Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: LE ATROCITA' DEI PARTIGIANI
MessaggioInviato: 29/06/2016, 12:06 
Ohé ... non vi scaldate tanto però; il mio intento (e lo ripeto) era quello di dare una spiegazione per il fatto che dopo 70 anni siamo ancora un Paese DIVISO ...
E fin quando si festeggierà il 25 Aprile lo saremo sempre ... Infatti, molti la chiamano la festa dei partigiani, pensate un po' ... [:291]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6994
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: LE ATROCITA' DEI PARTIGIANI
MessaggioInviato: 30/05/2023, 21:33 
Il contadino che fu registrato in tre bande partigiane in cui non era mai stato

La vicenda del chietino Cesare Ciammaichella, ucciso da soldati tedeschi che volevano derubarlo, è un esempio della disinvoltura con cui nel dopoguerra vennero stilate le liste di chi partecipò alla lotta contro l'occupazione


AGI - Alla fine della seconda guerra mondiale il suo nome è stato inserito in ben tre bande come partigiano combattente, ma in realtà Cesare Ciammaichella fu più semplicemente una delle migliaia di vittime civili della ferocia nazista. E venne persino arbitrariamente “arruolato” come soldato all’8 settembre 1943, nonostante non avesse prestato servizio militare, né prima né durante il conflitto.

La storia del contadino di Brecciarola, nell’agro di Chieti, merita di essere raccontata, perché esemplificativa della disinvoltura con cui nel dopoguerra vennero stilate le liste delle bande per il riconoscimento dell’attività partigiana contro l’occupazione tedesca, che in Abruzzo fu particolarmente dura, considerato che per la prima volta in Italia vi furono applicate le strategie del terrore con le rappresaglie e le stragi di civili (Pietransieri, Sant’Agata di Gessopalena, Francavilla) e la tattica della terra bruciata.

Ciammaichella, classe 1903, il 7 maggio del 1944 vide arrivare nel suo casolare due soldati tedeschi, molto giovani, che reclamavano la consegna di una vacca, che lui rifiutò. I suoi fratelli, aiutati da altri contadini, lanciarono pietre all’indirizzo dei militari, che se ne andarono. Ma mentre i fratelli, per prudenza, si allontanarono dalla zona, lui non ascoltò i consigli della moglie Clara di fare altrettanto. Non aveva fatto nulla e riteneva che non avesse nulla da temere, e si attenne al detto “male non fare, paura non avere”. Invece i tedeschi tornarono, e non erano due.

Ciammaichella, tirato giù dal letto, fece appena in tempo a far mettere in salvo la famiglia, ma quando lui stesso tentò la fuga venne colpito con una fucilata e lasciato a terra per morto. Raccolto e portato in ospedale, dissero che per lui non c’era più nulla da fare, a allora lo riportarono a casa dove spirò il 9 maggio, come testimoniarono sottoscrivendo l’atto di morte n. 487 del 9 maggio alle ore 17 i testimoni Pasquale Di Muzio e Gabriele Fraticelli.

Dopo la liberazione, avvenuta nel giugno dello stesso anno, si mise in moto un meccanismo diabolico che ne fece simultaneamente un partigiano combattente nella Brigata Maiella, della Banda Palombaro e della Banda Francavilla.

Il suo nome sarà iscritto persino nel ruolino di una quarta Banda, la Fortunato proposta come attiva dall’8 settembre 1943 al 13 giugno 1944, con a capo la vedova Mafalda de Bonis riconosciuta partigiana combattente, ma che fu dichiarata inesistente persino dall’apposita Commissione: Ciammaichella sarebbe stato impegnato nell’attività partigiana come «isolato» dall’8 settembre 1943 al 9 maggio 1944.

La Commissione regionale abruzzese per il riconoscimento della qualifica di partigiano, con verbale n. 37 del 6 dicembre 1946 (scheda n. 3414) lo dà appunto in «attività partigiana» in questo intero periodo, e alla voce località precisa: «diverse – isolato – Francavilla» (ben distante da Brecciarola). Documentalmente sancisce che è morto il 7 maggio, due giorni prima, cioè, di aver compiuto il periodo che gli viene riconosciuto. Il giudizio della Commissione ne fa comunque un «caduto per la lotta di liberazione».

Nella Banda Francavilla avrebbe invece prestato attività partigiana fino al 7 maggio, secondo l’estratto dallo schedario. Ovviamente il suo nome non compare nell’elenco ufficiale dei caduti della Brigata Maiella (che non erano partigiani ma patrioti inseriti come soldati di fanteria da montagna nel II Corpo polacco del generale Anders) né tanto meno degli arruolati, perché non ne aveva mai fatto parte.

È di tutta evidenza che Ciammaichella, che non si era mai mosso dal suo podere, fu una delle vittime civili della guerra, e come tale era stato correttamente inserito nell’elenco fornito dal questore di Chieti il 17 aprile 1946 in risposta a precisa richiesta del ministro degli Interni Ferruccio Parri in data 17 novembre 1945, il quale chiedeva che l’inchiesta fosse «condotta con ogni scrupolo e sollecitudine» per fornire tutti i possibili nominativi. I Carabinieri altrettanto correttamente, avevano iscritto Ciammaichella nell’elenco delle vittime civili e non tra quello dei partigiani combattenti.

A Chieti, in seguito, verrà realizzata una lapide nel Sacrario monumentale, con i «nomi gloriosi / Fulgida consacrazione di italiche / partigiane virtù», dove assieme ai componenti della Banda Palombaro fucilati l’11 febbraio 1944 appare anche l’agricoltore Cesare Ciammaichella. I discendenti, e in special modo il nipote che ne perpetua il nome, chiedono ora che sia ripristinata la verità.


https://www.agi.it/cronaca/news/2023-05 ... -21605574/


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 11049
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio: Re: LE ATROCITA' DEI PARTIGIANI
MessaggioInviato: 30/05/2023, 21:44 
Ufologo 555 ha scritto:
Partigiano trucidò 54 persone, 15 erano donne e 7 bambini. Renzi lo premia con medaglia

http://www.riscattonazionale.it/2016/06/17/partigiano-trucido-54-persone-15-donne-7-bambini-renzi-lo-premia-medaglia/

Certo non troverete queste cose su "Repubblica"! [^]


Purtroppo il sito non è più disponibile... [V]

Aztlan



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Non connesso


Messaggi: 5645
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: LE ATROCITA' DEI PARTIGIANI
MessaggioInviato: 30/05/2023, 22:03 
Brutti fetenti nordici e selvaggi partigiani NORDISTI!
Non avevano nessun rispetto per le teste coronate, per i "preti", i notannbbili ed i nobbbbiili feudatari meridionali.
Erano gente "VERA" che ci ha salvato il cu.lo dalla disfatta epocale provocata dal fascismo.
Ora è necessario che NOI, si ritorni in "montagna" a combattere per la nostra libertà, per la nostra gente, vecchi e giovani.
Il "nemico" non é più il barbaro Ostrogoto, ma il mel-pot che "spinge" da sud.

Forse è dal nostro SUD che arriverà la valanga etnica. che risolverà......
Fortunatamente, data alla mia età, non vedrò....................



_________________
):•
11 comandamento...

Comunque lo spessore delle persone alla fine viene fuori.
La carta NON È tutta uguale.
C'è chi è pergamena e chi carta igienica!
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 11049
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio: Re: LE ATROCITA' DEI PARTIGIANI
MessaggioInviato: 31/05/2023, 19:21 
ORSOGRIGIO ha scritto:
Non avevano nessun rispetto per le teste coronate, per i "preti", i notannbbili ed i nobbbbiili feudatari meridionali.


Non avevano nessun rispetto per i bambini nemmeno.



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13924
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
 Oggetto del messaggio: Re: LE ATROCITA' DEI PARTIGIANI
MessaggioInviato: 01/06/2023, 11:34 
Aztlan ha scritto:
ORSOGRIGIO ha scritto:
Non avevano nessun rispetto per le teste coronate, per i "preti", i notannbbili ed i nobbbbiili feudatari meridionali.


Non avevano nessun rispetto per i bambini nemmeno.

Scommetto che se li mangiavano. [:302]

Leggi:
https://it.wikipedia.org/wiki/Crimini_d ... a_italiani


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1352
Iscritto il: 10/11/2017, 20:03
 Oggetto del messaggio: Re: LE ATROCITA' DEI PARTIGIANI
MessaggioInviato: 02/06/2023, 13:15 
ORSOGRIGIO ha scritto:
Brutti fetenti nordici e selvaggi partigiani NORDISTI!
Non avevano nessun rispetto per le teste coronate, per i "preti".......


Non so cosa intendi per "preti", ma gli unici preti maltrattati (e ammazzati) all'epoca lo furono per mano tedesca e magrebina, per motivi diversi ovviamente. Non certamente per mano del CLN, figuriamoci, li rispettava fin troppo, tant'è vero che i suoi rappresentanti nel '48 inserirono il concordato del '29 in Costituzione con tanto di voto favorevole dei comunisti ( o presunti tali), e da allora iniziò l'era dei papi bbbuoni, del volemose bbbene ecc. ecc. che ci ha portati dritti dritti a questa merdaccia qua: https://www.msn.com/it-it/notizie/itali ... 7df91&ei=9


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Non connesso


Messaggi: 5645
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: LE ATROCITA' DEI PARTIGIANI
MessaggioInviato: 02/06/2023, 15:09 
Tempus1891 ha scritto:
ORSOGRIGIO ha scritto:
Brutti fetenti nordici e selvaggi partigiani NORDISTI!
Non avevano nessun rispetto per le teste coronate, per i "preti".......


Non so cosa intendi per "preti", ma gli unici preti maltrattati (e ammazzati) all'epoca lo furono per mano tedesca e magrebina, per motivi diversi ovviamente. Non certamente per mano del CLN, figuriamoci, li rispettava fin troppo, tant'è vero che i suoi rappresentanti nel '48 inserirono il concordato del '29 in Costituzione con tanto di voto favorevole dei comunisti ( o presunti tali), e da allora iniziò l'era dei papi bbbuoni, del volemose bbbene ecc. ecc. che ci ha portati dritti dritti a questa merdaccia qua: https://www.msn.com/it-it/notizie/itali ... 7df91&ei=9

Ho messo tra virgolette, proprio per richiamare quelli che falsamente andavano ripetendo ed inculcando nella popolazione, il clero, gli ex-fascisti ed i democristiani dal 1946 in poi, per contrastare, sputtanare in qualsiasi i modo il ruolo che con il loro sacrificio, i combattenti socialisti e comunisti avevano avuto per liberare l'Italia.

Se oggi 2 giugno, siamo qui a poterne discutere, lo dobbiamo soprattutto a loro.

Nella vita a volte è necessario saper lottare,
non solo senza paura, ma anche senza speranza.
(Sandro Pertini)



_________________
):•
11 comandamento...

Comunque lo spessore delle persone alla fine viene fuori.
La carta NON È tutta uguale.
C'è chi è pergamena e chi carta igienica!
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Non connesso


Messaggi: 5645
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: LE ATROCITA' DEI PARTIGIANI
MessaggioInviato: 02/06/2023, 15:10 
Tempus1891 ha scritto:
ORSOGRIGIO ha scritto:
Brutti fetenti nordici e selvaggi partigiani NORDISTI!
Non avevano nessun rispetto per le teste coronate, per i "preti".......


Non so cosa intendi per "preti", ma gli unici preti maltrattati (e ammazzati) all'epoca lo furono per mano tedesca e magrebina, per motivi diversi ovviamente. Non certamente per mano del CLN, figuriamoci, li rispettava fin troppo, tant'è vero che i suoi rappresentanti nel '48 inserirono il concordato del '29 in Costituzione con tanto di voto favorevole dei comunisti ( o presunti tali), e da allora iniziò l'era dei papi bbbuoni, del volemose bbbene ecc. ecc. che ci ha portati dritti dritti a questa merdaccia qua: https://www.msn.com/it-it/notizie/itali ... 7df91&ei=9

Ho messo tra virgolette, proprio per richiamare quelli che falsamente andavano ripetendo ed inculcando nella popolazione, il clero, gli ex-fascisti ed i democristiani dal 1946 in poi, per contrastare, sputtanare in qualsiasi i modo il ruolo che con il loro sacrificio, i combattenti socialisti e comunisti avevano avuto per liberare l'Italia.

Se oggi 2 giugno, siamo qui a poterne discutere, lo dobbiamo soprattutto a loro.

Nella vita a volte è necessario saper lottare,
non solo senza paura, ma anche senza speranza.
(Sandro Pertini)



_________________
):•
11 comandamento...

Comunque lo spessore delle persone alla fine viene fuori.
La carta NON È tutta uguale.
C'è chi è pergamena e chi carta igienica!
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 11049
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio: Re: LE ATROCITA' DEI PARTIGIANI
MessaggioInviato: 02/06/2023, 17:16 
Ufologo 555 ha scritto:
Partigiano trucidò 54 persone, 15 erano donne e 7 bambini.


Ma sì, chi se ne frega... Anzi:

Cita:
Renzi lo premia con medaglia


Avanti così, bandiera rossa la trionferà...



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 20/07/2024, 04:48
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org