Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1930 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 125, 126, 127, 128, 129
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12063
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Mr. President Trump
MessaggioInviato: 08/07/2019, 19:40 
Ufologo 555 ha scritto:
... Je rode, come ai DEM! [:298] [:246]
Il "BIONDO" non sta facendo nessuna Guerra; diminuisce la disoccupazione; il PIL aumenta ......CHE "SFIGA"! [:302]


Dobbiamo fare festa, ora siamo diventati richi! [:302] piutosto tu e sottovento siete andati alla festa usa del 4 Luglio?. [:291]


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Mr. President Trump
MessaggioInviato: 08/07/2019, 19:42 
Ho esposto la mia bandiera (acquistata in California e datami in regalo dalla moglie di un Pilota)! [:D]
Della nostra ormai, mi devo solo ... vergognare!
Occorrerebbe farne due: una per i DEM, l'altra per i veri patrioti. [^]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12063
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Mr. President Trump
MessaggioInviato: 08/07/2019, 20:04 
Ufologo 555 ha scritto:
Ho esposto la mia bandiera (acquistata in California e datami in regalo dalla moglie di un Pilota)! [:D]
Della nostra ormai, mi devo solo ... vergognare!
Occorrerebbe farne due: una per i DEM, l'altra per i veri patrioti. [^]


Io ho uno spillino che si attacca nel bavero della Giacca con le due bandiere Americana e Italiana affiancate,datami decenni e decenni fa da qualche mio parente Americhino. [:D]


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Mr. President Trump
MessaggioInviato: 08/07/2019, 20:07 
.. E TE NE STAI ANCORA ...QUI!!!! [:107]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12063
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Mr. President Trump
MessaggioInviato: 08/07/2019, 20:13 
Ufologo 555 ha scritto:
.. E TE NE STAI ANCORA ...QUI!!!! [:107]


E che devo fare là'?, ogni tanto a mio figlio ci balena la mente di andare a trovare i suoi cugini, però io glielo sconsiglio sempre, in quanto in una società imbastardita è pericoloso pure viverci. [:290] [8]

E poi vuoi paragonare il Clima da Paradiso che abbiamo in Sicilia con quell'Inverno-Inferno Americano?. [:D]


Ultima modifica di bleffort il 08/07/2019, 20:20, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12258
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: Mr. President Trump
MessaggioInviato: 08/07/2019, 20:18 
bleffort ha scritto:
ogni tanto a mio figlio ci balena la mente di andare a trovare i suoi cugini, però io glielo sconsiglio sempre, in quanto in una società imbastardita è pericoloso pure viverci. [:290] [8]

Avrebbero dovuto sconsigliare a te di fare il "Sessantotto" [:297]



_________________
Make Italy great again!
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12063
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Mr. President Trump
MessaggioInviato: 08/07/2019, 20:23 
sottovento ha scritto:
bleffort ha scritto:
ogni tanto a mio figlio ci balena la mente di andare a trovare i suoi cugini, però io glielo sconsiglio sempre, in quanto in una società imbastardita è pericoloso pure viverci. [:290] [8]

Avrebbero dovuto sconsigliare a te di fare il "Sessantotto" [:297]


[:302] [:302] No.. sottovè...io ho visto (fatto) il 73 quando lavoravo a Milano e giravo con l'Eskimo senza sapere cosa rappresentava [8)] e ho rischiato mentre camminavo di trovarmi coinvolto in uno scontro tra proletari e Polizia. [:304]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10573
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio: Re: Mr. President Trump
MessaggioInviato: 08/07/2019, 20:33 
bleffort ha scritto:
E che devo fare là'?, ogni tanto a mio figlio ci balena la mente di andare a trovare i suoi cugini, però io glielo sconsiglio sempre, in quanto in una società imbastardita è pericoloso pure viverci. [:290] [8]

E poi vuoi paragonare il Clima da Paradiso che abbiamo in Sicilia con quell'Inverno-Inferno Americano?. [:D]


Ci sono posti belli caldi anche in America... ma hai ragione da vendere.

Certo che una visita è un conto, un viaggio per turismo... ma viverci... ciò detto Trump ha fatto miracoli per l' economia!

E pure per quel che riguarda la politica estera... tanto rumore per nulla... alla fine sono ben 3 anni di PACE che abbiamo avuto dopo l' era Obomba!
Io nemmeno mi aspettavo sarebbe durata tanto!
Ora credo che potrebbe tranquillamente farcela a "sistemare" il NWO con Putin entro questo o il prossimo mandato...



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Mr. President Trump
MessaggioInviato: 04/08/2019, 11:07 
Immagine

4 agosto 2019

In un recente sondaggio condotto da Npr , molti americani hanno dichiarato di essere insoddisfatti del presidente Donald Trump e di trovare il suo comportamento spesso offensivo ed eccessivamente sopra le righe. Eppure, il tycoon che ha scalato il Partito repubblicano nel 2016 e contro ogni sondaggio e previsione ha vinto contro la sfidante Hillary Clinton, è sulla buona strada per la rielezione. Perché? Primo, il presidente in carica può vantare i risultati eccellenti conseguiti dalla sua amministrazione in campo economico: nel primo trimestre del 2019 il pil degli Usa è cresciuto del 3,2%, un dato trionfale che arriva dopo già l’ottimo +2,2% dell’ultimo trimestre del 2018. Inoltre, nel 2018 l’economia degli Stati Uniti ha creato 2,64 milioni di posti di lavoro, molti più del previsto. Un risultato ottimo: il terzo migliore dalla recessione del 2008.

Secondo motivo:

Donald Trump è un maestro della comunicazione e nel dominare la narrativa e ha già pianificato una strategia che lo potrebbe portare alla sua rielezione, cercando di riproporre lo stesso schema del 2016. Non sarà una campagna elettorale dove Trump si proporrà all’opinione pubblica con dei toni moderati e presidenziali: no, The Donald, come dimostrano le sue uscite nelle ultime settimane contro le giovani deputate del Partito democratico, seguirà un’altra strategia. “Trump ha fatto la sua scelta di campo strategica: ha deciso di giocarsi la sua rielezione attraverso la mobilitazione della sua base” spiega Lorenzo Pregliasco, fondatore e direttore di YouTrend .

“Trump punta tutto sul suo elettorato”

Chi si aspetta un Trump imbevuto di politicamente corretto, dunque, rimarrà deluso. “Non cerca di persuadere o convincere quelli che non l’hanno votato, ma punta al suo elettorato” spiega sempre Pregliaco. “I toni contro le deputate di colore, contro l’opposizione, vanno tutti in quella direzione: Trump non compete per l’elettore moderato. E in questo ricorda George W.Bush, che nel 2004 vinse la rielezione cercando la riconferma nel voto della base conservatrice ed evangelica. Nel caso di Trump questa manovra è ancora più pronunciata: strategia all’attacco e ricerca di conferma da parte dei suoi”. È l’operazione a cui lavora lo stratega della sua campagna digitale, Brad Pascale, il quale ha costruito – a suon di messaggi su Twitter e algoritmi su Google o Facebook – una macchina politica progettata per infiammare i suoi sostenitori.

“Al momento – aggiunge Pregliasco – non possiamo dire se Trump sarà rieletto. Certamente però la partita non è chiusa a suo sfavore: se la gioca tutta, seppur con le mille incognite date ‘in primis’ dal fatto che ancora non sappiamo chi sarà il suo avversario. E la notizia è proprio questa: tutti pensavamo che sarebbe stato una meteora, invece Trump si giocherà la sua rielezione”. Se Donald Trump verrà rieletto o meno molto dipenderà da cosa accadrà in stati chiave e tradizionalmente democratici come Pennsylvania, Michigan e Wisconsin, nei quali il tycoon ha trionfato per un soffio nel 2016.

Come sottolinea Joshua Sandman su The Hill, Trump potrebbe essere favorito dalle profonde divisioni tra liberal e moderati in campo democratico. “I progressisti di sinistra e i moderati sono in contrasto su tattiche elettorali, strategia e direzione politica” osserva Sandman. “I progressisti si sono allontanati da una classe lavoratrice colpita profondamente dalla globalizzazione e dalle pratiche commerciali sleali. I progressisti abbracciano valori culturali e sociali liberali, frontiere aperte, un’economia globalizzata, politiche ambientali estreme, copertura medica esclusivamente governativa e ampia programmazione di reti di sicurezza sociale. Presumono che un candidato alla presidenza progressista attrarrà abbastanza donne, persone di colore, giovani elettori, i più istruiti e coloro che sono riusciti nella nuova economia a dare ai democratici una vittoria al collegio elettorale”. Tuttavia, “la loro ipotesi non è dimostrata e questa coalizione non costituisce ancora la maggioranza negli stati chiave della Rust Belt” dove la popolarità di Trump rimane alta.
Trump può sperare su un candidato dem molto debole

Donald Trump, oltre a contare sulla popolarità fra la classe operaia americana – abbandonata dai democratici, che si sono invece concentrati sulla tutela delle minoranze – potrà sperare di essere rieletto anche per la sconcertante debolezza degli avversari, che si è manifestata anche durante il dibattito andato in onda qualche giorno fa. Come nota il commentatore di FoxNews Tucker Carlson, uno dei più brillanti opinionisti d’America, riferendosi ai candidati dem alle primarie: “Qualcuno di questi candidati può vincere un’elezione generale? A questo punto, no. Non possono. Non sono abbastanza carismatici. Joe Biden era l’unica vera speranza del partito. E dopo la scorsa notte, sembra abbastanza chiaro – decisamente chiaro, davvero – che lo zio Joe va verso un meritato pensionamento” ha sottolineato.

L’ex vicepresidente, infatti, il grande favorito per la nomina, è uscito con le ossa rotte dal confronto e questa per Trump è una splendida notizia: “Biden è finito. E se un altro candidato non si fa avanti in fretta e inizia a parlare come una persona sana di mente, lo è anche il Partito democratico, almeno per questo ciclo” nota Carlson. Sembra proprio che i democratici facciano di tutto per non imparare la lezione del 2016 e preferiscano perseverare nei soliti errori. Trump, dal canto suo, la storia l’ha già fatta: nulla sarà come mai più prima dopo di lui, che vinca o meno nel 2020.

https://it.insideover.com/politica/trum ... e_redirect


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: Mr. President Trump
MessaggioInviato: 14/08/2019, 20:12 
SEMPRE ... I DEM! [}:)]


Immagine
14 agosto 2019

Judicial Watch, gruppo di attivisti vicini al mondo conservatore, ha chiesto e ottenuto la pubblicazione di un carteggio di 34 pagine con le trascrizioni degli interrogatori dell’Fbi – condotti tra la fine del 2016 e i primi mesi del 2017 – a Bruce Ohr, il funzionario del Dipartimento di Giustizia (Doj) che aveva contatti continui Christopher Steele, l’ex spia britannica che ha prodotto per conto della società Fusion Gps il dossier contenente false informazioni sui rapporti fra la campagna di Donald Trump e la Russia durante la campagna presidenziale del 2016. Un dossier finanziato dalla campagna di Hillary Clinton, dal Democratic National Committe e dal Washington Free Bacon.

Il memorandum pubblicato – denominato report 302 – descrive nel dettaglio la dozzina di interviste che gli agenti hanno fatto a Ohr mentre l’agenzia stava indagando sui potenziali legami tra Trump e la Russia. La moglie di Ohr, Nellie, lavorava per la società investigativa privata Fusion Gps e ha riferito al marito delle indagini che Steele stava conducendo per conto l’azienda. “Questi nuovi documento mostrano uno sforzo irregolare senza precedenti da parte dell’Fbi, del Dipartimento di Giustizia e del Dipartimento di Stato per gettare fango sul presidente Trump usando il compromesso Bruce Ohr, sua moglie, la campagna di Clinton e Fusion Gps”, ha spiegato Tom Fitton di Judicial Watch, il gruppo conservatore che ha ottenuto i documento grazie al Freedom of Information Act.
Un “complotto” contro Donald Trump?

Judicial Watch ha ottenuto le e-mail di Ohr che dimostrano come il funzionario sia rimasto regolarmente in contatto con l’ex spia britannica e collaboratore di Fusion Gps Christopher Steele nonostante quest’ultimo fosse stato licenziato dall’Fbi nel novembre 2016 per aver rivelato ai media la sua posizione di informatore confidenziale del bureau. Ohr organizzò diversi incontri con Steele, gli parlò regolarmente al telefono e gli fornì assistenza quando l’ex spia dovette parlare con i media. Ohr, che conosceva Steele dal 2007, aveva avuto un incontro con lui il 30 luglio 2016, poco prima che l’Fbi avviasse ufficialmente le sue indagini su Donald Trump e la Russia. Ma il funzionario del dipartimento ha mantenuto i contatti con Steele anche dopo le elezioni. Tra la fine di novembre 2016 e maggio 2017, Ohr parò con Steele quasi una dozzina di volte.

I documenti rivelano inoltre che Ohr incontrò anche Glenn Simpson, cofondatore di Fusion Gps, che assunse Steele per produrre il dossier. Il 10 dicembre 2016, Simpson ha dato a Ohr una chiavetta contenente le ricerche che credeva fossero di Steele. Ohr consegnò la chiavetta Usb all’Fbi come prova due giorni dopo. Come se non bastasse, Ohr sapeva già nel luglio 2016 che Steele voleva che Trump perdesse e che il suo dossier era finanziato dalla campagna di Hillary Clinton. Nonostante ciò, ha continuato a utilizzare il dossier Steele per richiedere altri tre mandati di sorveglianza su un ex funzionario della campagna Trump senza dirlo al tribunale. Il dossier, i cui contenuti sono stati smentiti dallo stesso Steele in seguito, conteneva affermazioni infondate secondo cui gli agenti dell’intelligence russa avrebbero filmato il presidente Trump con delle prostitute in un hotel di Mosca. Inoltre, secondo il dossier, Michael Cohen, ex avvocato del tycoon, si sarebbe recato a Praga nell’agosto del 2016 per prendere accordi con gli agenti del Cremlino e con gli hacker. Un mare di bugie.
“Solo la punta dell’icerberg”

Il senatore Lindsey Graham ha dichiarato che le rivelazioni su Bruce Ohr sono solo “la punta dell’iceberg”. Durante un’intervista con Sean Hannity su Fox News, il repubblicano della Carolina del Sud ha dichiarato di aspettarsi la pubblicazione di ulteriori informazioni sulla genesi dell’indagine Trump-Russia e sui possibili comportamenti scorretti da parte dell’Fbi e del Dipartimento di Giustizia. “So personalmente che c’è molto di più e ciò che è esce è solo parziale”, ha detto Graham. “Ecco cosa stiamo osservando: corruzione sistematica ai massimi livelli del Dipartimento di Giustizia e dell’Fbi contro il presidente Trump e a favore di Hillary Clinton“, ha detto Graham. Per il deputato Jim Jordan, viene confermato “ciò che già sapevamo: la narrativa della ‘collusione russa’ è stata costruita sul coordinamento tra i massimi funzionari dell’Fbi/Doj e la campagna di Clinton”.

Che l’Fbi sapesse che il dossier Steele fosse inattendibile è un dato di fatto. Il resoconto del vice segretario di Stato Kathleen Kavalec del suo incontro dell’11 ottobre 2016 con Christopher Steele conferma che il già funzionario dell’intelligence britannica, finanziato dalla campagna elettorale di Hillary Clinton, ammise in tempi non sospetti che la sua ricerca era politica e doveva produrre qualcosa entro la data delle elezioni del 2016. Quella confessione, osserva John Solomon su The Hill, avvenne 10 giorni prima che l’Fbi usasse il dossier completamente screditato di Steele per giustificare l’ottenimento di un mandato del Foreign Intelligence Surveillance Act (Fisa) per sorvegliare l’ex consigliere della campagna Trump, Carter Page.

https://it.insideover.com/politica/spyg ... e_redirect


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1930 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 125, 126, 127, 128, 129

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 15/10/2019, 15:48
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org