Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 452 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 27, 28, 29, 30, 31  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 17695
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 21/02/2020, 11:53 
toh..
come volevasi........................


https://www.corriere.it/cronache/20_feb ... 01b7.shtml

«Balotelli? Con i suoi soldi mi compro 2 Ferrari»: la chat dell’avvocato con la ragazza che accusa il calciatore
La chat dell’avvocato della ragazza che ha accusato il calciatore di violenza. «Solo una battuta». Gli atti della procura di Vicenza

Soltanto un trappolone per spillare soldi e — magari — comprarsi un’auto di lusso. Anzi due: «Una Ferrari gialla e una blu». C’è anche questo, agli atti della Procura di Vicenza, che chiede di processare l’avvocato Roberto Imparato per il ricatto a Mario Balotelli. Voleva che il calciatore versasse 100 mila euro per non spifferare ai giornali che una vicentina lo accusa di averla violentata quando aveva 16 anni.

La polizia giudiziaria scova una conversazione tra Imparato e una collega. È il 15 settembre, la informa che la cliente ha concluso la telefonata. «Appena finito: Imparato 1 - Balotelli 0. Registrato per venti minuti. Voglio una Ferrari gialla... e una blu». La collega gli chiede cosa farà con la registrazione. Lui gongola: «Confessione piena... Devo pensarci, è delicatissimo». E si lascia sfuggire: «Abbiamo fatto cento prove. La ragazza è un’attrice nata». Quindi l’intera telefonata, la voce rotta dal pianto, le pause... sarebbe una recita. «Alla fine — chiosa — Balotelli fa pena».

Sentito ieri dal Corriere, Imparato (difeso dall’avvocato Ernesto De Toni) si giustifica: «La Ferrari? Una battuta. Io e la cliente eravamo disposti a chiudere transando tra i 60 e i 100 mila euro. Balotelli ne offrì 30 mila. Sono accordi che si fanno per evitare alle vittime il peso di un processo. I soldi spettavano a lei e il mio onorario non bastava a comprare il cerchione di una Ferrari». Perché definirla un’attrice? «Avevamo bisogno di una confessione e solo lei poteva ottenerla. Intendevo dire che aveva gestito bene le emozioni, spingendolo a parlare di quella notte».

capito?
la telefonata era una trappola!!


C’è un’altra chat: la presunta vittima racconta a un’amica come si dovrà svolgere la telefonata: «L’avvocato mi ha detto che devo dirgli che ho un trauma, che non dormo e non vado a scuola. Continuo a pensarci e non ho nessuno con cui confidarmi (...). Devo dire ’ste cose a Mario. E gli devo dire che mi chieda scusa. Così lo becco in pieno». Poi spiega che una cugina dovrà tornare al High Club e trovare un buttafuori disposto a testimoniare «che urlavo e gli dicevo basta basta». È convinta di spuntarla: «Mi basta questo. Perché lui mi ha stuprata: io ci sono stata sì, ma non per la violenza». Quest’ultima frase riassume il senso di diverse chat: non è chiaro se Balotelli l’abbia davvero forzata ma pare che lì per lì lei non ebbe la consapevolezza di essere stata vittima di abusi. Mesi dopo, è scritto agli atti, «l’avvocato mi ha spiegato che se lui non si ferma subito allora è violenza».


gentaglia....



_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml
Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no”perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable. Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 17695
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 05/03/2020, 10:39 
il possesso, la violenza dell'uomo bruto delle caverne..

https://www.corriere.it/cronache/20_mar ... 0d01.shtml

Incendia la villa dell’ex marito convinta dalla maga: «Tornerà l’amore»
Il raid, avvenuto lo scorso 3 febbraio, è stato immortalato dalla telecamera. Per riconquistare l’uomo, la donna in azione con complice e «fattucchiera»



_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml
Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no”perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable. Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 20166
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 05/03/2020, 13:00 
io veramente non mi capacito che ci siano idioti che ancora credano a ste cose, veramente siamo nel neomedioevo non c'è niente da fare. Bisogna cominciare con un pò di pulizia genetica\etnica della specie se no sta gente si riproduce senza controllo. Gli effetti già si vedono del resto in questo pese di ********.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Non connesso


Messaggi: 4902
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 05/03/2020, 14:48 
mik.300 ha scritto:
toh..
come volevasi........................


https://www.corriere.it/cronache/20_feb ... 01b7.shtml

«Balotelli? Con i suoi soldi mi compro 2 Ferrari»: la chat dell’avvocato con la ragazza che accusa il calciatore
La chat dell’avvocato della ragazza che ha accusato il calciatore di violenza. «Solo una battuta». Gli atti della procura di Vicenza

Soltanto un trappolone per spillare soldi e — magari — comprarsi un’auto di lusso. Anzi due: «Una Ferrari gialla e una blu». C’è anche questo, agli atti della Procura di Vicenza, che chiede di processare l’avvocato Roberto Imparato per il ricatto a Mario Balotelli. Voleva che il calciatore versasse 100 mila euro per non spifferare ai giornali che una vicentina lo accusa di averla violentata quando aveva 16 anni.

La polizia giudiziaria scova una conversazione tra Imparato e una collega. È il 15 settembre, la informa che la cliente ha concluso la telefonata. «Appena finito: Imparato 1 - Balotelli 0. Registrato per venti minuti. Voglio una Ferrari gialla... e una blu». La collega gli chiede cosa farà con la registrazione. Lui gongola: «Confessione piena... Devo pensarci, è delicatissimo». E si lascia sfuggire: «Abbiamo fatto cento prove. La ragazza è un’attrice nata». Quindi l’intera telefonata, la voce rotta dal pianto, le pause... sarebbe una recita. «Alla fine — chiosa — Balotelli fa pena».

Sentito ieri dal Corriere, Imparato (difeso dall’avvocato Ernesto De Toni) si giustifica: «La Ferrari? Una battuta. Io e la cliente eravamo disposti a chiudere transando tra i 60 e i 100 mila euro. Balotelli ne offrì 30 mila. Sono accordi che si fanno per evitare alle vittime il peso di un processo. I soldi spettavano a lei e il mio onorario non bastava a comprare il cerchione di una Ferrari». Perché definirla un’attrice? «Avevamo bisogno di una confessione e solo lei poteva ottenerla. Intendevo dire che aveva gestito bene le emozioni, spingendolo a parlare di quella notte».

capito?
la telefonata era una trappola!!


C’è un’altra chat: la presunta vittima racconta a un’amica come si dovrà svolgere la telefonata: «L’avvocato mi ha detto che devo dirgli che ho un trauma, che non dormo e non vado a scuola. Continuo a pensarci e non ho nessuno con cui confidarmi (...). Devo dire ’ste cose a Mario. E gli devo dire che mi chieda scusa. Così lo becco in pieno». Poi spiega che una cugina dovrà tornare al High Club e trovare un buttafuori disposto a testimoniare «che urlavo e gli dicevo basta basta». È convinta di spuntarla: «Mi basta questo. Perché lui mi ha stuprata: io ci sono stata sì, ma non per la violenza». Quest’ultima frase riassume il senso di diverse chat: non è chiaro se Balotelli l’abbia davvero forzata ma pare che lì per lì lei non ebbe la consapevolezza di essere stata vittima di abusi. Mesi dopo, è scritto agli atti, «l’avvocato mi ha spiegato che se lui non si ferma subito allora è violenza».


gentaglia....

Se gà borla mia xo le braghe a pò ai furbi, cosa mai gai de fà i poer cojò????
Traduzione NON disponibile, sorry. [:305] [:305] [:305] [:305]



_________________
):-
Globalizzazione mondiale o nazionale = cag.ata.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5104
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 24/07/2020, 15:16 
Accusa l'ex di tentato omicidio, ma mente: denunciata


Una donna materana di 38 anni è stata denunciata per calunnia dalla polizia per aver falsamente incolpato il suo ex compagno ed ex convivente, 29enne del posto, di averla aggredita e di aver tentato di ucciderla. L'indagine, condotta dalla squadra mobile e coordinata dalla Procura, ha portato all'archiviazione della posizione dell'uomo che era indagato, come atto dovuto, per tentato omicidio dopo la denuncia della donna. Secondo l'accusa della 38enne, ora denunciata, l'uomo l'aveva aggredita entrando in casa di nascosto, colpendola alle spalle e coprendole la testa con una busta di plastica per soffocarla, stringendo con un laccio. A quel punto la donna sarebbe caduta, priva di sensi, per poi essere salvata dal padre, preoccupato per l'assenza e la mancanza di notizie.


L'uomo si è sempre dichiarato estraneo alle accuse di tentato omicidio, violenza privata, minacce e lesioni, fornendo la ricostruzione dei suoi spostamenti nella serata del presunto tentato omicidio. L'alibi è stato riscontrato da testimoni, inoltre la visione dell'impianto di videosorveglianza ha consentito agli investigatori di capire che nel lasso di tempo in cui sarebbe avvenuta la presunta aggressione nessuno era entrato o uscito dal condominio della donna. Ulteriori indagini sono state effettuate sul traffico telefonico, sugli smartphone dei due ex conviventi, sulla dinamica del tentato omicidio apparsa inverosimile soprattutto per le tre ore rimaste con il capo chiuso nella busta di plastica.

Inoltre i capelli, che a suo dire erano stati strappati dall'uomo, risultano tagliati con le forbici perché presentano un taglio netto. Pure la maglia non era stata strappata, come dichiarato, ma erano stati fatti dei fori con uno spillone. Per la polizia e la Procura è stata una messinscena e il movente di questo assurdo gesto andrebbe ricercato nei rancori che la donna nutriva nei confronti del proprio ex compagno, dovuti alla burrascosa conclusione della loro relazione, che aveva comportato dissidi anche per motivi economici. La donna, che viene accusata di calunnia per aver falsamente incolpato il suo ex convivente pur sapendolo innocente, ha presentato richiesta di patteggiamento. Solo grazie alle accurate indagini è stato evitato che un innocente potesse essere condannato a vari anni di reclusione per tentato omicidio.



https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca ... pmy7L.html


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 17695
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 24/07/2020, 19:47 
Per fortuna che sto tipo
Aveva un Alibi di ferro
E la soggetta oltre ad essere sbarellata
Era anche rincoglionita..
Sennò sto poveraccio passava i guai..



_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml
Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no”perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable. Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 20166
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 25/07/2020, 13:43 
vimana131 ha scritto:
Accusa l'ex di tentato omicidio, ma mente: denunciata


Una donna materana di 38 anni è stata denunciata per calunnia dalla polizia per aver falsamente incolpato il suo ex compagno ed ex convivente, 29enne del posto, di averla aggredita e di aver tentato di ucciderla. L'indagine, condotta dalla squadra mobile e coordinata dalla Procura, ha portato all'archiviazione della posizione dell'uomo che era indagato, come atto dovuto, per tentato omicidio dopo la denuncia della donna. Secondo l'accusa della 38enne, ora denunciata, l'uomo l'aveva aggredita entrando in casa di nascosto, colpendola alle spalle e coprendole la testa con una busta di plastica per soffocarla, stringendo con un laccio. A quel punto la donna sarebbe caduta, priva di sensi, per poi essere salvata dal padre, preoccupato per l'assenza e la mancanza di notizie.


L'uomo si è sempre dichiarato estraneo alle accuse di tentato omicidio, violenza privata, minacce e lesioni, fornendo la ricostruzione dei suoi spostamenti nella serata del presunto tentato omicidio. L'alibi è stato riscontrato da testimoni, inoltre la visione dell'impianto di videosorveglianza ha consentito agli investigatori di capire che nel lasso di tempo in cui sarebbe avvenuta la presunta aggressione nessuno era entrato o uscito dal condominio della donna. Ulteriori indagini sono state effettuate sul traffico telefonico, sugli smartphone dei due ex conviventi, sulla dinamica del tentato omicidio apparsa inverosimile soprattutto per le tre ore rimaste con il capo chiuso nella busta di plastica.

Inoltre i capelli, che a suo dire erano stati strappati dall'uomo, risultano tagliati con le forbici perché presentano un taglio netto. Pure la maglia non era stata strappata, come dichiarato, ma erano stati fatti dei fori con uno spillone. Per la polizia e la Procura è stata una messinscena e il movente di questo assurdo gesto andrebbe ricercato nei rancori che la donna nutriva nei confronti del proprio ex compagno, dovuti alla burrascosa conclusione della loro relazione, che aveva comportato dissidi anche per motivi economici. La donna, che viene accusata di calunnia per aver falsamente incolpato il suo ex convivente pur sapendolo innocente, ha presentato richiesta di patteggiamento. Solo grazie alle accurate indagini è stato evitato che un innocente potesse essere condannato a vari anni di reclusione per tentato omicidio.



https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca ... pmy7L.html


Pure scema questa, invitalo da qualche parte e poi simula in modo da avere anche il riscontro dei movimenti no? che babbea



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 17695
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 26/07/2020, 13:07 
infatti.......

se questa era più scafata
con l'andazzo imperante sto tipo era fregato..



_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml
Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no”perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable. Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5104
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 20/09/2020, 17:43 
In Campidoglio si parla di violenza domestica contro gli uomini. E le femministe insorgono

Roma, 20 set – E’ arrivata in Campidoglio la discussione sul fenomeno della violenza domestica subita dagli uomini. Il tema è stato discusso dalla commissione capitolina delle pari opportunità allo scopo di avviare, a partire dalle istituzioni, una cultura del rispetto verso l’altro, a prescindere dal genere. “Taglio” che la consigliera del Lazio Marta Bonafoni, capogruppo della Lista Civica Zingaretti e componente della commissione pari opportunità non ha approvato, dichiarando: “Il Campidoglio, anziché mistificare la realtà indebolendo così il fondamentale impianto culturale che richiede un’assunzione di responsabilità generale di fronte alla violenza di genere, dovrebbe impegnarsi senza sosta per garantire alla nostra città la salvaguardia e l’estensione dei servizi contro la violenza sulle donne nonché delle case delle donne. La sindaca Raggi ascolti l’appello che le donne dei centri sono tornate a rivolgerle anche oggi e tolga immediatamente il Campidoglio da questa ennesima posizione ambigua e pericolosa”. Ma la Bonafoni non apprezza il lavoro di chi lavora contro la discriminazione?
Anche gli uomini sono vittime di violenza domestica

Diventa ogni giorno più evidente che la violenza, psicologica o fisica che sia, non ha sesso, perciò non la si deve (più) considerare un fenomeno esclusivamente vissuto dalle donne. Come ha spiegato la dottoressa Magdalena Giannavola, avvocato penalista intervenuta in commissione, anche gli uomini la subiscono fra le mura domestiche. E i numeri non mentono.

Il fenomeno, però, non ha ancora ricevuto le dovute attenzioni e denunciarlo richiede onestà intellettuale e assenza di strumentalizzazioni perchè questo processo non vanifica il lavoro svolto per debellare il fenomeno della violenza sulle donne, inoltre, correggere il significato di “parità di genere” impedisce alle associazioni che fanno lobby, per lo più interessate agli interessi economici che gravitano intorno ai Cav (centri antiviolenza), di negare all’uomo la posizione di vittima.

Come dichiarato dalla dottoressa Giannavola, l’idea di costituire un “baluardo” dei diritti maschili è nata dall’osservazione di alcuni casi processuali in cui è emersa, in tutta evidenza, una disparità di trattamento mediatica e, soprattutto, giudiziale, nei confronti di uomini vittime di maltrattamenti o di vessazioni di vario tipo da parte delle donne.
“La violenza non ha sesso”

Una posizione condivisa anche dal Movimento femminile per la parità genitoriale che dal 2012 sostiene le ragioni della vera parità, della dignità di tutte le vittime e del diritto dei figli alla bigenitorialita’. Chi lavora con questi obiettivi viene pesantemente attaccato. In questo modo non si tutela nessuna vittima. La violenza va affrontata e contrastata tutta, senza stereotipi, dichiara la Presidente Adriana Tisselli.

Della stessa idea anche Francesca Beneduce prima firmataria della petizione “La violenza non ha sesso” indirizzata al ministro per le Pari opportunità e agli assessori regionali italiani, per chiedere l’adozione di efficaci misure di contrasto alla prassi discriminatoria nei confronti delle vittime maschili di violenza domestica e l’apertura dei centri antiviolenza alla persona e non al genere perché “le istituzioni devono dare risposte erga omnes”.



https://www.ilprimatonazionale.it/crona ... no-168274/


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 17695
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 21/09/2020, 12:17 
una posizione di buon senso..

infatti le femministe fanatiche,
paladine della disparità, a vantaggio loro, si capisce,
non c stanno..

di donne che rovinano uomini,
che poi finiscono a dormire in macchina,
per mantenere la ex moglie e l'amante di lei,
è pieno..

e hanno l'appoggio di magistrati e carta stampata..

moltissime pensano che
si sposano e quindi di fare la pacchia..
ma guai a dirlo..

il marito a sgobbare e loro a rompere i koglioni..
la parità solo quando fa comodo a loro..
sennò disparità..
sempre a loro vantaggio, si capisce..




_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml
Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no”perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable. Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 17695
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 18/10/2020, 18:20 
questa qua?
è matta, quindi niente condanna capitale..


https://www.corriere.it/esteri/20_ottob ... ee1e.shtml

Lisa Montgomery, la prima donna messa a morte in 67 anni negli Usa per l’omicidio di Bobbie Jo Stinnett
Lisa Montgomery sarà sottoposta all’iniezione letale l’8 dicembre. Nel 2004 ha ucciso una signora incinta e ha rapito il neonato. Dal 14 luglio l’amministrazione Trump ha ripreso le esecuzioni federali

Montgomery è stata condannata per un crimine particolarmente efferato: nel dicembre del 2004 si recò a casa di Bobbie Jo Stinnett, in Missouri, con la scusa di voler adottare un cucciolo di cane. «Una volta dentro l’abitazione — si legge in un comunicato stampa del dipartimento di Giustizia — Montgomery attaccò la signore che era incinta di otto mesì e la strangolò fino a farle perdere conoscenza. Poi prese un coltello da cucina per tagliarle l’addome ma Stinnett reagì, le due donne lottarono e Montgomery ebbe la meglio, riuscì a prelevare il neonato e a scappare». Nel 2007 una giuria la condannò a morte. La difesa sostiene che la detenuta merita di vivere perché è malata di mente e ha subito abusi da piccola. «Lisa Montgomery si è dichiarata colpevole e non lascerà mai la prigione in cui è rinchiusa — ha detto il suo legale Kelley Henry — ma ucciderla è una profonda ingiustizia dato il suo passato». Ma tutti gli appelli della donna sono stati respinti.

vallo a dire alla squartata..
ha fatto un cesareo aL VOLO..
come si fa coi capretti o le bestie..

tutto ok, è pazza, abusata, ecc..
quindi niente esecuzione..
la tesi di questi fuori di testa è che i matti, abusati,
possono squartare e fare a pezzi
senza subire le conseguenze del caso..
siamo tutti uguali, ma c'è chi è più uguale..

questa qua finisce siringata perchè ha ammazzato una donna..
se aveva ammazzato un uomo,
sicuramente finiva graziata..

la poveretta pazzerella di testa..

io proprio non capisco questa tesi delirante
che siccome uno ha subito violenza
allora è autorizzato a squartare
il primo poveraccio che passa a tiro..

ma dove sta scritto??

io manderei al gabbio anche gli avvocati di questa qua..

volevo vedere se la squartata era moglie e/o figlia di uno di codesti..


altro che iniezione letale,
la consegnerei all'isis per un trattamento equivalente
a quello riservato alla donna incinta..


e quelle mezze seghe del corriere
c fanno pure un articolo..



_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml
Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no”perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable. Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 20166
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 20/10/2020, 15:09 
non so ma direi che questa storia rientra di diritto nella categoria del maschicidio...

Cita:
Quando un omicidio lo compie un gay (ma non si può dire)

di Giorgio Russo. Tutti ricorderanno la terribile vicenda dell’omicidio di Eleonora Manta e Daniele De Santis, avvenuto a Lecce il 21 settembre per mano di Antonio De Marco, reo confesso. Quest’ultimo per due mesi aveva condiviso con la coppia l’appartamento, da cui poi si era allontanato. Il giorno del delitto, pianificato dall’assassino fin nei minimi dettagli, De Marco è entrato in casa con un duplicato delle chiavi e lì ha compiuto il suo massacro. La sua intenzione, a quanto pare, era di torturare le due vittime prima di ucciderle, per poi ripulire tutto con la candeggina che si era preventivamente procurato. È l’unica parte del duplice omicidio che non è riuscito a realizzare: entrato nell’appartamento, è passato subito all’azione, con una modalità cruentissima, per poi fuggire. Dopo una settimana di indagini, gli inquirenti sono arrivati a lui, e da lì l’epilogo.

È interessante ripercorrere il modo con cui il caso è stato trattato dai media nazionali e dai vari opinionisti, specie sul web. Nell’escludere unanimemente il “delitto passionale”, tutti hanno definito De Marco come un ragazzo “introverso, chiuso, con poche amicizie”. In diversi hanno scavato nella sua vita e la primissima versione è stata che l’impulso omicida fosse scattato a seguito di un alcuni rifiuti ricevuti da parte di alcune ragazze. Su De Marco ha cominciato così ad aleggiare subito l’aura negativa dell’incel, il celibe involontario, quella razza reietta di uomini, giovani e giovanissimi, cui la mancanza di chance sentimentali detterebbe spesso, secondo la nomea che gli è stata costruita addosso, atti sanguinosi ed estremi. Involontariamente lo stesso De Marco ha poi alimentato questa idea quando in fase di interrogatorio ha dichiarato di aver commesso l’omicidio dei due giovani “perché erano troppo felici”. La sua, secondo le interpretazioni che si sono subito diffuse, sarebbe stata quindi una “vendetta” simbolica contro quel mondo femminile che rendeva felici altri e non lui.

Immagine

Insomma, in un modo o nell’altro l’omicidio per mano di De Marco è diventato per tutti una manifestazione di maschilità tossica. Innumerevoli sono stati i siti, blog e le pagine (si vedano alcuni miserabili esempi nell’immagine sotto, ingrandibile con un click) che, per voce di opinionisti/e più o meno famosi/e, tutti/e ascrivibili al più arrembante femminismo nazionale, hanno dato della vicenda questa lettura, che poi si è cristallizzata nell’opinione pubblica, tramite i media, fino a diventare definitiva. Per essa, De Marco ha compiuto il suo massacro in quanto maschio frustrato, un incel invidioso del rapporto affettivo tra le sue due vittime.

Immagine

Sorpresa, ma nemmeno troppo: è falso. Abbiamo ricevuto da fonte certa e affidabile l’informazione che Antonio De Marco è omosessuale: sarebbe stato invaghito di Daniele De Santis e avrebbe agito per gelosia. A riprova, dettagli che non sono trapelati sulla stampa mainstream, c’è il fatto che abbia infierito con il coltello sul viso del ragazzo (quasi a cancellarne la bellezza che tanto lo attirava) ma soprattutto sul ventre e le parti intime di Eleonora Manta, che ha colpito fino a eviscerarla, come sfregio massimo verso la sessualità che gli aveva strappato l’uomo di cui era invaghito.

Sorpresa nella sorpresa (ma nemmeno troppo): tutti sanno che è così, dagli inquirenti ai giornalisti mainstream. Ma nessuno, tranne qualche piccola redazione (e con moltissima prudenza), l’ha detto o scritto. Perché? Chi ci ha informati non ha dubbi: non è gradito, oggi, ascrivere un omicidio così efferato e feroce a una persona omosessuale. Autodisciplina giornalistica, si dice. Ossia siamo alla censura “murgista”, quel misto di cancel culture, femminismo, cultura queer e politicamente corretto che ci ammorba la vita, interiorizzata fino a diventare regola deontologica. E così tocca al sito d’informazione alternativa, ossia a noi de “La fionda”, dire apertamente le cose come stanno. La mascolinità tossica non c’entra nulla, con buona pace delle trombone femministe subito pronte a puntare il dito contro gli incel, condizione nella quasi totalità dei casi in cui si trovano persone eterosessuali. Anzi siamo di fronte al contraltare della maschilità, essendo l’omicida un omosessuale. Non solo: siamo davanti a un tipico “delitto passionale”, e come tale deve essere chiamato, recuperando l’espressione dall’oblio in cui è stato confinato proprio dalle femministe. Ebbene sì, piaccia o no, l’amore, omosessuale o eterosessuale che sia, può prendere deviazioni verso strade oscure e tragiche. Capita di rado, per fortuna, ma capita, e le cose vanno chiamate col loro nome.

Immagine

Ma c’è qualche altra riflessione da fare in più. La prima è: quante altre verità ci vengono nascoste dal sistema mediatico? È una domanda già sorta quando abbiamo svelato il “protocollo Murgia”: molti si sono chiesti quante direttive simili siano in vigore nelle redazioni anche su altri temi (pandemia e immigrazione in primis). Non c’è una risposta alla domanda, ma solo un’ipotesi: molte. E nel caso di Lecce, oltre che nascoste, le verità sono state manipolate per far ricadere la responsabilità virtuale di un delitto su una categoria (gli uomini eterosessuali e gli incel in particolare) in realtà del tutto incolpevole. Ma soprattutto: quanto ha pesato il clima oppressivo e mistificatorio in cui sta avvenendo la discussione sul DDL Zan sulla decisione tacita e condivisa dei media di nascondere l’omosessualità di De Marco e la natura passionale del suo omicidio? Già pullulano le notizie di false aggressioni omofobe, anch’esse a nostro avviso tutt’altro che casuali, non sorprenderebbe dunque scoprire che anche questa ennesima omissione, questo condizionamento calcolato delle coscienze collettive, abbia avuto un’origine politica e propagandistica.

Esageriamo? Noi siamo certi di no. Basti pensare che un articolo come questo, rivelatore della verità dei fatti su una questione di omosessualità, a DDL Zan vigente verrebbe definito omofobo, condannando il suo autore e il gestore del sito al carcere.

Fonte: https://www.lafionda.com/quando-lomicidio-lo-compie-un-gay-ma-non-si-puo-dire/




_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12886
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 20/10/2020, 17:06 
L'Uomo deve avere un gradino in più di importanza verso alle donne (sempre nel rispetto verso di loro si intente), se no andremo contro natura.
Io sono sempre del parere che con questo tipo di società che abbiamo la parità ci porterà alla disgregazione sociale e non lo dico per il fatto che sono Siciliano.


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 17695
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 20/10/2020, 17:56 
Cita:
Ma c’è qualche altra riflessione da fare in più. La prima è: quante altre verità ci vengono nascoste dal sistema mediatico? È una domanda già sorta quando abbiamo svelato il “protocollo Murgia”: molti si sono chiesti quante direttive simili siano in vigore nelle redazioni anche su altri temi (pandemia e immigrazione in primis). Non c’è una risposta alla domanda, ma solo un’ipotesi: molte. E nel caso di Lecce, oltre che nascoste, le verità sono state manipolate per far ricadere la responsabilità virtuale di un delitto su una categoria (gli uomini eterosessuali e gli incel in particolare) in realtà del tutto incolpevole. Ma soprattutto: quanto ha pesato il clima oppressivo e mistificatorio in cui sta avvenendo la discussione sul DDL Zan sulla decisione tacita e condivisa dei media di nascondere l’omosessualità di De Marco e la natura passionale del suo omicidio? Già pullulano le notizie di false aggressioni omofobe, anch’esse a nostro avviso tutt’altro che casuali, non sorprenderebbe dunque scoprire che anche questa ennesima omissione, questo condizionamento calcolato delle coscienze collettive, abbia avuto un’origine politica e propagandistica.

Esageriamo? Noi siamo certi di no. Basti pensare che un articolo come questo, rivelatore della verità dei fatti su una questione di omosessualità, a DDL Zan vigente verrebbe definito omofobo, condannando il suo autore e il gestore del sito al carcere.


viviamo in un mondo immaginario..
corriere e giornaloni c raccontano balle di continuo..
propaganda..
e saremmo in democrazia..

balla anche quella..

psicopatico e gay= è troppo
idem psicopatica e donna..
quindi non si può dire..

i migranti dal corriere sono scomparsi da mesi
taboo
non è dato parlarne..



_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml
Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no”perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable. Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7328
Iscritto il: 30/08/2014, 14:48
 Oggetto del messaggio: Re: MASCHICIDIO: l'Uomo con la clava esiste..ma anche la Don
MessaggioInviato: 20/10/2020, 20:02 
mik.300 ha scritto:

[i]viviamo in un mondo immaginario..
corriere e giornaloni c raccontano balle di continuo..
propaganda..
e saremmo in democrazia..

balla anche quella..


[:264] [:287]



_________________
“Questa crisi, questo disastro [europeo] è artificiale, e in sostanza questo disastro artificiale ha quattro lettere: EURO.”
Joseph Stiglitz
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 452 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 27, 28, 29, 30, 31  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 25/10/2020, 12:02
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org