Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 941 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 52, 53, 54, 55, 56, 57, 58 ... 63  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18322
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 12/02/2019, 13:40 
non sono opinioni, ma numeri. La TAV non conviene e non va fatta.

Poi qui entrano in gioco le opinioni e cioè la volontà di gente che ha già intascato tangenti che deve ESEGUIRE GLI ORDINI.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12833
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 12/02/2019, 13:52 
Anch'io credo che se l'analisi costi-benefici boccia la realizzazione allora è giusto che non si faccia.



_________________
Make Italy great again!
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 12/02/2019, 15:04 
[:291]



Immagine


Come ci si poteva attendere, la bomba-Tav è scoppiata in mano al Movimento 5 Stelle. Ma nessuno si aspettava le esplosioni a catena che si stanno verificando, e che con ogni probabilità manderanno a picco quel poco di consenso e credibilità di cui ancora il M5S gode. Infatti, nel giorno della pubblicazione della lungamente attesa analisi costi-benefici della Torino-Lione commissionata dal ministero dei Trasporti (ovvero da Danilo Toninelli), si scopre che uno dei 6 esperti della task force voluta dal grillino non ha firmato la relazione finale sui costi-benefici. Si tratta di Pierluigi Coppola, l'esperto della struttura tecnica del Mit (nominato già dall'ex ministro Delrio) che ha votato no alle conclusioni dell'analisi ritirando la sua firma in calce all'analisi.

Non bastasse ciò, subito dopo sono arrivate le parole durissime del commissario di governo per la Torino-Lione, Paolo Foietta: "Mi riservo di vedere nel dettaglio i numeri, ma dalle prime indicazioni mi sembra che dalla farsa si sia passati alla truffa", afferma. "È una analisi truffa realizzata per far quadrare i conti in base a quello che vuole il padrone. I costi sono gonfiati, mentre c'è una enorme sottovalutazione dei benefici ambientali e sociali. Foietta, sta lasciando i locali di via Sacchi a Torino. Palazzo Chigi ha inviato una lettera ai dipendenti dell’ente guidato da Foietta per comunicare che venerdì 15 febbraio termina l’operatività della struttura.

Leggi anche: Tav, Crosetto svela la vergogna di Di Maio e M5S

https://www.liberoquotidiano.it/news/po ... ufffa.html



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 16435
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 12/02/2019, 15:50 
Questa e' tutta gente in scimmia
Perché gli tolgono da sotto il naso il malloppo..

Ma se il traffico merci sui treni
È così di moda
Com'è che i treni merci senza TAV
Del Fréjus sono semivuoti?

Boh..
Mistero..

Si potrebbero spendere quei soldi molto meglio..
Siamo ancora in tempo per fermare questa follia..
E in ogni caso in questo momento
Spetta ai 5s ricevere qualcosa..
Dopo che hanno dato tanto
Sul fronte immigrazione..



_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml

Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no” perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable.
Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4402
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 13/02/2019, 00:27 
L’analisi costi-benefici del Tav è negativa


Immagine


di Danilo Toninelli
¯
L’analisi costi-benefici e l’analisi tecnico-giuridica sul Tav Torino-Lione sono da poco pubbliche sul sito del Mit. Ecco che si fa quella piena e doverosa trasparenza che avevamo promesso, che abbiamo già realizzato sul Terzo valico e che rende più democratico il dibattito su alcune delle grandi opere ereditate dal passato. Opere spesso ferme da tempo o che procedono a rilento o comunque oggetto di scandali, sprechi e inefficienze. Infrastrutture che, nell’interesse di tutti gli italiani, abbiamo deciso di sottoporre a questo tipo di esame, considerato a livello internazionale l’unico davvero utile al decisore politico per stabilire quali siano le migliori politiche infrastrutturali da perseguire. Siamo di fronte a un lavoro tecnico molto accurato, realizzato da un gruppo di studiosi che fanno capo alla Struttura Tecnica di Missione del Mit e di cui nessuno ha mai contestato la competenza. Una task force indipendente che tutti conoscevano già dall’agosto scorso e che ha impiegato alcuni mesi di lavoro per portare a compimento l’analisi, anche perché nel frattempo è impegnata, come detto, in approfondimenti analoghi su altre opere. Inoltre, siamo di fronte a un’indagine talmente obiettiva da partire dai dati dell’Osservatorio Torino-Lione del 2011, quindi una fonte che deve tranquillizzare i favorevoli al progetto. Ed è la prima analisi costi-benefici realmente indipendente, lo ribadisco, per cui abbiamo evitato finalmente di chiedere all’oste se il vino è buono.



E’ vero, uno studio del genere andava fatto sulla Torino-Lione 20 o 30 anni fa. Tuttavia, noi lo abbiamo avviato subito, appena arrivati al governo, convinti come siamo che i soldi pubblici vadano spesi sempre e di più per opere infrastrutturali, grandi e piccole, che siano davvero utili e pulite, concepite guardando al futuro di chi le userà, non al passato e al presente di chi le costruisce. Nel Contratto di Governo abbiamo scritto che bisogna ‘ridiscutere integralmente’, e sottolineo ‘integralmente’, il progetto nell’applicazione dell’accordo tra Italia e Francia. Anche per questo motivo ho incontrato più volte la mia omologa francese, Elisabeth Borne, con la quale ho concordato circa la necessità di dare al Governo il tempo per svolgere l’analisi e le conseguenti valutazioni, a condizione che tale approfondimento fosse condiviso con la Francia prima di essere reso pubblico. Questa procedura è stata da me spiegata pubblicamente più volte, anche in una comunicazione ufficiale inviata al Parlamento. Non c’è stata, quindi, nessuna volontà di nascondere alcunché, ma solo quella di rispettare un impegno internazionale al quale fa riferimento anche il Contratto di Governo.



Come ciascuno adesso può vedere da sé, i numeri dell’analisi economica e trasportistica sono estremamente negativi, direi impietosi: stiamo parlando di costi che, su un trentennio di esercizio dell’opera, superano i benefici di quasi 8 miliardi, tenendo conto del solo esborso per il completamento. Una cifra che scende appena a 7 miliardi se si considera uno scenario più ‘realistico’ di crescita dell’economia, dei traffici e di cambio modale. Secondo il soggetto proponente, grazie alla nuova linea i flussi di merci su ferro dovrebbero moltiplicarsi magicamente di ben 25 volte da qui al 2059. In realtà, i numeri ci dicono che dovremmo spendere oltre 5 miliardi di fondi pubblici per spostare dalla strada alla ferrovia, se va bene, 2mila o 3mila tir al giorno, quando sulla Tangenziale di Torino, per dare un termine di paragone, passano quotidianamente 60mila mezzi pesanti. Voglio ribadirlo: Lione è una bellissima città, ma è evidente che ci siano altre priorità infrastrutturali in questo Paese.



Qualcuno ha polemizzato sull’inserimento, nella valutazione, delle accise sulla benzina che lo Stato perderebbe con il modesto cambio modale. Vorrei far notare che nello scenario ‘realistico’ dell’analisi costi benefici, le accise pesano appena per 1,6 miliardi e non sono certo decisive nel far pendere l’ago della bilancia dalla parte dei costi (opera negativa per 7 miliardi). In più ricordo ai favorevoli all’opera che questo parametro era ben presente nell’analisi del 2011, dunque Chiamparino e gli ultrà che traggono ragione di esistere dal Tav non hanno di che stracciarsi le vesti. Anzi, il bilancio economico per gli Stati era assai più disastroso in quello studio: -7 miliardi per i mancati incassi fiscali sui carburanti. Infine, il minor gettito da accise è considerato un costo anche nelle linee guida francesi e comunque c’è un ampio consenso internazionale attorno a questa scelta metodologica, sulla quale non mi sarei comunque mai sognato di forzare o comprimere la totale libertà dei tecnici da me incaricati.



Dall’altra parte, invece, lo studio della task force del professor Ponti è persino troppo generoso quando tratta dei benefici dell’opera e si sofferma sulla decongestione stradale. Infatti essa frutta 2 miliardi nello scenario ‘ottimistico’ e un miliardo in quello ‘realistico’. Ma si tratta in media di risparmi di tempo per chi viaggia su gomma talmente impercettibili, per lo più poche decine di secondi, che in effetti rappresentano un vantaggio economico nullo. Basti dire che sull’intero tragitto da Milano a Lione, il Tav farebbe risparmiare appena un minuto e 20 secondi a chi continua a spostarsi su strada e appena 5 secondi a chi percorre l’intera tangenziale di Torino ogni mattina. Un’inezia.



Dunque, secondo noi quei soldi andrebbero usati diversamente. D’altronde, a fronte di una analisi economica negativa per 7-8 miliardi, a seconda degli scenari, l’analisi giuridica ci dice che rinunciare all’opera ci potrebbe costare alcune centinaia di milioni, mentre la gran parte dei fondi Ue in ballo potrebbe comunque essere oggetto di una nuova negoziazione politica. A parte vanno considerati gli esborsi per l’adeguamento del Frejus, tutti da definire perché ancora manca una progettazione. Ecco allora che a nostro avviso queste risorse possono essere indirizzate verso grandi opere molto più utili e urgenti per Torino e per tutto il Piemonte. Ad esempio la Metro 2: stiamo parlando di 26 km che sarebbero in grado di decongestionare davvero il traffico in città e non solo. Stiamo parlando del tunnel che ci serve, lo chiamerei quasi un SuperTav.



Infine, la valutazione negativa della Torino-Lione che emerge dall’analisi, voglio dirlo in modo chiaro, non è contro la Ue o contro la Francia. Essa si configura piuttosto come un prezioso elemento di informazione per indicare a tutti gli interlocutori l’opportunità di verificare se esistano impieghi migliori delle risorse che sarebbero destinate al progetto. In ogni caso, da parte mia quanto fatto finora è funzionale all’impegno assunto dal Governo nella sua interezza e nell’interesse dei cittadini. La decisione finale, come è naturale che sia, spetta ora al Governo stesso nella sua piena collegialità.
_



Fonte





Direi che sembra piuttosto chiaro.
Per qualcuno sicuramente/ancora no (sempre che se ne interessi. ...... See vabbeh, forse ma forse [:263]).


Ormai quando leggo o ascolto per radio notizie sul TAV, sembra quasi si stia parlando del panfilo a Civitavecchia (il mega catorcio della Privilege Yard).
Anche il TAV come “gallina” dai dobloni d'oro?
Immagine

Eh già (c'è chi stringe la mano a chi può fare ingrassare il conto in banca e c'è chi acchiappa mazzette.... tutti gl'altri se la prendono in...... ecco!).

Immagine


Immagine


Il solito magna magna ultra-collaudato.



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18322
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 13/02/2019, 13:18 
La TAV è come le olimpiadi a roma solo una immensa manovra speculativa e corruttiva in cui i soliti preneditori inzuppano il pane. Tenessero il punto non si deve fare assolutamente.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 16435
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 13/02/2019, 19:07 
E il sindacato e' pappa e ciccia con le grandi opere cioe' grandi abbuffate..

Mica indirizzano, consigliano, indicano
Un tipo di sviluppo anziche' un altro..
Macche'!!
Inquinamento, inutilita', ecc.
Frega niente basta che magnano..

Comunque a proposito di tav sul lato francese si ammetteva l'inutilita'
E si consigliava per darle un senso
"L'obbligo coattivo x i mezzi pesanti"

Ma c'e' la galleria merci del frejus..
Perche' non farlo subito?
C vuole x forza l'alta velocita'??

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_del_Frejus

a ferrovia del Frejus (Torino-Bardonecchia/Susa o anche Torino-Modane-Chambéry-Culoz) è la strada ferrata internazionale che partendo dal capoluogo piemontese e attraversa la cintura suburbana ovest, per transitare poi attraverso la valle di Susa ed il traforo ferroviario del Frejus, e terminare infine presso la località stazione di Modane. Da qui inizia la ferrovia Culoz-Modane, che permette ai treni di proseguire verso le altre città d'oltralpe e svizzere.


Per ciò che concerne le velocità sostenibili, esse variano a seconda della classe di treno e dipendono dalle livellette disponibili. Nel 2005, prima degli ammodernamenti, esse erano stabilite ad un massimo di 155 km/h (110 km/h all'interno del tunnel del Frejus)[32].

155 km/h non bastano??

na ragione intrinseca della minor fortuna del trasporto accompagnato si deve al fatto che il tempo di percorrenza dei 175 km da Aiton a Orbassano è di circa tre ore[49] e pertanto, sommando il tempo delle operazioni di imbarco-sbarco, ben maggiore di quello stradale; nel contempo la brevità del tragitto non offre all'autista la possibilità di recupero del tempo di riposo obbligato come consentito dalle ROLA. La modalità di trasporto combinato, accompagnato e non, è sostenuta dai paesi dell'arco alpino per ragioni di eco-compatibilità, ma stanti le forti pendenze dei valichi attuali i costi di trasporto sono molto elevati e possono essere sostenuti soltanto con il concorso di ingenti sovvenzioni. Nel caso dell'AFA il ripiano del passivo del 2012 costava a Francia e Italia 5 milioni cadauna perché le entrate coprivano soltanto il 42% dei costi[50]

Qui le cose mi tornano meno..
Ok la salita costa di piu'..
Ma se da una parte si sale dall'altra si scende..
Si aggiunge da una parte
Si toglie dall'altra no?
Perche' i costi restano alti?


secondo RFI la capacità effettiva sarebbe stata di 180 treni al giorno, nel tratto di valico tra Saint Jean de Maurienne e Bussoleno, e di 210 nel tratto tra Bussoleno e Torino[6] Secondo RFI, essa avrebbe potuto essere ulteriormente aumentata con interventi di ottimizzazione tecnologica. Altre linee di valico, ad esempio quella del San Gottardo, sostengono un numero di treni più elevato grazie a migliori tecnologie di controllo del traffico[35].

Ah ecco..

Sul tap e variante di valico
I 5s hanno mollato..
A sto giro bisogna dargliela vinta..
Non si puo' sempre vincere..
Bisogna pensare sul lungo periodo..
E' un fatto di equilibrio..


Ultima modifica di mik.300 il 13/02/2019, 19:38, modificato 1 volta in totale.


_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml

Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no” perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable.
Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 13/02/2019, 19:33 
[:296] Ma ... la gente del posto, si lamenta tanto dell'inquinamento E LA PUZZA DEL TRAFFICO STRADALE cos'è? [:o)] [:o)] [:o)]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 16435
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 13/02/2019, 19:42 
Io renderei gia' adesso obbligatorio
Il traffico su ferro dei mezzi pesanti..

Sfruttando di piu' il frejus i prezzi sarebbero sicuramente piu' bassi..
Abbattendo decisamente costi fissi, manutenzione, ecc ecc

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_del_Frejus

Secondo le previsioni di metà anni settanta, la linea del Frejus sarebbe stata interessata a fine anni ottanta da un traffico di quasi 15 milioni di tonnellate di merci l'anno. Tuttavia, con l'apertura del traforo stradale del Frejus nel 1980 (di cui nel 2019 entrerà in esercizio la seconda canna), si interruppe la tendenza di costante aumento del traffico (nei 15 anni successivi semmai ci fu una leggera decrescita). Nel 1990 il traffico reale ammontò a circa la metà di quanto indicato nelle previsioni degli anni settanta[6][7].

Ah riecco..

A quanto pare l'unico vantaggio della tav
E' che la fanno piana

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Progett ... rino-Lione


Il tracciato sarà tendenzialmente rettilineo eliminando gli stretti raggi di curvatura della linea storica e risultando più breve di 22 km. Conformemente alla normativa europea sulle STI, la pendenza massima sarà del 12.5‰ e la sagoma GC consentirà il transito dei profili P/C 80[la sagoma prevista a progetto (AF) è notevolmente più ampia e costosa di quella GC prevista dalle STI. Perchè?]. LTF ha stimato che ogni treno merci potrà viaggiare con velocità di pianura ed “essere configurato con portata (da 1.050 a 2.050 t) e lunghezza superiori (750 m) a fronte di un costo energetico molto minore con riduzione del 42% del costo di attraversamento grazie anche all'abbattimento dei costi di trazione (locomotori di rinforzo)”.

Ma se da una parte i treni salgono
Dall'altra scendono..
No?
Al massimo lavorano i freni..
Motore a minimo..
I prezzi non vanno in pari?
Boh..

Comunque se non rendono obbligatorio il trasporto su rotaia
Anche sta tav fa la fine del frejus..
Che poi a pensarci bene..
Non possono livellare il frejus,
Allargando/allungando/modificando il tragitto
Senza scavare ex novo una galletia
Di 57 km?

Bah..



_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml

Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no” perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable.
Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 16435
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 15/02/2019, 10:54 
da quanto ho capito..
essendo la tav più piatta
dell'attuale ferrovia del frejus
costa di meno il trasporto..


una motrice invece che due..

però ribadisco..
se sul versante francese si rampica
su quello italiano in picchiata si va a folle (e viceversa)
anzi si tira il freno,
no?


i conti non si pareggiano?

in ogni caso se non viene prevista
l'obblgatorietà x i tir come i svizzera
la tav fa la fine del frejus..


cioè vuota..

ad ogni modo politicamente
l'alleato di governo sta arrancando..
qualcosa bisogna concedere..

come con gli scacchi..
val bene sacrificare qualche pedina
pur di portare a casa la partita..

no?




_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml

Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no” perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable.
Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49335
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 15/02/2019, 14:02 
"Non ci serve un buco per andare a Lione”. Concordo. Infatti, la Tav è tutt’altro..."

https://www.facebook.com/giorgiameloni. ... 643219721/



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12833
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 15/02/2019, 14:21 
Il sol fatto che sbuca in Francia sarebbe un valido motivo per non farla!!



_________________
Make Italy great again!
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Non connesso


Messaggi: 4257
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 15/02/2019, 15:06 
sottovento ha scritto:
Il sol fatto che sbuca in Francia sarebbe un valido motivo per non farla!!

A parte Macron, Sarkosy, i francesi hanno più attributi di noi, perlomeno di tanti taGliani, come noi.
Però loro hanno avuto Napoleone, oriundo corso, non un nizzardo lecca... come il Garibba.



_________________

“Non discutere MAI con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza.”(di Arthur Bloch)

Il cattivo qualche volta può anche recedere dalla sua cattiveria, MA l'imbecille non cessa mai di essere tale!

Niente è dannoso per una nazione come il fatto che i furbi passino per intelligenti. (Francis Bacon)
):•
Verba volant scripta manent! (Anche l'IP)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4402
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 16/02/2019, 00:34 
Tav, Perino: “Grazie a movimento del no evitato spreco di 7 miliardi di euro. Ora restituiteci la nostra terra”


Formato file: mp4



¯
“Al governo diciamo che se pensate di continuare quest’opera ci troverete per i prossimi trent’anni dove siamo sempre stati”. Dopo la pubblicazione dell’analisi costi benefici, Alberto Perino, storico attivista del movimento No Tav, lancia un messaggio forte e chiaro al governo Lega e M5s. “Adesso servono i fatti – gli fa eco Lele Rizzo ci servono decisioni e servono fatti concreti sul territorio e sul cantiere di Chiomonte”. I militanti No Tav chiedono che “il cantiere venga sgomberato e che si ponga fine alla militarizzazione del territorio” rilanciando l’appuntamento nazionale del 23 marzo per una grande manifestazione nazionale dove scenderanno a Roma tutti i movimenti contro le grandi opere inutili.
_



Fonte




Formato file: php



[:263]



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 16435
Iscritto il: 06/06/2009, 15:26
Località: VARESE
 Oggetto del messaggio: Re: TAV e incompetenza
MessaggioInviato: 16/02/2019, 08:45 
Anche le ragioni dei si tav
Non sono del tutto campate x aria:
-opera finanziata ai 2/3 dall'europa
( cosi' dicono..)
-binario piu' piatto quindi costi minori di pedaggio

Pero' ribadisco..
Se non si obbligano i tir
A passare di la' come in svizzera
(Quelli del tunnel del monte bianco sono d'accordo??)
Il buco finisce come il frejus..
Sotto-utilizzato..

Che poi io l'obbligatorieta' ce la metterei subito,
Anche col frejus..
Perche' aspettare la tav?

Mi sembra di aver letto da qualche parte che pure i francesi auspicano l'introduzione di tale obbligatorieta' ..



_________________
https://roma.corriere.it/notizie/politi ... 0b7e.shtml

Conte ripercorre le tappe della crisi: «Vorrei ricordare che con la parlamentarizzazione della crisi la Lega ha poi formalmente ritirato la mozione di sfiducia, ha dimostrato di voler proseguire, sono stato io che ho detto “assolutamente no” perché per me quell’esperienza politica era chiusa».


http://www.lefigaro.fr/international/mi ... e-20190923
il stipule que les États membres qui souscrivent à ce dispositif de relocalisation des personnes débarquées en Italie et à Malte s’engagent pour une durée limitée à six mois - éventuellement renouvelable.
Le mécanisme de répartition serait ainsi révocable à tout moment au cas où l’afflux de migrants vers les ports d’Italie et de Malte devait s’emballer.
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 941 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 52, 53, 54, 55, 56, 57, 58 ... 63  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 15/12/2019, 19:00
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org