Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1776 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 111, 112, 113, 114, 115, 116, 117 ... 119  Prossimo
Autore Messaggio

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9307
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 13:44 
A me è piaciuto molto Borghi come ha tenuto testa ai vari giornalisti presenti. Del resto lo han capito pure i sassi che: 1) chi arriva in Italia non è certo chi è negli ospedali in pessime condizioni bensì "baldi giovanotti" in forma, 2) che se i soldi spesi per le navi Ong, equipaggi, carburante etc. fossero stati investiti in questi anni per creare ad esempio degli ospedali o delle aziende che creano lavoro, avrebbero aiutato chi in quei paesi ha bisogno di cure e di un impiego.

Purtroppo ciò che i buonisti non vogliono comprendere è che non è continuando ad accogliere che risolviamo i loro problemi anzi continueranno a venire (e negli anni la popolazione africana aumenterà ulteriormente!).


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 4141
Iscritto il: 30/08/2014, 14:48
Località: Bananas
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 14:43 
Tra l'altro non dicono mai COME vorrebbero "integrarli."
Mettendoli nelle case popolari for free e dandogli sussidi a vita? In modo che sfornino pargoli come conigli?
Noi di figli non ne facciamo più, E QUINDI lasciamo fare il "lavoro sporco" agli africani...
Il trionfo della logica.
Favoreggiamento dell'estinzione.

A sto punto avrebbe più senso dare sussidi agli italiani poveri! (Più o meno lo scopo del reddito di cittadinanza)
NO! È razzismo! E non ci sono i soldi! L'europah, il debitoh, il deficit, i contih111!!

Ma allora... Per accogliere mezza Africa i soldi ci sono, per aiutare I NOSTRI no?!


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9307
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 14:55 
Da questo punto di vista, devo ammetterlo, ammiro la Cina che grazie al lavoro low-cost e alle sue rigide leggi ha consentito e consente tuttora ai propri cittadini di crescere senza particolari problemi. In Cina nessuno si arricchisce (tranne pochi), ma a nessuno manca nulla e ciò è testimoniato dalla loro forte crescita demografica ed economica.

Noi al contrario la crisi l'abbiamo affrontata abdicando all'euro e alla Ue, accettando normative che danneggiano la nostra economia (vedasi olio tunisino, arance egiziane e via dicendo), abbiamo svenduto fior di aziende statali ed abbiamo delocalizzato la manodopera ai mercati emergenti, in altre parole abbiamo fatto un harakiri socio-economico cercando poi di compensare tutto con un'alta pressione fiscale che alla fine ha generato altre delocalizzazioni e chiusure di imprese e quindi altra disoccupazione.

Però vanno precisate alcune cose:
1) noi non siamo i cinesi
2) in Cina se un politico ruba lo fucilano
3) in Cina se evadi il fisco ti mettono dentro e gettano le chiavi
4) in Cina c'è una tassazione molto favorevole
5) in Cina non c'è l'euro
6) la Cina non sta nella Ue
7) i cinesi accettano di lavorare molto anche a fronte di stipendi bassi
8) in Cina non si sognerebbero mai di vendere le proprie aziende statali
9) i cinesi sono fortemente nazionalisti


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 4141
Iscritto il: 30/08/2014, 14:48
Località: Bananas
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 15:09 
sottovento ha scritto:

Però vanno precisate alcune cose:
1) noi non siamo i cinesi
2) in Cina se un politico ruba lo fucilano
3) in Cina se evadi il fisco ti mettono dentro e gettano le chiavi
4) in Cina c'è una tassazione molto favorevole
5) in Cina non c'è l'euro
6) la Cina non sta nella Ue
7) i cinesi accettano di lavorare molto anche a fronte di stipendi bassi
8) in Cina non si sognerebbero mai di vendere le proprie aziende statali
9) i cinesi sono fortemente nazionalisti


In effetti non hai tutti i torti.
La Cina, nonostante 'il partito', è un Paese sovrano.
Noi no, abbiamo delegato ad 'enti sovranazionali' il diritto di stabilire quali politiche dobbiamo portare avanti. Ed è stato un errore gigantesco. Perché ora ci ritroviamo ingabbiati. Ed uscirne senza danni sarà un'impresa titanica.



_________________
"There is no dark side of the moon, really. Matter of fact it's all dark"
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9307
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 15:50 
Mi sono accorto che per un attimo ho ragionato da comunista [:297] secondo il concetto che lavorano tutti e le ricchezze sono equamente redistribuite. Di fatto però i cinesi pagano comunque un costo elevato: un inquinamento senza pari (vedasi malattie correlate), il vivere in buona parte in enormi condomini-alveare affacciati su aree tutte uguali, il dover sottostare sempre e comunque alle decisioni del partito il quale di fatto non consente agli elettori di scegliere partiti con altre ideologie.

Quindi di fatto quella dei cinesi è una sorta di gabbia dorata dove tutti campano come automi conducendo una vita sempre uguale dominati da una elite autoritaria e ricca, che è appunto l'emblema dei partiti comunisti.

Concludo con una riflessione: secondo me qui il punto non è tanto valorizzare altri paesi per i loro modelli socio-economici ma criticare gli immani errori del nostro nel corso di decenni che ci ha portato alla attuale situazione poiché se viceversa anni addietro avessimo combattuto quella mentalità italica di sprechi immani, evasione e corruzione oggi questo paese starebbe non 10 ma 100 volte meglio pur non essendo minimamente somigliante alla Cina.


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9307
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 16:02 
Cita:
A Milano sfilano gli studenti pro-invasione: "Siamo tutti clandestini"

I giovani di Sinistra sono scesi in piazza per protestare contro le politiche migratorie dell'attuale governo Lega-M5S


http://tv.ilpopulista.it/video/21-Sette ... stini.html


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 4141
Iscritto il: 30/08/2014, 14:48
Località: Bananas
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 16:30 
sottovento ha scritto:

Quindi di fatto quella dei cinesi è una sorta di gabbia dorata dove tutti campano come automi conducendo una vita sempre uguale dominati da una elite autoritaria e ricca, che è appunto l'emblema dei partiti comunisti.

Si, ma è pure l'emblema della Unione Europea, se ci rifletti.
Con l'unica differenza che i cinesi agiscono da paese sovrano e si spartiscono gli introiti costruendo infrastrutture, città da zero, fondano aziende, investono sulle energie alternative, eccetera.
In Europa invece il popolo produce e le oligarchie incassano mettendosi in tasca 9 e reinvestendo 1.
Il nostro benessere è vincolato al rispetto rigido dei conti.
Ovvero: ti prostituisci, poi noi ti lanciamo le brioches.
Ecco perché, tra l'altro, puntano a sostituirci coi negri: in Africa non hanno mai visto un sindacato.

È come se l'elite europea stesse cercando di copiare il modello cinese, ma purtroppo hanno questo piccolo problema, un fastidio di cui non riescono a liberarsi: le popolazioni che rompono!
È inutile dire che noi non siamo cinesi, e che la fatidica UNIONE (pseudo-Sovietica) che hanno in mente loro non verrà mai portata a compimento.
Se proprio dovrà esserci un'Europa, dovrà essere una Federazione di Stati, non certo la schifezza attuale. :)



_________________
"There is no dark side of the moon, really. Matter of fact it's all dark"
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9307
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 16:40 
Per i motivi che hai indicato alla Ue temono come la peste (e odiano) i populisti poiché se vincono anche le elezioni europee cambieranno la Ue da cima a fondo. Il problema secondo me non è tanto se ci riusciranno (lo do per scontato), ma quali saranno le conseguenze e dovremo farci i conti (spread alle stelle, downgreade delle agenzie di rating, fondi che non compreranno i titoli di Stato etc), possiamo aspettarci di tutto perché la posta in gioco è altissima.

Il problema è che se non rischiamo rimaniamo in braghe di tela e una ripresa vera non la vedremo mai (pensiamo solo se reinvestissimo nel ns paese tutti i soldi che versiamo alla Ue!!!) e per crescere occorre fare investimenti seri e per farli servono soldi che difficilmente possiamo trovare senza sforare i parametri europei.

E' un circolo vizioso: ci hanno messo le catene coi loro parametri e le loro imposizioni, in tal modo se sforiamo ci sanzionano e se il debito cresce troppo ci accoppano come la Grecia.


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 4141
Iscritto il: 30/08/2014, 14:48
Località: Bananas
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 17:03 
sottovento ha scritto:
E' un circolo vizioso: ci hanno messo le catene coi loro parametri e le loro imposizioni, in tal modo se sforiamo ci sanzionano e se il debito cresce troppo ci accoppano come la Grecia.

Infatti, per questo ho scritto "se vi prostituite vi lanciamo le brioches"! :)
Il senso era quello.
Della serie "se fallite vi salviamo, ma alle NOSTRE condizioni!"

Praticamente è come se fossimo in guerra, non combattuta con le armi, bensì con la propaganda, le regole, e gli strumenti finanziari!
Non capisco come faccia ad esserci in giro gente che difende ancora questa idea di Europa Sovietica, capisco i politici e i giornalisti, che sono pagati per farlo, ma la gente comune... Mah, mistero.



_________________
"There is no dark side of the moon, really. Matter of fact it's all dark"
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9307
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 17:33 
Molta gente è davvero convinta che senza Ue ed euro faremmo bancarotta, che è poi lo stesso motivo per cui nonostante la realtà delle cose tanti cittadini sono tuttora fedeli al concetto che i migranti ci pagano le pensioni e ci salvano dalla decrescita demografica. La cosa non mi stupisce: l'homo italicus ha paura di rischiare, ha bisogno di essere accudito e la Ue si è costruita un'immagine rassicurante da questo punto di vista. Purtroppo tra spread e agenzie di rating hanno dipinto uno scenario peggiore della Brexit (hai presente le cavallette etc?).

Per tali motivi secondo me alle elezioni europee vinceranno i partiti populisti ma i sostenitori della Ue prenderanno comunque parecchi voti.


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10462
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 21:33 
sottovento ha scritto:
Per i motivi che hai indicato alla Ue temono come la peste (e odiano) i populisti poiché se vincono anche le elezioni europee cambieranno la Ue da cima a fondo. Il problema secondo me non è tanto se ci riusciranno (lo do per scontato), ma quali saranno le conseguenze e dovremo farci i conti (spread alle stelle, downgreade delle agenzie di rating, fondi che non compreranno i titoli di Stato etc), possiamo aspettarci di tutto perché la posta in gioco è altissima.

Il problema è che se non rischiamo rimaniamo in braghe di tela e una ripresa vera non la vedremo mai (pensiamo solo se reinvestissimo nel ns paese tutti i soldi che versiamo alla Ue!!!) e per crescere occorre fare investimenti seri e per farli servono soldi che difficilmente possiamo trovare senza sforare i parametri europei.

E' un circolo vizioso: ci hanno messo le catene coi loro parametri e le loro imposizioni, in tal modo se sforiamo ci sanzionano e se il debito cresce troppo ci accoppano come la Grecia.


Io credo invece che se gli Investitori stranieri vedono un governo Italiano solido unito,che non litiga e fa quello che dice avranno fiducia. [:264]



_________________
Per liquidare i popoli si comincia con il privarli della memoria.
Si distruggono i loro libri,la loro cultura,la loro storia.
E qualcun'altro scrive loro altri libri,li fornisce un'altra cultura,inventa per loro una storia.
Dopo di che il popolo incomincia lentamente a dimenticare quello che è stato.
E il mondo attorno a lui lo dimentica.
MILAN KUNDERA
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9307
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 22:02 
bleffort ha scritto:
Io credo invece che se gli Investitori stranieri vedono un governo Italiano solido unito,che non litiga e fa quello che dice avranno fiducia. [:264]

Nello "spietato mondo del capitalismo" gli investitori sono di varia natura, ci sono quelli che desiderano un governo solido e unito che gli consenta di far investimenti duraturi, ma ci sono anche gli "squali" desiderosi di far acquisti a mani basse in caso eventuali crisi o turbolenze (leggasi spread alle stelle, leggasi una eventuale uscita dell'Italia dalla zona euro). Certamente almeno per il mondo borsistico un maggior rischio paese equivale ad un maggior interesse sulle cedole dei titoli di stato (infatti negli anni delle lire i nostri Btp davano una rendita molto elevata, se non ricordo male finanche il 12%).


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 4141
Iscritto il: 30/08/2014, 14:48
Località: Bananas
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 23:12 
Il fatto è che gli Stati non dovrebbero essere considerati aziende. I cittadini non sono impiegati e i governanti non sono dirigenti.

Eppure ormai la si vede in questo modo, ed è considerata la normalità.
Ma prima del 1981 questo problema non esisteva.
https://scenarieconomici.it/banca-dital ... i-e-palma/

E NESSUNO, dico NESSUNO in tv o sui giornali, ne parla...



_________________
"There is no dark side of the moon, really. Matter of fact it's all dark"
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9307
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 21/09/2018, 23:25 
Oramai, per così dire, la frittata è fatta. Hanno ceduto aziende di Stato ai privati, hanno consentito che le industrie delocalizzassero gli stabilimenti in paesi con bassa pressione fiscale, consentono un import selvaggio da paesi dove la manodopera costa poco, hanno aumentato molto le tasse a cittadini e artigiani, ci hanno portati (senza un referendum) nella Ue e nell'euro. Tutto ciò è iniziato negli anni 80 cioè sul finire della prima Repubblica dove nonostante le magagne quei politici li difendevano le nostre imprese e la nostra sovranità monetaria.

Dobbiamo fare i conti con questa realtà da paese con sempre meno posti di lavoro dove impiegarsi a lungo termine è un'utopia così come aprire una attività in proprio, anche in virtù del fatto che chiunque si metta in commercio dovrà sempre fare i conti col libero mercato, ergo con grossi centri commerciali che come gli store on-line possono permettersi prezzi più bassi rispetto alle piccole attività.

Il mondo è cambiato (molto) ma ci ha messo tanti anni, non è un processo avvenuto dall'oggi al domani e nessuno è intervenuto prima prevedendo le conseguenze di tante scelte scellerate. Secondo me c'è ancora margine di ripresa, si può far molto ma realisticamente dico scordiamoci di quell'Italia gloriosa che fu dove tutti dopo le superiori trovavano un lavoro fisso, dove ad agosto le città svuotavano e quasi tutti si concedevano un mese di ferie, si sposavano e mettevan su famiglia con un solo stipendio facendo regali ai familiari con la tredicesima.

Della serie, io speriamo che me la cavo, sempre realisticamente parlando, si spera prima ancora che le cose vadan meglio, che soprattutto non vadano peggio perché qui di idee ce ne sono tante ma sta a vedere se queste ricette funzioneranno davvero e se funzioneranno per tutti.

Auguri Italia!!!


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 16107
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: A sinistra intanto..ovvero, compagni che sbagliano
MessaggioInviato: 22/09/2018, 14:07 
TheApologist ha scritto:
Il fatto è che gli Stati non dovrebbero essere considerati aziende. I cittadini non sono impiegati e i governanti non sono dirigenti.

Eppure ormai la si vede in questo modo, ed è considerata la normalità.
Ma prima del 1981 questo problema non esisteva.
https://scenarieconomici.it/banca-dital ... i-e-palma/

E NESSUNO, dico NESSUNO in tv o sui giornali, ne parla...


tutti gli stati sono di fatto aziende, CONCESSIONI per la precisione, di cui noi siamo i cespiti :)



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1776 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 111, 112, 113, 114, 115, 116, 117 ... 119  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 19/02/2019, 20:07
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org