Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 546 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 32, 33, 34, 35, 36, 37  Prossimo
Autore Messaggio

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1183
Iscritto il: 10/11/2017, 20:03
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 28/07/2020, 13:56 
MaxpoweR ha scritto:
e chi deve farlo il ricorso? Parlo proprio a livello procedurale; un partito? una commissione o anche un singolo cittadino?


Ehhh non siamo in Germania. Solo un magistrato può adire la Corte. Se ce ne fosse anche uno, investito della questione da uno dei sindaci coinvolti, convinto che il decreto semplificazioni comprima le prerogative che la costituzione riserva ai sindaci, si potrebbe fare. Cioè uno di questi sindaci dovrebbe trovare un magistrato compiacente. Ma se ci fosse una Regione anti 5g, anche questa potrebbe muoversi e ricorrere alla Corte, tanto per provarci. Ovviamente sarebbe molto più semplice che sia il governo a ripensarci, magari per ravvedimento dei vertici 5s, gli stessi che hanno fatto fuoco e fiamme contro gli inceneritori, le discariche, l'ilva, il tap, il tav ecc. ecc.


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10276
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 28/07/2020, 14:27 
[b]DL Semplificazioni è incostituzionale

Il 5G è un trattamento sanitario e il Governo non vuol pagare i danni


12 Settembre a Roma manifestazione nazionale Stop 5G

https://www.alleanzaitalianastop5g.it/[/b]



_________________
“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5826
Iscritto il: 16/12/2015, 09:33
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 28/07/2020, 15:30 
Tempus1891 ha scritto:
MaxpoweR ha scritto:
e chi deve farlo il ricorso? Parlo proprio a livello procedurale; un partito? una commissione o anche un singolo cittadino?


Ehhh non siamo in Germania. Solo un magistrato può adire la Corte. Se ce ne fosse anche uno, investito della questione da uno dei sindaci coinvolti, convinto che il decreto semplificazioni comprima le prerogative che la costituzione riserva ai sindaci, si potrebbe fare. Cioè uno di questi sindaci dovrebbe trovare un magistrato compiacente. Ma se ci fosse una Regione anti 5g, anche questa potrebbe muoversi e ricorrere alla Corte, tanto per provarci. Ovviamente sarebbe molto più semplice che sia il governo a ripensarci, magari per ravvedimento dei vertici 5s, gli stessi che hanno fatto fuoco e fiamme contro gli inceneritori, le discariche, l'ilva, il tap, il tav ecc. ecc.

È fantascienza.



_________________
Immagine
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 21997
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 04/08/2020, 12:58 
Cita:

Audizione in Senato: “Incostituzionale il bavaglio ai Sindaci Stop 5G, cittadini obbligati all’irradiazione”. Si preparano le contromosse per difendere i diritti pubblici

Immagine

da Oasisana.com

Martedì 28 Luglio 2020 Franca Biglio, presidente ANPCI Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia, è stata audita in Senato presso la Commissione Affari Costituzionali e Lavori Pubblici. Biglio, che è anche Sindaco di Marsaglia (Cuneo), il 12 Settembre sarà nuovamente a Roma tra i relatori della grande manifestazione nazionale Stop 5G in programma a Piazza del Popolo. Ecco parte dell’audizione avvenuta a Palazzo Madama in cui viene esplicitamente evidenziata l’incostituzionalità del Decreto Legge Semplificazioni nella norma in cui vieta ai primi cittadini di emanare ordinanze in difesa della salute pubblica.

Infine, dopo l’appello rivolto ai parlamentari di emendare e bocciare in aula il decreto liberticida, in questi giorni Alleanza Italiana Stop 5G sta scrivendo a tutti i sindaci d’Italia invitandoli a non fermarsi ed a proseguire insieme ai cittadini nella battaglia precauzionale per la difesa della salute pubblica minacciata dal wireless del 5G. Sul tavolo dei sindaci sta arrivando un dossier con pareri legali e percorsi giuridici utili a contrastare le criticate norme nel DL Semplificazioni. Aggiornamento sul dato ufficiale diffuso da Alleanza Italiana Stop 5G: ad oggi 589 COMUNI D’ITALIA SONO UFFICIALMENTE STOP5G mentre 390 SINDACI HANNO EMANATO ORDINANZE STOP5G.
“Impedire ai sindaci di introdurre limiti all’installazione sul territorio comunale di antenne 5G è incostituzionale. Perché sottrae ai primi cittadini le prerogative di tutela della salute pubblica
per di più in assenza di studi certi sull’impatto ambientale e sanitario della nuova tecnologia di comunicazione cellulare che ne escludano la pericolosità per l’uomo. La norma (art.38,
comma 6 del decreto semplificazioni) è incostituzionale anche in virtù della sua tecnica
normativa; si va ad incidere sui poteri attribuiti dal Testo unico enti locali ai sindaci con
un «commicino» previsto in un decreto legge, senza modificare la norma primaria. Infine,
la norma cozza contro il principio di precauzione stabilito dalla Ue (e recepito dall’Italia)
e in quanto tale di rango superiore alla norma ordinaria”
«È inconcepibile introdurre in un decreto legge una norma che mette il cittadino nelle condizioni di non poter scegliere se essere irradiato o meno e impedisce al suo sindaco di intervenire a tutela della sua salute. Come si fa per i farmaci che prima di essere messi in commercio vengono sperimentati (e solo se le autorità esprimono un parere favorevole, il farmaco viene venduto) lo stesso sarebbe dovuto accadere con il 5G. Ma tutto ciò non avviene, sia perché non c’è l’informazione sui rischi, sia perché non c’è possibilità di scegliere di non essere irradiati. Limitare la possibilità per l’autorità pubblica locale di intervenire a tutela della salute qualora, ad esempio, dovessero essere disponibili future informazioni che danno la certezza della dannosità del 5G è una disposizione palesemente incostituzionale”

Fonte: https://comedonchisciotte.org/audizione-in-senato-incostituzionale-il-bavaglio-ai-sindaci-stop-5g-cittadini-obbligati-allirradiazione-si-preparano-le-contromosse-per-difendere-i-diritti-pubblici/



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13498
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 04/08/2020, 13:31 
Guarda su youtube.com


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1183
Iscritto il: 10/11/2017, 20:03
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 04/08/2020, 13:37 
MaxpoweR ha scritto:
Cita:

Audizione in Senato: “Incostituzionale il bavaglio ai Sindaci Stop 5G, cittadini obbligati all’irradiazione”. Si preparano le contromosse per difendere i diritti pubblici

Immagine

da Oasisana.com

Martedì 28 Luglio 2020 Franca Biglio, presidente ANPCI Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia, è stata audita in Senato presso la Commissione Affari Costituzionali e Lavori Pubblici. Biglio, che è anche Sindaco di Marsaglia (Cuneo), il 12 Settembre sarà nuovamente a Roma tra i relatori della grande manifestazione nazionale Stop 5G in programma a Piazza del Popolo. Ecco parte dell’audizione avvenuta a Palazzo Madama in cui viene esplicitamente evidenziata l’incostituzionalità del Decreto Legge Semplificazioni nella norma in cui vieta ai primi cittadini di emanare ordinanze in difesa della salute pubblica.

Infine, dopo l’appello rivolto ai parlamentari di emendare e bocciare in aula il decreto liberticida, in questi giorni Alleanza Italiana Stop 5G sta scrivendo a tutti i sindaci d’Italia invitandoli a non fermarsi ed a proseguire insieme ai cittadini nella battaglia precauzionale per la difesa della salute pubblica minacciata dal wireless del 5G. Sul tavolo dei sindaci sta arrivando un dossier con pareri legali e percorsi giuridici utili a contrastare le criticate norme nel DL Semplificazioni. Aggiornamento sul dato ufficiale diffuso da Alleanza Italiana Stop 5G: ad oggi 589 COMUNI D’ITALIA SONO UFFICIALMENTE STOP5G mentre 390 SINDACI HANNO EMANATO ORDINANZE STOP5G.
“Impedire ai sindaci di introdurre limiti all’installazione sul territorio comunale di antenne 5G è incostituzionale. Perché sottrae ai primi cittadini le prerogative di tutela della salute pubblica
per di più in assenza di studi certi sull’impatto ambientale e sanitario della nuova tecnologia di comunicazione cellulare che ne escludano la pericolosità per l’uomo. La norma (art.38,
comma 6 del decreto semplificazioni) è incostituzionale anche in virtù della sua tecnica
normativa; si va ad incidere sui poteri attribuiti dal Testo unico enti locali ai sindaci con
un «commicino» previsto in un decreto legge, senza modificare la norma primaria. Infine,
la norma cozza contro il principio di precauzione stabilito dalla Ue (e recepito dall’Italia)
e in quanto tale di rango superiore alla norma ordinaria”
«È inconcepibile introdurre in un decreto legge una norma che mette il cittadino nelle condizioni di non poter scegliere se essere irradiato o meno e impedisce al suo sindaco di intervenire a tutela della sua salute. Come si fa per i farmaci che prima di essere messi in commercio vengono sperimentati (e solo se le autorità esprimono un parere favorevole, il farmaco viene venduto) lo stesso sarebbe dovuto accadere con il 5G. Ma tutto ciò non avviene, sia perché non c’è l’informazione sui rischi, sia perché non c’è possibilità di scegliere di non essere irradiati. Limitare la possibilità per l’autorità pubblica locale di intervenire a tutela della salute qualora, ad esempio, dovessero essere disponibili future informazioni che danno la certezza della dannosità del 5G è una disposizione palesemente incostituzionale”

Fonte: https://comedonchisciotte.org/audizione-in-senato-incostituzionale-il-bavaglio-ai-sindaci-stop-5g-cittadini-obbligati-allirradiazione-si-preparano-le-contromosse-per-difendere-i-diritti-pubblici/


Visto? è così che si deve fare, e gli appelli vanno rivolti innanzitutto ai 5s perché rinsaviscano.


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 21997
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 01/12/2020, 14:10 
Cita:
TAR Puglia blocca il 5G: “non esiste un diritto indiscriminato all’installazione”. Esultano Sindaco e cittadini Stop 5G di Cavallino (Lecce)

Immagine

Dalla Puglia arrivano notizie di resistenza contro il 5G. A Cavallino, in provincia di Lecce, Iliad ha dovuto mollare l’osso, almeno momentaneamente, vedendosi respinto il ricorso che aveva già bloccato l’installazione delle sue antenne wireless di quinta generazione, mostrando che cittadini e istituzioni possono ancora intravedere una speranza di resistenza contro i grandi interessi che stanno muovendo la macchina del 5G: i comuni possono ancora decidere, così dice il tribunale. Almeno per ora.

Oasisana.com

Dopo lo spegnimento del wireless di quinta generazione ordinato dai TAR di Umbria, Campania , Veneto ed Emilia Romagna, ora anche a Lecce il tribunale amministrativo blocca l’antenna 5G. E’ successo nel Comune di Cavallino. Il TAR Puglia, Sezione I di Lecce, ha infatti respinto l’istanza di sospensiva proposta da Iliad avverso il diniego di installazione di un’antenna con tecnologia 5G nel territorio di Cavallino Con ordinanza n. 728 del 18 novembre 2020, e resa nota solo oggi dall’ufficio stampa dell’ente salentino, il TAR pugliese ha rigettato l’istanza di sospensiva proposta da Iliad Italia S.p.A. avverso il diniego di installazione di un’antenna con tecnologia 5G nel territorio del Comune di Cavallino, rilevando che, nonostante la legislazione statale permetta la realizzazione di detti impianti, non sussiste un diritto tout court all’installazione in capo ai gestori telefonici ed ha rinviato per la decisione nel merito della controversia all’udienza del 12 maggio 2021.

Guarda su youtube.com


Infatti, come fatto rilevare nel giudizio dal legale del Comune di Cavallino, avvocato Ettore Bruno, il cosiddetto “decreto semplificazioni” (D.L. n. 76/2020) ha modificato l’art. 8 della L.n. 36/2001, stabilendo che i comuni possono adottare un regolamento per assicurare “il corretto insediamento urbanistico e territoriale” mantenendo il relativo potere regolamentare, fermo restando il divieto di “introdurre limitazioni alla localizzazione in aree generalizzate del territorio di stazioni radio base per reti di comunicazioni elettroniche di qualsiasi tipologia”. Invero, il Consiglio Comunale di Cavallino, con delibera n. 11 del 18 giugno 2020, tesaurizzando il “principio di precauzione”, ha adottato all’unanimità un regolamento che vieta l’installazione sull’intero territorio comunale di impianti con tecnologia 5G in attesa che più puntuali evidenze scientifiche attestino gli effetti della nuova tecnologia sulla salute dei cittadini.

Insieme al suo legale, soddisfazione per questo primo traguardo esprime ilSindaco della Città di Cavallino Avv. Bruno Ciccarese Gorgoni. «E’ auspicabile che tali studi siano portati a termine al più presto così da accertare se vi siano o meno conseguenze nocive per la salute dei cittadini conseguenti all’installazione dei ripetitori 5G, permettendo agli enti locali, unicamente in caso di riscontri positivi, di stabilire la corretta localizzazione di impianti tecnologicamente innovativi oltre che utili». Una vera e propria esultanza invece da parte de cittadini salentini, che dal tribunale vedono premiati i loro sforzi per condurre una battaglia centrata alla tutela della salute pubblica: “aspettando la nuova udienza, quest’ordinanza legittima comunque le nostre richieste per una sensata moratoria – afferma Giancarlo Vincitorio, per l’Alleanza Italiana Stop 5G referente del gruppo Stop 5G Puglia – solo nella nostra regione sono stati adottati 44 atti ammnistrativi tra ordinanze sindacali e deliberee abbiamo anche premiato i sindaci. Complimenti al Sindaco di Cavallinoche invitiamo ad aderire alla costituenda Rete Nazionale dei Sindaci e combattere politicamente il bavaglio imposto dal Piano Colao, in attesa che se ne possa valutare anche l’incostituzionalità come richiesto dal Sindaco di Marsaglia, Franca Biglio in audizione parlamentare“.

Nei giorni scorsi, infatti, dalla provincia di Rimini il Sindaco di Coriano ha detto di essere al lavoro per una costituenda rete di primi cittadini di tutta Italia, pensata per contrastare politicamente l’invasione elettromagnetica nella rivendicazione del ruolo centrale del sindaco, esattamente come sta avvenendo in Francia. Anche tra chi non compare nella lista degli oltre 600 Comuni italiani in cui sono stati approvati atti ammnistrativi per la precauzione, la battaglia contri i pericoli del 5G si fa strada: “Dobbiamo continueremo a lavorare per trovare la soluzione migliore – ha detto Domenica Spinelli,già in conferenza stampa alla Camera dei Deputati con l’Alleanza Italiana Stop 5G – Il problema antenne riguarda tutta Italia e non ha colori politici, sono in prima linea per la costituzione di una Rete Nazionale dei Sindaci per ottenere il riconoscimento del ruolo di autorità sanitaria e di una discrezionalità politica nel posizionamento di infrastrutture così impattanti.”

Fonte: https://comedonchisciotte.org/tar-puglia-blocca-il-5g-non-esiste-un-diritto-indiscriminato-allinstallazione-esultano-sindaco-e-cittadini-stop-5g-di-cavallino-lecce/

Fonte: https://oasisana.com/2020/11/30/cavallino-lecce-tar-puglia-blocca-il-5g-non-esiste-un-diritto-indiscriminato-allinstallazione-esultano-sindaco-e-cittadini-stop-5g/




_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1977
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 28/03/2021, 17:49 
Andrà tutto bene [xx(]

Cita:
Montecitorio, la Commissione approva 61 V/m d’elettrosmog per tutti (come ordinò Colao)

Esattamente come ordinò Vittorio Colao al Governo Conte lo scorso anno. Adesso che nell’esecutivo Draghi è diventato ministro, il top manager delle multinazionali del 5G avrà di certo benedetto col massimo dei favori la Proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza appena approvata dalla IX Commissione (Trasporti, poste, telecomunicazioni) della Camera dei Deputati: innalzare l’elettrosmog fino a 61 V/m, cioé al massimo finora consentito nel mondo senza uno straccio di prova scientifica sugli effetti sanitari. “si valuti l’opportunità di adeguare gli attuali limiti italiani sulle emissioni elettromagnetiche a quelli europei“, si legge nel testo licenziato da Montecitorio, dando pieno sostegno alle Telco che, se mai un dubbio ce ne fosse stato, troveranno spianata la strada in Parlamento, come auspicato dal tandem Draghi-Colao.

https://oasisana.com/2021/03/28/monteci ... mIE4F_26os



_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2090
Iscritto il: 27/08/2018, 05:22
Località: Civitanova Marche
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 29/03/2021, 04:10 
argla ha scritto:
Andrà tutto bene [xx(]

Cita:
Montecitorio, la Commissione approva 61 V/m d’elettrosmog per tutti (come ordinò Colao)

Esattamente come ordinò Vittorio Colao al Governo Conte lo scorso anno. Adesso che nell’esecutivo Draghi è diventato ministro, il top manager delle multinazionali del 5G avrà di certo benedetto col massimo dei favori la Proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza appena approvata dalla IX Commissione (Trasporti, poste, telecomunicazioni) della Camera dei Deputati: innalzare l’elettrosmog fino a 61 V/m, cioé al massimo finora consentito nel mondo senza uno straccio di prova scientifica sugli effetti sanitari. “si valuti l’opportunità di adeguare gli attuali limiti italiani sulle emissioni elettromagnetiche a quelli europei“, si legge nel testo licenziato da Montecitorio, dando pieno sostegno alle Telco che, se mai un dubbio ce ne fosse stato, troveranno spianata la strada in Parlamento, come auspicato dal tandem Draghi-Colao.

https://oasisana.com/2021/03/28/monteci ... mIE4F_26os


il documento di Legambiente di qualche anno fa... [8D]

https://www.legambiente.it/sites/defaul ... mo_doc.pdf

un estratto... [:293]

"...Che i 61 V/m della normativa europea sono da intendersi come valore massimo da non superare e non da raggiungere, e che è consentito qualsiasi altro valore nazionale al di sotto di questo. Non vi è quindi nessuna reale ragione, neanche tecnica, per innalzare i limiti di esposizione dai 6 V/m previsti dalla normativa attuale ai 61 V/m indicati da Renzi. Tanto più che le tecnologie vanno verso una riduzione delle potenze. Non solo, ma pur condividendo lo spirito di diffusione e di innovazione riteniamo sbagliata e potenzialmente dannosa la scelta di prevedere numerosi e diffusi hot spot WIFI in luoghi da sempre considerati sensibili come scuole e ospedali. Nel rispetto del Principio di Precauzione in questi luoghi internet deve arrivare attraverso sistemi di cablaggio e non esponendo bambini, anziani e malati a campi elettromagnetici, bassi ma continuativi. La salute dei cittadini deve essere sempre prioritaria, e i provvedimenti in materia devono essere presi con assoluta cautela, tenendo conto dei numerosi studi che indicano la possibilità di rischi alla salute legati all’esposizione alle radiofrequenze, soprattutto non pensando solo ed esclusivamente alle logiche di mercato..."

https://www.corrierecomunicazioni.it/di ... imetriche/


Immagine

creme e unguenti "protettivi" per il corpo "sostituiranno adeguatamente" eh!eh! l'olio di frittura...pollo fritto e bollito, in alternativa, non mancheranno a tavola... [8] [:305]

"pani e pesci li moltiplico domani..." [:295]



_________________
"...la vita è uno stato mentale..." tratto da "Oltre il giardino" di Hal Ashby
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1977
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 30/04/2021, 17:59 
E' tanto che non aggiorno... in mezzo mi è capitato di tutto... comunque...


Allegati:
179854838_1339668883070981_2832565470715355150_n.jpg


_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Non connesso


Messaggi: 5459
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 30/04/2021, 18:27 
[:303]



_________________
):•
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1977
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 06/07/2021, 15:59 
Cita:
CILE – Presidente Sebastián Piñera illustra il 5g e le future minacce: “Le macchine potranno leggere i nostri pensieri ed inserirne di nuovi” (2020)

https://www.detoxed.info/cile-president ... uovi-2020/



_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 21997
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 06/07/2021, 16:34 
Le "macchine" lo fanno da almeno 50 anni. La TV a cosa serve? Proprio a modificare i pensieri della gente per portarli a pensare\fare ciò che è confacente agli interessi del buon pastore.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1183
Iscritto il: 10/11/2017, 20:03
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 06/07/2021, 19:05 
Qualcuno di voi è già passato dall'ADSL alla Fibra ( FTTC)? C'è un modo per spegnere il wi-fi del modem?


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5826
Iscritto il: 16/12/2015, 09:33
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: 5G , inquinamento elettromagnetico e pericoli per la sal
MessaggioInviato: 06/07/2021, 19:38 
Tempus1891 ha scritto:
Qualcuno di voi è già passato dall'ADSL alla Fibra ( FTTC)? C'è un modo per spegnere il wi-fi del modem?

Tutti i router hanno la possibilità di spegnere il wifi, basta entrare nelle impostazioni.



_________________
Immagine
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 546 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 32, 33, 34, 35, 36, 37  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Oggi è 18/05/2022, 21:12
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org