta, Vanessa e...
MessaggioInviato: 05/07/2015, 11:44 
E io chiedo anche: se era filocurdo che ci voleva fare in Siria?



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_____________________________________________________________
Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Starà già albeggiando?

Tutti questi anni a parlare di risvegli globali e profezie che non possono avere la data come gli yogurt e dal 2012 stiamo perdendo la fede più vinciamo.
Il Risveglio dei compatrioti contro i globalisti cui abbiamo dato il calcio d' inizio e segnato tutti i gol è solo arrivato dopo la previsione. Il nostro? Quando riprenderemo la palla?
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Greta, Vanessa e...
MessaggioInviato: 05/07/2015, 11:49 
Aztlan ha scritto:
E io chiedo anche: se era filocurdo che ci voleva fare in Siria?


La spia



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 45955
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Greta, Vanessa e...
MessaggioInviato: 05/07/2015, 16:57 
... [:297]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 16759
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Greta, Vanessa e...
MessaggioInviato: 05/07/2015, 22:11 
Ufologo 555 ha scritto:
LA GENTE CHE VA "VOLONTARIA" (che poi è pagata!) DOVREBBE TORNARE CON I PRORI MEZZI NON CON GLI AEREI DI STATO! [:294]



Perfettamente d'accordo.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9935
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/07/2015, 22:23 
Vorrei vedere se un italiano andasse volontario a combattere i nazisti del regime di Kiev se gli succedesse qualcosa se farebbero qualcosa per riportarlo... col cavolo.


E allora la questione non è come viene fatta passare falsamente dalla solita sinistra l' assistenza a giovani "volontari" di belle speranze un pò incoscienti (LOL)...
quella è la facciata da mostrare per far digerire la storia ad una popolazione accuratamente ideologizzata.

MA bensì della mano dello Stato dietro ad azioni A SENSO UNICO in zone di crisi all' estero in cui grattando la superficie si sente la puzza dei servizi segreti... come nel caso di Vanessa e Greta che abbiamo analizzato.


Queste cose continueranno a succedere finchè saremo nella NATO.



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_____________________________________________________________
Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Starà già albeggiando?

Tutti questi anni a parlare di risvegli globali e profezie che non possono avere la data come gli yogurt e dal 2012 stiamo perdendo la fede più vinciamo.
Il Risveglio dei compatrioti contro i globalisti cui abbiamo dato il calcio d' inizio e segnato tutti i gol è solo arrivato dopo la previsione. Il nostro? Quando riprenderemo la palla?
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4231
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: Greta, Vanessa e...
MessaggioInviato: 06/07/2015, 01:07 
Cita:
Trattative per far rientrare l’attivista
Che però dovrà rifondere le spese
In queste ore gli uomini della Farnesina sono al lavoro per cercare di riportare a casa Alessandro De Ponti. Il 23enne è in stato di fermo a Erbil e le sue condizioni di salute sono buone: ha una leggera ferita a una spalla, è stato dimesso dall’ospedale e si trova in un edificio istituzionale curdo.

De Ponti ha rassicurato la madre attraverso alcuni messaggi inviati via Messenger di Facebook ma la preoccupazione, ora, è per la sua posizione giudiziaria. L’attivista infatti è stato fermato giovedì pomeriggio a un posto di confine con la Siria, insieme a tre ragazzi stranieri, mentre cercava di entrare nel Kurdistan iracheno per verificare la situazione della popolazione e portare la sua solidarietà al popolo curdo. Non aveva però i documenti ed è stato bloccato e ferito a una spalla dalla polizia del Pdk, il Partito democratico del Kurdistan.

È stato quindi portato in ospedale a Erbil, la capitale, per essere medicato e ora è in stato di fermo. Il capo dell’Unità di crisi della Farnesina, Claudio Taffuri, ha precisato che è stato visitato da un medico e gli vengono forniti tutti i comfort. Cosa può succedere ora? Le ipotesi sono diverse: gli iracheni potrebbero decidere di processarlo ed espellerlo oppure espellerlo e rimandarlo in Italia a condizione che venga giudicato nel nostro Paese. La Farnesina sta appunto lavorando per questa seconda opzione e pare che la prossima settimana De Ponti possa essere rimpatriato.

Intanto la procura di Roma ha aperto un fascicolo senza ipotesi di reato e senza indagati sul ferimento del giovane, che una volta in Italia sarà sentito sui motivi del viaggio e sulle circostanze del suo ferimento. Arrivato a casa, però, lo scenario rischia di complicarsi ulteriormente, perché secondo la nuova legge antiterrorismo del 17 aprile 2015 dovrà rifondere le spese sostenute dallo Stato per riportarlo a casa.


http://www.ecodibergamo.it/stories/Cron ... 129509_11/


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4231
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: Greta, Vanessa e...
MessaggioInviato: 21/11/2018, 22:09 
Cita:
Kenya, rapita volontaria italiana

Immagine

Una volontaria italiana di 23 anni, Silvia Costanza Romano, è stata rapita da un commando di uomini armati durante un attacco avvenuto ieri sera a Chakama, nella contea di Kilifi, a circa 70 km da Malindi.
Fonti della Farnesina confermano il sequestro della cooperante italiana, riferendo che la connazionale "si trovava in Kenya in qualità di volontario della Onlus Africa Milele che opera nel Paese africano su progetti di sostegno all'infanzia". L'unità di Crisi della Farnesina si è immediatamente attivata e lavora in stretto contatto con l'Ambasciata d'Italia a Nairobi e con la famiglia della cooperante", proseguono le fonti, spiegando che nell'interesse della connazionale sarà mantenuto "il più stretto riserbo sulla vicenda".
"La polizia, con il sostegno di team di agenzie per la sicurezza e dell'esercito, è impegnata senza sosta nell'operazione per trarre in salvo la donna e catturare i rapitori", rende noto la polizia keniana. La polizia aggiunge che il sequestro è stato compiuto "ieri verso le 19 da 3 uomini armati", che hanno ferito 4 giovani e una donna.

L'INCHIESTA - La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in merito al rapimento. Titolare del procedimento, in cui si ipotizza il reato di sequestro di persona a scopo di terrorismo, è il sostituto procuratore Sergio Colaiocco. La vicenda è seguita anche dai carabinieri del Ros che sono già in contatto con le autorità keniote.

ONLUS SOTTO CHOC - Lilian Sora, presidente di 'Africa Milele Onlus', l'associazione dove operava la volontaria racconta all'Adnkronos: "Il nostro ultimo contatto con lei risale a ieri pomeriggio. Siamo sconvolti, non avevamo mai avuto problemi di nessun tipo in quella zona". Sora spiega che Silvia era già stata altre volte in Kenya. "Era lì dai primi di novembre - riferisce la presidente della Onlus - e in quel momento era sola perché gli altri volontari italiani erano rientrati e altri sarebbero arrivati nei prossimi giorni. Al momento non riusciamo a darci una spiegazione di quanto avvenuto". Sulla homepage del sito della onlus si legge un messaggio per la 23enne: "Non ci sono parole per commentare quello che sta accadendo. Silvia, siamo tutti con te".

"Tenetevela", post choc su Silvia

LA RICOSTRUZIONE DELL'ATTACCO - Le fonti locali stanno riportando diverse ricostruzioni dell'attacco avvenuto ieri sera verso le 20. Alcune parlano di un blitz nella zona del mercato del villaggio di Chakama, mentre altre, come The Standard, di un attacco diretto alla casa per bambini gestita dalla Ong italiana. Secondo testimoni dell'attacco, cinque persone sono rimaste ferite, tutte keniote tra i 12 ed i 42 anni, proprio mentre cercavano di mettere in salvo la volontaria italiana dai rapitori che sparavano all'impazzata.

Secondo quanto riporta il quotidiano locale The Nation, 80 "uomini armati in modo pesante" hanno attaccato il mercato di Chakama sparando in aria. Le stesse fonti sottolineano come si ritenga che il commando appartenga alle milizie di Al-Shabaab. Dopo aver aperto il fuoco, il gruppo armato "ha rapito la giovane donna italiana", riportano ancora fonti locali specificando che la connazionale è stata prelevata nella casa da lei affittata nella zona commerciale di Chakama. Quando è arrivata la polizia sul luogo gli armati avevano già attraversato il fiume Galana, racconta ancora un testimone.

Il sito di The Standard parla di un attacco condotto da una "gang" armata con Ak47. Il quotidiano riferisce anche che la polizia della contea di Kilifi ha rivolto un appello ai cittadini chiedendo "ai residenti dell'area di mettersi in contatto immediatamente con la polizia nel caso di informazioni o avvistamenti dei criminali con la signora rapita".

RAPITORI DI ORIGINE SOMALA - Il comandante della polizia locale, Fredrick Ochieng, parlando con la Dpa, ha dichiarato che i rapitori della giovane volontaria "sono di origine somala". "Non sono note né le motivazioni dell'attacco né l'identità degli assalitori", ha aggiunto. "Non possiamo puntare il dito con certezza in direzione di un gruppo specifico perché avrebbero già rivendicato l'attacco, ma quello che sappiamo è che il commando era formato da giovani di origine somala", ha sottolineato.

I TESTIMONI: "CERCAVANO LA STRANIERA" - Il commando che ha sequestrato Silvia Costanza Romano cercava "la straniera". Lo hanno riferito testimoni, citati dai media kenyoti. "Sono arrivati sei uomini che chiedevano di uno straniero - ha raccontato Ronald Kazungu, un residente di Chakama -. Ho detto loro che era uscita, hanno iniziato a discutere, dicendo che l'avevano vista un casa. E' stato allora che ho mostrato loro dov'era". Un altro testimone, James Alexander, ha riferito che il commando ha lanciato un ordigno durante l'attacco: "Ho trovato qualcosa sul pavimento, improvvisamente è esploso e io ho visto qualcuno davanti a me con un'arma. Hanno iniziato a sparare e sono corso via. Quando sono tornato, ho visto che portavano via la ragazza verso la sponda del fiume e che le chiedevano soldi, 'abbiamo bisogno di soldi, non ti faremo del male'".

"SILVIA SCHIAFFEGGIATA" - Secondo i media kenyoti, la banda chiedeva soldi, e quando la ragazza ha detto che non c'era denaro l'hanno portata via. Per un testimone oculare, inoltre, "la donna europea è uscita dalla sua stanza, invece di restare per terra" durante l'attacco, "per chiedere cosa stesse succedendo" e "uno degli aggressori poi l'ha schiaffeggiata".

"Il loro obiettivo - ha raccontato ancora - era di ottenere del denaro, ma l'hanno portata via verso il fiume e, prima di lasciare il villaggio, hanno iniziato a sparare per aria, ferendo una donna, un uomo e tre bambini".

L'OMBRA DI AL SHABAAB - Secondo Pietro Batacchi, direttore di Rid (Rivista Italiana Difesa) ed esperto di questioni geopolitiche "nessuna ipotesi può essere esclusa" in assenza di una rivendicazione. Il rapimento della cooperante italiana "potrebbe essere opera di bande locali alla ricerca di un riscatto o avere invece una matrice legata al fondamentalismo islamico. In quest'ultimo caso l'accaduto - spiega all'AdnKronos - riporta direttamente alla minaccia del gruppo somalo Al Shabaab, che può contare su 4mila-6mila jihadisti in attività".

"La situazione nell'area del Corno d'Africa si sta aggravando e - continua - potrebbe ulteriormente peggiorare con il ritiro delle forze di Amisom (African Union Mission in Somalia), previsto tra il 2019 ed il 2020. Le forze locali - osserva - non sono ancora in grado di gestire autonomamente la situazione". Il rapimento "è avvenuto durante un attacco ad un locale mercato da parte di un commando che, secondo alcune frammentarie testimonianze locali, parlava somalo. In realtà -è l'analisi di Rid- questa non è una tradizionale area di infiltrazione di Al Shabaab, siamo infatti lontani dal confine con la Somalia, ma Shabaab potrebbe contare lo stesso su diversi appoggi locali. Peraltro, in questa zona opera pure il movimento separatista Mombasa Republican Council, un 'calderone' al cui interno per Shabaab non sarebbe difficile trovare agganci ed imbastire operazioni come questa".




https://www.adnkronos.com/fatti/esteri/ ... sX1vI.html


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4231
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: Greta, Vanessa e...
MessaggioInviato: 29/11/2018, 18:01 
Cita:

Velo integrale e fango sulle mani, così è stata rapita Silvia Romano

Proseguono le ricerche dell 23enne milanese in Kenya. Intanto emergono dettagli sulle modalità di azione dei rapitori


Coperta con un niqab, il velo integrale che lascia scoperti solo gli occhi, e mimetizzata grazie al fango spalmato sulle braccia e sul viso. Così, secondo fonti locali citate dal Corriere della Sera, i rapitori di Silvia Romano starebbero nascondendo la 23enne milanese, rapita nei dintorni di Malindi, in Kenya, lo scorso 20 novembre.

Silvia sarebbe stata portata nella foresta da tre uomini, sui quali la polizia kenyota ha messo una taglia. Il cerchio intorno ai banditi si stringe: l'esercito è impegnato a setacciare la zona con circa cento uomini e anche la popolazione collabora. Ma persino i nativi potrebbero avere difficoltà a individuare Silvia, perché i banditi sono molto attenti a fare in modo che chi la veda possa confonderla per una donna del posto. Per questo le hanno anche tagliato le treccine colorate che si era fatta applicare a Chakama: le ha ritrovate un cacciatore che aiuta la polizia, e la parrucchiera del villaggio dove Silvia viveva le avrebbe riconosciute.



Ieri la tv locale Ntv ha diffuso la notizia che alcuni abitanti del villaggio di Bombi, oltre cento chilometri a nord del luogo in cui Sivlia è stata rapita, avrebbero riconosciuto la giovane con i suoi tre rapitori. Ma le informazioni restano frammentarie. La foresta di Garsen è estesa e molto fitta. Un aiuto potrebbe arrivare dalla moglie di uno dei rapitori, arrestata nei giorni scorsi dopo essere stata intercettata al telefono con il marito: sembra che ora stia "collaborando attivamente". E mentre gli agenti inviati anche dall'Italia continuano a lavorare fianco a fianco con le forze kenyane nel centro di coordinamento delle operazioni, a Garsen, ieri è arrivato anche il commento del ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi: "Siamo in costante contatto con le autorità in Kenya per le ricerche che vengono effettuate e siamo motivati a fare tutto quanto è necessario per riportare la nostra connazionale a casa".





http://www.ilgiornale.it/news/mondo/vel ... 09116.html


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 41 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 27/05/2019, 01:18
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org