Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 111
Iscritto il: 25/02/2013, 11:17
Località:
 Oggetto del messaggio: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 18/11/2015, 21:43 
Un saluto, è da un po che non scrivo, seguo il mio desiderio di comunicare
e di comprendere attraverso le eventuali risposte, parlando prima di tutto di alcune esperienze
sotto il cielo stellato di questa estate collegate alla mia evoluzione di consapevolezza e coscienza
che sto vivendo in questo tempo terrestre con altri che stanno compiendo la loro
consciamente o inconsciamente...........

Queste estate ho contemplato molto, a livello di pensiero in generale e a livello di pensiero matematico,
la possibilità della creazione o dell'esistenza di iperspazi in grado di collegare due punti qualsiasi dell'universo
e in grado quindi di compiere un viaggio tra spazi-tempi diversi, anche infinitamente diversi o distanti,
in un attimo.......... Sono giunto a strutture di pensiero (anche di tipo matematico ma mi mancano molti elementi)
che identificano un concetto diverso di spazio-tempo
strutturato su diversi livelli e sulla possibilità di iperspazi che azzerano ogni distanza immaginabile.........
Queste contemplazioni avvenute in meditazione o sulla carta, in alcune giornate estive, sono state seguite da
escursioni notturne sotto il cielo stellato......... E come molte altre volte è già accaduto in passato, dopo aver contemplato
lo sconosciuto sufficentemente a lungo, tali uscite notturne hanno portato all'osservazione di fenomeni anomali nel
cielo stellato. Vi descrivo gli ultimi osservati queste estate appunto.

1) Osservando il cielo percepisco, in uno stato energetico diverso dal normale dovuto a quelle contemplazioni di cui sopra,
una sorta di sagoma scura triangolare che si è mossa silenziosa nel cielo, "permettendomi" di essere vista per
alcuni istanti, scivolando nel cielo notturno, come una sorta di forma schermata che non riflette la luce ma di cui sono
comunque riuscito a scorgerne il movimento per alcuni istanti. In genere quando mi accadono questi fenomeni, la mia energia
psico-fisica vibra ad un livello piu alto; in pratica ho imparato a trasformare il "pensiero elevato" in "sentimenti elevati" che
danno energia al mio corpo.
In seguito ho osservato una specie di sfera luminescente ferma nel cielo per alcuni istanti, non ricordo quanto ora, che poi è
partita con una sorta di accelerazione da ferma verso l'orizzonte. Il fenomeno che ho descritto nell'ultima frase mi è accaduto
anni fa in maniera ancora piu "forte", cioè l'intera dinamica del fenomeno è durata più a lungo.

2) In un altra osservazione, in un altra sera, osservo luci apparire nel cielo e subito dopo scomparire. Osservo una piccola luce
comparire e poi scomparire e poi ne osservo un altra poco dopo, una
sfera piuttosto grande, la osservo dalla cima di una montagna, sembra essere sulla pianura, non la distinguo bene, aggancia la
mia attenzione perchè è grande e ferma nel cielo, sembra sopra la pianura, e da quel punto di solito non ci sono luci cosi grandi
e ferme. Non gli do molta importanza tuttavia, mi volto rispetto ad essa, e poi riguardo il punto di prima, a quel punto osservo
che la luce non c'è piu. A questo punto ho qualche perplessità.

Non sono nuovo di questi fenomeni, ne ho osservati diversi dal 2000 in poi. Qualche anno fa, uno piuttosto forte, dove nel bel mezzo del cielo stellato osservo una luce emergere che si espande per un po (e diventa una sferetta piu grande del solito)
e poi si rimpicciolisce e scompare.
Ci tengo a dire che questi fenomeni appaiono soprattutto quando sono concentrato sull'evoluzione di coscienza e consapevolezza o su un pensiero sconosciuto che trascende l'umanità, la nostra concezioni di noi stessi e dell'universo.........
E' come se le esperienze mi dicessero che se accendi il motore sull'evoluzione di coscienza e consapevolezza, "il cielo risponde"; e naturalmente la frase "il cielo risponde" è interpretabile in mille modi, ognuno darà la sua, ognuno è la sua interpretazione in qualche modo............

Ora come collegare tutto questo al mio futuro o al futuro del mondo, il futuro di tutto e di tutti..........??????
Questa domanda nasce come sempre da quel desiderio dell'anima e dello spirito che sono
di riconoscere e essere se stessi, nel riconoscersi
nell'unità del tutto, nel riconoscere un tutto che si evolve e che in qualche modo tutti siamo.........
Siamo Uno e siamo Tutto, questo è il principio da cui sto riflettendo...................

Viviamo in un tempo di "globalità", di "nodi che vengono al pettine", di punti cruciali del tempo in cui decidiamo il
nostro destino, perchè ogni istante del nostro tempo è anche il potenziale di diversi tempi futuri che possiamo
attivare con la nostra volontà e con il nostro atteggiamento......... E il tempo collettivo futuro che viviamo, in ogni momento
è scritto nell'atteggiamento mentale-emotivo che siamo collettivamente, non solo come razza umana, ma anche come tutto
ciò che agisce su questo pianeta come universo collettivo in cui siamo........

Ora in molti, ad esempio, sono impauriti dal terrorismo di matrice fanatica e ideologica del cosiddetto estremismo islamico,
non comprendendo che quello è un pericolo, ma è soprattutto una facciata che ha dietro individui di potere che perseguono
finalità di potere sul mondo; ma su questo c'è molta confusione perche abbondano le cosiddette tesi complottistiche, ma ci mancano
notevoli informazioni e molte delle informazioni che ci mancano sono proprio su noi stessi, sul chi siamo e sul come possiamo
essere creatori del nostro destino nonostante tutto......... E' ovvio che ci sono complotti su questo pianeta, ma non è affatto
ovvia la piramide del potere che va dal basso verso l'alto e che agisce su questo pianeta, e non è affatto ovvia la conoscenza del
futuro che abbiamo perchè troppo basata su un atteggiamento mentale-emotivo personale.......... La nostra conoscenza di noi stessi e del mondo è ancora troppo personale, e questo secondo me, vale per tutti, anche per i cosiddetti scienziati della scienza
ufficiale o quelli delle scienze non ufficiali; per me è cosi perchè siamo ancora troppo corpo-mente "isolato" nel nostro corpo-mente appunto, negando attraverso il nostro atteggiamento da identità umane, la nostra connessione con tutto cio che esiste, la
nostra possibilita di essere tutto cio che esiste, armonizzandolo con l'unità individuale...........

Quelle esperienze con il cielo sono frutto ad esempio anche della mia volontà tesa a divenire sempre piu oggettivo, dove
l'oggettivo è uno stato d'essere non personale che "abbraccia la totalità", dove possiamo divenire "l'uno e il tutto" con
armonia ed amore, dove l'amore non è altro che il potenziale da cui scaturisce tutta la realtà, non è altro che l'infinito
e indefinito potenziale da cui siamo emersi noi stessi ed emerge tutta la realtà, tutto l'esistente.......... Non si tratta di filosofia
new age, ma di silenzio che emerge dal vuoto e che si radica sempre più nel corpo-mente di un individuo.........
Ed è proprio il silenzio uno degli elementi che sono per noi razza umana il grande sconosciuto............ Consumare
quello sempre più, è contattare nell'universo ciò che corrisponde a quello............ E cosa corrisponde a quello? Tutto
ciò che è evoluzione di consapevolezza e coscienza, consumando uno sconosciuto se stessi e uno sconosciuto universale,
dando alla parola "se stessi" e alla parola "universale" nuovo significato rispetto quello che abbiamo ora...........

E questo sconosciuto viene da ovunque dall'universo e se siamo evoluzione di coscienza e consapevolezza attraverso il consumare sconosciuto, se siamo evoluzione nell'evolverci verso l'uno e il tutto in armonia con noi stessi e tutto, allora arriveranno a noi esperienze equivalenti dall'universo...............

Un caro saluto a tutti.
Pierluigi Scabini


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 111
Iscritto il: 25/02/2013, 11:17
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 28/11/2015, 23:33 
Viviamo tempi difficili ma vale la pena affrontare uno sconosciuto noi stessi e uno sconosciuto universo
per evolvere noi stessi, il mondo, l'universo stesso.......

Dal mio punto di vista non esiste semplicemente la realtà, essa è intrinsecamente combinata con l'osservatore
che la osserva. Quindi penso che la consapevolezza complessiva dell'osservatore determina la sua realtà
presente e determina il suo presente-futuro, cioè i suoi potenziali destini. Noi scriviamo il nostro destino con
la consapevolezza che siamo.

Per avere esperienze sconosciute, per interagire con lo sconosciuto, per creare esperienze sconosciute alla conoscenza
umana, come ad esempio un interazione con una civiltà evoluta di coscienza, è necessario incorporare in noi stessi
una consapevolezza dello sconosciuto, che sia consapevolezza di uno sconosciuto noi stessi che vogliamo divenire,
(molto molto più evoluto di quello che siamo attualmente), che sia una consapevolezza dello sconosciuto oltre la nostra conoscenza, che sia una consapevolezza dello sconosciuto in generale oltre tutto quello che possiamo definire conoscenza............

In sostanza per avere un esperienza con lo sconosciuto bisogna esserlo lo sconosciuto.............

Volevo dire che le esperienze di cui sopra ho parlato, ritengo mi siano accadute ( e continuano ad accadermi ), semplicemente
perchè ho incorporato in me stesso una consapevolezza dello sconosciuto, a diversi livelli, per quello che riguarda me stesso,
e l'universo stesso. Ho scelto semplicemente l'evoluzione di coscienza, un evoluzione continua di pensiero, sentimenti, esperienze
che sta accadendo sempre più, che ingloba in me stesso una consapevolezza dell'infinito sconosciuto sempre piu grande...........
Un evoluzione che è trasfigurazione di me stesso in un essere universale............., e questo è uno sconosciuto infinito.
E tutti siamo in potenza questo essere universale, tutti lo siamo, è il nostro grande sconosciuto di cui non siamo consapevoli.
E divenire consapevoli di uno sconosciuto essere universale che possiamo divenire, in cui possiamo evolverci,
attrae esperienze sconosciute con l'universo.

Ora cosa voglio dire? Voglio dire semplicemente che se scegliete di essere il vostro essere infinito nell'unità con tutto ciò
esiste, in relazione con tutto cio che esiste, questo può divenire in voi stessi una profonda consapevolezza sconosciuta con
cui attrarrete a voi esperienze con l'universo oltre l'esperienza umana conosciuta............ E non ci sono confini, perchè in verità
siamo infinito, creatori che possono creare uno sconosciuto destino universale, è la nostra vera natura di consumatori
di sconosciuto che è sempre li, ma che abbiamo dimenticato attraverso il dramma umano. Ma possiamo ritrovare noi stessi,
affrontare il dramma umano, e ricrearci scegliendo di essere l'essere universale che siamo...........

Che la gioia e la libertà infinita siano con voi, se non è con voi è distante solo un pensiero.......


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 111
Iscritto il: 25/02/2013, 11:17
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 23/07/2016, 20:06 
Un saluto a tutti.
Torno a queste pagine per condividere alcune esperienze con il cielo e una comprensione ed una esperienza che penso riguarda l’evoluzione umana verso una vita che superi per sempre e sempre il dramma umano e ci proietti in una nuova vita universale.
Voglio ripetere l’idea per me fondamentale che il CONTATTO CON UNA CIVILTA EVOLUTA DI COSCIENZA che abbia superato le distanze interstellari, è una questione che non riguarda il nostro impegno a un contatto ufologico ma il nostro impegno a EVOLVERE LA NOSTRA COSCIENZA E CONSAPEVOLEZZA per ampliare la nostra conoscenza ed esperienza a un livello universale. Non si tratta di new age, ma di possibilità che sono gia codificate nel nostro cervello, che fanno parte di noi stessi, della nostra natura spirituale ad un livello che ancora non comprendiamo.
Lo spirituale è semplicemente la natura della realtà, la natura della realtà quantistica, la comprensione che sta alla base di tutto l’esistente compreso la nostra esistenza, la natura della materia stessa, la comprensione di come il pensiero diventa luce o campo vibrazionale, di come il campo vibrazionale diventa quanto o particella e di come i qunti o particella diventano materia. Lo spirituale riguarda una nuova comprensione dove ogni dimensione spazio-temporale viene osservata a diversi livelli di spazio-tempo, da quelli “più vicini” alla totalità del PENSIERO INDEFINIBILE (PUNTO ZERO), a quelli “più lontani” ad esso. Le leggi fisiche sono molto importanti ma sono semplicemente un derivato di consapevolezza ed energia, i principi che stanno alla base di tutto.
E’ solo un pizzico della mia comprensione per far capire da dove sono nate le mie esperienze stesse di cui voglio parlarvi un poco perché penso che siamo tutti esseri spirituali che vivono in un corpo e che abbisognano di evoluzione di consapevolezza ed energia. E questo è importante soprattutto in questo tempo, in cui diversi potenziali evolutivi si accavallano e si intrecciano, in cui la possibilità di un CONTATTO CON UNA CIVILTA’ MOLTO PIU EVOLUTA DI CONSAPEVOLEZZA ED ENERGIA RISPETTO A NOI, grazie alla volontà che alcuni esseri umani agiscano su se stessi e sul mondo per evolvere la loro coscienza e consapevolezza (contribuendo all’evoluzione della consapevolezza del mondo) come loro priorità esistenziale, può portare a un NUOVO TEMPO E UNA NUOVA COSCIENZA PER L’UMANITA’, legato all’idea di una vita che non ha fine per tutti e che sia evoluzione di consapevolezza, pensiero, esperienza, sentimenti per sempre e sempre. Gioia e Libertà infinita, per dirla in breve, per tutti……….. Ma questo non verrò ne da governi, ne da quella parte di umanità che è legata ai pensieri ed emozioni umani dei primi tre centri di energia dell’essere umano: 1) istinti sessuali e riproduzione, 2) sopravvivenza, dolore, sofferenza, riproduzione, 3) potere. Questo lo ripetiamo da millenni, è la nostra matrix che continuiamo a ripetere.
Sono coloro che vogliono uscire da questo e lo vogliono veramente per abbracciare la LIBERTA E L’AMORE ILLIMITATO, PURO DIO SE PREFERITE, che possono rigenerare se stessi e l’umanità; e se questa volontà è forte, genera le ESPERIENZE EVOLUTIVE NECESSARIE E TRA QUESTE ESPERIENZE CI PUO ESSERE IL CONTATTO CON CIVILTA’ EVOLUTA DI CONSAPEVOLEZZA, MOLTO PIU EVOLUTA RISPETTO A NOI che già vive e sperimenta a livello universale………….
Tutto dovrebbe essere compreso in un contesto di ASCENSIONE A VITA UNIVERSALE ILLIMITATA, ma andiamo piano perché queste parole assumono senso solo quando sono sperimentate in prima persona. La conoscenza non è semplicemente filosofia e nemmeno solo esperienza attraverso un metodo scientifico, secondo me è evoluzione di pensiero, sentimento, esperienza osservata consapevolmente attraverso l’OSSERVATORE che siamo. E l’OSSERVATORE che siamo non è nel nostro corpo, ma dentro e fuori dal corpo nello spirituale che siamo, cioè nella natura della nostra realtà fisica ed è contemporaneamente definibile, conoscibile, indefinibile, inconoscibile (potenzialmente conoscibile), osservato e infinitamente sconosciuto oltre l’osservato, etc……………
Tutto è contemporaneamente definibile e indefinibile nello stesso tempo, ma siamo troppo centrati sui 5 sensi e sul definibile per accettarlo a piene mani………

Veniamo alle esperienze ultime con il cielo, ormai penso siano legate alla mia evoluzione di coscienza e mi auguro di stimolare l’evoluzione di coscienza di chi legge.

Nel mese di luglio, fino ad ora, sono salito su una montagna delle mie parti, alta circa 1500 metri per due volte. Dopo aver innalzato la mia energia fisica attraverso sentimenti di beatitudine generati attraverso un pensiero-sogno che riguarda un mio futuro di vita illimitata universale che impatti sull’evoluzione umana, per stimolarla a una nuova umanità universale, ho osservato all’orizzonte luci intense che sono rimaste ferme nel cielo fisse per un po' di tempo, qualche minuto direi, poi si sono allontanate e sono scomparse all’orizzonte.
La prima volta una luce sferica, la seconda volta una luce sferica che è divenuta piramidale, simbolo che uso spesso nei miei sogni e nelle mie visioni che generano energia di beatitudine nel mio corpo. Luci ferme nel cielo all’orizzonte per un po di tempo, qualche minuto, che poi si allontanano e scompaiono.
Queste esperienze come di luci nel cielo, come molte altre che riguardano una realtà oltre quella umana conosciuta proseguono da diverso tempo; ormai per me è chiaro che riguardano la mia evoluzione di consapevolezza ed energia che vivo direttamente su me stesso. I pensieri evolvono, i sentimenti evolvono, le esperienze evolvono, la propria natura energetica fisica e spirituale evolve………..
Questa è UNA POSSIBILTA PER TUTTI VERSO UNA VITA ILLIMITATA UNIVERSALE MA SERVE SCELTA DI CAMBIAMENTO DI SE STESSI VERSO QUESTA VITA………………… E’ una vita che abbraccia L’AMORE UNIVERSALE COME NESSUNA FILOSOFIA O CULTURA SULLA TERRA LO CONOSCE………….

Un caro saluto e buona evoluzione di consapevolezza ed energia a tutti……………….


Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 658
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 24/07/2016, 15:09 
Pierluigi Scabini ha scritto:
..
Questa è UNA POSSIBILTA PER TUTTI VERSO UNA VITA ILLIMITATA UNIVERSALE MA SERVE SCELTA DI CAMBIAMENTO DI SE STESSI VERSO QUESTA VITA………………… E’ una vita che abbraccia L’AMORE UNIVERSALE COME NESSUNA FILOSOFIA O CULTURA SULLA TERRA LO CONOSCE………….

Un caro saluto e buona evoluzione di consapevolezza ed energia a tutti……………….


Ciao Pierluigi,bentornato,
volevo chiederti cosa intendi per "amore universale"?
È uno stato particolare dell'essere o una sorta di emozione "incontrollata" che prende sopravvento sull'essere stesso e determina l'amare tutti/o a prescindere?



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40631
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 24/07/2016, 16:19 
rew63 ha scritto:
Pierluigi Scabini ha scritto:
..
Questa è UNA POSSIBILTA PER TUTTI VERSO UNA VITA ILLIMITATA UNIVERSALE MA SERVE SCELTA DI CAMBIAMENTO DI SE STESSI VERSO QUESTA VITA………………… E’ una vita che abbraccia L’AMORE UNIVERSALE COME NESSUNA FILOSOFIA O CULTURA SULLA TERRA LO CONOSCE………….

Un caro saluto e buona evoluzione di consapevolezza ed energia a tutti……………….


Ciao Pierluigi,bentornato,
volevo chiederti cosa intendi per "amore universale"?
È uno stato particolare dell'essere o una sorta di emozione "incontrollata" che prende sopravvento sull'essere stesso e determina l'amare tutti/o a prescindere?

Le esistenze di ognuno di noi, vita dopo vita, sono "percorsi" individuali (o anche collettivi) che non possiamo evitare di effettuare. Anche i percorsi sbagliati, o duri, o privi di bellezza o dignità, violenti, apparentemente inutili e/o disastrosi, fanno parte del nostro bagaglio di esperienze e del nostro divenire. Nostro come comunità umana e quindi "universale" perchè abbraccia tutti e tutto. Quei percorsi ci appartengono - come fosse parte imprescindibile, direttamente o indirettamente, della nostra esistenza e della nostra memoria - al punto che possiamo imparare ad "amarli". Comprendere tutti i percorsi, vuol dire comprendere le ragioni di ognuno... e quindi amare ciò che siamo stati (quando non eravamo pronti per capire o "inconsapevoli"), amare ciò che siamo (quindi effettuare un cambiamento interiore secondo il qui e ora) ed amare ciò che saremo, comunque vadano le cose. E' da questo punto di vista, tra l'altro, che si può parlare "a prescindere". Ma cosa fa scattare questa molla? Il fatto di essere, o divenire, consapevoli che tutto ciò che si trova al di fuori dell'Amore (infinito o universale che sia), oltre ad essere una pia illusione, è qualcosa che vive nella separazione, nell'odio e nella negazione della bellezza di tutto ciò che esiste. Cioè qualcosa che compone quella porzione di esistenza/esperienza che dobbiamo necessariamente lasciare alle spalle, perchè è arrivato il momento di andare oltre.

Questa la chiamate "new age"? Questo è un'etichetta fuorviante alla quale si dà un valore negativo "a prescindere" (in questo caso sì, possiamo dirlo).
Io la chiamerei, più semplicemente, logica e buon senso.



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 111
Iscritto il: 25/02/2013, 11:17
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 24/07/2016, 20:01 
Grazie delle vostre risposte.
Condivido il pensiero di Thethirdeye e provo ad aggiungere qualcosa rispondendo anche alle
domande di rew63.

Penso che l'amore universale inizi con la comprensione dell'unità del tutto e un sentimento di questa comprensione,
un sentimento profondo che quando non è presente sei radicato in un un profondo silenzio
che ti dà la la chiara percezione della consapevolezza del tutto.......... E' uno stato di coscienza
e inzia proprio col amare noi stessi nel "negativo" e nel "positivo" e nel capire l'importanza dell'imparare
ad amare tutti nel "negativo" e nel "positivo".......... Proprio perchè l'amore universale che è qualcosa che siamo,
ne siamo semplicemente "separati" nel nostro dramma umano. Tutto cio che siamo in 1) istinti e riproduzione
2) sopravvivenza e riproduzione 3) potere, e in tutte le emozioni ad esse connesse sono parte del nostro dramma umano,
non sono ne buone ne cattive, sono quello che sono e basta, ma sono anche cio che ci tengono separati
da un unità del tutto vissuta in consapevolezza e coscienza ed armonia.........

Cio che siamo come esseri umani è nell'unità del tutto, ma cio che siamo come esseri umani è anche cio che non ci
permette l'unita del tutto vissuta con consapevolezza ed armonia......... Tuttavia la nostra umanità è anche il cammino che
dobbiamo fare, vita dopo vita fino ad arrivare ad un punto di compresnione in cui riconosciamo colui/colei che genera l'intero dramma........ Può essere anche in questo momento ma dipende da noi........ Il nostro vero sè per cosi dire, il nostro spirito/anima per cosi dire, la consapevolezza ed energia che siamo,
l'osservatore che siamo e attraverso cui possiamo rigenerare il nostro corpo a una vita universale e nell'unità del tutto consapevolmente e in armonia...........

L'amore universale non è un emozione incontrollata, al punto della mia evoluzione è un sentimento di beatitudine e profondo silenzio che espande la consapevolezza alla coscienza del mio vero sè, in cui sono collegato a tutto cio che esiste, cioè il mio essere l'unità del tutto............ E questo è per chiunque, chiunque ha un vero sè in cui è collegato all'unità del tutto.........
E tutte le esperienze, in positivo o in negativo, sono servite per arrivare a questa consapevolezza. Quindi amo tutta la vita che ho avuto in positivo e in negativo.............. Certo ci sono ancora alcune cose umane, emozioni umane che non sono ancora completamente trasfomate in amore universale, ma la mia trasmutazione è sul mio cammino.........

E' che la NOSTRA EVOLUZIONE DI COSCIENZA A MOLTO A CHE FARE CON IL CONTATTO CON CIVILTA EVOLUTE DI COSCIENZA E FIN CHE QUESTA NON AVVERRA', E NON AVRA' SUPERATO UN CERTA SOGLIA (SOGLIA DI CUI NON SONO MOLTO CONSAPEVOLE), QUESTO CONTATTO DIFFICILMENTE AVVERRA'................ Continuiamo a interpretare l'universo con una matematica ed una fisica in cui l'unità del tutto non è concepita, ma questa è solo la nostra conoscenza............

E nell'unità del tutto, una galassia a 100 milioni di anni luce o 40000 anni fà, sono a un "palmo dal nostro naso".........


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2731
Iscritto il: 17/01/2012, 17:31
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 24/07/2016, 22:42 
io ci ho provato, nel senso sento di essere a un buon punto evolutivo della coscienza, ho lavorato molto in questi anni sul pensiero evolutivo ma alla fine qualcosa mi ferma sempre. mi sono accorto che mi resta difficile lasciare le cose materiali e alcuni istinti.


Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 658
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 25/07/2016, 10:55 
Pierluigi Scabini ha scritto:
L'amore universale non è un emozione incontrollata, al punto della mia evoluzione è un sentimento di beatitudine e profondo silenzio che espande la consapevolezza alla coscienza del mio vero sè, in cui sono collegato a tutto cio che esiste, cioè il mio essere l'unità del tutto............
la NOSTRA EVOLUZIONE DI COSCIENZA A MOLTO A CHE FARE CON IL CONTATTO CON CIVILTA EVOLUTE DI COSCIENZA



Ed è proprio il "collegamento" con questo fantomatico "tutto" che dà da pensare
Appartenere a qualcosa o qualcuno senza prima comprenderne il vero volto,senza capire prima le intenzioni,il fine,non ha su di me nessun richiamo
Abbandonarsi nello stato di beatitudine,felicità,provocati dall'abbraccio con questo uni-verso,la mia coscienza oppone un rifiuto,
il mio intuito dice:Aspetta,"non è tutto oro quello che luccica"
In una mia esperienza avevo descritto lo stesso stato di cui tu parli,"emozione" mai provata prima,qualcosa di indescrivibile,
,per certi versi scioccante, ma questo stato era mio o provocato dall'entità con cui parlavo?
Io credo sia stato indotto dall'entità,ha creato un tale stato affinché io mi "fidassi",non opponessi alcuna resistenza,perchè?
Forse perchè in uno "stato normale" sicuramente avrei reagito diversamente,forse l'avrei aggredita?,
Quello stato di cui parli devo essere io a "provocarlo" e gestirlo,non l'abbraccio con una "forza esterna",di cui non so nulla,non conosco le intenzioni
Essere "manipolati" diventa facile, un'emozione come quella descritta provoca e induce a credere a qualsiasi cosa,è bello lasciarsi andare a tale stato,
tutto si spegne,nessun "dolore",tutto si "dimentica"la vita stessa non ha alcun significato,pur di rimanere in quello stato faremmo qualsiasi cosa
Non essendo "presenti" e non potendo "osservare" a che serve tale stato?
Noi non conosciamo il vero scopo del creatore di questa realtà



Cita:
Fui umano un tempo ,ho sofferto e patito, quindi so bene cosa sia l'umanità,non hai bisogno di parlarmi del tuo profondo dolore,ne descrivermi le tue grandi pene, perché anch'io come te sono stato "uomo"


Questa frase è tratta da una "chiacchierata" che alcuni conoscenti hanno avuto con ...........Qui si parla di compassione
Seconde me è sbagliato il sostantivo ,Amore.
Amore ormai è inflazionato,abusato,sfruttato,ha perso quella forza quella potenza che un tempo era propria.



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2731
Iscritto il: 17/01/2012, 17:31
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 25/07/2016, 12:10 
rew63 ha scritto:
Pierluigi Scabini ha scritto:
L'amore universale non è un emozione incontrollata, al punto della mia evoluzione è un sentimento di beatitudine e profondo silenzio che espande la consapevolezza alla coscienza del mio vero sè, in cui sono collegato a tutto cio che esiste, cioè il mio essere l'unità del tutto............
la NOSTRA EVOLUZIONE DI COSCIENZA A MOLTO A CHE FARE CON IL CONTATTO CON CIVILTA EVOLUTE DI COSCIENZA



Ed è proprio il "collegamento" con questo fantomatico "tutto" che dà da pensare
Appartenere a qualcosa o qualcuno senza prima comprenderne il vero volto,senza capire prima le intenzioni,il fine,non ha su di me nessun richiamo
Abbandonarsi nello stato di beatitudine,felicità,provocati dall'abbraccio con questo uni-verso,la mia coscienza oppone un rifiuto,
il mio intuito dice:Aspetta,"non è tutto oro quello che luccica"
In una mia esperienza avevo descritto lo stesso stato di cui tu parli,"emozione" mai provata prima,qualcosa di indescrivibile,
,per certi versi scioccante, ma questo stato era mio o provocato dall'entità con cui parlavo?
Io credo sia stato indotto dall'entità,ha creato un tale stato affinché io mi "fidassi",non opponessi alcuna resistenza,perchè?
Forse perchè in uno "stato normale" sicuramente avrei reagito diversamente,forse l'avrei aggredita?,
Quello stato di cui parli devo essere io a "provocarlo" e gestirlo,non l'abbraccio con una "forza esterna",di cui non so nulla,non conosco le intenzioni
Essere "manipolati" diventa facile, un'emozione come quella descritta provoca e induce a credere a qualsiasi cosa,è bello lasciarsi andare a tale stato,
tutto si spegne,nessun "dolore",tutto si "dimentica"la vita stessa non ha alcun significato,pur di rimanere in quello stato faremmo qualsiasi cosa
Non essendo "presenti" e non potendo "osservare" a che serve tale stato?
Noi non conosciamo il vero scopo del creatore di questa realtà



Cita:
Fui umano un tempo ,ho sofferto e patito, quindi so bene cosa sia l'umanità,non hai bisogno di parlarmi del tuo profondo dolore,ne descrivermi le tue grandi pene, perché anch'io come te sono stato "uomo"


Questa frase è tratta da una "chiacchierata" che alcuni conoscenti hanno avuto con ...........Qui si parla di compassione
Seconde me è sbagliato il sostantivo ,Amore.
Amore ormai è inflazionato,abusato,sfruttato,ha perso quella forza quella potenza che un tempo era propria.


con che entità avevano parlato?


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 111
Iscritto il: 25/02/2013, 11:17
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 25/07/2016, 22:39 
Provo a rispondere con molta cautela perché ormai mi rendo conto che ogni essere umano è creatore della sua realtà interiore ed esterna; ma per rendersi conto di questo, rendersi veramente conto di questo è un percorso di consapevolezza, pensieri, sentimenti, esperienze, uno stato di coscienza da “conquistare” a volte, a meno che non sia innato, come uno scalatore “conquista” un alta montagna…………..
Quando parlo di tutto e di connessione, non parlo certo di un “tutto come intelligenza manipolatoria”.
La mia coscienza del tutto me la sono conquistata giorno dopo giorno in questa vita, con studio tanto studio, con l’esercizio di tanta contemplazione, e con l’imparare ad essere osservatore al di la di quello che è il mio corpo-mente, con l’imparare il profondo silenzio dell’osservatore SENZA ALCUN SENTIMENTO…………. Ho osservato a lungo la natura ad esempio, cieli stellati, tramonti, albe, l’ho sempre fatto, ascoltare molto anche i suoni della natura, osservare a lungo il vuoto tra le stelle, etc., e questo crea uno stato di coscienza, il mio è stato uno stato di coscienza di infinita libertà…………. E l’unitò del tutto, arrivare alla sua coscienza, non significa affatto abbandonarsi a una sorta di emozione in cui viene ridottta la coscienza. Il sentimento di beatitudine che vivo deriva dal fatto di aver fatto sogni sconfinati di libertò e creativitò universale, di aver sognato un futuro per me stesso che è illimitata conoscenza, illimitata libertò, illimitato amore, essere UNO E ESSERE TUTTO, etc., e questo sogno interiore ad occhi aperti alla lunga a portato nel mio corpo sentimenti di beatitudine che hanno espanso la mia coscienza di me stesso e dell’universo, che hanno sostenuto e ampliato il silenzio dell’osservatore, che mi hanno portato a STATI DI SILENZIO sempre piu profondi in cui la mia liberta di coscienza è aumentata enormemente…….. Ed è aumentata la mia capacitò di trasformare il mio pensiero in emozioni nel mio corpo e in sentimenti nell’anima.
Quando parlo di abbracciare il tutto non intendo di farsi manipolare da una entità aliena o di questa terra
o da un creatore manipolatorio; se questo è accaduto a qualcuno, quello dovrebbe essere compreso, comprendendo se stessi in quella realtà, comprendendo cosa in noi stessi ci ha portato a questo per cambiare noi stessi a un tale punto di libertà che niente e nessuno potrà più manipolarci.
Il nostro io è fatto da diversi livelli di io; tutti abbiamo un io spirituale che è un io-tutto e può stare in armonia con il nostro io-individuo quando scegliamo pienamente l’Amore, senza voler definire cosa è l’Amore……….. L’io-individuo a livello spirituale è semplicemente il libero arbitrio e sta in armonia con l’io-tutto se scegliamo l’amore. Se l’io-individuale sceglie il potere, ciò che definiamo tutto, eternitò, etc., lo permette, in quanto il tutto che conosco io è INFINITO PERMETTERE………….. Ed è uno stato di consapevolezza, il tutto di per sé non visualizzabile, è identificabile nel nulla, nel vuoto, ma non è visualizzabile. Il nostro io-tutto è quella parte spirituale di noi stessi che è collegamento con tutto cio che esiste e in qualche modo è tutto ciò che esiste e che coesiste con il nostro io-individuale o libero arbitrio, con cui possiamo esprimere il tutto o interpretare il tutto o esistere o vivere come vogliamo, come scegliamo…… Noi abbiamo la possibilità di prendere un qualunque pensiero dalla totalità del pensiero conosciuto e sconosciuto e portarlo nel nostro corpo come sentimento e manifestarlo nella realta come nostra realtà. Siamo creatori che possono creare una qualunque realta che vogliono ma abbiamo dimenticato come farlo. E continuamente creiamo la nostra realta in modo inconsapevole, questo facciamo su questo bel pianeta. E naturalmente proprio perche siamo immersi nella nostra inconsapevolezza o incoscienza, proprio perche creiamo inconsapevolmente, proprio perche continuiamo a esprimere atteggiamenti o pensieri di vittimismo o tirannia, potere, odio, sopravvivenza, dolore, sofferenza, riproduzione, istinti animali, etc., etc., etc., tutta l’umanita dei primi tre centri di energia che ho citato nei miei post precedenti,, siamo molto manipolabili.

Io volevo semplicemente porre l’attenzione che le CIVILTA EVOLUTE DI COSCIENZA, e quelle evolute non sono certo quelle che vengono qui con intenzioni manipolatorie o conquistatrici, possono contattarci se scegliamo di evolvere la nostra coscienza come prioritò della nostra esistenza. E volevo stimolare questo dando qualche spunto della mia esperienza che mi rendo conto si sta evolvendo sempre più, grazie alla mia volontò.
Certo anche io ho emozioni umane che sembra a volte non riesco a lasciar andare, ma il continuo focus su questo mio io-futuro di consapevolezza universale, amore universale e vita universale, sogno di questa vita,
illimitata conoscenza, liberta e esperienza, e sognare questa illimitatezza anche per tutta l’umanità, questa continua attenzione a quello che sono e alla volontà di trasmutare me stesso, sta portando i suoi risultati……….. E in questo sogno infinito metto pure il sogno di un umanitò che rigenera se stessa nell’amore universale e in una VITA DI ILLIMITATA LIBERTA, CONOSCENZA, ESPERIENZA UNIVERSALE………
E questo mi porta a una mia vita cosi, l’umanitò lo realizza se lo sceglie, il mio sogno impatta su di me e impatta come proposta a tutti; ma le proposte si possono rifiutare e questo lo accetto perché amo la liberta di tutti e di tutto…………..


Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Non connesso


Messaggi: 658
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 26/07/2016, 10:23 
Pierluigi Scabini ha scritto:
La mia coscienza del tutto me la sono conquistata giorno dopo giorno in questa vita, con studio tanto studio, con l’esercizio di tanta contemplazione, e con l’imparare ad essere osservatore al di la di quello che è il mio corpo-mente, con l’imparare il profondo silenzio dell’osservatore SENZA ALCUN SENTIMENTO…………. Ho osservato a lungo la natura ad esempio, cieli stellati, tramonti, albe, l’ho sempre fatto, ascoltare molto anche i suoni della natura, osservare a lungo il vuoto tra le stelle, etc., e questo crea uno stato di coscienza, il mio è stato uno stato di coscienza di infinita libertà…………. E l’unità del tutto,



"L'osservatore" non esprime giudizi,non ha sentimenti,è ferreo e incorruttibile,la sua funzione è solo osservare senza giudicare
Ma questo "osservatore" non nasce dal "caso", ne per volontà divina,è dovuto a un processo "alchemico" frutto di un lavoro su se stessi
Un lavoro che può durare anni,addirittura tutta la vita


Nel tuo caso l'osservazione si limita al "creato",natura,stelle,universo e tutto ciò che sta dentro il creato,quindi questo "tutto" abbraccia solo questa "dimensione"
Nell'osservare ti sei chiesto perchè provoca in te questo senso di abbandono e unità a questo creato?
Identificarsi in qualcosa o in qualcuno non è mai bene,divieni parte di quel qualcosa perdendo parte della tua identità e volontà che a fatica
hai conquistato


Con questo non voglio sminuire/criticare il tuo lavoro,giammai,ognuno di noi segue la propria strada o quella da cui subiamo il "fascino"



_________________
Credi veramente di essere un agglomerato di atomi tenuto insieme dalla forza di gravità?
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 111
Iscritto il: 25/02/2013, 11:17
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 18/08/2016, 17:29 
L'osservatore è uno stato di consapevolezza e di coscienza privo di sentimenti e di emozioni che si radica con
le radici dell'esistenza. E' qualcosa di indefinibile e la sua realizzazione passa attraverso un processo di trasfigurazione,
un processo alchemico di se stessi che ci porta in questo stato. Non esiste una definzione di Osservatore, è uno stato
di consapevolezza da vivere che si conquista con l'evoluzione di coscienza. E soprattutto non esiste uno stato di consapevolezza ultimo in cui identificare l'Osservatore. NON SI FINISCE MAI DI EVOLVERSI COME OSSERVATORI.................

Per me l'Osservatore non è solo osservazione passiva della realtà senza alcun atteggiamento emotivo che si radica nelle
radici spirituali della propria esistenza e dell'intera esistenza; questo è un aspetto importante, ma l'Osservatore è anche Creatore e questo l'hanno incominciato a capire i fisici quantistici della scuola di cophenaghen fine anni 20 secolo scorso.

La fisica quantistica o la fisica olografica che rivoluzionerebbe il mondo e che mette in relazione intima Osservatore e Osservato e dalla quale si puo imparare l'universo come infiniti possibili universi da sciegliere come Osservatore attraverso la contemplazione, non è molto divulgata ma esiste, ed a mio avviso sperimentabile su se stessi. E' DA PIU DI DIECI HANNI CHE LA SPERIMENTO SU ME STESSO. Ed è questa fisica che conosco un pochino, e che tuttavia riconosco di avere ancora un infinità di cose da imparare (esiste sempre un infinito sconosciuto), e l'Osservazione della mia esperienza che mi porta a dire che l'Osservatore è anche Creatore.

Per me rew63 l'unica dimensione non è affatto l'Osservato dei 5 sensi come mi sembra hai detto nel tuo ultimo post; quello che intendevo io è che un osservazione attenta, profonda, spirituale, SOPRATTUTTO SILENZIOSA NELLA MENTE, di questa realtà da 5 sensi, può portarti a connetterti con una vastità molto più ampia di universo che può permetterci esperienze che trascendono questa realtà da 5 sensi.............

Propongo la "poesia" dal titolo "Il mondo e il domani e una nuova possibilità per tutti" che ho scritto nel dicembre del 2007 per spiegare l'Osservatore come Creatore:

http://scienza-misteri.forumattivo.com/ ... ell-essere

Dovete scorrere la pagina del link che ho inviato fino a raggiungere la poesia.
La pagina vi dovrebbe chiedere attraverso una mascherina una password, ma potete saltarla cliccando l’ultimo tasto a destra mi sembra. Io faccio cosi almeno.
Comunque esistono diverse letture che parlano dell’Osservatore nel suo essere anche effetto Creatore.
E i sentimenti propri dell’Osservatore sono proprio quelli dell’Amore Incondizionato e della Creatività; cioè quelli che creano un ALLINEAMENTO tra Osservatore e Personalità mentre la personalità corpo-mente umana è in genere separata dall’Osservatore che siamo.
Siamo sia un Io-Osservatore che un Io-corpo-mente, il punto è integrarli in armonia e integrarli in maniera tale da essere Creatori ma la consapevolezza umana è molto radicata in una personalità corpo-mente separata dal suo essere Osservatore. E qui si apre un libro infinito se volete……………….


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 111
Iscritto il: 25/02/2013, 11:17
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 08/11/2016, 20:39 
Sono qui come tutti noi in questo momento che precede le elezioni americane del "nuovo" presidente; e suppongo, come a molti, mi pare
di vivere un momento buio della storia dell'umanità. Voglio buttare una "manciata di luce" raccontando questa esperienza avvenuta verso fine agosto
di quest'anno. Ricordiamoci sempre che c'è sempre un oltre............

Salgo sul monte vicino a casa mia in collina, dove ho gia avuto esperienze di fenomeni luminosi.
Fenomeni che ormai mi rendo conto siano legati alla mia evoluzione di consapevolezza combinata alla mia evoluzione
energetica. E mi rendo conto come ALZARE LE PROPRIE ENERGIE permette di fare accadere fenomeni nella realtà che ci dicono
che siamo i creatori della realtà.

Arrivo sul monte e come al solito inizio una contemplazione intensa dell'ignoto, dello sconosiuto, dell'infinito che sono e siamo,
etc., sotto il
cielo stellato, alternando la contemplazione alla percezione del silenzio nella mente stessa, silenzio che diventa tale dentro di me
e all'esterno di me.......... Continuando in questo modo alzo la mia energia, attivo la cosiddetta kundalini e sale fino alla testa
aprendo centri celebrali come la pineale e l'ipofisi; sono ghiandole che devono essere aperte e attivate per avere una evoluzione
dello spirito e del corpo dello spirito dell'essere umano. E quando l'energia è alta in termini di frequenza, piu alta del solito,
bella potente e forte in me, li sotto le stelle spesso accadono fenomeni luminosi non comuni.
In quella serata, il fenomeno bello è stata l'apparizione nel mezzo del cielo sopra di me di una luce che è emErsa dal vuoto e dopo poco
è scomparsa....... Lo vista apparire e poi scomparire. Fenomeni analoghi mi sono accaduti diverse volte negli ultimi anni e sempre in
concomitanza di innalzamenti delle mie energie avvenuti contemplando lo sconosciuto, l'infinito, l'evoluzione infinita di consapevolezza
ed energia mia, di tutto e di tutti, etc. E soprattutto, accadono osservando se stessi nell'essere puro silenzio senza pensiero; quello significa
imparare a osservare l'osservatore che si è; si inizia osservando il puro silenzio senza pensieri e piu si osserva se stessi come osservatore,
senza alcun pensiero, e piu si innalza la propria energia........ E piu, suppongo si alza la probabilità di accadimento di fenomeni anomali......

Appena prima della luce suddetta, ho assistito a quEllo che è sembrato un aereo nel suo avanzare, ma quando all'improvviso nel cielo di fronte a me
(la luce avanzava verso di me in alto), l'ho visto scomparire nel nulla, diciamo che ho cambiato idea sul fatto che fosse un aereo; anche se questo
non ritengo sia molto significativo come fenomeno............ Penso sia piu significativo quello che ho vissuto verso la fine della serata sul monte,
in cui una luce nel cielo è apparsa all'improvviso e poco dopo scomparsa, di cui prima ho detto.

Comuqnue fenomeni di questo tipo, sono accaduti diverse volte; ormai so che sono connessi con la mia evoluzione di consapevolezza ed energia e che tale
evoluzione la si ottiene desiderando per se stessi un identità che va oltre a quella umana, iniziando a contemplare se stessi, tutto e tutti come INFINITO
E COME POSSIBILITA DI REALIZZARLO NELL'ESPERIENZA L'INFINITO, CONTINUANDO A CONTEMPLARLO FINO A SENTIRLO NEI SENTIMENTI, FINO A VEDERLO MANIFESTATO
NELLA PRORPRIA ESPERIENZA.......
Siamo creatori, siamo creatori, contemplare un pensiero relativo a un infinito se stessi futuro, qui nel presente, fino a sentirlo nei propri sentimenti,
è energia-sentimento che ti scorre nel corpo e che segna quel momento come presente-futuro di una realizzazione futura che accade nella propria esperienza.
Potete contemplare qualunque cosa come voi stessi futuro, non ci sono limiti in quanto creatori; vi invito a contemplare un voi stessi futuro che
sia creatore illimitato universale che vive una vita illimitata universale, non ponete limiti a voi stessi; l'unico "vincolo" dovrebbe essere amare se stessi,
tutto e tutti incondizionatamente, e non è un vincolo.......... Amare se stessi, tutto e tutti e permettere se stessi, tutto e tutti, senza alcun vincolo verso
niente e nessuno, è illimitata libertà........... Un PENSIERO "ELEVATO" DI ILLIMITATA LIBERTA E ILLIMITATO AMORE, ALTERNATO ALLA CONSAPEVOLEZZA DEL SILENZIO DA CUI TUTTO NASCE, PORTA A UN SENTIMENTO "ELEVATO" DI ILLIMITATA LIBERTA E ILLIMITATO AMORE CHE DIVENTA FUTURO (CHE E' GIA QUI ED ORA) DI ESPERIENZA "ELEVATA" DI ILLIMITATA LIBERTA E ILLIMITATO AMORE.......
E piano piano si accede a quell'energia spirituale che siamo, che è l'io-osservatore dentro e fuori dal corpo, che siamo, da cui "emergono" i nostri pensieri,
incanalati nel cervello come frequenze luminose che passano attraverso le reti neurali e che attivano il nostro corpo emozionalmente e
che modellano il corpo che siamo. Energia spirtuale che è natura della realtà materica che è definibile, potenzialmente definibile ma sostanzialmente indefinibile; io-osservatore con cui creiamo la nostra realtà come corpo e come ambiente, come spazio e come tempo; ed è il nostro VERO SE' DA TEMPO DIMENTICATO CON CUI POSSIAMO RICREARE NOI STESSI E IL MONDO, SE COSI VOGLIAMO....... La rivoluzione è in noi, nel ricreare noi stessi e il mondo e il tutto.......


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 111
Iscritto il: 25/02/2013, 11:17
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 26/12/2018, 21:41 
Sono passati circa 2 anni da quando ho scritto l'ultima volta su questa pagina.
Scrivo con l'intenzione di memorizzare esperienze "ufologiche" e di condividere questa memoria.
Questo in un periodo storico in cui credo l'impatto ufologico ha e avrà un impatto notevole sul futuro dell'umanità, in quanto cresce e sta crescendo la consapevolezza che non siamo soli nell'universo e sta crescendo la consapevolezza di quello che siamo.
Queste pagine le ho linkate a una mia pagina internet che non voglio citare perchè non sono interessato a farmi publicità; lo dico per spirito di verità.

Esperienza di martedi 25 dicembre verso le ore 18h su un passo montano sotto il cielo stellato.

Dopo una contemplazione dello sconosciuto che dura da diverse ore e che continua sotto il cielo,
dopo aver osservato il silenzio senza pensieri dentro di me (sono ormai abbastanza abituato a farlo), dopo aver incanalato energia nel mio corpo dal mio campo radiante aurico dentro e fuori dal corpo attraverso la mia attenzione focalizzata, tutto diventa molto vibbrante e osservo questo:

1) una luce sulla pianura che per due volte si ingigantisce e si rimpicciolisce in modo piuttosto ampio stando ferma dal punto di vista della posizione di dove la osservavo. Mi sembrava ferma, ho pensato che forse fosse solo un effetto ottico e che magari facesse un movimento lento o che comunque non percepivo. Ma troppo a lungo è rimasta in una zona di spazio "ristretta" dal punto di vista mio di osservazione e poi ha fatto una espansione notevole della sua luce, si è rimpicciolita e poi dopo un po, stando sempre nella stessa zona, ha di nuovo espanso la sua luce e poi si è rimpicciolita. Alla fine se ne è andata piuttosto rapidamente scomparendo al mio orizzonte.

2) una luce sferica gialla l'ho vista muoversi silenziosamente nel cielo "sopra la mia testa", diciamo sulla retta piu o meno perpendicolare alla mia posizione. Ho visto quella luce muoversi per alcuni istanti e poi scomparire nel mezzo del cielo, sembrava essersi levata verso l'alto e poi scomparire.

Ho raccontato gli ultimi due, ma fenomeni analoghi ho assistito anche questa estate e l'estate 2017.

A partire dagli anni 2000 ho vissuto diverse esperienze con luci del cielo anomale, e ormai sono convinto che sono connesse con la mia evoluzione di coscienza e consapevolezza, e con l'esperienza della mia evoluzione di consapevolezza ed energia. Ritengo che gli avvistamenti ufologici avvenuti per la razza umana dalla seconda guerra mondiale in poi, una buona percentuale sono "genuini" e non sono imputabili alla conoscenza umana ma sono intelligenze e consapevolezze extraterrestri che sono fortemente interessate alla nostra evoluzione di consapevolezza ed energia come razza umana e pianeta terra. Sopratutto in questo periodo storico in cui diverse possibilità future, positive e negative, evolutive ed involutive, si accavallano nello stesso momento presente.
Ritengo sia fondamentale in questo momento storico impegnarci per il contatto con civiltà evolute di consapevolezza e coscienza al fine di collaborare con esse per aiutare il pianeta terra e la civiltà umana ad evolversi positivamente verso una nuova umanita e una nuova terra che si affaccia all'universo per una vita all'insegna dell'armonia con il tutto e dell'evoluzione di coscienza e consapevolezza, per una nuova vita universale che sia il superamento definitivo del nostro passato in termini di consapevolezza e coscienza.......


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4357
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Esperienze con il cielo e futuro
MessaggioInviato: 27/12/2018, 16:19 
Questo thread lo trovo interesante.
Seguirò. [;)]



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 27/05/2019, 02:01
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org