Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3474 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 226, 227, 228, 229, 230, 231, 232  Prossimo
Autore Messaggio

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 03/05/2022, 21:06 
Forte terremoto in Toscana, grande paura a Firenze | DATI e MAPPE
Forte terremoto nel pomeriggio di oggi, martedì 3 maggio, in Toscana: panico e gente in strada nella zona di Firenze

Immagine

Una scossa di terremoto si è verificata nel pomeriggio di oggi, 3 maggio, alle 17:50 in Toscana. La scossa è stata di magnitudo 3.7 ed è avvenuta ad una profondità di 9,5km. L’epicentro è stato individuato a Impruneta (Firenze).

La scossa è stata distintamente avvertita dalla popolazione anche a Firenze, creando tanta paura, con molta gente scesa in strada. Nel capoluogo, la seduta del Consiglio Regionale della Toscana è stata sospesa perché la scossa è stata chiaramente avvertita dai consiglieri e assessori presenti in aula.

La scossa, durata pochi secondi, è stata avvertita dalla popolazione in buona parte della provincia ed anche nel Valdarno fiorentino e Aretino. La scossa era stata preceduta da altre minori, sempre con epicentro a Impruneta di magnitudo 1.8 alle ore 17.41 e 1.1 alle ore 17.48

Sono in corso verifiche di eventuali danni da parte della Protezione Civile a Firenze e nella provincia. Le verifiche riguardano gli edifici e anche il patrimonio culturale ma al momento non si segnalano danni. “Sono in contatto con la sala operativa regionale per la verifica di eventuali danni alle strutture ed edifici“, ha scritto su Telegram il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani.

“Al momento non sono arrivate segnalazioni relative a danni a cose o persone”, ha scritto su Twitter il sindaco di Firenze Dario Nardella. Non risulterebbero danni a monumenti e musei a Firenze dopo la scossa. Da quanto appreso le Gallerie degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia e il Bargello non sono stati evacuati dopo la scossa. Da una prima verifica non ci sarebbero danni alla cupola del Duomo e domani saranno svolti controlli più approfonditi.
Sindaco Impruneta: “gente in strada ma niente danni”

“Se confermata la magnitudo di 3.7 non dovrebbe esserci nessun problema. Nel 2014 avemmo una scossa 4.2, con stesso epicentro, senza alcun danno. La paura è stata tanta ovviamente ma al momento non stiamo ricevendo segnalazioni di danni. Qualcuno è sceso in strada dopo la scossa per poi rientrare poco dopo in casa“, ha detto Alessio Calamandrei, sindaco di Impruneta (Firenze). “Al momento è tutto regolare e tutto tranquillo. Mi hanno appena chiamato il presidente della Regione Giani, l’assessore regionale all’ambiente Monni e il presidente del Consiglio regionale Mazzeo” per avere notizie, ha aggiunto.
INGV: “scossa non forte ma avvertita su un’area vasta”

Il terremoto di magnitudo 3,7 avvenuto a sud di Firenze “non è stato molto forte di per sé“, ma è stato avvertito su un’area molto vasta a causa della struttura geologica della zona. Lo ha detto all’ANSA Carlo Meletti, direttore della sezione di Pisa dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). Il terremoto è avvenuto “in un bacino nel quale le onde vengono risentite maggiormente a causa della struttura geologica della zona“, ha osservato l’esperto.

La zona è infatti ricca di depositi alluvionali, che offrono le caratteristiche per avere un’amplificazione molto diffusa. “Le mappe indicano che il terremoto è stato avvertito, su un’area molto vasta, che comprende tutta la provincia di Firenze e quelle di Pistoia, Prato e Arezzo, fino a Siena”. La zona dell’epicentro, compresa tra San Casciano e Impruneta, si trova inoltre “a ridosso dell’area che nel 1895 è stata colpita da un terremoto molto forte, che provocò un danneggiamento esteso“, ha osservato Meletti. “Un terremoto in questa zona non sorprende perché è un’area conosciuta ai sismologi, nella quale avvengono molte sequenze, la più lunga delle quali risale al 2014″, ha concluso Meletti.
I dati sull’evento dall’INGV

Dal 1985, nell’area compresa entro 30 km dall’epicentro, sono stati localizzati altri 39 terremoti di magnitudo pari o superiore a 3.0: tra questi il più forte è quello del 19 dicembre 2014 di magnitudo Mw 4.1, avvenuto a circa 5 km più a sud rispetto alla localizzazione del terremoto odierno. In particolare questo evento sismico fa parte di una importante sequenza avvenuta in questa area tra il 2014 e il 2015, spiegano gli esperti dell’INGV in un approfondimento pubblicato sul blog INGVterremoti.

Altri eventi significativi di questa area sono i terremoti del 18 maggio 1895 (Mw 5.5) e quello dell’ 11 settembre 1812 (Mw 5.2).

La località più vicina all’epicentro è Impruneta (4 km), ma la città di Firenze, la cui storia sismica è mostrata in figura, dista 13 km.

Immagine

I massimi effetti riportati (VII MCS) a Firenze sono relativi agli eventi del 1148, magnitudo stimata 5.1, a Firenze, del 7 agosto 1414, di magnitudo stimata pari a 5.7 nelle Colline Metallifere, del 28 settembre 1453, di magnitudo stimata pari a 5.4, e del 18 maggio 1895, di magnitudo stimata pari a 5.5, entrambi nel fiorentino.

La pericolosità sismica di questa area è considerata media. Terremoti anche più forti di quello avvenuto oggi sono possibili per quanto la probabilità che si verifichino, ovvero la frequenza, non è particolarmente alta. Dalla mappa si nota come la pericolosità aumenti sensibilmente verso nord e verso est.

Immagine

La mappa di scuotimento calcolata dai dati delle reti sismiche e accelerometriche INGV e DPC mostra dei livelli di scuotimento fino al IV-V grado MCS, a sud di Firenze.

Immagine

Il terremoto è stato risentito in una vasta area della Toscana, come si evince dai dati raccolti dal questionario di “Hai sentito il terremoto?”, con effetti stimati, al momento, fino al IV grado MCS.

Immagine


https://www.meteoweb.eu/2022/05/terremo ... e/1789764/


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 04/05/2022, 19:42 
La mappa mensile della sismicità: 1201 scosse ad aprile 2022, circa 40 terremoti al giorno
Dei 1201 eventi registrati, solo 127 hanno avuto una magnitudo pari o superiore a 2.0

Immagine

Sono stati 1201 gli eventi localizzati dalla Rete Sismica Nazionale dal 1 al 30 aprile 2022, un numero superiore al precedente mese di marzo e con una media che sale a circa 40 terremoti al giorno, due in più rispetto a marzo. Dei 1201 eventi registrati, solo 127 hanno avuto una magnitudo pari o superiore a 2.0 e 13 magnitudo pari o superiore a 3.0, in questo caso i numeri sono inferiori allo scorso mese sebbene siano stati registrati un numero maggiore di terremoti.

Il terremoto più forte di questo mese, ML 6.0, è stato localizzato al di fuori dei confini nazionali, in Bosnia-Erzegovina, alle ore 23:07 italiane del 22 aprile 2022 con epicentro a circa 60 km a sud di Mostar. L’evento, seguito nelle ore e nei giorni successivi da diverse repliche anche di magnitudo rilevanti (ML 5.1 e ML 4.4) è stato ampiamente risentito sul territorio italiano (fonte www.haisentitoilterremoto.it). Il 15 aprile un terremoto di magnitudo ML 4.2 è stato registrato alle ore 3:34 nel mar Ionio, al largo della costa siracusana a circa 42 km da Siracusa, 38 km da Augusta (SR) e 52 km da Catania con ipocentro a una profondità di circa 33 km. Questo evento è stato avvertito in Sicilia sud-orientale, in particolare, nelle città di Catania e Siracusa. Da ricordare anche altri due eventi sismici avvenuti in questo mese di aprile: il terremoto dell’11 aprile, ML 3.4, localizzato in provincia di Roma, a Ciciliano, con risentimenti nella città di Roma e dintorni e il terremoto del 19 aprile, Mw 3.7, a Monghidoro, in provincia di Bologna.


https://www.meteoweb.eu/2022/05/mappa-m ... e/1789935/


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 13/05/2022, 18:10 
Terremoto Toscana, esperto INGV: “a Impruneta sciame sismico complesso e imprevedibile”

Immagine

Paura e gente in strada nella notte in Toscana, a causa del terremoto magnitudo 3.7 con epicentro a Impruneta, verificatosi alle ore 23:12 di ieri e avvertito in particolare da Firenze a Pistoia. Alle 23:15 si è verificata una seconda scossa, magnitudo 2.3.

Sono circa 7 le chiamate al numero di emergenza dei vigili del fuoco che hanno richiesto interventi di verifica agli immobili nelle zone tra Impruneta e San Casciano. Non si tratterebbe di situazioni di emergenza ma per lo più di crepe, da capire se presenti prima, o causate dal sisma.

“Siamo in presenza di un vero e proprio sciame sismico à la Utsu,” spiega il sismologo INGV Alessandro Amato, pubblicando una figura illustrativa sulla sua pagina Facebook. “Questo non significa affatto che sia il preludio di qualcosa di devastante, come alcuni credono pensando a L’Aquila 2009. Ricordo anzi che la maggior parte di queste sequenze e sciami in Italia (+90%) dura meno di 15 giorni (senza scosse M≥5.5). Questo di Impruneta è iniziato il 2 maggio“.

Immagine

“Guardando la figura e i dati di questi giorni – prosegue l’esperto – direi che siamo sul 3C, che è la categoria più complessa e imprevedibile sia nella durata che nell’evoluzione dei picchi di magnitudo.”
“Le 4 righe (0,1,2,3) indicano dall’alto in basso 4 tipi di sequenze: si va dalla scossa singola (0), alla classica Main shock – Aftershocks (1), a quella Foreshocks – Main shock – Aftershocks (2), allo Sciame (3).
Le 5 colonne indicano il numero di sequenze di quel tipo che compongono la sequenza, in cui il numero e la complessità aumentano da sinistra a destra,” conclude Amato.
Geologo: l’evoluzione dello sciame simico “un’incognita”

“Rassicurare la cittadinanza non è compito facile per amministratori e tecnici poiché l’incognita principale, vale a dire quale potrà essere l’evoluzione di questa sequenza, è lungi dall’essere risolta – ha affermato Riccardo Martelli, presidente dell’Ordine dei Geologi della Toscana – Ci affidiamo così ai dati oggi in nostro possesso, che ci dicono che in questa zona possono verificarsi fenomeni come quello che ha movimentato la serata di ieri e il pomeriggio di qualche giorno fa. Fenomeni che per fortuna non hanno provocato danni, ma che in passato, con magnitudo maggiori, sono stati causa di crolli e perdite di vite umane nella zona di Grassina e Lappeggi“. A rassicurare c’è la ragionevole certezza che i luoghi in cui abitiamo sono sicuri: “Le misure varate dallo Stato per il miglioramento e l’adeguamento sismico degli edifici vanno nella direzione giusta, ma hanno un orizzonte limitato, poiché danno luogo ad interventi isolati, non supportati cioè da una programmazione ragionata – ha proseguito Martelli – Nel corso del 2020 l’Ordine dei Geologi della Toscana ha promosso presso il Senato della Repubblica un emendamento per modificare la norma sul sisma bonus, al fine di introdurre la possibilità di sostenere le attività di analisi di vulnerabilità sismica degli edifici. Una misura che consentirebbe una programmazione delle attività di messa in sicurezza dei fabbricati dei prossimi anni, perché la gran parte dell’edificato che abbiamo intorno non è in linea con le norme oggi vigenti. Questo è ciò che noi chiamiamo prevenzione rispetto ad un fenomeno che continua a renderci deboli e vulnerabili“.
Terremoto in Toscana, l’analisi INGV

L’evento di ieri sera è stato localizzato nell’area del Chianti fiorentino “dove dal 2 maggio scorso è in corso una sequenza sismica con numerosi eventi, alcuni dei quali risentiti anche nella città di Firenze,” spiegano gli esperti INGV sul blog INGVterremoti. Dalla mappa di seguito si evince che dal 2 maggio a ieri sera “sono stati registrati quasi 200 eventi, la gran parte di magnitudo inferiore a 2.0“. Oltre all’evento delle 23:12, “altri due terremoti di magnitudo Ml 3.7 e Ml 3.4 sono avvenuti il 3 maggio alle ore 17:50 e alle 22:14“.

Immagine

Gli esperti INGV ricordano “che la pericolosità sismica di questa area è considerata media, in passato è stata colpita da eventi sismici significativi nel maggio 1895 (Mw 5.5) ed anche nel marzo del 1959, evento che causò danni leggeri ma diffusi proprio all’Impruneta e nel territorio comunale di San Casciano Val di Pesa, non senza qualche danno sporadico anche nello stesso capoluogo toscano“.

Recentemente tra il 2014 e il 2015 “una sequenza aveva interessato questa stessa area con epicentri localizzati alcuni chilometri più a sud di quelli di questi giorni. Dopo la scossa principale di magnitudo ML 4.1 avvenuta il 19 dicembre 2014, gli eventi andarono avanti per giorni e poi ci furono “riprese” in marzo e in settembre 2015“.

La mappa di scuotimento del terremoto ML 3.7 di ieri sera, “calcolata dai dati delle reti sismiche e accelerometriche INGV e DPC, mostra dei livelli di scuotimento fino al IV-V grado MCS, in particolare a sud di Firenze“.

Il terremoto “è stato risentito in una vasta area della Toscana, come si evince dai dati raccolti dal questionario di “Hai sentito il terremoto?”, con effetti stimati, al momento, fino al IV grado MCS,” concludono gli esperti INGV.


https://www.meteoweb.eu/2022/05/terremo ... a/1792598/


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 25/05/2022, 21:16 
Alaska: allerta per 3 vulcani nell’arcipelago delle Aleutine
L'USGS ha previsto il livello di attenzione per il Great Sitkin, per il Pavlof e per il Semisopochnoi



Tre vulcani in allerta arancione per il traffico aereo in Alaska: è quanto ha reso noto, nell’ultimo aggiornamento, l’Istituto geofisico statunitense USGS, che ha previsto il livello di attenzione per il Great Sitkin, per il Pavlof e per il Semisopochnoi. Per quanto riguarda il Great Sitkin, stratovulcano nella parte settentrionale dell’omonima isola delle Andreanof, nell’arcipelago delle Aleutine, le recenti osservazioni di temperature superficiali elevate e l’avanzamento del flusso di lava nell’ultima settimana suggeriscono che probabilmente l’effusione di lava continuerà. È possibile che si verifichi una nuova attività esplosiva con poco o nessun preavviso, secondo l’USGS. Great Sitkin è monitorato da sensori sismici e infrasuoni locali, dati satellitari, webcam e reti remote di infrasuoni e fulmini.

Durante l’ultimo giorno, in riferimento al vulcano Pavlof, stratovulcano della Catena delle Aleutine, sono state osservate temperature superficiali elevate nelle immagini satellitari coerenti con una continua eruzione di basso livello e l’effusione di brevi colate laviche sul fianco superiore. Il tremore sismico continua ma non sono state rilevate esplosioni o emissioni di cenere. Piccole esplosioni associate all’attuale eruzione potrebbero verificarsi in qualsiasi momento secondo l’USGS, e potrebbero essere accompagnate da piccoli pennacchi di cenere nelle immediate vicinanze del vulcano. Il livello di agitazione potrebbe cambiare rapidamente e la progressione verso un’attività eruttiva più significativa può verificarsi con scarso o nessun preavviso. Pavlof è monitorato da sensori sismici e infrasuoni locali, dati satellitari, webcam e reti remote di infrasuoni e fulmini.


Continua l’attività eruttiva di basso livello del vulcano Semisopochnoi, stratovulcano dell’arcipelago delle Aleutine. La sismicità rimane elevata con tremore intermittente. Nell’ultimo giorno sono state rilevate diverse esplosioni nei dati sismici. Piccole eruzioni che producono depositi di cenere minori nelle vicinanze del cratere nord attivo del Monte Cerberus e nubi di cenere solitamente sotto i 3 km (10.000 piedi) sul livello del mare hanno caratterizzato l’attività recente. Semisopochnoi è monitorato da sensori sismici e infrasuoni locali, dati satellitari, webcam e reti remote di infrasuoni e fulmini.


https://www.meteoweb.eu/2022/05/alaska- ... e/1796582/


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 25/05/2022, 21:17 
Terremoti, continuano le forti scosse al Polo Nord: sciame sismico tra Groenlandia e Svalbard
Terremoti, diventa un vero e proprio sciame sismico quello che sta interessando il Polo Nord tra Groenlandia e arcipelago delle isole Svalbard. I dettagli


Continua a tremare la terra nel Circolo Polare Artico: dopo la forte scossa di magnitudo 6.0 che tre giorni fa, alle 09:01 italiane della mattina di sabato 21 maggio, stamani alle ore italiane 06:00 s’è verificata un’altra scossa di magnitudo 5.0, seguita alle 10:41 (sempre ora italiana) da una replica di magnitudo 4.2. La particolarità di questi eventi sismici è che si stanno verificando proprio nei pressi del Polo Nord, cuore del Circolo Polare Artico, a nord di Groenlandia e isole Svalbard, in un’area lontana da quella islandese e groenlandese in cui le scosse di terremoto, seppur comunque rare, capitano più di frequente.

Da evidenziare che le scosse verificatesi negli ultimi giorni non hanno provocato alcun danno sulla terraferma, che è molto distante dall’epicentro, anche se una delle scosse degli ultimi giorni s’è verificata nella Terra di Peary, in Groenlandia (magnitudo 4.1 la sera del 21 maggio).

Complessivamente le scosse nell’area epicentrale, evidenziata nella mappa sotto con il cerchio rosso, sono state dieci, tutte di magnitudo superiore a 4.3.

Immagine


https://www.meteoweb.eu/2022/05/terremo ... o/1796641/


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 01/06/2022, 19:44 
Terremoto, si intensifica lo sciame sismico di Reggio Calabria: 40 scosse sulla faglia più pericolosa d’Europa
Terremoto, si intensifica lo sciame sismico di Reggio Calabria: 40 scosse da ieri pomeriggio

Immagine

Si intensifica lo sciame sismico iniziato nel primo pomeriggio di ieri a Reggio Calabria: sono 40 le scosse sismiche registrate dalla rete dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – INGV – nelle ultime ore, dal primo pomeriggio di ieri fino a stamani. Fortunatamente sono state tutte lievi (la più intensa, di magnitudo 2.1 nella notte) e non vengono avvertite dalla popolazione perché si verificano ad una profondità di circa 10 chilometri sotto la crosta terrestre. L’epicentro delle scosse è in mare, appena al largo della foce del torrente Sant’Agata (la spiaggia della Sorgente), a ridosso della zona più densamente popolata della città.

La situazione desta comunque un minimo di apprensione alla popolazione dello Stretto di Messina, consapevole di vivere sulla faglia più pericolosa d’Europa in grado di scatenare terremoti di magnitudo superiore a 7.0 con conseguenze distruttive sul territorio siciliano e calabrese.

Di seguito l’elenco completo delle scosse rilevate dai sismografi dell’INGV:

ore 08:49 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.1
ore 07:16 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.3
ore 06:14 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.8
ore 05:27 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.5
ore 03:54 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.0
ore 03:16 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.1
ore 02:51 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.0
ore 02:40 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 2.1
ore 02:40 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.6
ore 02:40 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.2
ore 02:39 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.0
ore 02:02 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.2
ore 01:46 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.3
ore 01:45 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.2
ore 01:33 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.4
ore 01:18 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.5
ore 00:43 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.1
ore 00:40 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.2
ore 00:31 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.0
ore 00:23 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.9
ore 00:23 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 1.3
ore 00:23 di mercoledì 1 giugno – magnitudo 0.9
ore 23:55 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.8
ore 23:49 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.5
ore 23:36 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.7
ore 23:35 di martedì 31 maggio – magnitudo 0.6
ore 23:20 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.3
ore 22:42 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.0
ore 22:20 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.7
ore 22:16 di martedì 31 maggio – magnitudo 0.8
ore 22:13 di martedì 31 maggio – magnitudo 0.5
ore 16:28 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.3
ore 15:53 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.1
ore 15:38 di martedì 31 maggio – magnitudo 2.0
ore 15:02 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.7
ore 14:34 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.2
ore 14:11 di martedì 31 maggio – magnitudo 0.3
ore 13:52 di martedì 31 maggio – magnitudo 0.8
ore 13:40 di martedì 31 maggio – magnitudo 1.0
ore 13:39 di martedì 31 maggio – magnitudo 0.8


https://www.meteoweb.eu/2022/06/terremo ... 1800064/#1


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 03/06/2022, 18:43 
La mappa mensile della sismicità: 1728 scosse a maggio 2022, circa 55 terremoti al giorno
Dei 1728 eventi registrati, 171 hanno avuto una magnitudo pari o superiore a 2.0

Immagine

Mappa dei terremoti avvenuti in Italia e nelle aree limitrofe dal 1 al 31 maggio del 2022

Sono stati 1728 gli eventi localizzati dalla Rete Sismica Nazionale dal 1 al 31 maggio 2022, un numero nettamente superiore al precedente mese di aprile, con una media che sale da 40 a 55 terremoti circa al giorno. Dei 1728 eventi registrati, 171 hanno avuto una magnitudo pari o superiore a 2.0 e 19 magnitudo pari o superiore a 3.0, anche questi numeri sono superiori ai precedenti mesi dell’anno.

Nel mese di maggio non sono stati registrati terremoti di magnitudo maggiore o uguale a 4.0 in territorio italiano e in aree limitrofe: la sismicità – spiegano gli esperti INGV – è stata caratterizzata da qualche sequenza sismica, alcune delle quali hanno avuto un numero elevato di eventi, che hanno contribuito all’incremento del numero di terremoti in questo mese rispetto ai primi mesi del 2022. Tra queste sequenze, la più importante è sicuramente quella che ha interessato dal 3 maggio il Chianti fiorentino e la città di Firenze, con eventi che fino ad oggi hanno raggiunto una magnitudo massima pari a Mw 3.7 il 3 e 12 maggio. In totale nell’area in tutto il mese di maggio sono stati localizzati quasi 200 terremoti, la maggior parte di bassa magnitudo.

Tra le altre sequenze l’INGV ricorda quella in provincia di Campobasso, nei pressi di Pietracatella, dove tra il 17 e 18 maggio sono stati localizzati una trentina di terremoti, il più forte di magnitudo ML 3.7; quella in provincia di Crotone, nelle vicinanze di Umbriatico, con circa 80 terremoti registrati tra il 19 e 22 maggio con magnitudo massima pari a ML 3.3.


https://www.meteoweb.eu/2022/06/mappa-m ... o/1800733/


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 08/06/2022, 00:56 
Filippine: eruzione del vulcano Bulusan a sudest di Manila
Sull'isola di Luzon, colonna di cenere alta un chilometro


(ANSA) - MANILA, 05 GIU - Una violenta eruzione ha scosso oggi l'isola filippina di Luzon a sudest di Manila, nella regione di Bicol, dove il vulcano Bulusan si è svegliato improvvisamente ed ha coperto di cenere le località circostanti sollevando una colonna di fumo alta almeno un chilometro.


Le autorità hanno evacuato le città circostanti e hanno messo in guardia la popolazione contro possibili ulteriori eruzioni.
Secondo l'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia, l'eruzione è durata circa 17 minuti ed ha coperto di cenere due città della provincia rurale di Sorsogon, situate a circa 500 chilometri a sud della capitale. Per il momento non si segnalano feriti o vittime. (ANSA).


https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/ ... 4cd30.html


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 08/06/2022, 19:40 
Terremoto 6.2 in Brasile: la placca di Nazca sprofonda sotto il continente
Il Brasile non è un Paese molto sismico, non affacciandosi sul Pacifico dove c’è la convergenza attiva tra le placche

Immagine

Stanotte – alle 0:55 UTC, le 2:55 in Italia – si è verificato un terremoto di magnitudo 6.2 in Brasile ad una profondità di circa 620 km.

Il Brasile non è un Paese molto sismico, non affacciandosi sul Pacifico dove c’è la convergenza attiva tra le placche, come spiegano in un articolo i ricercatori INGV. In particolare in quell’area la placca oceanica di Nazca e quella sudamericana si scontrano (con subduzione di Nazca sotto l’America del sud) a una velocità di oltre 7 cm/anno, un valore tra i più alti del pianeta. Questo processo di convergenza e subduzione porta la placca di Nazca a sprofondare sotto il continente (slab). Questo processo viene evidenziato da numerosi terremoti superficiali verso la costa (in Perù, Colombia e Cile) e terremoti profondi all’interno, in Brasile e in Bolivia, dove la placca di Nazca sprofonda.

Immagine

Nella mappa dell’USGS l’immersione dello slab di Nazca è indicata dalle linee verdi, che si infittiscono verso il Brasile, segno che la pendenza dello slab aumenta notevolmente con l’aumentare della profondità. Quello di stanotte non è stato uno dei terremoti più forti di questa zona, ma certamente uno dei più profondi: 620 km, ipocentro ben all’interno del mantello terrestre.
Data la grande profondità non ci sono stati danni, ma le onde sismiche prodotte dall’evento hanno viaggiato all’interno della Terra in tutte le direzioni e sono arrivate, circa 12 minuti dopo, in Italia. Nella figura si vede l’arrivo delle onde P al sismometro MedNet dell’Aquila (AQU) intorno alle 01:08, seguite da altre onde, principalmente le onde S una decina di minuti dopo.

Immagine

Sulla registrazione del sismometro dell’Aquila, posto nel basamento del Castello cinquecentesco (Forte spagnolo), si osserva anche in maniera piuttosto evidente l’aumento del “rumore sismico” tra la notte e il giorno, aumento causato dal traffico cittadino. La stima dei parametri ipocentrali e della magnitudo calcolati dall’USGS (riportati in mappa in rosso) sono simili a quelli ottenuti dal CAT-INGV.


https://www.meteoweb.eu/2022/06/terremo ... e/1802951/


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 09/06/2022, 18:10 
Scossa di terremoto avvertita a Roma nel primo pomeriggio, altre due scosse a San Benedetto del Tronto
Scossa di terremoto avvertita a Roma nel primo pomeriggio



Una scossa di terremoto è stata avvertita a Roma alle 15:13 di oggi pomeriggio. Non sono ancora stati forniti i dati relativi a magnitudo ed ipocentro: non è stata una scossa particolarmente violenta, ma è stata comunque avvertita da migliaia di persone nella capitale. Probabilmente s’è trattato di una scossa superficiale e con epicentro proprio nel centro della Capitale.

Un paio d’ore prima, alle 13:18, anche a Roma era stata avvertita la scossa di magnitudo 4.1 che si è verificata a San Benedetto del Tronto e che ha fatto tremare Marche e Abruzzo. Successivamente nell’Adriatico, pochi chilometri al largo di San Benedetto del Tronto, si sono verificate altre due scosse di magnitudo 2.4 alle 13:22 e di magnitudo 3.0 alle 13:39.


https://www.meteoweb.eu/2022/06/terremo ... 2/1803348/


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 22/06/2022, 23:23 
Terremoto in Afghanistan, il bilancio dei morti sale a 1.000
I feriti sono almeno 600, la scossa è stata registrata a 44 km a sudovest di Khost


E' aumentato ad almeno 1.000 il bilancio dei morti provocati dal terremoto che la notte scorsa ha colpito il sudest dell'Afghanistan, al confine con il Pakistan: lo ha reso noto una fonte ufficiale.


https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/ ... b6db0.html


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 03/07/2022, 15:05 
Colpita la costa del Golfo del Paese
Terremoto di magnitudo 6.1 in Iran, almeno 5 morti e numerosi feriti.


https://www.rainews.it/video/2022/07/te ... f440b.html


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 15/07/2022, 18:32 
Terremoto scuote l'Ecuador: paura in gran parte del Paese, morto 16enne
L'unica vittima del terremoto è un giovane di 16 anni, colpito da una scarica elettrica

Guarda su youtube.com


Un terremoto magnitudo 5.7 ha scosso la costa dell'Ecuador alle 17:30 ora locale di giovedì, provocando un morto. Lo US Geological Survey ha affermato che il sisma si è verificato a una profondità di circa 73 km con epicentro a quasi 20 km a Nord/Est dal porto di Guayaquil. L'Istituto Geofisico dell'Ecuador ha riferito che il tremore è stato avvertito nella maggior parte del Paese (compresa la capitale Quito, a circa 400 km di distanza), anche se "debolmente" sulle montagne. Jorge Vera, sindaco di Simon Bolivar nella provincia costiera di Guayas, ha confermato che un 16enne ha perso la vita: un cavo dell'alta tensione è caduto mentre la vittima era impegnata in "un'attività sportiva", ma non ha fornito ulteriori dettagli.

Esteban Hernández, sismologo dell'Istituto geofisico, ha spiegato al quotidiano Expreso che, nonostante la sua magnitudo, il sisma non ha avuto un pesante bilancio di vittime o danni "per la profondità del suo ipocentro".

L'Ecuador si trova nella zona denominata "Cintura di Fuoco" del Pacifico, una fascia in cui si registrano la maggior parte degli eventi sismici del pianeta.


https://www.meteoweb.eu/2022/07/terremo ... 001112491/


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 24/07/2022, 18:45 
Erutta il vulcano Sakurajima in Giappone: evacuazioni e massima allerta | VIDEO
Sakurajima, uno dei vulcani più attivi del Giappone, ha dato vita ad un'eruzione oggi, domenica 24 luglio

Guarda su youtube.com


Erutta il vulcano Sakurajima in Giappone: evacuazioni e massima allerta | VIDEO

Il vulcano Sakurajima, nella prefettura di Kagoshima, nel Giappone sudoccidentale, ha eruttato intorno alle 20:05 (ora locale) di oggi, domenica 24 luglio, ha detto l'Agenzia meteorologica giapponese (JMA). Secondo i media locali, non ci sono state segnalazioni immediate di danni.

Le immagini sembrano mostrare una massa rossa che scorre lungo un lato del vulcano mentre aumentava il fumo. Ci sono state segnalazioni di pioggia di pietre volatili a una distanza di 2,5km dal vulcano, ha detto la televisione pubblica NHK. Il livello di allerta eruzione è stato portato a 5, il più alto, con alcune aree a cui è stato consigliato di evacuare.

Sakurajima è uno dei vulcani più attivi del Giappone ed eruzioni di vari livelli si verificano regolarmente. Nel 2019 ha espulso cenere fino a 5,5km di altezza.

In Giappone ci sono decine di vulcani attivi, trovandosi in pieno sul cosiddetto "Anello di Fuoco" del Pacifico, dove si registra la maggior parte dei terremoti e delle eruzioni vulcaniche del mondo. Il Sakurajima era un'isola, ma a causa di precedenti eruzioni è da poco più di un secolo attaccato alla penisola Osumi. L'ultima volta che il Giappone ha emesso il massimo allarme disponendo evacuazioni per l'attività di un vulcano è stato in occasione dell'eruzione dell'isola di Kuchinoerabu, sempre a Kagoshima, nel 2015.


https://www.meteoweb.eu/2022/07/erutta- ... 001123471/


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 6582
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: terremoto in arrivo
MessaggioInviato: 28/07/2022, 01:11 
Violento terremoto nelle Filippine: morti, danni e crolli sull'isola di Luzon, scossa avvertita anche a Manila
Una scossa di terremoto è stata registrata nel Nord/Est dell'isola filippina di Luzon

Immagine

Un violento terremoto magnitudo 7 ha colpito le Filippine alle 08:43 ora locale (le 02:43 ora italiana). L'epicentro è stato rilevato sull'isola di Luzon, ad una profondità di 20 km (dati INGV). Al momento risultano almeno 5 vittime e oltre un centinaio di feriti. Il ministro degli Interni Benhur Abalos ha dichiarato in una conferenza stampa, assieme al presidente del Paese, Ferdinand Marcos Jr, che 2 persone sono morte nella provincia di Benguet, una ad Abra e un altro a La Montana. Il sisma ha colpito circa 15 città e ha causato gravi danni ad almeno 179 edifici, 29 strade e tre ponti. "A causa della magnitudo del sisma, stiamo parlando di un grande terremoto e potremmo aspettarci danni significativi", ha dichiarato Abalos durante la conferenza stampa al palazzo presidenziale Malacanan di Manila. I media locali riportano notizie di danni a edifici e strade a Dolores e a Bangued, dove alcune persone si sono recate in ospedale con lievi ferite. Segnalato anche il crollo parziale di una struttura ospedaliera nella provincia di Abra, che però non avrebbe causato danni a persone. Le forniture di energia elettrica sono state interrotte nelle zone maggiormente colpite a fini precauzionali. La scossa è stata avvertita anche a Manila.

Le Filippine si trovano sulla cosiddetta Cintura di Fuoco del Pacifico, una zona in cui si registra circa il 90% dell'attività sismica e vulcanica del mondo e che viene scossa da circa 7.000 terremoti all'anno, la maggior parte dei quali di moderata entità.


Terremoto scuote l'isola di Luzon nelle Filippine, l'analisi INGV

Il 27 luglio 2022, ore 02:43 italiane, "è avvenuto un terremoto di magnitudo 7.0 localizzato a 20 km di profondità, nella regione settentrionale dell'isola di Luzon nelle Filippine. La subduzione della placca della Sonnda e di quelle delle Filippine è all'origine dell'arcipelago omonimo. Si tratta di una convergenza obliqua tra queste due placche con velocità di circa 1 metro all'anno, una convergenza complessa costituita dalla subduzione verso Ovest del mare delle Filippine nella parte meridionale dell'arcipelago e dalla subduzione verso East della placca della Sonda nella parte settentrionale," spiegano gli esperti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

L'isola di Luzon "è ulteriormente complessa perché queste due subduzioni si fronteggiano ed è inoltre tagliata da una faglia trasforme che risulta essere sismicamente attiva. Le analisi preliminari sul meccanismo del terremoto del 27 luglio sono compatibili con la subduzione obliqua verso Est del margine orientale dell'isola di Luzon". Nella regione "si sono registrati nel passato altri terremoti di magnitudo rilevante (dal 1970 circa 11 di magnitudo superiore a 6.5). In epoca recente il principale è avvenuto il 16 luglio 1990 ed è stato di magnitudo 7.7 (circa 215 km a Sud del terremoto odierno). Ha causato danni ingenti e più di 2000 vittime".


https://www.meteoweb.eu/2022/07/terremo ... 001125583/


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3474 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 226, 227, 228, 229, 230, 231, 232  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 07/02/2023, 11:54
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org