Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1023 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 69  Prossimo
Autore Messaggio

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6989
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/01/2012, 16:58 
Domanda [?]
A quali minacce esterne si riferisce Parisi?
... [:29]



_________________
"Sei quello che sei, anche se non lo sai..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/01/2012, 17:16 
Cita:
Angeldark ha scritto:

Domanda [?]
A quali minacce esterne si riferisce Parisi?
... [:29]


le minacce di cui parla parisi,sono alquanto aleatorie o misteriose,se pure ci fossero questo certo non sarebbe l'aereo x contrastarle,come gia' detto sara' magari ottimale come tattico,in quanto alla spesa si andra' ben oltre la cifra programmata [;)]


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/01/2012, 18:20 
Quello è un aereo che va bene ai Marines perché può decollare da campi impreparati e vicino agli obiettivi; forse servirebbee alla repubblica di San Marino! [:D]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6989
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/01/2012, 18:59 
Cita:
ubatuba ha scritto:
le minacce di cui parla parisi,sono alquanto aleatorie o misteriose,se pure ci fossero questo certo non sarebbe l'aereo x contrastarle

Ti mancano delle informazioni cruciali per capire a cosa serve veramente questo aereo, informazioni che circolavano liberamente in rete fino a un paio di anni fà!
Di quelle notizie oggi non c'è più traccia...
Questo link contiene nomi di aziende e "sigle" molto interessanti, usatele per ricerche su google...:
http://www.lerimesse.it/lerimesse/Armamenti.html



_________________
"Sei quello che sei, anche se non lo sai..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40680
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/01/2012, 11:30 
Caccia F35, il conflitto di interessi del ministro Di Paola

Mercoledì, 11 gennaio 2012 - 20:09:41

http://affaritaliani.libero.it/sociale/ ... 10112.html



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/01/2012, 22:22 
ma oltre a de paola qualke altro ministro si porta sulle spalle un un certo tipo di conflitto d'interessi,o magari altri problemi riguardanti case con vista colosseo acquistate a prezzo di svendita

http://qn.quotidiano.net/politica/2012/ ... essi.shtml


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/01/2012, 09:48 
Ho idea che quando si parla di Finmeccanica, tutti i militari siano in conflitto di interessi.

Premetto che considero momentaneamente l'aereo come valido ed efficiente. L'Italia finora è una potenza di 3° classe: prima le superpotenze, poi le potenze regionali (diciamo, Francia, Inghilterra e Germania), poi noi. Fino agli anni '70 eravamo messi ancora peggio: guardati con sospetto, tanto che non si escludeva di imporre un più sicuro regime militare. Poi la considerazione internazionale ce la siamo "comprata" a suon di missioni. Il che significa spendere quattrini al posto di altri. Noi di soldi ne abbiamo spesi parecchio, e siamo attualmente uno dei Paesi che più sono impegnati. Se si vuole restare tra i cosiddetti grandi (il che significa non solo fare bella figura, ma anche guadagnare soldi con ricostruzione, apertura di nuovi mercati e rapporti con gli alleati che ci sono se e fintanto che si resta saldamente alleati), occorre spendere. Questi aerei rientrano in questo? Mettiamo che si decida, a livello di alleanza, le rispettive sfere di intervento. Mettiamo che l'Italia voglia (almeno, piacerebbe a me!) ritagliarsi un suo spazio mediterraneo. Se non ci fossero stati i Francesi, in Libia chi ci andava? Oltre ad una questione di scelte politiche (che fare e dove farlo, insomma) c'è anche una questione di mezzi. Ora, l'Italia dice "vorrei ma non posso". L'Italia ha 1 portaerei (la Cavour, la Garibaldi fatico a considerarla tale), contro le 10 moderne (11 in totale) americane. La Francia ha 1 portaerei (nucleare, anche se non enorme), l'Inghilterra credo nessuna al momento. Capite bene che avere una portaerei attiva e ben fornita nel Mediterraneo significa per l'Italia poter parlare in maniera diversa agli (ehm) amici di stanza a Napoli...


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/01/2012, 10:25 
hai perfettamente ragione,di euro ne abbiamo spesi parecchi,ma purtroppo continuiamo a contare 0,(vedi,esempio libia),dal mio punto di vst non siamo manco una potenza locale mediterranea,(vedi francia)x avere considerazione ad un certo livello,devi essere miltarmente o economicamente,forte,e l'italia non rappresenta niente di tutto cio'.siamo comprimari,che vengono chiamati in caso di necessita'nei luogi in cui la ns influenza sara' sempre relativa,in poche parole non abbiamo nessuna voce in capitolo,vedi gli ultimi avvenimenti europei,purtroppo andiamo sempre a rimorchio,senza mai cercare di costruirci una piccola zona d'influenza.[;)]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/01/2012, 13:50 
I caccia di "quinta generazione" costituiscono davvero un passo avanti, integrando tutte le capacità fin qui concentrate nei cacciabombardieri con in più la tecnologia stealth di cui fanno uso e che gli permette di colpire prima di essere individuati, di volare praticamente indisturbati nello spazio aereo ostile, di portare a termine la missione anche in ambiente saturo di difese antiaeree e di ottenere la superiorità aerea anche in forte inferiorità numerica.

L'F-22 e l'F-35 JSF sono dei veri capolavori di tecnologia aerospaziale, ma ad un costo unitario di costruzione elevatissimo: sommando i costi di progettazione a quelli di produzione vera e propria e dividendoli per il numero di aerei in ordine, ne risulta che un F-22 costerà tra i 150 e i 250 milioni di dollari, a seconda della quantità che alla fine verrà prodotta.

D'altra parte, dalla sua entrata in servizio, l'F-22A è stato contrapposto in varie esercitazioni aeree (esempio le esercitazioni Red Flag) ai migliori caccia di 4º generazione tuttora in servizio nell'USAF come l'F-15C/E, F-16C, F/A-18A+/C. In tutte queste esercitazioni, in cui veniva schierato in schiacciante inferiorità numerica e con regole di combattimento sfavorevoli (i nemici "eliminati" potevano rientrare in combattimento), in più di un'occasione, i piloti dei caccia avversari hanno riportato la frustrazione di essere nel raggio visivo degli F-22 (quindi il pilota li vedeva concretamente), ma di non riuscire ad ottenere un aggancio con nessun genere di arma (radar o IR) sul caccia di 5ª generazione, che sfruttando la maggiore manovrabilità in breve eliminava l'avversario anche nell'arena a corto raggio
da wiki

Immagine

questo creava la superiorita'aerea [;)]


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2213
Iscritto il: 13/01/2010, 19:12
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/01/2012, 14:00 
Dei monumenti alla stupidità umana, ecco che cosa sono.


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40680
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/02/2012, 12:02 
Perchè bisogna dire NO
al cacciabombardiere F-35 Joint Strike Fighter


Immagine

Tratto da:
http://www.disarmo.org/nof35/

Anche se il Governo tiene bloccata da tempo (almeno dalla fine 2009) la decisione definitiva, l’Italia a breve potrebbe perfezionare l’acquisto dei cacciabombardieri d’attacco Joint Strike Fighter F-35. Il nuovo annuncio del Ministro Di Paola di riduzione a 90 esemplari non significa nulla: nessun contratto è ancora stato firmato e possiamo quindi fermare completamente questo acquisto (anche perchè la proposta rimodulazione della Difesa deve passare per una discussione parlamentare)

Quello del caccia F-35 è un programma che ad oggi ci è costato già 2,7 miliardi di euro ne costerà - in caso di acquisto di 131 aerei - almeno altri 15 solo per l’acquisto dei velivoli, che potrebbero scendere a 10 miliardi con una riduzione a 90 (il prezzo unitario si alzerà, secondo l'azienda produttrice Lockheed Martin). Complessivamente arriveremo arrivando ad un impatto tra i 15 e i 20 miliardi nei prossimi anni. Senza contare il mantenimento successivo di tali velivoli.

Siamo quindi in gioco, come partner privilegiato, nel più grande progetto aeronautico militare della storia, costellato di problemi, sprechi e budget sempre in crescita, mentre diversi altri paesi partecipanti - tra cui Gran Bretagna, Norvegia, Olanda, Danimarca e gli stessi Stati Uniti capofila! - hanno sollevato dubbi e rivisto la propria partecipazione. In questo periodo di crisi e di mancanza di risorse per tutti i settori della nostra società, diviene perciò importante effettuare pressione sul Governo italiano affinché decida di rivedere la propria intenzione verso l’acquisto degli F-35, scegliendo altre strade più necessarie ed efficaci sia nell’utilizzo dei fondi (verso investimenti sociali) sia nella costruzione di un nuovo modello di difesa. L'esempio del programma Joint Strike Fighter deve quindi servire come emblema degli alti sprechi legati alle spese militari e della necessità di un forte taglio delle stesse verso nuovi investimenti più giusti, sensati, produttivi.

Per questo noi diciamo:

NO allo spreco di risorse per aerei da guerra sovradimensionati e contrari allo spirito della nostra Costituzione

SI all’utilizzo di questi ingenti risorse per le necessità vere del paese: rilancio dell’economia, ricostruzione dei luoghi colpiti da disastri naturali, sostegno all’occupazione

NO alla partecipazione ad un programma fallimentare anche nell’efficienza: il costo per velivolo è già passato (prima della produzione definitiva) da 80 milioni di dollari a 130 milioni di dollari (dati medi sulle tre tipologie)

SI all’investimento delle stesse risorse per nuove scuole, nuovi asili, un sostegno vero all’occupazione, l’investimento per la ricerca e l’Università, il miglioramento delle condizioni di cura sanitaria nel nostro Paese

NO al programmi militari pluriennali e mastodontici, pensati per contesti diversi (in questo caso la guerra fredda) ed incapaci garantire Pace e sicurezza

SI all’utilizzo delle risorse umane del nostro Governo e delle nostre Forze Armate non per il vantaggio commerciale dell’industria bellica, ma per la costruzione di vera sicurezza per l’Italia

NO al soggiacere delle scelte politiche agli interessi economici particolari dell’industria a produzione militare e dei vantaggi che essa crea per pochi strati di privilegiati

SI al ripensamento della nostra difesa nazionale come strumento a servizio di tutta la società e non come sacca di privilegi e potere


Immagine

Vedi anche:
http://www.disarmo.org/rete/a/29509.html



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 235
Iscritto il: 21/05/2011, 22:38
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/02/2012, 14:47 
Per una volta sono daccordo con TerzoOcchio! [:D]



_________________
I talk to God as much as I talk to Satan cause...I want to hear both sides
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/02/2012, 16:15 
Scusate, ma me lo sono immaginato o hanno detto che ne compreranno di meno? Certo, siamo sempre ai se e ai ma, comunque io ho capito questo: ne compreranno di meno.

Quanto all'utilità, efficienza, rapporto... Qualità-prezzo, mah, non posso dire nulla, non sono un esperto. Io vorrei che fossimo in grado da soli di costruire ciò che ci serve. Certo, mi rendo conto che siamo parte di un'alleanza, e c'è chi comanda. Ciò comporta che chi comanda voglia avere i vantaggi maggiori, anche economici, ma anche che (presumo: ufologo, aiutami) le varie aeronautiche nazionali debbano poter agire in maniera coordinata. Che so: uno stesso sistema di comunicazione, di controllo, di volo o che so io. Insomma, meglio avere tutti lo stesso mezzo che "dover adattare le spine alle prese di corrente"...

Quello che riporta TTE è condivisibile, eccome. Dato però che la difesa (e l'offesa, quindi) non possono essere sostituite con rose e fiori (visto che il mondo è brutto), ci vorrebbe una struttura di comando dell'alleanza un po' diversa di come è adesso... Gli Usa dovrebbero decidersi a capire che da soli il mondo non lo controllano, e che se vogliono l'aiuto europeo devono mollare un po' di potere. Mi va bene un coordinamento Nato, per carità, ma la devono smettere di venirci a dire cosa loro hanno deciso per noi. Chi ha deciso che servisse questo nuovo aereo? Avranno fatto valutazioni strategiche. Avranno pensato che uso farne e come e dove. Hanno deciso (loro) che servisse, hanno deciso chi dovesse produrlo, e hanno chiesto (chiesto poi...) a noi "alleati" di comperarlo. E' ora che anche queste decisioni (che non sono di poco conto, anzi) vengano prese in comune.


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/02/2012, 16:23 
piu che altro f35,e'stato prodotto in modo particolare x i marines,ed in usa ne verranno acquisiti un nr inferiore al previsto,in quanto come tattico e' ottimo,ma avendo una velocita'di 1,2mach non ti crea certo l'air superiority oltretutto con il costo ' notevolmente aumentato,lo ritengo superfluo acquistarlo,se prorpio volevano acquisire un aereo adato al ruolo quello era f22 raptor.....


Ultima modifica di ubatuba il 18/02/2012, 16:25, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6989
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/03/2012, 18:07 
Cita:
Angeldark ha scritto:

Sembra che questo aereo stealth cinese denominato J 20 sia migliore di quelli più avanzati americani F22 e F35, fino a poco tempo fà gli esperti occidentali pensavano che le poche foto circolanti ritraessero copie false che non potevano volare...beh, mi sà tanto che si sbagliavano...



Notizia fresca fresca che conferma quanto sopra:

L'intrusione segnalata dai responsabili della Bae, coinvolta nella costruzione del jet
Spie cinesi rubano l'aereo invisibile
Gli hacker al servizio di Pechino avrebbero sottratto i piani del F-35


L' F35, il jet invisibile rubato dai cinesiL' F35, il jet invisibile rubato dai cinesi
WASHINGTON - Una lunga marcia verso i segreti. Un cammino lento ma continuo che ha permesso ai cinesi di ghermire informazioni sul meglio della tecnologia aeronautica occidentale. E il colpo più grosso lo avrebbero messo a segno quando sono riusciti a impadronirsi di dati sul F-35, il caccia sviluppato dagli Usa in collaborazione con altri partner (Italia inclusa) e al centro di molte polemiche per i suoi costi.

L'operazione - come ha confermato la stampa britannica - è stata condotta per 18 mesi o forse di più, affidata a quell'armata invisibile che sono gli hackers al servizio dell'Esercito popolare. Secondo una versione i pirati-spie sono entrati nel sistema della società inglese Bae System, società che lavora allo sviluppo del jet, ed hanno sottratto informazioni chiave.
Fonte:http://www.corriere.it/esteri/12_marzo_13/spie-cinesi-rubano-l-aereo-invisibile-guido-olimpio_6907c74c-6cdb-11e1-b7b3-688dd29f4946.shtml



_________________
"Sei quello che sei, anche se non lo sai..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1023 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 69  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 15/12/2019, 19:18
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org